The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Set 2015 - 11:07

Aldilà del fatto che Grant si prese la nomea, se non di pazzo (nomignolo affibbiato per un certo tempo a Sherman), di macellaio, io concordo con Sword riguardo al fatto che Hood sia stato un vero e proprio pazzo. Diversamente dovrei pensare che il suo orgoglio personale ridotto a brandelli lo abbia portato ad usare la sua armata nel peggiore dei modi solo per salvarsi la faccia, cosa che riterrei veramente infamante. Prendiamo ad esempio Lee dopo l'invasione fallita in Pennsylvania a Gettysburg. Il grande condottiero non si mise a proseguire l'invasione nel Nord solo per salvarsi la faccia a costo di annientare la sua armata, ma ammise di aver fallito nel suo piano, si ritirò e diede le proprie dimissioni, come pure diede grande dimostrazione di umiltà e grandezza d'animo ad Appomattox, dove preferì una ingloriosa resa pur di non sacrificare i suoi uomini con una guerra ad oltranza perpetuata con la guerriglia. Hood invece non ammise di aver sbagliato tutto, sia denigrando la strategia difensiva del suo superiore di grado Johnston che sbagliando completamente tattica e strategia quando toccò a lui dimostrare il suo reale valore, ma scaricò ingiustamente tutte le sue responsabilità addosso ai suoi incolpevoli uomini. Meglio per lui pertanto essere accusato di insanità mentale che di comportamento infamante.

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Lun 7 Set 2015 - 12:03

Non mi pare che Sword utilizzi la parola pazzo nel senso psichiatrico o medico del termine. Qualifica alcune azioni o decisioni come follie: una cosa ben diversa. In inglese il termine foolish applicato ad un'azione o scelta ha valore di aggettivo, non sostantivo. Aggettivo che ha il sapore di "molto erroneo" "Specialmente sbagliato" ma non certo nel senso clinico-medico. Hood può aver certamente sbagliato in alcune decisioni, ma da qui a volerlo rappresentare come un pazzo ce ne corre. Nella storia militare, vi sono molti esempi di errori e sbagli; raramente, se non addirittura mai, ho letto che questo o quel condottiero abbia errato per follia mentale. Le decisioni errate o meno di hood furono dettate dal suo convincimento (condiviso da molti, anche se non da tutti) che una strategia offensiva (mi riferisco alla campagna del Tennessee, perché ad Atlanta mi pare vi fossero ben poche alternative) avrebbe risollevato le sorti della Confderazioni. A posteriori una decisione sbagliata e che ho sempre criticato, ma che aveva una logica militare seppure tenue. Sul resto v'è poco da dire: Johnston era criticato non solo da Hood ma da molti altri all'interno dell'Armata del Tennessee e la sua tattica difensiva di fatto si era rivelata fallimentare. Senza infliggere perdite significative, aveva perduto un numero perdite di poco inferiore a quello di Sherman, non arrestandolo. Certo se non combatti mai, come tipico di Johnston, è difficile esporti a critiche. Hood era di altra tempra: aveva coraggio morale da vendere. Le critiche mosse a Johnston e ai suoi subordinati furono mosse per difendere la propria reputazione e immagine finita la guerra, ma come ha spiegato bene Stephen Hood, il suo avo seppe prendere su di sè il carico della sconfitta. Anche Lee pur reputando che l'arresto di Gettysburg (mai da lui considerata una sconfitta) fosse dovuto a colpa principale dei suoi subordinati, non ne fece parola se non privatamente; ma si può star certi che se il veleno di longstreet nel dopoguerra fosse giunto a Lee, costui avrebbe reagito sdegnato (e in parte lo fece, vedendo il libro di Swanton).

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Set 2015 - 12:46

Non concordo con il valore morale di Hood. Questa qualità si riscontra ampiamente in Lee, Cleburne e pochi altri anche tra i generali federali, prendendosi le proprie responsabilità sino in fondo, anche a costo della vita.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Lun 7 Set 2015 - 13:22

Vediamo qualche esempio di questo presunto valore molare che Lee aveva e hood no.

Durante la campagna dei sette giorni Lee era furente perché i suoi piani non avevano avuto successo e McLellan era riuscito a sgusciare fuori dalla trappola. Quando Early con il suo solito tatto si lamentò del fatto che i federali fossero riusciti a scappare, un furente Lee rispose: “Yes, he will get away because I cannot have my orders carried out.”

In seguito, il 20.04.1865 così scriveva a Davis: “The operations which occurred while the troops were in the entrenchments in front of Richmond and Petersburg were not marked by the boldness and decision which formerly characterized them. Except in particular instances, they were feeble; and a want of confidence seemed to possess officers and men.”

Sono giudizi e parole così tanto diverse da quelle usate da Hood? A me non sembra. Eppure nessuno si è mai sognato di dire che Lee accusò i suoi uomini di questo o di quello.
Lee si prese la responsabilità ultima del fallimento di alcune operazioni, esattamente come fece Hood (cit. "Ho perso Atlanta", "il mio fallimento" etc. etc.)

avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Set 2015 - 15:46

dan-acw ha scritto:Vediamo qualche esempio di questo presunto valore molare che Lee aveva e hood no.

Durante la campagna dei sette giorni Lee era furente perché i suoi piani non avevano avuto successo e McLellan era riuscito a sgusciare fuori dalla trappola. Quando Early con il suo solito tatto si lamentò del fatto che i federali fossero riusciti a scappare, un furente Lee rispose: “Yes, he will get away because I cannot have my orders carried out.”

In seguito, il 20.04.1865 così scriveva a Davis: “The operations which occurred while the troops were in the entrenchments in front of Richmond and Petersburg were not marked by the boldness and decision which formerly characterized them. Except in particular instances, they were feeble; and a want of confidence seemed to possess officers and men.”

Sono giudizi e parole così tanto diverse da quelle usate da Hood? A me non sembra. Eppure nessuno si è mai sognato di dire che Lee accusò i suoi uomini di questo o di quello.
Lee si prese la responsabilità ultima del fallimento di alcune operazioni, esattamente come fece Hood (cit. "Ho perso Atlanta", "il mio fallimento" etc. etc.)



C'è una bella differenza. Lee durante la battaglia dei 7 giorni aveva ricacciato vittoriosamente MacClellan fuori dai dintorni di Richmond, e se non era riuscito a schiacciarlo definitivamente, una bacchettata alle dita dei suoi ufficiali ci stava pure. La seconda lamentela di Lee, stavolta indirizzata alle sue amate truppe, è più uno sfogo che altro. La sua vincente e gloriosa Armata della Virginia  era oramai quasi stata tutta sepolta o mutilata (letteralmente). Ciò che combatteva nelle trinee erano soldati sfiduciati e demotivati, molti dei quali reclute imperbe o troppo anziane (vedi la famosa frase "culle e tombe" di Grant) oltre che inesperte, con i pochi veterani rimasti convinti oramai della fine prossima.
Lo stesso non si può dire di Hood da Atlanta a Nashville. Ottime truppe mandate al tritacarne senza altro fine che la vanagloria.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  dan-acw il Lun 7 Set 2015 - 16:22

Cioè le stesse parole in bocca ad hood dimostrano l'assenza di valore morale (cosa tra l'altro che tutti gli riconoscevano) ed in bocca a San Roberto Lee hanno un significato diverso? Che strano. Siamo a livello di speculazioni vere e proprie.

Non è che magari tutto quello ha fatto hood viene visto sempre e solo sotto una luce negativa per cercare di coprire e giustificare che l'AT era costituita per la gran parte da generali mediocri, che preferivano passare il tempo a litigare come tante comarelle (come diceva connelly) piuttosto che remare tutti nella stessa direzione?

Hood si presa la colpa finale delle sconfitte, ma giustamente qualche bacchettata sulle dita ai suoi ufficiali, come dici tu, doveva darla. Perché giustifichiamo Lee quando i suoi ufficiali non eseguivano gli ordini ed invece continuiamo ad accusare Hood quando i suoi ufficiali facevano lo stesso? Perché si continua ad accusare Hood per il disastro di Ezra Church quando le colpe erano interamente di S.D. Lee che fece l'esatto contrario di quanto più volte ordinatogli? Perché si accusa hood per i fatti di spring hill invece di vedere cosa combinarono chetham e brown (ed in misura minore Cleburne)? Mistero.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Set 2015 - 16:46

Nessun problema a risponderti.
Perchè Lee accusò Stonewall Jackson della sua inerzia durante la battaglia dei 7 giorni ma poi ammise che con Jackson a Gettysburg avrebbe vinto in definitiva la partita e cioè la guerra? Significa che Lee aveva stima di Jackson ma che la "carne e debole" e più di tanto non si può pretendere.
Su Spring Hill ancora non si è capito perchè il "grande condottiero" Hood dormiva mentre il nemico gli passava sotto il naso. Chi è in grado di svelare tale mistero? In italiano, se possibile, vista la maggioranza degli utenti del forum di lingua italiana. Grazie.

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Banshee il Lun 7 Set 2015 - 17:18

Generale Meade ha scritto:Nessun problema a risponderti.
Perchè Lee accusò Stonewall Jackson della sua inerzia durante la battaglia dei 7 giorni ma poi ammise che con Jackson a Gettysburg avrebbe vinto in definitiva la partita e cioè la guerra? Significa che Lee aveva stima di Jackson ma che la "carne e debole" e più di tanto non si può pretendere.
Su Spring Hill ancora non si è capito perchè il "grande condottiero" Hood dormiva mentre il nemico gli passava sotto il naso. Chi è in grado di svelare tale mistero? In italiano, se possibile, vista la maggioranza degli utenti del forum di lingua italiana. Grazie.

Meade


Posso sbagliarmi, ma non mi risulta che Lee si sia mai lamentato di Jackson (cosa che invece fece Longstreet) per il suo comportamento durante la battaglia dei 7 giorni. Del resto nella riorganizzazione che seguì la campagna dei 7 giorni, Lee fece in modo di spedire lontano dall'ANV Magruder e Huger. Vado a memoria, ripeto.
Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  R.E.Lee il Lun 7 Set 2015 - 17:50

Siamo un po' fuori topic. Un questo si dovrebbe semplicemente recensire un libro. Se volete proseguire la discussione cercate di farlo nei topic afeguati o, al limite, apritene uno nuovo per la bisogna.

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3941
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 7 Set 2015 - 17:51

Quella che doveva essere una recensione di un libro seguita da alcuni commenti sui suoi contenuti si è trasformata in una polemica che con l'oggetto della stessa non ha praticamente più nulla a che vedere. Mi chiedo cosa penserà di noi una persona che viene sul forum per avere più informazioni sul contenuto del libro e si ritrova invece a leggere gli ultimi messaggi... Ringrazio quindi Dan per aver postato la recensione e i primi utenti che con interesse sono intervenuti ma ora chiudo la discussione per il momento.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2789
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: The Lost Papers of Confederate General John Bell Hood by Stephen Hood )

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum