Linea Temporale 191

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Lun 15 Dic 2008 - 20:27

Questo topic è dedicato alla serie di libri scritti dall'autore americano Harry Turtledove (che si è guadagnato una larga fama negli Stati Uniti quale autore di fantastoria), che descrive una serie di eventi diversi da quelli storicamente accaduti a partire dall'invasione di Lee del Maryland.
Nella realtà, una copia dell'ordine speciale 191 che descriveva i movimenti previsti per i corpi dell'Armata della Virginia Settentrionale venne recuperata da soldati unionisti, il che permise a McClellan di costringere Lee a una battaglia a Gettysburg, che anche se si risolse in un nulla di fatto, obbligò Lee a ritirarsi in Virginia. Il punto di partenza della serie è il fatto che la copia viene recuperata da soldati confederati prima che cadano in mani nordiste, e quindi l'avanzata di Lee coglie McClellan di sorpresa e è Lee a costringerlo a battaglia a Camp Hill, Pennsylvania, dove l'Armata del Potomac viene fatta a pezzi, provocando il riconoscimento della Confederazione da parte di Regno Unito e Francia che costringono gli USA a riconoscere l'indipendenza della Confederazione.
Questo conduce a degli eventi molto interessanti che temo esulino dal tema del forum, quindi non ne parlerò. Però è interessante come un singolo caso possa ragionevolmente causare effetti così grandi (certo, non è detto per forza che se McClellan non avesse potuto sbirciare gli ordini di Lee allora si sarebbe fatto massacrare in questo modo). Cosa pensate? L'esito avrebbe potuto essere diverso?

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  forrest il Mar 16 Dic 2008 - 0:04

In un conflitto che per tre anni e mezzo rimase incertissimo,una singola battaglia,un singolo episodio avrebbero potuto far pendere i piatti della bilancia da una parte piuttosto che dall'altra,non ci sono dubbi.Jefferson Davis rimase convinto fino alla fine dei suoi giorni che questo singolo episodio fu la morte di A.S.Johnston sul campo di Shiloh.In realtà,credo che di episodi simili ce ne furono una quantità:dalla dissenteria che debilitò R.E.Lee sul North Anna,al fuoco amico che falciò Jackson e Longstreet,a un anno di distanza,nella stessa maledetta foresta;dalla crisi di sonno che annebbiò le idee di Stonewall durante i Sette Giorni,alla caduta in un fiume gelato che costrinse Van Dorn ad affrontare la battaglia di Pea Ridge febbricitante,dalla miopìa di "extra-Billy" Smith che a Gettysburg scambiò una lontana siepe per una colonna nemica,al guasto meccanico di un treno che compromise l'estremo tentativo del Generale Gordon a Petersburg.O alla cavalleria tipicamente sudista di quei fanti confederati che avrebbero potuto fare secco Grant,che si era smarrito, a Chattanooga,e decisero di non sparare.E si potrebbe continuare all'infinito.Per usare una metafora sportiva,credo che i Generali confederati ebbero una impressionnante serie di match- balls,e purtroppo li sprecarono tutti.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Mar 16 Dic 2008 - 0:09

forrest ha scritto:In un conflitto che per tre anni e mezzo rimase incertissimo,una singola battaglia,un singolo episodio avrebbero potuto far pendere i piatti della bilancia da una parte piuttosto che dall'altra,non ci sono dubbi.Jefferson Davis rimase convinto fino alla fine dei suoi giorni che questo singolo episodio fu la morte di A.S.Johnston sul campo di Shiloh.In realtà,credo che di episodi simili ce ne furono una quantità:dalla dissenteria che debilitò R.E.Lee sul North Anna,al fuoco amico che falciò Jackson e Longstreet,a un anno di distanza,nella stessa maledetta foresta;dalla crisi di sonno che annebbiò le idee di Stonewall durante i Sette Giorni,alla caduta in un fiume gelato che costrinse Van Dorn ad affrontare la battaglia di Pea Ridge febbricitante,dalla miopìa di "extra-Billy" Smith che a Gettysburg scambiò una lontana siepe per una colonna nemica,al guasto meccanico di un treno che compromise l'estremo tentativo del Generale Gordon a Petersburg.O alla cavalleria tipicamente sudista di quei fanti confederati che avrebbero potuto fare secco Grant,che si era smarrito, a Chattanooga,e decisero di non sparare.E si potrebbe continuare all'infinito.Per usare una metafora sportiva,credo che i Generali confederati ebbero una impressionnante serie di match- balls,e purtroppo li sprecarono tutti.

A quanto ho sentito, Johnston a Shiloh oltre a cedere in pratica il comando a Beuregard, che era pessimista fin dall'inizio e aveva un piano diverso dal suo (invece di sloggiare Grant dalle rive del Tennessee e mandarlo a morire nelle paludi a ovest, semplicemente ributtarlo nel fiume con un'attacco frontale), correndo in prima linea, lui si beccò una pallottola alla gamba, non ritenne la ferita pericolosa e mandò il suo medico a curare i feriti, cosicchè si dissanguò a morte. In un certo senso, qualcuno potrebbe dire che se l'è cercata.
Il fuoco amico è una costante in tutte le guerre : Jackson e Longstreet semplicemente ebbero sfortuna, assieme alla confederazione che veniva privata dei suoi migliori uomini. Ma come hai fatto rilevare, di casi così ce ne devono essere stati troppi.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  forrest il Mar 16 Dic 2008 - 0:22

Se la memoria non mi tradisce,Johnston morì dissanguato perchè(so che può sembrare incredibile)i soccorritori non riuscirono ad individuare il punto esatto della sua ferita,che si trovava dietro al ginocchio,e non poterono quindi legargliela con un laccio emostatico che gli avrebbe salvato la vita.Se non sbaglio colui che soccorse Johnston era suo cognato,anch'egli ufficiale,mi pare si chiamasse Preston,ma dovrei controllare.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Mar 16 Dic 2008 - 0:31

Su Wikipedia è scritto che Johnston venne colpito esattamente sotto il ginocchio destro, che lui a causa di un duello sostenuto nel 1837 e di una ferita sostenuta allora non sentì tanto dolore quanto avrebbe dovuto. Venne visto cadere semisvenuto dal suo stato maggiore e morì dissanguato lì vicino. Si dice anche che è probabile che sia stato un soldato confederato a sparare per errore la pallottola fatale, visto che nessun soldato unionista si è mai avvicinato tanto da poter fare ciò. Ma ovviamente questo dovrebbe essere confermato da altre fonti attendibili.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

linea temporale 191

Messaggio  R.E.Lee il Mer 17 Dic 2008 - 16:02

nella sua opera reid mitchell descrive l'invasione del maryland di lee nel 1862, come una scorreria in larga scala più che un attacco vero e proprio ed io, in linea di massima concordo.
lee non aveva la forza numerica x vibrare all'armata del potomac, una mazzata mortale, ne penso io, aveva l'intenzione di farlo.
suo obbietivo principale, era di allentare la pressione nella virginia devastasta farla "rifiatare" ed alimentare nel maryland sentimenti a favore della confederazione.
se poi gli si fosse presentata l'opportunità di piazzare un attacco vincente, non se la sarebbe di sicuro lasciata scappare, ma con il cauteloso mc clellan, sempre prudente talvolta fino all'inerzia totale, tale oppurtunità sarebbe stata difficile che gli si fosse presentata e lee, penso, lo sapeva bene.
non credo che mc clellan anche se non fosse stato a conoscenza dei piani di lee avrebbe agito molto diversamente da quella che era sempre stata la sua linea di condotta (cioè di non rischiare mai).
quindi in ogni caso la campagna di lee nel maryland, si sarebbe conclusa più o meno nello stesso modo.

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Mer 17 Dic 2008 - 16:05

R.E.Lee ha scritto:nella sua opera reid mitchell descrive l'invasione del maryland di lee nel 1862, come una scorreria in larga scala più che un attacco vero e proprio ed io, in linea di massima concordo.
lee non aveva la forza numerica x vibrare all'armata del potomac, una mazzata mortale, ne penso io, aveva l'intenzione di farlo.
suo obbietivo principale, era di allentare la pressione nella virginia devastasta farla "rifiatare" ed alimentare nel maryland sentimenti a favore della confederazione.
se poi gli si fosse presentata l'opportunità di piazzare un attacco vincente, non se la sarebbe di sicuro lasciata scappare, ma con il cauteloso mc clellan, sempre prudente talvolta fino all'inerzia totale, tale oppurtunità sarebbe stata difficile che gli si fosse presentata e lee, penso, lo sapeva bene.
non credo che mc clellan anche se non fosse stato a conoscenza dei piani di lee avrebbe agito molto diversamente da quella che era sempre stata la sua linea di condotta (cioè di non rischiare mai).
quindi in ogni caso la campagna di lee nel maryland, si sarebbe conclusa più o meno nello stesso modo.

McClellan era certo cauteloso, ma dietro aveva Lincoln e Washington che quando Lee è entrato nel Maryland si sono subito messi a ordinargli di attaccare. Se avesse voluto rimanere al comando avrebbe dovuto combattere in campo aperto, perchè non avrebbe potuto rifiutare il combattimento e non essere rimpiazzato. Lincoln non esitava a sostituire i generali che non facevano quello che lui voleva, e non avrebbe fatto eccezione.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

linea temporale 191

Messaggio  R.E.Lee il Mer 17 Dic 2008 - 16:29

[quote="George H. Thomas"]
R.E.Lee ha scritto:

McClellan era certo cauteloso, ma dietro aveva Lincoln e Washington che quando Lee è entrato nel Maryland si sono subito messi a ordinargli di attaccare. Se avesse voluto rimanere al comando avrebbe dovuto combattere in campo aperto, perchè non avrebbe potuto rifiutare il combattimento e non essere rimpiazzato. Lincoln non esitava a sostituire i generali che non facevano quello che lui voleva, e non avrebbe fatto eccezione.

si, è vero quello che dici, infatti mc clellan pur conoscendo i piani di lee e pur non sapendo che lee "sapeva" che lui "sapeva", si avvicinò al contatto con il nemico con estrema cautela.
figuriamoci come si sarebbe approcciato al nemico senza conoscerne i suoi piani, sebbene fosse a rischio esonero..(x usare un termine filocalcistico).
no ,non credo che mc clellan si sarebbe esposto mai più di quel tanto da offrire a lee il "destro" per colpirlo.

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

linea temporale 191

Messaggio  R.E.Lee il Mer 17 Dic 2008 - 16:33

forrest ha scritto:In un conflitto che per tre anni e mezzo rimase incertissimo,una singola battaglia,un singolo episodio avrebbero potuto far pendere i piatti della bilancia da una parte piuttosto che dall'altra,non ci sono dubbi.Jefferson Davis rimase convinto fino alla fine dei suoi giorni che questo singolo episodio fu la morte di A.S.Johnston sul campo di Shiloh.In realtà,credo che di episodi simili ce ne furono una quantità:dalla dissenteria che debilitò R.E.Lee sul North Anna,al fuoco amico che falciò Jackson e Longstreet,a un anno di distanza,nella stessa maledetta foresta;dalla crisi di sonno che annebbiò le idee di Stonewall durante i Sette Giorni,alla caduta in un fiume gelato che costrinse Van Dorn ad affrontare la battaglia di Pea Ridge febbricitante,dalla miopìa di "extra-Billy" Smith che a Gettysburg scambiò una lontana siepe per una colonna nemica,al guasto meccanico di un treno che compromise l'estremo tentativo del Generale Gordon a Petersburg.O alla cavalleria tipicamente sudista di quei fanti confederati che avrebbero potuto fare secco Grant,che si era smarrito, a Chattanooga,e decisero di non sparare.E si potrebbe continuare all'infinito.Per usare una metafora sportiva,credo che i Generali confederati ebbero una impressionnante serie di match- balls,e purtroppo li sprecarono tutti.

forse esco un pò dal topic, ma mi ha incuriosito la storia di grant smarritosi a chattanooga, caro forrest !
sarei curioso di saperne un pò di più.

ciao

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Mer 17 Dic 2008 - 17:31

[quote="R.E.Lee"]
George H. Thomas ha scritto:
R.E.Lee ha scritto:

McClellan era certo cauteloso, ma dietro aveva Lincoln e Washington che quando Lee è entrato nel Maryland si sono subito messi a ordinargli di attaccare. Se avesse voluto rimanere al comando avrebbe dovuto combattere in campo aperto, perchè non avrebbe potuto rifiutare il combattimento e non essere rimpiazzato. Lincoln non esitava a sostituire i generali che non facevano quello che lui voleva, e non avrebbe fatto eccezione.

si, è vero quello che dici, infatti mc clellan pur conoscendo i piani di lee e pur non sapendo che lee "sapeva" che lui "sapeva", si avvicinò al contatto con il nemico con estrema cautela.
figuriamoci come si sarebbe approcciato al nemico senza conoscerne i suoi piani, sebbene fosse a rischio esonero..(x usare un termine filocalcistico).
no ,non credo che mc clellan si sarebbe esposto mai più di quel tanto da offrire a lee il "destro" per colpirlo.

Bisogna vedere se McClellan sarebbe riuscito a resistere ai richiami di Lincoln. Anche senza sapere i suoi piani, avrebbe dovuto seguire per forza Lee, anche se a distanza, e forse avrebbe tentato di distruggere cautamente qualche porzione delle forze confederate nelle sue vicinanze (visto che Lee divise l'AVN in varie parti). Ma credo che un messaggio di Lincoln del genere "O ingaggiate il nemico entro una settimana o mi aspetto le vostre dimissioni" forse sarebbe riuscito a convincerlo, anche se a malincuore, a attaccare Lee.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  forrest il Gio 18 Dic 2008 - 0:31

Forse esco un po' dal topic,ma mi ha incuriosito la storia di Grant smarritosi a Chattanooga,caro Forrest!Sarei curioso di saperne un po'di più.
Si tratta di un episodio che sarebbe difficile da credere,se a raccontarlo non fosse stato lo stesso Grant nelle sue memorie,vent'anni dopo.Appena arrivato a Chattanooga sotto assedio,si avventurò da solo in una ricognizione lungo il fiume Tennessee,e all'improvviso si trovò di fronte ad un posto di guardia sudista.Avrebbero potuto facilmente sparargli prima che avesse il tempo di girare il cavallo e allontanarsi,ma non lo fecero.L'ufficiale che comandava il picchetto ordinò:"Presentate le armi al Generale Grant!"Tutte le sentinelle obbedirono all'ordine.Grant rispose al saluto,girò il cavallo e si allontanò.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 18 Dic 2008 - 1:46

Peccato che i nostri picchetti non usarono questa cortesia con i nostri generali colpiti dal fuoco amico Sad

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Gio 18 Dic 2008 - 9:30

Benjamin F. Cheatham ha scritto:Peccato che i nostri picchetti non usarono questa cortesia con i nostri generali colpiti dal fuoco amico Sad

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Bè, se quella storia fosse vera (e non mi fido completamente di Grant, perchè le sue memorie sono piene di falsità), comunque si tratta di un'episodio isolato. Pensiamo al generale McPherson, che si è ritrovato solo davanti a un gruppo di soldati confederati, che hanno intimato l'alt; lui ha alzato le mani ma poi ha provato a fare il furbetto e lo hanno sparato, prendendolo in pieno. Quindi tranquillo, sotto il piombo del Sud non sono caduti solo i loro generali.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Marechal Davout il Gio 22 Gen 2009 - 12:01

George H. Thomas ha scritto:Questo topic è dedicato alla serie di libri scritti dall'autore americano Harry Turtledove (che si è guadagnato una larga fama negli Stati Uniti quale autore di fantastoria), che descrive una serie di eventi diversi da quelli storicamente accaduti a partire dall'invasione di Lee del Maryland.
Nella realtà, una copia dell'ordine speciale 191 che descriveva i movimenti previsti per i corpi dell'Armata della Virginia Settentrionale venne recuperata da soldati unionisti, il che permise a McClellan di costringere Lee a una battaglia a Gettysburg, che anche se si risolse in un nulla di fatto, obbligò Lee a ritirarsi in Virginia. Il punto di partenza della serie è il fatto che la copia viene recuperata da soldati confederati prima che cadano in mani nordiste, e quindi l'avanzata di Lee coglie McClellan di sorpresa e è Lee a costringerlo a battaglia a Camp Hill, Pennsylvania, dove l'Armata del Potomac viene fatta a pezzi, provocando il riconoscimento della Confederazione da parte di Regno Unito e Francia che costringono gli USA a riconoscere l'indipendenza della Confederazione.
Questo conduce a degli eventi molto interessanti che temo esulino dal tema del forum, quindi non ne parlerò. Però è interessante come un singolo caso possa ragionevolmente causare effetti così grandi (certo, non è detto per forza che se McClellan non avesse potuto sbirciare gli ordini di Lee allora si sarebbe fatto massacrare in questo modo). Cosa pensate? L'esito avrebbe potuto essere diverso?

Ciao Thomas, sono un buon lettore di fantascienza ma di Turtledove ho letto un solo romanzo, che parlava di una legione romana ma di cui adesso mi sfugge il titolo. Comunque, questo della linea temporale 191 mi sembra interessante, mi specifichi un paio di titoli che me li procuro?

Vive l'Empereur

Marechal Davout
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 08.12.08
Località : Brescia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Gio 22 Gen 2009 - 15:17

Marechal Davout ha scritto:
George H. Thomas ha scritto:Questo topic è dedicato alla serie di libri scritti dall'autore americano Harry Turtledove (che si è guadagnato una larga fama negli Stati Uniti quale autore di fantastoria), che descrive una serie di eventi diversi da quelli storicamente accaduti a partire dall'invasione di Lee del Maryland.
Nella realtà, una copia dell'ordine speciale 191 che descriveva i movimenti previsti per i corpi dell'Armata della Virginia Settentrionale venne recuperata da soldati unionisti, il che permise a McClellan di costringere Lee a una battaglia a Gettysburg, che anche se si risolse in un nulla di fatto, obbligò Lee a ritirarsi in Virginia. Il punto di partenza della serie è il fatto che la copia viene recuperata da soldati confederati prima che cadano in mani nordiste, e quindi l'avanzata di Lee coglie McClellan di sorpresa e è Lee a costringerlo a battaglia a Camp Hill, Pennsylvania, dove l'Armata del Potomac viene fatta a pezzi, provocando il riconoscimento della Confederazione da parte di Regno Unito e Francia che costringono gli USA a riconoscere l'indipendenza della Confederazione.
Questo conduce a degli eventi molto interessanti che temo esulino dal tema del forum, quindi non ne parlerò. Però è interessante come un singolo caso possa ragionevolmente causare effetti così grandi (certo, non è detto per forza che se McClellan non avesse potuto sbirciare gli ordini di Lee allora si sarebbe fatto massacrare in questo modo). Cosa pensate? L'esito avrebbe potuto essere diverso?

Ciao Thomas, sono un buon lettore di fantascienza ma di Turtledove ho letto un solo romanzo, che parlava di una legione romana ma di cui adesso mi sfugge il titolo. Comunque, questo della linea temporale 191 mi sembra interessante, mi specifichi un paio di titoli che me li procuro?

Vive l'Empereur

Non sono sicuro, Davout, che si trovino in Italia tradotti, anche se ne ho visto uno in inglese. Eccoti l'elenco completo :
How Few Remain (1997)
The Great War: American Front (1998)
The Great War: Walk In Hell (1999)
The Great War: Breakthroughs (2000)
American Empire: Blood And Iron (2001)
American Empire: The Center Cannot Hold (2002)
American Empire: The Victorious Opposition (2003)
Settling Accounts: Return Engagement (2004)
Settling Accounts: Drive to the East (2005)
Settling Accounts: The Grapple (2006)
Settling Accounts: In at the Death (2007)

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Marechal Davout il Gio 12 Feb 2009 - 14:07

Caro Thomas hai ragione, ho cercato presso gli Editori specializzati tipo Nord e Fanucci ma non ce n'è uno di questi tradotti in italiano... Mad
Ho sempre pensato che in questo come in altri campi siamo un paese da Terzo Mondo. Ho però ricordato qual'era il libro di Turtledove che ho letto, "La Legione perduta", che mi è stato prestato da un caro amico che considero il mio "guru" per la fantascienza, ed è un buon libro.

Vive l'Empereur

Marechal Davout
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 08.12.08
Località : Brescia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Ven 13 Feb 2009 - 11:22

Concordo con voi, se non sbaglio dovrei averlo letto anch'io (ma è una serie di libri penso almeno una trilogia) che si sviluppa a partire da uno scontro in Gallia fra un capo celta e un comandante romano entrambi dotati di spade incantate che, quando si incrociarono catapultò i 2 e l'intera legione in un' universo parallelo in piena guerra civile. E' questo?

Brigadier-generale Valerio Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Marechal Davout il Lun 16 Feb 2009 - 13:19

Capt. Patrick M.Griffin ha scritto:Concordo con voi, se non sbaglio dovrei averlo letto anch'io (ma è una serie di libri penso almeno una trilogia) che si sviluppa a partire da uno scontro in Gallia fra un capo celta e un comandante romano entrambi dotati di spade incantate che, quando si incrociarono catapultò i 2 e l'intera legione in un' universo parallelo in piena guerra civile. E' questo?

Brigadier-generale Valerio Like a Star @ heaven

Caro Valerio, il libro è quello ma non ricordo neanche io se venivano scaraventati in un universo parallelo in piena guerra civile, a me sembrava che finissero in Cina o una cosa del genere.....ma senz'altro mi sbaglio, la mia memoria ultimamente fa cilecca in modo clamoroso. Rolling Eyes
Farò in modo di farmelo riprestare dal mio amico Syd, così mi tolgo ogni dubbio. Cmq hai ragione, era una trilogia....

Vive l'Empereur

Marechal Davout
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 08.12.08
Località : Brescia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Giancarlo il Lun 16 Feb 2009 - 15:00

La legione, unitamente ad un capo gallo che si aggrega ai romani viene scaraventata in un universo parallelo ove gli stessi romani vengono impiegati come mercenari agli ordini di un imperatore (Videssos) in guerra con gli stati confinanti. Storia abbastanza carina, pensate che Turtledove dopo la serie sulla Legione perduta ne ha fatta una ove in piena seconda guerra mondiale, la terra viene invasa da una razza aliena. Naturalmente anche a me piacerebbe un sacco leggere la seria ucronica riferita alla ACW e su questo punto sono d'accordissimo col Maresciallo su quanto conti l'Italia nel mondo. Sad

Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Lun 16 Feb 2009 - 23:28

Speriamo che ve ne sia qualcuno tradotto in italiano.... Ha proposito di questo curioso genere di romanzo storico mi ricordo di aver letto un libro ma non rammento l'autore (forse sempre Toirtledove???) che trattava di un' Inghilterra, in cui a causa del mancato naufragio dell' Invicibile Armada, sottoposta al dominio Spagnolo. Davvero avvincente!!! Very Happy

Brigadier-generale Valerio Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Marechal Davout il Ven 20 Feb 2009 - 14:54

Carissmi Signori, sempre in ossequio al fatto che la mia memoria è da ottuagenario (senza offesa per gli interessati) or mi sovviene che ho letto anche quello citato da Giancarlo; dimmi se sbaglio, è una storia centrata sulle vicende di vari personaggi, una aviatrice russa, un comandante di carri tedesco ecc..veramente una bella serie di romanzi, ben scritta ed originale nel tema. Ricorda un pò "Uragano rosso" di Clancy, simile per lo sviluppo contemporaneo di vari personaggi. Non sono per nulla appassionato di romanzi a sfondo militare come quelli di Clancy, ma quello l'ho letto tutto d'un fiato.

Vive l'Empereur

Marechal Davout
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 08.12.08
Località : Brescia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Giancarlo il Lun 23 Feb 2009 - 9:05

Esattamente Davout, nella saga dell'invasione aliena sono rappresentati personaggi di pura invenzione ed altri realmente esistiti quali: Hitler, Churchill, Molotov, Von Ribentropp, Sckorzeny e tanti altri.

Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  George H. Thomas il Lun 23 Feb 2009 - 15:27

Giancarlo ha scritto:Esattamente Davout, nella saga dell'invasione aliena sono rappresentati personaggi di pura invenzione ed altri realmente esistiti quali: Hitler, Churchill, Molotov, Von Ribentropp, Sckorzeny e tanti altri.

Quella saga è stata fortunatamente tradotta in italiano, e credo si possa trovare in libreria. Io ne ho trovato un libro, e lo trovo molto interessante.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Giancarlo il Lun 23 Feb 2009 - 17:06

Ciao Thomas, i libri sono 4. Non ti voglio anticipare nulla ma Roma nel 4° fa proprio una brutta fine.

Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Virginian Gentleman il Mar 24 Feb 2009 - 19:53

In italiano non sono tradotti(scarso richiamo vendite)
Sono piuttosto noiosi e prolissi(l'autore, Turtledove, è pagato un tanto a pagina), inoltre, dalla seconda trilogia in poi, vige l'equazione Confederazione=germania nazista, con tanto di olocausto dei neri.
Insomma nulla di eccezionale...

Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Linea Temporale 191

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:21


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum