L'intervento europeo

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: L'intervento europeo

Messaggio  Yamato-Stuart il Lun 27 Ott 2008 - 21:39

Jackson ha scritto:[ JEB ha scritto:Raimondo Luraghi è "sudista" in maniera imbarazzante forse come noi!!!!
certo anche Alberto Pasolini Zanelli autore de "Dalla parte di Lee - La vera storia della guerra di secessione americana" non scherza e "fonti" sono sempre un problema ostico
]


No Jeb Luraghi non è sudista,questo lascialo dire a Davide Pastore,l'obiettività storica e difficilmente raggiungibile dai tempi di Tucidide,ma non si può certo dire questo di chi ha fatto della scienza storica un punto di merito della sua carriera.
Le partigianerie lasciale a noi Cool


(scusa ma nei forum è diffile farsi capire Arrow ) io sono a favore dei Confederati in maniera ancora più imbarazzante, solo non voglio esprimere giudizi su nessuno

DIXIE FOREVER...............EVVAI

Yamato-Stuart
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 20.09.08
Località : MB

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'intervento europeo

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 27 Ott 2008 - 21:51

Se dovessi lasciare l'Italia sicuramente vivrei negli Stati Uniti, ho passato 25 anni a studiare la sua storia, e sono affascinato da quel popolo cosi' contraddittorio, ma non dimentichiamo che hanno le loro belle macchie sulla coscienza, in primis il genocidio di decine di popoli ( i nativi americani non erano una unica tribu' ), inoltre secondo te l'intervento sul fronte Europeo nella WW2 e' stato dettato dal piu' puro e genuino altruismo? Ti ricordo che in Italia ad un certo punto si sono "fermati" facendoci scannare in una guerra civile in Nord Italia quando, sempre secondo il mio modesto parere, avrebbero ripulito la penisola in poco tempo. Sto divagando questo e' un forum sulla guerra civile americana.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Genesi 9,25-27

Messaggio  Ospite il Lun 27 Ott 2008 - 22:58

"Sia maledetto Canaan!
Schiavo degli schiavi
sarà per i suoi fratelli!"
Disse poi:
"Benedetto il Signore, Dio di Sem,
Canaan sia suo schiavo!
Dio dilati Iafet
e questi dimori nelle tende di Sem,
Canaan sia suo schiavo!"

Uno Stato schiavista non era meno esecrabile di uno Stato che costringeva gli operai a 16 ore di lavoro al giorno, senza dare loro alcun diritto. La differenza che spaventa - alcuni - è solo questione di un nome.


Ultima modifica di Jubal Anderson Early il Mar 28 Ott 2008 - 18:06, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'intervento europeo

Messaggio  forrest il Mar 28 Ott 2008 - 1:50

Vorrei citare poche righe tratte da un interessantissimo libro di memorie scritto dal Generale Francesco Pricolo,Comandante della Regia Aeronautica dal 1939 al 1941,un libro che lessi quand'ero ragazzo e che consiglio a tutti:"Se fra tante amarezze vogliamo trovare almeno un motivo di consolazione,possiamo tranquillamente prendere atto che lo sbaglio più colossale e più irreparabile é stato commesso proprio dagli Stati Uniti.Questa grande Nazione ha sacrificato decine di migliaia di vite umane,ha profuso le sue illimitate risorse di ricchezza e di prodotti industriali,semplicemente per mettere Stalin al posto di Hitler,con le conseguenze che andiamo constatando giorno dopo giorno.(Il libro venne pubblicato nel 1971 n.d.r.)Questo non lo dico io,ma lo ha detto molti anni fa,all'inizio della cosiddetta Guerra Fredda,un Senatore americano,parlando al Congresso."

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'intervento europeo

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 28 Ott 2008 - 18:10

Calma, non credo sia il caso di cominciare a litigare. Direi che è il caso di smetterla di fare riferimenti a eventi posteriori alla guerra civile americana riferiti al ruolo degli stati confederati o degli stati uniti nella seconda guerra mondiale ecc. Qui si parla di un intervento europeo nel corso della secessione e limitiamoci a questo. Mauro@ ha espresso le sue opinioni chi non è d'accordo può rispondere argomentando le sue tesi. Io ho messo in discussione alcuni suoi punti e continuo ad essere convito di quello che ho detto, ma ne condivido anche altri. Mauro@ ha ragione riguardo alla possibilità dello scoppio di una guerra contro una nazione europea che si fosse schierata con gli stati confederati. La situazione delle nazioni europee in conflitto da sempre la conosciamo e quindi un possibile vantaggio avrebbe potuto portare a una guerra. Che gli Stati Confederati fossero una nazione schiavista è assolutamente vero, la legge garantiva la schiavitù e sicuramente se avessero vinto la guerra non sarebbe stata abolita da un giorno all'altro. Un lento processo si sarebbe magari avviato e forse come alcuni prevedevano già prima della guerra entro il 1900 tutti gli schiavi sarebbero stati liberati. Magari ad un certo punto sarebbe intervenuto lo stato ad abolire la schiavitù ma fino ad allora sarebbe rimasta una nazione schiavista e lo sarebbe rimasta per molto. Poi che molta gente non ci guadagnassi nulla dalla schiavitù o che non la considerasse una buona cosa è un altro discorso. Non tutti combatterono per i diritti degli stati, per l'indipendenza o per la propria patria. Infine per le nazioni europee intervenire nel conflitto era una scommessa, c'era molto da perdere e sicuramente gli USA come nazione in fase di sviluppo un po di paura la potevano fare.

Inoltre Mauro@ se ti sei sentito aggredito ti chiedo scusa, io penso di averti solamente risposto opponendo le mie idee alle tue e non ti ho imposto niente. Spero che tutti i membri agiscano in questo modo.

Da ora in poi per evitare ulteriori discussioni inutili e sopratutto fuori luogo (perchè le potete fare nelle sezioni adeguate e confrontarvi in maniera civile come per ora avete sempre fatto) i messaggi non inerenti al titolo di questa discussione verranno cancellati.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'intervento europeo

Messaggio  Yamato-Stuart il Sab 15 Nov 2008 - 19:08

Pensavo che forse un Sud schiavista non ottenesse molte simpatie in tutto il mondo mentre gli Stati Uniti divisi avrebbero fatto comodo a qualcuno.......

Yamato-Stuart
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 20.09.08
Località : MB

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'intervento europeo

Messaggio  Ospite il Gio 24 Set 2009 - 21:30

Vediamo...se fossero intervenute la Francia dal messico ed il Regno Unito dal Canada in favore della Confederazione, possiamo dire senza tema di smentita che l'Unione sarebbe stata sconfitta entro pochi mesi e dovremmo addirittura chiederci se sarebbe sopravvissuta o se sarebe stata inglobata nel Canada britannico mentre la Francia avrebe visti riconosciuti i propri diritti sul Messico ed avrebbe ottenuto l'appoggio militare ed economico della Confederazione volto alla creazione di entità statali non di stampo ma sicuramente europee nel Golfo del Messico.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'intervento europeo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:18


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum