Perchè il Nord vinse la guerra

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George H. Thomas il Ven 8 Mag 2009 - 11:42

R.E.Lee ha scritto:diciamo che lincoln usò la mano pesante quando si verificarono segni di insofferenza alla guerra. ricordo anche l'arresto del senatore (?) vallandigham che era al capo di un importante movimente pacifista che stava raccogliendo nel medio ovest sempre più consensi. non esitò quando ce ne fù la necessità, ad usare metodi da (quasi) dittatore.

gen. lee

Caro Lee, nessuno si salva, perchè chiunque, anche i meglio intenzionati, si sentono autorizzati a usare metodi antidemocratici e repressivi quando la loro causa è vacillante. Non entro nel merito sul fatto se sia giustificabile o meno.
Riguardo a Clement Vallandigham, il suo mandato come senatore era cessato il 3 marzo 1863, e lui fu arrestato il 5 maggio 1863 sotto accusa di aver violato il General Order Number 38 del generale Burnside, che diceva il costume di dichiarare simpatia verso il nemico non verrà più tollerato nel Dipartimento (dell'Ohio). Un giudice federale sostenne il suo arresto come uso legittimo dei poteri straordinari in stato di guerra del Presidente. C'è da dire, inoltre (malgrado io non mi schieri a priori con Lincoln) che Vallandigham se l'era cercata, facendo un discorso, dopo che l'ordine di Burnside era stato emanato, in cui dichiarava che la guerra non era per rimettere insieme l'Unione ma per liberare i negri e schiavizzare i bianchi.
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Ven 8 Mag 2009 - 18:34

D'altronde tutti i liberticidi hanno sempre mascherato le loro battaglie come ricerca di libertà e Lincon e l'Unione, in questo caso non hanno fato eccezione.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Yamato-Stuart il Gio 4 Giu 2009 - 14:45

Innanzitutto non fù il Nord ha vincere ma fù il Sud ha perdere. Le motivazioni sono da ricercare nello stesso ambito che ha scatenato il conflitto e cioè la sfera politica.
Dare la colpa ai generali è semplicemente riduttivo (anche se studiarne le gesta è estremamente più appassionante); il blocco si poteva aggirare facilmente e molti "venditori di morte" commerciavano con entrambi i belligeranti.
Gli Stati del Sud non erano poi così "uniti" (ovviamente)come si possa pensare, i governanti dei singoli Stati pensavano ad una guerra "locale" piuttosto che globale come la intendeva il Nord. Molti sono i segnali a conferma di questo: organizzazione delle truppe, distribuzione dei vettovagliamenti, trasporti ecc....
La guerra dopotutto è il braccio armato della politica (von Clausewitz) quindi per estensione parte di essa. Soprattutto nell'800.
Documenti ufficiali dimostrano come A. H. Stephens, Vice Presidente confederato, tento nel '65 di negoziare la pace ma la classe dirigente nordista, sicura della capitolazione del Sud, fece fallire la conferenza.
avatar
Yamato-Stuart
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 20.09.08
Località : MB

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Gio 17 Set 2009 - 23:04

Molto semplicemente, il Sud perse per il naturale esaurimento della sua riserva bellica ed umana. Se nel 1864-65 avessero potuto combattere gli ettari di terreno e le balle di cotone allora il Sud avrebbe avuto ancora possibilità; dovendo ancora combattere gli uomini sparando proiettili ed essendo finiti gli uni e gli altri, la guerra fu persa per semplice "spegnimento" di uno dei partecipanti ad essa.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Ven 18 Set 2009 - 18:07, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 18 Set 2009 - 0:59

Lloyd J. Beall ha scritto:Molto semplicemente, il Sud perse per il naturale esaurimento della sua rserva bellica ed umana. Se nel 1864-65 avessero potuto combatere gli ettari di terreno e le balle di cotone allora il Sud avrebbe avuto ancora possibilità; dovendo ancora combattere gli uomin isparando proiettil ied essendo finiti gli uni e gli altri, la rra fu persa per semplice "spegnimento" di uno dei partecipanti ad essa.

Condivido pienamente. Alla fine della guerra la Confederazione stava diventando in grado di produrre armi, uniformi e molte delle cose necessarie alle armate. Mancavano però esse per difendere gli stabilimenti e per difendere la confederazione stessa, quindi quando il sud si mise in moto era troppo tardi, il nemico era penetrato a fondo e non vi erano gli uomini per respingerlo. Tante risorse umane, e non solo, erano andate perdute già da molto tempo e i tanto faticati progressi andarono in fumo. La Confederazione non perse perchè non fu all'altezza del nord, perse perchè gli mancarono gli uomini e il tempo (e ovviamente perchè vennero commessi tanti errori militari).

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  vittorio migliavacca il Sab 19 Set 2009 - 11:51

Il piano di Scott, che alla fine, fatte le dovute correzioni, si rivelò vincente, in realtà non era del tutto nuovo, almeno come intuizione; qualche cosa di simile si era già percepito nella stategia napoleonica, destinata comunque a fallire proprio per la sua intrinseca modernità.
Penso anche io che la Confederazione dovette capitolare per sfinimento, ma questo è quasi sempre la normalità in ogni scontro, dialettico o armato: chi ha più risorse alla fine vince. Tengo a sottolineare " risorse", lecite o illecite, militari o politiche.
E' pure vero che nel gioco entrano infinite variabili, che in ultima analisi sono poi sempre "risorse".
Mi sono sempre chiesto, in realtà, nel profondo del loro spirito e della loro intelligenza, quanti illustri personaggi del Sud pensavano fin dall'inizio di poter davvero vincere la guerra?
E non mi riferisco naturalmente alle migliaia di combattenti che nel conflitto hanno gettato speranze, illusioni e convinzioni, sacrificando tutto, credendo un po' ingenuamente di potercela fare.


Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Sab 19 Set 2009 - 20:22

Buona domanda. Partiamo dall'ovvio: è logico che per iniziare una guerra, i meridionali avevano intenzione di vincerla. Vien logico pensare che oltre all'intenzione avevano anche qualche strategia per farlo. Siamo abituati a vedere film come Via col Vento e Ritorno a Cold Mountain in cui, all'annuncio dell'inizio delle ostilità, vi era esultanza meridionale basata su di una fanciullesca certezza di essere superiori ai nordisti in una specie di spocchia sbruffonesca. Hollywood, come ben sappiamo, è una portatrice sana di miti e semplificazioni spesso offensive. Qui non fa eccezione. Seguendo sempre Hollyood sembra che solo le persone più intelligenti si rendessero conto che era una sorta di guerra persa in partenza mentre tutti gli altri erano presi da una specie di fervore ormonale ed irreale (mi vien in mente Clark Gable disilluso mentre tutti gioiscono allo scoppio della guerra). Non era così. Sarà scioccante, ma il Sud aveva più speranze di vincere del Nord. Le aveva perchè la condizione minima necessaria per vincere era quella di difendere il territorio mentre per il nord la condizione era quella di invadere integralmente una nazione ed un popolo con lo sforzo bellico che poi vi fu. Ritorno a fare l'esempio della piccola Slovenia che non aveva possibilità di respingere l'Armata Federale in campo aperto e quindi si diede alla fortificazione del territorio per canalizzare e respingere il nemico materialmente superiore. Qui vi è la sconfitta del Sud. Il Sud non doveva vincere una guerra, ma un assedio ma non lo fece per paura di esser stritolato dall'assedio. Ecco quindi un Sud offensivo che tenta la "Guerra Lampo" poichè vi era la consapevolezza della inferiorità bellica e si voleva scioccare il nemico costringendolo ad un riconoscimento subitaneo dello status quo venutosi a creare. Con il senno di poi fu un errore poichè la strategia offensiva ebbe come unico effetto quello di esaurire ancora prima le forze meridionali laddove la fortificazione e la frustrazione campale degli attacchi nordisti in una terribile trincea continentale come noi abbiamo visto dall'Atlantico al Mediterraneo durante la Grande Guerra, avrebbe probabilmente ottenuto qualcosa di diverso. La VIttoria? No, o meglio, "Ni". Avrebbe solo rallentato i nordisti e non li avrebbe di certo sconfitti, ma a quel punto sarebbero subentrati fattori di carattere politico e sociale, soprattutto a Nord, sull'inutilità di una guerra di posizione con il su olento ed inesorabile stillicidio quotidiano. Ma allora, ricapitolando, il Sud credeva di poter vincere? Forse. Credeva che il Nord potesse perdere? Di sicuro.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Sab 7 Apr 2012 - 21:39, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 19 Set 2009 - 21:49

Concordo pienamente con quanto scritto dal Comandante Beall nel post precedente.Alcuni storici come J. Keegan ritengono che con una strategia difensiva il Sud avrebbe avuto molte più possibilità di vincere la guerra.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  vittorio migliavacca il Sab 19 Set 2009 - 22:53

Attenzione, stiamo entrando nello spazio di" Che cosa sarebbe successo se..." e la risposta non c'è.
Resta il fatto che così come sono andate le cose la forza del Nord schiacciò la Confederazione.
La strategia estremamente difensiva non sempre paga, prima o poi bisogna aspettarsi il proprio " cavallo di Troia"
Alle domande finali del Comandante Beall io risponderei in un modo un tantino diverso.Il Sud credeva di poter vincere? No,non tutto il Sud ci credeva; ma tutto il Sud, compatto, sapeva di avere comunque il dovere di provarci. Con spirito ottocentesco, non immaginando neppure lontanamente a che cosa stava andando incontro.

Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Dom 20 Set 2009 - 13:31

Non era mia intenzione entrare nel "What if...", ma era solo una valutazione tattica. La strategia difensiva non sempre paga ma a fronte di quelle che furono le dissanguanti, dispendiose ed inutili (seppur gloriose, eroiche e quant'altro) soprattutto nella condizione di prostrazione bellica. E' proprio quest'ultima che le ispirò in quanto il Sud sapeva di avere poche cartucce e decise di spenderle in poche mani decisive. Non è del tutto differente dal ragionamento fatto dal Nord. Quando il Vecchio Abramo emanò l'ordine di formazione del Grande Esercito della Repubblica non si aspettava di certo che avrebbe dovuto dar fondo alle forze del suo paese per sottomettere quello che non poteva chiamare paese straniero ma che doveva continuare a chiamare "proprio paese" lo stesso. Siamo sinceri: nessuna delle due parti si aspettava che ci sarebbe stata una guerra per tanti anni, per cui nessuna delle due parti guardò la nella "dispensa". Quando lo si andò a fare, il Nord trovò più roba del Sud per cui mi sento di conraddire l'idea che vi fosse parte del sud che aveva già compreso che era una lotta impari e che comunque combattè per lo spirito cavalleresco di cui sopra od addirittura per cercare "la bella morte". rifacendo l'esempio della Slovenia, se l'Armata Federale Iugoslava avesse voluto davvero schiacciarla o se gli scontri fossero proseguiti per più di dieci giorni, oggi avremmo ancora la Iugoslavia sul confine goriziano e triestino e su questo non ci piove. La slovenia puntò su lfatto che altri fattori di tip osociale e politico avrebbero spinto Belgrado a desistere in breve tempo e così infatti fu. Il Sud pensava lo stesso poichè pensava che in poche settimane o mesi sarebbero intervenuti altri fattori come i riconoscimenti internazionali, la nolontà dell'opinione pubblica nordista di fare una guerra, il prevalere delle trattative e via dicendo. Contavano, in pratica, di otenere l'indipendenza prima di chiedersi quanto sarebbero durate le scorte di cibo e belliche. Viene addirittura difficile credere che si sia pensato a fare una cernita sia delle prime che delle seconde visto che non era minimamente preventivato di arrivare non al 65 ma addirittura al 64 od al 63 od al 62 in guerra. Non è un concetto tanto strano visto che, ad esempio, anche l'Italia è nelle stesse condizioni tutt'ora. Come poco si dice, se l'Italia partecipasse ad una guerra in totale mancanza di rifornimenti petroliferi esterni, abbiamo una riserva strategica di 28-30 giorni per vincere la guerra, ricevere rifornimenti, intavolare trattative od accettare una resa. La riserva strategica della Confederazione durò, ad occhio e croce, tra i due anni e mezzo ed i tre anni prima di iniziare a scavare nei fondi della "dispensa" sopraccitata senza che i rifonrimenti esterni riuscissero a sopperire la cosa. Mi spiace dirlo e sò che non è un qualcosa di molto bello da dire, ma in una guerra, il valore militare vale solo relativamente e non è determinante. Un esercito pieno di soldati valenti, organizzatissimo e disciplinato può essere schiacciato da un esercito molto più grande anche se meno disciplinato ed i quali armamenti sono meno raffinati. Contano i rifornimenti, gli uomini ed i mezzi. Un paese con milioni di soldati può permettersi anche dieci Gettysburg visto che può sostituire soldati e mezzi e può rialzare il morale con la propaganda; un paese che ivnece ha pochi soldati e pochi mezzi si rende conto che ad ogni battaglia ogni soldato morto non può essere sostituito, che ogni pezzo di artiglieria perduto è perduto davvero e via dicendo. Viene da pensare alla Wehrmacht durante il secondo conflitto mondiale. Poteva essere perfetta ed organizzatissima come in realtà fu; poteva essere motivatissima come in realtà fu; poteva compiere miracoli tattici e militari come in realtà fece....ma alla fine fu letteralmente schiacciata dalla massa umana sovietica e dai suoi mezzi che potevano anche essere non raffinatissimi ma erano tanti e vomitavano piombo come se si fosse all'inferno su di un esercito e su città che, volente o nolente, dopo tanti anni di guerra avevano "finito la benzina".
Gli Stati Confederati d'America credevano di poter vincere e lo credevano poichè credevano che si sarebbe trattato di una guerra del tutto diversa da quello che fu poi. Non erano materialmente, psicologicamente e tatticamente pronti per una guerra di un lustro e proprio per questo non immaginavano di dover provvedere ad un lustro di vettovagliamenti razionati, ad un lustro di fucili, ad un lustro di proiettili, ad un lustro di uniformi e quant'altro. I sudisti credevano che avrebbero vinto poichè non si sarebbe mai trattato di una guerra vera e propria quanto invece di un grande e breve scontro militare cui avrebbe seguito un confronto politico diplomatico e discussorio, vera arte del Sud.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

perchè il nord vinse la guerra

Messaggio  R.E.Lee il Dom 20 Set 2009 - 18:40

George Armstrong Custer ha scritto:Concordo pienamente con quanto scritto dal Comandante Beall nel post precedente.Alcuni storici come J. Keegan ritengono che con una strategia difensiva il Sud avrebbe avuto molte più possibilità di vincere la guerra.

non sono d'accordo con il keegan. la strategia dello "scansa ceffone" ad oltranza non avrebbe pagato. sono del parere che avrebbe solo demoralizzato le armate ed il paese. qualora le situazioni lo consentissero si doveva prendere l'iniziatiava, portare la guerra sul suolo nemico e fare i maggiori danni possibili. le invasioni del maryland, del kentucky e della pennsylvania furono secondo me, giuste ed attuate nei momenti giusti. il problema fù che nell'ambito di queste azioni, furono commessi degli errori fatali che ne compramisero più o meno parzialmente gli esiti finali. dirò di più: io sono del parere del generale jackson: anche subito dopo first manassass si doveva prendere l'iniziativa nonostante le truppe fossero stanche e raccogliticce ed inseguire il nemico in rotta, ci sarebbe stato solo il "rischio" di vincere ed alle brutte, niente da perdere.


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3957
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Mer 23 Set 2009 - 20:59

Tecnicamente non si trattava di scansare ceffoni, ma rendersi conto che l'attacco è una emorragia in ogni caso e che il Nord aveva più sangue. Il Sud aveva le risors eper una grande guerra di posizione difensiva ma non aveva nè i mezzi nè le linee di comunicazione adatte per una guerra alla pari od offensiva. Venne letteralmente risucchiato da tutto ciò. Puntò sul valore delle proprie armate in una guerra dove il valore dei singoli, delle formazioni militari e delle armate è servito giusto per riempire gli aneddoti di guerra e le recriminazioni dei reduci alimentando per i sudisti il mito della "causa persa" e per il nordisti quello della "giusta guerra"; per quanto riguarda il piano bellico, triste a dirsi, vinsero la guerra i treni e le carovane unioniste stracariche di rifornimenti e di reclute fresche più di quanto lo fecero sul campo di battaglia i soldati dell'Unione. Il Sud non aveva altrettanto poichè quando aveva le risors enon aveva treni e carovane abbastanza sviluppate e quando le avrebbe potute avere non aveva più le risorse cion le quali riempirle. Potremmo quasi arrivare a dire che il Nord condusse una guerra mentre il Sud "affrontò" una guerra, nel senso che, specie dal 1863 in poi, per gli alti comandi meridionali la reperibilità di vettovaglie e materiali bellici, specie se doveva esser condotta in parallelo, era tanto problematica quanto dover affrontare una battaglia essendo che si doveva rinunciare ad interi ambiti di manovra strategica per cose come l'assenza di cibo, di mezzi di trasporto od addirittura di fucili o proiettili. in queste condizioni non ci si prepara a guerre, ma ad assedi nella speranza di logorare il nemico al punto di costringerlo ad alzare le braccia dietro la spinta dell'esasperazione e della popolazione civile alle sue spalle stanca dello stillicidio quotidiano di una eterna trincea senza vincitori nè vinti. Quanti uomini e mezzi perse la Confederazione tentando le sue avanzate? Quanti di essi sarebbero potuti servire alla difesa della Virginia, della Lousiana, della Georgia? La difesa ad oltranza non è una tattica definitiva, ma di certo nelle condizioni nelle quali la Confederazione versava sin dalla sua nascita, non mi sarei mai sentito di consigliare altrimenti.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Sab 31 Ott 2009 - 15:25, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 31 Ott 2009 - 12:38

Come una delle tante concause del perchè il Nord abbia alla fine vinto la guerra ci metterei anche la devozione alla causa dell'Unione che ha spinto tantissimi soldati a morire per essa e che gli era stata insegnata dal Presidente Lincoln.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Sab 31 Ott 2009 - 15:30

George Armstrong Custer ha scritto:Come una delle tante concause del perchè il Nord abbia alla fine vinto la guerra ci metterei anche la devozione alla causa dell'Unione che ha spinto tantissimi soldati a morire per essa e che gli era stata insegnata dal Presidente Lincoln.

Troppo soggettiva come cosa; A questo punto si potrebbe tirare anche in ballo la dedizione dei confederati alla causa della Libertà; come la Prima Guerra Mondiale dimostrò in Italia, vinse più battaglie la paura che i nostri soldati avevano dei regi carabinieri con le armi spianate in seconda linea per intercettare i disertori che tutta la retorica antiasburgica.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 31 Ott 2009 - 15:52

Caro Beall,me l'aspettavo la vostra reazione.L'ho inserita come concausa-chiaramente molto soggettiva- in considerazione del fatto che all'inizio della guerra civile i Confederati erano più motivati del Nord per difendere la causa della loro libertà,come voi dite.Successivamente,ritengo che le condizioni si siano leggermente mutate in quanto anche i soldati Nordisti si sono sentiti molto motivati,per merito di Lincoln,nella preservazione della integrità degli Stati Uniti.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Sab 31 Ott 2009 - 15:59

Sul finire della guerra, molti di coloro che servirono nelle forze dell'Unione erano spesso immigrati appena sbarcati nelle americhe e partiti per avere un tozzo di pane, una giacca per l'inverno e forse la cittadinanza. questo dovette esser molto più convincente della preservazione dell'Unione.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 31 Ott 2009 - 16:05

Caro Beall, anche la vostra opinione mi sembra molto soggettiva.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Sab 31 Ott 2009 - 16:26

...spero non meno dell'ipotesi che mentre i soldati nordisti andavano all'assalto lo facessero pensando a come fosse bello morire per l'unità della patria, Colonnello...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 31 Ott 2009 - 16:29

Comandante,se la motivazione di cui parliamo,va bene per i Confederati,può andar bene anche per i Nordisti.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Ospite il Sab 31 Ott 2009 - 16:38

quale er ala motivazione dei confederati, colonnello? Ditemi. Io ho usato la parolaccia Libertà proprio perchè eravamo in retorica, ma parlando di cose serie, non lo fecero per cose materiali come case, averi ed affetti? Solo nei romanzacci di appendice e propagandistici le persone vanno in guerra per gli ideali come "la Sacra Unione" o la "Libertà della Confederazione". In due eserciti tanto vasti un qualche centinaia di idioti idealisti li avranno anche trovati, ma gran parte dei nordisti andò al fronte perchè allettata dai tre pasti al giorno, il vestiario o la cittadinanza e gran parte dei sudisti per paura di perdere la casa od il pezzettino di terra...i grandi discorsi idealistici potevano permetterseli quelli seduti alle scrivanie di Washington e di Richmond...


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Dom 1 Nov 2009 - 15:24, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 1 Nov 2009 - 0:22

Io invece penso che parecchi nordisti si arruolarono per andare a sedare la rivolta, non penso che all'epoca tre pasti e un'uniforme fossero un incentivo così grande per mettere a rischio la propria vita. Altrimenti come spiegheremmo la risposta nel 1861 alla chiamata di volontari? Interi reggimenti vennero formati da uomini che a casa avevano tutto ciò di cui necessitavano, non dovevano neanche sporcarsi le mani per guadagnarsi da vivere. Cosa ci guadagnavano andando a vivere sotto le armi, dovendo fare delle cose che a casa lora prima di farle sarebbero morti? Secondo me l'idea di andare a combattere per la nazione c'era tutta. Poi nella massa c'era di tutto.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Dom 1 Nov 2009 - 0:29

Non dimentichiamo che, almeno fra i volontari del 1861 di entrambe le parti, vi erano moltissimi ed incoscienti giovani desiderosi di andare alla guerra come fosse un'avventura senza pensare a nessun ideale, e molti altri che li seguivano per non essere considerati codardi.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3258
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George Armstrong Custer il Dom 1 Nov 2009 - 15:56

Volevo aggiungere che anche in un libro come "Via col Vento" che,per quanto bello, rappresenta un tipico prodotto della corrente della Lost Cause, e pertanto non può essere accusato di partigianerie filo-nordiste,si riconosce,durante la campagna di Atlanta,che anche i soldati del Nord combattevano con notevole accanimento.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2469
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  George H. Thomas il Dom 1 Nov 2009 - 18:02

George Armstrong Custer ha scritto:Volevo aggiungere che anche in un libro come "Via col Vento" che,per quanto bello, rappresenta un tipico prodotto della corrente della Lost Cause, e pertanto non può essere accusato di partigianerie filo-nordiste,si riconosce,durante la campagna di Atlanta,che anche i soldati del Nord combattevano con notevole accanimento.

Caro Custer, a questo proposito vorrei far notare come si tenda, erroneamente secondo me, a attribuire alla parte "perdente", assieme alla propria simpatia (il che mi pare comprensibile, ci mancherebbe altro), anche delle caratteristiche che invece anche l'avversario possiede. In questo caso, ai soldati confederati si attribuiscono valore e coraggio che certo essi possedevano eccome, ma che invece i nemici, che "slealmente" sono in superiorita´numerica e logistica, non possiederebbero affatto. Questo mi sembra quanto meno ingiusto, visto che sono molti i casi in cui i soldati nordisti ebbero bisogno di tutto il loro coraggio e di tutto il loro slancio per resistere all'irresistibile pressione dei confederati (come a Little Round Top o a Chickamauga) o anche per andare all'attacco delle loro trincee (come a Cold Harbor). Quindi, io mi limito a dire che ritengo che unionisti e confederati in linea di massimo dettero entrambi prova di estremo valore e coraggio e quindi entrambi meritano le lodi che noi possiamo attribuire.
Certo, riconosco anche che combattere quando si e`senza scarpe, affamati da giorni e con un nemico che e`tre volte piu`numeroso, situazione che i confederati dovettero affrontare verso la fine del conflitto, ha qualcosa del magnifico, ma vorrei anche far notare che ci furono situazioni in cui furono gli unionisti a dover combattere in queste condizioni, malgrado la loro superiore industria e organizzazione logistica.
Tutto questo non e`per polemizzare, anzi. E' per invitare tutti a non limitarsi alle generalizzazioni e invece a riconoscere che dalle due parti la maggior parte dei combattenti sapeva combattere con accanimento e valore incredibili.

Thomas
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 1 Nov 2009 - 18:13

Assolutamente d'accordo con te Thomas.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2803
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Perchè il Nord vinse la guerra

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum