La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mar 3 Gen 2012 - 1:41

Generale Hardee, sono d'accordo, ritengo che la conduzione militare insieme alla carente preparazione dei generali, sia stata la causa principale. Da metà '64, altri fattori influirono, come la carenza di risorse materiali, economiche ed umane.

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3247
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  George Armstrong Custer il Mar 3 Gen 2012 - 8:56

Caro Hardee, complimenti per l'idea originale che hai avuto di fare un diagramma delle valutazioni degli storici!!!!! Very Happy Very Happy

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2468
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  George Armstrong Custer il Mar 3 Gen 2012 - 9:26

Benjamin F. Cheatham ha scritto:Generale Hardee, sono d'accordo, ritengo che la conduzione militare insieme alla carente preparazione dei generali, sia stata la causa principale. Da metà '64, altri fattori influirono, come la carenza di risorse materiali, economiche ed umane.

Claudio


Concordo con quanto scritto dal ns Chatham.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2468
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Banshee il Mar 3 Gen 2012 - 9:50

George Armstrong Custer ha scritto:
Benjamin F. Cheatham ha scritto:Generale Hardee, sono d'accordo, ritengo che la conduzione militare insieme alla carente preparazione dei generali, sia stata la causa principale. Da metà '64, altri fattori influirono, come la carenza di risorse materiali, economiche ed umane.

Claudio


Concordo con quanto scritto dal ns Chatham.

Mi associo. La mancanza di buoni comandanti d'armata (se si eccttua Lee) insieme alla disparità di risorse determinarono il crollo della Confederazione.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Generale Meade il Mar 3 Gen 2012 - 9:56

Mi associo anch'io. La qualità batte la quantità. Ci sono stati molti esempi nella Storia, e la Confederazione rientra tra questi. Purtroppo la sfortuna (Antietam, la morte accidentale di Jackson) o la poca lungimiranza degli alti vertici militari, influirono principalmente sulla causa della sconfitta confederata.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3979
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 17 Feb 2012 - 15:11

Non poca parte ebbero, a mio avviso, quei governatori che ostacolarono l'operato del Presidente Davis, il cui problema insolvibile, era di dover attuare necessariamente una politica accentratrice, in una nazione nata a difesa dei diritti degli Stati, e quindi basata sull'opposto principio del decentramento. Anche questo ha il suo peso. Senza le richieste insistenti di allocare truppe a difesa dei vari teatri, spesso passivi, forse Davis sarebbe riuscito a incanalare in modo migliore e più efficiente le risorse della Confederazione.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  HARDEE il Ven 17 Feb 2012 - 15:36

Egr. Generale Early.

Concordo pienamente con la Sua analisi. Come disse, o riciclò la frase, un famoso statista: “Non si può essere forti ovunque, altrimenti si è deboli dappertutto”.


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  R.E.Lee il Ven 17 Feb 2012 - 21:37

Jubal Anderson Early ha scritto:Non poca parte ebbero, a mio avviso, quei governatori che ostacolarono l'operato del Presidente Davis, il cui problema insolvibile, era di dover attuare necessariamente una politica accentratrice, in una nazione nata a difesa dei diritti degli Stati, e quindi basata sull'opposto principio del decentramento. Anche questo ha il suo peso. Senza le richieste insistenti di allocare truppe a difesa dei vari teatri, spesso passivi, forse Davis sarebbe riuscito a incanalare in modo migliore e più efficiente le risorse della Confederazione.

Concordo pure io. La Confederazione alla fine, fù vittima delle proprie contraddizioni...

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3954
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Jeb Stuart il Dom 11 Mar 2012 - 20:11

Il Sud probabilmente con le conoscenze attuali non avrebbe mai iniziato una guerra che era persa in partenza combattuta con i canoni di allora,il basso numero di abitanti le scarse risorse il non essersi preparato ad un adeguato riconoscimento estero e quindi con eventuali aiuti hanno completato il risultato.Dalla loro i sudisti avevano un territorio enorme da difendere piu' con tecniche di guerriglia che con tecniche napoleoniche.La storia ha comunque confermato che Lincoln aveva gia' una visione degli Stati Uniti che non poteva prescindere dal Sud separatista,ed ha adottato tutte le tecniche che il Sud doveva usare.La schiavitu' fu il pretesto da dare in pasto all'opinione pubblica interna e estera,anche perche' chi si sarebbe schierato con gli schiavisti??Pur avendo i migliori generali usciti da West Point il Sud ha dovuto soccombere nonostante fosse partito con il piede giusto,ma quando la macchina bellica del Nord si mise in moto e l'embargo fu quasi totale per il Sud e' stata la fine.Ma ancora piu' brutale fu la fine del conflitto,le umiliazioni,le violenze subite dagli sconfitti furono tali che neanche il peggior nemico straniero avrebbe subito,grazie ad una serie di generali che erano dei veri macellai(Sheridan,Grant).
avatar
Jeb Stuart
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 28
Data d'iscrizione : 10.03.12
Località : Loiano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Banshee il Dom 11 Mar 2012 - 21:09

A dir il vero, la guerra mi pare che abbia dimostrato, al di là dell'innegabile superiorità di uomini e mezzi di cui disponeva l'Unione, che i comandanti d'armata più abili stessero a Nord, Grant Thomas e Sherman essendone l'esempio più evidente. Mentre il Sud possedeva un personale militare forse superiore a livello medio-alto (brigata e divisione) eccezion fatta per Lee, non trovò mai un altro ufficiale che sapesse condurre decentemente un'armata. In definitiva, mi pare che questa storia dei migliori generali usciti da West Point schierati con il Sud, sia un pò una voce che ci viene ripetuta da tempo ma che poi a ben vedere abbia poco fondamento o quantomeno sia solo parzialmente esatta.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  HARDEE il Dom 11 Mar 2012 - 21:14

Jeb Stuart ha scritto:Il Sud probabilmente con le conoscenze attuali non avrebbe mai iniziato una guerra che era persa in partenza combattuta con i canoni di allora,il basso numero di abitanti le scarse risorse il non essersi preparato ad un adeguato riconoscimento estero e quindi con eventuali aiuti hanno completato il risultato.Dalla loro i sudisti avevano un territorio enorme da difendere piu' con tecniche di guerriglia che con tecniche napoleoniche.La storia ha comunque confermato che Lincoln aveva gia' una visione degli Stati Uniti che non poteva prescindere dal Sud separatista,ed ha adottato tutte le tecniche che il Sud doveva usare.La schiavitu' fu il pretesto da dare in pasto all'opinione pubblica interna e estera,anche perche' chi si sarebbe schierato con gli schiavisti??Pur avendo i migliori generali usciti da West Point il Sud ha dovuto soccombere nonostante fosse partito con il piede giusto,ma quando la macchina bellica del Nord si mise in moto e l'embargo fu quasi totale per il Sud e' stata la fine.Ma ancora piu' brutale fu la fine del conflitto,le umiliazioni,le violenze subite dagli sconfitti furono tali che neanche il peggior nemico straniero avrebbe subito,grazie ad una serie di generali che erano dei veri macellai(Sheridan,Grant).


Tutto vero Generale Stuart,


ma cosa doveva fare il Sud … accettare supinamente la politica di Lincoln?


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Generale Meade il Dom 11 Mar 2012 - 21:26

Jeb Stuart ha scritto: La schiavitu' fu il pretesto da dare in pasto all'opinione pubblica interna e estera,anche perche' chi si sarebbe schierato con gli schiavisti??

Ma perchè dare questo pretesto a Lincoln e non abolire la schiavitù, facendo diventare così gli schiavi dei salariati. Più semplice di così.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3979
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Jeb Stuart il Dom 11 Mar 2012 - 22:32

Generale Meade ha scritto:
Jeb Stuart ha scritto: La schiavitu' fu il pretesto da dare in pasto all'opinione pubblica interna e estera,anche perche' chi si sarebbe schierato con gli schiavisti??

Ma perchè dare questo pretesto a Lincoln e non abolire la schiavitù, facendo diventare così gli schiavi dei salariati. Più semplice di così.

Meade
Per il motivo che dicevo prima,se quella guerra doveva iniziarla oggi vedendo la differenza che c'era,non l'avrebbe mai fatto e in questa ottica avrebbe regolato la questione schiavitu' con dei salari minimi.In riferimento al fatto di subire passivamente la politica del Nord,doveva curare maggiormente i rapporti con i Paesi Europei,e non solo, che avrebbero appoggiato la secessione per depotenziare l'Unione,fra questi l'Inghilterra che non gli sarebbe parso vero di restituire la cacciata dalle colonie,la Francia per motivi commerciali,quindi le possibilita' ci sono state.
avatar
Jeb Stuart
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 28
Data d'iscrizione : 10.03.12
Località : Loiano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Generale Meade il Dom 11 Mar 2012 - 23:15

Ma abolendo la schiavitù, il Sud non sarebbe incorso in una guerra. Questo i meridionali lo sapevano già da allora. Che motivi rimanevano del contendere?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3979
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Banshee il Lun 12 Mar 2012 - 9:20

[quote="Jeb Stuart"] Dalla loro i sudisti avevano un territorio enorme da difendere piu' con tecniche di guerriglia che con tecniche napoleoniche.

Ma se prima della guerra neppure esisteva una nazione sudista e una nazione confederata, ma un semplice agglomerato di stati che si trovavano uniti nella rivendicazione dei loro diritti, mi spieghi quale guerriglia avrebbero potuto adottare? Non si sarebbe unito nessuno a loro e sarbbero rimaste bande isolate di guerriglieri che si sarebbero ridotte lentamente di numero sino ad esaurirsi vivendo di rapina e di isolati atti di violenza. Fastidiosi come una zanzara, sino a quando non sarebbero stati schiacciati. Al limite, nel 1865 qualcosa avrebbero anche potuto combinare anche se non credo che sarebbe mutato molto. Se il Sud voleva conquistare l'indipendenza lo doveva fare militarmente.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  R.E.Lee il Lun 12 Mar 2012 - 20:41

Sono d'accordo con Banshee. Nel 1861 riunirsi in bande ed andare a nascondersi nei boschi per uscirne ogni tanto inscenando qualche operazione stile "Geronimo"non sarebbe servito a nulla.....
Se il Sud voleva l'indipendenza doveva guadagnarsela attraverso una guerra "vera".
Per quanto riguarda il 1865 non saprei. Forse sarebbe andata a finire male ma, se esisteva anche la benchè "minimissima" possibilità che una guerriglia stile "Geronimo" potesse sortire qualche effetto, questa poteva maturare, al limite, nel 1865 e dintorni...


Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3954
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Jeb Stuart il Lun 12 Mar 2012 - 20:58

[quote="Banshee"]
Jeb Stuart ha scritto: Dalla loro i sudisti avevano un territorio enorme da difendere piu' con tecniche di guerriglia che con tecniche napoleoniche.

Ma se prima della guerra neppure esisteva una nazione sudista e una nazione confederata, ma un semplice agglomerato di stati che si trovavano uniti nella rivendicazione dei loro diritti, mi spieghi quale guerriglia avrebbero potuto adottare? Non si sarebbe unito nessuno a loro e sarbbero rimaste bande isolate di guerriglieri che si sarebbero ridotte lentamente di numero sino ad esaurirsi vivendo di rapina e di isolati atti di violenza. Fastidiosi come una zanzara, sino a quando non sarebbero stati schiacciati. Al limite, nel 1865 qualcosa avrebbero anche potuto combinare anche se non credo che sarebbe mutato molto. Se il Sud voleva conquistare l'indipendenza lo doveva fare militarmente.

Banshee

Concordo in parte,nel senso,la guerriglia doveva essere sistematica ed affiancata ad una azione militare,invece fu occasionale e molto limitata.L'Unione invece la mise in pratica con i vari Sheridan,Sherman verso il finale di conflitto e gli esiti si sono visti.Il Sud doveva usare meno onore piu' praticita',ma questi sono discorsi a posteriori e visti nei tempi odierni,allora nessuno dei contendenti sapeva cosa sarebbe accaduto,Lincoln pensava di spazzare via la CSA a Bull Run e il Sud pensava che protraendo di qualche mese il conflitto il Nord avrebbe dato il via libera alla secessione ma entrambi si sbagliavano,in secondo luogo Davis contava troppo su un appoggio esterno che non arrivo' mai,probabilmente il poco tempo che ebbe non gli permise di prepare il terreno a questo.Come gia' detto in altro post,quello che fece la CSA fu un opera titanica,un gruppo di Stati ad economia rurale del cotone convertita a bellica,per il Nord fu molto diverso era gia' pronto gli mancava solo l'imput.
avatar
Jeb Stuart
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 28
Data d'iscrizione : 10.03.12
Località : Loiano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Jubal Anderson Early il Mar 13 Mar 2012 - 8:40

Permettimi, Stuart : Davis non si faceva alcuna illusione in merito ad un intervento di potenze straniere a sostegno della Confederazione ("Questa guerra è la nostra, e dobbiamo vincerla da soli"). Inoltre, un conto è la guerriglia, un altro conto è la distruzione sistematica applicata da Sheridan (il quale, peraltro, applicava anche la controguerriglia), Sherman, ma non dimentichiamo anche i raids distruttivi di Wilson, Kilpatrick, Forrest, Morgan e, molto più limitatamente, Early.
Infine, non era Lincoln che pensava di chiudere la partita a Bull Run, ma tutti, nordisti e sudisti, ne erano convinti fermamente (tranne Sherman e pochi altri). Corretta la tua osservazione sugli sforzi della Confederazione per dotarsi di un apparato bellico adeguato. Nel caso degli Stati rimasti fedeli all'Unione, è pur vera l'abbondanza di materiali e risorse, ma vennero comunque compiuti sforzi notevoli per razionalizzare e riordinare le risorse in un sistema logistico che tardò, per la sua stessa imponenza, a diventare sufficiente e capillare.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  HARDEE il Mar 13 Mar 2012 - 11:04

Signori, buongiorno!

Non dimentichiamo della flotta e i gravi disagi che la mancanza di questa procurò al Sud; uno Stato in guerra consuma una quantità enorme di materiali, pertanto abbisogna di continui, costanti e capillari rifornimenti che, nel caso della Confederazione, solo un'efficiente flotta da guerra poteva garantirgli.

Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Generale Meade il Mar 13 Mar 2012 - 13:14

Di sicuro, uno dei motivi principali fu quello di tenere la capitale così esposta. Immaginiamo la CW come una scacchiera: il RE (la capitale) è sempre in fondo alla scacchiera e, arroccando, gli si dà un'ottima copertura. La REGINA, nel caso della Confederazione, poteva essere l'AdV. Quindi, coprendo bene la capitale (Montgomery in Alabama non era male), i sudisti avrebbero potuto condurre la guerra molto più a lungo, e forse vincerla, obbligando i federali a disperdere numerose truppe per presidiare il territorio occupato, minacciate dall'ottima cavalleria confederata, e con in più il gioiellino dell'AdV non più vincolata a proteggere una capitale così esposta (Richmond), ma libera di colpire come un maglio le armate nordiste che rischiavano di trovarsi tagliate fuori dai rifornimenti una volta penetrate in profondità del territorio nemico.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3979
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  HARDEE il Mar 13 Mar 2012 - 13:32

Egr. Generale Meade,


condivido pienamente la Sua opinione, Richmond sarebbe stata una città di confine
importantissima (come sede industriale), ma i sudisti non si sarebbero dissanguati per difenderla.


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Jubal Anderson Early il Mar 13 Mar 2012 - 13:37

HARDEE ha scritto:Egr. Generale Meade,


condivido pienamente la Sua opinione, Richmond sarebbe stata una città di confine
importantissima (come sede industriale), ma i sudisti non si sarebbero dissanguati per difenderla.


Hardee

D'accordo, ma perse le infrastrutture di Richmond e di Petersburg, perso il terreno della Virginia, così favorevole alla difesa, dove avremmo fermato gli Yankees? E soprattutto, cos'altro valeva la pena di difendere nella parte orientale della CSA, a N di Charleston?

La Virginia andava difesa ad oltranza perchè era il cardine principale della Fortezza Atlantica. Di conseguenza, Richmond poteva essere benissimo la capitale della Confederazione. Persa la Virginia, persa la guerra.

Questo il mio personale punto di vista.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Banshee il Mar 13 Mar 2012 - 13:39

Sono in netto disaccordo con chi mi ha preceduto. E' vero che il problema della vicinanza della capitale confederata al fronte principale costrinse per forza di cose a difenderla. Ma spostare la capitale a Montgomery non avrebbe cambiato molto le cose. Il problema è che Richmond doveva essere tenuta a tutti i costi, perchè là si trovavano le principali industrie per la fabbricazione di fucili e cannoni (Richmond Armory, Tredegar Iron Works). Nonché l'unica fabbrica per assemblare materiale pesante (Tredegar Iron Works); e numeorse altre infrastrutture essenziali per le sorti della Confederazione. Senza quelle, la guerra sarebbe durata molto meno. Non solo. La Virginia era lo stato economicamente più sviluppato insieme alla Georgia e simbolicamente la culla della civiltà americana intera (v. Washington). Dunque non solo Richmond ma l'intera Virginia erano essenziali per poter sperare di vincere la guerra (si pensi all'Arsenale di Norfolk, sciaguratamente perso da Johnston nel 1862).Credo che sotto un profilo psicologico la salvezza della capitale unionista (che al contrario non era sede di alcunché di importante, a parte il governo) fu semmai la costante preoccupazione di Lincoln. E avere un esercito come l'ANV alle porte costrinse il comando unionista a occuparsi per oltre tre anni della sua difesa.
Appena avrò un pò di tempo tradurrò parte del diario di Robert Garlick Hill Kean, impiegato presso il Ministero della Guerra confederato, il quale fa un lungo elenco della cause della sconfitta della Confederazione, con alcune interessanti notazioni.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Banshee il Mar 13 Mar 2012 - 13:40

Jubal Anderson Early ha scritto:
HARDEE ha scritto:Egr. Generale Meade,


condivido pienamente la Sua opinione, Richmond sarebbe stata una città di confine
importantissima (come sede industriale), ma i sudisti non si sarebbero dissanguati per difenderla.


Hardee

D'accordo, ma perse le infrastrutture di Richmond e di Petersburg, perso il terreno della Virginia, così favorevole alla difesa, dove avremmo fermato gli Yankees? E soprattutto, cos'altro valeva la pena di difendere nella parte orientale della CSA, a N di Charleston?

La Virginia andava difesa ad oltranza perchè era il cardine principale della Fortezza Atlantica. Di conseguenza, Richmond poteva essere benissimo la capitale della Confederazione. Persa la Virginia, persa la guerra.

Questo il mio personale punto di vista.

Condivido pienamente.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  HARDEE il Mar 13 Mar 2012 - 13:53

Amici della Confederazione,


non ho mica scritto che bisognava lasciarla al nemico, ci mancherebbe altro, volevo solo che dire che una capitale in posizione più centralizzata avrebbe dato più importanza ad ambi i fronti.

Non dimentichiamo che la guerra fu persa a causa del crollo del Fronte occidentale.


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Confederazione: le ragioni della sconfitta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum