La Ricostruzione

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La Ricostruzione

Messaggio  George H. Thomas il Lun 19 Gen 2009 - 13:20

Signori generali, mi sembra giusto considerare anche la fase che seguì il collasso della Confederazione e la resa delle sue armate principali. Questo periodo andò dal 1865 al 1877, e è noto come la Ricostruzione.
Non fu un periodo facile : dopo l'assassinio di Lincoln, Johnson dovette affrontare adirittura un'impeachment per aver rifiutato il duro piano dei repubblicani (che prevedeva una ricostruzione molto lenta e con grossi oneri per il Sud) e aver invece insistito con una politica relativamente moderata, e dopo il suo mandato essi poterono fare quello che volevano. Negli stati del Sud all'amministrazione militare succedettero convenzioni formate da carpetbaggers, sudisti fedeli all'Unione e da schiavi liberati che formarono nuove costituzioni per gli stati e governi fedeli all'Unione. Il voto fu riconosciuto agli schiavi liberati, ma circa 10-15,000 ex-ufficiali confederati se lo videro rifiutare. Poco per volta, gli stati del Sud poterono rimandare i loro rappresentanti al congresso, in questo ordine :
Tennessee - July 24, 1866
Arkansas - June 22, 1868
Florida - June 25, 1868
North Carolina - July 4, 1868
South Carolina - July 9, 1868
Louisiana - July 9, 1868
Alabama - July 13, 1868
Virginia - January 26, 1870
Mississippi - February 23, 1870
Texas - March 30, 1870
Georgia - July 15, 1870
La Ricostruzione ebbe ufficialmente termine col cosiddetto "Compromesso del 1877", in cui il candidato repubblicano alla presidenza Rutherford B. Hayes si assicurò la vittoria sul suo avversario dietro la promessa di ritirare le truppe federali ancora nel Sud, e così facendo permettendo ai Democratici di riprendere il controllo dei loro stati dopo anni di governi Repubblicani.
Cosa ne pensate? Avrebbe potuto essere condotta diversamente?
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

la ricostruzione

Messaggio  R.E.Lee il Gio 22 Gen 2009 - 18:23

il modo con cui il nord gestì nel sud il dopoguerrra, che tutto fù che una ricostruzione, giustificò a mio avviso la secessione.
gli stati del sud furono trattati come terre conquistate ne più ne meno.
chi all'inizio delle ostilità vedeva il nord come un oppressore straniero, non aveva certo tutti i torti....
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La ricostruzione

Messaggio  George Armstrong Custer il Gio 22 Gen 2009 - 19:51

Penso che gli avvenimenti dopo la fine della guerra avrebbero preso una piega del tutto diversa se ci fosse stato Lincoln a guidare la ricostruzione. Con la sua forte personalità,sarebbe riuscito a prevalere sui politici del suo partito,come era riuscito ad imporsi durante il conflitto. Come sappiamo ,Lincoln non voleva imporre al Sud una pace "cartaginese",bensì voleva che gli Stati del Sud diventassero parte integrante dell'Unione. Non sarebbe stato facile, ma con il suo carisma e la sua determinazione avrebbe tentato ogni possibilità al fine di ricostruire una "casa" unita e non più divisa. Non dimentichiamo un episodio emblematico e significativo:quando fu annunciata la resa , e si cominciò a suonare e cantare sotto le sue finestre,Lincoln chiese che venisse suonato "Dixie",l'inno del Sud. Dalle testimonianze dell'epoca anche i Sudisti si rammaricarono della sua morte,a differenza di molti politici del Nord.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

la ricostruzione

Messaggio  R.E.Lee il Ven 23 Gen 2009 - 11:06

George Armstrong Custer ha scritto:Penso che gli avvenimenti dopo la fine della guerra avrebbero preso una piega del tutto diversa se ci fosse stato Lincoln a guidare la ricostruzione. Con la sua forte personalità,sarebbe riuscito a prevalere sui politici del suo partito,come era riuscito ad imporsi durante il conflitto. Come sappiamo ,Lincoln non voleva imporre al Sud una pace "cartaginese",bensì voleva che gli Stati del Sud diventassero parte integrante dell'Unione. Non sarebbe stato facile, ma con il suo carisma e la sua determinazione avrebbe tentato ogni possibilità al fine di ricostruire una "casa" unita e non più divisa. Non dimentichiamo un episodio emblematico e significativo:quando fu annunciata la resa , e si cominciò a suonare e cantare sotto le sue finestre,Lincoln chiese che venisse suonato "Dixie",l'inno del Sud. Dalle testimonianze dell'epoca anche i Sudisti si rammaricarono della sua morte,a differenza di molti politici del Nord.

concordo, forse proprio per questo venne assassinato...

ciao
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La ricostruzione

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 23 Gen 2009 - 14:53

In riferimento all'assassinio di Lincoln, il gen. Lee ha toccato un punto dolente:i veri mandanti dell'omicidio. Prove certe non si sono mai trovate,però, dagli storici è stata fatta un'ipotesi che i mandanti dell'omicidio fossero di provenienza nordista, un vero e proprio complotto,organizzato al fine di non consentire a Lincoln di gestire il dopo guerra e i rapporti con il Sud.
A proposito,avete notato delle analogie tra l'omicidio di Lincoln e quello del Presidente Kennedy?

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  R.E.Lee il Ven 23 Gen 2009 - 16:30

George Armstrong Custer ha scritto:In riferimento all'assassinio di Lincoln, il gen. Lee ha toccato un punto dolente:i veri mandanti dell'omicidio. Prove certe non si sono mai trovate,però, dagli storici è stata fatta un'ipotesi che i mandanti dell'omicidio fossero di provenienza nordista, un vero e proprio complotto,organizzato al fine di non consentire a Lincoln di gestire il dopo guerra e i rapporti con il Sud.
A proposito,avete notato delle analogie tra l'omicidio di Lincoln e quello del Presidente Kennedy?

ciao custer,
forse siamo ai limiti del topic, però per me, fù proprio il modo in cui venne gestita la ricostruzione ad avallare un complotto ad opera di coloro che più se ne giovarono.

gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 23 Gen 2009 - 17:41

Per evitare confusione vi ricordo che per parlare dell'omicidio di Lincoln c'è una discussione già iniziata in questa sezione, basta fare un passo indietro Wink

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

la ricostruzione

Messaggio  R.E.Lee il Ven 23 Gen 2009 - 17:53

Beauregard ha scritto:Per evitare confusione vi ricordo che per parlare dell'omicidio di Lincoln c'è una discussione già iniziata in questa sezione, basta fare un passo indietro Wink

Ciao,
Beauregard

grande beauregard,
hai ragione, infatti era sembrato anche a me di esser usciti un pò "fuori dal seminato", come si dice dalle nostre parti.

ciao
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La Ricostruzione

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 23 Gen 2009 - 19:35

Caro Beauregard,hai ragione,stavamo andando fuori tema. D'altra parte considera che gli avvenimenti storici,a volte,sono talmente concatenati tra loro che è possibile,nel corso di una discussione,andare oltre lo stretto argomento.Capisco che l'impostazione del Forum deve essere osservata,ma occorre tener conto che lo spaziare tra diversi avvenimenti è indice di maturità e di capacità di fare paralleli tra diverse epoche storiche,capacità che tutti noi dimostriamo di possedere.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 23 Gen 2009 - 19:51

George Armstrong Custer ha scritto:Caro Beauregard,hai ragione,stavamo andando fuori tema. D'altra parte considera che gli avvenimenti storici,a volte,sono talmente concatenati tra loro che è possibile,nel corso di una discussione,andare oltre lo stretto argomento.Capisco che l'impostazione del Forum deve essere osservata,ma occorre tener conto che lo spaziare tra diversi avvenimenti è indice di maturità e di capacità di fare paralleli tra diverse epoche storiche,capacità che tutti noi dimostriamo di possedere.

Non era una critica e so che a volte è ovvio e necessario fare dei salti da un argomento all'altro e molto spesso infatti non intervengo, sarebbe folle una stretta osservanza dell'argomento, ma questa volta mi è sembrato che l'assassinio di lincoln stesse attirando piuttosto l'attenzione e ho semplicemente ricordato che per chi vuole approfondire la discussione ve ne è una apposita già iniziata. Tutto qui.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

la ricostruzione

Messaggio  R.E.Lee il Sab 24 Gen 2009 - 18:45

grande beauregard,
complimenti per il nuovo "look" !!
ti ringiovanisce !!

buona domenica
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 24 Gen 2009 - 19:36

Grazie Lee, pensa che posso diventare ancora più giovane e vestito di blu...

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

La Ricostruzione

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 24 Gen 2009 - 19:46

Beauregard ha scritto:Grazie Lee, pensa che posso diventare ancora più giovane e vestito di blu...

Ciao,
Beauregard
Caro Beauregard,
tutti voi,da govani,eravate vestiti di blu e vi donava molto!

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  R.E.Lee il Lun 26 Gen 2009 - 12:25

Beauregard ha scritto:Grazie Lee, pensa che posso diventare ancora più giovane e vestito di blu...

Ciao,
Beauregard
grande beauregard,
non esageriamo, il blu poi mi fà venire una strana congiuntivite.

ciao
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Ospite il Dom 22 Feb 2009 - 1:14

La Ricostruzione...tema spinoso...dovremmo chiederci cosa fu la Ricostruzione, innanzitutto. Nel 1865 iniziò una occupazione militare di un paese sconfitto, questo è un dato di fatto. Non vi è scandal oa dirlo o disonore. Non vi sarebbe stato altro modo dell'occupazione per garantire il risultato che il nord aveva raggiunto al prezzo di così tante vite di propri soldati. Il sud andava sedato in ogni sua voglia di ribellione. Questo era , fondamentalmente il dilemma cui si trovarono di fronte i dirigenti federali. Si pone spesso l'accento sui differenti piani di ricostruzione, ovvero quello "repubblicano" lento ed oneroso per il sud e quello più moderato che poi fu adottato...si considera questi due modelli come facce diverse di una stessa medaglia, ma la realtà è che sono la stessa faccia vista da angolazioni diverse. Il problema del Nord, nel 1865 era come mantenere a lungo termine il risultato raggiunto sul campo. Nella fattispecie, essendo che l'occupazione perpetua era impossibile, bisognava far si che il Sud che fosse emerso dal dopoguerra, sarebbe stato un sud non in grado di reiterare la secessione in futuro. Per questo la Ricostruzione fu il modo con il quale il Governo centrale decise "quale" Sud sarebbe dovuto esistere. Il Sud ricostruito fu un sud "disarmato", politicamente attivo ma economicamente ininfluente. Il Sud non avrebbe più dovuto rappresentare un problema. Avrebbe dovuto avere la possibilità di esprimersi, di protestare, di ricordare il proprio retaggio ed addirittura di ricordare con vanto la secessione...ma non avrebbe mai più dovuto avere la possibilità di armare eserciti e riprovarci. Uno dopo l'altro, gli stati che avevano fatto parte della confederazione vennero spogliati, tramite i carpetbaggers e le tasse federali, di ogni possibile base economica immediata su cui i sentimenti di rivalsa avrebbero potuto poggiarsi. Quando le truppe federali tolsero il campo dal sud, nel 1877, lasciarono stati che erano stati sistematicamente smontati in ogni loro base economica e sociale, riammessi all'Unione alla spicciolata per evitare che addirittura una loro reintegrazione contemporanea creasse un "blocco" Confederato mall'interno della Nazione...divisi, disarmati, spogliati e distratti, gli stati del Sud vennero "ricostruiti su misura" per non dare più problemi all'Unione.Per questo la Ricostruzione in se non può essere consuiderata come una continuazione politica della guerra, come un dopoguerra o come un qualcosa che avrebbe potuto essere differente con risultati differenti; comunque la si voleva condurre, con la mano forte o debole, il risultato doveva essere lo stesso e sarebbe stato raggiunto in ogni caso.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Mario il Sab 28 Feb 2009 - 14:32

Salve gente, scusate la mia intrusione ma vorrei porvi una semplice domanda: del dopo-Guerra Civile io ho letto in alcuni libri di "Riunificazione" invece che di "Ricostruzione": è la stessa cosa? Io francamente credo di sì, ma vorrei un chiarimento in merito, se magari i due termini identificano due aspetti diversi di una stessa situazione.
Grazie.
avatar
Mario
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 15
Data d'iscrizione : 26.02.09
Età : 31
Località : Acireale

Vedi il profilo dell'utente http://aquiladellanotte.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Ospite il Sab 28 Feb 2009 - 17:35

Diciamo che il termine "riunificazione" è un tentativo di dar euna visione più "positiva" della Ricostruzione. Tenta di descrivere il processo che andò dal 1865 al 1877 come un "ritorno in seno all'Unione dei figli discoli".

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Virginian Gentleman il Sab 28 Feb 2009 - 18:19

Ricostruzione indica una ricostruzione, innanzitutto materiale(gli stati del sud sconfitto andavo ritirati su a partire dalle fondamenta), poi politico(andavano ricostruiti in base a precisi criteri di fedeltà all'unione) ed infine sociale(andava ricostruita una società non più basata sulla schiavitù)

Fu brutale(e molto meno di quanto avrebbe potuto essere) ma penso che alla fine abbia fatto meglio che peggio.
avatar
Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Ospite il Sab 28 Feb 2009 - 18:22

Sicurament eper il nord fece meglio che peggio: creò 11 stati "su misura" per non avere più alcun tipo di risorsa per contrastare il Governo Federale.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Virginian Gentleman il Sab 28 Feb 2009 - 18:32

Oggi la storiografia ha dimostrato che, finché il governo di Washington appoggiò la ricostruzione(cioè finché gli stati ex-separatisti non giurarono fedeltà), la condizione dei bianchi poveri e dei neri migliorò sensibilmente(anche in condizioni disastrose come il periodo post bellico)
Tuttavia il nord ha lasciato, per motivi che non mi sono chiari(forse per rispetto all'epopea del Common Johnny Reb, che fosse il sud a raccontare la storia della guerra civile(nella quale è infilato un bel po' di mito)
avatar
Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Ospite il Sab 28 Feb 2009 - 18:39

Quindisecondo voi, se storici del nord e del sud concordano su molti aspetti della guerra civile non si rendono conto entrambi che in realtà si tratta solo di miti? Ed a che pro il Nord dovrebbe sostenere dei miti sudisti? Ma ancora, perdonate, dire che il Klan agì in quasi legalità è assurdo, poichè per contrastarlo nei cinque distretti militari si ricorse addirittura alla sospensione dell'habeas corpus, cosa non avvenuta nemmeno nel 1863 con i disordini di Nuova York.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Virginian Gentleman il Sab 28 Feb 2009 - 19:02

In effetti ambo le due sezioni raccontano un mito.
Però, pensateci, si pensa prima alla presa di Atlanta o a Fort Pillow?
Alla Marcia verso il mare o Andersonville?

Il sud, in buona fede, dopo la guerra cercò di purgare la storiografia dalle pecche per trasformare il tutto in una sorta di guerra mitologica in cui i perdenti, non solo avevano perso con onore, ma addirittura erano stati più giusti e più cavallereschi del nemico.

Il nord, pure narrando la storia di una guerra condotta per nobili fini(fantasia pure quella, pur non escludendo la buona fede di Lincoln), non cerco mai di entrare in polemica con la storiografia ufficiale.

Perchè non lo so, ma se ci pensate i crimini compiuti dal sud non vengono quasi mai citati dagli storici, oppure vi si va un breve accenno.
avatar
Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Ospite il Sab 28 Feb 2009 - 19:26

Perdonate,ma sinceramente non vedo storici nominare nemmeno i crimini del nord...il nord non ha alcvun interesse a sostenere alcun mito od alcuna storiografia ufficiale: ha vinto. Pur guardando l'opera di Luraghi si nota che oggettivamente nessuna delle due parti ha la benchè minima remora a parlare di qualsiasi argomento della propria parte, glorioso o meno che fosse. Gli americani non sono gli italiani che non riconoscono nemmeno che sia esistita una guerra civile nel nostro paese o che non riconoscono alcun merito nell'altra fazione che, in un modo o nell'altro, rappresenta Lucifero in persona. Gli americani hanno avuto la maturità di discutere di ogni ambito del conflitto sin dalla sua fine ed è questo il motivo per il quale, nel paese, si possono trovare statue di personalità confederate ed unioniste, che le unità da guerra della marina portino nomi di personalità sia confederate che unioniste, che vengono attribuiti onori militari ad entrambi gli eserciti e via dicendo...è l'onestà di chi, sin dal primo momento, ha ritenuto stupido demonizzare l'altro o tentare di cancellare parte della storia. Si tratta dell'onestà di un paese che ha fatto la pace con il proprio passato quando esso era ancora recente passato od addirittura presente. Si tratta di un concetto del tutto alieno ad un popolo come quello italiano che nega l'esistenza dell'avversario, figuriamoci del nemico...gli americani potrebbero spiegarlo per giorni, ma gli italiani, una volta ascoltati essi e scelto quale parte della guerra civile americana sostenere, arriveranno sempre a chiedersi perchè la propria parte non prova ancora odio per l'altra o perchè non è andata a fondo cercando i crimini altrui che renderebbero, secondo la tradizione italiana, migliore la propria fazione.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Virginian Gentleman il Sab 28 Feb 2009 - 20:50

Mi dispiace contraddirla, ma l'opera di Luraghi è palesemente Suddocentrica, con qualche simpatia per "i grandi miti" del nord: Grant e Lincoln che nell'opera di Luraghi non sbagliano una mossa.
avatar
Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Ospite il Sab 28 Feb 2009 - 21:11

perdonate, Luraghi, riconosciuto per quella sua opera a livello mondiale, ora sarebbe mancante in essa?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La Ricostruzione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum