Giuseppe Garibaldi

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Yamato-Stuart il Gio 5 Feb 2009 - 20:48

L' eroe dei due mondi venne "contattato" da Lincoln per diventare comandante di divisione (mi pare nel 1861?).
Garibaldi rifiutò.
A quale versione credete:
Rifiutò perchè voleva il comando di tutto l'esercito unionista e non gli venne concesso o
rifiutò perchè simpatizzava per la Confederazione?

Yamato-Stuart
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 20.09.08
Località : MB

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  LEWIS A. ARMISTEAD il Gio 5 Feb 2009 - 23:00

Bella Domanda! Io non saprei.... mah....meglio che intervengano i nostri cari esperti

LEWIS A. ARMISTEAD
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 120
Data d'iscrizione : 23.01.09
Località : Venesia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 5 Feb 2009 - 23:02

Anche io non ne ho idea però posso dire che garibaldi al comando di tutte le forze federali non credo proprio che sarebbe mai stato possibile.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  forrest il Gio 5 Feb 2009 - 23:49

Rifiutò perchè aveva in programma una delle sue spedizioni in Italia,non ricordo bene quale,forse quella che finì in Aspromonte con la sua ferita.Scusate la vaghezza,il personaggio non mi appassiona.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 5 Feb 2009 - 23:53

Avevo letto secoli fa il motivo del rifiuto, ma sinceramente non ricordo dove. Non credo perche' non simpatizzasse con la Confederazione, piuttosto aveva altro per la testa.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

giuseppe garibaldi

Messaggio  R.E.Lee il Ven 6 Feb 2009 - 11:58

chiedo scusa per l'ignoranza,
sò che garibaldi aveva vissuto un pò di tempo a new york ospite di meucci.
ma a che livello era la sua padronanza della lingua inglese ?
sarebbe stato in grado di dare e capire gli ordini e tutto il resto?
perchè una cosa è conoscere l'inglese ed un altra parlare il cosiddetto brookkolini...

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Giuseppe Garibaldi

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 6 Feb 2009 - 17:59

In merito all'argomento,vi riporto quanto rappresentato da Alfonso Scirocco,storico e autore di varie pubblicazioni sul Risorgimento Italiano e autore di una recente biografia su Garibaldi.
Il governo dell'Unione,tramite i canali diplomatici,l'8 giugno del 1861,offrì a Garibaldi un comando nelle armate nordiste.La notizia trapelò su tutta la stampa internazionale,Garibaldi rispose che avrebbe accettato l'offerta solo con il consenso del Re d'Italia,Vittorio Emanuele II. Il Re lo lasciò libero di decidere.A questo punto,Garibaldi pose le sue condizioni all'ambasciatore americano:la nomina a comandante in capo dell'Esercito dell'Unione e l'abolizione della schiavitù.Due condizioni che l'ambasciatore non poteva accettare.Per quanto ben disposti, gli americani non avrebbero accettato la nomina di uno straniero ad una carica tanto elevata e la questione della schiavitù andava risolta successivamente,come sappiamo. Gli venne offerta solamente la nomina a Generale di Divisione con un comando autonomo.Garibaldi tenne ferma l'altra condizione di dichiarare l'abolizione della schiavitù,che,a suo parere,avrebbe dato alla guerra di secessione un valore umanitario universale.La proposta vennne fatta cadere.
"Si può solo immaginare ciò che la genialità di Garibaldi avrebbe fatto nelle vaste pianure americane" (ho citato l'autore).
Io ,a tale proposito,dissento dalla sopra citata opinione,perchè l'esercito Confederato sarebbe stato un avversario ben più difficile rispetto all'esercito Borbonico,i cui Generali avevano tradito in massa.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 6 Feb 2009 - 18:20

Non solo i generali erano diversi da quelli che aveva affrontato Garibaldi, ma anche i soldati avevano una determinazione che gli altri non dimostrarono.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Giuseppe Garibaldi

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 6 Feb 2009 - 18:53

[quote="Beauregard"]Non solo i generali erano diversi da quelli che aveva affrontato Garibaldi, ma anche i soldati avevano una determinazione che gli altri non dimostrarono.

Ciao,
Beauregard[/quote

Caro Beauregard,vorrei aggiungere un commento rispetto al tuo ultimo intervento.
L'esercito Borbonico era ben armato ed equipaggiato,gli ufficiali inferiori e superiori provenivano dall'allora Accademia militare "Nunziatella" che formava ottimi ufficiali,come oggi risulta essere un ottimo collegio militare.
Se i soldati borbonici fossero stati guidati come si deve e non si fossero verificati tradimenti da parte dei vertici militari,i soldati avrebbero trovato una motivazione nel combattere i Garibaldini,come è successo all'assedio di Gaeta contro le truppe Piemontesi.Il problema,più che militare,era politico:il Regno Borbonico si trovava completamente isolato e aveva contro tutte le potenze europee più importanti(ma questa è un'altra storia).

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Yamato-Stuart il Ven 6 Feb 2009 - 21:31

Personalmente penso che Garibaldi simpatizzasse per la Confederazione perchè sicuramente condivideva più il sistema di liberi scambi presenti al sud che il sistema protezionista che voleva imporre il nord. Essendo un eroe del Risorgimento, combatteva per la libertà, e penso avesse già in mente l'idea dell'autodeterminazione dei popoli........quindi perchè non condividere il volere del Sud a voler essere lascito in pace e da solo?

Come generale sul campo,forse, gli è anche andata bene ma sicuramente il carisma non gli sarebbe mancato!!!

Yamato-Stuart
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 20.09.08
Località : MB

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 6 Feb 2009 - 22:27

[quote="George Armstrong Custer"]
Beauregard ha scritto:Non solo i generali erano diversi da quelli che aveva affrontato Garibaldi, ma anche i soldati avevano una determinazione che gli altri non dimostrarono.

Ciao,
Beauregard[/quote

Caro Beauregard,vorrei aggiungere un commento rispetto al tuo ultimo intervento.
L'esercito Borbonico era ben armato ed equipaggiato,gli ufficiali inferiori e superiori provenivano dall'allora Accademia militare "Nunziatella" che formava ottimi ufficiali,come oggi risulta essere un ottimo collegio militare.
Se i soldati borbonici fossero stati guidati come si deve e non si fossero verificati tradimenti da parte dei vertici militari,i soldati avrebbero trovato una motivazione nel combattere i Garibaldini,come è successo all'assedio di Gaeta contro le truppe Piemontesi.Il problema,più che militare,era politico:il Regno Borbonico si trovava completamente isolato e aveva contro tutte le potenze europee più importanti(ma questa è un'altra storia).

Quello che volevo dire è che le motivazioni a combattere penso che fossero più forti per i confederati che per i borbonici. Tuttavia non conosco questo argomento e quindi non aggiungo altro e penso che sia un po' difficile fare dei paragoni tra due mondi diversi.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Confederate foreign legio il Mar 10 Feb 2009 - 22:47

Salve,bel quesito,ci siamo gia anche soffermati sul nostro signor Garibaldi.
Nessuno a ricordato il suo viaggio in america latina Uruguay,quella e' stata una sua prima e giovane sperienza di guerriglia con risvolti sempre a suo pro.Non so come sarebbe andata con la sua presenza durante la guerra civile americana ,ma mi sarebbe piaciuto vederlo.
Confederate foreign legion

Confederate foreign legio
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 02.02.09
Età : 46

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  james longstreet il Ven 27 Mar 2009 - 0:19

salve generali.Sul generale Garibaldi c'è un punto che vorrei sottolineare;durante la guerra in sud america Garibaldi aveva fatto largo uso della tattica della guerriglia(praticabile sia per il numero dei suoi effettivi,sia per la natura selvaggia del luogo).Garibaldi rimase cosi' intimamente legato a questa pratica, che durante la battaglia di Calatafini,le linee garibaldine vinsero con un unico assalto alla baglionetta(sparando pochissimi colpi e riducendo la tattica all'essenziale).La sera prima della battaglia del Volturno(la piu' grande della sua vita 20.000 garibaldini vs 30.000 soldati borbonici), Garibaldi si era piu' volte lamentato con i suoi ufficiali,di aver paura di non saper gestire un esercito tanto vasto, schierato su di un fronte di piu' di 20km.Se la battaglia del Volturno si risolse in una vittoria per i garibaldini,lo si è dovuto soprattutto alla fermezza e all'abilita' strategica degli ufficiali garibaldini e non tanto all'abilita' dello stesso garibaldi,che sceso dalla carrozza che lo trasportava,colpita da una scarica di fucileria,si getto' nella mischia sciabbola alla mano.Garibaldi amava furiosi assalti frontali,all'arma bianca con l'intento di disperdere il nemico,dopo averlo indebolito con alcune scariche di fucileria.Mal si adattava quando c'era da comandare e gestire un esercito regolare e per di piu' numeroso. Per questo, penso che Garibaldi non avrebbe saputo adattarsi ad un conflitto di proporzioni cosi' vaste come la guerra civile americana; senza contare che l'unione vantava generali di gran lunga migliori. i miei saluti a tutti e...viva la confederazione!

james longstreet
Primo Sergente
Primo Sergente

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 17.01.09
Età : 28
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Ospite il Ven 27 Mar 2009 - 11:52

George Armstrong Custer ha scritto:In merito all'argomento,vi riporto quanto rappresentato da Alfonso Scirocco,storico e autore di varie pubblicazioni sul Risorgimento Italiano e autore di una recente biografia su Garibaldi.
Il governo dell'Unione,tramite i canali diplomatici,l'8 giugno del 1861,offrì a Garibaldi un comando nelle armate nordiste.La notizia trapelò su tutta la stampa internazionale,Garibaldi rispose che avrebbe accettato l'offerta solo con il consenso del Re d'Italia,Vittorio Emanuele II. Il Re lo lasciò libero di decidere.A questo punto,Garibaldi pose le sue condizioni all'ambasciatore americano:la nomina a comandante in capo dell'Esercito dell'Unione e l'abolizione della schiavitù.Due condizioni che l'ambasciatore non poteva accettare.Per quanto ben disposti, gli americani non avrebbero accettato la nomina di uno straniero ad una carica tanto elevata e la questione della schiavitù andava risolta successivamente,come sappiamo. Gli venne offerta solamente la nomina a Generale di Divisione con un comando autonomo.Garibaldi tenne ferma l'altra condizione di dichiarare l'abolizione della schiavitù,che,a suo parere,avrebbe dato alla guerra di secessione un valore umanitario universale.La proposta vennne fatta cadere.
"Si può solo immaginare ciò che la genialità di Garibaldi avrebbe fatto nelle vaste pianure americane" (ho citato l'autore).
Io ,a tale proposito,dissento dalla sopra citata opinione,perchè l'esercito Confederato sarebbe stato un avversario ben più difficile rispetto all'esercito Borbonico,i cui Generali avevano tradito in massa.



perfettamente d'accordo con voi; la capacità militare di garibaldi è sopravvalutata al puno di averla fatta divenire tanto grande quanto il suo ego; L'esecito delle Due Sicilie, ben governato, avrebbe potuto sconfiggere molto facil,nete le camice rosse garibaldine e l'esercito piemontese...per quanto riguarda l'ipotesi di una sua comparsa nel teatro della guerra civile, laddove il governo unionista avesse accettato le sue folli richieste, Garibaldi avrebbe condotto alla rovina l'intero Grande Esercito della Repubblica.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Banshee il Ven 27 Mar 2009 - 12:42

Mi pare vi siano pochi dubbi che se chiamato a guidare un'intera armata sul continente americano, sarebbe stato bastonato a dovere. Poteva essere adatto a guidare una brigata. Nulla di più.

Banshee

Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  George H. Thomas il Lun 30 Mar 2009 - 15:33

Banshee ha scritto:Mi pare vi siano pochi dubbi che se chiamato a guidare un'intera armata sul continente americano, sarebbe stato bastonato a dovere. Poteva essere adatto a guidare una brigata. Nulla di più.

Banshee

Sono assolutamente d'accordo. Garibaldi era un'eccellente condottiero di bande, ma la sua tattica a schermaglia, oltre che in obsolescenza, era assolutamente inadatta al comando di un'armata regolare. Quindi, meno male che rifiutò.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Ospite il Mar 31 Mar 2009 - 12:47

Di certo, anche laddove gli fosse stata concessa l'Armata, ci si sarebbe accorti dopo poche manovre dell'errore e la Casa Bianca gli avrebbe tolto il comando sperando di limitare i danni.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mar 31 Mar 2009 - 18:22

Chissà,magari uno dei motivi del suo rifiuto, fu proprio il pensiero che non sarebbe stato in grado di comandare tanti uomini, od a fare una guerra cosi' diversa da quelle da lui combattute.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  George H. Thomas il Mar 31 Mar 2009 - 19:54

Benjamin F. Cheatham ha scritto:Chissà,magari uno dei motivi del suo rifiuto, fu proprio il pensiero che non sarebbe stato in grado di comandare tanti uomini, od a fare una guerra cosi' diversa da quelle da lui combattute.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Può darsi, anche se ritengo che la motivazione principale doveva essere senz'altro la sua totale attenzione per il problema di Roma.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Ospite il Mer 1 Apr 2009 - 13:16

Magari il suo rifiuto era una forma dirappresaglia di fronte all'"offesa" di non aver ricevuto il comando supremo di tutte le forze dell'Unione..magari si credeva la reincarnazione di George Washington....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  George H. Thomas il Mer 1 Apr 2009 - 13:25

Lloyd J. Beall ha scritto:Magari il suo rifiuto era una forma dirappresaglia di fronte all'"offesa" di non aver ricevuto il comando supremo di tutte le forze dell'Unione..magari si credeva la reincarnazione di George Washington....

Non credo... per quanto immagino che un condottiero come lui possedesse un senso dell'orgoglio non trascurabile, ritengo che Garibaldi fosse focalizzato principalmente sulla questione romana.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Ospite il Mer 1 Apr 2009 - 13:27

Quindi, secondo voi, se avessero accettato le sue condizioni avrebbe rifiutato lo stesso?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  George H. Thomas il Mer 1 Apr 2009 - 13:31

Lloyd J. Beall ha scritto:Quindi, secondo voi, se avessero accettato le sue condizioni avrebbe rifiutato lo stesso?

Io presumo di sì; ritengo che alla fine avrebbe preferito rimanere in Italia a preparare la spedizione per liberare Roma, anche se (e non ritengo che sarebbe potuto ragionevolmente accadere) avessero accettato le sue condizioni.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Ospite il Mer 1 Apr 2009 - 19:28

Conoscendo l'ambizione di quel corsaro non si sarebbe mai lasciato sfuggire l'occasione di essere il "Grande Generale delle Americhe"....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Giancarlo il Gio 2 Apr 2009 - 21:31

Ho una grande ammirazione per Garibaldi (uno degli ultimi italiani ad avere gli attributi). Ma sono d'accordo con voi sul fatto che sarebbe stato inadatto a comandare grandi unità in quel tipo di guerra. L'avrei sicuramente visto molto meglio a combattere Sioux o Apaches nel west, era un tipo di guerra/guerriglia, molto più attagliata al suo modo di combattere.

Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Giuseppe Garibaldi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 1:15


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum