Gen.James Longstreet

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Dom 29 Mag 2011 - 11:35

Come il vecchio Joe anche "Old Pete" fù un personaggio abbastanza controverso, sia durante il conflitto che dopo....Durante la guerra commise errori un pò troppo sottaciuti. Nel dopoguerra visto che non era riuscito a batterlo, "andò a letto con il nemico" Very Happy , schierandosi a fianco del partito repubblicano. Un comportamento poco onorevole per un ExGenerale Sudista...

I "supporters" della Lost Cause lo misero in croce definendolo un traditore??? Tutto sommato avevano le loro buone ragioni, secondo me....

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3997
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  piero il Dom 29 Mag 2011 - 21:29

e dopo johnston e. ne abbiamo un altro di presunto traditore.ma quanti soldi avranno investito( o quante carriere avranno promesso i nordisti x il dopoguerra) per comprarsi tutta 'sta gente?
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Lun 30 Mag 2011 - 20:52

Caro Piero,
se leggi le mie impressioni sù Johnston ti renderai conto che secondo me non fù un traditore. Così come non lo fù Longstreet durante il conflitto e neppure dopo a mio modesto parere !!!
Probabilmente mi sono espresso male: pur non ritenendolo un traditore, posso comprendere (anche se non condividere) il parere che ebbero su di Longdtreet i seguaci della Lost Cause....tutti qui!! Very Happy

Hasta la vista!!!!!!!!!!!!! Smile


Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3997
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  piero il Lun 30 Mag 2011 - 22:47

infatti il mio era un'intento puramente provocatorio: mi spiego.
longstreet, da una parte della "critica" viene visto come uno-diciamo-non troppo "motivato", vuoi per limiti personali-magari bravo a livello tattico ma non di teatro.
johnston-come dal reply nel topic viene nominato comandante del fronte ovest pur essendo solo un tenente colonnello.
posso capire la carenza di comandanti con il grado e si spera la capacità di generali- come ho fatto notare nel topic su johnston, quando lui stesso continua a chiedere a richmond comandanti di brigata che evidentemente mancavano,ma da qui a farsi nominare comandante di tutto il dipartimento ce ne corre.
ho come il sospetto che i confederati fossero entrati in guerra con una notevole carenza di quadri superiori e che nominassero generale chiunque fosse proposto dallo stato di provenienza o da qualche governatore di stato soloper meriti politici enon perchè effettivamente capace. vero è che sarebbe stato difficile trovare comandanti esperti in così poco tempo, ma da qui a nominarli comandanti di interi dipartimenti o fronti...oltretutto uno come Lee,viene tenuto in disparte per un bel pezzo...mi viene da nutrire serii dubbi sulle capacità di scelta del comando confederato e di Davis e della corte che lo contornava...
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Mar 31 Mag 2011 - 21:33

...questione interessante....per eventuali repliche siete pregati di "adoperare" il/i topic apposito/i.



Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3997
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Mar 2012 - 16:09

Mi è capitato di leggere in un sito che Longstreet, a metà agosto del 1863, aveva chiesto con lettera privata al Ministro della Guerra J. Seddon, il trasferimento sul Fronte Occidentale per servire sotto il suo vecchio amico J. Johnston. La cosa lascia pensare che i rapporti tra Longstreet e Lee non dovevano essere proprio idilliaci.

Qualcuno degli amici del forum è al corrente della cosa?

Meade.
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4020
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Dom 18 Mar 2012 - 18:31

Caro Meade,
Non sono abbastanza erudito per dare una risposta ancorata a documenti o trattazioni di storici d'oltreoceano.
Andando per deduzione, direi che a Gettysburg e dintorni successe "qualcosa" che incrinò i rapporti (e la stima?) frà i 2.
Probabilmente l'avere insistito più volte con Lee rigettando di fatto i suoi piani cercando di convincerlo a mettere in pratica i suoi propositi, irritò Lee ben più di quanto venga mostrato nel film "Gettysburg".
Mi risulta poi che Longstreet, una volta che l'ANV fece ritorno in Virginia, criticò a più riprese la scelta di Lee di dare battaglia a Gettysburg.
Longstreet oltre che un buon Generale, era un pò un "intrallazzone". Può darsi che le sue critiche fatte dietro le quinte magari a politici suoi amici ed affini, siano giunte alla conoscenza di Lee facendolo "incacchiare". Embarassed
Longstreet non fù mai mandato a servire sotto il suo amico J.Johnston come lui sperava ma bensì fù spedito a Chickamauga ad aiutare B.Bragg.
Forse sotto questa decisione vi fù lo zampino di Lee che magari desiderava togliersi dai piedi almeno per un pò il Generale Longstreet.

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3997
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Dom 18 Mar 2012 - 19:00

Generale Meade ha scritto:Mi è capitato di leggere in un sito che Longstreet, a metà agosto del 1863, aveva chiesto con lettera privata al Ministro della Guerra J. Seddon, il trasferimento sul Fronte Occidentale per servire sotto il suo vecchio amico J. Johnston. La cosa lascia pensare che i rapporti tra Longstreet e Lee non dovevano essere proprio idilliaci.

Qualcuno degli amici del forum è al corrente della cosa?

Meade.

Verissimo che Longstreet chiese di essere trasferito ad Ovest: credeva che laggiù occorresse sferrare l'offensiva e che quello fosse il teatro di operazioni decisivo per vincere la guerra. Forse in ciò, giocò anche la sua ambizione e la convinzione di essere superiore ad ogni altro comandante confederato, probabilmente lo stesso Johnston. Non mi risulta che egli domandò di servire esattamente sotto Johnston, di cui era una affezionato ammiratore (certamente considerava Johnston superiore a Lee, come ho già scritto a più riprese nell'apposito topic su Johnston). Se non ricordo male egli domandò specificamente di essere aggregato a Bragg.
Quante cose ci sarebbero da dire su Longstreet...

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1919
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Dom 18 Mar 2012 - 19:29

...e diciamole Caro Banshee!!!!!!!!!!!!! bom bom bom

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3997
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Mar 2012 - 19:37

Ringraio Lee e Banshee per la conferma.

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4020
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Mar 2012 - 22:18

Ho trovato un altro curioso aneddoto su Longstreet, che doveva avere un caratterino tutt'altro che mite e remissivo.

Dopo Chickamauga, Longstreet si mise a capo di un gruppo di ufficiali ribelli che accusavano Bragg di tutto e di più, scrivendo persino a Seddon per farlo rimuovere.
Intervenì a quel punto Davis, prendendo le difese di un Bragg rosso paonazzo di rabbia. Nonostante le accuse di Longstreet e degli altri ufficiali, Davis decise di non intervenire per dirimere la cosa.
Bragg non perse occasione per vendicarsi degli ufficiali ammutinati e ridimensionando il comando di Longstreet alle sole truppe arrivate dalla Virginia.
Finito il fallito assedio di Chattanooga, a Longstreet fu ordinato di unirsi con le forze confederate in Tennessee, nel nord della Georgia, ma lui, stranamente a questo punto e visti i precedenti, preferì tornare in Virginia.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4020
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  R.E.Lee il Gio 19 Apr 2012 - 20:49

Banshee ha scritto:Ottima motivazione- La stessa che fornisco io. Le capacità di Old pete sono state a lungo sopravvalutate e sul tutto bisognerebbe fare un pò di chiarezza.

Banshee

La facciamo ?? Chi sà parli.... bom


Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3997
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Ven 20 Apr 2012 - 1:40

Generale Meade ha scritto:Ho trovato un altro curioso aneddoto su Longstreet, che doveva avere un caratterino tutt'altro che mite e remissivo.

Dopo Chickamauga, Longstreet si mise a capo di un gruppo di ufficiali ribelli che accusavano Bragg di tutto e di più, scrivendo persino a Seddon per farlo rimuovere.
Intervenì a quel punto Davis, prendendo le difese di un Bragg rosso paonazzo di rabbia. Nonostante le accuse di Longstreet e degli altri ufficiali, Davis decise di non intervenire per dirimere la cosa.
Bragg non perse occasione per vendicarsi degli ufficiali ammutinati e ridimensionando il comando di Longstreet alle sole truppe arrivate dalla Virginia.
Finito il fallito assedio di Chattanooga, a Longstreet fu ordinato di unirsi con le forze confederate in Tennessee, nel nord della Georgia, ma lui, stranamente a questo punto e visti i precedenti, preferì tornare in Virginia.

Meade

Verissimo. Appena entrato a far parte di quella allegra famigliola che era l'armata del Tennesse Longstreet cominciò a cospirare contro il suo superiore.
La lettera a cui fai riferimento dovrebbe essere quella scritta il 26 settembre 1863 e può essere considerata come un modo per tentare di ottenere il comando dell'armata.

In questa lettera il vecchio Pete prima critica aspramente l'operato di Bragg durante i giorni immediatamente successivi alla battaglia di Chickamauga (quanto odio scrivere questo nome) e poi chiede se non sia possibile inviare il Generale Lee sul fronte del Tennessee.
Tuttavia, dopo appena un paio di righe, Longstreet ci ripensa ed invece di insistere su Lee dice che l'armata ha bisogno di qualcuno che sia simile a Lee. E questo qualcuno ovviamente non può essere che lui.
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 876
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Ven 20 Apr 2012 - 9:51

E non scordiamoci della vergognosa vicenda che seguì al fallimento di Knoxville (uno dei più pietosi fatti d'arme nella storia confederata) con Longstreet che tentò di far condannare innanzi alla corte marziale Lafayette McLaws per aver disubbidito ai suoi ordini.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1919
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Ven 20 Apr 2012 - 9:54

R.E.Lee ha scritto:
Banshee ha scritto:Ottima motivazione- La stessa che fornisco io. Le capacità di Old pete sono state a lungo sopravvalutate e sul tutto bisognerebbe fare un pò di chiarezza.

Banshee

La facciamo ?? Chi sà parli.... bom


Lee

Caro RE Lee l'ho già messo nel mirino. Dammi tempo di finire con Johnston (quantomeno la prima parte) e di radunare un pò di documentazione, che sto raccogliendo da tempo.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1919
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 20 Apr 2012 - 14:14

Banshee ha scritto:E non scordiamoci della vergognosa vicenda che seguì al fallimento di Knoxville (uno dei più pietosi fatti d'arme nella storia confederata) con Longstreet che tentò di far condannare innanzi alla corte marziale Lafayette McLaws per aver disubbidito ai suoi ordini.

Banshee
Buongiorno
L'inimicizia fra Hood/Longstreet e Mclaws risale al dopo Gettysburg quando egli criticò aspramente i due, di Hood dicendo che aveva + fegato che cervello e dicendo che se l'attacco non era riuscito era colpa sua e della sua mania di combattere sempre in prima linea esponendosi a rischi inutili e che il suo ferimento aveva causato il disordine nella sua divisione le cui brigate dopo la sua perdita avevano agito singolarmente e non come un'unica unità a Longstreet addebitava di non aver reagito prontamente al ferimento di Hood magari prendendo il comando lui stesso e altre accuse che sono sostanzialmente quelle che di solito vengono addebitate a Longstreet.
In precedenza erano grandi amici tanto che Longstreet aveva perorato la sua causa raccomandandolo per il comando del II corpo e difendendolo molto spesso davanti a Lee che invece pur riconoscendogli ottime doti difensive lo considerava lento nel movimento e eccessivamente cauto nell'attacco tanto che a questi suoi difetti Lee imputava la mancata distruzione delle forze federali che avevano passato il fiume durante la 2da battaglia di Fredericksburg. Sembra che quando seppe della sua mancata promozione a comandante di c.a. abbia richiesto il trasferimento.
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Lun 9 Lug 2012 - 17:13, modificato 1 volta
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Sab 9 Giu 2012 - 15:14

dan-acw ha scritto:

Su Longstreet non c'è nessun mistero.....egli era contrario (a torto o a ragione qui non importa) alla campagna che culminò con Gettysburg.
Dopo la sconfitta in cui ebbe il ruolo/colpa principale ed alle prime critiche che vennero mosse al suo operato, Longstreet cominciò ad intrallazzare con i suoi amici ed alleati politici, vedasi il senatore Wigfall, per essere trasferito all'ovest e sostituire Bragg al comando dell'armata del Tennessee ed alle dipendenze del suo compagne di merende Joe Joe.


Infatti non ci deve essere nessun mistero, ma solo cose da chiarire ed eventualmente, approfondire. Il fatto che fosse (per mè giustamente) contrario alla campagna, non deve farne per forza di lui un bastian contrario, addirittura colpevole della sconfitta dell'AdV. Nella sua lettera di dimissioni neanche Lee fa alcun cenno ad eventuali colpe di Longstreet. Secondo quanto scritto dal ns. Banshee, per Lee Gettysburg poi non fu ritenuta neanche una sconfitta. Non si capisce pertanto di cosa si dovesse accusare Longstreet. Forse che 25.000 perdite erano troppe per una armata di 80.000 uomini? Non credo che sia stata colpa di Longstreet. Forse che Lee non raggiunse neanche un obbietivo (allentare la pressione degli unionisti su Vicksburg - provocare l'intervento di una nazione straniera con una brillante vittoria in territorio unionista) di quelli che si era prefisso prima dell'invasione? Anche quì non vedo alcuna colpa di Longstreet.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4020
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Sab 9 Giu 2012 - 17:18

Generale Meade ha scritto:
dan-acw ha scritto:

Su Longstreet non c'è nessun mistero.....egli era contrario (a torto o a ragione qui non importa) alla campagna che culminò con Gettysburg.
Dopo la sconfitta in cui ebbe il ruolo/colpa principale ed alle prime critiche che vennero mosse al suo operato, Longstreet cominciò ad intrallazzare con i suoi amici ed alleati politici, vedasi il senatore Wigfall, per essere trasferito all'ovest e sostituire Bragg al comando dell'armata del Tennessee ed alle dipendenze del suo compagne di merende Joe Joe.


Infatti non ci deve essere nessun mistero, ma solo cose da chiarire ed eventualmente, approfondire. Il fatto che fosse (per mè giustamente) contrario alla campagna, non deve farne per forza di lui un bastian contrario, addirittura colpevole della sconfitta dell'AdV. Nella sua lettera di dimissioni neanche Lee fa alcun cenno ad eventuali colpe di Longstreet. Secondo quanto scritto dal ns. Banshee, per Lee Gettysburg poi non fu ritenuta neanche una sconfitta. Non si capisce pertanto di cosa si dovesse accusare Longstreet. Forse che 25.000 perdite erano troppe per una armata di 80.000 uomini? Non credo che sia stata colpa di Longstreet. Forse che Lee non raggiunse neanche un obbietivo (allentare la pressione degli unionisti su Vicksburg - provocare l'intervento di una nazione straniera con una brillante vittoria in territorio unionista) di quelli che si era prefisso prima dell'invasione? Anche quì non vedo alcuna colpa di Longstreet.

Meade

Credo che si debbano rettificare alcune questioni.
1) Se è vero che DAPPRIMA Longstreet era contrario all'invasione della Pennsylvania (avendo proposto una vaga idea di invasione del Tennessee) dopo il maggio 1863 e un confronto con Lee egli si mostrò TOTALMENTE d'accordo con l'idea del suo superiore. Ciò che Longstreet inputò a Lee fu di non aver rispettato presunti accordi circa la condotta tattico-strategica, ossia sulla difensiva.
2) Se Lee non fece cenno ad alcuna responsabilità di Longstreet a Gettysburg nella propria lettera, fu solo perchè egli volle assumersi la totale responsabilità di ciò che era accaduto. Ma come già detto, non mancò di criticare l'operato dopo la guerra, al pari di quello di Ewell e Stuart.
3) Se Lee non ritenne Gettysburg una sconfitta, non la ritenne neppure una vittoria. E comunque restò sempre per lui un'occasione sfumata per distruggere l'AoP o infliggergli un colpo decisivo. E ciò fu dovuto principalmente agli errori dei suoi subordinati, Longstreet per primo. Il ritratto del tutto mitico che ci ha consegnato il film "Gettysburg" sorvola sull'atteggiamento a dir poco presuntuoso e infantile
con cui Longstreet guidò le sue truppe.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1919
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Sab 9 Giu 2012 - 17:41

Banshee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:
dan-acw ha scritto:

Su Longstreet non c'è nessun mistero.....egli era contrario (a torto o a ragione qui non importa) alla campagna che culminò con Gettysburg.
Dopo la sconfitta in cui ebbe il ruolo/colpa principale ed alle prime critiche che vennero mosse al suo operato, Longstreet cominciò ad intrallazzare con i suoi amici ed alleati politici, vedasi il senatore Wigfall, per essere trasferito all'ovest e sostituire Bragg al comando dell'armata del Tennessee ed alle dipendenze del suo compagne di merende Joe Joe.


Infatti non ci deve essere nessun mistero, ma solo cose da chiarire ed eventualmente, approfondire. Il fatto che fosse (per mè giustamente) contrario alla campagna, non deve farne per forza di lui un bastian contrario, addirittura colpevole della sconfitta dell'AdV. Nella sua lettera di dimissioni neanche Lee fa alcun cenno ad eventuali colpe di Longstreet. Secondo quanto scritto dal ns. Banshee, per Lee Gettysburg poi non fu ritenuta neanche una sconfitta. Non si capisce pertanto di cosa si dovesse accusare Longstreet. Forse che 25.000 perdite erano troppe per una armata di 80.000 uomini? Non credo che sia stata colpa di Longstreet. Forse che Lee non raggiunse neanche un obbietivo (allentare la pressione degli unionisti su Vicksburg - provocare l'intervento di una nazione straniera con una brillante vittoria in territorio unionista) di quelli che si era prefisso prima dell'invasione? Anche quì non vedo alcuna colpa di Longstreet.

Meade

Credo che si debbano rettificare alcune questioni.
1) Se è vero che DAPPRIMA Longstreet era contrario all'invasione della Pennsylvania (avendo proposto una vaga idea di invasione del Tennessee) dopo il maggio 1863 e un confronto con Lee egli si mostrò TOTALMENTE d'accordo con l'idea del suo superiore. Ciò che Longstreet inputò a Lee fu di non aver rispettato presunti accordi circa la condotta tattico-strategica, ossia sulla difensiva.
2) Se Lee non fece cenno ad alcuna responsabilità di Longstreet a Gettysburg nella propria lettera, fu solo perchè egli volle assumersi la totale responsabilità di ciò che era accaduto. Ma come già detto, non mancò di criticare l'operato dopo la guerra, al pari di quello di Ewell e Stuart.
3) Se Lee non ritenne Gettysburg una sconfitta, non la ritenne neppure una vittoria. E comunque restò sempre per lui un'occasione sfumata per distruggere l'AoP o infliggergli un colpo decisivo. E ciò fu dovuto principalmente agli errori dei suoi subordinati, Longstreet per primo. Il ritratto del tutto mitico che ci ha consegnato il film "Gettysburg" sorvola sull'atteggiamento a dir poco presuntuoso e infantile
con cui Longstreet guidò le sue truppe.

Banshee

Caro Banshee nulla da eccepire in merito alle tue precisazioni anche sul fatto che Longstreet si trovò in un secondo momento d'accordo con Lee in merito all'invasione della Pennsylvania.

Ritengo tuttavia che Longstreet fosse comunque convinto che la "botta" la si dovesse dare all'ovest. Non è un caso che terminata la campagna di gettysburg cominciò nuovamente a spingere per il trasferimento di truppe all'ovest e non è un caso cghe appena arrivato in Tennessee si tuffò a piè pari nelle diatribe in corso nell'alto comando confederato
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 876
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Banshee il Sab 9 Giu 2012 - 20:33

dan-acw ha scritto:
Banshee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:
dan-acw ha scritto:

Su Longstreet non c'è nessun mistero.....egli era contrario (a torto o a ragione qui non importa) alla campagna che culminò con Gettysburg.
Dopo la sconfitta in cui ebbe il ruolo/colpa principale ed alle prime critiche che vennero mosse al suo operato, Longstreet cominciò ad intrallazzare con i suoi amici ed alleati politici, vedasi il senatore Wigfall, per essere trasferito all'ovest e sostituire Bragg al comando dell'armata del Tennessee ed alle dipendenze del suo compagne di merende Joe Joe.


Infatti non ci deve essere nessun mistero, ma solo cose da chiarire ed eventualmente, approfondire. Il fatto che fosse (per mè giustamente) contrario alla campagna, non deve farne per forza di lui un bastian contrario, addirittura colpevole della sconfitta dell'AdV. Nella sua lettera di dimissioni neanche Lee fa alcun cenno ad eventuali colpe di Longstreet. Secondo quanto scritto dal ns. Banshee, per Lee Gettysburg poi non fu ritenuta neanche una sconfitta. Non si capisce pertanto di cosa si dovesse accusare Longstreet. Forse che 25.000 perdite erano troppe per una armata di 80.000 uomini? Non credo che sia stata colpa di Longstreet. Forse che Lee non raggiunse neanche un obbietivo (allentare la pressione degli unionisti su Vicksburg - provocare l'intervento di una nazione straniera con una brillante vittoria in territorio unionista) di quelli che si era prefisso prima dell'invasione? Anche quì non vedo alcuna colpa di Longstreet.

Meade

Credo che si debbano rettificare alcune questioni.
1) Se è vero che DAPPRIMA Longstreet era contrario all'invasione della Pennsylvania (avendo proposto una vaga idea di invasione del Tennessee) dopo il maggio 1863 e un confronto con Lee egli si mostrò TOTALMENTE d'accordo con l'idea del suo superiore. Ciò che Longstreet inputò a Lee fu di non aver rispettato presunti accordi circa la condotta tattico-strategica, ossia sulla difensiva.
2) Se Lee non fece cenno ad alcuna responsabilità di Longstreet a Gettysburg nella propria lettera, fu solo perchè egli volle assumersi la totale responsabilità di ciò che era accaduto. Ma come già detto, non mancò di criticare l'operato dopo la guerra, al pari di quello di Ewell e Stuart.
3) Se Lee non ritenne Gettysburg una sconfitta, non la ritenne neppure una vittoria. E comunque restò sempre per lui un'occasione sfumata per distruggere l'AoP o infliggergli un colpo decisivo. E ciò fu dovuto principalmente agli errori dei suoi subordinati, Longstreet per primo. Il ritratto del tutto mitico che ci ha consegnato il film "Gettysburg" sorvola sull'atteggiamento a dir poco presuntuoso e infantile
con cui Longstreet guidò le sue truppe.

Banshee

Caro Banshee nulla da eccepire in merito alle tue precisazioni anche sul fatto che Longstreet si trovò in un secondo momento d'accordo con Lee in merito all'invasione della Pennsylvania.

Ritengo tuttavia che Longstreet fosse comunque convinto che la "botta" la si dovesse dare all'ovest. Non è un caso che terminata la campagna di gettysburg cominciò nuovamente a spingere per il trasferimento di truppe all'ovest e non è un caso cghe appena arrivato in Tennessee si tuffò a piè pari nelle diatribe in corso nell'alto comando confederato

Caro dan-acw o forse Longstreet era convinto che ad Ovest ci fosse spazio per assumere il comando di un'armata eheheh

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1919
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Dom 10 Giu 2012 - 0:06

[

Banshee[/quote]

Caro Banshee nulla da eccepire in merito alle tue precisazioni anche sul fatto che Longstreet si trovò in un secondo momento d'accordo con Lee in merito all'invasione della Pennsylvania.

Ritengo tuttavia che Longstreet fosse comunque convinto che la "botta" la si dovesse dare all'ovest. Non è un caso che terminata la campagna di gettysburg cominciò nuovamente a spingere per il trasferimento di truppe all'ovest e non è un caso cghe appena arrivato in Tennessee si tuffò a piè pari nelle diatribe in corso nell'alto comando confederato[/quote]

Caro dan-acw o forse Longstreet era convinto che ad Ovest ci fosse spazio per assumere il comando di un'armata eheheh

Banshee[/quote]

gioco, partita, incontro Very Happy
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 876
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Jubal Anderson Early il Dom 10 Giu 2012 - 10:33

Mi pare evidente che Longstreet ebbe successo sul campo di battaglia nella misura in cui fu diretto da Lee, e nella misura in cui seppe o volle obbedire ai suoi ordini. Ebbe invece costante insuccesso quando gli fu lasciata mano libera. Anche a Chickamauga, il suo ruolo nella vittoria confederata è da ridimensionare drasticamente, aldilà del colpo d'occhio nello sfruttare il varco sulla destra della formazione federale. Longstreet era uno dei molti cospiratori, la cui fedeltà alla Causa Confederata era funzionale al proprio avanzamento personale. Dimostrò difatti la sua "dedizione" al Sud negli anni del dopoguerra, quando si prostituì ai suoi amici nordisti, per i suoi affari. Comportamento che fatalità mi ricorda qualcun altro. Per questi motivi lo relego, già in compagnia, ad un'opportuna damnatio memoriae.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Dom 10 Giu 2012 - 13:39

Jubal Anderson Early ha scritto:Mi pare evidente che Longstreet ebbe successo sul campo di battaglia nella misura in cui fu diretto da Lee, e nella misura in cui seppe o volle obbedire ai suoi ordini. Ebbe invece costante insuccesso quando gli fu lasciata mano libera. Anche a Chickamauga, il suo ruolo nella vittoria confederata è da ridimensionare drasticamente, aldilà del colpo d'occhio nello sfruttare il varco sulla destra della formazione federale. Longstreet era uno dei molti cospiratori, la cui fedeltà alla Causa Confederata era funzionale al proprio avanzamento personale. Dimostrò difatti la sua "dedizione" al Sud negli anni del dopoguerra, quando si prostituì ai suoi amici nordisti, per i suoi affari. Comportamento che fatalità mi ricorda qualcun altro. Per questi motivi lo relego, già in compagnia, ad un'opportuna damnatio memoriae.

In effetti anche Forrest si "prostituì" con i suoi amici Yankee del nord, intrallazzando per cercare di recuperare le ricchezze perdute durante la guerra. Per non parlare di J. Mosby, che divenne addirittura amico e confidente di Grant durante la sua presidenza. Proprio una bella "dedizione" verso il Sud.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4020
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  dan-acw il Dom 10 Giu 2012 - 13:47

Personalmente non nutro particolari interesse nell'analizzare il comportamento tenuto dai generali sudisti dopo la guerra, concentrandosi la mia analisi unicamente sul periodo bellico.

Ciò detto Longstreet, per il quale non ho particolare simpatia, durante la guerra fu un combattente della confederazione e combattè a volte in modo eccellente e questo non può essere offuscato dal suo comportamento del dopoguerra.
Joe Joe è un capitolo a parte......egli fu il miglior generale di cui l'unione potesse disporre Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 876
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Generale Meade il Dom 10 Giu 2012 - 14:08

dan-acw ha scritto:Personalmente non nutro particolari interesse nell'analizzare il comportamento tenuto dai generali sudisti dopo la guerra, concentrandosi la mia analisi unicamente sul periodo bellico.

Ciò detto Longstreet, per il quale non ho particolare simpatia, durante la guerra fu un combattente della confederazione e combattè a volte in modo eccellente e questo non può essere offuscato dal suo comportamento del dopoguerra.
Joe Joe è un capitolo a parte......egli fu il miglior generale di cui l'unione potesse disporre Very Happy Very Happy Very Happy

Penso proprio che la vera chicca e la migliore carta vincente invece i federali la ebbero con Hood al comando ad Atlanta. Migliore opportunità il Nord non poteva chiedere e avere per chiudere definitivamente la partita e vincere la guerra con un costo in perdite assai minore che se ci fosse rimasto Johnston al comando dell'AdT.

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4020
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen.James Longstreet

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum