Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cartina relativa al campo di battaglia all'inizio dei combattimenti

Messaggio  forrest il Mar 3 Feb 2009 - 15:15

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cartina relativa al campo di battaglia nelle fasi finali dei combattimenti

Messaggio  forrest il Mar 3 Feb 2009 - 15:19

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

osservazione

Messaggio  forrest il Mar 3 Feb 2009 - 15:23

Dalle 2 cartine si nota assai bene che all'inizio della battaglia il 17° Corpo era schierato fronte a Ovest,NON fronte a Sud,come erroneamente scrive Luraghi.L'unico settore schierato fronte a sud é la ridotta all'estrema sinistra,ma potete constatare che essa si allunga verso est per una distanza assai breve ,fermandosi poco dopo aver varcato la Flat Shoals Road.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  jeb il Mar 3 Feb 2009 - 16:13

ottimo lavoro forrest ,non so se sai che c'è un'associazione formata da disendenti e simpatizzanti del generale hood al fine di riabilitare e difendere ilnome del generale,potresi trovare del materiale molto utile dato che sei preparato e ,inoltre che leggi testi in inglese
inoltre potrebbe giovare anche a loro in uno scambio culturale proficuo
.
ciao jeb

jeb
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 29.09.08
Età : 65
Località : firenze

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Mar 3 Feb 2009 - 23:37

Lo ignoravo;sapevo che esisteva qualcosa di simile a proposito del Generale Longstreet.Grazie dell'informazione! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Mer 4 Feb 2009 - 12:35

caro forrest, una domanda :
hai fatto giustamente notare che sherman (e mcperson )nella battaglia di bald hill lasciarono il fianco sinistro praticamente scoperto.
hai un idea del perchè ?
forse non si aspettavano di essere attaccati ?

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Mer 4 Feb 2009 - 14:36

Esatto;Sherman era certo che Hood avrebbe evacuato Atlanta ritirandosi verso il bivio ferroviario di East Point.Quando le vedette nordiste,dalla cima di Bald Hill,scorsero la Div.Maney uscire dalla città e dirigersi verso Sud,Sherman pensò che le sue previsioni fossero confermate;non sospettava minimamente che quei fanti,assieme al'intero Corpo di Hardee,stessero marciando contro il suo fianco sinistro.Mc Pherson invece intuì il piano di Hood(ma solo all'alba,dopo esser stato informato dell'avvistamento di Maney,e NON LA SERA PRIMA come scrive Luraghi)e salvò l'Armata dalla catastrofe ordinando al 16° Corpo di spostarsi dietro al 17°.Ma se avesse eseguito senza discutere il successivo insensato ordine del suo superiore,il 16° Corpo sarebbe andato a Decatur a strappare i binari della ferrovia per Augusta.A mio avviso la leggerezza di Sherman fu così grave che vale da sola a squalificarlo come Generale.E buon per i nordisti che McPherson e Sherman fossero amici personali,altrimenti difficilmente le proteste e l'ostinazione di McPherson sarebbero valse a qualcosa.P.S.Il fatto che McPherson abbia capito solo all'alba il piano di Hood,anziché la sera prima,alla fine si rivelerà irrilevante,ma solo per un caso fortunato;la Div.Sweeney,ricevendo l'ordine di spostarsi a Sud solo la mattina,arrivò a destinazione a mezzogiorno circa;se i confederati avessero attaccato mezz'ora prima,come avrebbero potuto fare senza tutti i pasticci che ho elencato,Sweeney sarebbe arrivato troppo tardi per salvare la giornata.Se,viceversa,come scrive erroneamente Luraghi,Sweeney avesse ricevuto l'ordine la sera prima,questo rischio non sarebbe stato corso.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Mer 4 Feb 2009 - 15:58

caro forrest, chiara la tua spiegazione, come al solito.
francamente non riesco a capire come sherman non rese conto che hood avrebbe potuto attaccarlo.
era evidente che l'avvicendamento ai vertici dell'armata del tennesse (conf.), avrebbe portato ad un cambio di strategia, attaccare per tentare di salvare atlanta.

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Dodicesima puntata

Messaggio  forrest il Gio 5 Feb 2009 - 1:01

Prima di passare al bilancio della battaglia di Bald Hill,devo spendere qualche parola su Wheeler e i suoi cavalleggeri,che avevamo lasciato a Cobb's Mill,diretti verso Decatur e le salmerie nordiste.Purtroppo Albert Castel liquida l'argomento in poche righe,troppo poche,che traduco integralmente:"Il successo é sfuggito anche a Wheeler a Decatur;giunto a destinazione verso le ore 13,si é impadronito della città,certo,e ha catturato un certo numero di prigionieri,(Nel suo rapporto Wheeler scriverà d'aver catturato 225 uomini,n.d.r.)ma la sua vera preda,le salmerie,gli sono sfuggite,sia pure in disordine.Inoltre la Brigata Sprague,sostenuta da 2 batterie,pur arretrando per non essere circondata,lo ha tenuto bloccato,impedendogli di dirigersi verso est lungo la Ferrovia,e di seminare scompiglio alle spalle dell'Armata di Mc Pherson,come previsto dal piano di Hood.I cavalleggeri di Wheeler non hanno neppure pensato di caricare all'arma bianca la fanteria nemica,che soverchiano numericamente almeno del triplo;al contrario,come di consueto,hanno combattuto appiedati.Del resto,da tempo hanno gettato via le sciabole,un intralcio + che un aiuto combattendo in trincea."Tutto qui:sicuramente Castel,nella inadeguata trattazione di questo episodio,presta il fianco a qualche censura.Difficile capire come le lente e ingombranti salmerie abbiano potuto sfuggire a 3 divisioni di cavalleria,piombate su di loro di sorpresa.E come abbiano potuto una sola brigata e 2 batterie bloccare circa 10000 cavalleggeri.Castel non descrive neppure come finì il combattimento,lasciando solo intendere che Wheeler,al calar della sera,tornò verso sud-ovest con un pugno di mosche in mano,senza aver combinato un beneamato nulla.Eppure Hood,nelle sue Memorie,avrà parole di elogio per il suo cavalleggero.Mah...Chiaramente,il ruolo giocato da Wheeler quel giorno andrebbe indagato in modo + approfondito.Da notare che il biografo di Wheeler,Dyer,liquida l'argomento in modo ancora + sbrigativo e deludente di Castel.Non parliamo poi di Luraghi,che si limita a scrivere ,in 2 righe,che mentre Hardee lanciava all'attacco le sue 4 divisioni,"...Wheeler cadeva sulla cittadina di Decatur,ormai nelle retrovie nordiste."E nulla più.A domani,amici confederati,per il bilancio della battaglia.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Tredicesima puntata

Messaggio  forrest il Ven 6 Feb 2009 - 0:32

Veniamo dunque al bilancio della battaglia che,ricordiamolo,é stata la + imponente e sanguinosa della Campagna;i nordisti hanno perduto 3800 uomini,i confederati circa 5500,così ripartiti:3300 il Corpo di Hardee,2000 quello di Cheatham,50 i miliziani di Smith(che hanno effettuato una breve e inconcludente sortita dalle fortificazioni di Atlanta per dare manforte a Cheatham)i cavalleggeri di Wheeler a dir tanto 150.La div.+ tartassata é stata quella del Gen.Cleburne,che ha perso 1400 uomini,il 40% degli effettivi.Come si vede,una cifra totale molto + bassa di quella accettata da Luraghi(8000).Come fa giustamente notare Albert Castel,5500 perdite su 35000 uomini che parteciparono alla battaglia sono sì una cifra alta,ma non proprio un'ecatombe,se paragonata a bagni di sangue cone Shiloh,Antietam e Stone's River,dove eserciti sudisti costituiti da circa 40000 uomini persero rispettivamente 10694,13724 e 11739 uomini.Non un'ecatombe ,quindi,ma,aggiunge Castel,"un prezzo + alto di quello che Hood e la Confederazione possono permettersi di pagare senza essere ricompensati dalla vittoria."Ma il vero protagonista in negativo di quella fatale giornata é senza dubbio alcuno Sherman.Per prima cosa,lasciò il fianco sinistro di McPherson scoperto mandando la Cavalleria del Gen.Garrard a strappare i binari verso Decatur,creando così le premesse dell'attacco sudista.Poi fraintese del tutto il movimento della Div.Maney verso sud.In seguito,rischiò la catastrofe ordinando al 16° Corpo di andare anch'esso a strappare i binari a est di Decatur.Come se non bastasse,non sfruttò la presenza del grosso dell'Armata nemica a est di Atlanta per lanciare all'attacco la poderosa Armata del Cumberland,forte di 40000 uomini,contro le fortificazioni settentrionali di Atlanta,allestite in tutta fretta da Presstman e presidiate da 10000 uomini scarsi del Corpo di Stewart,chiamati a presidiare 7 km di fronte.Per finire,Sherman rifiutò la richiesta di Schofield e Howard di lanciare i loro Corpi contro il fianco sinistro scoperto di Cheatham,provato tra l'altro dalla dura battaglia;la giustificazione accampata da Sherman nelle sue Memorie ha dell'incredibile,nel leggerla non si può che restare sbigottiti:"Se qualche aiuto le fosse stato prestato da parte delle Armate dell'Ohio e del Cumberland,l'Armata del Tennessee(unionista)SI SAREBBE OFFESA."("Would be jealous.") Shocked Alla prossima,amici confederati,per parlare della Battaglia di Ezra Church,la + netta tra le sconfitte confederate della Campagna. Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 6 Feb 2009 - 23:18

forrest ha scritto:Prima di passare al bilancio della battaglia di Bald Hill,devo spendere qualche parola su Wheeler e i suoi cavalleggeri,che avevamo lasciato a Cobb's Mill,diretti verso Decatur e le salmerie nordiste.Purtroppo Albert Castel liquida l'argomento in poche righe,troppo poche,che traduco integralmente:"Il successo é sfuggito anche a Wheeler a Decatur;giunto a destinazione verso le ore 13,si é impadronito della città,certo,e ha catturato un certo numero di prigionieri,(Nel suo rapporto Wheeler scriverà d'aver catturato 225 uomini,n.d.r.)ma la sua vera preda,le salmerie,gli sono sfuggite,sia pure in disordine.Inoltre la Brigata Sprague,sostenuta da 2 batterie,pur arretrando per non essere circondata,lo ha tenuto bloccato,impedendogli di dirigersi verso est lungo la Ferrovia,e di seminare scompiglio alle spalle dell'Armata di Mc Pherson,come previsto dal piano di Hood.I cavalleggeri di Wheeler non hanno neppure pensato di caricare all'arma bianca la fanteria nemica,che soverchiano numericamente almeno del triplo;al contrario,come di consueto,hanno combattuto appiedati.Del resto,da tempo hanno gettato via le sciabole,un intralcio + che un aiuto combattendo in trincea."Tutto qui:sicuramente Castel,nella inadeguata trattazione di questo episodio,presta il fianco a qualche censura.Difficile capire come le lente e ingombranti salmerie abbiano potuto sfuggire a 3 divisioni di cavalleria,piombate su di loro di sorpresa.E come abbiano potuto una sola brigata e 2 batterie bloccare circa 10000 cavalleggeri.Castel non descrive neppure come finì il combattimento,lasciando solo intendere che Wheeler,al calar della sera,tornò verso sud-ovest con un pugno di mosche in mano,senza aver combinato un beneamato nulla.Eppure Hood,nelle sue Memorie,avrà parole di elogio per il suo cavalleggero.Mah...Chiaramente,il ruolo giocato da Wheeler quel giorno andrebbe indagato in modo + approfondito.Da notare che il biografo di Wheeler,Dyer,liquida l'argomento in modo ancora + sbrigativo e deludente di Castel.Non parliamo poi di Luraghi,che si limita a scrivere ,in 2 righe,che mentre Hardee lanciava all'attacco le sue 4 divisioni,"...Wheeler cadeva sulla cittadina di Decatur,ormai nelle retrovie nordiste."E nulla più.A domani,amici confederati,per il bilancio della battaglia.

Dato che ho studiato l'organizzazione del corpo Wheeler l'anno scorso, e che i miei ricordi non sono svaniti del tutto, appena posso vado a vedere cosa dicono i miei libri sulla battaglia di Decatur.

Salutoni Claudio

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 6 Feb 2009 - 23:33

Ottima idea,grazie! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Wheeler a Decatur

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 7 Feb 2009 - 13:10

Questo quello che sono riuscito a trovare.
 Dal libro “Campaings of Wheeler his Cavalry 1862-1865”
La notte del 21 luglio, il generale Wheeler mosse intorno al fianco destro nemico “per creare una diversione a favore di Hardee”, ed il giorno dopo (il 22) attacco’ la divisione di fanteria (due brigate e un po di artiglieria che occupavano la citta’ di Decatur in forti posizioni trincerate. Dopo 2 ore di duro combattimento il risultato fu una completa disfatta del nemico: scacciati dalle loro fortificazioni 700 di loro furono catturati, insieme ad una sezione di artiglieria, 3 bandiere, magazzini ospedali etc., inoltre catturò una lunga carovana di carri (le Salmerie??) il cui carico in parte distrutto ed in parte mandato oltre le linee confederate. In seguito il corpo fu inviato a chiudere lo spazio fra Hardee e Maney.

 Dagli OR, serie 1, volume 38, parti 3 e 5.
Rapporto di Wheeler
“L a notte del 21, rispettando gli ordini di Hood, muovo intorno alle retrovie del nemico per attaccarlo in congiunzione con Hardee. I miei ordini sono di attaccare Decatur alle 13.00, Hardee pensa che la citta’ sia occupata solo da cavalleria, ma facendo una personale ricognizione alle 12.00 trovo che una divisione di fanteria fortemente trincerata che occupa la citta’. Smonto il mio comando e attacco all’ora prevista. Appena muovo la mia linea il nemico manda due reggimenti ad incontrare la mia avanzata. Questi vengono ricacciati, molti catturati ed il resto spinti in gran confusione da dove sono partiti, da qui riceviamo colpi dalla fanteria e dall’artiglieria”. Segue la descrizione della battaglia che finisce con la presa delle fortificazioni la cattura di 225 prigionieri, armi, 1 cannone etc l’inseguimento viene fermato da tre ufficiali dello stato maggiore di Hardee che chiedono a Wheeler di rinforzare Hardee il piu’ rapidamente possibile.
-Il rapporto del Colonnello Sprague parla della difesa della citta’ della sua lenta ritirata di 242 morti feriti e dispersi-catturati , pero’ afferma di essere riuscito a portare la carovana di carri in salvo.
-Logan dice che Sprague gli ha comunicato 400 perdite quando attaccato da due divisioni
-Sherman ad Halleck -comunica di avere perso qualche carro a Decatur da parte di cavalleria nemica, ma che la maggior parte fu salvato.
-Dodge a Logan - due divisioni nemiche di fronte a Decatur


 Tirando le somme otteniamo che:
Truppe:
Confederazione - Corpo Wheeler di due divisioni una terza lasciata indietro probabilmente (a parte la citazione di Dodge, ho sicuramente letto da qualche parte che fossero due divisioni appena trovo il libro ve lo comunico).
Unione – Brigata Sprague piu’ qualche cannone in effetti la brigata sostituisce la cavalleria cola’ presente ecco l’errore di Hardee che gli comunica la presenza di sola cavalleria.

Se Wheeler con due divisioni di cavalleria arriva a Decatur e pensa di avere di fronte una divisione di fanteria fortemente trincerata, la sua prudenza e’ giustificabile.
Wheeler prende la citta’ dopo due ore e le cifre della cattura sono pressoche’ simili, tranne la prima fonte che da 700 perdite, ma sicuramente e’ una esagerazione. Non riesco a trovare gli ordini che parlano di catturare le salmerie. Il nocciolo e’ quale era l’obbiettivo di Wheeler, se doveva creare una diversione e creare disturbo nelle retrovie quindi catturare la citta’, riusci’ nel suo intento. Le salmerie furono probabilmente catturate solo in parte non completamente come afferma Sherman.
Per quanto riguarda gi elogi di Hood, forse questi riguardavano l’intera campagna, infatti il corpo di Wheeler pochi giorni dopo Decatur si copri’ di gloria fermando il raid di Stoneman.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 7 Feb 2009 - 15:51

Intanto,grazie delle informazioni. Very Happy Certamente l'incursione di Wheeler non aveva lo scopo di una normale diversione;infatti,secondo il piano originale di Hood,anche Hardee avrebbe dovuto ricadere su Decatur,impossessarsi delle salmerie nemiche,e poi spingersi a ovest lungo la ferrovia per prendere alle spalle McPherson.In seguito Hardee,non è chiaro se col consenso o meno di Hood(Hood negò di aver dato questo consenso)fece un giro molto meno ampio,perché non avrebbe fatto in tempo a piombare su Decatur all'alba o poco + tardi,e attaccò quindi McPherson da sud anzichè da ovest,sul fianco sinistro anzichè alle spalle.Ma per quanto riguarda Wheeler,il piano non era cambiato,avrebbe dovuto spigersi verso ovest.A Decatur,su questo non ci sono dubbi,era presente solo una Brigata nordista(Sprague),supportata da 2 batterie,non un'intera Divisione,perché l'altra Brigata della div.Fuller(Morrell) combattè contro Hardee.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 7 Feb 2009 - 15:56

Ovviamente,intendevo dire che da Decatur Wheeler abvrebbe dovuto spingersi verso EST,non verso ovest,scusate il lapsus.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wheeler a Decatur

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 7 Feb 2009 - 16:06

A Decatur era presente una sola brigata, era Wheeler che dopo la sua personale perlustrazione pensava di avere contro una divisione. e l'inseguimeno interrotto proprio da Hardee che era altrove e chiedeva l'aiuto di Wheeler.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 7 Feb 2009 - 23:17

Scusate, la mia rettifica era sbagliata;Wheeler doveva proprio spingersi da Decatur verso OVEST,insomma,verso Atlanta;tra est e ovest,destra e sinistra,mi capita di confondermi,vogliate scusarmi. Embarassed Il modo + logico per andare in soccorso ad Hardee sarebbe stato proprio seguire la ferrovia dirigendosi verso ovest,forse era questo che chiedevano i portaordini di Hardee.E non farlo tornare sui propri passi,in direzione Sud-ovest.Anche perchè,ovviamente,ripercorrendo a ritroso la marcia eseguita al mattino,Wheeler non avrebbe fatto in tempo a soccorrere Hardee prima del calar del buio,e prima della conclusione della Battaglia di Bald Hill.Ma il cammino verso ovest,a quanto pare,era stato bloccato dalla Brigata Sprague,e wheeler,nonostante la superiorità numerica,non riuscì a forzare questo blocco.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Quattordicesima puntata

Messaggio  forrest il Dom 8 Feb 2009 - 0:05

Dopo essersela vista brutta a Bald Hill,ed esser stato salvato dalla catastrofe da McPherson,Sherman decide di ruotare l'Armata del Tennessee(unionista),ora comandata dal Generale Howard,dall'estrema sinistra all'estrema destra dello schieramento nordista.;dopo esser passata dietro alle armate dell'Ohio e del Cumberland,essa dovrà imboccare una strada che corre da nord a sud,parallela ad una cresta boscosa,fino a sboccare nella Lick Skillet Road..Quest'ultima arteria proviene dal Chattahoochee e corre da nord-ovest verso sud-est,fino ad incrociare la ferrovia per Macon a nord di East Point.(Seguirànno cartine.)Lo scopo di Sherman é appunto quello d'interrompere questa ferrovia,tagliando in tal modo i rifornimenti di Hood e inducendolo ad evacuare Atlanta.La manovra suddetta inizia all'alba del 27 Luglio.Hood capisce subito lo scopo di Sherman,e prende immediatamente provvedimenti per sventare la minaccia.Occorre a questo punto aprire una breve parentesi:dopo i pasticci combinati da Cheatham nelle prime 2 battaglie di Atlanta,é stato chiamato a sostituirlo il Gen.Stephen Dill Lee,un sud-caroliniano che,a soli 30 anni,diventa il + giovane Comandante di Corpo dell'esercito confederato.Egli é reduce da una grave ed evitabile sconfitta subìta in Mississippi,a Tupelo,ma ciònonostante é stato inviato ad Atlanta,dove si giuocano le sorti della Confederazione.Non sono riuscito ad appurare se fu Hood a chiedere il suo trasferimento,o se gli fu imposto dal Presidente Davis,o da Bragg.La questione,a mio avviso ,non é irrilevante,alla luce dei successivi sviluppi.Comunque sia,la sua presenza si rivelerà rovinosa.Qual'é dunque il piano che Hood ha escogitato per parare la mossa del nemico?Esso prevede che il nuovo arrivato Lee,con 2 Div.(Clayton e Brown)esca dalle fortificazioni di Atlanta,marci verso ovest risalendo la Lick Skillet Road(la strada che Sherman si propone di discendere),e giunto all'incrocio tra questa strada e quella che scende da nord,dove stanno in quel momento marciando i nordisti,occupi questo crocevia schierandosi fronte a nord,bloccando l'avanzata nemica e negandole l'accesso alla Lick Skillet Road.Lee dovrà raggiungere questa posizione il mattino del 28 Luglio.Dopodiché 3 Divisioni del Corpo di Stewart(Walthall,Loring e French)rafforzate da una Div.del Corpo di Hardee(Bate)dovranno anch'esse uscire da Atlanta,imboccare la Lick Skillet Road,passare imediatamente dietro a Clayton e Brown,proseguire verso ovest,quindi piegare a Nord e all'alba del 29 Luglio attaccare il fianco destro e le spalle della linea nordista,che per allora dovrebbe essersi spiegata fronte a Sud,dirimpetto a Clayton e Brown.Hood,mèmore dei ritardi accumulati una settimana prima dalla colonna aggirante di Hardee,che hanno compromesso l'ésito della Battaglia di Bald Hill,questa volta ha deciso di dare a Stewart tutto il tempo necessario,un'intera giornata,per eseguire la sua manovra e giungere alle spalle del nemico.Ma anche stavolta,come già saprete,le cose non andranno secondo le previsioni.Come potete constatare,questo piano prevedeva per il Corpo di S.D.Lee un ruolo del tutto diverso da quello descritto dal professor Luraghi nella sua opera;Lee non avrebbe affatto dovuto attaccare,ma semplicemente tener bloccato il nemico,inducendolo a schierarsi in linea di battaglia fronte a sud,col fianco destro scoperto,in attesa che Stewart calasse alle sue spalle.Non solo,ma Hood,attraverso il suo nuovo capo di Stato Maggiore,il Gen.Shoup,il 28 luglio inviò ben 4 messaggi a Lee raccomandandogli di non attaccare,se non in condizioni particolarmente vantaggiose.A domani,amici confederati,per il resoconto di quest'altra infausta battaglia. Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Quindicesima puntata

Messaggio  forrest il Dom 8 Feb 2009 - 16:13

Il mattino del 28 Luglio l'Armata di Howard, provenendo da nord,raggiunge la chiesetta metodista di Ezra Church;il prudente Howard,temendo un attacco nemico(che Sherman come al solito con noncuranza esclude)fa assumere ai suoi 3 Corpi uno schieramento difensivo,con il 16° e il 17° fronte ad est,sopra la cresta boscosa parallela alla strada proveniente da Nord che i 3 Corpi hanno appena finito di discendere;il 15° con una div.(Wood)fronte a sud-est,vicino alla chiesetta,e 2 Div.(Smith e Harrow)schierate fronte a sud-ovest,lungo un'altra modesta elevazione del terreno,800 metri a nord della Lick Skillet Road.La linea nordista ha dunque la forma di un amo,come mostrano le cartine che allegherò.Poi Howard manda i suoi esploratori a tastare il terreno verso la Lick Skillet Road,incontrando l'opposizione dei cavallegggeri sudisti della Brigata Armstrong.Verso mezzogiorno S.D.Lee ,avendo risalito la Lick Skillett Road,arriva presso il bivio a cavallo del quale,secondo i piani,dovrebbe schierare il suo Corpo fronte a Nord,restando strettamente sulla difensiva.Ma i cavalleggeri confederati gli riferiscono che i nordisti sono vicinissimi,ancora disorganizzati e allo scoperto,senza alcuna fortificazione.A questa notizia,S.D.Lee prende la decisione fatale di disobbedire agli ordini di Hood,e di lanciare le sue 2 Div.all'attacco,per sfruttare l'occasione favorevole.Haimè,i nordisti del 15° Corpo non sono affatto allo scoperto,ma barricati dietro rami ,tronchi,e,nel caso della Div.Wood,anche dietro alle panche prelevate dalla chiesetta.Gli attacchi scoordinati delle brigate delle div.Clayton e Brown,che vanno all'assalto una alla volta,man mano che arrivano presso il crocevia,vengono respinti uno dopo l'altro.A questo punto arrivano sul posto le prime 2 Div.di Stewart ;secondo i piani,dovrebbero passare immediatamente dietro a S.D.Lee,proseguire verso ovest sempre seguendo la Lick Skillet Road,poi piegare a nord e prendere alle spalle il 15°Corpo.Ma S.D.Lee gli chiede di unirsi a lui nell'attacco frontale contro le alture tenute dal 15° Corpo;dice a Stewart,o dà a Stewart questa impressione,che l'ordine di attaccare subito proviene da Hood;é una bugia spudorata:per tutta la giornata del 28 Luglio Hood rimane del tutto ignàro che presso Ezra Church si sta combattendo una furiosa battaglia;Hood si aspetta che la battaglia cominci l'indomàni.S.D.Lee ha appena ricevuto questo dispaccio del Gen.Shoup,Capo di Stato Maggiore di Hood:"Impedite al nemico di impadronirsi della Lick Skillett Road,E NON ATTACCATE A MENO CHE IL NEMICO NON SI SCOPRA ATTACCANDOVI."Stewart crede alla bugìa di S.D.Lee,e lancia all'attacco la Div.Walthall.Lee garantisce che il fianco destro di Walthall sarà coperto da una delle sue 2 Div.,ma ciò non avviene;Walthall deve ritirarsi dopo aver subito + di 1000 perdite.A questo punto Lee e Stewart,entrambi feriti leggermente,desistono,prima che le altre divisioni di Stewart entrino in azione.Howard si contenta di aver tenuto a bada il nemico,inaugurando la sua permanenza al Comando dell'Armata con una facile vittoria,e rinuncia all'idea di contrattaccare;la battaglia finisce.A quanto pare,Stewart non é l'unico ad aver creduto alle bugie di S.D.Lee;anche il Professor Luraghi viene tratto in inganno ,poiché scrive:"Il Gen.Hood mise da parte il suo ventilato movimento aggirante e ordinò a Stewart di portare il suo Corpo in sostegno alle forze già impegnate."Si tratta di un altro errore molto grave,e purtroppo non sarà l'ultimo ,nella sua sintetica trattazione della Campagna.A domani,amici confederati,per un bilancio della battaglia. Very Happy Allègo 2 cartine.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cartina relativa alla Battaglia di Ezra church

Messaggio  forrest il Dom 8 Feb 2009 - 16:18

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Altra cartina

Messaggio  forrest il Dom 8 Feb 2009 - 16:31

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Sedicesima puntata

Messaggio  forrest il Lun 9 Feb 2009 - 15:46

Ed ecco il "conto del macellaio":i nordisti hanno perso 632 uomini,i confederati circa 3000,5 volte + del nemico.(Comunque molti meno dei 5000 di cui scrive il Professor Luraghi.)A chi addebitare questa dèbacle?Traduco integralmente l'analisi di Albert Castel:"Gli storici incolperanno Hood per questo massacro.Il vero colpevole é S.D.Lee;trascurando gli ordini ricevuti da Hood la sera del 27 Luglio,e ignorando i ripetuti messaggi ricevuti il 28 Luglio,attaccò in modo precipitoso e scoordinato,e continuò ad attaccare quando ormai era chiaro che non v'erano possibilità di successo.In tal modo,ripetendo esattamente quanto aveva fatto 2 settimane prima a Tupelo,un'esperienza che evidentemente non gli aveva insegnato nulla.Ciò che avrebbe dovuto fare era quello che Hood gli aveva ordinato:semplicemente,tenere aperta la Lick Skillett Road permettendo il passaggio del Corpo di Stewart.Avrebbe potuto farlo abbastanza agevolmente,respingendo i picchetti del 15° Corpo e poi stabilendo una linea difensiva a Nord della strada;é del tutto improbabile che Howard avrebbe attaccato,meno che mai che avrebbe sfondato tale linea.Inoltre,poichè il 15° Corpo si trovava 800 metri a nord della Lick Skillett Road,e non poteva vedere la strada stessa a causa della fitta vegetazione,,l'artiglieria nordista non avrebbe potuto impedire a Stewart di utilizzarla.L'attacco di S.D.Lee non aveva alcuno scopo e non avrebbe mai dovuto essere lanciato.Alcuni storici ritengono che Hood avrebbe dovuto sovrintendere in prima persona ai movimenti di Lee e Stewart,così impedendo loro di trasformare il suo piano nel fiasco che diventò.(In realtà un fiasco solo tatticamente n.d.r.)Ma perché mai Hood avrebbe dovuto essere presente a Ezra Church il 28 Luglio?Non si aspettava una battaglia quel giorno,ma l'indomàni;a tale scopo si trovava,com'era giusto,presso il suo Q.G.,impegnato a ridispiegare la sua Armata,in modo da poter attaccare Howard e allo stesso tempo difendere Atlanta dagli eventuali attacchi nemici a Nord e ad Est della città.Così indaffarato,non si rese nepure conto che una grande battaglia fosse in corso a Ezra Church,finché non fu quasi finita."Aggiungo io,modestamente,che nessuno si sognò mai d'incolpare R.E.Lee per non esser stato presente a Five Forks,per evitare che Pickett si dedicasse alla famosa abbuffata di pesce anzichè seguire l'evolversi della battaglia che siglò la morte della Confederazione.Viceversa Hood,secondo alcuni critici preconcetti,avrebbe dovuto avere il dono dell'ubiquità.Il fatto strano é che Hood,sia nel suo rapporto,sia,anni dopo,nelle sue Memorie,fu molto indulgente nei confronti di S.D.Lee,giustificando il suo operàto.E forse fu questo strano atteggiamento a far credere agli storici che l'ordine di attaccare frontalmente il 15°Corpo fosse originato proprio da Hood.Cosa del tutto falsa,come si evince da documenti inequivocabili.Perché allora Hood fu così comprensivo verso il suo disobbediente subordinato?Forse per generosità(improbabile),forse perché non capì esattamente come andarono davvero le cose ad Ezra Church;ritenne forse che il nemico stesse avanzando in forze,e fosse sul punto di impossessarsi della Lick Skillett Road,rendendo l'attacco di Lee inevitabile.Sarebbe interessante sapere(non sono riuscito ad appurarlo)chi decise il trasferimento di Lee dal Mississippi ad Atlanta;se fu Hood a richiederlo,sarebbe stato per lui imbarazzante incolparlo,pochi giorni dopo il suo arrivo, di una brutta sconfitta.Ezra Church fu dunque per il Sud la + grave sconfitta tattica della Campagna;però,attenzione,dal punto di vista strategico fu una mezza vittoria:il tentativo di Sherman di raggiungere la ferrovia per Macon tra Atlanta ed East Point era stato sventato ,sia pure a caro prezzo.E questo grazie all'intuito di Hood ,che aveva immediatamente capito i piani del suo avversario.Inoltre,in quegli stessi giorni,i cavalleggeri di Wheeler avevano dato al Sud quella che si può considerare l'ultima grande vittoria sudista della guerra.Alla prossima,amici,per parlare di quest'altro capitolo della saga di Atlanta.. Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Lun 9 Feb 2009 - 19:34

caro forrest, volevo aspettare la descrizione della fine della battaglia di atlanta per porti questa domanda, ma tanto visto come procede la vicenda non c'è bisogno d'aspettare.
volevo la tua opinione : non è che johnston decise per una strategia difensiva perchè si rese conto che i generali che aveva sotto il suo comando non erano all'altezza di potergli permettere di una strategia offensiva che, si sà, è più foriera di rischi e di incognite.
visto quello che combinarono i suddetti generali sotto hood ad atlanta, non ci sarebbe da dar torto al vecchio joe, se avesse preso questa decisione, non per sua indole personale, ma dopo un attenta valutazione degli ufficiali che aveva sotto mano.
al povero hood tanto per chiudere il cerchio, gli appiopparono poi anche anche S.D. Lee, che del suo più famoso omonimo, aveva in comune solo il cognome...

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Mar 10 Feb 2009 - 0:29

Analizzando attentamente la Campagna di Atlanta,passo dopo passo,bisogna concludere che ,sino all'esonero del vecchio Joe,i suoi subordinati di gravi pasticci non ne avevano combinati,forse perchè non ne avevano avuto l'occasione,viste le continue ritirate,e l'iniziativa costantemente lasciata nelle mani di Sherman.Gli errori li aveva compiuti tutti ,o quasi,il loro superiore.Ciò che é + grave,il vecchio Joe non riuscì ad interpretare in modo positivo neppure la strategia difensiva e temporeggiatrice che lo rese famoso;vedi Snake Creek Gap non presidiato,le linee difensive tracciate in malo modo a Cassville,Pine Mountain e Gilgal Church,e i guadi sul Chattahoochee a monte della ferrovia lasciati completamente,e incredibilmente sguarniti.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Mar 10 Feb 2009 - 11:09

caro forrest,
avevo tentato di trovare una "lancia da spezzare " a favore del vecchio joe.
tentativo fallito !


ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 13:11


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum