Primo attacco contro Charleston

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Primo attacco contro Charleston

Messaggio  George H. Thomas il Gio 18 Dic 2014 - 19:50

Nel 1863, per molteplici ragioni, il Dipartimento della Marina degli Stati Uniti iniziò a considerare un'attacco navale contro il porto di Charleston, capitale della South Carolina e centro ideale, per così dire, dell'intera Confederazione; oltre ai motivi appunto ideali (a cui si aggiungeva il bisogno di ottenere un successo, acutamente percepito dall'amministrazione Lincoln), ve ne erano pochi altri di valore eminentemente strategico. Per quanto un centro importante, Charleston non era particolarmente frequentata dai violatori di blocco, né costituiva un bersaglio su cui fosse particolarmente opportuno concentrare le forze.

Comunque, con la piena approvazione del Segretario della Marina Gideon Welles e del Sottosegretario Gustavus Vasa Fox, la pianificazione dell'attacco andò avanti; punto in favore divenne il fatto che l'esercito, fortemente impegnato, poteva mettere a disposizione solo 10-15'000 uomini (per la maggior parte reclute inesperte) per eventualmente sfruttare un successo, quindi lasciando la piena direzione dell'attacco alla Marina.

Ad incaricarsi dell'attacco sarebbe stato la Squadra del blocco del Sud Atlantico, comandata dal contrammiraglio Samuel Du Pont; ad essa venne assegnata la maggior parte delle navi corazzate allora in servizio nella U.S. Navy: la USS New Ironsides (nave corazzata tradizionale, ossia con armamento in batteria e corazzatura di protezione), sette monitori della classe Passaic (miglioramenti dell'USS Monitor, ciascuno armato con un cannone Dahlgren da 15 pollici e uno da 11) e la corazzata sperimentale USS Keokuk, a due torri non girevoli entro cui stavano due cannoni Dahlgren da 11 pollici.

Per quanto questa squadra fosse formidabile in termini assoluti, lo stesso Du Pont si rese conto (ed ebbe modo di sperimentarlo nel gennaio 1863, in un fallito attacco contro Fort McAllister) dei difetti che tali navi avevano:
- potenza di fuoco relativamente modesta (sia in termini di numero di cannoni, sia in termini di velocità di ricaricamento);
- protezione per certi versi insufficiente (ad esempio, la Keokuk aveva un sistema di protezione composita che alla prova dei fatti si dimostrò insufficiente, mentre i monitori avevano la protezione orizzontale, quella dei ponti, sottile e quindi vulnerabile a colpi di mortaio);
- vulnerabilità alle mine (allora chiamate "torpedoes").

Per questi versi, riteneva dubbio che la sua squadra, per quanto capace di sfidare la potenza di fuoco dei forti di Charleston, potesse ridurli al silenzio.

In ogni caso, l'ordine venne dato; dopo mezzogiorno del 7 aprile 1863 le nove navi avanzarono verso la rada di Charleston (a velocità non esaltante, dato che ci vollero due ore per giungere a distanza utile per aprire il fuoco). Le forze confederate, sotto il comando del noto generale P. G. T. Beuregard, potevano opporre alle navi unioniste qualcosa come 385 cannoni che potevano batterle sotto un tiro incrociato; inoltre, due corazzate (CSS Chicora e CSS Palmetto State) erano pronte a affrontare gli Yankees se questi fossero riusciti a superare la linea dei forti.

L'attacco non andò come previsto; a causa di problemi dovuti alla sua scarsa manovrabilità, la New Ironsides (nave ammiraglia di Du Pont) fu costretta a dare ancora per evitare di incagliarsi, proprio sopra a una mina comandata da terra che però fortunatamente per i marinai federali non esplose; nel contempo, le altre navi unioniste, costrette a rimanere a una distanza maggiore di quella prevista a causa dell'intenso fuoco che ricevevano, rispondevano al fuoco. Tuttavia, malgrado la loro corazza riuscisse a proteggerle (a parte quella della Keokuk, come già detto), subirono vari danni e guasti (inceppamento delle torrette e dei portelli dei cannoni) che ne riducevano l'efficacia; inoltre, il basso rateo di fuoco fece sì che i forti sparassero qualcosa come 2000 colpi contro di esse, mentre le navi riuscirono a sparare soltanto 154 colpi.
Al cambio della marea, quando la Keokuk (colpita 90 volte, parecchie delle quali alla linea di galleggiamento) si ritirò (solo per affondare poco dopo), Du Pont diede ordine di sospendere l'attacco. Nonostante avesse detto nel suo rapporto che aveva avuto intenzione di rinnovarlo il giorno seguente (ma essendo stato dissuaso dal consiglio dei suoi comandanti in subordine), lo scontro era finito.

Chiaramente la battaglia era stata un fallimento per la U.S. Navy; le sue navi corazzate, per quanto sopravvissute a parte una al fuoco combinato dei forti, non erano state capaci di danneggiarli in modo serio né di ridurli al silenzio. Da parte unionista, a farne le spese fu Du Pont; nonostante i suoi precedenti avvertimenti (o forse proprio a causa di essi, interpretati come mancanza di decisione), l'opinione di Welles fu che Du Pont era da biasimare per il fallimento (nonostante fosse in questo spalleggiato dai capitani che avevano partecipato all'azione). Pare che anche Du Pont sentisse il peso dell'insuccesso e presentò lui stesso richiesta di essere sostituito (però richiedendo poi che il suo rapporto venisse reso pubblico dalla Marina), e agli occhi dei più divenne il responsabile di una sconfitta.

Tuttavia, la sconfitta forse risiedeva a monte, sia nelle eccessive speranze che riposavano sulle nuove navi corazzate, sia nella presunzione di poter sconfiggere Charleston soltanto grazie a un'azione puramente navale. Un rinnovato attacco contro la "cittadella della Ribellione" avrebbe dovuto contare sulle forze combinate dell'Esercito e della Marina unioniste per poter rivendicare un'effettivo successo.

Thomas

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo attacco contro Charleston

Messaggio  George H. Thomas il Ven 19 Dic 2014 - 10:37

Vorrei inserire una bella ricostruzione dell'evento:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo attacco contro Charleston

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 20 Dic 2014 - 8:24

Fotografia trovata ieri in internet, non è propriamente attinente al topic, dato che non riguarda il primo attacco a Charleston, ma comunque mostra la città appena finita la guerra che comincia a curarsi le ferite.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Claudio

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo attacco contro Charleston

Messaggio  R.E.Lee il Dom 21 Dic 2014 - 19:15

Oddio Caro Benny...
non mi pare che quel tizio nella foto abbia tanta voglia di "curare" le ferite della sua città.... What a Face

Lee confused

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo attacco contro Charleston

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 22 Dic 2014 - 10:35

A proposito di immagini, tempo fa avevo postato nella discussione che raccoglie le foto più interessanti della guerra un'immagine realizzata proprio durante l'assedio di Charleston del 1863 e che mostre la flotta dell'Unione in azione. Riporto di seguito l'immagine e relativi ingrandimenti.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Primo attacco contro Charleston

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:20


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum