The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Mar 1 Set 2015 - 12:23

Mi permetto di consigliare a tutti gli amici del forum la lettura di questo libro in cui sono riportate numerose lettere inedite dello sfortunato, e troppo spesso ingiustamente criticato, condottiero confederato John Bell Hood.
Trattasi delle lettere su cui l'autore, Stephen Hood, discendente del generale, si è basato per scrivere il libro "John Bell Hood: The Rise, Fall, and Resurrection of a Confederate General", di cui si è già avuto modo di parlare in sede di recensione.

Devo dire che la lettura integrale di queste lettere non può che far aumentare la stima nei confronti di Hood, il quale, pur non essendo un Lee o un Grant, era un generale, e soprattutto un uomo, di gran lunga migliore di quello che una certa storiografia, basandosi su congetture, illazioni, omissioni o vere e proprie bugie, ci ha tramandato.

Per non ripetere quanto già detto altrove, mi limiterò a due osservazioni: la prima è quella forse piú importante, e riguarda la lettura completa del diario clinico di Hood.
Come certamente sapete, e potete facilmente immaginare, il Generale Hood fu curato da uno dei migliori medici di tutta la confederazione, il Dott. John T. Darby, il quale, nel dicembre del 1863, al tempo in cui Hood era ancora convalescente a Richmond, preparò un secondo e più dettagliato rapporto inerente le ferite ed il percorso di guarigione del generale, indicando analiticamente ogni trattamento medico utilizzato. Tale secondo diario clinico fu presumibilmente richiesto dal governo al fine di valutare l'eventuale possibilità di rivedere Hood sul campo di battaglia, dove si era rivelato in assoluto uno dei migliori generali di cui disponesse la confederazione, tanto da meritarsi la stima di jackson e Longstreet (oltre che dello stesso Lee), i quali, in tempi diversi, caldeggiarono la sua promozione rispettivamente a maggior generale ed a tenente generale.
Ebbene dalla lettura del diario clinico non si può non restare sorpresi da quell'uomo. Ne esce infatti un uomo che, pur orribilmente ferito, rifiuta gli oppiacei quando può, oppure li prende solamente per dormire, un uomo smanioso di rimettersi in piedi e che si alimentava continuamente, e di gusto, per recuperare le forze. Insomma un titano e non quel fenomeno da baraccone che ci hanno descritto Sword e qualcun altro.
Emerge, inoltre, che Hood poteva utlizzare il braccio destro ferito a Gettysburg, avendo "una flessione ed estensione del gomito perfetta. Il polso può essere piegato con libertà e le dita aperte o chiuse nel palmo tranquillamente, ed essere utilizzato nelle sue diverse funzioni". Quindi un Hood non così infermo come ci hanno tramandato.

Il secondo punto riguarda le critiche mosse al generale Hood di aver tramato nell'ombra, inviando missive "segrete" a Davis, Seddon e Bragg, criticando la condotta del generale Johnston, al fine di ottenere la sua rimozione e la nomina a comandate dell'AT.
Ebbene tra le varie lettere ve ne è una che ci dimostra la falsità di queste accuse. Trattasi di una letter che Hood  inviò al senatore wigfall il 05/04/1864, in cui viene criticata la linea di operazioni scelta dal generale johnston, ed indicata invece la strategia che secondo hood l'armata del Tennessee avrebbe dovuto adottare.
Per chi non lo sapesse, il senatore wigfall er uno dei più acerrimi nemici politici di Davis, e, cosa più importante, era un grande amico del generale johnston. Questo ultimo era quindi perfettamente a conoscenza del pensiero di hood, il quale, tra l'altro, come da sua indole, non aveva mai nascosto le sue diverse opinioni circa la strategia da adottare.
Non si trattava quindi di tramare nell'ombra come hanno detto alcuni storici, ma semplicemente di esporre le proprie vedute all'alto comando.

In conclusione non posso che consigliare la lettura di queste lettere, unitamente al libro collegate, al fine di guardare il generale hood sotto una luce diversa, o meglio sotto una luce non oscurata dalle bugie, dalle omissioni e dalle congetture




Ps. Non ho riletto, quindi vogliate perdonarmi eventuali errori
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Mer 2 Set 2015 - 9:25

Grazie per la preziosa segnalazione. Aggiungo solo che dopo l'uscita di una numerosa serie di monografie su vari aspetti della campagna di Atlanta o della fallita invasione del Tennessee, il giudizio storiografico su Hood è notevolmente mutato per la maggior parte degli interpreti.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Mer 2 Set 2015 - 14:09

Per completezza, e soprattutto per evitare eventuali (eufemismo) interpretazioni distorsive del significato delle mie parole, segnalo che l'ultima annotazione relativa all'uso della morfina è datato 4 novembre 1863. In tutti i giorni successivi viene invece espressamente annotata la NON somministrazione di morfina o similari.
Quanto alle quantità utilizzate esse variavano da 1/4 ad 1/2 gr, dove per gr si intende come unità di misura il grano, corrispondente a 0,0648 grammi. Quindi quantità molto molto modesta.
Il dottor Darby specifica inoltre ogni volta il motivo per cui veniva somministrata la morfina: per dormire. Non viene mai menzionato il dolore, che anzi viene raramente chiamato in causa (evidentemente il modo di dire via la parte malata via il dolore è più vero di quanto non si possa pensare). *

Ulteriore precisazione è che Darby parla di somministrazione di morfina anche dopo la ferita patita a gettysburg. Purtroppo in questo caso non abbiamo un resoconto dettagliato, ma se dobbiamo ragionare per ipotesi come fa quLcuno dobbiamo concludere che Hood mentre sgretolava la linea nordista a Chickamauga era sotto effetto di oppiacei che invece di generare sonnolenza, come avverrà in futuro, in questo caso gli generarono euforia e dinamismo



* errata corrige, in data 7 ottobre venne somministrata morfina per complessivi 1,5 gr a causa di una copiosa emorragia, dalla febbre e dal dolore causato dalle contrazioni spasmodiche del muscolo, che gli impedivano di dormire
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 2 Set 2015 - 18:10

Direi che con l'edizione degli ultimi libri su John Bell Hood, l'immagine del generale sia decisamente cambiata.
Credo proprio che prenderò anche questo libro.

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3274
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Gio 3 Set 2015 - 10:33

Banshee ha scritto:Grazie per la preziosa segnalazione. Aggiungo solo che dopo l'uscita di una numerosa serie di monografie su vari aspetti della campagna di Atlanta o della fallita invasione del Tennessee, il giudizio storiografico su Hood è notevolmente mutato per la maggior  parte degli interpreti.

Banshee

È proprio vero quanto dici, ed aggiungo che il giudizio è mutato per tutti coloro (storici e lettori) che, non accontentandosi delle apparenze, hanno deciso di andare a scavare un po' più a fondo.
È innegabile che, così come avvenuto in misura anche maggiore per johnston, chiunque abbia analizzato nel dettaglio le campagne di hood ne abbia poi rivalutato l'operato.
Insomma più si scava a fondo, più si cerca la verità, e più il Generale Hood ne esce bene (a differenza di qualcun altro che fa il percorso inverso).

Comunque è una cosa fantastica che a distanza di 150 anni continuino a saltar fuori nuovi documenti.
La ricerca va a avanti
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Gio 3 Set 2015 - 21:49

Banshee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:
dan-acw ha scritto:

...rifiuta gli oppiacei quando può, oppure li prende solamente per dormire...

Beh.. finalmente uno storico riconosciuto come affidabile dagli stimatori del controverso generale asserisce che il gen. Hood faceva uso di oppiacei, sia pur solo per dormire. Questo può spiegare in maniera inequivocabile il suo strano comportamento la notte del 29 Novembre 1864 a Spring Hill.

Meade

Come ben specificato nel libro de quo, l'uso degli oppiacei fu limitato al periodo immediatamente successivo alla ferita subita da Hood a Chickamauga. Il diario clinico del medico personale di Hood lo dimostra chiaramente. Il resto son solo pettegolezzi che furon messi in giro dall'autore della biografia di Ewell, Pecu G. Hamlin negli anni 30'. In breve, non solo manca alcuna prova circa un presunto uso di oppiacei la notte del 29 novembre 1864, ma v'è la prova che dopo un primo periodo di uso di laudano per lenire il dolore, Hood smise ogni assunzione. Si può (e si deve) criticare Hood per sue eventuali colpe o responsabilità sul piano tattico e strategico come militare, ma non come uomo.

Banshee

Non credo che questo libro possa "resuscitare" la reputazione compromessa del gen. Hood. Innanzi tutto il diario del Dott. John T. Darby tratta, come ho letto in una recensione, di soli 45 giorni. Tutti sanno che gli oppiacei portano, purtroppo, dipendenza, e non credo che il gen. Hood abbia rinunciato, suo malgrado, al fondamentale sollievo che gli dava la morfina per tutto il resto della sua vita. Come l'utente dan-acw ha scritto in un recente post, lo stesso Dott. Darby scrive che il gen. Hood continuò a fare uso di oppiacei. Almeno su questo punto non ci sono più dubbi: Hood fece uso, volente o nolente, di oppiacei. Strano è poi il ritrovamento da parte dei discendenti del gen. Hood della copiosa documentazione, dopo ben 120 anni, rimasta misteriosamente nascosta. Non è che in giro ci sono ancora documenti scomodi che stentano a venire fuori o che forse non verrano mai mostrati? La corrispondenza tra Hood e la moglie non è che si possa annoverare come prova di chissà cosa, a parte il fatto che Hood fu sicuramente un buon marito.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Ven 4 Set 2015 - 2:07



Poiché sono stato tirato in ballo, gradirei conoscere dall'utente Meade dove avrei detto quanto riportato, al fine di verificare la correttezza del mio pensiero nonché il possibile eventuale uso di parole che potrebbero aver generato confusione nei lettori
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Ven 4 Set 2015 - 8:58

dan-acw ha scritto:

Poiché sono stato tirato in ballo, gradirei conoscere dall'utente Meade dove avrei detto quanto riportato, al fine di verificare la correttezza del mio pensiero nonché il possibile eventuale uso di parole che potrebbero aver generato confusione nei lettori

dan-acw ha scritto:

Ulteriore precisazione è che Darby parla di somministrazione di morfina anche dopo la ferita patita a gettysburg
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Ven 4 Set 2015 - 10:01

[quote="Generale Meade"][quote="dan-acw"]



Appunto......dove mai io abbia scritto che Hood abbia continuato a fare uso di morfina resto un mistero.Eppure mi sembra che le mie parole lascino posso spazio all' interpretazione.
Mai poiché pare che, in assenza di prove che possano indicare fatti contrari, si ricorre alla libera interpretazione del pensiero pur di portare acqua al proprio mulino, cercherò di essere ancor più chiaro, se possibile, di quanto non lo sia stato in precedenza.

Dunque hood ricevette due ferite, una al braccio destro a gettysburg, ed una alla gamba destra a chickamuga.
La prima ferita a quanto si è scoperto provocò una riduzione della capacità motoria del braccio, ma non così grave come fino ad oggi si è pensato. Il dott. Darby parla infatti di un braccio utilizzabile per molte funzioni, ivi inclusa la possibilità di utilizzare le stampelle.
La seconda ferita comporto' l'amputazione della gamba poco sopra al ginocchio.

Ora venendo all'annosa questione dell'uso di oppiacei da parte di hood che tanta letteratura e pensieri fantasy ha generato nella mente degli storici o dei semplici appassionati, sappiamo che dopo Gettysburg fu somministrata in una sola occasione la morfina. Poi più nulla. Sempre grazie al rapporto medico sappiamo che ad Hood, dopo chickamauga, furono somministrate in diverse occasioni modeste quantità di morfina. L'ultima volta che Hood assunse oppiacei fu il 4 novembre 1863. Dopo di allora più nulla. Quindi nessun uso continuativo e soprattutto posteriore alle prime settimane di decorso ospedaliero e riabilitativo

Certo se invece qualcuno vuole continuare a dare per certo un preteso fatto storico, sarebbe diciamo opportuno portare anche qualche testimonianza, qualche documento, qualche fonte DIRETTA, che possa suffragare quanto detto. Ne gioverebbe sicuramente la credibilità. Vero caro Hamlin?
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Ven 4 Set 2015 - 10:40

Ah dimenticavo......il diario clinico comprende 65 giorni e non 45 come indicato. Dal 20 settembre al 24 novembre.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Ven 4 Set 2015 - 15:31

Come risposta mi sembra molto evasiva. Non si capisce se il Dott. Darby ha solo mancato di annotare nel suo diario la somministrazione di oppiacei dopo il 4 novembre 1863. Diversamente cosa vuol dire la già citata frase:

dan-acw ha scritto:

Ulteriore precisazione è che Darby parla di somministrazione di morfina anche dopo la ferita patita a gettysburg. Purtroppo in questo caso non abbiamo un resoconto dettagliato
?


Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Ven 4 Set 2015 - 16:05

[quote="Generale Meade"]Come risposta mi sembra molto evasiva. Non si capisce se il Dott. Darby ha solo mancato di annotare nel suo diario la somministrazione di oppiacei dopo il 4 novembre 1863. Diversamente cosa vuol dire la già citata frase:  

dan-acw ha scritto:

Ulteriore precisazione è che Darby parla di somministrazione di morfina anche dopo la ferita patita a gettysburg. Purtroppo in questo caso non abbiamo un resoconto dettagliato  
  ?


Meade

[/quote

ti invito a rileggere con più attenzione i miei interventi prima di muovere critiche (che per carità sono sempre ben accette quando costruttive) alla forma o ai contenuti. potrai trovare tutte le risposte che cerchi.
in ogni caso:

  dan-acw il Mer Set 02, 2015 2:09 pm

Per completezza, e soprattutto per evitare eventuali (eufemismo) interpretazioni distorsive del significato delle mie parole, segnalo che l'ultima annotazione relativa all'uso della morfina è datato 4 novembre 1863. In tutti i giorni successivi viene invece espressamente annotata la NON somministrazione di morfina o similari.

fammi sapere se adesso sono stato sufficientemente esaustivo
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Ven 4 Set 2015 - 16:25

Probabilmente sono particolarmente "duro" di comprendonio Very Happy . Hood rimase ferito a Gettysburg il 2 giugno 1863. Da quel giorno il Dott. Darby somministrò a Hood ininterrottamente oppiacei sino alla data 4 novembre 1863 e poi basta (in base al suo diario)? E' questo che si intende con la frase più volte citata: "...Darby parla di somministrazione di morfina anche dopo la ferita patita a Gettysburg. Purtroppo in questo caso non abbiamo un resoconto dettagliato..."

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Ven 4 Set 2015 - 16:35

Generale Meade ha scritto:Probabilmente sono particolarmente "duro" di comprendonio Very Happy . Hood rimase ferito a Gettysburg il 2 giugno 1863. Da quel giorno il Dott. Darby somministrò a Hood ininterrottamente oppiacei sino alla data 4 novembre 1863 e poi basta (in base al suo diario)? E' questo che si intende con la frase più volte citata: "...Darby parla di somministrazione di morfina anche dopo la ferita patita a Gettysburg. Purtroppo in questo caso non abbiamo un resoconto dettagliato..."

Meade

In una sola occasione in conseguenza della ferita di gettysburg poi più nulla fino a quando non fu ferito nuovamente. In seguito alla seconda ferita gli fu somministrata morfina in diverse occasioni, l'ultima delle quali il 4 novembre 1863. Dopo detta data viene specificato ogni santo giorno che non venivano più somministrati oppiacei.
Quindi nessun uso continuativo.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Ven 4 Set 2015 - 17:35

Quindi una sola somministrazione di morfina dopo la ferita del 2 giugno a Gettysurg. Dalla terribile battaglia di Chickamauga, 19/22 settembre 1863, fa fede il diario del Dott. Darby. Così mi sembra di aver capito.

Ringrazio l'utente dan-acw per l'esauriente spiegazione.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Sab 5 Set 2015 - 9:41

Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:
dan-acw ha scritto:

...rifiuta gli oppiacei quando può, oppure li prende solamente per dormire...

Beh.. finalmente uno storico riconosciuto come affidabile dagli stimatori del controverso generale asserisce che il gen. Hood faceva uso di oppiacei, sia pur solo per dormire. Questo può spiegare in maniera inequivocabile il suo strano comportamento la notte del 29 Novembre 1864 a Spring Hill.

Meade

Come ben specificato nel libro de quo, l'uso degli oppiacei fu limitato al periodo immediatamente successivo alla ferita subita da Hood  a Chickamauga. Il diario clinico del medico personale di Hood lo dimostra chiaramente. Il resto son solo pettegolezzi che furon messi in giro dall'autore della biografia di Ewell, Pecu G. Hamlin negli anni 30'. In breve, non solo manca alcuna prova circa un presunto uso di oppiacei la notte del 29 novembre 1864, ma v'è la prova che dopo un primo periodo di uso di laudano per lenire il dolore, Hood smise ogni assunzione. Si può (e si deve) criticare Hood per sue eventuali colpe o responsabilità sul piano tattico e strategico come militare, ma non come uomo.

Banshee

Non credo che questo libro possa "resuscitare" la reputazione compromessa del gen. Hood. Innanzi tutto il diario del Dott. John T. Darby tratta, come ho letto in una recensione, di soli 45 giorni. Tutti sanno che gli oppiacei portano, purtroppo, dipendenza, e non credo che il gen. Hood abbia rinunciato, suo malgrado, al fondamentale sollievo che gli dava la morfina per tutto il resto della sua vita. Come l'utente dan-acw ha scritto in un recente post, lo stesso Dott. Darby scrive che il gen. Hood continuò a fare uso di oppiacei. Almeno su questo punto non ci sono più dubbi: Hood fece uso, volente o nolente, di oppiacei. Strano è poi il ritrovamento da parte dei discendenti del gen. Hood della copiosa documentazione, dopo ben 120 anni, rimasta misteriosamente nascosta. Non è che in giro ci sono ancora documenti scomodi che stentano a venire fuori o che forse non verrano mai mostrati? La corrispondenza tra Hood e la moglie non è che si possa annoverare come prova di chissà cosa, a parte il fatto che Hood fu sicuramente un buon marito.

Meade

Reputazione compromessa del generale Hood? A parte il fatto che è sorprendente parlare di una questione senza conoscerla (non ci si dovrebbe limitare a giudicare in base a recensioni od opinioni riferite da terzi) ma non mi pare proprio che tra gli storici vi sia quest'idea: nessuno storico serio (Jacobson, S. Davis etc ) crede più alla "diceria dell'untore" inventata da Percy G. Hamlin negli anni 30'. Hood, in assenza di prove diverse, non era più oppiomane di un Ewell o di un J.E.Johnston (entrambi feriti, i quali sappiamo quanto si lamentassero per il dolore). Se poi si vuole criticare Hood per come condusse sul piano tattico o strategico questa o quella battaglia, è tutt'altro discorso. Ripeto: si può e si deve criticare la condotta di ogni ufficiale, ma solo sul piano delle scelte militari prese e delle condotte adottate. A meno che non vi sia la prova concreta reale ed effettiva - e non una semplice ipotesi, fantasia, voce, un "rumour" - che la notte del 29 novembre 1864 il generale Hood fosse sotto l'effetto di oppiacei e avesse perso il controllo di sé stesso.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Dom 6 Set 2015 - 19:24

Ma infatti per reputazione compromessa intendevo il modo in cui condusse la battaglia (o meglio, le battaglia) di Atlanta, il suo strano comportamento a Sprig Hill e le battaglie di Franklin e Nashville. Il fatto che fosse o meno dipendente dagli oppiacei passa in secondo piano.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Dom 6 Set 2015 - 21:20

Naturalmente, quando scrivi di "reputazione compromessa" si tratta di un tuo personale giudizio.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Dom 6 Set 2015 - 21:38

Banshee ha scritto:Naturalmente, quando scrivi di "reputazione compromessa" si tratta di un tuo personale giudizio.

Banshee

Opinione mia e anche di qualche storico. Wiley Sword, tanto per dirne uno...

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Dom 6 Set 2015 - 21:59

Sarà un caso che dopo l'uscita del libro di Stephen Hood, dal web è sparito il sito " John Bell Hood's Addictions in Civil War Literature" dove si negava fino allo stremo l'uso assoluto di morfina da parte del gen. Hood?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Lun 7 Set 2015 - 0:02

Generale Meade ha scritto:Sarà un caso che dopo l'uscita del libro di Stephen Hood, dal web è sparito il sito " John Bell Hood's Addictions in Civil War Literature" dove si negava fino allo stremo l'uso assoluto di morfina da parte del gen. Hood?

Meade

Non penso che vi possa essere correlazione per un semplice motivo : l'uscita dell'opera di Stephen Hood, in realtà, non contiene sostanziali novità sotto quel profilo. O meglio, conferma in modo definitivo le informazioni già note. Già molti anni fa S. Davis aveva pubblicato un lungo articolo sulla questione su Blue & Gray Magazine, (John Bell Hood's Addictions in Civil War Literature)dando conto dell'esistenza del diario del medico di Hood. Peraltro leggendo l'articolo non si evince in alcun modo che l'autore S. Davis (assai considerato nella comunità storica) neghi all'estremo l'uso di oppiacei, Tuttavia il brogliaccio delle note mediche risultava incompleto e illegibile. Stephen Hood ha completato la ricerca.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Lun 7 Set 2015 - 0:26

Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:Naturalmente, quando scrivi di "reputazione compromessa" si tratta di un tuo personale giudizio.

Banshee

Opinione mia e anche di qualche storico. Wiley Sword, tanto per dirne uno...

Meade

Lo stesso Wiley Sword che scriveva a p. 136 del suo libro Embrace an Angry Wind: The Confederacy’s Last Hurrah: Spring Hill, Franklin, and Nashville (1992).che nella notte del 29 November, Hood si sarebbe ritirato in camera e “perhaps swallowed some laudanum (a tincture of opium)” ?

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Set 2015 - 7:29

Più che altro lo stesso Sword che considera Hood un pazzo. Solo un uomo con le facoltà mentali compromesse poteva ridurre l'armata del Tennessee Confederate nelle condizioni in cui Hood la portò.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Lun 7 Set 2015 - 9:07

Generale Meade ha scritto:Più che altro lo stesso Sword che considera Hood un pazzo. Solo un  uomo con le facoltà mentali compromesse poteva ridurre l'armata del Tennessee Confederate nelle condizioni in cui Hood la portò.

Meade

Se Hood era pazzo (non mi risulta che allo stessosia mai stata diagnosticata alcuna malattia mentale) Grant era da camicia di forza: nel corso della Campagna Peninsulare, il numero di perdite subite da quest'ultimo fu enorme, quasi il doppio di quelle inflitte a Lee e quelle subite da Hood. Qual è la differenza? Grant si poteva permettere di subire quelle perdite, Hood no: il bacino umano unionista era enorme, quello confederato ridotto all'osso. Per questo ho sempre sostenuto che Hood e gli alti vertici della Confederazionei commisero un errore nell'impostare una campagna strategica offensiva nel Tennessee. Anche avessero battutto il nemico, le loro forze si sarebbero ridotte a tal punto da bloccare ogni prospettiva. Hood non era pazzo e chi lo sostiene, come Sword, dimostra solo di essere uno storico modesto, incapace di fornire un'analisi che vada al di là di semplici stereotipi. Hood era semplicemente un generale modesto chiamato a compiere un'impresa che era al di sopra delle sue possibilità in condizioni particolarmente difficili se non impossibili in un'armata divisa da gelosie e intrighi. Commise molti errori tattici dettati da una strategia sbagliata.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Lun 7 Set 2015 - 9:58

Banshee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:Più che altro lo stesso Sword che considera Hood un pazzo. Solo un  uomo con le facoltà mentali compromesse poteva ridurre l'armata del Tennessee Confederate nelle condizioni in cui Hood la portò.

Meade

Se Hood era pazzo (non mi risulta che allo stessosia mai stata diagnosticata alcuna malattia mentale) Grant era da camicia di forza: nel corso della Campagna Peninsulare, il numero di perdite subite da quest'ultimo fu enorme, quasi il doppio di quelle inflitte a Lee e quelle subite da Hood. Qual è la differenza? Grant si poteva permettere di subire quelle perdite, Hood no: il bacino umano unionista era enorme, quello confederato ridotto all'osso. Per questo ho sempre sostenuto che Hood e gli alti vertici della Confederazionei commisero un errore nell'impostare una campagna strategica offensiva nel Tennessee. Anche avessero battutto il nemico, le  loro forze si sarebbero ridotte a tal punto da bloccare ogni prospettiva. Hood non era pazzo e chi lo sostiene, come Sword, dimostra solo di essere uno storico modesto, incapace di fornire un'analisi che vada al di là di semplici stereotipi. Hood era semplicemente un generale modesto chiamato a compiere un'impresa che era al di sopra delle sue possibilità in condizioni particolarmente difficili se non impossibili in un'armata divisa da gelosie e intrighi. Commise molti errori tattici dettati da una strategia sbagliata.

Banshee

Veramente Sword fa anche di peggio, come quando afferma che hood mise al mondo 11 figli solamente per dimostrare a tutti di essere ancora un uomo, e che le ferite subite alla fine non lo avevano fiaccato. Insomma un punto di vista originale ma del tutto fantasioso.
Per carità il libro è una buona opera, sicuramente ben scritta e dettagliata, tuttavia contiene molte, forse troppe affermazioni discutibili non suffragate da prove.
Nel leggere il libro si ha l'impressione che lo scopo ultimo dell'autore sia quello di distruggere la figura di hood. Il difetto principale è quindi la sua esagerata parzialità, accompagnata da una continua e costante opera di taglio delle fonti: se una testimonianza, un documento, o un episodio e' favorevoli ad hood, viene stralciata.
Insomma prima di prendere per oro colato quanto scrive Hood sarebbe il caso di confrontarlo con altri autori.
Di sicuro Jacobson è molto più equilibrato nei giudizi e distribuisce le responsabilità dei fallimenti dell'AT sulle spalle di tutti (come è normale che sia), documentando passo per passo, e riducendo al minimo speculazioni e deduzioni.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 872
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum