Fort Pillow

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fort Pillow

Messaggio  luigi trentanovi il Ven 20 Feb 2009 - 21:23

Qualcuno può aiutarmi a saperne di più sul macabro episodio oggi noto come il massacro di Fort Pillow?
Conosco solo che truppe di colore dell'Unione furono a quanto pare trucidate dai sudisti dopo la battaglia,
ho letto versioni discordanti sulla responsabilità o meno del generale Forrest riguardo tali fatti.
grazie a presto gigi.

luigi trentanovi
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 31
Data d'iscrizione : 26.01.09
Età : 44
Località : firenze

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re:Fort Pillow

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 20 Feb 2009 - 21:52

Avendo un'ammirazione per Forrest ero e sono anch'io curioso come te di conoscere meglio l'argomento, così ho acquistato in internet il libro "River Run Red - the fort Pillow massacre" di Andrew Ward.
Purtroppo il libro a meta' di una pila di altri volumi che devo leggere. Quello che so e' che non tutto il Corpo Forrest era presente, ma solo la divisione Chalmers. Che dopo la cattura del forte molti prigionieri furono uccisi, non solo le truppe di colore, ma anche molti bianchi che facevano parte di unita' di Tennessiani arruolati nelle truppe dell'unione. La divisione Chalmers comprendeva molti reggimenti del Tennessee i quali odiavano quei "traditori che militavano fra le fila dell'Unione fra l'altro fianco a fianco con dei neri!" purtroppo dopo la cattura e' successo quel che e' successo. Dopo quel fatto molti di quei reggimenti furono sbandati. La responsabilità fu di Forrest o Chalmers o del comando di Settore, ne sapro' di piu' leggendo il libro. Nel frattempo sono sicuro che qualche altro ufficiale del forum ne sa molto di piu' sull'argomento.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

F.Pillow

Messaggio  PIERPAOLO il Dom 22 Feb 2009 - 18:47

il mattino del 12 Aprile 1864, il Gen Forrest, avendo circondato il forte su tre lati, chiese la resa della guarnigione, chiarendo che se si fossero arresi avrebbero avuto salva la vita, in caso contrario 'no quarter' .Essendo il comandante, Mag Booth rimasto ucciso, il Mag Bradford chiese un'ora per decidere: dopo il rifiuto dell resa Forrest lanciò un assalto, che portò al panico i soldati dell'Unione che rapidamente abbandonarono i parapetti. I Confederati entrati nel forte iniziarono a massacrarli, accanendosi particolarnmente con la truppa di colore, anche quando costoro iniziarono a buttare le armi. Pare che le brutalità furono di un'efferatezza inaudita. Quando finalmente Forrest riuscì a riprendere il controllo della situazione la metà della guarnigione era stata massacrata (con una percentiuale del 64% di neri). Inoltre furono pure massacrati donne e bambini del vicino paese e molti furono bruciati vivi nelle case.
Naturalment al Nord vi fu un forte shock su quest'episodio e Lincoln convocò una commissione d'inchiesta per investigare sui fatti : decine di testimoni confermarono le atrocità commesse dalle truppe Confederate, anche se queste non riconoscevano come legittimi soldati gli afro-americani.
Anche se Forrest non venne ritenuto del tutto responsabile della perdita di controllo delle sue truppe, rimane il fatto che queste atrocità, sopratutto il massacro di soldati che si erano arresi, nocque grandemente non solo alla sua reputazione ma anche all'immagine delle truppe del Sud, finendo per diventare un simbolo di vendetta per le truppe di colore che combattevano per l'Unione.
Pierpaolo

PIERPAOLO
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 118
Data d'iscrizione : 08.02.09
Località : Modena

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Ven 20 Nov 2009 - 15:14

Nel libro "Italiani nella Guerra Civile Americana", ho trovato un riferimento su Fort Pillow, in una lettera indirizzata da John Garibaldi alla moglie Sarah.

Trascrivo: "Il Generale Forrest ha catturato Fort Pillow e dei settecento yankees che lo difendevano, quattrocento negri e trecento bianchi, ha fatto solo cento prigionieri. Gli altri sono stati tutti uccisi, incluso il comandante del forte."

Saluti, Meade.

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Mason&Dixon il Ven 20 Nov 2009 - 16:46

Il forte era occupato da una guarnigione di 262 uomini negri dell'11°th U.S. Colored Infantry e la batteria F del 4°th U.S. Colored Light Artillery, inoltre da 295 uomini del 13°th Tennesse U.S. Cavalry Regiment. La guarnigione era comandata dal Magg. Lionel F. Booth. Vicino al forte nel fiume era presente anche una cannoniera unionista, la New Era ha contribuito alla difesa del forte ma in modo poco efficace... si ritirera' dal combattimento nella giornata del 12 aprile per rifornirsi di munizioni, lasciando i federali all'imminente sconfitta.

Ciao, Mason&Dixon

Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 335
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Ospite il Ven 20 Nov 2009 - 17:37

E' oramai quasi accertato che il cosiddetto massacro a sangue freddo dopo la resa non avvenne mai in quanto la maggior parte degli storici concorda che la resa non ci fu mai come è sottolineato nel rapporto ufficiale del Luogotenente Daniel Van Horn del Sesto Artiglieria Pesante degli Stati Uniti: "There never was a surrender of the fort, both officers and men declaring they never would surrender or ask for quarter."
Tra l'altro, la stessa tesi che tutti i negri fossero stati uccisi a sangue freddo viene a cadere quando si scopre che non meno di 58 soldati negri furono consegnati ai campi di detenzione come prigionieri. Perchè non uccidere anche loro?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Ven 20 Nov 2009 - 18:53

luigi trentanovi ha scritto:Qualcuno può aiutarmi a saperne di più sul macabro episodio oggi noto come il massacro di Fort Pillow?
Conosco solo che truppe di colore dell'Unione furono a quanto pare trucidate dai sudisti dopo la battaglia,
ho letto versioni discordanti sulla responsabilità o meno del generale Forrest riguardo tali fatti.
grazie a presto gigi.

Se mastichi un pò l'inglese e hai uno stomaco forte, leggi di seguito i resoconti ufficiali su Fort Pillow.

http://www.civilwarhome.com/ftpillow.htm

Saluti, Meade.

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Ospite il Ven 20 Nov 2009 - 19:16

Ecco un link interessante sulla battaglia di Fort Pillow e sul mito del presunto "massacro".
http://www.37thtexas.org/html/grandfab.html
Nel corso degli anni si è tentato molte volte di demolire il mito del presunto massacro razzista ma, hainoi, esso persiste ancora nella propaganda.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Ven 20 Nov 2009 - 21:33

In ultimo, voglio dirti che è grazie al "tiranno" Lincoln, che non si fece seguito ad una rappresaglia su prigionieri confederati in egual numero a quelli ritenuti massacrati inermi a Fort Pillow.

I ministri unionisti Seward, Chase, Stanton e Welles, erano propensi a una ritorsione, per impedire ai confederati ulteriori presunte atrocità sui prigionieri, in particolare gli afroamericani, ma Lincoln pose il veto.

Saluti, Meade.


Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Ospite il Ven 20 Nov 2009 - 22:00

...magari non ordinò rappresaglie perchè una rappresaglia non viene fatta quando non avviene alcun massacro ed i soldati muoiono in battaglia normalmente...anche perchè se di rappresaglia contro i negri si trattò, bisogna sempre spiegare perchè 58 soldati negri gurono tratti in prigionia. Se venne dato l'ordine "razzista" di non considerare i negri come prigionieri di guerra e giustiziarli, perchè morirono anche bianchi e perchè quei 58 negri non vennero uccisi? Lincon poteva anche esser un "tiranno", ma non era un romanziere che creava dal nulla storie di massacri pr giustificarne altri.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Gio 22 Apr 2010 - 12:12

Prendo spunto da un intervento odierno del ns. Lee riguardo l'assoluzione di Forrest per i fatti di Fort Pillow. Uno dei più accesi sostenitori di tale assoluzione fu guardacaso la "bestia nera" del Sud: il generale Sherman. Siamo alle solite. Se tutti sono sporchi, allora nessuno è sporco. Non ci si deve meravigliare se poi a fine guerra Forrest, con queste "gentili" concessioni da parte dei nordisti, dava del pazzo da tenere in camicia di forza a chi voleva nel Sud continuare la lotta con la guerriglia.

Saluti, Meade.

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Ospite il Gio 22 Apr 2010 - 12:14

Lloyd J. Beall ha scritto:Ecco un link interessante sulla battaglia di Fort Pillow e sul mito del presunto "massacro".
http://www.37thtexas.org/html/grandfab.html
Nel corso degli anni si è tentato molte volte di demolire il mito del presunto massacro razzista ma, hainoi, esso persiste ancora nella propaganda.
confermo: persiste anche aldilà delle testimonianze di chi vi era.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Gio 22 Apr 2010 - 12:36

Non essendoci nulla in italiano al momento su Fort Pillow, bisogna accontentarsi solo di testi in inglese.

Di Harry Turtledove : Fort Pillow

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Fort Pillow Massacre

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Di Richard L. Fuchs

An Unerring Fire - The Massacre at Fort Pillow

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Di Andrew Ward

River Run Red - The Fort Pillow Massacre in the American Civil War

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Di John Cimprich

Fort Pillow - a Civil War Massacre, and Public Memory

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Saluti, Meade.

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

FORT PILLOW

Messaggio  HARDEE il Dom 25 Set 2011 - 14:01

Signori buongiorno,

Il Generale Forrest, pur non essendo un militare di professione, doveva sapere che i soldati non possono arrendersi finchè possono combattere, reato di codardia contro il nemico” , pertanto rimane ingiustificato il massacro di Fort Pillow.

Anche se di colore, indossando una divisa ,erano soldati dell’ Unione e come tali dovevano essere trattati

Certo che è una macchia sullo quello splendido militare che fu N.B. Forrest mi interesserebbe leggere gli atti del processo o dell'inchiesta, nonché la testimonianzao o la dichiarazione del Generale Sherman.

Cordialmente

Hardee

HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1819
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 64
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Dom 25 Set 2011 - 15:05

Egr. Gen. Hardee,

le trascrivo il poco che ho trovato al riguardo su "Il Volto Brutale della Guerra" di Victor Davis Hanson:

-E' verosimile che alla chiusura delle ostilità Forrest fosse il sudista più malfamato e odiato d'America... Lo stesso Forrest confessò al presidente Johnston la sua vergogna in relazione alla richiesta di perdono del novembre 1866: "Sono anche consapevole del fatto che in questo momento sono in molti al Nord a guardare a me con disgusto, come se fossi un mostro detestabile, spietato e incurante della vita umana, nonchè colpevole di crimini imperdonabili legati alla presa di Fort Pillow il 12 aprile 1864." In effetti, la stampa insisteva affinchè lo si processasse con l'accusa di omicidio per quell'episodio. Esuberanti veterani nordisti, come il comandante di cavalleria di Sherman, Judson Kilpatrick, affermavano che gli avrebbero sparato a vista. I repubblicani radicali si opponevano all'idea che Forrest potesse beneficiare di un perdono generale. Fu formalmente accusato di tradimento e costretto a pagare una cauzione di 10.000 dollari per la sua incursione del 1864 su Menphis. Quando infine il presidente Johnston gli concesse l'amnistia generale del 1868, la rabbia che ne seguì fu ancora violenta. "Un ripugnante demonio sotto spoglie umane" scrisse un adirato veterano unionista, chiedendo che non ricevesse il perdono ma piuttosto la punizione che "i suoi atroci crimini meritano."-

Meade


Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Banshee il Dom 25 Set 2011 - 21:04

Generale Meade ha scritto:Egr. Gen. Hardee,

Lo stesso Forrest confessò al presidente Johnston la sua vergogna in relazione alla richiesta di perdono del novembre 1866: "Sono anche consapevole del fatto che in questo momento sono in molti al Nord a guardare a me con disgusto, come se fossi un mostro detestabile, spietato e incurante della vita umana, nonchè colpevole di crimini imperdonabili legati alla presa di Fort Pillow il 12 aprile 1864."
Meade


Senza entrare nel merito circa responsabillità o meno di Forrest nei fatti di Fort Pillow, questione su cui esistono numerose discussioni e versioni, faccio notare che le suddette parole lungi dal costituire una confessione o un'ammissione di colpevolezza(come reso evidente dall'uso del condizionale: del resto Forrest negò sempre ogni responsabilità) assomigliano più ad una captatio benevolentiae, per ottenere una qualche forma di beneficio, come effettivamente avvenne.

Banshee

Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

FORT PILLOW

Messaggio  HARDEE il Dom 25 Set 2011 - 21:17

Signori buongiorno,

per il Generale Forrest, quindi non è accertata lar responsabilità per i fatti di Fort Pillow.

Cordialmente

Hardee


HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1819
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 64
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Dom 25 Set 2011 - 21:20

Quindi?

Caro Banshee,

secondo il suo parere, Forrest fu un massacratore di inermi uomini di cololre o un intrepido "comandante", coraggioso, oltremodo astuto, che non fu in grado di tenere con polso fermo le sue truppe bramose di vendetta in un particolare momento del conflitto? La colpa del massacro la diamo alle truppe indisciplinate ???

Meade

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Dom 25 Set 2011 - 22:13

Vorrei sottolineare una cosa che ho già detto all'inizio di questa discussione, continuiamo a scrivere di massacro di soldati di colore, mentre fu un atto compiuto verso tutti i soldati della guarnigione, bianchi compresi, i tennessiani unionisti subirono parecchio quel giorno dai connazionali confederati. Non che questo giustifichi il terribile atto, ma per una corretta informazione.
In riferimento invece alla responsabilità di quello che successe, il libro che comprai sull'argomento è ancora da leggere sob, opinione personale è che Forrest in qualità di comandante superiore delle truppe ha comunque delle colpe (un comandante è responsabile dei suoi uomini anche se si trova altrove o non ha dato quel particolare ordine), per la colpa diretta dei misfatti che avvennero in seguito ai prigionieri non mi pronuncio per ignoranza dei fatti nel dettaglio.

Claudio

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Dom 25 Set 2011 - 22:29

Niente da recriminare al riguardo.

Meade

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

FORT PILLOW

Messaggio  HARDEE il Lun 26 Set 2011 - 7:37

Signori buongiorno,

sono sempre dell'opinione che il comandante sia sempre il diretto responsabile, lo fu Lee a Gettysburg ed Hood ad Atlanta e nelle campagne successive. Chi comanda deve accettare questo carico gravoso.

Quello che chiedo è solo l'accertamento dei fatti, cosa fece infuriare i soldati di Forrest? La presenza di soldati di colore? o un comportamento sbagliato dei soldati dell^Unione ?

Il generale Forrest ebbe comportamenti simili in altri casi? Fu lui ad ordinare il “sin cuartel “ (il deguello)?

E se diede quest’ordine, perché 58-75 soldati di colore e 151- 168 bianchi furono presi prigionieri?

La bandiera dell’Unione fu ammainata? perché finché una bandiera resta issata è battaglia.
I soldati di colore erano ben addestrati ? conoscevano le bene le regole della guerra?

Faccio un esempio se un soldato si arrende e poi ti spara, beh! non credo che dopo i fatti non degenerino.

Insomma ci i fu una resa ufficiale? o solo una sommatoria di errori che portarono a ciò che portarono.

Perché il maggiore Bradford, nuovo comandante della piazza, nascose la sua identità? il maggiore L. Booth era già morto , il Maggiore Branford voleva nascondere un’inesperienza , che poi lo portò a commettere degli errori fatali?

Poi fu passato per le armi o colpito durante la ritirata?

In definitiva un'inchiesta chiarificatrice, per stabilire se fu un feroce scontro o una terribile esecuzione,
mi risulta che in quel giorno, i combattimenti furono cosi intensi, che il Generale Forrest perse
tre cavalli.

Cordialmente
Hardee


Ultima modifica di HARDEE il Lun 26 Set 2011 - 15:22, modificato 1 volta

HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1819
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 64
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Generale Meade il Lun 26 Set 2011 - 8:40

Un testimone confederato disse che il massacro si spense da solo perchè gli uomini di Forrest erano saturi dell'orgia di sangue. Per questo ci furono dei sopravvissuti fatti prigionieri. Sarà stato anche un regolare scontro, ma che c'entrava uccidere a baionettate, alcuni trafitti negli occhi, i feriti ricoverati nelle tende o seppellire alcuni uomini ancora vivi. Questa non è più guerra ma ben altro...

Meade

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3930
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

FORT PILLOW

Messaggio  HARDEE il Lun 26 Set 2011 - 9:25

Signori buongiorno

Nella mia vita ho avuto l'occasione di conoscere un ex legionario che combatté nella Guerra d'Algeria, senza scendere nei particolari, credo sia difficile rimanere lucidi in mezzo ad un incubo e la Guerra credo proprio che lo sia.

Per quanto riguarda la macabra vicenda di Fort Pillow, credo che meriti ulteriori approfondimenti.

Cordialmente

Hardee

HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1819
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 64
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Banshee il Lun 26 Set 2011 - 9:49

Generale Meade ha scritto:Quindi?

Caro Banshee,

secondo il suo parere, Forrest fu un massacratore di inermi uomini di cololre o un intrepido "comandante", coraggioso, oltremodo astuto, che non fu in grado di tenere con polso fermo le sue truppe bramose di vendetta in un particolare momento del conflitto? La colpa del massacro la diamo alle truppe indisciplinate ???

Meade

Esiste in materia un ampio dibattito tra storici di cui però non ho esaminato le conclusioni, anche perché il dibattito relativo - detto francamente - non mi appassiona particolarmente (è una fatto tutto sommato secondario, che non sposta di una virgola il mio giudizio sul generale confederato come leader militare), sicché non sono in grado di fornire una risposta precisa. La tendenza generale di questo dibattito, per quel che mi risulta, è che Forrest ebbe gravi colpe nei fatti di Fort Pillow. Ma, ripeto, per formarsi una precisa opinione e dare una qualche consistenza storico-scientifica, occorre un'analisi delle fonti e testimonianze completa, che non sono in grado di affrontare.

Banshee

Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

FORT PILLOW

Messaggio  HARDEE il Lun 26 Set 2011 - 19:26

Signori buonasera,

il fatto è che io il Generale Forrest accanirsi contro degli unomini disarmati e con le mani alzate non ce lo vedo. La storia riporta che uccise 31 uomini, ma in combattimento.


Cordialmente

Hardee

HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1819
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 64
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fort Pillow

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 1:17


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum