Margaret Mitchell - "Via col Vento"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Margaret Mitchell - "Via col Vento"

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 13 Apr 2009 - 18:26

Il libro "Via col vento" di Margaret Mitchell,famoso anche per la celebre trasposizione cinematografica,che sto leggendo e ho quasi finito,ha rappresentato per me una vera sorpresa.Pur essendo molto lungo,si legge con molta facilità,forse per il suo stile scarno e spoglio e per i ritmi molto serrati.Il libro risulta pù complesso e variegato rispetto al film omonimo.A differenza del film,il libro concentra la propria attenzione anche per tanti altri personaggi,oltre a Rossella O'Hara e Rhett Butler.Si tratta certo di una storia d'amore e di un resoconto romanzato della guerra civile,ma nel libro,a mio avviso, la vera protagonista del libro è proprio lei,la guerra civile americana.Lo spaccato della società Sudista prima,durante e dopo la guerra, è molto ben delineato.Si comprende il periodo storico-a prescindere dalle simpatie dell'autrice per il "vecchio Sud"-molto di più da questo libro,che da tanti saggi storici sull'argomento.La storia contenuta nel libro è talmente famosa che ritengo non sia necessario soffermarsi.
Mi ha colpito che due personaggi molto diversi tra loro come Ashley Wilkes e Rhett Butler,uomini ambedue Sudisti ma completamente differenti,il primo idealista e romantico,l'altro cinico e affarista,legati entrambi alla loro terra,abbiano alla fine una stessa visione della guerra.L'ideale romantico iniziale sparisce anche in un combattente valoroso come Ashley Wilkes,che riconosce l'assurdità e la pazzia della guerra,alla pari di un uomo molto diverso da lui,come Rhett Butler.Il racconto della guerra,vista sotto il lato umano,fatta di fame,sudiciume, dissenteria e pidocchi,come lo strazio dei feriti,rende il libro in questione molto "vero",in quanto descrive la triste realtà della guerra.
La descrizione poi della "fine del mondo" del Sud l'ho trovata impagabile.
Come scrive la recensione contenuta nel libro,esso rimane un classico della letteratura contemporanea,ma credo anche che un appassionato della guerra civile americana possa trovare in questo libro tanti spunti storici interessanti sugli avvenimenti di quel periodo.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

ROMANZO DI MARGARET MITCHELL "L'isola in fondo al mare"

Messaggio  HARDEE il Ven 12 Ago 2011 - 21:15

Generale Custer buonasera,

ho letto il romanzo “Via col Vento” , per la prima volta, circa 4o anni
or’ sono e devo dirLe che tutte le volte che rileggo un capitolo trovo sempre qualcosa d’interessante.
Ad esempio sul personaggio , così apparentemente semplice, di “ Rhett Butler”, che pur non approvando la Guerra si arruola è combatte nella Battaglia di Franklin . Se non ricordo male, le Gentildonne del Sud si informano sul suo passato militare, tramite rapporti epistolari, scoprendo che è stato pure decorato.

Ma è inutile parlare del romanzo, poi, nel romanzo, c’è una difesa ad oltranza di Old Joe (argomento alquanto spinoso per noi filosudisti).

Quello che volevo dirLe, è questo: tempo fa, vidi e comprai (su una bancarella di libri usati) un libricino dal titolo “L’isola in fondo al mare” di Margaret Mitchell.

Rimasi stupito, perché credevo che l’unico romanzo della M.M. fosse “ Via col Vento”, non so Lei è già a conoscenza di questo romanzo, in ogni caso invio le immagini sperando che la presentazione sia leggibile.

Suo lealmente nemico

W. J. Hardee


[img][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][/img][img][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][/img][img][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][/img]

HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1816
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 64
Località : Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

molto bene

Messaggio  Dixie il Ven 12 Ago 2011 - 22:09

Buonasera a voi tutti da un soldato grigio
più leggo in questo forum e più mi accorgo di essere ignorante; cercherò di procurarmi i libri riportati in questa discussione.
saluti e buona serata a tutti
Piero e famiglia

Dixie
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 12
Data d'iscrizione : 22.07.11
Età : 55
Località : Serra Riccò (GE)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Margaret Mitchell - "Via col Vento"

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 2 Set 2011 - 19:29

Caro Hardee, sono d'accordo con te; il libro "Via col Vento", vale proprio la pena di leggerlo e, nonostante sia molto lungo, non risulta pesante, poi ci sono tanti spunti nel libro medesimo che un appassionato di ACW non può fare a meno di rilevare.
Dell'altro libro della Mitchell che hai citato, non ero a conoscenza, ti ringrazio per detta segnalazione!

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Margaret Mitchell - "Via col Vento"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 15:16


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum