Gen.James Longstreet

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Ven 8 Mar 2013 - 19:42

Per ora molte grazie!!!

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Ven 8 Mar 2013 - 19:44

Generale Meade ha scritto:Bisogna poi considerare che la maggior parte degli O.R. riguardanti la Confederazione sono andati bruciati durante la fuga del governo da Richmond con grave danno per la ricerca storica.

Meade

Preciso solo che tra gli anni 1990 e 2000 sono stati pubblicati in 100 volumi i Supplement to the Official Records ( detti S.O.R.) che sebbene non contengano tutti quanti documenti importanti né molto del materiale perduto, contengono certamente interessanti nuovi dettagli.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Ven 8 Mar 2013 - 19:55

HARDEE ha scritto:Signori buonasera.


In considerazione del fatto che Il Generale Lee volesse il Generale Longstreet ai suoi comandi, mi fa pensare a due ipotesi: o Il Generale Longstreet non fu quell’incapace che parte della storiografia riporta, ma semplicemente un ex soldato inviso a quasi tutto Il Sud sconfitto e pertanto calunniato, come spesso avviene.

Oppure , e mi duole anche pensarlo, il Generale Lee aveva bisogno di una "Tête de turc" per giustificare i suoi errori.

Scartando, dì cuore, la seconda ipotesi non mi resta che la prima, avvalorata dal fatto che Longstreet era un ammiratore di “Old Pete”, di conseguenza se Johnston era un incapace tanto più lo erano i suoi ammiratori. In definitiva il Generale Lee voleva Longstreet che ammirava Johnston. C'è qualcosa di poco chiaro? Per dirla All'Amleto: <<C'è del marcio in Danimarca (leggi Esercito Confederato) >>.

Hardee

Direi che nè l'una nè l'altra delle teorie corrisponda ai fatti. Quanto all'ammirazione di Longstreet per Johnston debbo rimandare ad una lettera di Longstreet scritta nell'autunno del 1862 in cui appreso dei miglioramenti nella salute di Johnston, Longstreet si diceva entusiasta di riabbracciare il suo vecchio sodale (al pari del resto dell'armata, diceva Longstreet, una palla colossale) che senza dubbi o sarebbe stato messo di nuovo al comando dell'ANV. Anzi, addirittura in un linguaggio pieno di effusioni, lo aspettava per stappare lo champagne insieme per il prossimo lieto evento. Peccato che Davis (al pari del resto del paese) la pensasse un pò diversamente...D'accordo Jefferson Davis non sarà stato una cima ma mica era così idiota da consegnare agli Yankees la Virginia rimettendo Johnston a capo dell'ANV!
Quanto a Lee verissimo che stimasse Longstreet; ma ne conosceva anche i limiti e dopo la guerra (secondo il suo costume, egli evitava polemiche dopo una campagna o battaglia, assumendo su di sè ogni critica) non fece mistero dei difetti di Longstreet. Anzi, assai stupito di leggere l'ennesima cialtronata di Longstreet su Gettysburg e su altri generali, Lee concluse dicendo " se Longstreet ha detto così, dev'essere probabilmente non vera"....
La verità è che Lee apprezzava Longstreet nella misura in cui sapeva che non era sostituibile per mancanza di vere alternative.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Ven 8 Mar 2013 - 20:14

P.G.T. Beauregard ha scritto:Longstreet non è un personaggio che mi interessa eccetto che durante la sua permanenza ad ovest quindi ci sarà sicuramente chi potrà consigliare delle letture più approfondite e che non conosco sul fronte orientale. Io ho trovato utile per capire meglio il suo ruolo nella ANV i tre volumi di Douglas S. Freeman "Lee's Lieutenant", se vogliamo scendere più nello specifico delle battaglie "To the Gates of Richmond" di Stephen W. Sears è un ottimo libro sulla campagna della Penisola. Per il ruolo di Lognstreet a Second Manassas forse "Return to Bull Run" di Hennessy è il migliore, per Gettysburg ho trovato esauriente "The Gettysburg Campaign" di Coddington ma sicuramente ci sono studi più precisi su ogni giorno di battaglia. Per l'ovest posso consigliare "This Terrible Sound" e "The Shipwreck of Their Hopes" di Peter Cozzens ma se vogliamo addentrarci negli intrallazzi del generale e nel successivo fallimento del generale a Chattanooga e nel Tennessee Orientale allora "Confederate Struggle for Command" di Alexander Mendoza e "The Knoxville Campaign" di Hess sono ottime fonti. Anche se parlano proprio marginalmente di Longstreet, anche i libri di Connelly e Woodworth sono utili per capire il suo ruolo nei vari complotti interni all'alto comando confederato e quanto alcune sue proposte strategiche fossero fuori luogo. Leggendo queste opere e altre che ora non mi vengono in mente ho visto dei tratti ricorrenti nella psicologia, nei rapporti con gli altri generali e i civili, nella strategia e più in generale nel modo di agire di Longstreet che hanno modificato il mio giudizio sul personaggio, giudizio che Banshee in un post precedente ha saputo ben descrivere e pertanto gli rubo la frase: "molto ambizioso, ostinato e difficile da gestire, ma se in accordo e ben guidato poteva dare il meglio di sé".
Ognuno è libero di pensare quello che vuole, io sono sicuro che quanto ho letto è ben documentato e attendibile ma sono prontissimo a cambiare idea se un giorno troverò una serie di studi ben più accurati di quelli attuali che dimostreranno tutto il contrario di quanto è stato fino ad ora portato alla luce.

Ciao

Se posso permettermi di aggiungere qualche altro consiglio per la lettura:
- Jeffrey D. Wert nella sua biografia di Longstreet (la più recente) certamente ha molte solide basi ma omette di parlare troppo approfonditamente dei "fattacci" di Seven Pines e di Gettysburg e ricostruisce poco della psicologia del personaggio. Utile su Seven pines perchè ricostruisce bene è la biografia di Johnston di Symonds.
Indispensabile per Gettysburg e Knoxville e per capire bene la psicologia del personaggio Longstreet (oltre al Freeman già citato, a cui aggiungerei dello stesso autore la parte relativa a Gettysburg tratta dalla biografia di Lee, con i dovuti ritocchi e riconoscimenti dello stesso Freeman in Lee's Lieutenants) sono due lunghi articoli di Robert Krick in "The Smoothbore volley that doomed the Confederacy: the death of Stonewall Jackson and other chapters on the Army of Northern Virginia".
Per il resto, concordo con la panoramica di scelte già segnalata.
Molto utile per il materiale raccolto sul dopo guerra è W.G.Piston Lee's Tarnished Lieutenant, che però soffre di una partigianeria piuttosto evidente.
Una critica sul ruolo di Longstreet a Chickamauga che sembra sfatare molte leggende sulla sua capacità è in William G. Robertson "Bull of The Woods?" in S.E.Woodworth (a cura di) The Chickamauga Campaign.

Banshee

avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 9 Mar 2013 - 12:28

Lo storico Robert K. Krick è un grande ammiratore del gen Lee, tanto è vero che ha pure chiamato suo figlio Rober E. Lee Krick. Su Longstreet, invece, è tutt'altra storia. Nel suo saggio su Chancellorsville, Krick sostiene che Lee è stato in grado di ottenere una magnifica vittoria in quella battaglia anche perché il "lugubrious" Longstreet era assente.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2479
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Sab 9 Mar 2013 - 17:59

ROSSETTI BRUNO ha scritto:
Saluti
Personalmente penso che Longstreet se ben guidato sia stato il miglior sottoposto di Lee,
viene criticato per essere un soldato pigro e indolente adatto al massimo alla difesa, secondo me stato autore di ben 4 assalti che hanno avuto successo. cioè Manassas, Gettysburg!! (1), Chickamauga e Wilderness.
Sulle sue qualità come comandante in capo mi astengo per insufficenza di prove.
1) Sì io ritengo l'assalto ai Round Top una vittoria.
2) Ritengo Wilderness il suo capolavoro e il suo ferimento la massima iattura per il sud.
Ciao
Bruno

per Heth: non avere paura a scrivere di parole non è mai morto nessuno! Wink

Se ti riferivi alla Battaglia di Secondo Manassass, anche in quella circostanza Longstreet si beccò una "manciata" di critiche. I suoi detrattori sostennero che anche in quell'occasione la sua proverbiale lentezza nell'approcciare la battaglia stava per gettare nel disastro il Corpo di Jackson e, conseguentemente, tutta L'ANV

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3996
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Sab 9 Mar 2013 - 20:41

R.E.Lee ha scritto:
ROSSETTI BRUNO ha scritto:
Saluti
Personalmente penso che Longstreet se ben guidato sia stato il miglior sottoposto di Lee,
viene criticato per essere un soldato pigro e indolente adatto al massimo alla difesa, secondo me stato autore di ben 4 assalti che hanno avuto successo. cioè Manassas, Gettysburg!! (1), Chickamauga e Wilderness.
Sulle sue qualità come comandante in capo mi astengo per insufficenza di prove.
1) Sì io ritengo l'assalto ai Round Top una vittoria.
2) Ritengo Wilderness il suo capolavoro e il suo ferimento la massima iattura per il sud.
Ciao
Bruno

per Heth: non avere paura a scrivere di parole non è mai morto nessuno! Wink

Se ti riferivi alla Battaglia di Secondo Manassass, anche in quella circostanza Longstreet si beccò una "manciata" di critiche. I suoi detrattori sostennero che anche in quell'occasione la sua proverbiale lentezza nell'approcciare la battaglia stava per gettare nel disastro il Corpo di Jackson e, conseguentemente, tutta L'ANV

Lee

In effetti non pochi hanno sottolineato come il continuo rinvio dell'attacco sul fianco unionista da parte di Longstreet non solo abbia esposto il corpo di Jackson al pericolo di essere travolto, ma abbia fatto perdere ore preziose di luce per completare la rotta federale. All'opposto, vi è chi invece pensa che il tempismo fu perfetto e che un anticipo avrebbe condotto Longstreet ad arenarsi sulle truppe unioniste che affluivano verso il centro dello schieramento confederato. La questione rimane in gra parte irrisolta, a mio giudizio.
Un secondo tema di interesse riguarda le polemiche che seguirono alla pubblicazione di una serie di articoli sugli Southern Historical Society of Ppapers dopo la guerra da parte di Stephen D. Lee (all'epoca comandante, di fatto, dell'artiglieria del I° corpo) e dello stesso Longstreet. La polemica nacque tra i due circa il merito da attribuirsi per il posizionamento dell'artiglieria che di fatto spezzò l'assalto unionista su Jackson nel secondo giorno di battaglia. Ciascuno ovviamente rivendicò per sè quel merito.
E' interessante notare che secondo l'interpretazione di Freeman (in R.E.Lee: A Biography - poi però in parte smussata nel successivo Lee's Lieutenants) proprio nella seconda battaglia di Manassas nacquero gran parte dei guai che condussero alla sconfitta di Gettysburg: fu in quel frangente che Longstreet capì di poter far di testa sua e che la sua opinione aveva più peso ed era soprattutto più corretta di quella di Lee. Nonostante per ben tre volte Lee avesse intimato a Longstreet di attaccare nel corso delle due giornate, il suo subordinato pensò bene di ignorare l'ordine giudicandolo avventato o sbagliato. Insomma solo quand'egli ebbe giudicato matura, la situazione si mosse. Difficile giudicare ma mi pare un'interpretazione della psicologia di Longstreet molto interessante.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  HARDEE il Sab 9 Mar 2013 - 22:00

Signori buonasera,


Continua ad esserci del marcio In Danimarca, Banshee ha scritto “ La verità è che Lee apprezzava Longstreet nella misura in cui sapeva che non era sostituibile per mancanza di vere alternative”.
Devo allora dedurre che i circa 425 Generali Confederati erano un coacervo di incapaci? poi sul fatto del
cominciare ad agire per conto suo e ad ignorare gli ordini. Beh! il fatto non era inusuale, ricordiamoci che la Battaglia di Gettysburg iniziò, perché il Maggior Generale Henry Heth si recò nella città Gettiysburg
per requisire delle calzature. Ciò che mi lascia perplesso é una visuale un po’ troppo sbilanciata, verso le manchevolezze di Longstreet, che ci furono come per tanti altri comandanti.

I Generali vengono nominati proprio perché al momento opportuno sappiano agire in autonomia. Mi sovviene sempre l’assedio di Vicksburg e tutte le scuse militari e umane sciorinate a difesa del Generale Pemberton, che perse un’intera Armata. Forse mi sfugge qualcosa, ma non ricordo di aver letto che
Il Generale Longstreet avesse perso un’armata.

Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Dom 10 Mar 2013 - 7:28

HARDEE ha scritto:Signori buonasera,


Continua ad esserci del marcio In Danimarca, Banshee ha scritto “ La verità è che Lee apprezzava Longstreet nella misura in cui sapeva che non era sostituibile per mancanza di vere alternative”.
Devo allora dedurre che i circa 425 Generali Confederati erano un coacervo di incapaci? poi sul fatto del
cominciare ad agire per conto suo e ad ignorare gli ordini. Beh! il fatto non era inusuale, ricordiamoci che la Battaglia di Gettysburg iniziò, perché il Maggior Generale Henry Heth si recò nella città Gettiysburg
per requisire delle calzature. Ciò che mi lascia perplesso é una visuale un po’ troppo sbilanciata, verso le manchevolezze di Longstreet, che ci furono come per tanti altri comandanti.

I Generali vengono nominati proprio perché al momento opportuno sappiano agire in autonomia. Mi sovviene sempre l’assedio di Vicksburg e tutte le scuse militari e umane sciorinate a difesa del Generale Pemberton, che perse un’intera Armata. Forse mi sfugge qualcosa, ma non ricordo di aver letto che
Il Generale Longstreet avesse perso un’armata.

Hardee

Trovare un uomo capace di ricoprire il ruolo di comandante di corpo d'armata non era affatto facile. Pensiamo al dopo Jackson: Ewell fu un fiasco completo, mentre A.P.Hill alternò cose egregie (specie nel corso della campagna di Petersburg) a totali fallimenti e soffriva di problemi fisici dovuti probabilmente alla gonorrea contratta in gioventù. Nè si può dire che Anderson abbia operato molto meglio, anzi si rivelò un mediocre. Early (sebbene nominalmente non a capo di corpo d'armata) ebbe meriti e demeriti. Gordon sembrava promettente ma rimane poco per poterlo giudicare. Dunque al di là di Jackson e Longstreet (ripeto, se ben guidato costui era un eccellente ufficiale) invece di parlare astrattamente di numeri, qualcuno è davvero in grado id indicare un ufficiale che fosse in grado di assumere con relativa efficienza il comando di un corpo d'armata nell'ANV (taccio sull'AoT ove a un inetto totale come Polk era permesso di fare di tutto)??? Perchè è bello dire "abbiamo 425 generali", ma poi all'atto pratico bisogna saper indicare un nominativo. Forse Pender avrebbe potuto divenire tale, ma morì. Forse Hood, ma fu ferito e trasferito poi ad Ovest. Forse McLaws ma fu fatto fuori da Longstreet. Sicchè all'atto pratico abbiamo poca carne. Certo Rodes, Mahone, Kershaw e altri erano ottimi divisionari, ma chi garantiva che sarebbero divenuti ottimi comandanti di corpo d'armata?

Giustamente si parla di iniziativa: che era precisamente ciò che veniva richiesto ad un comandante di coropo d'armata. Ma a parte il fatto che Heth si mosse con l'approvazione di A.P.Hill verso gettysburg (e quindi mi pare un esempio fuori luogo) una cosa è l'iniziativa che anzi nello stile di comando di Lee (il quale delineava il piano generale di battaglia lasciando poi ai sottoposti il compito di definire nel concreto il pian operativo) era incentivata e apprezzata, un altro è agire in maniera infantile e ostinata pur di dimostrare che si ha ragione. Longstreet non perse un'armata, ma certamente perse Gettysburg a causa della sua pervicacia ed ostinazione. E permettimi di dire che se Pemberto perse un'armata non fu certo solo suo demerito, ma anche di quel fanfarone di Johnston che combatteva solo sulla carta.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Dom 10 Mar 2013 - 11:50

Non posso che concordare con Banshee......il sud, nonostante le frottole che ci hanno propinato per anni su di una presunta superiorità degli ufficiali sudisti, aveva una tremenda carenza di ufficiali in grado di rivestire incarichi superiori.
Longstreet sicuramente era uno di questi, a patto di essere ben diretto e sotto stretto controllo del suo superiore.

Su Second Manassas io sono tra quelli che ritengono che tutto sommato il ritardo nell'attacco giocò a favore del sud.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Dom 10 Mar 2013 - 12:25

dan-acw ha scritto:......il sud, nonostante le frottole che ci hanno propinato per anni su di una presunta superiorità degli ufficiali sudisti, aveva una tremenda carenza di ufficiali in grado di rivestire incarichi superiori...



Se Sparta piangeva di certo Atene non rideva...

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  HARDEE il Dom 10 Mar 2013 - 13:03

Signori buongiorno.

A quella guerra di si grandi proporzioni nessuno dei due contendenti era preparato, ma l'alternanza dei comandanti unionisti fu superiore a quella dei confederati, che pare seguissero il detto: << Squadra che vince non si cambia>> al contrario.

Comunque il Sud fece cose strabilianti nella situazione in cui si trovava, ma la Classe dirigente era elitaria.

Come ho già detto un Grant sudista probabilmente avrebbe diretto un magazzino misto di approvvigionamento; magari coadiuvato da un Sherman e un Thomas.


Hardee
P.S


L'esempio di H. Heth può essere fuori luogo per lui, ma qualcuno non eseguì gli ordini. Non è vero?
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 10 Mar 2013 - 14:00

Discussione su James Longstreet.
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2856
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Lun 11 Mar 2013 - 14:12

Banshee ha scritto:
HARDEE ha scritto:

i.

I Generali vengono nominati proprio perché al momento opportuno sappiano agire in autonomia. Mi sovviene sempre l’assedio di Vicksburg e tutte le scuse militari e umane sciorinate a difesa del Generale Pemberton, che perse un’intera Armata.
Hardee

Trovare un uomo capace di ricoprire il ruolo di comandante di corpo d'armata non era affatto facile. Pensiamo al dopo Jackson: Ewell fu un fiasco completo, mentre A.P.Hill alternò cose egregie (specie nel corso della campagna di Petersburg) a totali fallimenti e soffriva di problemi fisici dovuti probabilmente alla gonorrea contratta in gioventù. Nè si può dire che Anderson abbia operato molto meglio, anzi si rivelò un mediocre. Early (sebbene nominalmente non a capo di corpo d'armata) ebbe meriti e demeriti. Gordon sembrava promettente ma rimane poco per poterlo giudicare. Dunque al di là di Jackson e Longstreet (ripeto, se ben guidato costui era un eccellente ufficiale) invece di parlare astrattamente di numeri, qualcuno è davvero in grado id indicare un ufficiale che fosse in grado di assumere con relativa efficienza il comando di un corpo d'armata nell'ANV (taccio sull'AoT ove a un inetto totale come Polk era permesso di fare di tutto)???


Banshee

Ciao
Vediamo Hampton, Pender, Ramseur, Taylor, Cleburne, Gordon che poteva essere scoperto molto prima, Brown, sono i primi nomi che mi vengono in mente.
Saluti
Bruno
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Lun 11 Mar 2013 - 20:17

ROSSETTI BRUNO ha scritto:
Banshee ha scritto:
HARDEE ha scritto:

i.

I Generali vengono nominati proprio perché al momento opportuno sappiano agire in autonomia. Mi sovviene sempre l’assedio di Vicksburg e tutte le scuse militari e umane sciorinate a difesa del Generale Pemberton, che perse un’intera Armata.
Hardee

Trovare un uomo capace di ricoprire il ruolo di comandante di corpo d'armata non era affatto facile. Pensiamo al dopo Jackson: Ewell fu un fiasco completo, mentre A.P.Hill alternò cose egregie (specie nel corso della campagna di Petersburg) a totali fallimenti e soffriva di problemi fisici dovuti probabilmente alla gonorrea contratta in gioventù. Nè si può dire che Anderson abbia operato molto meglio, anzi si rivelò un mediocre. Early (sebbene nominalmente non a capo di corpo d'armata) ebbe meriti e demeriti. Gordon sembrava promettente ma rimane poco per poterlo giudicare. Dunque al di là di Jackson e Longstreet (ripeto, se ben guidato costui era un eccellente ufficiale) invece di parlare astrattamente di numeri, qualcuno è davvero in grado id indicare un ufficiale che fosse in grado di assumere con relativa efficienza il comando di un corpo d'armata nell'ANV (taccio sull'AoT ove a un inetto totale come Polk era permesso di fare di tutto)???


Banshee

Ciao
Vediamo Hampton, Pender, Ramseur, Taylor, Cleburne, Gordon che poteva essere scoperto molto prima, Brown, sono i primi nomi che mi vengono in mente.
Saluti
Bruno

Visto che stiamo parlando di un valido sostituto per Longstreet, non mi pare che i nomi indicati fossero tutti appetibili, trattandosi di generali dell'Ovest.

Hampton si rivelò un eccellente comandate di cavalleria, ma nell'esercito non mi pare abbia brillato particolarmente. Pender fu ferito mortalmente a Gettysburg come già ricordato , quindi vale poco indicarlo. Ramseur forse ma una cosa è comandare una divisione altro un corpo d'armata, come dimostrato dal caso di A. P. Hill. Gordon rimane difficile da giudicare, quindi stesso discorso. In buona sostanza, Lee aveva ben poche scelte se non quella di tenersi Longstreet.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Mar 12 Mar 2013 - 12:38

Caro Banshee,

perdonami ma continuo ostinatamente a non capire. Meglio una sicura sconfitta con Longstreet che provare con un pico pallino qualsiasi?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mar 12 Mar 2013 - 13:34

Generale Meade ha scritto:Caro Banshee,

perdonami ma continuo ostinatamente a non capire. Meglio una sicura sconfitta con Longstreet che provare con un pico pallino qualsiasi?

Meade

Ho mai scritto di "una sicura sconfitta con Longstreet"??? Cerchiamo di evitare di attribuire pensieri o idee senza senso ad altri, grazie.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Mar 12 Mar 2013 - 15:45

Leggendo alcune tue considerazioni sul generale, mi veniva automatico pensarlo.

Banshee ha scritto:

...La verità è che Lee apprezzava Longstreet nella misura in cui sapeva che non era sostituibile per mancanza di vere alternative.

Banshee

Banshee ha scritto:Sostanzialmente, Longstreet non fece nulla. Nemmeno un tentativo di sondare le difese di Suffolk. Nulla.

Banshee

Banshee ha scritto:... Il ruolo di Longstreet sembra vada ridimensionandosi mano a mano che si approfondisce la questione. E pure con riguardo a Wilderness, siamo davvero sicuri che fu Longstreet a ideare e suggerire il devastante attacco sulla sinistra federale? Da un attento esame pare che di no.

Banshee

Banshee ha scritto:

...e poi in una serie di articoli firmati dallo stesso Longstreet in cui il generale censurava l'operato di Lee in Pennsylvania e in particolare nella presunta (e mai dimostrata) violazione di una specie di accordo tra lo stesso Lee e Longstreet in base alla quale una volta invaso il Nord, l'ANV avrebbe dovuto assumere un atteggiamento tattico difensivo. Una tesi bizzarra e del tutto falsa, per tacere delle altre frottole raccontate da Longstreet.

Banshee

Banshee ha scritto:... Altre due perle di Longstreet. Ah un'altra annotazione marginale. Un'altra leggenda da smentire: a Wilderness, l'autore del piano per l'attacco sulla destra federale che quasi sbriciolò Grant, non fu Longstreet, ma il generali Mahone in collaborazione con il generale Wofford.

Banshee

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mar 12 Mar 2013 - 15:50

Estrapolazioni senza alcuna relazione con quanto scritto più volte sulla figura di Longstreet. Evitiamo di continuare, per cortesia.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 12 Mar 2013 - 19:30

Per quanto possano sembrare sconvolgenti le idee di alcune persone, non si può evitare di prendere atto che sono ben documentate e presentate da storici di tutto rispetto. E' inutile continuare con toni polemici per tentare di dimostrare che qualcuno si sbaglia e cercare di demolire un'opinione senza apportare nulla di nuovo alle vicende contestate. Ognuno è libero di pensare ciò che vuole e fare riferimento agli studi e ai ricercatori che più ritiene attendibili. La ricerca è essere sempre pronti a mettere in discussione quello che si sa e approfondire anche le teorie che ci sembrano pazzesche quando queste sono bene documentate e credibili. E chissà che magari così non si cambi radicalmente opinione.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2856
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  HARDEE il Mer 13 Mar 2013 - 0:26

Ben detto Generale Beauregard!

Ognuno porta avanti la discussione in base alle sue conoscenze o alla disamina dei fatti, io ho già espresso la mia opinione sul fatto che non esistono Storici Imparziali, specialmente se Americani, quindi discutiamo su ciò che possediamo e credo che una tesi sia tanto più valida quando è convincente e difendibile. Fino ad ora non so qual sia la verità, mi rifiuto comunque di credere che il Generale Lee si avvalesse dell'opera di un incapace, anche se volenteroso. E' come se un Presidente, “potendo scegliere”, scegliesse un incapace come Vicepresidente o semplicemente mettere un incapace nella condizione di sostituirlo.

Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Mer 13 Mar 2013 - 0:55

io più ci penso è più sono convinto che l'unica vera alternativa a Longstreet era rappresentata da McLaws.

Per Banshee: non concordo nel definire mediocre Anderson. Non sarà stato un Jackson, ma sicuramente era migliore di Ewell, la cui nomina resterà per me sempre un mistero
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mer 13 Mar 2013 - 9:54

Per dan-acw: McLaws era certamente un buon ufficiale, il miglior talento difensivo naturale dell'ANV, anche se in alcune occasioni (come a Chancellorsville) fu inadeguato. Certo è che ferito Longstreet a Wilderness, McLaws sarebbe stato perfetto per rimpiazzarlo considerata la natura della campagna e concordiamo: ma come sappiamo era stato fatto fuori dallo stesso Longstreet per coprire le proprie responsabilità a Knoxville. Certo è che Longstreet sembrava un pò confuso al riguardo: quando nel 1863 fu tempo di scegliere il successore di Jackson, Longstreet caldeggiò apertamente la promozione di McLaws prendendosela poi con la presunta cricca dei virginiani che aveva fatto avanzare A.P.Hill ed Ewell. Salvo, poi un anno dopo circa, accusare quello stesso uomo di incapacità e inadeguatezza per mascherare la propria responsabilità e questo direi che dice un pò tutto sul carattere dell'uomo Longstreet...sic transit gloria mundi Wink Quanto ad Anderson, a parte la marcia notturna su Spotsylvania, brillò più per assenza di iniziative che per azioni di un qualche rilievo. Ma concordo sul fatto che fu molto superiore ad un Ewell, davvero un oggetto misterioso: tant'è che Lee, lo rimosse senza rimpianti.

Per Hardee: a costo di ripetermi, non ho mai detto che Longstreet fosse un incapace assoluto. Ho ripetuto più volte che se guidato e spronato era un buon comandante di corpo d'armata. Bastava che non facesse di testa sua, però, e di certo non quel genio che ci è stato fatto credere da qualcuno. E Lee pur conoscendone i limiti lo riteneva più che affidabile anche in considerazione della mancanza di alternative.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Mer 13 Mar 2013 - 11:46

Banshee ha scritto:Per dan-acw: McLaws era certamente un buon ufficiale, il miglior talento difensivo naturale dell'ANV, anche se in alcune occasioni (come a Chancellorsville) fu inadeguato. Certo è che ferito Longstreet a Wilderness, McLaws sarebbe stato perfetto per rimpiazzarlo considerata la natura della campagna e concordiamo: ma come sappiamo era stato fatto fuori dallo stesso Longstreet per coprire le proprie responsabilità a Knoxville. Certo è che Longstreet sembrava un pò confuso al riguardo: quando nel 1863 fu tempo di scegliere il successore di Jackson, Longstreet caldeggiò apertamente la promozione di McLaws prendendosela poi con la presunta cricca dei virginiani che aveva fatto avanzare A.P.Hill ed Ewell. Salvo, poi un anno dopo circa, accusare quello stesso uomo di incapacità e inadeguatezza per mascherare la propria responsabilità e questo direi che dice un pò tutto sul carattere dell'uomo Longstreet...sic transit gloria mundi Wink
Banshee

Non è questione di confusione. Longstreet era sinceramente convinto delle qualità di McLaws (anche se si fece scappare Sedgwick; nell'occasione Hood sarebbe stato perfetto), ma la stima che nutriva per lui passò in secondo piano nel momento in cui la sua reputazione si prestava a delle critiche.

Sarebbe interessante esaminare gli eventi bellici alla luce di una vera e proprio analisi della personalità dei vari comandanti.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Mer 13 Mar 2013 - 12:53

Ho usato confusione in senso ironico.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 7 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum