Italiani nella guerra civile

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Italiani nella guerra civile

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 11 Feb 2009 - 21:27

Premessa
Come sapete la maggior parte dei miei studi sono svolti basandomi sugli OR. In questo caso invece, le ricerche sono più complicate perché non ho trovato molte fonti ed in molti casi per chiudere i “buchi” ho dovuto “rattoppare” come ho potuto. Per questo scusate errori, e se qualcuno ha notizie più particolareggiate e’ ben accetto.
_Italiani nella guerra civile americana
Il connubio fra Italia e Stati Uniti cominciò con le origini stesse del nuovo continente, quando il mio concittadino Cristoforo Colombo approdò nelle Americhe. Tra il 1492 ed il 1860 solo piccoli gruppi di italiani arrivarono in America. Al censimento del 1860 solo 6-7000 italiani erano presenti nel suolo americano. La prima grande immigrazione avvenne nella decade 1871-1880 quando arrivarono in 56.000. Quando in Italia scoppiò una epidemia di colera, arrivò la seconda ondata erano gli anni 1884-87. Migliaia di altri seguirono negli anni a venire. Ma torniamo indietro, allo scoppio della guerra, il 14 aprile 1861 circa 11.000 italiani erano presenti sul suolo americano. Alcuni erano scappati dalla poverta’, altri dall’oppressione e poi c’erano gli ex soldati e i civili scappati dalle guerre del periodo. Quasi tutti i porti accolsero gli italiani che rimasero confinati nelle città costiere. La destinazione principale era il porto di New York, ma anche il porto di New Orleans (non a caso le unità del Nord e del Sud provenivano dagli stati della Louisiana e di New York). Gli italiani abbracciarono la causa settentrionale e meridionale e nonostante il numero ridotto, a quel tempo tedeschi e irlandesi erano gli stranieri presenti in maggior numero negli Stati Uniti, sembra che percentualmente furono gli italiani quelli presenti in maggior numero negli eserciti di qualunque altra etnia (chi ha dei dati in proposito a questa affermazione?)
_Italiani confederati
Gli italiani nell’esercito dell’Unione furono in numero maggiore di quelli arruolati nelle fila del Sud, ma circa un migliaio di essi combatté per la Confederazione. Si arruolarono sia singolarmente sia in unità tutte italiane. Nelle unità regolari pare che solo una compagnia dell'Alabama fosse tutta italiana, mentre in altre, compagnie, principalmente della Louisiana, vi era un alto numero di uomini, ma non si riuscì mai ad avere compagnie composte solo da italiani. Singolarmente erano presenti in molti battaglioni della Louisiana considerando che quando si sbandarono i battaglioni della milizia, molti si riarrularono nelle unità regolari;qualche italiano era presente comunque in reggimenti di tutti gli stati del sud. Anche nella grigia marina erano presenti i nostri compatrioti, arrivati dal mare, continuarono a navigare. Nella milizia invece si riuscirono ad formare almeno due unita’, ricordo che a New Orleans era presente una forte presenza italiana e questi si arruolarono nelle truppe statali.
Ora passerò a descrivere in dettaglio le unità.

Salutoni Caudio
sic semper tyrannis


Ultima modifica di Benjamin F. Cheatham il Sab 24 Set 2011 - 1:46, modificato 2 volte
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Italiani nella guerra civile - Garibaldi Legion

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 11 Feb 2009 - 22:33

New Orleans, che all’epoca era la città più popolosa (ricordo bene?)degli Stati Uniti, aveva una percentuale di stranieri che forse superava il 40% della popolazione, quando la febbre della secessione la raggiunse, praticamente ogni gruppo etnico formò le sue unità, i francesi i più numerosi reclutarono centinaia di uomini, ma anche gli italiani si preparavano a formare una propria unità. Questa doveva essere un battaglione ed il nome scelto quello di “Garibaldi Legion”. Nelle intenzioni, almeno due compagnie dovevano essere pronte per la parata del 22 febbraio 1861, ma non andò tutto come previsto, solo una compagnia fu completata. Il 21 febbraio 1861 perfettamente equipaggiata fu pronta la “first company of Garibaldi Guards” o più semplicemente Garibaldi Guards che avrebbe dovuto essere la compagnia A del battaglione. Purtroppo non si riuscirono a formare le altre compagnie e così il battaglione rimase solo sulla carta. Gli ufficiali, tutti italiani erano: il capitano Marzoni Gaudenzio e quando divenne maggiore, il capitano Santini Joseph (Giuseppe cambiato in), il primo tenente Marinoni Ulisse ed infine il secondo tenente Baselli Ernesto. Quando la maggior parte delle truppe regolari venne inviata a fronti, lontani dalla Louisiana, in ottobre solo la milizia rimaneva per la difesa dello stato. ll governatore chiamò in servizio le truppe statali, fra queste c’era la nostra compagnia che fu inglobata in un reggimento spagnolo di dodici compagnie: cinque compagnie erano numerate da 1 a 5 e sette compagnie letterate da A a G. La Garibaldi Guards divenne la compagnia F. Numerosi compiti per i nostri, ma solo ruotine da campo e servizio di polizia, ma giocò un ruolo importante quando (come parte della brigata europea) aiutò a mantenere l’ordine in una città che dopo la resa del 29 aprile 1862, a quel “simpaticone” di Butler, era in uno stato di caos incredibile e i saccheggi erano all’ordine del giorno. Infine nel maggio la Legione si sciolse, ma molti uomini si riarruolarono in reggimenti regolari.
Nota 1. Non sono riuscito a trovare nessun documento ufficiale sull’episodio del cambio di nome, se non quello che abbiamo letto tutti in giro. Certamente è molto plausibile il fatto che se erano molti gli ex soldati borbonici presenti, questi non apprezzassero molto quel nome, però in una lettera del 16 aprile (vedi nota 3) la compagnia viene indicata come Garibaldi Guards ed il 29 aprile la città si arrese. Quindi in quei tredici giorni (ed in quel particolare momento) ritengo improbabile il pensiero di cambiare nome. Aspetto vostri dispacci sull’argomento.
Nota 2. Allego il link del quotidiano “The New Orleans Bee” del 28 gennaio 1861 con la descrizione dell’uniforme http://nobee.jefferson.lib.la.us/Vol-054/01_1861/1861_01_0091.pdf
Nota 3. Un episodio curioso e divertente della compagnia, pero’ lo postero nella prossima puntata.

Salutni Claudio
sicemper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Giancarlo il Mer 11 Feb 2009 - 22:43

Ciao Cheatham, da ricerche che ha fatto Niccolò del 14° Louisiana, in quel reggimento si contarono numerosi Italiani, soprattutto transfughi Borbonici.
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - premessa

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 12 Feb 2009 - 18:21

Infatti uno era il 14°, ma quello con piu' italiani era il 10° Louisiana, ma ne parlero in seguito.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Italiani nella guerra civile - Garibaldi Legion - ci facciamo riconoscere anche all'estero!

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 12 Feb 2009 - 18:41

Un fatto divertente che riguarda la Legione e' preso pari pari da una lettera con le scuse che l'ex comandante della compagnia Marzoni(ora diventato maggiore del reggimento spagnolo "Cazadores espanoles") porge al generale Mansfield Lovell comandante della Zona militare della Louisiana. In un misto di parole inglesi, spagnole, storpiature ed errori grammaticali il maggiore si cosparge il capo di cenere perche' gli uomini della legione di scorta a dei prigionieri, mentre erano intenti a cantare canzoni d'amore e patriottiche non si accorgono della fuga dei prigionieri. Ecco la lettera:

April 16, 1862
To: General Mansfield Lovell
Commander of Confederate Forces
District of Louisiana My Dear General, Please pardon my penmanship as I am no too familiar with English as it is written. It is with mucho profoundest regret that I must relate an incident of prisoner escape. While conducting the prisoners assigned to the European brigade to thier work detail , it has always been the custom to place them in chains together. However the detail this morning was an exception owning to the fact that the prisoners were about to leave for duty at the Front Lines. One particular prisoner began to sing the "Bonnie Blue Flag" and soon both prisoners and guards were engaged in patriotic song, especially the song loving Italians of the Garibaldi Guards Company who were guarding said prisoners. Even civilians and young ladies along the street were singing. All proceeded normally with Lieutenant Guiseppi Santini proudly at the front of the column. Unfortunately, he was ( I have determined) shoved in the path of a Creole maidservant who was pitching out her chamber pot onto the street. Lieut. Santini was immersed in ofal, right in the midst of his aria. He was said to have cried out desperately, "POOOYIEEEE!," and in the ensuing confusion several of the prisoners made an escape. All were rounded up except one private who calls himself "Jubal," whom I believe started the singing and by eyewitness accounts, shoved poor Lieutenant Santini into the path of the slop jar, causing him grevious accident. We have not been able to find and apprehend the felon "Jubal." PS: Lieut. Santini asks if the Department will pay for his soiled garments, as replacement is of paramount importance to the well being of his company. Several of his men are discouraged by the incident and say they cannot follow an officer in a soiled uniform, as it will cause the ladies to scorn them. The company may have to disband. In a situation of greatest embarassment,
I am your obedient servant, Major Gaudenzi Marzoni
Cazadores Espanoles
European Brigade
Provost Guard
New Orleans, Louisiana

Da questa lettera ho notato che l'unita' si chiamava ancora Garibaldi guards e non Italian legion a tredici giorni dalla resa.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Italiani nella guerra civile - Italian Guards Battalion

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 14 Feb 2009 - 12:54

Rispetto alla Legione Garibaldi, le informazioni del battaglione Italiano sono molto scarse, neppure l’uniforme e’ conosciuta. Si sa che venne formato nell’autunno 1861 nell’ambito dell’organizzazione delle brigate europee, ma nulla piu’. L’unica data e’ “prior november 21, 1861”. La nuova unità chiamata “Italian Guards Battalion” al comando il Tenente colonnello Joseph G. Della Valle (che l'italiano confederato col grado piu' alto raggiunto nella GCA) era cosi’ organizzato: una squadra di zappatori e la banda militare al quartiere generale, poi 5 compagnie, ma solo 4 erano italiane, la quinta mi sa che era straniera. Questi i capitani: 1a compagnia Capitano Giuseppe Lavizza, 2a compagnia Capitano Enrico Piaggio, 3a compagnia Capitano Giuseppe Villiot, 4a compagnia Capitano Giuseppe Paoletti ed infine la 5a compagnia al comando del Capitano Leopold Fournier. Venne inquadrato nella milizia come 6° reggimento brigata europea. Ed in seguito con altri battaglioni divenne parte di un reggimento della brigata del generale Juge. Come la Legione, la storia del battaglione e la storia della milizia di New Orleans coincidono, rimasero per la difesa della città, facendo routine e servizio di polizia e scorta, mantenendo l’ordine alla fine. Dopo che l’unita’ fu sbandata, nel maggio 1862, similmente alla Legione Garibaldi, molti membri del battaglione finirono per riarruolarsi in altre unità (regolari)della Louisiana.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis


Ultima modifica di Benjamin F. Cheatham il Dom 22 Feb 2009 - 1:38, modificato 1 volta
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Italiani nella guerra civile - Compagnie di Italiani

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 20 Feb 2009 - 18:56

Oltre alle unità della milizia della Louisiana, alcune altre compagnie di italiani furono reclutate:

-Southern (State) Guards. A Mobile (Alabama) una compagnia di truppe statali al comando del capitano Sylvester Festorazzi era composta da nostri connazionali, a onor del vero fra le sue fila c’erano anche alcuni francesi e spagnoli, ma era definita Italiana comunque sembra che venne inglobata in un reggimento regolare. Una fonte mi indica la compagnia K del 21° fanteria.

-Italian company. Fra le truppe della riserva della Virginia vi era il 19° Reggimento Home Guard, formato da stranieri,annoverava tra le sue compagnie la “italian company” formata da italiani ed era comandata dal capitano Alfred Pico. Quando il reggimento venne chiamato in servizio, queste compagnie furono ordinate al campo intorno Richmond, i membri goderono del privilegio di continuare il proprio lavoro se erano fuori servizio, ed usufruire delle razioni dai magazzini del governo per le loro famiglie ai prezzi del governo. Esiste un episodio che riguarda la compagnia di Pico, descritto dal quotidiano “Daily Richmond Examiner” del 10 febbraio 1864, ma su internet le vecchie edizioni di questo giornale sono a pagamento, quindi non so cosa sia accaduto (mi sa che sono piu' genovese che confederato Very Happy ).

Ricapitolando gli italiani formarono sette compagnie:
-1a Compagnia dell' Italian Guards Battalion - Milizia della Louisiana
-2a Compagnia dell' Italian Guards Battalion - Milizia della Louisiana
-3a Compagnia dell' Italian Guards Battalion - Milizia della Louisiana
-4a Compagnia dell' Italian Guards Battalion - Milizia della Louisiana
-1a Compagnia Garibaldi Guards della Legione Garibaldi - Milizia della Louisiana
-Southern (State) Guards compagnia K del 21° reggimento dell'Alabama
-Italian company compagnia del 19° reggimento riserve della Virginia

Alcune altre compagnie avevano un alto numero di Italiani, ne parlero' prossimamente.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis


Ultima modifica di Benjamin F. Cheatham il Dom 22 Feb 2009 - 1:41, modificato 1 volta
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 20 Feb 2009 - 19:02

Ciao Cheatham, come sempre i tuoi dati sono sorprendenti! Per caso disponi di simili informazioni anche per le unità italiane nell'esercito unionista? In modo così da fare un paragone del contributo alle due cause che la nostra gente ha dato.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2786
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - premessa

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 20 Feb 2009 - 19:19

Grazie comandante Beauregard, devo essere sincero non ho mai fatto ricerche sugli italiani in blu e di certo non ho molta documentazione fra i miei libri, ma prometto di dedicarmici e fornire i risultati appena trovo qualcosa.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 20 Feb 2009 - 19:28

Era solo una mia idea, so che a volte è difficile trovare la documentazione quindi non voglio farti imbarcare in un'impresa impossibile Smile .

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2786
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - premessa

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 20 Feb 2009 - 19:30

Buttarmi con la testa dentro un libro e' una delle cose piu' piacevoli che conosco, quindi anche se non otterro' risultati soddisfacenti, sara' stato un piacere Very Happy

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Ospite il Ven 20 Feb 2009 - 19:59

Ecco la Lista, parziale, degli italiani che servirono negli eserciti confederati:

Abbarzo Giuseppe 3 Corporal 2nd Company
Agnello Raffaele 3rd Company
Ailara Angelo Private 1st Company 303 Rampart street
Alajmo Francesco 1st Corporal 2nd Company
Albanese Guiseppe Private 4th Company
Amalfi Antonio 3rd Company
Amico Salvatore 3rd Company
Amodeo Nicola 3rd Company sick
Anselmi Angelo 2nd Lieutenant 4th Company
Anselmi Giovanni Batistta Private 1st Company 470 Bagatelle street
Anselmi Pietro 4th Sergeant 2nd Company
Anthoine Enrico Sergeant Furiere 4th Company
Arata Tomaso Private 4th Company
Arnauld Philip Private 1st Company 141 Old Levee
Atrania Lonardo Private 1st Company 11 Main street
Baglietto Vincenzo 2nd Company
Bagnato Rosario 2nd Company
Balistrieri Calogero 2nd Company
Barabara Felice 3rd Company sick
Baraco Vincenzo Private 4th Company absent
Barraco Giacomo 2nd Company
Barraco Ignorio 2nd Company
Barraro Guiseppe Corporal 2nd Company sick
Bayard Pierre Private Sapper Field and Staff
Beltram Antonio 3rd Company
Benedetti Louis Private Sapper Field and Staff
Bernero Giovanni Batistta 2nd Company
Biaggini Giovanni 2nd Company absent
Bertucci Antonio 2nd Company
Bertucci Francesco Private 1st Company 764 Poydras street
Bertucci Giovanni 4th Corporal 2nd Company
Bertucci Giovanni 3rd Company
Bertucci Guiseppe 2nd Company
Bertucci Salvatore 2nd Company
Biaggini Giovanni 2nd Company absent
Bianchieri Paolo Private 1st Company Schr Gabriel Aime
Bilecci Antonio 3rd Company sick
Bollo Francesco 2nd Company
Bologni Guiseppe 2nd Company
Bongiovanni Paolo 1st Sergeant 4th Company
Bonnanno Guiseppe Private 4th Company absent
Borzoni Bernado Private 4th Company absent
Botto Francois Color Bearer Field and Staff
Brisolara Antoine Corporal Major Field and Staff sick
Brisolara Giovanni Private 1st Company Rampart and St Peters streets
Brisolara Guiseppe 2nd Corporal 1st Company Rampart and St Peters streets
Buonanno Guiseppe 2nd Company sick
Brunini Nicola Private 1st Company 173 Old Levee
Bussetta Guiseppe Private 1st Company Chartes street between St Philip and Main
Cafiero Rinaldo 3rd Company absent without excuse
Calderaro Emanuele 4th Sergeant 4th Company
Calderaro Giovanni Private 1st Company Dryades Market
Camillere Carlo 2nd Company
Camilleri Giovanni Maria Private 4th Company
Campora Giovanni Private 1st Company 50 Bienville and Marei
Canavaro Bernard Corporal Drummer Field and Staff
Caravella Joseph Corporal Sapper Field and Staff
Cardon Alessandro 3rd Company
Casa Laurenzo Private 4th Company absent
Caserta Guiseppe di Felice Private 4th Company
Caserta Guiseppe di Salvatore Private 4th Company sick
Caserto Salvadore 2nd Company
Castagnetto Domenico 2nd Company
Castagnino David 2nd Company
Castagnino Emmanuele Private 1st Company 286 Bourbon street
Castelli Pietro 3rd Company absent without excuse
Castrucci Andrea Private 4th Company absent
Castruni Lazzaro Private 1st Company 354 Great Man street
Cavallaro Ignazio 3rd Company
Cavasino Francesco 3rd Company working at the gun boats
Cavasino Gaspero 3rd Company working at the gun boats
Cavasino Vicenzo Private 4th Company absent
Celli Candido 3rd Company
Chiaro Giuseppe Private 4th Company absent
Chiofalo Filippo 3rd Company
Cingotta Domenico Private 4th Company
Ciperlo Francesco 2nd Company
Climauro Antonio 2nd Company
Collica J. Joseph Private Sapper Field and Staff
Colora Antonio 2nd Company
Coltraro Jean Private Sapper Field and Staff
Compagno Antonio 2nd Company
Coppola Francesco Private 4th Company gone away
Corrado Salvatore 3rd Company
Cosimo Girolamo 3rd Company gone away
Cosso Giulio Private 1st Company Rampart and Usruline streets
Crestino Antonio Private 4th Company
Crevetto --- 2nd Company
Croie Nicola 3rd Company
Cuneo Francesco Corporal Farrier 2nd Company sick
Cuneo Giacomo 3rd Company
Cuttraro Caloggero 2nd Company
Cuttraro Felice 2nd Company
Damele Louis Sergeant Major Field and Staff
Damico Pietro Corporal Farrier Perdido and Baronne streets
Damico Salvatore 3rd Sergeant 2nd Company
DaMonte --- Jr Private 4th Company absent
Danda Francesco 2nd Company
D'Angeli Francesco 3rd Company absent without excuse
D'Angeli Giuseppe 3rd Company absent without excuse
Danove Lorenzo Private 4th Company absent
Dante Luige 3rd Company
Davilla P. Sergeant Major Field and Staff
Debarbierig Enrico Private 1st Company 225 Chartry street
Debarbierig Michele Private 1st Company 225 Chartry street
Debarbierig Agostino 3rd Sergeant 4th Company
Decanini Domenico 3rd Company
DeFrancisce Pietro Private 1st Company absent
Degregario Luciano 2nd Company absent
Degregario Michel Guard Armes Field and Staff absent
Deguaro Salvatore 3rd Company
Dechiaro Antonio 3rd Company absent without excuse
Delerno Emmanuele 3rd Company
Della Valle G. Joseph Lieutenant Colonel Field and Staff
Della Valle Jean Batptiste Adjunct Major
Della Valle Mario 2nd Sergeant 4th Company
Delpino Domenico 3rd Company
DiLorenzo Antonio Private 4th Company
Dispensa --- 3rd Company absent without excuse
Erzoe Giuseppe Private 1st Company 367 St Anne street
Faccidomo Giuseppe 2nd Company
Falconi Francesco Private 4th Company
Fallo Bartolo Private 1st Company
Fallo Carmelo di Gni. Private 1st Company
Fallo Carmelo di Gppe. Private 1st Company
Fallo Francesco Private 4th Company
Fallo Giuseppe di Angelo Private 1st Company
Famularo Giuseppe 2nd Company
Fassiani Giuseppe Private 1st Company boat man
Fassiani Tomaso Private 1st Company boat man
Fava Emmanuele Private 1st Company
Favaloro Giuseppe Private 4th Company
Ferrante Nicola 3rd Company
Fiorentino Domenico 3rd Company
Fonte Domenico 2nd Company
Frenna Ignazio 3rd Company
Gabrielli Salvatore Private 1st Company 159 Fram Man street
Galeotti Giovanni 3rd Company
Gatt Paolo 3rd Company
Gazro Francesco 3rd Company absent without excuse
Gazzo Francesco Private 3rd Company absent without excuse
Giacomini Nicola Private 4th Company absent
Giavagnoli Eugenio Private 4th Company
Giuffria Salvatore Private 4th Company
Glorioso Salvadore 2nd Company
Grabiele Pasquale Private 4th Company
Grande Gaspero Private 4th Company
Grande Giuseppe Private 1st Company 10 Maine street
Greco Leonardo 3rd Company absent without excuse
Greco Nicola 3rd Company
Greco Salvatore 4th Company gone away
Grimaldi Giovanni Battista Private 4th Company absent
Guajana Gaspero Private 4th Company
Guastavigna Luigi 2nd Company
Guida Salvatore Private 1st Company 346 Robertson street
Guilla Natale 4th Sergeant 1st Company Chrtry street
Incagnone Antonio 3rd Company
Ingargiola Cristofaro 2nd Company
Ippolito Giuseppe 3rd Company
Jannello Antonio 3rd Company
LaGreca Giovanni Private 4th Company sick
Lago Domenico Private 1st Company 71 Main street
Lagomarrino Giacomo 2nd Company
Lamantia Giuseppe 1st Corporal 4th Company
Lamantia Vincenzo Private 1st Company 774 Philippa street
Lanasa Michele 3rd Company
Lanata Francesco Private 1st Company Old Basin and St Claude streets
Lanatra Matteo 3rd Company
Lanava Antonio Private 1st Company 13 Melpomene street
Lanca Antonio Private 4th Company
Lancetta Gaspero 3rd Company
Laprima Antonio Private 1st Company 18 Main street
Lardito Giacomo 3rd Corporal 344 St Phillip street
Larocco Stefano 2nd Company
Larosa Carmelo 3rd Company
Lascola Calogero 3rd Company
Lauricella Salvatore 3rd Company
Lauricella Francesco 2nd Company
Lavizzo Giuseppe Captain 1st Company Chartry street
Lazzara Luigi 2nd Company sick
Lazzarini Ferdinando Private 1st Company 173 Old Levee
Leon Giovanni Private 4th Company
Leon Giuseppe Private 4th Company
Limandri Francesco 2nd Company
Lombardo Stefano 3rd Company absent without excuse
Luchesi Giuseppe Drummer 1st Company 354 Great Man street
Luchesi Nicola Private 1st Company 354 Great Man street
Lugomarsino Giovanni 3rd Company
Macera Giacomo Private 1st Company 170 Burgundi street
Macera Giovanni Private 1st Company 170 Burgundi street
Macera Giovanni Battista 2nd Sergeant 1st Company 170 Burgundi street
Maggio Antonio 3rd Company
Mancuso Antonio 2nd Company
Mancuso Francesco Private 4th Company
Mancuso Gaetano 2nd Company
Mancuso Giuseppe 2nd Company
Mancuso Pietro 2nd Company
Manuyso Domenico Private 4th Company 575 Magazine street
Marinello Damiano 3rd Company
Marino Leonardo Private 4th Company
Martello Domenico Private 1st Company 303 New Basin street
Martinoli Giuseppe Private 4th Company absent
Mascari Agostino Corporal 1st Company 174 Philippa street
Mascari Vincenzo 3rd company
Massa Giacomo Private 1st Company Rampart and Usrulines
Matina Giuseppe Private 4th Company
Mattino Gaetano 2nd Company
Mazzei --- 3rd Sergeant 1st Company 123 Old Levee
Mazzola Agostino Private 1st Company 170 Benjamin street
McCary Demitry Private 4th Company absent
Mecchi Agostino Corporal Farier 4th Company
Micci Domenico Private 4th Company
Mizzi Giuseppe 2nd Lieutenant 1st Company 174 Bienville street
Moglia Antonio 3rd Company
Mollica Pietro 2nd Company
Montedonico Antonio 3rd Company
Montoro Giuseppe Private 4th Company absent
Morale Antonio Private 1st Company boat man
Morale Antonio Private 4th Company boat man
Morgani Bartolomeo Private 1st Company boat man
Morgani Bartolomeo Private 4th Company absent
Motisi Giovanni 3rd Company absent without excuse
Musso Tommaso 1st Sergeant 2nd Company
Nebbia Vincenzo Private 4th Company gone away
Nini Luigi Private 4th Company absent
Norisi Carlo 3rd Company
Olivare -- 2nd Company
Olivieri Luigi Private 1st Company Dryades Market
Olivieri Vincenzo Private 1st Company Dryades Market
Pace Giuseppe Private 4th Company absent
Paillo Luigi 3rd Company
Palmieri Domenico 2nd Corporal 4th Company
Palmisano Gasparo Private 1st Company 14 Main street
Palumbo Paolo 3rd Company
Paoletti Giuseppe Captain 4th Company
Papini Carlo Private 1st Company Condi street
Pappalardo Vincent 1st Lieutenant 3rd Company
Parili Agostino Private 1st Company St Anne
Parmigiano Gaetano 3rd Company
Perino Giovanni Private 1st Company boat man
Permigiano Bernardo 4th Company
Perannio Giovanni 2nd Company
Persico Agostino 3rd Company
Piaggio Dario 2nd Lieutenant 2nd Company
Piaggio Enrico Captain 2nd Company
Picone Antonio 3rd Company
Piccone Domenico Private 4th Company
Pini Ferdinando 1st Lieutenant 4th Company
Pittade Francesco 3rd Company
Pittaluga Giuseppe Private 1st Company
Plessa Calogero 3rd Company
Podesta Antonio 3rd Company
Poggio Pietro 2nd Company absent
Polinghi Antonio 3rd Company
Portoghesi Michele Private 4th Company absent
Prestesimon Salvatore 4th Corporal 1st Company Poydras Market
Quadarella Angelo Private 4th Company gone away
Raccich Nicola 3rd Company
Rallo Giuseppe Private 4th Company
Rameli Davide Private 1st Company
Rando Giuseppe 2nd Company
Ravenna Francesco 2nd Company
Repetto Giuseppe 3rd Company
Restucci Andrea 3rd Company
Ricciardi Francesco 2nd Company
Rimassa Giovanni 2nd Company absent
Rinauro Girolamo 3rd Company
Riso Seraffino Private 1st Company Comon and Prior
Rizzo Giuseppe 2nd Company
Roberson Girogio 2nd Company sick
Romano Raffaele Private 4th Company absent
Rossi Francesco 3rd Company absent without excuse
Runo --- 2nd Company absent
Russo Agostino 3rd Company
Russo Jean Private 4th Company
Russo Saverio Private 4th Company gone away
Sabatini Giovanni 3rd Company absent without excuse
Salem Giuliano Private 3rd Company absent
Salomone Antonio Private 1st Company Poydras Market
Salomone Lorenzo Private 1st Company
Sansone Giuseppe 4th Corporal 4th Company
Sarzana Pietro Private 4th Company absent
Sciallona Nicola Private 1st Company
Scimiluca Michiele 2nd Company
Scontrino Danisio 3rd Company works at the gun boats
Secchi Giovanni 2nd Company
Sedotti Francois Sergeant Sapper Field and Staff
Shibera Francesco 3rd Company
Sidoli Antonio Sergeant 2nd Company
Simeria Francesco Private 1st Company Schr. Brazos
Simone Giuseppe 2nd Company
Sisaccaluga Private 1st Company Rampart and Usrsuline
Siscchitano Antonio Private 1st Company Dryades Market
Smidt Giovanni 3rd Company
Soccola Angelo 1st Lieutenant 1st Company 141 Old Levee
Socola Giovanni Battista Private 1st Company 141 Old Levee
Solari Giuseppe 2nd Company
Solari Michiele 2nd Company
Sollari Giovanni Battista Private 4th Company absent
Spagmiolo Felice 2nd Company
Spano Bartolo 4th Company
Spano Francesco Private 1st Company 303 Rampart street
Sparicio Lio 2nd Company
Sparino Antonio 3rd Company sick
Spataro Antonio 3rd Company
Staynino Raffaele 3rd Company sick
Taranto Carmelo Corporal 4th Company
Taranto Felice 2nd Company
Taranto Gaetano 2nd Company
Tasso Francesco Private 1st Company
Tasso Francesco Private 3rd Company
Tasso Francesco Private 4th Company
Tomasi Felice Private 4th Company
Tomasi Jean Private 4th Company
Toronelli Giovanni Private 1st Company Orleans and Bourbon
Torre Giuseppe 2nd Sergeant 2nd Company
Torre Luigi 1st Lieutenant 1st Company
Torre Pietro 3rd Company
Torrenti Giacomo 3rd Company sick
Tramontano Rosolino 1st Lieutenant 2nd Company
Traversso Antonio Private 1st Company 157 Carondelete street
Trepani Stefano Private 2nd Company absent
Troys Effisio Quarter Master 1st Company 149 Old Levee
Umina Antonio 2nd Company sick
Valenza Antonio Private 4th Company absent
Valenzano Giuseppe Private 1st Company 18 Main street
Valenzia Salvatore Private 1st Company
Valle Angelo 3rd Company working at gun boats
Valle Girolamo 3rd Company working at gun boats
Vassallo Antonio Private 1st Company boat comet
Ventrici Giuseppe Private 4th Company absent
Ventrici Pietro Private 4th Company absent
Vidonovich Stefano Private 4th Company absent
Villiot Giuseppe Captain 3rd Company
Virgilio Luciano Private 4th Company sick
Zacca Apollonio 2nd Company
Zagame Gaetano 2nd Company
Zagame Giovanni 2nd Company
Zagame Giuseppe 2nd Company
Zanella Antonio Private 4th Company absent
Zanetti Fortunato 2nd Company
Zinavo Antonio Private 1st Company 178 Rampart street
Zinavo Giuseppe Private 1st Company (to havana)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - premessa

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 20 Feb 2009 - 21:31

La lista e' quella delle 4 compagnie del battaglione italiano.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - Italiani confederati ultima parte

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Dom 22 Feb 2009 - 1:25

Per completare il discorso sugli italiani confederati, ricordo che quasi tutti i reggimenti della Louisiana avevano tra le loro fila italiani, questi erano per lo più ex membri delle unità della milizia sbandate a maggio 62’ fra loro anche il 14° fanteria (del nostro Niccolò). Altri reggimenti confederati avevano italiani, ma si parla di singoli elementi. Solo un paio di compagnie avevano una percentuale alta di italiani:

-Tirailleurs d’Orleans- Questa compagnia che divenne la “I” del 10° Reggimento di fanteria della Louisiana, conteneva soldati di ben 15 stati differenti e quello maggiormente rappresentato era l’Italia con 27 elementi. I Tedeschi secondi in graduatoria ne contavano 8. Una fonte indica che un italiano divenne capitano, ma non ne ho riscontro con le altre fonti.

-Compagnia Moroso- Il 1° reggimento Charleston Guards, truppe statali del South Carolina, fu un reggimento reclutato fra gli stranieri della città. Una compagnia, precisamente la “D”, contava tantissimi italiani (piu’ della meta’ leggendo gli elenchi) ed anche il primo comandante fu un italiano, il capitano A. Moroso. Non ho scoperto per cosa stava quella A., perché ogni fonte da sempre A. addirittura anche nel censimento della città di Charleston del 1880 si parla di un residente italiano, vedovo, di 61 anni che sicuramente era il nostro capitano, dato che all’epoca aveva 42 anni, chiamato A. Moroso. Insomma questa A puntata, la dobbiamo tenere così. Sembra che il reggimento sia stato reclutato con la promessa che non avrebbe dovuto prestare servizio fuori dalla città, infatti il nostro capitano protestò ufficialmente contro gli ordini che assegnavano la sua compagnia D in servizio su un vapore nel porto di Charleston, perché contrario all’accordo ed agli obblighi verso il governo. Prestando questo servizio sul battello avrebbero superato i limiti della città.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Giancarlo il Dom 22 Feb 2009 - 9:35

Dai cognomi dei soldati ('etimologia centro-sud Italia) abbiamo la conferma trattarsi essere ex borbonici emigrati in America per non rimanere sudditi dei Savoia. Malgrado tutto avranno da parte mia sempre il massimo rispetto. Li potremo paragonare a quegli Irlandesi che non sopportavano il dominio inglese e riempirono i ranghi degli unionisti e dei confederati
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - Italiani in blu

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Dom 1 Mar 2009 - 9:49

Beauregard ha scritto:Ciao Cheatham, come sempre i tuoi dati sono sorprendenti! Per caso disponi di simili informazioni anche per le unità italiane nell'esercito unionista? In modo così da fare un paragone del contributo alle due cause che la nostra gente ha dato.

Ciao,
Beauregard

Come pensavo la mia biblioteca non mi ha aiutato molto nella ricerca degli italiani che combatterono fra le fila dell'Unione, e su internet ci sono le solite informazioni. A quanto sembra dissimilmente dagli italiani confederati che si riunirono in battaglioni e compagnie, quelli in blu combatterono sparpagliati nei vari reggimenti, così la compagnia italiana (A) del 39° NY rimane l'unica unita' del Nord. Si arruolarono in un numero maggiore che al Sud, 1000 contro 6-700 ed arrivarono anche al grado di generale.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Lt. Richard W."Dick" Dowl il Lun 18 Mag 2009 - 17:44

Beauregard ha scritto:Ciao Cheatham, come sempre i tuoi dati sono sorprendenti! Per caso disponi di simili informazioni anche per le unità italiane nell'esercito unionista? In modo così da fare un paragone del contributo alle due cause che la nostra gente ha dato.

Ciao,
Beauregard


Qui puoi trovare delle notizie:

http://www.steppa.net/html/americana/americana.htm
avatar
Lt. Richard W."Dick" Dowl
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 21
Data d'iscrizione : 11.05.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 18 Mag 2009 - 17:51

Grazie toby, però mi piacerebbe sapere le storie di altre unità oltre al 39th New York che ormai è famosissimo. Prima o poi troverò qualcosa.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2786
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - premessa

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 18 Mag 2009 - 21:05

Mi sa che potrai trovare italiani nelle truppe del nord, ma unita' mi sa che non andiamo oltre il 39°.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile - upgrade

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Gio 21 Mag 2009 - 16:02

Rileggendo i volumetti Osprey, precisamente il numero 441, mi era sfuggita una compagnia confederata reclutata a Memphis fra gli italiani colà residenti. Chiamata (tanto per essere originali) "Garibaldi guards". Nelle mie ricerche ero a conoscenza di qualche italiano presente a Memphis, ma non che fosse stata formata una compagnia intera. Per ora prendete la notizia così, poi farò qualche ricerca in merito.

Salutoni Claudio
sc semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3183
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Generale Meade il Mar 27 Lug 2010 - 16:43

Manifesto Unionista per l'arruolamento nella "Garibaldi Guards".

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Chi si fà avanti per primo? Very Happy

Meade. Question Embarassed (impossibilitato solamente perchè avanti con l'età)


Ultima modifica di Generale Meade il Ven 24 Set 2010 - 16:31, modificato 1 volta
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  R.E.Lee il Mar 27 Lug 2010 - 19:22

....Il sottoscritto è impossibilitato perchè appartentente all'altra "sponda".... nel senso delle sue simpatie riguardo alla confederazione...s'intende ... Embarassed Embarassed Embarassed

Ma che cosa avevate capito ??? Laughing Laughing Laughing


Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3926
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Generale Meade il Ven 24 Set 2010 - 17:57

Tutti i soldati meridionali, in maggioranza ex borbonici, che combatterono per gli Stati confederati, si distinsero con onore durante la GCA.

I primi di loro arrivarono il 18 marzo 1861 a New Orleans con la nave "Elisabetta". Sbarcarono 87 ex soldati delle Due Sicilie che furono inquadrati per decreto del governatore della Louisiana Thomas Moore nel 6° RGT Italian Guards insieme ad altri italiani meridionali.

Il reclutamento era già iniziato a Napoli con l'arrivo in città della nave "Emperor" da parte di Chatham Roberdeau Wheat, il 14 ottobre 1860. Costui combattè per Garibaldi, il colmo del paradosso, col grado di Generale conferitogli dal condottiero, contro i borbonici in importanti scontri come la battaglia del Volturno, del Gargano e all'assedio di Capua.

Alla notizia dell'elezione di Lincoln, Wheat scelse la causa confederata e chiese pertanto il permesso a Garibaldi di arruolare i prigionieri e gli sbandati dell'ex esercito Borbonico da inviare in Lousiania. Garibaldi girò la cosa all'ex ministro degli interni del regno delle Due Sicilie, Liborio Romano (ora passato dall'altra sponda). Visto il pressante problema del gran numero di prigionieri borbonici, la cosa fu vista di buon occhio.

La tratta degli ex soldati borbonici divenne pertanto operativa e oltre alla Elisabetta arrivarono a New Orleans, da gennaio a maggio 1861, anche le navi Charles & Jane, Utile, Olyphant, Franklin, Washington e Monroe. Il blocco navale unionista ridusse tale traffico, dopo tale data, nei porti del Sud. Erano però sbarcati intanto 1800 circa ex borbonici e avviati alle formazioni militari in allestimento della Louisiana.
Dal giugno 1861, furono create 3 brigata europee, tra cui il 6° RGT Italian Guards (300 uomini circa) e il 5° RGT Cazadores Esp. tra cui il battaglione Garibaldi Legion di circa 300 uomini. Come era logico sia, il nome "Garibaldi" fu poi levato per via delle accese proteste degli ex soldati borbonici, e il battaglione prese pertanto il nome di Legione Italiana.

Il maggior numero di ex borbonici e italiani meridionali in generale, si ebbe nel 10° e nel 20° RGT Louisiana, dove tali soldati si distinsero per il valore e lo spirito di sacrificio.
Il 10° RGT fanteria Louisiana si distinse in modo particolare in Virginia, dove venne immediatamente inviato al fronte nella prima battaglia di Bull Run.

L'avventura degli ex borbonici nella GCA finisce tristemente. Il 10° RGT fanteria della Louisiana aveva 976 effettivi nel 1861. Alla resa di Lee ad Appomatox, il 10/04/1865, erano sopravvisuti in tutto in 18. Tra di essi vi era Ferri Salvatore, nato in Licata ed ex soldato borbonico. Unico sopravvisuto della compagnia I.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Giancarlo il Sab 25 Set 2010 - 11:36

Denominare una unità di borbonici: Brigata Garibaldi, sarebbe un po come denominare una brigata di ebrei tedeschi: "Adolf Hitler Guards". Sad
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Generale Meade il Sab 25 Set 2010 - 14:23

In effetti il calvario degli ex soldati borbonici fa rimanere in bocca il sapore amaro della beffa. Traditi e abbandonati in patria, furono considerati autentica carne da cannone da mandare al macello nella terra "promessa", dove vennero sconfitti una seconda volta nonostante il valore dimostrato sul campo. A questi poveretti dovrebbe essere riconosciuto il loro sacrificio almeno ora, con una qualche celebrazione nazionale che ricordi questi semisconosciuti valorosi soldati che portarono alto il nome dell'Italia in terra Americana.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3950
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Italiani nella guerra civile

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum