Antietam 1862

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Giancarlo il Lun 27 Lug 2009 - 18:01

Assolutamente d'accordo, l'artiglieria nordista contribuì validamente alla conquista di quella posizione. Ma ribadisco la totale insipienza tattica di George Brenton Mc Clellan. Sarebbe stato molto meglio per l'unione se fosse rimasto a Washington ad occuparsi della logistica delle varie armate del nord. Il problema che alla mano non c'era di meglio Grant e Sherman ancora stelle nascenti, Thomas forse un illustre sconosciuto. Lincoln si doveva confrontare con gente del calibro di Butler, McDowel, Burnside, Hooker, Pope,..... No
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

antietam 1862

Messaggio  R.E.Lee il Lun 27 Lug 2009 - 18:18

beh...credo anche io che senza l'apporto dell'artiglieria in quella posizione, il viottolo insanguinato non sarebbe stato preso. allargando il concetto, si è più volte detto che i guadi alle spalle di lee non avrebbero consentito l'eventuale evacuazione e ritirata dall'ANV. l'esercito di lee rischiava di venire imbottigliato. visto e considerato che invece tale manovra avvenne con successo, bisognerebbe approfondire la questione per cercare di capire se ciò avvenne per un difetto del piano nordista, o per estrema abilità di lee .


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Simone Silvestri il Lun 27 Lug 2009 - 18:40

R.E.Lee ha scritto:beh...credo anche io che senza l'apporto dell'artiglieria in quella posizione, il viottolo insanguinato non sarebbe stato preso. allargando il concetto, si è più volte detto che i guadi alle spalle di lee non avrebbero consentito l'eventuale evacuazione e ritirata dall'ANV. l'esercito di lee rischiava di venire imbottigliato. visto e considerato che invece tale manovra avvenne con successo, bisognerebbe approfondire la questione per cercare di capire se ciò avvenne per un difetto del piano nordista, o per estrema abilità di lee .


lee

Credo di poterti risponde.
Lee impiegò dal 18 sera al 20 mattina per ritirare tutta l'ANV sulla riva virginiana del Potomac, attraverso i due guadi conosciuti.
Un tempo più che sufficiente per riorganizzarsi e stanare un'avversario impegnato in una manovra così delicata.
Si tenga presente che Lee diede ordine alla sua riserva di artiglieria di ripiegare il 20 mattina sotto la protezione della divisione A.P.Hill.
Questa manovra a mio avviso aveva il fine di coprire la ritirata del grosso dell'ANV tra la sera del 18 e l'alba del 20.
Possibile che in questo lasso di tempo i federali non se ne siano accorti? non credo, sta di fatto che il 18, il 19 e soprattutto il 20 si lasciarono sfuggire un boccone appetibile.
avatar
Simone Silvestri
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 04.05.09
Età : 35
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  George H. Thomas il Lun 27 Lug 2009 - 21:42

Il problema era, secondo me, che McClellan era la persona meno adatta per manovre rapide e iniziative di questo genere. Si può dire che a Antietam è riuscito a attaccare Lee solo perchè Lee è rimasto lì a radunare la sua armata dispersa e perchè aveva deciso di accettare battaglia. E anche così, attaccò in maniera orrenda, con forze insufficienti, e con pessima coordinazione. Se Lincoln conservava ancora un pò di fiducia in lui, questo exploit lo deve aver fatto crollare definitivamente.
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  forrest il Mar 28 Lug 2009 - 0:12

Analizzando con pazienza le varie fasi della battaglia,si possono certo individuare degli errori da parte nordista,ma quasi tutti commessi dai Comandanti di Corpo e di Divisione.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Simone Silvestri il Mar 28 Lug 2009 - 0:28

forrest ha scritto:Analizzando con pazienza le varie fasi della battaglia,si possono certo individuare degli errori da parte nordista,ma quasi tutti commessi dai Comandanti di Corpo e di Divisione.

Caro Forrest quali furono secondo te alcuni errori commessi dai subordinati di MacClellan?

Credo che i comandanti del I, XII e II corpo fecero del loro meglio, tenendo presente che il comandante dell'armata aveva deciso di condurre lo scontro dall'altra parte dell'Antietam.
McClellan concesse una certa libertà d'azione ai suoi sottoposti, ma i tempi in cui i singoli corpi dovevano entrare in azione non furono una sua prerogativa?
avatar
Simone Silvestri
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 04.05.09
Età : 35
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  forrest il Mar 28 Lug 2009 - 1:12

Durante la battaglia McClellan attraversò 2 volte l'Antietam per rendersi conto della situazione.L'elenco degli errori commessi dai suoi subordinati é assai lungo:commisero gravi errori Hooker,Rodman e Cox(degli errori di questi 2 generali sarebbe stato ingiustamente accusato Burnside),Sumner e French.Ne riparlerò a breve,a beneficio di chi ,come me,passerà l'Agosto in città.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Simone Silvestri il Mar 28 Lug 2009 - 9:25

forrest ha scritto:Durante la battaglia McClellan attraversò 2 volte l'Antietam per rendersi conto della situazione.L'elenco degli errori commessi dai suoi subordinati é assai lungo:commisero gravi errori Hooker,Rodman e Cox(degli errori di questi 2 generali sarebbe stato ingiustamente accusato Burnside),Sumner e French.Ne riparlerò a breve,a beneficio di chi ,come me,passerà l'Agosto in città.

Attenderò con anzia! Smile
A presto
avatar
Simone Silvestri
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 04.05.09
Età : 35
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

antietam 1862

Messaggio  R.E.Lee il Mar 28 Lug 2009 - 10:05

cari ufficiali,
in attesa del resoconto di forrest, visto che anche io passerò la maggior parte di agosto a casa, avrei una questione relativa a tutta la campagna da proporvi: secondo lo storico r.mitchell, l'invasione del maryland fù più che altro un incursione in larga scala. l'obbiettivi che si proponeva lee erano notori: alleviare la pressione sul fronte della devastata virginia, cercare di stimolare i marylandesi ad abbracciare, non solo a parole, la causa del sud e, con la presa di harper's ferry, catturare un notevole quantitavo di armi, munizioni ecc...se poi si fosse presentata l'occasione favorevole, ma solo se si fosse presentata, dar battaglia a mcclellan meglio ancora ad una parte del suo esercito in condizioni localmente vantaggiose. l'inferiorità numerica di cui soffriva l'ANV rispetto all'esercito del nord non gli consentiva di essere aggressivo più di tanto. le cifre sono un pò difficili da calcolare, io direi che lee aveva intorno ai 58.000 uomini, mentre mccclellan aveva circa 95.000 soldati da scagliare contro lee. per questi numeri ho preso per buono le cifre che ci fornisce il prof. luraghi, in quanto per il mitchell la disparità numerica era ancora più marcata: 40.000 uomini ca per lee e 90.000 ca per mcclellan.
prima della battaglia di antietam, secondo me, fù possible stilare un bilancio dell'incursione con "attività e passivita", perchè lee decise di correre il rischio di accettar battaglia in condizioni così difficili invece di ripassare il potomac? le argomentazioni finora fornite fino ad ora mi sembrano un pò deboli per giustificare la faccenda. ad antietam era abbastanza chiaro che, pur essendo un buon posto per condurre una battaglia prettamente difensiva, non sarebbe stato possibile fare di più visto la notevole inferiorità numerica. tanto valeva ripassare il potomac evitando una battaglia che si preannunciava rischiosa e sanguinosa. cosa nè pensate ?


lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Simone Silvestri il Mar 28 Lug 2009 - 13:09

R.E.Lee ha scritto:cari ufficiali,
in attesa del resoconto di forrest, visto che anche io passerò la maggior parte di agosto a casa, avrei una questione relativa a tutta la campagna da proporvi: secondo lo storico r.mitchell, l'invasione del maryland fù più che altro un incursione in larga scala. l'obbiettivi che si proponeva lee erano notori: alleviare la pressione sul fronte della devastata virginia, cercare di stimolare i marylandesi ad abbracciare, non solo a parole, la causa del sud e, con la presa di harper's ferry, catturare un notevole quantitavo di armi, munizioni ecc...se poi si fosse presentata l'occasione favorevole, ma solo se si fosse presentata, dar battaglia a mcclellan meglio ancora ad una parte del suo esercito in condizioni localmente vantaggiose. l'inferiorità numerica di cui soffriva l'ANV rispetto all'esercito del nord non gli consentiva di essere aggressivo più di tanto. le cifre sono un pò difficili da calcolare, io direi che lee aveva intorno ai 58.000 uomini, mentre mccclellan aveva circa 95.000 soldati da scagliare contro lee. per questi numeri ho preso per buono le cifre che ci fornisce il prof. luraghi, in quanto per il mitchell la disparità numerica era ancora più marcata: 40.000 uomini ca per lee e 90.000 ca per mcclellan.
prima della battaglia di antietam, secondo me, fù possible stilare un bilancio dell'incursione con "attività e passivita", perchè lee decise di correre il rischio di accettar battaglia in condizioni così difficili invece di ripassare il potomac? le argomentazioni finora fornite fino ad ora mi sembrano un pò deboli per giustificare la faccenda. ad antietam era abbastanza chiaro che, pur essendo un buon posto per condurre una battaglia prettamente difensiva, non sarebbe stato possibile fare di più visto la notevole inferiorità numerica. tanto valeva ripassare il potomac evitando una battaglia che si preannunciava rischiosa e sanguinosa. cosa nè pensate ?


lee

Caro Lee,
è difficile rispondere a questa domanda scratch .
Personalmente credo che il generale Lee credesse in una parziale vittoria, grazie alle qualità delle sue truppe e alla posizioni da lui occupate.
La mattina del 18 egli perlustrò il nord del campo nel tentativo di valutare una possibile manovra di avvolgimento del fianco destro nemico; vi rinunziò non tanto per le perdite subite, ma per la pessima qualità del terreno.
A meno che Lee non avesse perso il senno della ragione, credo che la mattina del 18 valutava ancora la possibilità di riprendere l'offensiva, indice che l'ANV nonostante le ferite era ancora in grado di mordere.
avatar
Simone Silvestri
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 04.05.09
Età : 35
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  forrest il Mar 28 Lug 2009 - 13:57

Secondo Joseph Harsh,quando Lee iniziò la campagna,aveva con sè 75000 uomini.A Sharpsburg ne combatterono meno della metà,per i continui sbandamenti(in particolare durante la marcia forzata delle Divisioni di Longstreet da Hagerstown a South Mountain,alla vigilia delle battaglie di Fox's e Turner's Gap) e le gravi perdite subite nelle battaglie di South Mountain.Chiaramente questa cifra cambia del tutto il quadro della situazione,e porta a rivedere radicalmente i giudizi su Lee e McClellan.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 28 Lug 2009 - 18:27

forrest ha scritto:Secondo Joseph Harsh,quando Lee iniziò la campagna,aveva con sè 75000 uomini.A Sharpsburg ne combatterono meno della metà,per i continui sbandamenti(in particolare durante la marcia forzata delle Divisioni di Longstreet da Hagerstown a South Mountain,alla vigilia delle battaglie di Fox's e Turner's Gap) e le gravi perdite subite nelle battaglie di South Mountain.Chiaramente questa cifra cambia del tutto il quadro della situazione,e porta a rivedere radicalmente i giudizi su Lee e McClellan.

Io leggendo alcuni ordini di battaglia di Antietam ho visto che molti reggimenti sudisti erano ridotti all'osso, davvero pochi uomini nei ranghi. Ho notato che l'organico dei reggimenti oscillava tra i 150 e i 250 uomini e sono pochi quelli con 300 o più uomini. Anche alcuni corpi federali erano ridotti male. Che ne pensi di questi dati?

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2807
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Simone Silvestri il Mar 28 Lug 2009 - 18:34

P.G.T. Beauregard ha scritto:
forrest ha scritto:Secondo Joseph Harsh,quando Lee iniziò la campagna,aveva con sè 75000 uomini.A Sharpsburg ne combatterono meno della metà,per i continui sbandamenti(in particolare durante la marcia forzata delle Divisioni di Longstreet da Hagerstown a South Mountain,alla vigilia delle battaglie di Fox's e Turner's Gap) e le gravi perdite subite nelle battaglie di South Mountain.Chiaramente questa cifra cambia del tutto il quadro della situazione,e porta a rivedere radicalmente i giudizi su Lee e McClellan.

Io leggendo alcuni ordini di battaglia di Antietam ho visto che molti reggimenti sudisti erano ridotti all'osso, davvero pochi uomini nei ranghi. Ho notato che l'organico dei reggimenti oscillava tra i 150 e i 250 uomini e sono pochi quelli con 300 o più uomini. Anche alcuni corpi federali erano ridotti male. Che ne pensi di questi dati?

Ciao,
Beauregard

Ciao Beauregard,
dove sei riuscito atrovare gli effettivi dei singoli reggimenti?
avatar
Simone Silvestri
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 04.05.09
Età : 35
Località : Napoli

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 28 Lug 2009 - 18:50

Simone Silvestri ha scritto:Ciao Beauregard,
dove sei riuscito atrovare gli effettivi dei singoli reggimenti?

Qualche anno fa un amico mi aveva mandato dei fogli con degli ordini di battaglia ma rimasi colpito da quello di Antietam perchè l'organico dell'esercito confederato era sotto la media rispetto a quello delle altre battaglie (che si dovrebbe aggirare tra i 250 e 400 uomini per reggimento). Comunque consultando gli Official Records qualche numero si riesce a trovare.

Secondo me ad Antietam combatterono circa 38.000 confederati, questa dovrebbe essere la cifra che più si avvicina alla realtà.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2807
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

antietam 1862

Messaggio  R.E.Lee il Mer 29 Lug 2009 - 10:01

forrest ha scritto:Secondo Joseph Harsh,quando Lee iniziò la campagna,aveva con sè 75000 uomini.A Sharpsburg ne combatterono meno della metà,per i continui sbandamenti(in particolare durante la marcia forzata delle Divisioni di Longstreet da Hagerstown a South Mountain,alla vigilia delle battaglie di Fox's e Turner's Gap) e le gravi perdite subite nelle battaglie di South Mountain.Chiaramente questa cifra cambia del tutto il quadro della situazione,e porta a rivedere radicalmente i giudizi su Lee e McClellan.

cari ufficiali, VI PORGO LE MIE SCUSE. Embarassed Embarassed nel mio post di ieri, in cui ho fornito le cifre relative alle forze a disposizione dei due condottieri sul CAMPO di antietam, ho "dato i numeri"!!!! Sad la memoria mi ha ingannato! No sono andato a ricontrollare i dati nei vari testi ed adesso passerò a scrivere le quantità riportate da essi, che giocoforza, cambiano anche le conclusioni a cui sono giunto ieri, complicandole un pò!!!: (sob!) Sad
ho provveduto a cancellare il post incriminato per non creare confusione:

sono andato (di nuovo) a dare un occhiata ai numeri che danno il prof. luraghi e r.mitchell e li ho paragonati con quelli forniti da j.harsh. per quando riguarda i nordisti, il luraghi dà più di 90.000 uomini a disposizione di mcclellan, il mitchell gli ne attribuisce 75.000, quindi per quanto riguarda l'unione vi è una forbice sulle stime, abbastanza ampia, di harsh non conosco le stime. complesso è anche il calcolo per arrivare al numero dei soldati del sud: il mitchell dà in 40.000 effettivi coloro che combatterono ad antietam, secondo j.harsh, da quanto intuisco, più o meno dovrebbero aver combattuto 35.000 uomini ca., qui le cifre non si discostano in maniera clamorosa. il luraghi dà 68.000 uomini a disposizione di lee all'INIZIO della campagna in virginia; 10.000 soldati in cattive condizioni, furono rispediti indietro al passaggio del potomac, quindi secondo il prof., lee invase il maryland con 58.000 ca.e, sempre secondo il professore, ad antietam lee schierò qualcosa meno di 50.000 combattenti. qui le cifre fra i due studiosi americani ed il luraghi , sono molto discordanti. se andiamo a riprendere le cifre di harsh e le confrontiamo con quelle del luraghi all'inizio della campagna di lee invece, non è che si discostino di molto : 75.000 contro 68.000. quindi, contrariamente a quanto ho affermato ieri, la differenza fra il minimo fornito da harsh 35000 uomini ca.e il massimo fornitoci dal luraghi: un pò meno di 50.000 soldati è molto ampia. apro una parentesi: wiki invece dà 87.000 uomini per mcclellan e 45.000 per lee.
riassumendo : per il sud si và da una minimo stimato di 35.000 uomini ca ad un massimo di 50.000 uomini ca.
per il nord si và da un minimo stimato di 75.000 uomini ca ad un massimo di 90.ooo uomini ca.

alla luce di questi dati, fare una stima è molto difficile. facendo una media, sarebbe di wiki la cifra più veritiera, 87.000 unionisti contro 45.000 confederati,
ma non è detto che un semplice calcolo matematico sia la soluzione più realistica. volevo fare in conclusione una considerazione: per il prof. luraghi, lee invase il maryland con 58.000 effettivi. ora, dopo le varie marce e battaglie che si svolsero prima di antietam, ipotizzare che lee perse poco più 8.000 uomini soltanto, mi sembra una stima un pò ottimistica. sarei propenso, personalmente, a dare più credito alle stime del mitchell e di j. harsh, per quanto rigurda l'ANV.

mi SCUSO di nuovo per gli errori di ieri.

lee


Ultima modifica di R.E.Lee il Mer 29 Lug 2009 - 15:05, modificato 1 volta
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  forrest il Mer 29 Lug 2009 - 14:30

Risposta alla domanda di Beauregard relativa alla forza numerica dei reggimenti confederati:all'inizio della Campagna in media ogni reggimento contava 360 uomini;i reggimenti del Corpo di Jackson in media annoveravano 285 uomini,quelli di Longstreet 364,quelli della Divisione indipendente del generale Anderson 377.La colonna di rinforzo proveniente da Richmond,comprendente le Divisioni di D.H.Hill,McLaws e Walker,non avendo partecipato alla Campagna di Manassas,aveva reggimenti molto + numerosi,con una media di 454 uomini.Il reggimento meno numeroso era l'8° Georgia(Divisione D.R.Jones),che contava solo 85 uomini;il + numeroso era il 3° North Carolina(Divisione D.H.Hill),con 983 uomini.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Giancarlo il Mer 29 Lug 2009 - 16:31

P.G.T. Beauregard ha scritto:
Simone Silvestri ha scritto:Ciao Beauregard,
dove sei riuscito atrovare gli effettivi dei singoli reggimenti?

Qualche anno fa un amico mi aveva mandato dei fogli con degli ordini di battaglia ma rimasi colpito da quello di Antietam perchè l'organico dell'esercito confederato era sotto la media rispetto a quello delle altre battaglie (che si dovrebbe aggirare tra i 250 e 400 uomini per reggimento). Comunque consultando gli Official Records qualche numero si riesce a trovare.

Secondo me ad Antietam combatterono circa 38.000 confederati, questa dovrebbe essere la cifra che più si avvicina alla realtà.

Ciao,
Beauregard

Non so se può far testo ma in alcuni giochi di strategia sulla battaglia di Antietam (Sid Mayer-Antietam e Battlegroud Antietam dell'Empire) effettivamente le forze dei reggimenti confederati sono molto scarse. Le cifre totali dei due eserciti sono molto vicine a quelle di Wikipedia, ciate da Lee.
Cifre che per altro confermano il rapporto di forze 2 a 1 in favore del "Piccolo Mac".
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 29 Lug 2009 - 18:22

Nel rapporto ufficiale McClellan sostiene di aver combattuto con 87.164 uomini, ma le forze realmente impegnate non dovrebbero essere più di 60.000. Invece Lee nel suo rapporto disse che "questa grande battaglia è stata combattuta da meno di 40.000 uomini dalla nostra parte".

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2807
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

antietam 1862

Messaggio  R.E.Lee il Mer 29 Lug 2009 - 18:29

P.G.T. Beauregard ha scritto:Nel rapporto ufficiale McClellan sostiene di aver combattuto con 87.164 uomini, ma le forze realmente impegnate non dovrebbero essere più di 60.000. Invece Lee nel suo rapporto disse che "questa grande battaglia è stata combattuta da meno di 40.000 uomini dalla nostra parte".

Ciao,
Beauregard

grande beauregard,
le forze che non furono impegnate, fù perchè non erano a portata di mano di mcclellan, oppure perchè fu lui che non riuscì ha metterle sul "piatto della bilancia" della battaglia ?
se ben ricordo almeno un paio di corpi unionisti, più una divisione furono pressochè inutilizzate....

ciao
lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

antietam 1862

Messaggio  R.E.Lee il Ven 31 Lug 2009 - 10:26

cari ufficiali,
in base alle stime, direi che alla fine della giornata di battaglia, una volta detratte le perdite, mcclellan poteva ancora contare su 75.000 ca, mentre a lee non erano rimasti che poco più di 25.000 uomini. lee , come è notorio, convocò i suoi luogotenenti per verificare se vi era la possibilità di scatenare un controattacco sull'ala nord. una attento esame del terreno lo dissuase dal tentar di giocarsi questa carta. secondo il mio parere a questo punto, vista la disparità delle forze rimaste sul campo di 1 a 3, non fù solo il terreno sfavorevole a dissuadere lee, ma anche l'inferiorità numerica con cui sarebbbe stato costretto a ccontinuare a combattere. in fondo aveva già rischiato abbastanza accettando battaglia in condizioni già sfavorevoli in partenza, perseverare poteva essere molto deleterio. cosa nè pensate ?

lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Giancarlo il Ven 31 Lug 2009 - 11:42

Lee fece l'unica cosa giusta da fare: sgombrare il campo con meno perdite possibili.
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 31 Lug 2009 - 13:58

Ho letto che Lee e Jackson considerarono persino la possibilità di un nuovo attacco,mostrando,in questo modo,notevole ottimismo;ottimismo che Lee stesso mostrò altre volte come dopo il secondo giorno a Gettysburg.Lee però aveva perso un quarto del suo esercito e forse si rese conto, nei giorni successivi, che la guerra sarebbe entrata in una nuova fase.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2471
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  forrest il Ven 31 Lug 2009 - 14:39

Effettivamente Lee sperava di aggirare l'ala destra nordista,risalendo la riva sinistra del Potomac,al riparo di un altura che celava le sue forze al nemico.Il piano venne mandato a monte da JEB Stuart,disastroso dal primo all'ultimo giorno della Campagna.Ne riparlerò;purtroppo,tirare le fila di un libro estremamente complesso come quello di Joseph Harsh non è facile ,e temo che mi ci vorrà + tempo di quanto prevedessi.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

antietam 1862

Messaggio  R.E.Lee il Ven 31 Lug 2009 - 15:53

George Armstrong Custer ha scritto:Ho letto che Lee e Jackson considerarono persino la possibilità di un nuovo attacco,mostrando,in questo modo,notevole ottimismo;ottimismo che Lee stesso mostrò altre volte come dopo il secondo giorno a Gettysburg.Lee però aveva perso un quarto del suo esercito e forse si rese conto, nei giorni successivi, che la guerra sarebbe entrata in una nuova fase.

personalmente, come penso tutti gli utenti del forum,sono in attesa che forrest inizi il suo resoconto del libro di harsh per saperne di più su questo tragico scontro. non penso però che lee avesse fatto una valutazione del genere quando rinunciò a contrattaccare, il terreno sfavorevole e la penuria di uomini a sua disposizione, ipotizzo, furono le ragioni che lo dissuasero......in attesa che forrest ce ne dica di più. ma già di per sè, questi due motivi mi sembrano più che validi per rinunciarvi perchè, come si dice dalle mie parti: "senza lilleri, non si lallera !!".

lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 31 Lug 2009 - 16:34

Su Antietam,vi riporto quanto scritto dallo storico James M.McPherson:
« Nessun'altra Campagna o battaglia nel corso della guerra ebbe tante conseguenze come Antietam. Nel luglio 1863 il duplice trionfo unionista a Gettysburg e Vicksburg vibrò un altro colpo alla rinnovata offensiva confederata a Est e tagliò via ad Ovest un terzo della Confederazione dal resto del blocco confederato. Nel settembre 1864 la conquista di Atlanta da parte di William T. Sherman produsse nuovo morale nel Nord e costituì un nuovo passo per la vittoria finale dell'Unione. Tutti questi furono momenti topici della guerra, ma essi non sarebbero potuti avvenire se la triplice offensiva confederata nel Mississippi, Kentucky e, più di tutti, in Maryland non fosse stata vittoriosamente bloccata nell'autunno del 1862. »

( James M. McPherson, Crossroads of Freedom)

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2471
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Antietam 1862

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum