Abraham Lincoln in pace e in guerra

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  luigi trentanovi il Lun 26 Gen 2009 - 18:15

Salve sono sempre io, ora che ho trovato l'occasione di condividere il nostro comune interesse partirò a raffica con le domande.
Trovate congrue le affermazioni di alcuni storici che vedono in Lincoln non solo il grande politico,non solo la figura che ha traghettato
gli Stati Uniti nell'epoca moderna,ma,anche colui che fece imprigionare migliaia di presunti sudisti o quantomeno simpatizzanti della causa
confederata,colui che intuì il grande potere che si può esercitare attrverso il controllo assoluto delle forze armate durante una guerra,
colui che non si fece troppi scrupoli morali davanti a scelte dirompenti per tutto il paese (vedi l'emancipazione).
Insomma condividete in parte l'opinione che Lincoln fu si un grande uomo del suo tempo,fu si un grande presidente,ma anche una sorta di vero e proprio dittatore?
Grazie a presto.gigi.

luigi trentanovi
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 26.01.09
Età : 46
Località : firenze

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

profilo lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Lun 26 Gen 2009 - 19:25

dittatore direi di no,
diciamo che non fù nemmeno quello "stinco di santo" che si voluto far apparire dopo il suo omicidio, mi vengono in mente "di getto" alcuni motivi:
1) non esitò ad avvalorare la strategiadi grant che prevedeva di fare la guerra contro i civili per sfiancare la resistenza del sud.
2) non esitò più di tanto ad entrare in guerra, anzi fù lui a buttae l'esca di fort sumter ed i sudisti abboccarono prendendosi, sotto gli occhi dell'opinione pubblica mondiale, la responsabilità del "primo colpo".
3) infine se nò ti annoio, è famosa la sua frase:"se esiste un posto peggiore dell'inferno, io ci stò seduto sopra!"
questo significaper me, che non era del tutto apprezzato nemmeno dai suoi concittadini.

ciao
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 26 Gen 2009 - 19:34

Era ora che si cominciasse a discutere e a trattare della figura del Presidente Lincoln.
Premesso che,a mio avviso, la personalità di Lincoln risulta molto complessa e piena di sfaccettature e,pertanto,meriterebbe un serio approfondimento,cercherò di fare delle considerazioni preliminari sul rapporto tra il medesimo e la conduzione della guerra civile.
La figura di Lincoln può definirsi,a mio parere,la caratterizzazione di un politico nel senso "moderno" del termine.Per esempio, ha dimostrato di possedere una visione politico-strategica della guerra,conferendo o togliendo gli incarichi di vertice ai Generali,alla ricerca di quelli "giusti" che servivano per vincere,non mostrando,al riguardo,alcuni scrupoli che un politico non può permettersi di avere.Poneva ai militari delle direttive a carattere generale,lasciando loro libertà di azione,intervenendo quando era necessario.A Gettysburg,penso sia risultato decisivo sostituire il gen.Hooker con il gen.Meade,per le sorti della battaglia.
(continua)
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

profilo lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Lun 26 Gen 2009 - 19:39

[quote="George Armstrong Custer"]Era ora che si cominciasse a discutere e a trattare della figura del Presidente Lincoln.
Premesso che,a mio avviso, la personalità di Lincoln risulta molto complessa e piena di sfaccettature e,pertanto,meriterebbe un serio approfondimento,cercherò di fare delle considerazioni preliminari sul rapporto tra il medesimo e la conduzione della guerra civile.
La figura di Lincoln può definirsi,a mio parere,la caratterizzazione di un politico nel senso "moderno" del termine.Per esempio, ha dimostrato di possedere una visione politico-strategica della guerra,conferendo o togliendo gli incarichi di vertice ai Generali,alla ricerca di quelli "giusti" che servivano per vincere,non mostrando,al riguardo,alcuni scrupoli che un politico non può permettersi di avere.Poneva ai militari delle direttive a carattere generale,lasciando loro libertà di azione,intervenendo quando era necessario.A Gettysburg,penso sia risultato decisivo sostituire il gen.Hooker con il gen.Meade,per le sorti della battaglia.

caro custer,
hai ragione, lincoln con i generali era un vero "osso".
se ben ricordo, stava anche per esonerare meade dopo gettysburg perchè, a suo avviso, non era stato capace di sfruttare al meglio la vittoria contrattaccando lee.

ciao
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  forrest il Mar 27 Gen 2009 - 0:05

Lincoln va ritenuto il principale responsabile delle nefandezze compiute contro i civili sudisti;fu lui ad ispirare le odiose rappresaglie del generale Pope contro i virginiani,già nell'estate del 1862,molto prima dell'arrivo di Grant.E fu lui ad esonerare McClellan(dopo una battaglia,quella di Sharpsburg,strategicamente vittoriosa nè + né - di Gettysburg)in quanto la sua politica di "guerra limitata" non era gradita.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Mar 27 Gen 2009 - 20:57

Tornando alla figura di Lincoln,ritengo importante sottolineare le sue origini:non faceva parte di alcuna casta dirigenziale e non proveniva da una famiglia importante o facoltosa.Di origini quindi modeste,era un uomo che era riuscito ad emergere,studiando e lavorando,fino a diventare avvocato.Un professionista prestato alla politica. Dalla sua capacità di affermazione,derivava forse la sua determinazione nel risolvere i numerosi problemi affrontati durante l'incarico di Presidente.Determinazione che Lincoln ha mostrato più volte nella conduzione della guerra.
La sua prematura scomparsa non ha permesso di vedere Lincoln operare in tempo di pace, in un momento delicato come quello della ricostruzione.
(continua)

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Gio 12 Feb 2009 - 21:41

A proposito di Lincoln,ricordo a tutti che oggi,12 febbraio 2009,ricorre il bicentenario della sua nascita.
Per favore,non rispondetemi male! Smile

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re:Profilo Lincoln

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 12 Feb 2009 - 22:40

Anche di mia suocera! lol! Auguri ad entrambi Very Happy

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3392
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

lincoln

Messaggio  PIERPAOLO il Ven 13 Feb 2009 - 9:12

giudicare compiutamente Lincoln risulta molto difficile, proprio perchè è stato l'unico Presidente americano ad agire, come Presidente, interamente durante una guerra, e una Guerra va vinta ad ogni costo, anche quella Civile. da qui molte considerazioni, spesso odiose del suo agire, ma il primo dovere era vincere ad ogni costo e far finire il macello,
in questo, forse del tutto incongruamente, mi ricorda Truman (sicuramente di altro livello intellettuale e morale) e la sua difficilissima decisione sulla Bomba atomica, ma di fronte a queste scelte occorre forse prima comprensione del fenomeno e poi il giudizio
Pierpaolo

PIERPAOLO
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 118
Data d'iscrizione : 08.02.09
Località : Modena

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

profilo lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Ven 13 Feb 2009 - 11:09

Benjamin F. Cheatham ha scritto:Anche di mia suocera! lol! Auguri ad entrambi Very Happy

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

fai gli auguri pure alla suocera.
troppo buono !!!

ciao
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 13 Feb 2009 - 16:38

Carissimi Cheatham e Lee,con i vostri messaggi mi avete fatto morire dalle risate!
Confesso che mi aspettavo le vostre reazioni. Laughing

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

profilo lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Ven 13 Feb 2009 - 18:14

George Armstrong Custer ha scritto:Carissimi Cheatham e Lee,con i vostri messaggi mi avete fatto morire dalle risate!
Confesso che mi aspettavo le vostre reazioni. Laughing

caro custer, io e cheatham cerchiamo di tener sù il morale della truppa !!!

ciao
gen. lee

p.s.: una volta avevo una "suocerina" che mi ha fatto passare per sempre la voglia di sposarmi...!
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re:profilo lincoln

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 13 Feb 2009 - 18:19

Il morale delle truppe e' molto importante.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3392
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

A proposito di Lincoln

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Gio 21 Mag 2009 - 0:39

Leggendo il manualetto della Osprey American Civil War (land & field Fortifications) ho letto che durante l'attacco confederato a Fort Stevens (Washington D.C) dell' 11 luglio 1864 il presidente Lincoln rischio di perdere la vita ma gli andò veramente bene......
Mentre assisteve all' attacco sudista dai parapetti del forte l' uomo che gli stava accanto tale Surgeon Crawford (ufficiale medico assegnatogli in caso di primo soccorso) fu colpito mortalmente da uno sharpshooters che probabilmente non mirava a lui Very Happy

Tenente-Colonnello Griffin Like a Star @ heaven
avatar
Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 30
Località : Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

profilo lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Gio 21 Mag 2009 - 9:34

....se l' informazione è esatta, lo penso anche io. il cecchino era probabilmente in giornata no !!!.... se avesse centrato il presunto bersaglio (lincoln), chissà se la guerra avrebbe cambiato il suo corso.
visto che mi sembra un ipotesi interessante, vado ad aprire un topic apposito. le risposte le convoglierei lì, che cosa ne pensate ?


gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  Ospite il Gio 21 Mag 2009 - 13:05

Non è facile parlare di Abramo Lincon. Nonè facile poichè il suo omicidio lo sottrasse da qualsiasi giudizio storico reale per "santificarlo". Oggi Lincon è ritenuto il più grande presidente americano dopo George Washington ed è inutile dire che su di lui, spesso e volentieri, si è favoleggiato più del lecito. pensando all'immagine odierna che si ha di lui, ne viene che l'opinione pubblica, a pelle, ha l'immagine di un uomo "buono", modesto, amante della giustizia, dell'uguaglianza, della libertà e che per essa è morta. Un "santo", appunto e quando si creano i "santi", è difficile parlare del loro aspetto umano, specie se esso va a smentire la presunta "santità". No, non è un "Codice Da Vinci" in salsa della guerra civile, ma è indubbio che Lincon si importasse della schiavitù come un eschimese di frigoriferi e che, come abbiamo avuto modo di parlare in altre sedi,con ottima probabilità avvalorò quello che è considerabile come vero e proprio terrorismo gratuito contro la popolazione civile del sud (l'alternativa, ovvero che ne fosse ignaro, ci darebbe solo l'immagine di un pupazzo senza alcun potere od importanza e non di un Presidente in guerra, ed anche questo smonterebbe gran parte del suo mito Suspect ). Gettò anche l'esca di Fort Sumter, azzerando la possibilità di dialogo che il Sud cercava, convocò il Grande Esercito della Repubblica, ponendo sul dialogo una vera e propria pietra tombale e via dicendo. Nei suoi discorsi parlava dei "fratelli del Sud", ma nelle sue azioni mandava loro il messaggio "stiamo venendo a prendervi". Si potrebbe discutere per ore su tutto ciò, ma alla fine, l'apologeta di Lincon giungerebbe sempre alla concluione macchiavelliana che "il fine ha giustificato i mezzi", che anche quando aveva autorizzato l'uso del saccheggio e della violenza sui civili lo facesse per porre "fine al macello", ma se quel macello non lo avesse proprio fatto iniziare? Sempre in questa logica, il suo operato verrebbe comunque giustificato poichè esso ha portato alla caduta di una Nazione "cattiva", poichè schiavista e non è difficile trovare ancor oggi chi crede che se fosse sopravvissuta sarebbe stata una specie di Terzo Reich o giù di lì....come si vede, quindi, Lincon ne uscirebbe bene sempre e comunque qualsiasi cosa si dicesse di lui. Si avessero anche le prove che avesse compiuto un crimine nefando con le proprie mani, diverrebbe difficile rintracciarlo dalla sua "santità" e giudicarlo onestamente. Per chi è un eroe, rimarrebbe un eroe comunque.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Gio 21 Mag 2009 - 23:02, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Gio 21 Mag 2009 - 13:14

Per quanto concerne l'attacco Confederato a uno dei Forti a Washington,nel 1864,Lincoln rimase nel Forte finchè gli ufficiali presenti insistettero perchè si ritirasse;in questa occasione, Lincoln dimostrò di essere indifferente al pericolo personale.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

profilo lincoln

Messaggio  R.E.Lee il Gio 21 Mag 2009 - 15:35

cari ufficiali,
dalla descrizione fatta da beall e da quella di george direi che si potrebbe definire lincoln : " un ipocrita coraggioso". ...o no ?

gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4007
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  George H. Thomas il Gio 21 Mag 2009 - 21:24

R.E.Lee ha scritto:cari ufficiali,
dalla descrizione fatta da beall e da quella di george direi che si potrebbe definire lincoln : " un ipocrita coraggioso". ...o no ?

gen. lee

Caro Lee, mi piace molto questa tua definizione, ma al tuo pari sono incerto se corrisponda pienamente alla figura di Lincoln o meno...
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 30
Località : Camporosso (IM)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  Ospite il Gio 21 Mag 2009 - 23:03

Consideriamolo un "Ipocrita con una buona pubblicità"...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 22 Mag 2009 - 14:49

Il Presidente Lincoln si mostrò spesso spregiudicato, però la sua determinazione fu decisiva per salvare gli Stati Uniti dallo smembramento ed elevarli al rango di grande potenza mondiale.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  Ospite il Ven 22 Mag 2009 - 16:05

Appunto; è una visione macchiavelliana; non importa se sono stati commessi crimini contro civili; il fine li giustifica pienamente? A questo punto, però, si potrebbe far elo stesso ragionamento con londra; essa vrebbe potuto effettura un genocidio nelle colonie pur di riportarle all'ordine...in quel caso sarebbe stato giustificato visto che sarebbe servito a garantire la grandezza e la supremazia dell'Impero Britannico?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 22 Mag 2009 - 16:43

Io non ho parlato di crimini contro i civili e non ritengo affatto Lincoln un criminale.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  Ospite il Ven 22 Mag 2009 - 18:09

Quindi secondo voi quello che fu compiuto fu fatto con Lincon ignaro?

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Profilo Lincoln

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 22 Mag 2009 - 18:53

Ma di quali crimini stiamo parlando?E' la guerra stessa che è un crimine,o no?

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Abraham Lincoln in pace e in guerra

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum