Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Mar 20 Gen 2009 - 2:07

Questa è una delle discussioni che sono state utilizzate per parlare della campagna di Atlanta, in particolare per affrontare la conduzione da parte del generale John Bell Hood della seconda fase della campagna. Dal 2009 tutte le discussioni sulla campagna di Atlanta sono state reindirizzate ad un unico topic ufficiale sull'argomento, dedicato alla campagna di Atlanta nel suo complesso. Per parlare specificamente e nel dettaglio di uno dei singoli scontri è possibile inoltre usare le apposite discussioni riservate (oppure crearne una nuova se non esiste ancora in questo elenco):

-Discussione ufficiale: La campagna di Atlanta del 1864 (clicca per aprire)

Per approfondire la questione di Atlanta si consiglia di consultare anche le seguenti discussioni e proseguirle nel topic ufficiale:
-Johnston e la sua conduzione della campagna di Atlanta: Da Rocky Face Ridge a Peachtree Creek: la campagna di Atlanta di Joe Johnston (clicca per aprire)
-Il generale Johnston: Gen. Joseph Eggleston Johnston (clicca per aprire)
-Il generale Hood: L'indomabile gen. John Bell Hood (clicca per aprire)

Messaggio modificato dall'utente P.G.T. Beauregard (Amministratore) il 22/07/2014, ore 09:00.

- - - - - - - - - -  - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

"Lo chiamavano Sam,un soprannome raccolto all'Accademia di West Point.Alto 1,90,di fisico massiccio e di spalle larghe,sembrava un boscaiolo che si fosse travestito con l'uniforme di un Generale confederato.Solo trentaduenne nel 1864,il suo aspetto vistoso lo faceva sembrare + vecchio;una folta barba fulva e dei lunghi baffi allungavano tanto il suo volto da farlo apparire di proporzioni bizzarre.Aveva l'aspetto di un antico Crociato,e aveva anche qualcosa di Don Chisciotte,lasciò scritto Mary Chesnut,dama dell'alta società di Richmond.La sua figura nell'insieme,pareva suggerire una forza maldestra".Così Wiley Sword descrive John Bell Hood nel suo libro"Embrace an angry wind".E sulle spalle di questo valoroso,che alla sua Patria ha già sacrificato un braccio ed una gamba,ricade dunque la responsabilità di salvare Atlanta.Perché salvare Atlanta,e non altro,va tenuto ben presente,é il compito tassativo affidatogli dal Presidente Davis.Il vecchio Joe,da bravo Don Abbondio,é partito in fretta e furia;Hood,nelle sue Memorie,lo accuserà di averlo abbandonato(il termine inglese utilizzato é "diserted".)Da Johnston ,ingenuamente,si sarebbe aspettato quella collaborazione che avrebbe dovuto suggerire l'amor di Patria.Probabilmente Hood ignora che il suo predecessore si era dimesso dall'Esercito Federale con le lacrime agli occhi,dichiarando che non avrebbe mai voluto sguainare la spada contro la vecchia bandiera.La situazione che Johnston ha lasciato in eredità é disperata,quasi irrimediabile.L'Armata del Tennessee,lungi dall'essere arrivata intatta alle porte di Atlanta,come avrebbero poi favoleggiato gli estimatori del Don Abbondio virginiano,ha perso per strada almeno 20000 uomini da quando ,a Cassville,aveva raggiunto il punto di ordinata massima dei suoi effettivi.Albert Castel e Richard McMurry concordano nell'attribuire all'Armata del Tennessee non + di 50000 uomini,ai quali vanno aggiunti 5000 raffazzonati miliziani,dalle virtù militari assai dubbie.Sherman conta 90000 soldati,tutti veterani.Cifre assai differenti da quelle offerte dal Professor Luraghi.(75000 uomini a Sherman,70000 a Hood)Cifre,queste ultime,smentite in primis dallo stesso Johnston,che il 16 Luglio ha telegrafato a Richmond di avere la metà dei soldati del nemico.(Sinceramente,i 2 capitoli dedicati alla Campagna di Atlanta mi sono sembrati i meno convincenti dell'ottima opera del Professor Luraghi,perchè a volte prende per oro colato le affermazioni di Johnston,altre volte le trascura del tutto.)Catapultato dunque al comando dell'Armata all'immediata vigilia della battaglia decisiva della Campagna,se non della Guerra,Hood prende in mano la situazione col disperato coraggio che l'ora richiede.Ma qual'è la disposizione delle forze in campo quel fatale 20 Luglio?to be continued...

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Gio 22 Gen 2009 - 1:42

Richard McMurry,nel suo saggio"Last chance for the Confederacy",così descrive l'ubicazione delle forze nordiste:supponendo che il teatro d'operazioni sia il quadrante di un orologio,con Atlanta al centro,McPherson si trova nella posizione indicante le ore 3,Schofield in quella indicante le ore 2,Thomas nell'arco di cerchio compreso tra le ore 11 e mezzogiorno.Si è dunque creato un ampio varco tra tra la sinistra di Thomas e la destra di Schofield.Sherman se ne avvède,ma é convinto che Hood non oserà attaccare la poderosa Armata del Cumberland,ma si ritirerà da Atlanta oppure,se proprio deciderà di dare battaglia,attaccherà le + deboli Armate dell'Ohio e del Tennessee.Pertanto ordina che tutte e tre le Divisioni del 4° Corpo dell'Armata del Cumberland,agli ordini del Generale Howard,si spostino a sud-est alla destra e a rinforzo di Schofield.Ancora una volta Sherman ha sbagliato i conti;Hood prevede infatti di colpire poprio l'armata del Cumberland che Sherman ha avuto la brillante idea d'indebolire;ancora una volta a salvare la situazione pensa il Generale Thomas,che di propria iniziativa,e disobbedendo agli ordini,trattiene una Divisione del 4° corpo presso la sua Armata,a presidio della sua ala sinistra.Questa decisione si rivelerà decisiva.Per quanto riguarda i confederati,Stewart e Hardee fronteggiano l'armata del Cumberland,a sud del Peachtree Creek,fronte a nord.Cheatham prolunga la linea di Hardee verso destra,fronte a nord-est,e non a nord,suppongo,a differenza di quanto scrive Luraghi.Altrimenti si dovrebbe dedurre che Hardee e Cheatham siano schierati tra loro perpendicolarmente,e in questo caso i successivi sviluppi sarebbero incomprensibili.Purtropo non sono ancora riuscito ad appurare dove terminasse,all'alba del 20 Luglio,la linea di questo Corpo.Se qualcuno di voi,amici confederati,ne sa qualcosa d i+,lo invito ad esprimersi.Pare comunque che si estendesse verso la strada per Decatur,senza però raggiungerla.Sicuramente schierati fronte ad est sono i cavalleggeri di Wheeler(2500 uomini con 4 cannoni) e non + di 700 miliziani del Generale Smith.Ma qual'é di preciso il piano confederato,e chi ne é l'autore?Johnston ne avrebbe rivendicato la paternità,nelle sue Memorie.Luraghi,anche in questo caso,gli crede,scrivendo:"Hood negò tassativamente che Johnston gli avesse confidato un qualsiasi piano:ma sta di fatto che egli agì come Johnston aveva pensato di agire."In queste righe vi sono 2 inesattezze:1)Hood non negò tassativamente;scrisse che Johnston potrebbe avergli detto qualcosa a tal proposito,ma non lo rammentava,aggiungendo:"forse per il fatto che ero completamente assorbito("engrossed")dalla grave responsabilità scaricata sulle mie spalle in quel momento."2)La seconda inesattezza é + grave,e qui cedo la parola direttamente ad Albert Castel:"é impossibile sapere chi tra Hood e Johnston dica la verità,ma ciò é irrilevante dal punto di vista storico,poiché il piano di Hood differiva nettamente da quello che Johnston affermò che avrebbe adottato;Johnston intendeva attaccare il nemico MENTRE attraversava il Peachtree Creek,mentre Hood prevedeva d'attaccarlo DOPO che aveva attraversato."Da notare che Luraghi(e lo dico a beneficio degli amici del forum che non hanno ancora letto la sua opera e si accingono a farlo)nella cartina dedicata alla battaglia,erroneamente piazza l'Armata del Cumberland A NORD,anzichè a sud del Peachtree Creek;é un errore grave(penso frutto di un equivoco tra Luraghi e il grafico che ha disegnato le cartine del libro)perchè il lettore é ovviamente portato a credere che Hood abbia commesso la follìa di attraversare il fiume e di attaccare Thomas trincerato sulla riva Nord.Mentre invece Hood intende lasciar attraversare per intero l'Armata del Cumberland,e poi,prima che abbia avuto il tempo di trincerarsi,attaccarla e intrappolarla nella sacca formata dal Peachtree Creek e dal Chattahoochee.Luraghi incorre in un 'altra inesattezza quando scrive che il Corpo di Hardee avrebbe dovuto ricadere SUL FIANCO SINISTRO di Thomas,incuneandosi nel varco tra quest'ultimo e Schofield.In realtà,Hood si propone di effettuare un attacco "A échelon",sul tipo di quello di McClellan a Sharpsburg;dovrebbe quindi colpire FRONTALMENTE il nemico,dapprima con la Divisione Bate,poi con la div.Walker,poi con la Div.Maney;una volta che le 3 Divisioni di Hardee fossero entrate in azione,sarebbe toccato alla div.Loring,infine ala Div.Walthall,del Corpo di Stewart,proseguire l'attacco contro la destra nordista.Ciascuno dei 2 Corpi avrebbe tenuto una Divisione di riserva(Cleburne e French),con il compito di entrare in azione e sfruttare il successo una volta che la linea unionista fosse stata "arrotolata"verso il Chattahoochee.Questo piano non potè essere attuato per 2 motivi.1)la decisione di Sherman spostare ad est il 4° Corpo(anche se Thomas,come ricordato,ha disobbedito agli ordini trattenendo una Divisione)2)Nel formulare il piano ,Hood ha previsto,sulla base dei rapporti dei suoi cavallegggeri,che non vi sia un'immediata minacccia per Atlanta in direzione est;ritiene quindi di poter liquidare Thomas,e POI scagliare la sua intera Armata contro Schofield e McPherson;Con grave ritardo,alle ore 10 del 20 Luglio,ovvero 3 ore prima dell'orario previsto per l'attacco, Hood viene però informato che le Armate di questi 2 Generali hanno già oltrepassato Decatur,e sono ad un tiro di schioppo da Atlanta.Castel adombra il sospetto che il responsabile,per non aver avvertito prima Hood dell'esatta posizione di Schofield e Mc Pherson,non sia Wheeler,bensì il Capo di Stato Maggiore,il Generale Mackall,un fedelissimo del vecchio Joe.Se fosse vero,sarebbe il primo di una lunga serie di episodi tanto sconcertanti da far pensare ad un vero e proprio boicottaggio(se non vogliamo usare la parola "tradimento".)Hood si vede costretto a spostare Cheatham verso Sud di un miglio(1.6 km)per evitare che le colonne nordiste in arrivo da Decatur entrino praticamente senza opposizione in Atlanta.Hardee e Stewart,ordina Hood,dovranno spostarsi anch'essi nela stessa direzione di Cheatham,ma solo di mezzo miglio(800 mt);Hardee dovrà mantenere il contatto con Cheatham tramite una sottile linea di "skirmishers".Cheatham,che come molti protagonisti della Guerra Civile ha il vizio del bere,inspiegabilmente si sposta non di 1 miglio,ma di 2(3.2 Km).E per percorrrere questi 3 Km ci impiega 5 ore!!!Hardee,senza avvisare Hood,che pure si trova a 5 minuti di galoppo,decide,per mantenere il contatto con Cheatham,di spostarsi di almeno un miglio,anzichè mezzo miglio.E Stewart segue Hardee.Morale:l'intera linea sudista si trova spostata a destra (est) di un miglio rispetto al piano prestabilito,ed è pronta ad iniziare l'attacco solo alle 16,con 3 ore di ritardo.Luraghi,come sempre,incolpa di questo ritardo Hood,scrivendo che"non si era ancora fatta la mano a controllare sì complessi movimenti."Come abbiamo visto,le colpe sono invece da addebitare a Cheatham,Hardee e(forse)a Mackall.Da notare che Cheatham ha appena assunto il comando del Corpo fino a 2 giorni prima guidato da Hood;evidentemente a "non essersi fatta la mano a movimenti sì complessi "è lui.Alle 16,comunque,la Divisione del generle Bate da il via all'attacco.To be continued.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Gio 22 Gen 2009 - 1:45

Mi sono accorto di una svista;per sbaglio ho scritto che Luraghi scrive che Cheatham era schierato fronte a Nord;ovviamente intendevo dire a Est,non a Nord.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Gio 22 Gen 2009 - 17:58

caro forrest,
ho letto con attenzione la prima puntata della tua "opera" e per mettere meglio a fuoco il tutto, mi sono disegnato pure una cartina.
non sò i futuri sviluppi, ma ma da una prima riflessione il piano di hood mi sembra un pò troppo pretenzioso.
questo piano mi pare, richiedeva dei meccanismi molto sincronizzati che l'armata del tennesse (conf.) non possedeva.
qui non ci sarebbe voluto solo il gen. lee, come scrive il castel, ma l'ANV al completo con i suoi luogotenenti per attuare questo piano !
cosa ne pensi ?

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 23 Gen 2009 - 0:26

Gentile amico,Hood,come ho già detto ,ereditò una situazione quasi irrimediabile;non aveva altra scelta che sfruttare ogni occasione propizia per attaccare il nemico;e questa occcasione gli si presentò quando Sherman commmise l'imprudenza di dividere le sue forze:é chiaro che il piano di Hood comportava dei rischi,ma Hood non aveva nessuna alternativa.Il compito affidatogli era quello di combattere per salvare Atlanta,questo non va mai dimenticato.Se Davis si fosse contentato di salvare l'Armata del Tennessee,avrebbe mantenuto al comando Johnston.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-terza puntata

Messaggio  forrest il Ven 23 Gen 2009 - 1:13

Le conseguenze dello spostamento a est dello schieramento sudista sono oggetto di controversia;Albert Castel sostiene che esso abbia addirittura favorito i confederati.Altri storici,come Richard McMurry e Nathaniel Hughes,il biografo dell Generale Hardee,la pensano diversamente.Mi limito quindi a citare i fatti,lasciando a voi tirare le conclusioni.é però necessario illustrare,per sommi capi,lo schieramento dell'Armata del Cumberland:a destra ,+ vicino al Chattahoochee,si trova il 14° Corpo del Generale Palmer,che ha appena traversato il Peachtree Creek e ha provveduto a trincerarsi a poca distanza dalla riva ,senza avanzare oltre;al centro si trova il 20° Corpo del Gen.Hooker,il quale ha fatto avanzare solo 1 delle sue 3 divisioni,quella del Gen.Geary,fino ad una cresta chiamata Collier Ridge;le altre 2 div.,comandate dai Gen.Ward e Williams,e che si trovano rispettivamente a sinistra e a destra di Geary,rimangono vicine alla riva,e non si trincerano.A sinistra del 20° Corpo,infine,sulla stessa cresta occupata da Geary,si trova l'unica Div.del 4° Corpo rimasta presso l'Armata del Cumberland;é comandata dal Generale Newton,colui che a Gettysburg prese il posto di Reynolds al comando del 1° Corpo,e che é probabilmente il miglior divisionario del Gruppo di Armate di Sherman.Cedo ora la parola ad Albert Castel:"La situazione di Hood,con lo spostamento a est,è in realtà migliorata:se fosse avanzato dalla sua posizione originale,Hardee sarebbe stato sormontato("overlapped")dalle Div.Ward e Newton,mentre Stewart avrebbe cozzato contro il 14° Corpo,l'unico schierato in linea di battaglia,trincerato ed all'erta.Ora,invece,Stewart attaccherà il Corpo di Hooker,che non presenta una linea continua,in quanto Geary si trova in posizione avanzata rispetto alle altre 2 divisioni,e queste ultime non sono trincerate;Hardee,poi,potrà scagliare tutto il peso dei suoi 15000 veterani contro i 3200 uomini di Newton."Alla prova dei fatti però,questa osservazione di Castel pare discutibile.La div.Bate,che teoricamente sarebbbe in grado di aggirare la Div.Newton,giungendole alle spalle,ignora del tutto la posizione del nemico,che secondo il piano originale avrebbe dovuto attaccare frontalmente. L'intero campo di battaglia é coperto da una fitta vegetazione e la visibilità é ridotta a pochi passi;Hardee ha commmesso il grave errore di non ordinare una ricognizione,a causa del ritardo di 3 ore accumulato sull'orario previsto per l'inizio dell'attacco.Morale:la Div .Bate letteralmente non riesce a trovare il nemico ,e per 2 ore vaga alla cieca nei boschi senza giocare nessun ruolo attivo nellla battaglia.Senza il famoso spostamento di 1 miglio,ciò non sarebbe accaduto.Proverò ora a postare un paio di cartine "artigianali" per spiegare meglio la situazione.


Ultima modifica di forrest il Mer 16 Feb 2011 - 0:42, modificato 1 volta

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Piano originale,prima dello spostamento ad est

Messaggio  forrest il Ven 23 Gen 2009 - 1:20

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 23 Gen 2009 - 1:28

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 23 Gen 2009 - 1:30

A domani,per la breve descrizione della battaglia. Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 23 Gen 2009 - 1:33

La seconda cartina,ovviamente,si riferisce alle posizioni assunte dopo lo spostamento ad est,con la div.Bate che non trova il nemico e vaga nei boschi .

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Quarta puntata

Messaggio  forrest il Sab 24 Gen 2009 - 1:19

Mentre Bate vaga nei boschi,la Div.Walker urta la Div.Newton,ma le sue Brigate attaccano una alla volta,in modo scoordinato,venendo respinte una alla volta.A sinistra di Walker dovrebbero entrare in azione le 4 brigate della Div.Maney,ma ciò non accade;prima di prendere contatto col nemico i soldati di questa Div.si fermano.Cedo la parola ad Albert Castel:"Prima di procedere oltre vogliono sapere cosa li aspetta,e quindi mandano in avanscoperta degli esploratori.Troppo spesso in passato,a Fort Donelson,Shiloh,Perryville,Murfresboro,soprattutto Chickamauga,si sono avventati a testa bassa contro gli yankees,solo per essere massacrati inutilmente."L'azione del Corpo di Hardee si chiude quindi con un totale fallimento,ed é un bene che Cleburne venga dirottato a coprire le fortificazioni ad est di Atlanta,pochi istanti prima di essere scagliato in un attacco ormai senza speranza.Secondo i piani,Cleburne avrebbe dovuto intervenire per sfruttare il successo di Bate,Walker e Maney;Hardee,invece,stava per sacrificarlo in un attacco isolato contro 2 divisioni nordiste(Newton e Ward)che hannno ormai avuto il tempo di schierarsi entrambe in linea di battaglia.La leggenda secondo cui fu il mancato intervento di Cleburne che negò ai confederati la vittoria é totalmente infondata.Ma veniamo al Corpo di Stewart;la Div.Loring attacca con ìmpeto irresistibile e travolge la div.Geary,ributtandola indietro in preda al pànico.Ma questi valorosi del profondo Sud,provenienti da Alabama,Mississippi e Louisiana,pagano a caro prezzo la passività di Maney ,che rifiutandosi di avanzare ha lasciato del tutto scoperto il loro fianco destro;la Div .Ward,avanzando fino alla cresta ed allineandosi a Newton,prende d'infilata i mississippiani della Brigata Featherston;Joe Hooker in persona si incarica di fermare e riorganizzare la Div.Geary,il cui contrattacco costringe Loring alla ritirata dopo una lotta sanguinosa.L'ultima Div.sudista ad entrare in azione é quellla del Gen.Walthalll;sedondo il piano,avrebbe dovuto intervenire con la linea nordista già in piena rotta,"arrotolata" verso il Chattahoochee.Incontra invece l'oposizione della Div.Williams,che allertata dai rumori della battaglia iniziata ormai da un'ora,ha avuto il tempo di avanzare fino a Collier Ridge.Inoltre,alla sua destra,é schierato l'intero 14° Corpo;dopo una breve e cruenta lotta anche Walthall deve ritirarsi.Tra i suoi caduti,da segnalare il comandante dell'artiglieria divisionale,il Maggiore William Preston,fratello di Sally "Buck" Preston,la promessa sposa del Generale Hood.Si chiude così la battaglia del Peachtree Creek,fatale quanto poche altre per la Confederazione.A domani,amici confederati,per un bilancio ed una valutazione di questa cruciale battaglia. Very Happy Allego una cartina,stavolta NON artigianale ,relativa alle posizioni delle forze in campo a battaglia in corso.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 24 Gen 2009 - 1:32

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Dom 25 Gen 2009 - 1:38

Veniamo dunque a quello che gli storici americani chiamano:"il conto del macellaio."I nordisti hanno perso 1900 uomini,quasi tutti(1700)apppartenenti al 20°Corpo di Joe Hooker.Si tratta del 10% dellle forze effettivamente entrate in azione.I confederati perdono circa 2500 uomini,il 10 % del totale dei 2 Corpi impegnati,ma solo il 5% dei soldati entrati in azione.Insomma,per i sudisti non fu quel massacro raccapricciante di cui parleranno il veccchio Joe e i suoi sostenitori.Soprattutto se paragonato ad altri ben + impressionanti bagni di sangue cui venne sottoposta in precedenza l'Armata del Tennessee.Si tratta comunque,indiscutibilmente,d'una grave sconfitta;cedo la parola ad Albert Castel:"...Negli anni seguenti molti storici ne incolperanno il Generale Hood:avrebbe attaccato troppo tardi per cogliere Thomas nel delicato frangente dell'attraversamento del fiume,così dandogli il tempo di trincerarsi;peggio ancòra,Hood avrebbe scaraventato le sue truppe in uno sconsiderato,disperato assalto frontale contro queste trincee;il risultato sarebbe stato un massacro,il primo d'una lunga serie.Gran parte di queste critiche sono ingiuste,e sono basate sull'ignoranza o sul trascurare alcuni fattti.Hood non ebbbe mai l'intenzione di colpire Thomas mentre attraversava il Peachtree Creek,ma voleva intrapppolare l'intera Armata nemica a sud del fiume;e solo 4 Brigate nordiste,delle 13 che entrarono in azione,erano trincerate quando l'attaccco confederato venne lanciato ...Le ragioni fondamentali della sconfitta furono 2:1)l'attacco di Hardee,dal quale dipendeva l'esito dell'intera operazione,fu lanciato alla cieca,senza una ricognizione,così eliminando virtualmente Bate dalla battaglia.Inoltre,fu scoordinato,impiegò solo un terzo delle forze disponibili,e nel caso della div.Maney fu fiacco e poco convinto.Questi errori spiegano come i 3200 uomini della Div.Newton riuscirono a respingere un intero Corpo perdendo solo 102 uomini.2)Gli uomini di Stewart,per contro,si battterono come leoni,arrivando ad un passo dal successo,e riuscendo in un'impresa rara in quella Guerra:infliggere ad un nemico + numeroso,attacccandolo,perdite + pesanti delle proprie.In breve,dove i confederati godevano della superiorità numerica (Hardee)non combatterono bene;e dove combattterono bene erano troppo pochi(Stewart).E poichè non combatterono abbastanza bene dov'erano abbastanza forti,persero.Questa,in sostanza,é la storia della battaglia del Peach Tree Creek." Praticamente,questa descrizione della battaglia é l'esatto contrario di quanto scrive Luraghi,che attribuisce un iniziale successo ad Hardee,afffermando invece che Stewart non riuscì nepppure ad avvicinarsi al nemico.Da notare che Hood ,nelle sue memorie,elogiò Stewart,riconoscendo che "eseguì gli ordini alla letttera", e rimproverando invece il Corpo di Hardee che"pur composto dalle migliori truppe dell'Armata,non combinò praticamente niente,limitandosi a qualche schermaglia col nemico."Luraghi,evidentemente,ignorò questa fonte,che pure aveva certamente letto perchè ne parla in altre parti del libro.Per la sua breve ricostruzione della battaglia,Luraghi cita un'unica fonte,una "secondary source"risalente al 1881:"The campaigns of the Civil War."Albert Castel si basa,oltre che sugli O.R., su 19 "primary sources"di fonte nordista e 13 di fonte sudista,su una decina di articoli di giornale dell'epoca e su 6 "secondary sources."Ognuno tragga le conclusioni che vuole;le mie,scusate se mi ripeto,sono che uno storico impegnato nello sforzo gigantesco di scrivere una storia generale dellla Guerra Civile non può essere ferrato su una singola Campagna come uno specialista.A risentirci tra qualche giorno ,amici confederati,per parlare della battaglia di Bald Hill. Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

complimenti

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Dom 25 Gen 2009 - 13:49

Senza parole...... Shocked complimenti veramente per il lavoro Forrest!!!

Colonnello Valerio Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Lun 26 Gen 2009 - 12:18

Capt. Patrick M.Griffin ha scritto:Senza parole...... Shocked complimenti veramente per il lavoro Forrest!!!

Colonnello Valerio Like a Star @ heaven

mi associo,
recapitalando in maniera sintetica : la divisione bate vagò per i boschi a "cercare i funghi", il gen. maney tira una "frenata" pazzesca, lasciando stewart che attacca anche in ineriorità numerica thomas, pure con il fianco destro scoperto.
che pasticcio !
pensare la posizione che i nordisti occupavano, con i due fiumi alle spalle, era, per loro, molto pericolosa !
capisco ora come mai l'armata del tennesse (conf. ), non vinse mai una battaglia durante la guerra.
(a chikamauga "la botta" decisiva, la vibrarono gli uomini dell'ANV).

alla prossima
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 26 Gen 2009 - 19:05

Ho spostato la discussione qui perchè non tratta della figura di Hood ma degli scontri dell'Armata del Tennessee a partire da quando egli ne prese il comando, quindi tratta di operazioni militari. So che a volte è un po difficile scegliere dove inserire le discussioni e mi scuso per i spostamenti che a volte creano un po di confusione momentanea ma rendono più facile la consultazione.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Sesta puntata

Messaggio  forrest il Gio 29 Gen 2009 - 15:53

Mi accingo ora a parlare,amici confederati,della battaglia di Bald Hill,+ semplicemente nota come battaglia di Atlanta,la + cruenta e sanguinosa dell'intera Campagna.Forse mai la malasorte,il caso,i + fatalisti scomoderanno il Destino,si accanirono in modo + beffardo contro il Sud,di quanto fecero in quel tragico 22 Luglio 1864.Per seguire il complesso svolgimento delle operazioni é necessario ricordare la disposizione delle forze in campo la sera del 21 Luglio:L'Armata unionista del Tennessee del Gen.McPherson schiera il 15° Corpo del Gen.Logan a cavallo della ferrovia per Augusta(e della strada per Decatur);alla sua destra (nord)si trova il 16° Corpo del Gen.Dodge;ancora + a nord l'Armata dell'Ohio di Schofield;a sinistra(sud) di Logan si trova il 17° Corpo del Gen.Blair.A fronteggiare questi reparti,a Nord della ferrovia sono piazzati il Corpo di Cheatham,e alla sua sinistra(sud) i cavalleggeri di Wheeler;ancora + a sinistra,a sud della ferrovia ,le Div.Cleburne e Maney del Corpo di Hardee.Ciò che + preoccupa Hood è la possibilità che i nordisti si spingano a sud-ovest tagliando la ferrovia per Macon,l'ultima rimasta attraverso cui Atlanta e i suoi difensori ricevono i rifornimenti.Sherman ha però commesso l'ennesimo errore madornale della sua mediocre Campagna(non sarà l'ultimo):preoccupato che dalla Virginia possano arrivare rinforzi per Hood,é letteralmente ossessionato dall'idea di strappare i binari della ferrovia proveniente da Augusta per quanti + km possibile.Pertanto ha ordinato alla cavalleria del Gen.Garrard,che dovrebbe presidiare il suo fianco sinistro,di spostarsi a est di Decatur e di eseguire questo ingrato (e inutile) compito.Ciò ha permesso agli "scouts" del Gen.Wheeler di eseguire senza alcun disturbo approfondite ricognizioni,appurando che il fianco sinistro nordista é scoperto,e le salmerie dell'Armata del Tennessee(unionista)si trovano parcheggiate a Decatur;a difenderle,un'unica Brigata di fanteria.Appresa la notizia,Hood decide di prendere l'iniziativa,con un piano tanto audace quanto azzardato,che chiaramente s'ispira alla manovra aggirante di Stonewall Jackson a Chancellorsville. Per prima cosa Hood richiama tutti i suoi reparti entro la cerchia + interna delle fortificazioni di Atlanta:il comandante del Genio,il Tenente-Colonnello Stephen Presstman,ha dovuto allestirle in fretta e furia,perché quelle esistenti erano "troppo vicine alla città,mal collocate,e praticamente inesistenti verso Ovest."Il vecchio Joe,che aveva avuto 6 mesi di tempo per allestirle,se ne era evidentemente dimenticato,come aveva dimenticato tantissime altre cose durante la sua infelice parentesi al Comando dell'Armata e del Distretto del Tennessee.E così si spiega il suo telegramma a Richmond del 18 Luglio,in cui aveva scritto:"stiamo mettendo in condizione Atlanta di essere tenuta dai miliziani, etc... ".La nuova linea fortificata dovrà essere presidiata da Stewart(a nord e a ovest)dai miliziani di Smith (a Sud)e da Cheatham(a est);Hardee e Wheeler dovranno radunarsi nel centro di Atlanta,e poi uscire dalla città imboccando la McDonough Road,marciare dapprima verso Sud,poi piegare ad Est fino a Cobb's Mill,infine puntare a nord-est verso Decatur.Dopo aver catturato le salmerie nordiste,dovranno poi puntare a ovest seguendo la ferrovia,e prendere alle spalle McPherson.Una volta che la linea unionista avrà cominciato a sgretolarsi,Cheatham avanzerà da Atlanta,e spingerà il nemico verso Nord,cioè verso la sacca formata dal Peach Tree Creek e dal Chattahoochee.Praticamente,realizzando ciò che Hardee e Stewart non sono riusciti a fare 2 giorni prima.L'attacco su Decatur dovrà comnciare all'alba,"o il + presto possibile dopo l'alba ."E qui veniamo alla prima grande controversia legata a questa battaglia fatale;Hood,nelle sue memorie,scriverà che il responsabile della mancata vittoria é da ritenersi Hardee,perché anziché marciare fino a Decatur,piombando quindi ALLE SPALLE di McPherson,accorciò il tragitto,percorrendo un giro meno ampio,e andò a cozzare,MOLTO AD OVEST di Decatur,contro il fianco sinistro fortificato del nemico.Secondo il Gen.Cheatham e il Colonnello Thomas Roy,Capo di Stato Maggiore di Hardee,le cose andarono diversamente;durante tutta la giornata del 21 Luglio Cleburne e Maney avevano combattuto duramente per arginare l'avanzata nordista verso Atlanta,e solo verso mezzanotte erano riuscite a rompere il contatto e a ritirarsi verso la città.La strada che Hardee dovrebbe percorrere per giungere a Decatur é lunga 24 km,e queste 2 Div.,si rende conto Hardee,non potranno percorrere questa distanza in tempo per sferrare l'attacco all'alba,o poco dopo;chiede pertanto(o AVREBBE CHIESTO)a Hood il permesso di accorciare il tragitto,e ,una volta giunto a Cobb's Mill,di puntare DRITTO A NORD anzichè puntare a nord-est su Decatur.Hood avrebbe acconsentito,e il piano ,così modificato,avrebbe previsto che,arrivati a Cobb's Mill,Wheeler avrebbe dovuto separarsi da Hardee e puntare su Decatur e sulle salmerie nordiste,mentre Hardee avrebbe proseguito DA SOLO(quindi senza l'essenziale ausilio della cavalleria)in direzione nord.In tal modo Hardee avrebbe dovuto coprire la metà del tragitto previsto dal piano originale,e sarebbe stato in grado di attaccare all'alba con tutte e 4 le sue Divisioni.Come vedremo,neppure questa modifica del piano permetterà ad Hardee di attaccare all'alba;il contatto col nemico verrà preso DOPO MEZZOGIORNO,con 7 ore(!) di ritardo sulla tabella di marcia.Impossibile stabilire se Hood davvero diede il suo consenso alla modifica del piano;va notato che le sue Memorie vennero pubblicate pòstume,e Hood non potè quindi replicare alle argomentazioni di Cheatham e Roy.La maggioranza degli storici,e tra questi Albert Castel,sono propensi a credere a questi ultimi.La verità,con certezza,non si saprà mai.Alla prossima puntata,amici confederati,per descrivere quella che il Professor Luraghi, basandosi sulla solita fonte secondaria che l'aveva tratto in inganno riguardo la battaglia del Peach Tree Creek, definisce nella sua opera "una marcia da manuale",e che invece fu una marcia fantozziana. Very Happy Allégo una cartina(assai mediocre,non ho trovato di meglio)del teatro operativo.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

cartina relativa alla manovra aggirante

Messaggio  forrest il Gio 29 Gen 2009 - 16:01

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Settima puntata

Messaggio  forrest il Ven 30 Gen 2009 - 0:56

Le Div.Bate e Walker lasciano Atlanta e imboccano la McDonough Road,marciando verso sud,nella tarda serata del 21 Luglio;Cleburne e maney,come già ricordato,riescono a rompere il contatto col nemico solo a mezzanotte.La div.Maney,l'ultima a lasciare Atlanta,imbocca la McDonough Road solo alle 3 di notte del 22 Luglio.I soldati di Cleburne sono stremati dopo 2 giorni di continue marce,combattimenti e notti insonni;quelli di Maney sono in condizioni appen migliori.A peggiorare le cose,la polvere é alta fino alle caviglie,la notte é calda e umida,ei cavalleggeri di Wheeler,che transitando in Atlanta si sono abbandonati ad un vergognoso saccheggio,intralciano continuamente la marcia della fanteria,provocando ulteriori ritardi e ulteriore fatica.Centinaia di fanti si lasciano cadere sul ciglio della strada,incapaci di proseguire.Da notare che il saccheggio di Atlanta,che stranamente Luraghi non cita affatto,é stato di tali dimensioni e gravità che Hood ordinerà l'arresto di 80 cavalleggeri,5 dei quali verranno fucilati.Solo quando é giorno Cleburne raggiunge Cobb's Mill,e Maney é ancora + indietro.A Cobb's Mill Hardee,che cavalca accanto a Cleburne,ordina una sosta:i soldati devono per forza riposarsi e mangiare,o stramazzeranno tutti al suolo.A questo punto i Corpi di Wheeler e Hardee si separano:il primo prosegue in direzione nord-est verso Decatur per impadronirsi delle salmerie nemiche,il secondo,dopo la sosta,punterà direttamente a nord,diretto contro l'Armata di McPherson.La logica suggerirebbee che almeno una piccola aliquota di cavalleria resti con Hardee;a difendere le salmerie nordiste c'è una sola brigata,e Wheeler dispone di 3 divisioni.Inspiegabilmente nessuno pensa a un accorgimento tanto ovvio.Hardee rimane così privo di cavalleria che gli possa aprire la strada,e ignora del tutto cosi si trovi davanti al suo Corpo.Decide quindi,quando ancora si trova a molte miglia dal nemico,di schierare le sue 4 divisioni in linea di battaglia ,una di fianco all'altra.Continuando ad avanzare in colonna,teme di finire in bocca al nemico,del quale ignora la posizione e la forza.Bate e Walker avanzeranno seguendo il corso del Sugar Creek,Cleburne e Maney rispettivamente a destra e a sinistra della Flat Shoals Road.Il terreno da attraversare é un'autentica giungla costituita da rovi,rampicanti,cespugli di mirtilli epaludi.Mantenere l'allineamento tra le Brigate di ciascuna Divisione é arduo,mantenere i contatti tra le Divisioni é impossibile.La Div.Walker si trova di fronte ad un enorme stagno,che la guida,un civile aggregatosi a Cobb's Mill,ha mancato di segnalare.Il Gen.Walker estrae la rivoltella e sta per freddare la guida,solo gl scongiuri del suo attendente , Maggiore Cummings,evitano l'omicidio.La Div. dovrà girare attorno all stagno,accumulando ulteriore ritardo e perdendo il contatto con le altre divisioni.Cedo la parola ad Albert Castel:"Come ha fatto 2 giorni prima sulle rive del Peachtree Creek,il Corpo di Hardee sta lanciando l'attacco in modo disorganizzato,confuso,praticamente alla cieca,e per le stesse ragioni:già con ore di ritardo sulla tabella d marcia,Hardee ritiene di non avere il tempo di eseguire una ricognizione allo scopo di accertarsi della posizione e della forza delle linee nemiche,e del modo migliore di avvicinarsi ad esse."Secondo il biografo di Hardee,Nathaniel Hughes,"Hardee avrebbe dovuto continuare a marciare in colonna fino a breve distanza dal nemico,e poi spiegare le sue divisioni in linea di battaglia.Coprire una lunga distanza con uno schieramento così ampio e ingombrante provocò disordine,confusione,e sfociò in una serie di attacchi scoordinati.Se le sue 4 Divisioni avessero attaccato simultaneamente il risultato sarebbe stato molto diverso."All'incirca alle 12.30 il Generale Walker,dopo aver aggirato lo stagno suddetto,precede la sua divisione in cima ad un'ondulazione e impugna il binocolo per scrutare cosa si trovi +a nord;lafucilata di un picchetto nordista lo uccide sul colpo;é la prima vittima dell'aspra battaglia di Atlanta.Ma cosa hanno fatto gli yankees mentre i confederati eseguivano la loro ardua marcia aggirante?Lo svelerò nella prossima puntata,fratelli confederati! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  Capitano Sally il Ven 30 Gen 2009 - 19:30

Grande Forrest! Very Happy
Ho salvato tutto il tuo racconto, e presto lo stamperò per rileggermelo per bene e con calma.

Grazie del racconto, perchè per la campagna di Atlanta finalmente capirò come si svolsero i fatti.

Ciao

Capitano Sally
Primo Sergente
Primo Sergente

Numero di messaggi : 60
Data d'iscrizione : 21.11.08
Località : Modena

Vedere il profilo dell'utente http://www.arsdimicandi.net

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-ottava puntata

Messaggio  forrest il Sab 31 Gen 2009 - 1:39

Bald hill é una modesta altura priva di vegetazione ubicata poche centinaia di metri a sud dei binari della ferrovia per Augusta;Il 21 luglio i nordisti l'hanno conquistata ponendo in fuga i cavalleggeri della brigata del Gen.Ferguson.All'alba del 22 luglio le vedette unioniste,in cima a questa elevazione,scorgono la Div.Maney intenta a lasciare Atlanta e diretta verso Sud.Di ciò informato,Sherman balza subito all'affrettata conclusione che Hood stia evacuando Atlanta; invia quindi messaggi ai Comandanti delle sue 3 Armate affinchè si pongano all'immediato inseguimento.Thomas dovrà passare ad ovest di Atlanta,McPherson ad est,mentre a Schofield toccherà l'onore di entrare trionfalmente in città.Come scrive Albert Castel,"Sherman é sempre propenso a pensare che il nemico farà ciò che a lui piacerebbe che facesse."Poco dopo,osservando da un'altura le fortificazioni ad est di Atlanta ancora ben presidiate dai fanti confederati,deve revocare in tutta fretta l'ordine di inseguimento.A differenza del suo superiore,McPherson intuisce subito il piano di Hood,e comincia a temere che un attacco si svilupperà presto contro il suo fianco sinistro.Decide pertanto di spostare a Sud(a sinistra) il 16° Corpo;la div.Sweeney dovrà piazzarsi alle spalle del 17° Corpo,mentre la brigata Morrill della div.Fuller dovrà prolungare la linea del 17° Corpo verso Sud,schierandosi all'estrema sinistra della linea nordista..La restante brigata di Fuller,come già ricordato,si trova a Decatur ,a guardia delle salmerie.La Div.Sweeney,quando riceve l'ordine,é molto lontana,a destra(a nord) dell'armata dell'Ohio,e riuscirà a raggiungere la posizione indicata da McPherson solo verso mezzogiorno;la brigata Morrill,viceversa,si trova molto + vicino,a sinistra(a sud) dell'Armata dell'Ohio,e arriva alle spalle del 17° Corpo a metà mattina;a questo punto dovrebbe schierarsi,secondo gli ordini,all'estrema sinistra,prolungando la linea nordista verso sud.Deve però aspettare che la Div Smith del 17° Corpo occupi la linea di fortificazioni esterne di Atlanta,quella presidiata fino alla sera prima da Cleburne e Maney.Pertanto,nell'attesa,si accampa circa 1 km alle spalle di Smith.A questo punto Sherman ne combina un'altra delle sue:non contento di aver inviato la cavalleria a strappare i binari della ferrovia,ordina che l'intero 16° Corpo si diriga ad est di Decatur a fare lo stesso.Mc Pherson,quando riceve questo ordine,rimane sbalordito;balza subito in sella al suo cavallo e raggiunge il Q.G.di Sherman,scongiurandolo di revocare quest'ordine insensato.Sherman si mostra recalcitrante,ritiene che McPherson sia troppo prudente,e non ritiene che vi sia acun pericolo di un attacco nemico .Infine i 2 Generali trovano un compromesso:Il 16° Corpo resterà alle spalle del 17°,ma solo fino alle ore 13;se per quell'ora il nemico non avrà attaccato,almeno una div.del 16° Corpo verrà mandata a Decatur a strappare i binari.Ma l'impaziente Sherman non aspetterà le 13: a mezzogiorno in punto invia questo messaggio a McPherson:"Lasciate la div.Sweeney dove abbiamo previsto(alle spalle del 17° Corpo n.d.r.) e mandate la Div.Fuller(in realtà solo la brigata Morrill n.d.r.) a strappare i binari ad est di Decatur."Quando McPherson riceve il messaggio sono circa le 12.30;Sweeney ha raggiunto la posizione assegnatagli mezz'ora prima.A malincuore McPherson invia un portaordini al Gen.Dodge,Comandante del 16° Corpo,affinchè esegua l'ordine di Sherman e avvii la Brigata Morrill verso Decatur.Mentre il portaordini parte al galoppo,si ode uno sparo provenire da sud;é il colpo che ha ucciso il Gen.Walker.Segue un altro sparo,poi una raffica,infine una incessante sparatoria:l'attacco sudista é cominciato!Il caso,o il Destino,hanno voluto che Hardee trovasse a sbarrargli la strada il 16° Corpo al completo;se l'attacco confederato fosse iniziato solo mezz'ora prima,la div.Sweeney non sarebbe stata presente;e se fosse iniziato mezz'ora dopo,a mancare sarebbe stata la brigata Morrill,che sarebbe già stata in marcia verso Decatur in ossequio all'assurdo ordine di Sherman.Non solo:se la div.Smith fosse stata + lesta ad occupare le trincee abbandonate da Cleburne e da Maney,i soldati di Morrill sarebbero stati,anche in questo caso,altrove,allineati al 17°Corpo,fronte ad ovest,anziché alle spalle di esso,fronte a Sud.La linea nordista sarebbe stata presa alle spalle e forse annientata.Il caso,unitamente alla lungimiranza e all'ostinazione di McPherson ,hanno fatto sì che ora le 2 stremate ed esigue div.di Bate e Walker debbano vedersela col 16° Corpo schierato in linea di battaglia e pronto a riceverli.A Bate non rimangono che 1500 uomini,l'equivalente di una Brigata;la Div.Walker ha perso il suo comandante ancor prima che la battaglia cominciasse.Inoltre,le brigate sudiste arrivano sula scena della battaglia una alla volta,e i loro attacchi disgiunti non riescono neppure ad avvicinarsi al nemico.Dopo soli 3/4 d'ora la loro fiacca offensiva si spegne,e le 2 div.si ritirano al riparo della foresta;non giocheranno + alcun ruolo nella battaglia.Per la seconda volta in 3 giorni,Sherman é stato salvato dalla catastrofe dai suoi subordinati(Thomas sul Peach Tre Creek,e ora Mc Pherson)e da una buona dose di fortuna.Ma che ne é stato delle altre 2 Divisioni di Hardee,quelle di Cleburne e Maney?E come é andata l'incursione di Wheeler a Decatur?A domani,amici.Un ringraziamento particolare al Capitano Sally.Allègo la solita cartina,sperando che aiuti a comprendere un po' meglio i complessi sviluppi della vicenda che sto raccontando.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

cartina

Messaggio  forrest il Sab 31 Gen 2009 - 1:57

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

2I dolori del giovane Sam"-Nona puntata

Messaggio  forrest il Sab 31 Gen 2009 - 15:06

La Brigata Morrill,come già detto,nel corso della mattinata si era accampata circa 1 km alle spalle della Div.Smith,sulla riva ovest del Sugar Creek;ciò gli ha permesso di trovarsi ,casualmente,proprio di traverso alla direzione d'attacco delle Div.Walker e Bate,ma ha lasciato aperto un varco tra il 17° e il 16° Corpo.In questo gap cerca ora di penetrare la Div.Cleburne.McPherson se ne avvede,e ordina che una brigata del 15° Corpo,quella del Gen.Wangelin,si sposti a sud-est per chiudere la falla.Poi McPherson cavalca verso il Q.G.del Generale Blair,il comandante del 17° Corpo,per affrontare l'emergenza.Inspiegabilmente,per un comandante d'Armata,é scortato da 2 soli uomini,il suo attendente e un ufficiale del reparto addetto alle segnalazioni.D'un tratto dai boschi sbuca un drappello di soldati sudisti.Per la descrizione di quanto accade,cedo la parola ad Albert Castel:"Un ufficiale sudista solleva la spada,intimando a Mc Pherson di arrendersi;il Generale nordista si ferma,si toglie il cappello come per salutare,quindi gira improvvisamente il cavallo e galoppa verso i boschi sull'altro lato della strada.I confederati sparano;uno dei loro proiettili trapassa entrambi i polmoni di McPherson,vicino al cuore.Il suo cavallo lo trasporta per una breve distanza,poi McPherson cade pesantemente a terra,con la faccia in giù;è morto,o lo sarà tra pochi istanti.I 2 uomini che lo scortavano giacciono anch'essi lì vicino;hanno picchiato il capo contro i rami + bassi degli alberi,e sono stati disarcionati,perdendo i sensi.Quando uno dei 2 rinverrà,si accorgerà che il suo orologio si é rotto nella caduta,e segna le 14.02.L'ufficiale che comanda il drappello sudista il capitano Richard Beard,del 5° Confederate,un reggimento del Tennessee ridotto a soli 91 uomini e appartenente alla Brigata Granbury;Il colpo fatale è stato sparato dal Caporale Robert Coleman.I soldati confederati sostano brevemente accanto al cadavere di McPherson,e gli levano il cinturone,il binocolo,e un taccuino;poi se ne vanno,distrattamente lasciando addosso allo sventurato Generale un anello di diamanti e un portafoglio pieno di banconote di grosso taglio.Continua...

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-decima puntata

Messaggio  forrest il Lun 2 Feb 2009 - 16:09

Il Professor Luraghi,nella sua sintetica descrizione della battaglia,scrive che McPherson aveva schierato,fin dalla sera prima,il 17° Corpo fronte a sud,ad angolo retto col 15°;é un 'inesattezza molto grave,originata da fonti insufficienti e fuorvianti.Avendo appreso che alcuni amici del forum si apprestano a leggere il libro di Luraghi,mi sembra doveroso segnalarlo,giunti ai capitoli riguardanti la Campagna di Atlanta,stiano in guardia ,e si ricordino che quel libro é stato scritto tanti tanti anni fa.In realtà,il 17° Corpo,nel pomeriggio del 22 Luglio,é ancora schierato fronte a Ovest,eccezion fatta per la Brigata posizionata all'estrema sinistra(sud).Si tratta della Brigata del Gen.Hall,costituita da 4 reggimenti dello Iowa.Consapevoli che il loro fianco sinistro era scoperto,questi veterani,che hanno combattuto tutte le battaglie dell'Armata da Shiloh in poi,di propria iniziativa hanno costruito una ridotta semicircolare fronte a sud,col lato orientale piegato verso nord.Davanti alla ridotta hanno poi spianato un campo di tiro ,preceduto da abbattute di alberi.A presidiare la ridotta,anche una batteria di 4 cannoni.La Div.Cleburne,risalendo la Flat Shoals Road,urta proprio questa ridotta,ed é inizialmente respinta.Ma la ridotta si estende verso est solo per poche decine di metri,e viene aggirata.Il 16° Iowa viene catturato al completo,e il resto della Brigata deve battere in ritirata.Lo stesso deve fare l'altra brigata della Div.G.A.Smith,per evitare di venire presa alle spalle.L'intera linea nordista a sud di Bald Hill é quindi crollata davanti all'avanzata di Cleburne e Maney.Sono le ore 16;Hood,informato del buon esito del loro attacco,ordina a Cheatham di uscire dalle fortificazioni di Atlanta e di attaccare a sua volta,con la Div.Brown a cavallo della ferrovia,la Div.Clayton alla sua sinistra(nord) e la Div.Stevenson alla sua destra (sud).Sarebbe lungo e complesso seguire le altalenanti vicende della battaglia,che durerà fino al calar della notte;riassumendo per sommi capi,Il 17° Corpo unionista,scacciato dalle sue trincee,arretra verso Bald Hill,schierandosi fronte a Sud,ad angolo retto col 15°,e allungando la propria sinistra verso il 16° Corpo,andando a chiudere quella falla che aveva permesso l'aggiramento da parte di Cleburne;è questa,evidentemente,la posizione descritta da Luraghi,ma non é certo stata assunta la sera prima!Più a nord,2 brigate della div.Brown,quelle dei Generali Manigault e Sharp,riescono a sfondare il centro del 15° Corpo,nel punto di contatto di 2 brigate federali,proprio a cavallo della ferrovia.Per chiudere la falla,Sherman sposta l'intera artiglieria del'Armata dell'Ohio(20 cannoni)su una collina a nord-est,e ordina di concentrare il fuoco sulle 2 Brigate confederate.Poi ordina al Gen.Logan di contrattaccare con 4 brigate del 15° e del 16° Corpo.Continua.(seguiranno 2 cartine per capire meglio il complesso evolversi della battaglia)

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Undicesima puntata

Messaggio  forrest il Mar 3 Feb 2009 - 15:10

L'epicéntro della battaglia é però l'altura di Bald Hill,fulcro della linea nordista,della quale costituisce letteralmente la pietra angolare;è tenuta dalla Div.Leggett del 17° Corpo,con la brigata del Gen.Force schierata fronte a ovest,e quella del Gen.Scott,ad angolo retto con Force,schierata fronte a Sud;prolungano la linea nordista a sinistra di Scott le Brigate Potts,Hall e Wangelin,estendendosi verso est fino quasi a collegarsi col 16° Corpo.Contro questa linea Hardee lancia le Div.Cleburne e Maney,unitamente a 2 brigate della Div.Walker.Inoltre ammassa tutta l'artiglieria disponibile per fornire appoggio ai fanti ,che attaccano Bald Hill alla baionetta.Cedo la parola allo storico:"Risalendo a passo di carica il vesante sud di Bald Hill,la Brigata dell'Arkansas del Gen.Govan raggiunge le barricate innalzate in tutta fretta dagli ohioani della Brigata Scott;segue un feroce combattimento corpo a corpo,qualcosa di raro nelle battaglie della Guerra Civile;i soldati cadono colpiti da colpi di baionetta,dai calci dei fucili brandìti a guisa di clave,e anche dai pugni;gli ufficiali squarciano i nemici con le loro sciabole,che di solito venivano considerate semplici giocattoli.Quando alcuni confederati afferrano un malcapitato nordista per le caviglie,il poveretto rischia di venire squartato,tentando i compagni di savarlo dalla cattura tirandolo per la testa.Infine i sudisti in grado di farlo devono ritirarsi al riparo dei boschi."Leggendo questo resoconto,viene spontaneo ricordare la Carica di Pickett,o quella del Colonnello Rogers contro la Batteria Robinett a Corinth.A questo punto accade un episodio assurdo,che ben sintetizza il contrasto stridente,tante volte emerso nel corso di quella guerra sventurata,tra l'eroismo dei soldati sudisti e i deprecabili pasticci dei loro comandanti;Hood ,resosi conto che la battaglia verrà vinta solo se cadrà Bald Hill,ordina che 3 Brigate della Div.Clayton vengano spostate dal'estrema sinistra(Nord)verso Sud ,per attaccare il versante Nord di Bald Hill,mentre Hardee attaccherà di nuovo il versante Sud.Mentre le 3 Brigate marciano in colonna verso Sud,attraversano il settore del Gen.Brown;costui s'impossessa arbitrariamente della Brigata che guida la colonna,comandata dal Gen.Stovall,e senza chiedere il consenso né avvertire Clayton la dirotta verso la ferrovia,a rinforzo di Manigault e Sharp impegnati ad arginare il contrattacco nordista.La seconda Brigata(Gen.Holtzclaw)che evidentemente ha l'ordine di seguire la Brigata di testa,si dirige anch'essa verso la ferrovia.La terza Brigata,una magnifica brigata della Luisiana comandata dal Gen.Gibson,considerata tra le migliori dell'Armata del Tennessee,perde di vista le altre 2 e,evidentemente non sapendo + dove andare,si ferma nei boschi,dove resterà fino al termine della bataglia.Non viene spiegato,nella ricostruzione di Albert castel,dove si trovi il Gen.Clayton,cosa stia facendo,e perché mai non sia intervenuto.Mi riprometto di indagare su questo punto oscuro.Il fatto essenziale é che ad Hardee venne a mancare quel sostegno che avrebbe potuto rivelarsi decisivo per espugnare Bald Hill.La cosa + assurda é che Brown,poco dopo aver dirottato le Brigate di Clayton allo scopo di respingere il contrattacco nordista,decide inspiegabilmente di ritirarsi,nonostante Manigault lo informi di essere in grado di resistere.Il 15° Corpo può quindi rioccupare le trincee perdute e chiudere la falla.Lascio ad Albert Castel il compito di descrivere le ultime fasi della battaglia."Il sole è ora una brace che si sta spegnendo nel cielo,ad occidente,e il combattimento continua;l'artiglieria sudista batte la collinetta da est,ovest e sud,spianando intere sezioni di parapetti,maciullando i soldati dietro di essi,e inducendo alcuni difensori a temere che verranno scacciati dalle loro posizioni.Ma mentre la notte scende,il bombardamento diminuisce,poi cessa,e la collinetta resta saldamente in mano unionista.Quella che sarà chiamata dai sudisti Battaglia di Decatur,e che i nordisti e gli storici battezzeranno Battaglia di Atlanta,ma che andrebbe definita Battaglia di Bald Hill,finisce."Allègo 2 cartine:non sono tratte dal libro di Albert Castel,che proprio nelle cartine scadentissime ha il principale difetto;appartengono ad un Atlante,assai mediocre,che acquistai anni fa su Amazon per pochissimi dollari;al momento ,non ho di meglio.Come noterete,vi sono delle discrepanze tra il resoconto di Castel e la seconda cartina:la brigata Scott viene indicata fronte a Ovest,mentre invece era schierata fronte a Sud.Tra le brigate Force e Scott viene indicata la Brigata Mallory,che Castel non cita.Alla prossima,amici confederati,per un bilancio della battaglia,e scoprire che fine ha fatto la cavalleria del Gen.Wheeler.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:20


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum