L'assassinio di Abraham Lincoln

Pagina 4 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

l'assassinio di abraham lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Lun 19 Ott 2009 - 19:56

Generale Meade ha scritto:Egr. Gen. Lee,

io sono ben contento di discutere in modo pacato, e assicuro, tranquillissimo, sull'argomento in questione.
Questo è un forum dove le controparti nel pieno rispetto reciproco e delle regole, senza offendersi, possono confrontarsi, per arrivare ad una ipotesi comune o divergente ma comunque rispettosa sull'argomento.

Saluti, Meade

OK, perfetto. tengo a far rilevare che il mio era un intervento legittimo ma bonario ed amichevole , come sono solito fare.


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 19 Ott 2009 - 20:07

Generale Meade ha scritto:Congratulazioni. Very Happy
Per mè Stanton non solo era uno dei cospiratori, ma penso proprio che ne fosse il mandante occulto, ispirato dal piano dei sudisti per rapire Lincoln e deformato dal cedimento di Lee nel fronte Richmond/Petersburg.
Diversamente non si spiegano tutti gli indizi che circondano codesto criminoso progetto.

In una vecchia rivista degli anni '60, c'era un lungo articolo dedicato all'assassinio di Lincoln, ricordo che era molto ben fatto e descriveva, secondo l'autore, come andarono i fatti, quale era il movente e soprattutto il mandante che, ricordo bene, era indicato come Stanton. Ora non chiedetemi i dettagli e già tanto che ricordo il possibile mandante. Però di una cosa sono certo la rivista deve essere in casa appena la trovo posto qualche brano o l'intero articolo.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 19 Ott 2009 - 21:11

Ho fatto qualche ricerca e ho trovato che nel 1930, un libro scritto da Otto Eisenschiml ha accusato Stanton di aver organizzato l'assassinio di Lincoln.Il libro di Eisenschiml ha risollevato la questione sui mandanti dell'omicidio.Però,molti ritengono tali accuse prive di fondamento.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2466
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Lun 19 Ott 2009 - 21:47

Anche perchè siamo solo nelle dicerie circostanziate.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mar 20 Ott 2009 - 11:21

Ringrazio Benjamin F. Cheatham e attendo con curiosità l'articolo citato .
Grazie anche all'intervento di G.A. Custer. Riguardo allo scrittore Otto Eisenshiml, sapevo che era stato criticato per il suo libro, ma che comunque alle sue insinuazioni non sono state date risposte concrete.

Di seguito voglio vagliare due opzioni, una nordista e una sudista sull'ipotesi di complotto nell'assassinio del caro vecchio Abe.

IPOTESI COMPLOTTO NORDISTA:

20 febbraio 1865. Louis J. Wiechmann, tirapiedi di Booth e impiegato al ministero della guerra federale, per motivi non chiariti, denuncia e rivela la congiura per rapire Lincol (tentata per ben 2 volte) da parte di Booth e compagni, al capitano Gleason, sempre del ministero della guerra federale. Quest'ultimo, vista la gravità della notizia, informa immediatamente di persona il controspionaggi federale ai massimi livelli di responsabilità, ossia: generale L. Baker, generale Augur e il segretario del ministero della guerra Stanton.

Bene direte voi. Una bella retata e tutti in galera. Nossignore. Non si fà proprio un bel niente. Come ho già scritto, il ministro Stanton era un vero e proprio castigamatti, e le patrie galere rigurgitavano di presunti sobillatori e disfattisti da lui fatti arrestare per cose molto meno gravi di un tentato rapimento a presidente degli stati uniti. Ebbene, con una congiura così grave, scoperta per pura fortuna, Stanton ritiene di non intervenire.
Il Ministro Stanton faceva parte di quell'ala dei radicali estremisti avversa a Lincoln, che volevano la pace Cartaginese per il Sud. alla convenzione per le presidenziali di Baltimora, i radicali repubblicani presentarono il Generale Grant contro Lincoln, ma furono sonoramente battuti.
Ma torniamo a Booth e compagni.
Il crollo del fronte Virginiano con Lee che fugge tentando una ipotetica sortita, lascia Booth con l'amaro in bocca. Che fare? Tentare ancora il rapimento come merce di scambio di prigionieri confederati che scopo può ancora avere?

SEGUE
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Mar 20 Ott 2009 - 14:21

Generale Meade ha scritto:Ringrazio Benjamin F. Cheatham e attendo con curiosità l'articolo citato .
Grazie anche all'intervento di G.A. Custer. Riguardo allo scrittore Otto Eisenshiml, sapevo che era stato criticato per il suo libro, ma che comunque alle sue insinuazioni non sono state date risposte concrete.

Di seguito voglio vagliare due opzioni, una nordista e una sudista sull'ipotesi di complotto nell'assassinio del caro vecchio Abe.

IPOTESI COMPLOTTO NORDISTA:

20 febbraio 1865. Louis J. Wiechmann, tirapiedi di Booth e impiegato al ministero della guerra federale, per motivi non chiariti, denuncia e rivela la congiura per rapire Lincol (tentata per ben 2 volte) da parte di Booth e compagni, al capitano Gleason, sempre del ministero della guerra federale. Quest'ultimo, vista la gravità della notizia, informa immediatamente di persona il controspionaggi federale ai massimi livelli di responsabilità, ossia: generale L. Baker, generale Augur e il segretario del ministero della guerra Stanton.

Bene direte voi. Una bella retata e tutti in galera. Nossignore. Non si fà proprio un bel niente. Come ho già scritto, il ministro Stanton era un vero e proprio castigamatti, e le patrie galere rigurgitavano di presunti sobillatori e disfattisti da lui fatti arrestare per cose molto meno gravi di un tentato rapimento a presidente degli stati uniti. Ebbene, con una congiura così grave, scoperta per pura fortuna, Stanton ritiene di non intervenire.
Il Ministro Stanton faceva parte di quell'ala dei radicali estremisti avversa a Lincoln, che volevano la pace Cartaginese per il Sud. alla convenzione per le presidenziali di Baltimora, i radicali repubblicani presentarono il Generale Grant contro Lincoln, ma furono sonoramente battuti.
Ma torniamo a Booth e compagni.
Il crollo del fronte Virginiano con Lee che fugge tentando una ipotetica sortita, lascia Booth con l'amaro in bocca. Che fare? Tentare ancora il rapimento come merce di scambio di prigionieri confederati che scopo può ancora avere?

SEGUE

Tutto questo però partendo dall'assioma che Lincon non desiderasse la Pace Cartaginese per il Sud...tesi tanto cara agli agiografi di Sant'Abramo...che mai hanno spiegato perchè, se così fosse stato, Lincon permetteva i crimini delle forze nordiste sulla popolazione meridionale. Se poi si arriva ad ammettere che Lincon non sapeva o non poteva fermarli allora si ammette che Lincon era un pupazzo senza veri poteri ed a quel punto che senso avrebe avuto uccidere una marionetta senza alcun potere?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mar 20 Ott 2009 - 14:54

lo stesso discorso di Lincoln lo possiamo fare anche per Davis Signor Lloyd J. Beall. Perchè ha permesso un massacro come Fort Pillow, un campo di concentramento disumano come Andersonville, continuato a perpetuare la schiavitù invece di liberare gli schiavi come fece Lee, in modo da accaparrarsi le simpatie europee e della stragrande maggioranza degli unionisti, facendo esclusivamente una guerra di indipendenza non più ancorata allo schiavismo?

Certo che Lincon approvava la guerra totale. Era purtroppo l'unico modo per piegare il sud ogoglioso e testardo e portarlo alla sconfitta. Questo non significa che il dopoguerra di Lincoln fosse uguale a quello che poi si realizzò dopo il suo assassinio.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mar 20 Ott 2009 - 15:56

CONTINUA

Quì la storia prende il doppio binario dei due possibili complotti. Andiamo avanti con la tesi del complotto nordista.

Booth passa dal progetto di rapimento a quello di assassinio (imbeccato forse da qualcuno?). Progetta una mini strage. La sera del 14 aprile 1865, devono morire insieme a Lincoln anche il segretario di stato Seward (che si salva per il rotto della cuffia) e il vice presidente Johnson (che viene risparmiato per vigliaccheria dal suo attentatore). Strananamente il segretario alla guerra Stanton, non rientra in questa lugubre lista.

Booth passa all'azione ed uccide facilmente (io dico vigliaccamente) il vecchi Abe, rompendosi una gamba durante la fuga dal palco e facendosi riconoscere da tutti. La guardia del corpo di Lincoln, Parker, al momento era assente perchè andato a bere in un bar affraid e farà ritorno alla sede di polizia solo in mattinata con una prostituta che dice di aver arrestato affraid , apparentemente all'oscuro dell'omicidio di Lincoln.

Stanton viene avvisato del disatro incombente è prende in mano prontamente le redini della situazione. In cuor suo è contento che il suo pupillo, gen. Grant, sia scampato al pericolo di morte che poteva correre, se lui (Stanton) non avesse insistito (chissà perchè) nel farlo desistera ad andare quella sera con Lincoln a Teatro Ford rischiando di prendersi un paio di coltellate dal forsennato Booth.

Dà ordine di chiudere tutti gli accessi a Washington, tranne quello da dove poi Booth scappa veramente, Surratsville/Port Tobacco, e dà ordine di ricercare Booth solo dopo alcune ore, pur sapendo da subito il nome dell'assassino di Lincoln.

SEGUE
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Mar 20 Ott 2009 - 17:07

Generale Meade ha scritto:lo stesso discorso di Lincoln lo possiamo fare anche per Davis Signor Lloyd J. Beall. Perchè ha permesso un massacro come Fort Pillow, un campo di concentramento disumano come Andersonville, continuato a perpetuare la schiavitù invece di liberare gli schiavi come fece Lee, in modo da accaparrarsi le simpatie europee e della stragrande maggioranza degli unionisti, facendo esclusivamente una guerra di indipendenza non più ancorata allo schiavismo?

Certo che Lincon approvava la guerra totale. Era purtroppo l'unico modo per piegare il sud ogoglioso e testardo e portarlo alla sconfitta. Questo non significa che il dopoguerra di Lincoln fosse uguale a quello che poi si realizzò dopo il suo assassinio.

Generale, potete trovare la parte in cui io ho citato Davis parlandone come un santo? Potete parlarmi di dove Davis è considerato un Santo? Vi sono dubbi storici su cosa Davis volesse fare e su cosa non volesse fare? Non capisco come parlare di davis risolva la questione su Lincon. Possiamo chiamare anche Davis Macellaio, ma questo non ci aiuta a chiarire se Lincon fose una persona che avesse autorizzato crimini di guerra od una marionetta od una persona tenuta all'oscuro di essi.
Possiamo fare tutti i discorsi che vogliamo su Davis e sinceramente sarebbe offensivo per il buongusto se, per attuare una improponibile difesa su eventuali suoi crimini, tentassi di giustificarli dicendo che altri hanno compiuto crimini uguali o maggiori. Ognuno deve rispondere dei suoi, ergo Davis risponde dei propri e Lincon dei suoi. Il tutto, comunque, nelle discusioni adatte. Qui si parlava dell'assassinio di Lincon ergo dell'ipotesi che sia stato eliminato perchè si sarebbe opposto alla pace cartaginese verso il Sud. Proprio perchè è una ipotesi è adita a dubbi e confutazioni. La domanda che ponevo era quindi se questa opposizione non sia solo una favola degli agiografi che va a cozzare con la realtà delle azioni delle forze nordiste nel meridione e che ci porta a chiedere se Lincon sapesse ed avesse autorizzato ciò, (e quindi non vedo perchè si sarebbe dovuto opporre al resto), se fosse stato tenuto all'oscuro di tutto (il che ci farebbe pensare ad un paravento, un uomo di comodo che veniva tenuto come simbolo e null'altro e che quindi non era certo da temere) o che sapesse e non potese far nulla ( il che ci darebbe una immagine di un pupazzo che i quadri militari e politici di Washington potevano manovrare a loro piacimento, il che non fa comprendere perchè avrebbero dovuto ucciderlo o temerlo).
Come vi ho detto, si può parlare di Davis come si vuole; la cosa non mi colpisce nell'intimo, non mi irrita e francamente non mi costringe a rivedere alcuna posizione. Qui si parla di Lincon e del suo assassinio. Si parla tanto di complotto, ma i complotti devono avere una motivazione. Qui non ne vedo di reali e che non c'entrino con una visione escatologica con il Lincon buono da un lato ed i "poteri occulti" economico-militari dall'altro.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Mar 20 Ott 2009 - 19:54, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 20 Ott 2009 - 17:48

Vi ricordo che discussioni su Jefferson Davis, Fort Pillow, campi di prigionia e violenze sui civili esistono già ed eventuali messaggi che trattano di tali argomenti vanno inseriti in quei topic.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2786
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mar 20 Ott 2009 - 19:32

Egr. Sig. Lloyd J. Beall,

Se ha la cortesia di aspettare la conclusione delle mie valutazioni su i due possibili complotti, sarò ben contento di poterle dare la mia personale opinione riguardo l'assassinio di Lincoln, sempre tenendo presente che il mio è un parere personale e non il Vangelo.

Ciao, Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mar 20 Ott 2009 - 21:30

CONTINUA

Booth viene ritracciato in un cascinale a cui viene dato fuoco per stanarlo. Non vuole arrendersi, pertanto il sergente Boston Corbett spara e lo abbatte. Bisogna dire che catturare Booth vivo in quel momento non era impossibile, visto le condizioni precarie in cui si trovava. Un'altra versione (di Otto Eisenschiml) sostiene che a sparare a Booth fù il tenente colonello dei servizi segreti Everton J. Conger.

La mattina del 15 aprile 1865 in una riunione di estremisti repubblicani, alcuni esponenti si lasciarono andare a deplorevoli considerazioni. Il senatore Ben Wade disse: "Ora non ci saranno più difficoltà a far camminare il governo!".
L'assassinio di Lincoln fù considerato "a real Godsend".
Il senatore Benjamin F. Wade così salutò il neo presidente Johnson: "Grazie a Dio siete qui. Lincoln era troppo caritatevole per poter trattare con energia questi maledetti ribelli. Ora avranno quello che meritano".

L'agente di scorta Parker non venne ne punito e ne messo sotto inchiesta. IL sergente Corbett tempo dopo "impazzi" e finì in manicomio, da cui fuggi sparendo dalla storia.

Il presidente Johnson obbligò a Stanton a dimettersi da ministro per come aveva condotto le indagini.


SEGUE
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Mar 20 Ott 2009 - 21:57

Generale Meade ha scritto:Egr. Sig. Lloyd J. Beall,

Se ha la cortesia di aspettare la conclusione delle mie valutazioni su i due possibili complotti, sarò ben contento di poterle dare la mia personale opinione riguardo l'assassinio di Lincoln, sempre tenendo presente che il mio è un parere personale e non il Vangelo.

Ciao, Meade.

Ma ertamente attenderemo, Meade. Avremmo semplicemente voluto che le si guardasse dopo aver risposto ad alcune domande di base, quasi di logica.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mar 20 Ott 2009 - 22:48

IPOTESI COMPLOTTO SUDISTA:

Torniamo indietro a quando Booth deve rivedere il piano di rapire Lincoln.

Lincoln decide di andare nella ex capitale sudista, Richmond, appena conquistata. Viene accolto trionfalmente dalle genti di colore che lo acclamano in tripudio. Va a sedersi in quella che era la scrivania di Davis e poi riparte. Queste notizie vengono riportate da tutti i giornali, e certamente non hanno fatto piacere a Booth ne a Davis, notoriamente di carattere ombroso.

John Surratt è stato l'unico dei congiurati coinvolti nell'assassinio di Lincoln ad essere riconosciuto come ufficialmente facente parte dei servizi segreti confederati. E quasi impossibile che il governo confederato non fosse al corrente del piano di Booth di rapire Lincoln.
Booth, mentre fuggiva dopo l'attentato, si stupiva di vedere che i suoi compatrioti fossero molto contrariati per quello che aveva fatto, tanto che poi uno lo tradì. Cosa lo spingeva a credere di essere nel giusto e di dovere aspettarsi di essere accolto come un eroe?
Aveva forse ricevuto il benestare ufficiale da parte dei confederati di agire come poi fece?

Non credo che gli ufficiali sudisti fossero al corrente di qualcosa, se di complotto sudista si tratta.
J.E. Johnston alla notizia della morte di Lincoln portatagli da Sherman iniziò a sudare copiosamente e disse che per il sud era una tragedia.
Lee rimase così disgustato dalla notizia che non volle neanche sapere i particolari.
Intervistato sull'argomento finita la guerra, Davis disse: "Ero convinto che il signor Johnson fosse una persona malvagia, priva della forza e della generosità che il signor Lincoln possedeva". Bisogna dire che Davis patì il carcere alcuni anni dopo la guerra, ma poi non venne più perseguitato. Se avesse ammesso di essere stato il mandante dell'assassinio di Lincoln, le cose avrebbero preso un'altra piega.


CONSIDERAZIONI FINALI MIE PERSONALI:

Il mio personale pensiero è che ci sia lo zampino dei servizi segreti di entrambi i governi. Da parte sudista (Davis e alcuni suoi ministri) per pura vendetta.
Da parte nordista (la frangia repubblicana più estremista) per avere mano libera, senza vincoli, e levarsi il peso di un presidente diventato ingombrante.
Certamente i due servizi segreti non si sono tranquillamente accordati a tavolino, ma di certo tante cose sono state deliberatamente trascurate per arrivare al propio scopo.

FINE
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 21 Ott 2009 - 0:03

Mi sembra che l'ipotesi del complotto confederato rispetto a quello nordista sia molto meno solido. Riguardo i due servizi segreti distratti, mah sono più propenso a pensare ad alcuni elementi corrotti che un pianificazione dei vertici dei servizi segreti.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mer 21 Ott 2009 - 8:15

Caro Benjamin F. Cheathman,

L'ipotesi di una frangia deviata dei servizi segreti unionisti non è da escludere.

Saluti, Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  james longstreet il Mer 21 Ott 2009 - 11:59

Sono anche io, propenso ad un complotto nordista rispetto all'ipotesi che vede come organizzatore e ed escutore,i servizi segreti confederati!
concordo con il gen. Meade sul possibile coinvolgimento dei servizi segreti unionisti. Sembra per ora l'ipotesi piu' lineare. saluti
James Longstreet
avatar
james longstreet
Primo Sergente
Primo Sergente

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 17.01.09
Età : 28
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Mer 21 Ott 2009 - 14:46

Praticamente tutti contro "Santo Abe" allora...i sudisti perchè volevnao la vendetta ed i nordisti perhcè era troppo "buono" e non avrebe permesso lo stupro che poi fu fatto del Sud...ed in tutto questo però non viene spiegato perchè di questa "bontà" linconiana non vi fu traccia durante la guerra ma si è sicuri che ci sarebbe dovuta essere nella Ricostruzione ma fu fermata dalle bieche lobby militar-politico-economiche...
Allora Lincon durante la guerra che fu? Complice dei soprusi, Simbolo ignaro e quindi ininfluente o marionetta? e se fu uno dei tre, perchè ucciderlo se era o daccordo, od ininfluente o manovrabile in modo da avvallarle?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mer 21 Ott 2009 - 15:34

Egr. Signor Lioyd,

mi può dare la sua versione del perchè Booth ha ucciso Lincoln? Pero odio, per vendetta o altro? Cosa ci ha guadagnato oltre che essere stato ucciso e permesso ai repubblicani radicali di spadroneggiare a spese del sud sconfitto?.

Grazie, Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Mer 21 Ott 2009 - 16:00

Generale, mi fa questa domanda per non rispondere alle mie?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 21 Ott 2009 - 19:56

Direi che può bastare così, le vostre opinioni le avete espresse e mi sembra chiaro che non arriverete da nessuna parte se continuate così.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2786
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Mer 21 Ott 2009 - 20:05

Il che è un peccato poichè la partenza era stata buona.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Mer 21 Ott 2009 - 20:53

Pienamente d'accordo con P.G.T. Beauregard.

Ciao, Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Generale Meade il Ven 20 Nov 2009 - 14:35

Gli ultimi istanti di Lincoln.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Il Palco del Presidente Lincoln al Teatro Ford.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Lincoln. L'ultimo saluto.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Ultima modifica di Generale Meade il Dom 14 Nov 2010 - 13:55, modificato 1 volta
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Ospite il Ven 20 Nov 2009 - 17:24

Sic et semper...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'assassinio di Abraham Lincoln

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum