Gen.James Longstreet

Pagina 6 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mar 5 Mar 2013 - 13:25

Scalawag ha scritto:
Ok, ha sbagliato mestiere, durante la guerra non ne ha azzeccata una.....ed il Gen. Lee non se ne è mai accorto.
Vorrà dire che ognuno resta con le sue opinioni.
Grazie comunque per l'acceso dibattito. Alla Prossima ( non è valido che tu e Banshee vi coalizzate). No

Caro Scalawag,
sia chiaro che non volevo minimamente mettere in discussione l'intero operato di Longstreet. Ne azzeccò qualcuna certamente come ad Antietam e Fredericksburg e in altre occasioni. Tuttavia ho l'impressione che ci si sia un pò fermati alle posizioni espresse da Raimondo Luraghi che oggi appaiono, sotto alcuni punti di vista (non tutti, anche qui), un pò superate. Non c'è coalizzazione con l'amico dan-acw contro te o chicchessia, ci mancherebbe e se ho dato quest'impressione me ne scuso. Spesso i nostri pareri coincidono, tutto qui.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Mar 5 Mar 2013 - 14:43

dan-acw ha scritto:hai dimenticato Chattanoga e Suffolk Very Happy
Saluti
Suffolk ma di cosa viene incolpato Lonngstreet a Suffolk?
La scelta di distaccarlo nella capitale fu dovuta a tre motivi:
1) Rifornire in modo adeguato l'armata, la deficitaria logistica confederata durante l'inverno del 63 non riusciva a rifornire im maniera adeguata ANV, spostandone una parte si riuscì rifornire decentemente l'armata.
2) Sventare una eventuale minaccia a Richmond, anche questo obbiettivo fu raggiunto infatti dopo la partenza degli uomini, prima Keyes (esonerato per timidezza) poi Dix avviarono una campagna verso la capitale nel periodo 24/6, 7/7 anche per cercare di distrarre forze da ANV, infatti non appena ebbero notizie di Gettysburg i federali si ritirarono subito.
Il terzo obbiettivo era di dare una "botta" all'esercito nordista, cosa impossibe se il nemico (come fece) si limitava a ritirarsi nelle città costiere conquistate, Longstreet infatti per questo compito chiese l'assistenza della marina per l'esattezza chiese la corazzata Richmond, che gli fu negata. Infine dovette battersi anche contro D.H. Hill, che in quel periodo aveva in pieno corso una guerra PERSONALE contro ANV e i suoi vertici "colpevoli" di averlo messo alla porta.
Quindi?
Saluti
Bruno
p.s. ben arrivato fra noi Scalawag
p.p.s.
trattiamoli un pò meglio i nuovi arrivati! altrimenti si spaventano e non tornano più Very Happy
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mar 5 Mar 2013 - 17:02

Sostanzialmente, Longstreet non fece nulla. Nemmeno un tentativo di sondare le difese di Suffolk. Nulla.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Mar 5 Mar 2013 - 17:32

Banshee ha scritto:Sostanzialmente, Longstreet non fece nulla. Nemmeno un tentativo di sondare le difese di Suffolk. Nulla.

Banshee
Ciao
In sostanza si rimprovera Lonstreet per non aver attaccato a Suffolk, e per aver attaccato a Knoxville  
Bruno

p.s. era mia intenzione fare qualcosa di più approfondito riguardo a Suffolk però in questi tempi sono troppo impegnato con i reggimenti dell'unione per poterlo fare, fra qualche mese quando avrò finito mi propongo di ritornarci.
ok:(  con la faccenda di Forrest mi sa che quando avrò il tempo di tornarci saranno passati anni:oops: 


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Mar 3 Set 2013 - 14:42, modificato 1 volta
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  George Armstrong Custer il Mar 5 Mar 2013 - 19:31

Un aspetto che non mi piace in Longstreet è rappresentato dai suoi difetti caratteriali che, durante la guerra e soprattutto in situazioni critiche, egli ha dimostrato di non saper tenere a freno.
Longstreet aveva molti difetti personali, primo fra tutti la sua incapacità di controllare le sue emozioni e di sostenere i suoi superiori quando non era d'accordo con loro, e il suo spirito di vendetta verso i suoi colleghi quando non erano d'accordo con lui.
Questi difetti di carattere tendevano sempre a manifestarsi nei momenti più inopportuni per la causa confederata. Ad esempio, in entrambi i giorni, secondo e terzo della battaglia di Gettysburg, Longstreet ha esitato a ordinare alle truppe, sotto il suo comando, di muoversi per attaccare le forze dell'Unione, perché non era d'accordo con la strategia complessiva di Lee e con la sua condotta stategica nella predetta battaglia.
Alla vigilia della battaglia di Chattanooga, Longstreet ha cospirato con altri generali Confederati contro l'impopolare generale Braxton Bragg al fine di silurarlo, infatti Bragg venne poi rimosso come comandante.
Comportamenti forse un pò troppo scorretti nei confronti dei propri superiori, tenuti in momenti particolari dove sarebbe servita maggiore collaborazione.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2479
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mar 5 Mar 2013 - 19:34

ROSSETTI BRUNO ha scritto:
Banshee ha scritto:Sostanzialmente, Longstreet non fece nulla. Nemmeno un tentativo di sondare le difese di Suffolk. Nulla.

Banshee

Ciao
In sostanza si rimprovera Lonstreet per non aver attaccato a Suffolk, e per aver attaccato a Knoxville
Bruno

p.s. era mia intenzione fare qualcosa di più approfondito riguardo a Suffolk però in questi tempi sono troppo impegnato con i reggimenti dell'unione per poterlo fare, fra qualche mese quando avrò finito mi propongo di ritornarci.

Il problema con Longstreet è che la campagna di Suffolk gli fu imposta, quella di Knoxville se la cercò lui. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ma non credo che si possa dire che a Suffolk fu un fallimento completo. A Knoxville sì. E quel che è peggio fu il fatto che cercò di scaricare su McLaws e altri il suo fallimento, richiedendo una corte marziale per i suoi ufficiali. Salvo poi non presentarsi per sostenere le accuse e anzi risultare di fatto del tutto ridicolo: su sette capi d'imputazione contro McLaws, solo uno minore fu ritenuto giustificato, ma la sentenza e le motivazioni furono così comprensive nei confronti di McLaws che di fatto egli ne uscì a testa alta. Il solo scopo ottenuto da Longstreet fu quello di privare di un eccellente comandante come McLaws, l'ANV e proprio nel settore di cui più aveva bisogno: ossia la tattica difensiva, in cui McLaws eccelleva come pochi altri.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mar 5 Mar 2013 - 20:06

George Armstrong Custer ha scritto:Un aspetto che non mi piace in Longstreet è rappresentato dai suoi difetti caratteriali che, durante la guerra e soprattutto in situazioni critiche, egli ha dimostrato di non saper tenere a freno.
Longstreet aveva molti difetti personali, primo fra tutti la sua incapacità di controllare le sue emozioni e di sostenere i suoi superiori quando non era d'accordo con loro, e il suo spirito di vendetta verso i suoi colleghi quando non erano d'accordo con lui.
Questi difetti di carattere tendevano sempre a manifestarsi nei momenti più inopportuni per la causa confederata. Ad esempio, in entrambi i giorni, secondo e terzo della battaglia di Gettysburg, Longstreet ha esitato a ordinare alle truppe, sotto il suo comando, di muoversi per attaccare le forze dell'Unione, perché non era d'accordo con la strategia complessiva di Lee e con la sua condotta stategica nella predetta battaglia.
Alla vigilia della battaglia di Chattanooga, Longstreet ha cospirato con altri generali Confederati contro l'impopolare generale Braxton Bragg al fine di silurarlo, infatti Bragg venne poi rimosso come comandante.
Comportamenti forse un pò troppo scorretti nei confronti dei propri superiori, tenuti in momenti particolari dove sarebbe servita maggiore collaborazione.

Concordo. Da una parte Longstreet, spesso, quando non era d'accordo con una visione strategica o tattica dei suoi superiori faceva di tutto per boicottarla nei fatti. Dall'altra, quando si trovava a dover prendere decisioni ed iniziative e queste si rivelavano fallimentari tendeva a scaricare sugli altri (i suoi subordinati) i propri fallimenti.
A mio modo di vedere per quanto non privo di difetti caratteriali pure lui e per quanto reo di aver commesso molti errori nel corso della campagna dei 7 giorni, il miglior comandante di corpo d'armata dell'ANV si rivelò e fu Stonewall Jackson.
Il problema che credo abbiamo avuto un pò tutti è stato quello di sopravvalutare i personaggi della GCA. Una lettura critica (NON IPERCRITICA che è certamente errata ed è tipica di altra recente storiografia) credo che porti a migliori risultati.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Mar 5 Mar 2013 - 20:16

Per Bruno
E' vero quanto dici in merito a quelli che furono i motivi per cui Longstreet fu inviato in zona ma se consideriamo che la minaccia su Richmond si sgonfiò abbastanza in fretta e che non erano necessarie tutte quelle truppe per procurare e scortare le vettovaglie, è normale che il Governo gli chiedesse di fare qualcosa di più "militare". E lui fece poco e niente, e quel poco lo fece anche malino.
Vero è anche che doveva avere a che fare con quello psicopatico di Hill che aveva lo stesso fanatismo e lo stesso carattere impossibile del cognato senza averne tuttavia il genio.


Per Banshee
La campagna di Suffolk gli fu imposta fino ad un certo punto. E' vero che gli fu dettato l'obbiettivo ma Longstreet rompeva le scatole a mezzo mondo per avere un comando in cui dimostrare le sue capacità.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Mer 6 Mar 2013 - 14:03

dan-acw ha scritto:Mai detto che fosse responsabile del fiasco di Chattanoga (intesa come battaglia) ma nessuno può negare che prima di andarsene (di sua iniziativa) a caccia di gloria e di farfalle a Knoxville, Longstreet giocò un ruolo importante durante l'assedio di Chattanoga.
Nel settore di sua competenza (brown's ferry) i federali riuscirono a sfondare ed ad aprire la cracker line per la città assediata. E la colpa di questo evento è da attribuirsi al più grande tattico della guerra



Ciao
Veramente a Knoxville fu Bragg a chiedere al presidente di mandarci Longstreet certo lui desiderava ARDENTEMENTE un comando indipendente, ma fu Bragg a mandarcelo, sicuramente lo fece anche per toglierselo di torno come in precedenza di era sbarazzato prima di Hardee e poi di Forrest, anzi il 22 Novembre Bragg ordinò alle divisioni Buckner e Cleburne, di recarsi a rinforzare Longstreet questo perchè Bragg carente di cavalleria(1) era convinto che Sherman stesse andando a rinforzare Burnside. Se Grant avesse aspettato una settimana ad attaccare si sarebbe trovato di fronte un avversario molto più debole!.

1) Mancava di cavalleria perchè aveva mandato Wheleer a compiere un raid nelle retrovie nordiste, è curioso questa tendenza da parte di tutti i comandanti di AoT di mandare Wheeler a spasso nelle retrovie federali, ruolo in cui lui dimostrò la sua totale incapacità.  
Se ci pensiamo bene è assurdo Bragg aveva sottomano l'uomo nato per questo tipo di operazioni, prima se ne sbarazza poi manda a fare il suo lavoro ad uno totalmente incapace!
Mah...
Saluti
Bruno

p.s.
Rispondo qui al rilievo sottostante perchè non voglio in tasare il forum di msg.
Se ho parlato di Bragg l'ho fatto solo per cose che irguardavano le operazioni di Longstreet effettuate nel periodo in cui Lonstreet era al suo comando.
Se ho sbagliato mi scuso, ma ripeto non era mia intenzione di parlare di Bragg.


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Mar 3 Set 2013 - 15:11, modificato 1 volta
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 6 Mar 2013 - 18:20

Indipendentemente dal fatto che ci venne mandato, Longstreet operó male nel Tennessee Orientale e a dimostrazione vi è anche il fatto che il I Corpo tornó in Virginia demoralizzato e con i generali in lotta fra di loro o rimossi dal comando per corti marziali.

Per quanto riguarda Bragg questa non è la discussione adeguata.


Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2857
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Mer 6 Mar 2013 - 20:38

Scalawag ha scritto:
Ok, ha sbagliato mestiere, durante la guerra non ne ha azzeccata una.....ed il Gen. Lee non se ne è mai accorto.
Vorrà dire che ognuno resta con le sue opinioni.
Grazie comunque per l'acceso dibattito. Alla Prossima ( non è valido che tu e Banshee vi coalizzate). No

Ahahha!! Very Happy
Però hai tenuto bene "botta"!! Comunque ci sono tanti storici che la pensano come te, quindi nessuno vince e nessuno perde! Rolling Eyes


Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3997
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Henry Heth il Gio 7 Mar 2013 - 3:04

Salve! Pur non essendo nuovissimo del forum non mi è ancora capitato di scrivere perchè diciamo sono ancora in fase di "studio". Questa discussione ha minato però una delle certezze che avevo! Premetto che gli aspetti prettamente militari mi appassionano poco (penso infatti che le battaglie sono andate come sono andate e disquisire su eventuali errori commessi o sul come sarebbe andata se.. lascia il tempo che trova) ma io che da poco ho iniziato a leggere dell'argomento (ho letto infatti solo tre opere che tra l'altro tutti conoscerete: storia dell'ACW, la spada e le magnolie, marinai del sud) non posso non notare che il Longstreet descritto dal Luraghi (e visto nel film Gettysburg Very Happy ) è profondamente diverso da quello che qualcuno qui ha descritto. Ho letto i commenti precedenti ma più che un giudizio particolare su singoli eventi mi interessa avere un giudizio generale di Longstreet, anche in termini positivo o negativo, considerando che le battaglie, per quanto poco possa capirne, si possano perdere senza necessiaremente esservi colpa particolare di un generale. Perdonerete la poca specificità (o, se volete, banalità) della domanda ma è il giudizio in sintesi di Longstreet che mi interessa e non l'analisi delle sue singole battaglie che, come avrete forse intuito dai libri che ho letto, non mi interessa proprio. Comunque la pensiate colgo l'occasione per salutarvi tutti dato che è la prima volta che scrivo.
Appunto, saluti
Henry Heth
avatar
Henry Heth
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 14.07.12
Località : Avola (SR)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Gio 7 Mar 2013 - 10:57

Il giudizio su Longstreet, in sintesi, è che egli non fu quell'eroe tramandatoci dal film Gettysburg né quel genio tattico dipinto da qualcun altro, ma neppure quell'incapace o traditore che altri hanno dipinto. La verità, a mio giudizio, sta in mezzo. Era un uomo certamente molto ambizioso, ostinato e difficile da gestire, ma se in accordo e ben guidato poteva dare il meglio di sé. Un suo tratto peculiare (specie dopo la perdita dei figli a causa della scarlattina) era l'estremo mutismo in alcune giornate: nulla a che vedere con l'immagine del buontempone gioviale di cui al film Gettysburg. Pare che in società fosse estremamente imbarazzato e goffo, ma gran giocatore di poker al tavolo.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Gio 7 Mar 2013 - 14:10

Henry Heth ha scritto:Salve! Pur non essendo nuovissimo del forum non mi è ancora capitato di scrivere perchè diciamo sono ancora in fase di "studio". Questa discussione ha minato però una delle certezze che avevo! Premetto che gli aspetti prettamente militari mi appassionano poco (penso infatti che le battaglie sono andate come sono andate e disquisire su eventuali errori commessi o sul come sarebbe andata se.. lascia il tempo che trova) ma io che da poco ho iniziato a leggere dell'argomento (ho letto infatti solo tre opere che tra l'altro tutti conoscerete: storia dell'ACW, la spada e le magnolie, marinai del sud) non posso non notare che il Longstreet descritto dal Luraghi (e visto nel film Gettysburg Very Happy ) è profondamente diverso da quello che qualcuno qui ha descritto. Ho letto i commenti precedenti ma più che un giudizio particolare su singoli eventi mi interessa avere un giudizio generale di Longstreet, anche in termini positivo o negativo, considerando che le battaglie, per quanto poco possa capirne, si possano perdere senza necessiaremente esservi colpa particolare di un generale. Perdonerete la poca specificità (o, se volete, banalità) della domanda ma è il giudizio in sintesi di Longstreet che mi interessa e non l'analisi delle sue singole battaglie che, come avrete forse intuito dai libri che ho letto, non mi interessa proprio. Comunque la pensiate colgo l'occasione per salutarvi tutti dato che è la prima volta che scrivo.
Appunto, saluti
Henry Heth
Saluti
Personalmente penso che Longstreet se ben guidato sia stato il miglior sottoposto di Lee,
viene criticato per essere un soldato pigro e indolente adatto al massimo alla difesa, secondo me stato autore di ben 4 assalti che hanno avuto successo. cioè Manassas, Gettysburg!! (1), Chickamauga e Wilderness.
Sulle sue qualità come comandante in capo mi astengo per insufficenza di prove.
1) Sì io ritengo l'assalto ai Round Top una vittoria.
2) Ritengo Wilderness il suo capolavoro e il suo ferimento la massima iattura per il sud.
Ciao
Bruno

per Heth: non avere paura a scrivere di parole non è mai morto nessuno! Wink
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 7 Mar 2013 - 17:52

Henry Heth ha scritto:Salve! Pur non essendo nuovissimo del forum non mi è ancora capitato di scrivere perchè diciamo sono ancora in fase di "studio". Questa discussione ha minato però una delle certezze che avevo! Premetto che gli aspetti prettamente militari mi appassionano poco (penso infatti che le battaglie sono andate come sono andate e disquisire su eventuali errori commessi o sul come sarebbe andata se.. lascia il tempo che trova) ma io che da poco ho iniziato a leggere dell'argomento (ho letto infatti solo tre opere che tra l'altro tutti conoscerete: storia dell'ACW, la spada e le magnolie, marinai del sud) non posso non notare che il Longstreet descritto dal Luraghi (e visto nel film Gettysburg Very Happy ) è profondamente diverso da quello che qualcuno qui ha descritto. Ho letto i commenti precedenti ma più che un giudizio particolare su singoli eventi mi interessa avere un giudizio generale di Longstreet, anche in termini positivo o negativo, considerando che le battaglie, per quanto poco possa capirne, si possano perdere senza necessiaremente esservi colpa particolare di un generale. Perdonerete la poca specificità (o, se volete, banalità) della domanda ma è il giudizio in sintesi di Longstreet che mi interessa e non l'analisi delle sue singole battaglie che, come avrete forse intuito dai libri che ho letto, non mi interessa proprio. Comunque la pensiate colgo l'occasione per salutarvi tutti dato che è la prima volta che scrivo.
Appunto, saluti
Henry Heth

Penso di parlare a nome di tutti se dico che anche noi altri che scriviamo molto siamo in fase di studio e lo saremo per sempre, almeno fino a quando ci sará interesse nel proseguire questa passione. La tua domanda è quindi molto apprezzata e per nulla scontata.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2857
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 7 Mar 2013 - 19:12

Henry Heth ha scritto:Salve! Pur non essendo nuovissimo del forum non mi è ancora capitato di scrivere perchè diciamo sono ancora in fase di "studio". Questa discussione ha minato però una delle certezze che avevo! Premetto che gli aspetti prettamente militari mi appassionano poco (penso infatti che le battaglie sono andate come sono andate e disquisire su eventuali errori commessi o sul come sarebbe andata se.. lascia il tempo che trova) ma io che da poco ho iniziato a leggere dell'argomento (ho letto infatti solo tre opere che tra l'altro tutti conoscerete: storia dell'ACW, la spada e le magnolie, marinai del sud) non posso non notare che il Longstreet descritto dal Luraghi (e visto nel film Gettysburg Very Happy ) è profondamente diverso da quello che qualcuno qui ha descritto. Ho letto i commenti precedenti ma più che un giudizio particolare su singoli eventi mi interessa avere un giudizio generale di Longstreet, anche in termini positivo o negativo, considerando che le battaglie, per quanto poco possa capirne, si possano perdere senza necessiaremente esservi colpa particolare di un generale. Perdonerete la poca specificità (o, se volete, banalità) della domanda ma è il giudizio in sintesi di Longstreet che mi interessa e non l'analisi delle sue singole battaglie che, come avrete forse intuito dai libri che ho letto, non mi interessa proprio. Comunque la pensiate colgo l'occasione per salutarvi tutti dato che è la prima volta che scrivo.
Appunto, saluti
Henry Heth

Tutti gli appassionati della guerra civile americana che non conoscono bene l'inglese (io sono in testa a tutti) hanno una cosa in comune, conoscere la Civil War solo grazie al mitico Luraghi e ai suoi libri. A questo punto nasce il problema: le sue idee e opinioni, non potendo noi acquisire altre informazioni, sono diventate le nostre. Ricordo che consideravo Joe Johnston il secondo generale della Confederazione...... ora non ti dico cosa penso di Lui.

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3352
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Gio 7 Mar 2013 - 20:11

Concordo con l'amico Claudio. In più teniamo conto che dalla data di pubblicazione dell'opera del Luraghi (1966) sono trascorsi qausi 50 anni e nel frattempo molto materiale inedito (corrispondenza prima e dopo la guerra, rapporti etc) è saltato fuori e specie con riguardo alla figura di Longstreet ha gettato nuova luce su molti avvenimenti.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Ven 8 Mar 2013 - 16:00

Scalawag ha scritto:
...Comunque, rispetto le opinioni altrui senza voler convincere alcuno, semplicemente dopo anni di letture e ricerche appassionate mi sono fatto delle opinioni, ma non pretendo di essere depositario della verità assoluta, come spero facciano anche gli altri. Very Happy

Longstreet nei film - Gettysburg e Gods and Generals - non mi sembra venga considerato un pessimo generale, eppure questi due film non sono di 50 o 60 anni fa. Uno è del 1993 e l'altro del 2003. O il regista ha preso un grosso abbaglio oppure le cose sono andate come descritte nei film. Non mi sembra che i due film siano stati presi di mira dalla critica.
Nel mio piccolo ti consiglio pertanto di continuare nelle tue letture. Ti accorgerai che in fin dei conti la storia della CW è quella. Punto. Ci possono essere storici che simpatizzano di più per una delle due parti in causa o altri che prediligono più un generale che un altro e pertanto lodano o denigrano in base alle loro simpatie, ma la storia del conflitto non può essere stravolta più di tanto. Per quel che riguarda il Luraghi, sta per uscire una sua opera postuma che sembra parli proprio dei protagonisti della CW. Le basi per scrivere la sua "Storia della Guerra Civile Americana", come da lui stesso rilasciato in una intervista, sono state: “Pensa che ho passato sette anni della mia vita a vagliare uno per uno tutti i documenti inseriti nei records ufficiali del governo americano sulla Guerra civile. Ho trovato una decina di errori. Che senso ha una ricerca del genere, adesso me lo chiedo veramente”. Non credo proprio che molti dei neo storici della CW abbia fatto lo stesso prima di cominciare a scrivere al riguardo.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Scalawag il Ven 8 Mar 2013 - 16:59

Generale Meade ha scritto:
Scalawag ha scritto:
...Comunque, rispetto le opinioni altrui senza voler convincere alcuno, semplicemente dopo anni di letture e ricerche appassionate mi sono fatto delle opinioni, ma non pretendo di essere depositario della verità assoluta, come spero facciano anche gli altri. Very Happy

Longstreet nei film - Gettysburg e Gods and Generals - non mi sembra venga considerato un pessimo generale, eppure questi due film non sono di 50 o 60 anni fa. Uno è del 1993 e l'altro del 2003. O il regista ha preso un grosso abbaglio oppure le cose sono andate come descritte nei film. Non mi sembra che i due film siano stati presi di mira dalla critica.
Nel mio piccolo ti consiglio pertanto di continuare nelle tue letture. Ti accorgerai che in fin dei conti la storia della CW è quella. Punto. Ci possono essere storici che simpatizzano di più per una delle due parti in causa o altri che prediligono più un generale che un altro e pertanto lodano o denigrano in base alle loro simpatie, ma la storia del conflitto non può essere stravolta più di tanto. Per quel che riguarda il Luraghi, sta per uscire una sua opera postuma che sembra parli proprio dei protagonisti della CW. Le basi per scrivere la sua "Storia della Guerra Civile Americana", come da lui stesso rilasciato in una intervista, sono state: “Pensa che ho passato sette anni della mia vita a vagliare uno per uno tutti i documenti inseriti nei records ufficiali del governo americano sulla Guerra civile. Ho trovato una decina di errori. Che senso ha una ricerca del genere, adesso me lo chiedo veramente”. Non credo proprio che molti dei neo storici della CW abbia fatto lo stesso prima di cominciare a scrivere al riguardo.

Meade

Grazie per il tuo intervento Gen. Meade, personalmente sto cercando di allargare gli orizzonti leggendo altri libri, non senza difficoltà visto il mio inglese scolastico ( gli anni di frequentazione scolastica purtroppo cominciano ad essere lontani). Sad
Attualmente ho appena comprato "Battle Cry Of Freedom" di McPherson, secondo la critica un ottimo libro molto in contrapposizione al Luraghi su molti fatti e personaggi. Credo comunque anch'io che molto dipende dal punto di vista dello storico, è vero che negli anni sono emersi nuovi documenti, ma è altrettanto vero che chissà quanti sono andati perduti per sempre e magari molti di quelli provavano il contrario o almeno lo confutavano in parte.
In ogni caso come dici tu, la realtà dei fatti emersa dall'enorme lavoro svolto dal Luraghi sui documenti inseriti nei records ufficiali del governo americano sulla Guerra civile non ne puo uscire stravolto sui fatti o i personaggi principali, se non si vuole dare per scontato che abbia volutamente essere fazioso e parziale su molti resoconti e giudizi.

Scalawag
avatar
Scalawag
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 15.02.13
Età : 51

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Ven 8 Mar 2013 - 17:12

Bisogna poi considerare che la maggior parte degli O.R. riguardanti la Confederazione sono andati bruciati durante la fuga del governo da Richmond con grave danno per la ricerca storica.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  HARDEE il Ven 8 Mar 2013 - 17:41

Signori buonasera.


In considerazione del fatto che Il Generale Lee volesse il Generale Longstreet ai suoi comandi, mi fa pensare a due ipotesi: o Il Generale Longstreet non fu quell’incapace che parte della storiografia riporta, ma semplicemente un ex soldato inviso a quasi tutto Il Sud sconfitto e pertanto calunniato, come spesso avviene.

Oppure , e mi duole anche pensarlo, il Generale Lee aveva bisogno di una "Tête de turc" per giustificare i suoi errori.

Scartando, dì cuore, la seconda ipotesi non mi resta che la prima, avvalorata dal fatto che Longstreet era un ammiratore di “Old Pete”, di conseguenza se Johnston era un incapace tanto più lo erano i suoi ammiratori. In definitiva il Generale Lee voleva Longstreet che ammirava Johnston. C'è qualcosa di poco chiaro? Per dirla All'Amleto: <<C'è del marcio in Danimarca (leggi Esercito Confederato) >>.

Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 8 Mar 2013 - 17:57

Direi che un film non è una fonte attendibile. Le critiche a Longstreet sono concrete e dimostrabili, condivise da decine di storici importantissimi che magari a differenza di Luraghi (che ha senz'altro studiato seriamente e approfonditamente la guerra civile) hanno invece passato anni o la vita a studiare solo la vita del generale o una delle sue battaglie. Per questo sostengo che l'utilitá di libri sulla storia generale della guerra sia limitata e si debba fare riferimento a studi specifici per capire al meglio come siano andate le cose.
Poi mi pare che stiamo un po' esagerando, nessuno ha detto che Longstreet sia stato un inetto, solo che non è quel personaggio leggendario che alcuni raffigurano. Ha dei lati oscuri come la sua ambizione e ha commesso errori come tutti (da Lee a Grant, da Stonewall a Sherman). Negare queste cose mi sembra assurdo essendo ben documentato non da me ma da storici di tutto rispetto e che, nessuno me ne voglia male, sono piú autorevoli di Luraghi. Poi ognuno ha le sue opinioni, sui fatti e sulle persone.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2857
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Ven 8 Mar 2013 - 18:25

Caro Comandante Beauregard,

per riuscire a farci una idea migliore su Longstreet, quali libri consigli di leggere scritti dagli storici da te citati?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 8 Mar 2013 - 19:32

Longstreet non è un personaggio che mi interessa eccetto che durante la sua permanenza ad ovest quindi ci sarà sicuramente chi potrà consigliare delle letture più approfondite e che non conosco sul fronte orientale. Io ho trovato utile per capire meglio il suo ruolo nella ANV i tre volumi di Douglas S. Freeman "Lee's Lieutenant", se vogliamo scendere più nello specifico delle battaglie "To the Gates of Richmond" di Stephen W. Sears è un ottimo libro sulla campagna della Penisola. Per il ruolo di Lognstreet a Second Manassas forse "Return to Bull Run" di Hennessy è il migliore, per Gettysburg ho trovato esauriente "The Gettysburg Campaign" di Coddington ma sicuramente ci sono studi più precisi su ogni giorno di battaglia. Per l'ovest posso consigliare "This Terrible Sound" e "The Shipwreck of Their Hopes" di Peter Cozzens ma se vogliamo addentrarci negli intrallazzi del generale e nel successivo fallimento del generale a Chattanooga e nel Tennessee Orientale allora "Confederate Struggle for Command" di Alexander Mendoza e "The Knoxville Campaign" di Hess sono ottime fonti. Anche se parlano proprio marginalmente di Longstreet, anche i libri di Connelly e Woodworth sono utili per capire il suo ruolo nei vari complotti interni all'alto comando confederato e quanto alcune sue proposte strategiche fossero fuori luogo. Leggendo queste opere e altre che ora non mi vengono in mente ho visto dei tratti ricorrenti nella psicologia, nei rapporti con gli altri generali e i civili, nella strategia e più in generale nel modo di agire di Longstreet che hanno modificato il mio giudizio sul personaggio, giudizio che Banshee in un post precedente ha saputo ben descrivere e pertanto gli rubo la frase: "molto ambizioso, ostinato e difficile da gestire, ma se in accordo e ben guidato poteva dare il meglio di sé".
Ognuno è libero di pensare quello che vuole, io sono sicuro che quanto ho letto è ben documentato e attendibile ma sono prontissimo a cambiare idea se un giorno troverò una serie di studi ben più accurati di quelli attuali che dimostreranno tutto il contrario di quanto è stato fino ad ora portato alla luce.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2857
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Ven 8 Mar 2013 - 19:41

Generale Meade ha scritto:
Scalawag ha scritto:
...Comunque, rispetto le opinioni altrui senza voler convincere alcuno, semplicemente dopo anni di letture e ricerche appassionate mi sono fatto delle opinioni, ma non pretendo di essere depositario della verità assoluta, come spero facciano anche gli altri. Very Happy

Longstreet nei film - Gettysburg e Gods and Generals - non mi sembra venga considerato un pessimo generale, eppure questi due film non sono di 50 o 60 anni fa. Uno è del 1993 e l'altro del 2003. O il regista ha preso un grosso abbaglio oppure le cose sono andate come descritte nei film. Non mi sembra che i due film siano stati presi di mira dalla critica.
Nel mio piccolo ti consiglio pertanto di continuare nelle tue letture. Ti accorgerai che in fin dei conti la storia della CW è quella. Punto. Ci possono essere storici che simpatizzano di più per una delle due parti in causa o altri che prediligono più un generale che un altro e pertanto lodano o denigrano in base alle loro simpatie, ma la storia del conflitto non può essere stravolta più di tanto. Per quel che riguarda il Luraghi, sta per uscire una sua opera postuma che sembra parli proprio dei protagonisti della CW. Le basi per scrivere la sua "Storia della Guerra Civile Americana", come da lui stesso rilasciato in una intervista, sono state: “Pensa che ho passato sette anni della mia vita a vagliare uno per uno tutti i documenti inseriti nei records ufficiali del governo americano sulla Guerra civile. Ho trovato una decina di errori. Che senso ha una ricerca del genere, adesso me lo chiedo veramente”. Non credo proprio che molti dei neo storici della CW abbia fatto lo stesso prima di cominciare a scrivere al riguardo.

Meade

Occorre precisare che il film Gettysburg è basato su di un romanzo storico scritto da Jeff Shaara. Come ogni romanzo storico esso contiene verità e falsità. Tutta la parte relativa a Longstreet indipendemente dall'accuratezza o meno del personaggio (che è sospetta e molto differente da quella tramandataci dai testimoni dell'epoca come Moxley Sorrel, McLaws e altri ancora) è costruita intorno all'idea del personaggio positivo, illuminato e buon generale, insomma l'eroe positivo, in contrasto con quella di altri personaggi (Lee sembra essere un vecchietto un pò rimbambito alle volte e leggermente fissato con le sue idee).
Non corrisponde al vero, peraltro che sia gettysburg che Gods and Generals non siano stati sottoposti ad ampia critica. AL riguardo ricordo un paio di articoli (uno è stato pubblicato nella pubblicazione bimestrale North & South, l'altro se non erro in Civil War) in cui si chiedeva l'opinione a illustri studiosi (come Gary W. Gallagher, McPherson e altri) sui film e le critiche non sono certo mancate.
Quanto a Luraghi ho già espresso più volte la mia opinione al riguardo: ci sono molte parti eccellenti, alcune buone, altre erronee. E' un punto di partenza indispensabile: ma appunto un punto di partenza. Altri storici hanno approfondito singoli temi (su Gettysburg Luraghi dedica circa 40 pagg, Coddington che ha scritto dopo di lui con materiale inedito quasi 900). La storia fortunatamente non è quella del punto e basta. Ma come ogni scienza inesatta essa si arrichisce di nuovi documenti di nuove testimonianze (si pensi ad es alle lettere di Lafayette McLaws pubblicate solo nel 2001) e di nuove interpretazioni.

Banshee

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 6 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum