Campagne dello Shenandoah del 1864

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Campagne dello Shenandoah del 1864

Messaggio  George H. Thomas il Gio 26 Feb 2009 - 11:55

Nella valle dello Shenandoah nel 1862 il generale "Stonewall" Jackson ottenne spettacolari successi contro le superiori forze nordiste lì dislocate, impedendo di mandare rinforzi al generale McClellan presso Richmond e guadagnandosi una meritatissima fama.
Questa valle fu oggetto di diverse campagne due anni più tardi. Infatti, quando il generale Grant divenne comandante in capo dell'Esercito unionista, una delle operazioni che progettò fu quella di invadere la vallata con le forze del Dipartimento del West Virginia (10,000 uomini) per distruggere il centro ferroviario di Lynchburg. Sfortunatamente, il generale Sigel si fece battere subito a New Market (15 maggio 1864) da poche truppe e da cadetti del Virginia Military Institute, e venne sostituito dal generale Hunter, che però si ritirò quando si trovò davanti il generale Early a Lynchburg (17-18 giugno 1864).
Lee mandò Early nella zona per ritentare la stessa strategia del 1862, e possibilmente per minacciare Washington, alleviando la pressione di Grant su Richmond e Petersburg. Early avanzò nella valle senza incontrare resistenza, attraversò il Potomac e avanzò verso Washington, mentre Grant mandava contro di lui il corpo d'armata del generale Wright e altre truppe del generale Crook. A Monocacy Junction (9 luglio 1864) Early sconfisse il generale Wallace, che però lo ritardò in tempo per rafforzare le difese della capitale. Dopo aver attaccato senza successo uno dei forti difensivi di Washington, Fort Stevens (11-12 luglio 1864) si ritirò in Virginia, non senza dare diverse severe lezioni a Wright.
Grant, sapendo che Washington non sarebbe stata sicura finchè Early sarebbe rimasto operativo e invitto, trovò un generale abbastanza aggressivo per sconfiggerlo, il generale Sheridan, posto al comando della nuova Armata del Shenandoah. Sheridan iniziò cautamente, perchè con le elezioni presidenziali vicine Lincoln non poteva permettersi una sconfitta, e affrontò Early in diverse battaglie dall'esito incerto, ma che si possono considerare nell'insieme come una vittoria nordista, come Guard Hill (16 agosto), Summit Point (21 agosto), Smithfield Crossing (25-29 agosto), Berryville (3-4 settembre), Opequon (19 settembre), Fisher's Hill (21-Con Early sulla difensiva, e la cattura di Atlanta che assicurava la rielezione di Lincoln, Sheridan ritornò sui suoi passi, applicando la tattica della terra bruciata per impedire ai confederati di rifornire le loro truppe in Virginia applicata senza alcuna pietà. Early lo seguì, ma la sua cavalleria venne sonoramente battuta a Tom's Brook (9 ottobre), e il suo attacco a sorpresa contro Sheridan, dopo aver sconfitto due terzi dei nordisti, si interruppe perchè le sue truppe affamate iniziarono a saccheggiare i campi unionisti, e Sheridan potè radunare le sue truppe e rompere la linea di Early, mettendo fine alla minaccia sudista in quella zona.
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cedar Creek

Messaggio  14th Louisiana il Lun 13 Apr 2009 - 12:46

Lo sforzo dei combattenti Confederati ottenne comunque un breve alleggerimento sulle truppe a difesa di Richmond le quali poterono ricevere per un po' anche i frutti delle colture della Shenandoah.

Purtroppo in breve tempo la valle fu devastata dagli eventi bellici e le esauste truppe di Early furono definitivamente disfatte il 19 Ottobre 1864 nell'importante battaglia di Cedar Creek (anche il 14th Louisiana ebbe gravissime perdite e fu consolidato con il 1st Louisiana)... l'armata di Early era praticamente distrutta e non potè far altro che lasciare la valle alle truppe nemiche dell'Unione.
avatar
14th Louisiana
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 102
Data d'iscrizione : 04.09.08
Età : 34
Località : Veneto

Vedi il profilo dell'utente http://www.rievocazioni-guerra-civile.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campagne dello Shenandoah del 1864

Messaggio  George H. Thomas il Lun 15 Giu 2009 - 16:11

Riflettendo, la mia opinione del generale Early è alquanto confusa. Certo, la sua conduzione della campagna fu davvero notevole, ma non credo che complessivamente si rivelò all'altezza del suo "maestro", ossia il leggendario "Stonewall" Jackson. Voi cosa ne pensate?
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

campagne dello shenandoah 1864

Messaggio  R.E.Lee il Lun 15 Giu 2009 - 17:03

caro thomas,
early non era certo un "jackson", nessuno per la verità sia a nord che a sud, poteva reggere il suo confronto come generale di corpo d'armata, per me. però al comando della piccolo esercito che gli venne affidato, fece il possibile, a cedar creek poi, battaglia che segnò praticamente la fine delle sue velleità offensive, aveva fatto quasi il miracolo....


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campagne dello Shenandoah del 1864

Messaggio  Giancarlo il Lun 15 Giu 2009 - 17:54

Secondo me Early fece tutto il meglio che gli era possibile per le risorse che aveva.
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campagne dello Shenandoah del 1864

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 17 Lug 2009 - 0:39

Piuttosto che Early, ad uscire in cattiva luce non dovrebbe essere Sheridan? Non pensate che si dimostrò troppo timido?


Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campagne dello Shenandoah del 1864

Messaggio  George H. Thomas il Ven 17 Lug 2009 - 16:12

R.E.Lee ha scritto:caro thomas,
early non era certo un "jackson", nessuno per la verità sia a nord che a sud, poteva reggere il suo confronto come generale di corpo d'armata, per me. però al comando della piccolo esercito che gli venne affidato, fece il possibile, a cedar creek poi, battaglia che segnò praticamente la fine delle sue velleità offensive, aveva fatto quasi il miracolo....


lee

Se permetti, anche se non potrei mai fare paragoni azzardati, io ritengo che l'Unione avesse un comandante di corpo d'armata che almeno si avvicinava al mitico "Stonewall", che non venne mai sconfitto e riuscì sempre a respingere il nemico o adirittura a sopraffarlo, vale a dire il generale Thomas (sono aperto a tutte le critiche di ripetitivo e trito, ma non posso farne a meno, quindi vi prego di perdonarmi).
Logan's Crossroads, Stone's River, Chickamauga, Chattanooga, Nashville... e inoltre, anche i loro soprannomi, guadagnati in maniera identica sul campo di battaglia, erano simili!

Per Beuregard, è possibile che Sheridan soprattutto all'inizio non abbia dato prova di aggressività, ma almeno allora era motivato dal fatto che con le elezioni vicine l'Unione non poteva permettersi neanche una sconfitta, per quanto limitata. Ma dopo la rielezione di Lincoln, sono d'accordo con te che se la cavò solo con una sufficienza stentata quanto a intraprendenza.
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campagne dello Shenandoah del 1864

Messaggio  Jubal Anderson Early il Dom 11 Dic 2011 - 16:12

Quello che umanamente era possibile fare, il mio illustre omonimo l'ha fatto, assieme ai suoi. Se c'è stata una piaga aperta, sulla quale il coltello unionista si è accanito e rigirato - perdonatemi la metafora truculenta - che ha condannato all'insuccesso le gesta dei confederati nello Shenandoah (e anche più a Nord...), è stata la cavalleria, davvero non più all'altezza delle performances degli anni precedenti. Scarso equipaggiamento, munizionamento scadente, cavalcature malandatissime, ranghi malamente integrati e via discorrendo. Tutte le rotte subite da Early nelle varie battaglie furono dovute al cedimento dei settori tenuti dalla sua cavalleria.
Che poi spesso Early perdesse infliggendo il doppio delle sue perdite al vincitore, è pure una questione interessante.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Campagne dello Shenandoah del 1864

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum