Il sottomarino H.L. Hunley

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il primo sottomarino

Messaggio  Confederate foreign legio il Mar 10 Feb 2009 - 22:53

sapevate che il primo sottomarino inventato e impegnato in guerra era della confederazione?
Confederate foreign legion
Danilo

Confederate foreign legio
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 02.02.09
Età : 46

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Hunley

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Mer 11 Feb 2009 - 0:31

Confederate foreign legio ha scritto:sapevate che il primo sottomarino inventato e impegnato in guerra era della confederazione?
Confederate foreign legion
Danilo

Il buon vecchio Hunley certo, l'avevo incluso come sommergibile (a proposito c'e una differenza o sono sinonimi i 2 termini?) un plauso al suo comomandante che in quanto ufficiale di fanteria non avrebbe dovuto essere li...ma nessun ufficiale di marina voleva averci niente a che fare; nonostante il sacrificio sono comunque entrati nella storia come il primo attacco sottomarino effettivamente riuscito fino allo scoppio del 1° conflitto mondiale.
Una curiosità l'Hunley è stato ripescato qualche decennio fa e gli hanno costruito un museo su misura, sul sito del museo scaricando un smelice programma se ben ricordo ( o forse è direttamente on-line) si può comandare il sottomarino eseguendo le manovre di comando dell'epoca e attaccare....insomma un piccolo videogioco molto divertente.


Brigadier-generale Valerio Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

hunley

Messaggio  Raphael Semmes il Mer 11 Feb 2009 - 6:59

Signori Ufficiali Buongiorno,
vorrei, se mi permettete, fare una precisazione tecnica.
Il sottomarino è un battello creato per la navigazione sott'acqua mentre il sommergibile è un battello che naviga in superficie ma che possiede la capacità di immergersi, la differenza è sostanziale anche se nel lessico comune si tende ad utilizzare queste due definizioni come sinonimo.
L'Hunley è diventato famoso ma non fù certo il primo tentativo effettuato dall'uomo di navigare in immersione, anzi avrei molte critiche al riguardo e comunque più o meno nello stesso periodo sia in Francia che in Inghilterra furono fatte esoperienze analoghe.
salute a tutti
viva la confederazione

Raphael Semmes
Primo Sergente
Primo Sergente

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 23.09.08
Età : 55
Località : savona

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re:hunley

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 11 Feb 2009 - 7:19

Se non erro e' passato alla storia perche' e' stato il primo ad avere affondato una nave nemica, non perche' fu il primo ad essere inventato.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Raphael Semmes il Mer 11 Feb 2009 - 14:12

Proprio così Sir Cheatam, l'Hunley è passato alla storia per essere stato il primo sottomarino ad affondare una nave nemica.
Ho di recente visto su History channell un documentario dove una dottoressa, credo patologa, analizzava i resti dei marinai ritrovati all'interno dell'Hunley, per risalire ai nomi ed a eventuali loro discendenti, ed infatti ne trovò uno, un'anziana signora vivente ma in inghilterra, interessante.
viva la confederazione

Raphael Semmes
Primo Sergente
Primo Sergente

Numero di messaggi : 68
Data d'iscrizione : 23.09.08
Età : 55
Località : savona

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 11 Feb 2009 - 19:33

Non penso solo perchè sia stata la prima volte che una nava affondasse, ma forse anche perchè era il primo sottomarino "moderno", con una forma e dei materiali a cui si ispireranno quelli futuri. Tuttavia l'Hunley non fu l'unico costruito durante la guerra. Tornando indietro nel tempo mi sembra che già durante la guerra d'indipendenza venne costruito dagli americani una specie di sottomarino e che fosse riuscito a fare qualche danno.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re. Hunley

Messaggio  Stand Watie il Ven 6 Mar 2009 - 23:03

L'Hunley è stato recuperato 136 anni dopo l'autoaffondamento nel Febbraio del 1864.Era soprannominato " la Bara navigante" ed era sepolto sotto tre metri di sabbia al largo di Charleston, nel South Carolina.Fu uno dei primi primi sottomarini della storia e fu impiegato per rompere l'assedio di Charleston da parte delle navi Unioniste.Una fredda notte di Febbraio del 1864 l'Hunley riuscì ad affondare la "Housatonic" una delle unità che partecipavano al blocco navale Nordista, diventando il primo sottomarino della storia a far colare a picco un'imbarcazione nemica in battaglia. Ma nel corso del combattimento l'Hunley si autoaffondò provocando la morte del suo equipaggio L'Hunley era "straordinariamente rudimentale" secondo lo storico Mark Regan, prima dell'ultima missione era affondato altre due volte provocando la morte di 13 persone.Era azionato a mano dai marinai costretti a lavorare curvi nel suo abitacolo ricavato da una caldaia di un metro per otto.L'unica fonte di luce a bordo era una candela. Ma per quei tempi il mini-sommergibile era un prodigio della tecnica . Ora riposa in un museo mentre i resti del suo equipaggio sono stati sepolti nel cimitero storico di Charleston dopo un tradizionale funerale Sudista.

Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Ven 6 Mar 2009 - 23:41

Un funerale impressionate, dicono; on bandiere confederate al vento, uniformi regolamentari e salve di fucile.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Hunley

Messaggio  Stand Watie il Ven 6 Mar 2009 - 23:46

Lloyd J. Beall ha scritto:Un funerale impressionate, dicono; on bandiere confederate al vento, uniformi regolamentari e salve di fucile.

Proprio così Ten.Colonnello Beall, proprio così,peccato non esserci stati, un vero peccato......!!

Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Horace Hunley

Messaggio  Stand Watie il Sab 7 Mar 2009 - 7:44

Horace fu uno degli inventori del primo sommergibile e perì nel viaggio inaugurale.Ma prima del sommergibile i Confederati, per fare mollare la presa all'Operazione Anaconda che oltre il mare soffocava anche il traffico fluviale,inventarono la prima corazzata si chiamava "Merrimac", era una nave in legno come tutte ma rivestita di ferro, carica soprattutto di pesanti catene.Alla sua prima uscita colpì con successo seminando strage in una flottiglia di vascelli nordisti, ma la sua bella avventura durò meno di un giorno,perchè le si fece incontro nelle stesse acque,il "mostro"dell'altra parte, il "Monitor"una corazzata ancora più corazzata.Si bombardarono a vicenda,finirono ambedue arenate,l'incontro finì in pareggio e il blocco restò. Si fece anzi sempre più soffocante.L'Hunley nacque quando i leader politici e militari della Confederazione si resero conto che ci voleva un miracolo, un'arma segreta per ribaltare le sorti della guerra ! Come sarebbe accaduto 80 anni più tardi a "Peenemunde" un cantiere anonimo vide all'opera dei Von Braun,che pagarono e provarono in prima persona.Morirono,non fallirono.Raggiunsero l'obiettivo,mostrarono che si poteva.L'Hunley non era " nè rapido nè invincibile".Però portò il suo colpo al nemico,spinse nell'abisso una delle sue innumerevoli navi prima di inabissarsi a sua volta e per sempre.

Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Sab 7 Mar 2009 - 21:49

Stand Watie ha scritto:
Lloyd J. Beall ha scritto:Un funerale impressionate, dicono; on bandiere confederate al vento, uniformi regolamentari e salve di fucile.

Proprio così Ten.Colonnello Beall, proprio così,peccato non esserci stati, un vero peccato......!!

Di certo, anche da stranieri, saremmo stati beneaccetti nel voler rispettare i caduti dell'Hunley presenziando al loro funerale.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Hunley

Messaggio  Stand Watie il Sab 7 Mar 2009 - 22:10

Lloyd J. Beall ha scritto:
Stand Watie ha scritto:
Lloyd J. Beall ha scritto:Un funerale impressionate, dicono; on bandiere confederate al vento, uniformi regolamentari e salve di fucile.

Proprio così Ten.Colonnello Beall, proprio così,peccato non esserci stati, un vero peccato......!!


Di certo, anche da stranieri, saremmo stati bene accetti nel voler rispettare i caduti dell'Hunley presenziando al loro funerale.

Caro amico in fondo noi con la nostra passione e il nostro cuore siamo come loro e sono convinto che i ragazzi dell'Hunley ne sarebbero stati entusiasti !!

Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Sab 7 Mar 2009 - 22:17

Purtroppo non siamo in molti, in Italia; sarebbe bello un giorno interfacciarci alla realtà americana come un folto numero di appassionati della Guerra Civile.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Gio 29 Apr 2010 - 22:44, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Quanti siamo ?

Messaggio  Stand Watie il Dom 8 Mar 2009 - 16:41

Lloyd J. Beall ha scritto:Purtroppo non siamo in molti, in Italia; sarebbe bello ungiorn ointerfacciarci alla realtà americana come un folto numero di appassionati della Guerra Civile.

Colonnello Beall in Italia non sanno neanche che c'è stata una guerra di Secessione Americana ! mi meraviglio che questo ottimo Forum abbia 53 iscritti, non credo siano molti di più gli appassionati nella penisola !Ci vuole ancora tutta che sappiano la nostra..................!!

Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Dom 8 Mar 2009 - 20:23

Su youtube ho trovato a proposito questi due interessantissimi video. Il primo creato dall' Hunley fondation ricrea il procedimento utilizzato per riportare il sottomarino in superficie il secondo mostra anche alcune immagini del funerale in stile confederato celebratosi al ritrovamento dei corpi degli otto membri dell'equipaggio.

http://www.youtube.com/watch?v=dU8Nw9XmdIM&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=tpaiXxdVZao&feature=related

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Dom 8 Mar 2009 - 21:22

Molto belli entrambi.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Stand Watie il Dom 8 Mar 2009 - 21:47

Capt. Patrick M.Griffin ha scritto:Su youtube ho trovato a proposito questi due interessantissimi video. Il primo creato dall' Hunley fondation ricrea il procedimento utilHunleyizzato per riportare il sottomarino in superficie il secondo mostra anche alcune immagini del funerale in stile confederato celebratosi al ritrovamento dei corpi degli otto membri dell'equipaggio.



http://www.youtube.com/watch?v=dU8Nw9XmdIM&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=tpaiXxdVZao&feature=related

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven


Complimenti Capt. Griffin meravigliosi entrambi. Grazie !

Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Dom 8 Mar 2009 - 21:55

Sapevo che avevano ricostruito i volti degli otto membri dell'equipaggio, ma non li avevo ancora visti, e bella anche la ricostruzione del recupero.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Dom 8 Mar 2009 - 23:34

Stand Watie ha scritto:
Capt. Patrick M.Griffin ha scritto:Su youtube ho trovato a proposito questi due interessantissimi video. Il primo creato dall' Hunley fondation ricrea il procedimento utilHunleyizzato per riportare il sottomarino in superficie il secondo mostra anche alcune immagini del funerale in stile confederato celebratosi al ritrovamento dei corpi degli otto membri dell'equipaggio.



http://www.youtube.com/watch?v=dU8Nw9XmdIM&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=tpaiXxdVZao&feature=related

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven


Complimenti Capt. Griffin meravigliosi entrambi. Grazie !

Non ho fatto altro che una semplice operazione di ricerca... ma grazie comunque Watie! Very Happy

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

American turtle

Messaggio  Stand Watie il Lun 9 Mar 2009 - 21:53

Gira e rigira ho trovato fra i miei libri la storia di un sommergibile usato nel 1776 davanti a New York per affondare l'ammiraglia della squadra inglese che bloccava il porto, non ci riuscì ma rappresentò un miracolo d'inventiva e precorse di un secolo l'evoluzione della tecnica. Si chiamava " American Turtle" e fu usato dagli americani ,il 7 agosto di quell'anno, per lanciare l'attacco. Era opera di David Bushnell, fatto a forma di uovo e destinato a ospitare un solo uomo, aveva un timone direzionale,2 timoni di profondità,un'elica propellente e una ascensionale azionate a mano e a pedali,un cassone da riempire d'acqua per immergersi,una specie di torretta con oblò di vetro, 2 tubi per rinnovare l'aria con tanto di mantice ventilatore,uno scandaglio e un indicatore di profondità.Insomma a parte il doppio scafo,che fu inventato 30 anni dopo da un altro americano,Fulton,e i motori per i quali si sarebbe dovuto attendere un secolo, c'era quasi tutto il corredo di un sommergibile della prima guerra mondiale.Attaccata all'esterno dello scafo - ma facilmente staccabile dall'interno-c'era una torpedine,ovvero una grossa bomba a orologeria,con una carica di 70 kg di polvere.Il sommergibilista solitario doveva portarsi sotto la chiglia di una nave nemica,conficcarvi un succhiello,anch'esso staccabile dall'interno, e liberarsi poi del succhiello e della torpedine,che era collegata ad essa da un cavo. In tal modo la bomba restava appesa come a un chiodo, sotto la chiglia della nave,fino al momento dell'esplosione,che doveva avvenire con ragionevole ritardo,per dar tempo alla Tartaruga di allontanarsi. Ingegnoso non credete...........................??

Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Lun 9 Mar 2009 - 22:10

Stand Watie ha scritto:Gira e rigira ho trovato fra i miei libri la storia di un sommergibile usato nel 1776 davanti a New York per affondare l'ammiraglia della squadra inglese che bloccava il porto, non ci riuscì ma rappresentò un miracolo d'inventiva e precorse di un secolo l'evoluzione della tecnica. Si chiamava " American Turtle" e fu usato dagli americani ,il 7 agosto di quell'anno, per lanciare l'attacco. Era opera di David Bushnell, fatto a forma di uovo e destinato a ospitare un solo uomo, aveva un timone direzionale,2 timoni di profondità,un'elica propellente e una ascensionale azionate a mano e a pedali,un cassone da riempire d'acqua per immergersi,una specie di torretta con oblò di vetro, 2 tubi per rinnovare l'aria con tanto di mantice ventilatore,uno scandaglio e un indicatore di profondità.Insomma a parte il doppio scafo,che fu inventato 30 anni dopo da un altro americano,Fulton,e i motori per i quali si sarebbe dovuto attendere un secolo, c'era quasi tutto il corredo di un sommergibile della prima guerra mondiale.Attaccata all'esterno dello scafo - ma facilmente staccabile dall'interno-c'era una torpedine,ovvero una grossa bomba a orologeria,con una carica di 70 kg di polvere.Il sommergibilista solitario doveva portarsi sotto la chiglia di una nave nemica,conficcarvi un succhiello,anch'esso staccabile dall'interno, e liberarsi poi del succhiello e della torpedine,che era collegata ad essa da un cavo. In tal modo la bomba restava appesa come a un chiodo, sotto la chiglia della nave,fino al momento dell'esplosione,che doveva avvenire con ragionevole ritardo,per dar tempo alla Tartaruga di allontanarsi. Ingegnoso non credete...........................??

Precursore interessante!!! Very Happy

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Mar 10 Mar 2009 - 17:10

L'idea della guerra sottomarina risale, naturalmente, a Leonardo da Vinci e, come si vede,già all'epoca della Guerra di Insurrezione, i coloni hanno tentato di usare questa tattica; come ben sappiamo, abbiamo dovuto aspettare la Guerra Civile per avere il primo uso bellico ragionato dell'arma sottomarina. Ma il vero salto di qualità si ebbe durante la Prima Guerra Mondiale con la tecnologia sottomarina tedesce ed austro-ungarica...è stato un parto sofferto, ma alla fine l'arma sottomarina è stata sviluppata con successo fino a giungere agli attuali sottomarini.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Mar 10 Mar 2009 - 21:53

Lloyd J. Beall ha scritto:L'idea della guerra sottomarina risale, naturalmente, a Leonardo da Vinci e, come si vede,già all'epoca della Guerra di Insurrezione, i coloni hanno tentato di usare questa tattica; come ben sappiamo, abbiamo dovuto aspettare la Guerra Civile per avere il primo uso bellico ragionato dell'arma sottomarina. Ma il vero salto di qualità si ebbe durante la Prima Guerra Mondiale con la tecnologia sottomarina tedesce ed austro-ungarica...è stato un parto sofferto, ma alla fine l'arma sottomarina è stata sviluppata con successo fino a giungere agli attuali sottomarini.

Non so se lo sapete ma l'invezione della principale arma sottomarina ovvero il siluro o torpedo come venne chiamato all'epoca dall' Acw risale al medioevo ad opera degli inventori arabi..... La particolarità rispetto agli attuali e che "correva" a pelo d'acqua e non sotto. Fu utilizzato con successo anche se in poche occasioni.

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven

Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 28
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Ospite il Mar 10 Mar 2009 - 22:42

Capt. Patrick M.Griffin ha scritto:
Lloyd J. Beall ha scritto:L'idea della guerra sottomarina risale, naturalmente, a Leonardo da Vinci e, come si vede,già all'epoca della Guerra di Insurrezione, i coloni hanno tentato di usare questa tattica; come ben sappiamo, abbiamo dovuto aspettare la Guerra Civile per avere il primo uso bellico ragionato dell'arma sottomarina. Ma il vero salto di qualità si ebbe durante la Prima Guerra Mondiale con la tecnologia sottomarina tedesce ed austro-ungarica...è stato un parto sofferto, ma alla fine l'arma sottomarina è stata sviluppata con successo fino a giungere agli attuali sottomarini.

Non so se lo sapete ma l'invezione della principale arma sottomarina ovvero il siluro o torpedo come venne chiamato all'epoca dall' Acw risale al medioevo ad opera degli inventori arabi..... La particolarità rispetto agli attuali e che "correva" a pelo d'acqua e non sotto. Fu utilizzato con successo anche se in poche occasioni.

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven

Otttimo davvero. Il cielo e le profondità marine sono sempre stati limiti che l'uomo ha tentato di superare, con successo, per fortuna.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  George H. Thomas il Mar 17 Mar 2009 - 15:40

Capt. Patrick M.Griffin ha scritto:
Lloyd J. Beall ha scritto:L'idea della guerra sottomarina risale, naturalmente, a Leonardo da Vinci e, come si vede,già all'epoca della Guerra di Insurrezione, i coloni hanno tentato di usare questa tattica; come ben sappiamo, abbiamo dovuto aspettare la Guerra Civile per avere il primo uso bellico ragionato dell'arma sottomarina. Ma il vero salto di qualità si ebbe durante la Prima Guerra Mondiale con la tecnologia sottomarina tedesce ed austro-ungarica...è stato un parto sofferto, ma alla fine l'arma sottomarina è stata sviluppata con successo fino a giungere agli attuali sottomarini.

Non so se lo sapete ma l'invezione della principale arma sottomarina ovvero il siluro o torpedo come venne chiamato all'epoca dall' Acw risale al medioevo ad opera degli inventori arabi..... La particolarità rispetto agli attuali e che "correva" a pelo d'acqua e non sotto. Fu utilizzato con successo anche se in poche occasioni.

Maggiore Griffin Like a Star @ heaven

Ne avevo sentito parlare. Era sostanzialmente un razzo a scopo navale, sviluppato attorno al XIII secolo.
L'arma sottomarina è sempre stata studiata profondamente da chi nel campo delle navi di superficie era inferiore al nemico, e che quindi sperava di poter riequilibrare la partita con metodi non convenzionali. Come si suol dire, la necessità aguzza l'ingegno.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il sottomarino H.L. Hunley

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:21


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum