L'assassinio di Abraham Lincoln

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 17 Dic 2011 - 12:15

Su Sky- History Channel- è andato in onda un documentario della serie "Segreti svelati", dedicato all'assassinio di Lincoln.
Il team di Brad Meltzer ha indagato sulla morte del presidente Lincoln: perché l'autopsia sul corpo dell'assassino, John Wilkes Booth, è stata effettuata in totale segretezza e, per giunta, su una nave della Marina da guerra USA? Perchè ai parenti di Booth è stato vietato di vedere e di riconoscere il cadavere?
Nel programma in questione si ipotizza che il corpo sul quale venne eseguita l'autopsia fosse in realtà di un'altra persona e che il vero Booth sia morto di vecchiaia.
Al giorno d'oggi, la magistratura competente per territorio si è rifiutata di concedere l'autorizzazione a riesumare la salma del vero, o presunto Booth, al fine di effettuare la prova del DNA, richiesta dai discendenti del medesimo.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2466
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Jubal Anderson Early il Sab 17 Dic 2011 - 12:27

Ipotizzo : abile manovra dei falchi repubblicani che assoldarono Booth per eliminare il sostenitore della riconciliazione nazionale, per favorire i propri interessi nella "ricostruzione" del Sud?
Oltretutto, legittimando la "mano pesante" nei confronti dei ribelli, colpevoli persino di aver arrecato l'estremo oltraggio alla repubblica, con l'assassinio del Presidente.
I classici due piccioni con una fava.
Ho forse un'eccessiva dimestichezza con l'animo cospiratore?
Rolling Eyes
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Sab 17 Dic 2011 - 12:48

George Armstrong Custer ha scritto:Su Sky- History Channel- è andato in onda un documentario della serie "Segreti svelati", dedicato all'assassinio di Lincoln.
Il team di Brad Meltzer ha indagato sulla morte del presidente Lincoln: perché l'autopsia sul corpo dell'assassino, John Wilkes Booth, è stata effettuata in totale segretezza e, per giunta, su una nave della Marina da guerra USA? Perchè ai parenti di Booth è stato vietato di vedere e di riconoscere il cadavere?
Nel programma in questione si ipotizza che il corpo sul quale venne eseguita l'autopsia fosse in realtà di un'altra persona e che il vero Booth sia morto di vecchiaia.
Al giorno d'oggi, la magistratura competente per territorio si è rifiutata di concedere l'autorizzazione a riesumare la salma del vero, o presunto Booth, al fine di effettuare la prova del DNA, richiesta dai discendenti del medesimo.

Avevo letto alcune cose che riguardavano la salma di Booth e l'struzionismo del governo Usa a farla esaminare. Penso che il motivo riguardi il come Booth fu effettivamente ucciso. Se fu freddato da vicino con un colpo di revolver alla nuca, e non da un colpo di carabina, come comunemente la cosa viene accreditata.
Non credo che Booth abbia fatto il doppio gioco con i servizi segreti USA, ma sicuramente ne fu manipolato. Sapeva troppe cose riguardo la scorta di Lincoln, diversamente non si sarebbe portato solo una pistola ad un colpo ed un coltello per uccidere Lincoln. Se era però un doppiogiochista, al posto di fuggire verso sud, doveva fare l'opposto, squagliarsela verso il Canada, come fece Surrat. Invece si diresse nel meridione, diretto chissà in che luogo e da chi.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Sab 17 Dic 2011 - 19:20

Jubal Anderson Early ha scritto:Ipotizzo : abile manovra dei falchi repubblicani che assoldarono Booth per eliminare il sostenitore della riconciliazione nazionale, per favorire i propri interessi nella "ricostruzione" del Sud?
Oltretutto, legittimando la "mano pesante" nei confronti dei ribelli, colpevoli persino di aver arrecato l'estremo oltraggio alla repubblica, con l'assassinio del Presidente.
I classici due piccioni con una fava.
Ho forse un'eccessiva dimestichezza con l'animo cospiratore?
Rolling Eyes

Caro Early,
in sette righe (contate...) hai riassunto perfettamente e comprensibilmente, quello che è pure il mio pensiero. Solo che a me non sarebbero bastate settanta righe... Embarassed

Per quanto riguarda la mancata prova del DNA e la presunta autopsia truffaldina cui accenna il Ns George, mi fido del ns Meade: un vero "guru" sulla storia dell'assassinio di Lincoln... study

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Jubal Anderson Early il Dom 18 Dic 2011 - 7:23

Grazie, Generale Lee.
Certo, è bene lasciare agli esperti le considerazioni in materia.
Tuttavia, quella che ho espresso credo sia comune opinione di molti.

Prendete le frasi che seguono, come una sorta di monologo interiore, che, mi auguro, possa offrire spunti di riflessione.

Cosa c'era di meglio di consegnare alla storia un presidente martire, che, adempiuta la divina missione di salvatore della patria, venisse assassinato da un fanatico?
Lincoln santificato nella memoria collettiva (ha servito il suo scopo da Fort Sumter in poi), Johnson -sudcaroliniano - da vicepresidente a presidente in ossequio alla forma (avete visto come funziona bene la nostra democrazia?), mano libera nella ricostruzione del Sud, ossia, abusi di ogni sorta, speculazioni e violenze indiscriminate su chi già aveva perso tutto (e che vi aspettavate, sudisti, dopo averci ammazzato anche il Presidente?), negri in libertà (le catene ve le abbiamo levate, adesso arrangiatevi. La schiavitù ha servito il suo scopo); poi, come accessorio, se vogliamo essere buoni : qualche dollaro a Booth e un salvacondotto per l'estero (ha servito il suo scopo anche lui) e che si spari a qualcun altro al posto suo; se vogliamo essere cattivi : Booth fucilato per davvero (ha comunque servito il suo scopo, e la giustizia deve avere il suo corso).
Lincoln era l'uomo perfetto per la situazione. Il buon padre della patria, che salvò l'Unione e che avebbe voluto riunire tutti a tavola per cena a guerra finita. E, quel che fu meglio, è che ci credeva davvero. Il fatto è che le guerre non si fanno solo per far la pace, dopo. Si mette in piedi un massacro del genere per guadagnarci, e molto. Altrimenti non serve a niente.
E se qualcuno ostacola questo passaggio, bisogna fare in modo che l'ostacolo si tolga nel più vantaggioso dei modi.
Booth era un idiota qualsiasi, ma perfetto per la situazione. Serviva qualcuno che incarnasse l'essenza del Sud da trasmettere nelle versioni ufficiali della Storia. Un vanesio, fanatico schiavista. Serviva qualcuno che ci assolvesse dalle nostre colpe di invasori, e che liquidasse l'ostacolo al nostro profitto, insomma, occorreva qualcuno che fosse "il più vantaggioso dei modi."
Guerra finita. Lincoln morto. Booth scomparso. Le tasche di noi falchi repubblicani che scoppiano nell'amministrare una ricostruzione che sia giusta punizione da infliggere ai ribelli.
Tutti contenti.


Ultima modifica di Jubal Anderson Early il Dom 18 Dic 2011 - 12:22, modificato 1 volta
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Dom 18 Dic 2011 - 11:15

Caro Jubal,
d'accordissimo su tutto! La tua ricostruzione per me è perfetta.
....solo che a me per far capire agli altri tutti i concetti che hai espresso tu, non mi sarebbe bastato un libro... study

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Jubal Anderson Early il Dom 18 Dic 2011 - 11:38

Ancora grazie, Generale. Come fu nella storia, qui si ripete : la Sua stima è motivo di orgoglio per il sottoscritto.

La cosa che mi amareggia di più, di questa mia ricostruzione senza pretese di verità, ma solo di verosimiglianza, è che io penso davvero che il Presidente Lincoln volesse una pace conciliatrice. E questo sarebbe stato infinitamente meno doloroso per il Sud. Credo, e lo dico da filosudista, che Lincoln non fosse insincero nelle sue convinzioni, sia nel proposito del mantenimento dell'unità nazionale, sia nell'impegno a "curare le ferite della nazione". Come sappiamo, gli riuscì solo il primo dei due. E le ferite della nazione non furono curate, ma marcirono.
L'assassinio di un fautore così eminente di una tale polica, non poteva che essere inteso dagli stessi sudisti come la sciagura finale abbattutasi sulla sventurata Confederazione.
Per questo motivo, dubito fortemente ogni implicazione della classe dirigente sudista in questo complotto, che avvantaggiò solo la parte peggiore del Nord. Che è quella stessa anima avida, corrotta e assassina, che sta ora minacciando le nostre democrazie di un generale collasso economico e istituzionale. Ma non voglio divagare e concludo qui.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Dom 18 Dic 2011 - 12:34

Jubal Anderson Early ha scritto:Ancora grazie, Generale. Come fu nella storia, qui si ripete : la Sua stima è motivo di orgoglio per il sottoscritto.

La cosa che mi amareggia di più, di questa mia ricostruzione senza pretese di verità, ma solo di verosimiglianza, è che io penso davvero che il Presidente Lincoln volesse una pace conciliatrice. E questo sarebbe stato infinitamente meno doloroso per il Sud. Credo, e lo dico da filosudista, che Lincoln non fosse insincero nelle sue convinzioni, sia nel proposito del mantenimento dell'unità nazionale, sia nell'impegno a "curare le ferite della nazione". Come sappiamo, gli riuscì solo il primo dei due. E le ferite della nazione non furono curate, ma marcirono.
L'assassinio di un fautore così eminente di una tale polica, non poteva che essere inteso dagli stessi sudisti come la sciagura finale abbattutasi sulla sventurata Confederazione.
Per questo motivo, dubito fortemente ogni implicazione della classe dirigente sudista in questo complotto, che avvantaggiò solo la parte peggiore del Nord. Che è quella stessa anima avida, corrotta e assassina, che sta ora minacciando le nostre democrazie di un generale collasso economico e istituzionale. Ma non voglio divagare e concludo qui.

Prendo spunto da questa interessante requisitoria di Early per trarre delle mie personalissime opinioni.
Mi pare che in seno al governo dell'Unione al momento dello scoppio, durante e dopo la guerra, vi fossero 2 anime diverse con interessi variegati.
L'anima di Lincoln e dei filolinconiani che ambiva a ristabilire l'Unione, curarne le ferite, ed avviare nel modo meno indolore possibile l'unificazione del paese. Anche da un punto di vista ideologico.

Di contro vi erano le "lobby" degli speculatori che vedevano la guerra non come un evento atto a ristabilire l'Unione, ma bensì come una guerra di conquista, dove le terre del Sud non erano altro che territori da assogettare con la forza per poi colonizzarle e sfruttarle a loro piacimento.

Questi individui senza scrupoli per cui il profitto era l'unica ragione del conflitto, servendosi di Politici altrettanto biasimevoli, "usarono" Lincoln finchè non ne ebbero bisogno per condurre il conflitto in maniera vittoriosa, poi lo "usarono" in altro modo creandone un santo e, con il suo assassinio, un altra "arma" per assalire di nuovo il Sud spoliandolo di quello che ne era rimasto..




Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Dic 2011 - 12:50

L'assassinio di Lincoln fu in primis la diretta conseguenza del mancato rapimento del presidente da parte di Booth e compagni, che non riuscì solo per sfortunate circostanze e per ben due volte. In conseguenza di un simile comportamento criminoso da parte di Booth, pensare che egli fosse un agente al soldo dei repubblicani estremisti appare assai lacunoso. Dove avrebbero nascosto il presidente in attesa del riscatto... in Canada? E cosa avrebbe chiesto poi come riscatto... la resa del Sud?
Booth voleva rapire Lincoln per chiedere in cambio la liberazione di migliaia di prigionieri confederati rinchiusi nei campi di prigionia unionisti. Booth aveva contatti con il servizio segreto confederato in Canada (lo stesso Surrat, componente della sua banda, era un agente confederato), che veniva finanziato con dollari in oro dal presidente Davis (vedi sito https://www.cia.gov/library/publications/additional-publications/civil-war/index.html ), pertanto Booth, piaccia o meno, se fece quello che fece, manipolato o meno, lo fece perchè aveva in profondo odio Lincoln, e non di certo perchè lo considerava un moderato e portato alla clemenza verso il Sud sconfitto, ma lo riteneva anzi, l'artefice principale della sconfitta del Sud, e dunque, secondo il suo modo di vedere le cose, Lincoln doveva pagare col sangue la sua colpa, e non era di certo l'unico a pensarla così nel Sud sconfitto ed umiliato. In molti nel meridione videro in Booth "l'angelo vendicatore" (vedi il libro Il Bianco Sole dei Vinti), e tanti che piansero lacrime di coccodrillo, in cuor loro erano felici della cosa, sia gli estremisti radicali che gli estremisti fanatici sudisti.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Dom 18 Dic 2011 - 13:08

...resta il fatto che la politica applicata dal Nord nel Sud dopo l'omicidio di Lincoln, fù diametralmente opposta a quella che era negli intendimenti del defunto Presidente.

Solo spirito di vendetta ?? Mi pare un pò utopistico tutto questo...

Lee Wink
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Dic 2011 - 13:45

R.E.Lee ha scritto:...resta il fatto che la politica applicata dal Nord nel Sud dopo l'omicidio di Lincoln, fù diametralmente opposta a quella che era negli intendimenti del defunto Presidente.

Solo spirito di vendetta ?? Mi pare un pò utopistico tutto questo...

Lee Wink

Caro Lee,

purtroppo la ragione non sempre accompagna comportamenti e atteggiamenti che definire utopistici appare già di per se puro ottimismo.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Dom 18 Dic 2011 - 14:04

Non saprei.
A me però viene difficile pensare che le "lobby" di speculatori ed afffini fossero estranei o quasi all'omicidio.
Di solito quando avviene un episodio sconvolgente (l'assassinio di Lincoln in questo caso), quelli che più ci guadagnano di regola sono anche i colpevoli...od i mandanti...

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Dic 2011 - 14:31

R.E.Lee ha scritto:Non saprei.
A me però viene difficile pensare che le "lobby" di speculatori ed afffini fossero estranei o quasi all'omicidio.
Di solito quando avviene un episodio sconvolgente (l'assassinio di Lincoln in questo caso), quelli che più ci guadagnano di regola sono anche i colpevoli...od i mandanti...

Lee

La schifezza è proprio questa. Gli interessi in gioco erano molti. Di mandanti non sono sicuro, sia del Sud che del Nord, per la concreta mancanza di prove, a parte molti indizi che portano a sospettare sia degli uni che degli altri, ma di personaggi influenti unionisti che omisero o trascurarono di fare il loro dovere perchè accadesse quel che accadde poi a Lincoln sono più che sicuro. A molti partecipanti del complotto fu chiusa la bocca per sempre, mentre altri vennero amnistiati o perdonati. Davis, che a caldo, appena catturato, poteva essere giustiziato insieme a molti altri personaggi responsabili del governo confederato, fu risparmiato dai radicali repubblicani. Come capro espiatorio era ottimo, eppure se la cavò portando a casa la pelle. Di certo non gli fecero il favore per magnaminità. Se non lo giustiziarono subito, pur potendolo fare senza problemi, un motivo ci doveva essere. Essere i mandanti dell'omicidio di Lincoln per risparmiare poi l'ex presidente confederato, appare anche al più incallito dei convinti assertori di una cospirazione dei repubblicani radicali, una cosa che trascende ogni ragione.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Dom 18 Dic 2011 - 17:06

L'aspetto più inquietante è che nel corso dei tanti anni trascorsi dall'assassinio di Lincoln non si è riusciti, e non si riesce, a fare chiarezza su tutta la vicenda in questione.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2466
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Dom 18 Dic 2011 - 19:41

Cari Amici,
sono d'accordo con Voi. E' difficile far chiarezza sù una vicenda del genere. Noi possiamo fare solo valutazioni e formulare ipotesi. Personalmente Io cerco di fare sempre 1+1 e poi tirare le mie somme. Però ha ragione anche Meade: in queste vicende la ns logica spesso passa in sottordine. Al centro di tutto vi possono essere motivi o logiche talmente lontane dal nostro immaginario ed al ns modo di concepire le cose che potrebbero portare ad una verità ed ad una realtà totalmente diverse dalle Ns ipotesi.

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Lun 19 Dic 2011 - 9:30

Un più che possibile mandante dell'omicidio di Lincoln potrebbe essere - e ne avrebbe purtroppo avuto le ragioni - il presidente confederato J. Davis.
Durante il raid Kilpatrick-Dahlgren del 28/02 - 04/03/1864, molto ben descritto dal ns. Cheatham ( http://guerracivileamerican.forumattivo.com/t697-kilpatrick-dahlgren-raid-28-febbraio-4-marzo-1864-parte-1 ), venne ritrovato dai confederati il controverso documento in cui stava scritto "uccidere sul posto Jeff Davis e il suo gabinetto e di bruciare la città".

Lo strano contenuto del messaggio (certi ordini si danno a voce, mai per scritto), se veritiero, legittimerebbe Davis ad aver architettato il complotto dell'omicidio di Lincoln per ritorsione e non per mera vendetta.
Bisogna considerare però che nel febbraio del 1864 il congresso confederato aveva approvato segretamente una legge che autorizzava il sabotaggio contro le proprietà del governo USA che praticamente autorizzava la guerra non convenzionale. La cosa porta a sospettare che certe strane coincidenze non avvennero per caso.
Il fortuito ritrovamento del messaggio dal contenuto così esplosivo, potrebbe in effetti essere stato creato ad arte dal controspionaggio confederato per legittimare le possibili ritorsioni, che in parte avvennero o furono tentate realmente, a fine conflitto, dagli agenti confederati.
Qualunque sia la verità, l'embrione del complotto per uccidere Lincoln potrebbe essere realmente nato proprio dal fantomatico messaggio scritto nel quaderno del colonello Dahlgren.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Jubal Anderson Early il Lun 19 Dic 2011 - 10:52

Curioso. Persino un grande storico come McPherson, che certamente non può essere sospettato di parteggiare per la Causa Confederata, sostiene :

"(...) Jefferson Davis captured in Georgia on May 10, accused (falsely) of complicity in Lincoln's assasination, (...)"

(da: Battle Cry For Freedom, p.853)

e, non tornando più sull'argomento, mi pare che dia per buona questa constatazione.
Nessun uomo sensato, nel Sud sconfitto, avrebbe voluto la morte di Lincoln che restava comunque il carceriere più pietoso.
Approfondirò l'argomento, ma resto dell'idea che la morte del Presidente sia stata dettata e voluta dagli unici che potevano trarne materialmente vantaggio, ossia i falchi del suo partito, desiderosi di spartirsi appalti e mazzette varie nel mercato di una nazione appena conquistata e da ricostruire ex novo.

avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  HARDEE il Mer 21 Dic 2011 - 18:52

Signori buonasera,

probabilmente John Wilkes Booth era convinto di vendicare il Sud dalle azioni di un tiranno, agendo come un novello Bruto "Sic semper tyrannis" . Noi più che sugli Storici di Cesare dobbiamo riflettere sulla frase di Seneca "cui prodest ? "

" A chi giova ?" Non di sicuro al Sud sconfitto, a cui il Presidente Lincoln, con lungimiranza politica, aveva teso fraternamente la mano, per ricomporre l' Unione.

Cordialmente

Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1844
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Mer 21 Dic 2011 - 21:10

HARDEE ha scritto:Signori buonasera,

probabilmente John Wilkes Booth era convinto di vendicare il Sud dalle azioni di un tiranno, agendo come un novello Bruto "Sic semper tyrannis" . Noi più che sugli Storici di Cesare dobbiamo riflettere sulla frase di Seneca "cui prodest ? "

" A chi giova ?" Non di sicuro al Sud sconfitto, a cui il Presidente Lincoln, con lungimiranza politica, aveva teso fraternamente la mano, per ricomporre l' Unione.

Cordialmente

Hardee

Molto semplice: giovò a chi Non voleva ricomporre l'Unione con gli intendimenti di Lincoln..

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lincoln, l'omicidio di un presidente divo

Messaggio  Generale Meade il Sab 17 Nov 2012 - 17:23

Interessante articolo sull'omicidio di Lincoln:

http://cultura.panorama.it/libri/lincoln-libro-film-serie-tv

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Mar 27 Nov 2012 - 20:55

R.E.Lee ha scritto:
HARDEE ha scritto:Signori buonasera,

probabilmente John Wilkes Booth era convinto di vendicare il Sud dalle azioni di un tiranno, agendo come un novello Bruto "Sic semper tyrannis" . Noi più che sugli Storici di Cesare dobbiamo riflettere sulla frase di Seneca "cui prodest ? "

" A chi giova ?" Non di sicuro al Sud sconfitto, a cui il Presidente Lincoln, con lungimiranza politica, aveva teso fraternamente la mano, per ricomporre l' Unione.

Cordialmente

Hardee

Molto semplice: giovò a chi Non voleva ricomporre l'Unione con gli intendimenti di Lincoln..

Lee


Verissimo. Siamo sinceri. Nella fattispecie vi è sempre stata non solo la sensazione ma evidenze logiche che han portato a far credere che la morte del presidente unionista abbia fatto comodo a tante persone...e ben poche di esse cittadine della fu Confederazione.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 25 Mar 2013 - 17:55

Analogie tra Abraham Lincoln e John F.kennedy

Abraham Lincoln fu eletto al Congresso nel 1846.
John F. Kennedy fu eletto al Congresso nel 1946.

Abraham Lincoln fu eletto presidente nel 1860.
John F. Kennedy fu eletto presidente nel 1960.

Entrambi erano impegnati nel campo dei diritti civili.
Entrambe le mogli hanno perso un figlio, vivendo alla Casa Bianca.

Ad entrambi i presidenti hanno sparato di Venerdì.
Ad entrambi i presidenti hanno sparato in testa.

La segretaria di Lincoln si chiamava Kennedy.
Il Segretario di Kennedy si chiamava Lincoln.

Entrambi sono stati assassinati da meridionali.

Ad entrambi sono subentrati, come presidenti USA, dei meridionali di nome Johnson.
Andrew Johnson, che successe a Lincoln, nacque nel 1808.
Lyndon Johnson, che successe a Kennedy, nacque nel 1908.

John Wilkes Booth, che assassinò Lincoln, è nato nel 1839.
Lee Harvey Oswald, che assassinò Kennedy, è nato nel 1939.

Entrambi gli assassini erano conosciuti con i loro tre nomi.
Entrambi i nomi sono composti da quindici lettere.

A Lincoln gi hanno sparato presso il teatro chiamato "Ford".
A Kennedy gli hanno sparato in una macchina chiamata "Lincoln" fatta da "Ford".

Booth e Oswald furono uccisi prima del processo.

Una settimana prima che sparassero a Lincoln egli era a Monroe, Maryland.
Una settimana prima che Kennedy fu assassinato, era con Marilyn Monroe.

A Lincoln gli hanno sparato in un teatro e l'assassino corse a un magazzino ...
Kennedy è stato ucciso da un magazzino e l'assassino corse a un teatro ...

Fonte:http://defendingtheheritage.com/

Niente male come analogie???

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2466
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L' assasinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Homo Universalis il Mer 27 Mar 2013 - 13:35

Ecco un articolo sull'assassinio di Lincoln, che ho tradotto. Ha un'inclinazione confederata, ma raffigura la verità in un grado molto elevato. Godere di:
Il 14 aprile 1865, appena due giorni dopo la fine della GCA, Abraham Lincoln, mentre si trovava nella galleria al Teatro Ford di Washington, è stata colpita alla testa da John Wilkes Booth, attore e fanatico del sud, una volta piansi in latino "Sic semper tyrannis!", significa "così sempre ai tiranni!".
Lincoln si loro nel vicino casa in coma, dove morì presto la mattina del 15 aprile. Suo assassino erano inseguiti da agenzie Delegation e assediate in un fienile in Virginia dopo 12 giorni, dove fu ferito da un colpo dei suoi persecutori, morendo poco dopo.
Lincoln aveva ovviamente capire che Stanton, Segretario di guerra e il 'uscire' nell'azienda il potere nelle loro mani e un nuovo mandato presidenziale non ci sarebbe stata nessuna guerra più 'uscire' lei era inutile e pericoloso per la maggior parte personalmente. Decise di interrompere la sua esistenza opposti in linea di principio i piani loro arricchimento a scapito del sud. D'altra parte il Presidente significava 'tutti gli americani' dopo la caduta del sud necessari un'altra maschera per sopravvivere e molto stretti collaboratori già chiesto le dimissioni di Stanton inaccettabile. L'Onnipotente Edwin Stanton a sua volta, direttamente coinvolto in quel ciclo di corruzione, wryotan che a...traditori degli Stati Uniti 'meritato'... solo la punizione esemplare e la confisca di proprietà ". Nonostante le reattivo, il 12 aprile 1865, Lincoln firma la reintegrazione equa del sud negli Stati Uniti e la sera del 14... assassinato
Iniziò subito una serie di arresti di politici meridionali nell'omicidio attribuito al complotto, ma le indagini non hanno portato da nessuna parte. Al contrario, le prove sembravano puntare nella direzione da dove hanno iniziato! John Wilkes Booth, Assassino del Presidente, una spia del sud bigotta, è stato ucciso durante l'inseguimento di e questo sembrava di dare una conclusione definitiva per le indagini. In realtà, tuttavia, fu solo l'inizio del thread di un complotto in cui lo stand sembrava essere strumento solista naturale!
Stanton ha inviato sul posto una spia attendibile, Leif Baker con severi ordini per rimuovere il cadavere di Booth il diario personale e portare l'urgenza stessa. Due anni più tardi, nel 1867, gli eventi della missione segreta è venuto alla luce dopo le rivelazioni del suo proprio panettiere. Improponibili un'importante presunzione da un ministro del governo ha scatenato uno scandalo enorme e l'avvio di una nuova inchiesta, in cui il diario di Booth trovato recintato l'archivio di Stanton!
Quando il diario è stato assunto dinanzi alla Commissione competente, ha rilevato c'erano 18 pagine incomplete, sono state menzionate sono giorni portarono all'assassinio di Lincoln!Il fornaio ha detto lei aveva consegnato intatto in Stanton, mentre il secondo ha sostenuto completa Normal dell'argomento! È il grande punto instante, che Stanton sapeva fin dall'inizio che l'assassino era in possesso di un diario personale, aveva cose di fondamentale importanza, e in effetti, il momento in cui, presumibilmente, tutti ancora erano all'oscuro della sua identità.
Un anno più tardi, Baker fu trovato morto nella sua casa in circostanze misteriose. Ma c'è stato trovato e il diario personale, in cui egli ha rivelato il suo ruolo in una cospirazione contro la vita del Presidente. Secondo Allen, la cospirazione fu coinvolti 11 senatori, 11 5 megalobiomichanoi, banchieri e un governatore dello stato dell'Unione!Nel dicembre 1869, con la morte dell'ultimo protagonista del mistero, Edwin Stanton, fu abbandonato il tema, dopo l'assassinio di Lincoln da un fanatico boleye sud del nuovo ordine mondiale. Tuttavia, i ricercatori più giovani hanno pochi dubbi circa la cospirazione aveva exyfanthi...

Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 18
Località : Hellas

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Killing Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Lun 1 Apr 2013 - 10:09

Ho visto il film/documentario dei fratelli Scott - Killing Lincoln - e devo purtroppo constatare che è un'altra occasione mancata, dopo il loro Film/documentario - Gettysburg -. La trama fa acqua da tutte le parti. I cospiratori sono fatti passare per una banda di tagliagole ritardati mentali e codardi, comandati da un pazzo. Se tale banda era apertamente collegata col servizio segreto confederato non viene esplecitamente confermato. Non si fa luce sui tentati rapimenti di Lincoln. Viene accennato il complotto di far saltare in aria la Casa Bianca da parte dei confederati, ma solo per lasciare la cosa in sospeso, senza sapere come poi andò a finire. Il poliziotto che doveva fare da scorta a Lincoln la fatale sera del suo omicidio, John Parker, viene, se non difeso, quasi giustificato. Si parla di decapitazione del governo federale da parte della banda di Booth, ma non si spiega come mai proprio Edwin M. Stanton, segretario alla guerra del governo USA, non venne incluso nel complotto. Anzi, un personaggio coriaceo e determinato come lui, viene presentato come un bonaccione impacciato e impaurito dai complotti contro il suo presidente.

Continua

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L' assasinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Homo Universalis il Lun 1 Apr 2013 - 20:58

Carissimo Generale Meade,c'è un film chiamato "The Conspirator" e il ruolo di analisi Surratt presso l'assassinio. Ma credo che la cabina non era un pazzo. Se possiamo dire, Booth aveva la sua causa. Stanton fu forse uno dei cospiratori perché, se Lincoln morì, egli avrebbe deciso cosa fare con il vince Confederazione. Se vedete il film, si prega di scrivere il tuo parere.

Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 18
Località : Hellas

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum