gettysburg

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

gettysburg

Messaggio  Lt. Richard W."Dick" Dowl il Lun 18 Mag 2009 - 11:35

Facendo un ipotesi assurda vista anche la sezione.

Se invece di un attacco di fanteria ci fosse stato un attacco di cavalleria a gettysburg il terzo giorno?

Nella sempre ipotesi che ci fossero abbastanza uomini da mandare all'attacco e nessuno si fosse accorto della cavalleria nascosta.

Lt. Richard W."Dick" Dowl
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 21
Data d'iscrizione : 11.05.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Giancarlo il Lun 18 Mag 2009 - 16:59

Sarebbe stato un massacro Toby. Una carica in salita, la fanteria nemica riparata dietro un muro, cannoni che sparavano doppi carticci a mitraglia disseminati quà e la ed ovviamente la cavalleria yankee in riserva dietro alla fanteria. Hai visto Waterloo o La carica dei 600? Il risultato sarebbe stato che l'intera cavalleria di Stuart sarebbe finita all'obitorio o all'ospedale. Una carica di cavalleria in scala minore rispetto a quella da te ipotizzata si verificò all'estrema ala destra dello schieramento ribelle, ove il generale nordista Kilpatrick ordinò al generale Farnsworth di attaccare le truppe confederate di Law riparate dietro ad un muro. I nordisti furono respinti con gravi perdite tra le quali vi fu Farnsworth. Alla metà del 1800 con l'avvento dei fucili rigati l'epoca delle grandi cariche era finita.

Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

gettysburg

Messaggio  R.E.Lee il Lun 18 Mag 2009 - 17:03

sono d'accordo con giancarlo.....non c'era nessuna possibilità per la cavalleria.


gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  George H. Thomas il Lun 18 Mag 2009 - 17:40

R.E.Lee ha scritto:sono d'accordo con giancarlo.....non c'era nessuna possibilità per la cavalleria.


gen. lee

Anche io concordo con i miei illustri colleghi. In tal caso, sarebbe stato appropriato che qualche ufficiale unionista gridasse : "Coraggio, ragazzi, guardate quegli idioti che ci vengono addosso con le spade, fateli fuori!", parafrasando l'illustre "maestro" Forrest. Lee non era attaccato a sufficienza alle vecchie idee tattiche da fare qualcosa di così pazzo.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

gettysburg

Messaggio  R.E.Lee il Lun 18 Mag 2009 - 18:21

.....volendo buttarla sul paradossale direi che la campagna di pennsylvania rimase tristemente famosa anche per il cattivo uso della cavalleria fatto dai confederati.......lanciarla alla carica contro le linee fortificate dei nordisti, sarebbe stata la cilegina sulla torta !!!!!! affraid


gen .lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  George H. Thomas il Lun 18 Mag 2009 - 19:04

R.E.Lee ha scritto:.....volendo buttarla sul paradossale direi che la campagna di pennsylvania rimase tristemente famosa anche per il cattivo uso della cavalleria fatto dai confederati.......lanciarla alla carica contro le linee fortificate dei nordisti, sarebbe stata la cilegina sulla torta !!!!!! affraid


gen .lee

Il cattivo uso della cavalleria sudista fu più che altro un miscuglio di colpi di sfortuna e malintesi. Come ho detto prima, Lee poteva essere ancora convinto della bontà dell'attacco frontale decisivo, ma non era tanto ingenuo da pensare che una carica di cavalleria potesse sfondare il fronte unionista. I cannoni di Hunt e poi i fucili di Hancock avrebbero falciato senza speranza i cavalleggeri di Stuart.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Lt. Richard W."Dick" Dowl il Lun 18 Mag 2009 - 21:35

Giancarlo ha scritto:Sarebbe stato un massacro Toby. Una carica in salita, la fanteria nemica riparata dietro un muro, cannoni che sparavano doppi carticci a mitraglia disseminati quà e la ed ovviamente la cavalleria yankee in riserva dietro alla fanteria. Hai visto Waterloo o La carica dei 600? Il risultato sarebbe stato che l'intera cavalleria di Stuart sarebbe finita all'obitorio o all'ospedale. Una carica di cavalleria in scala minore rispetto a quella da te ipotizzata si verificò all'estrema ala destra dello schieramento ribelle, ove il generale nordista Kilpatrick ordinò al generale Farnsworth di attaccare le truppe confederate di Law riparate dietro ad un muro. I nordisti furono respinti con gravi perdite tra le quali vi fu Farnsworth. Alla metà del 1800 con l'avvento dei fucili rigati l'epoca delle grandi cariche era finita.

non è che la fanteria ha fatto molto meglio

Lt. Richard W."Dick" Dowl
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 21
Data d'iscrizione : 11.05.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

gettysburg

Messaggio  R.E.Lee il Mar 19 Mag 2009 - 8:49

l'attacco della fanteria fallì miseramente e già in partenza le prospettive non erano buone.....diversi illustri generali erano riluttanti, longstreet in primis. ma l'ipotesi di un attacco di cavalleria non venne nemmeno preso in considerazione.....non avrebbero neanche percorso metà della strada che li separava dal famoso "muretto".


gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  forrest il Mar 19 Mag 2009 - 14:33

Alla carica di Pickett parteciparono,a seconda delle versioni,tra i 12000 e i 15000 uomini;la cavalleria confederata,anche impiegando tutti gli effettivi disponibili(molti dei quali ovviamente erano necessari per altre incombenze)non avrebbe potuto raggiungere questa forza numerica.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Generale Meade il Mar 3 Gen 2012 - 16:52

HARDEE ha scritto:
Generale Meade ha scritto:Buongiorno Generale Hardee,

io non metto in dubbio che la manovra di Lee sia stata audace, coraggiosa, temeraria e sfortunata. Ritengo però che fu inconcludente e tardiva. Grant non si scompose e rimase a assediare Vicksburg, avendone ragione. Se l'invasione della Pennsylvania era stata fatta per alleggerire quel fronte, risultò fallimentare. Se fu fatta per altri motivi, ossia vibrare un micidiale colpo di maglio per mettere in ginocchio definitivamente l'Unione, si può ben dire che i confederati si sopravvalutorono eccessivamente (in inferiorità numerica attaccare il nemico in casa in profondità) - con un pizzico di arroganza - e ne pagarono pesantemente lo scotto.

Meade

Inconcludente perché non si ebbe la vittoria dell’Esercito confederato, altrimenti sarebbe caduta Baltimora e forse anche Washington; tanti abitanti del Maryland e del Delaware avrebbero manifestato
apertamente la loro fede filo -sudista e ciò che più conta la Confederazione avrebbe dato delle garanzie sulla sua possibile vittoria agli Stati Europei, che simpatizzavano per la Causa.

E poi c’è il possibile scenario dell’Armata sconfitta del Potomac che ripara dietro il fiume Susquehanna in direzione Harrisburg, abbandonando tutto il Maryland e la Pennsylvania meridionale.

chissà? magari Richmond poteva ricevere un ospite di una certa importanza, naturalmente trattato con il rispetto che si deve ad un Presidente.

Cordialmente

Hardee



Se Lee avesse vinto a Gettysburg, che scenario si sarebbe aperto il giorno 3 o il giorno 4 luglio? Che genere di vittoria avrebbe potuto conseguire realmente Lee? Sfondamento centrale del fronte Unionista e eggiramento delle due ali chiudendole in una sacca? O solo l'aggiramento dell'ala destra e successivo annientamento? Meade sarebbe rimasto li a guardare?
Anche immagginando il peggio per i nordisti, bisogna considerare che il munizionamento rimasto a Lee, specialmente per l'artiglieria, era sufficente per rispondere solo ad un eventuale contrattacco unionista. Portare avanti ancora l'armata in fase offensiva richiedeva urgenti rifornimenti logistici, e come giustamente scrive il ns. generale Hardee, Lee si trovava a 200 km in profondità del territorio nemico con i soldati forse euforici ma stanchi morti dopo 3 gg di duro combattimento e senza truppe fresche di rinforzo. Gettysburg poteva diventare solo una tragica vittoria di Pirro per i confederati. Marciare verso Baltimora o Washington significava portare la guerra d'assedio, cui l'AdV non era attrezzata. Solo liquidando tutta l'AdP i confederati potevano avere una reale chance di definitiva vittoria, cosa che mi pare assai eccessiva.

Meade

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3928
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Mason&Dixon il Mar 3 Gen 2012 - 19:42

Banshee ha scritto:


7) Gli errori a cui ti riferisci non avrebbero potuto modificare comunque la sorte della guerra, che dopo Atlanta era segnata (e forse già prima). Se la Confederazione voleva vincere doveva farlo velocemente, non oltre il 1863. Una sonora batosta dell'AoP nel luglio 1863 eccome se avrebbe richiamato truppe dall'Ovest: nel 1862 e poi ancora nel 1864 Lincoln minacciato dalle manovre di Jackson ed Early distolse truppe dalle vicinanze di Richmond: e quelle erano solo finte, figurati cosa avrebbe fatto con l'Armata di Lee al gran completo a zonzo in Pennsylvania e a tiro di schioppo da Washington! Solo che essendo l'AoP sconfitta avrebbe dovuto giocoforza richiamare truppe dall'Ovest.

La soluzione più logica, semplice e chiara come sempre viene scartata per contorti scenari: all'epoca sarebbe stato sufficiente rinforzare Lee con 15.000/20.000 uomini e spedirlo nel Nord con un'armata pari se non superiore a quella unionista. Sarebbe stata la prima volta che a Lee era offerta la possibilità di combattere ad armi pari. E io vedo il 3 luglio ....non 10.500 uomini scarsi, ma 30.000 confederati sfondare il centro avversario. Ma non si sarebbe arrivati a terzo giorno: già al secondo gli unionisti sarebbero stati in fuga, visto come andarono le cose in inferiorità numerica. E di lì Washington era davvero vicina...

Banshee


Caro Banshee,
Un AnV sostanzialmente più potente, all'attacco in Pennsylvania nel luglio 1863, sarebbe stata un nemico molto temibile per il Nord con i rinforzi avuti ma:
1- l'AdP non era da meno, aveva il vantaggio di combattere sul proprio territorio e fosse stata anche sconfitta (parzialmente) sul campo Washington era davvero vicina...come lei ha detto!
2-...vicina anche per i Confederati, appunto, che avrebbero dovuto assediarla con tutti i problemi del caso; come anche l'amico Meade faceva notare nel suo post precedente. Oltre a tutto il problema logistico per i Confederati, l'imminente disagio dopo giorni di combattimento ecc.
3- il "tallone di Achille", a mio modesto parere, lo chiedo anche a lei non sarebbero stati proprio quei rinforzi (Nordisti) richiamati dall'Ovest; a costituire un ulteriore minaccia all'AnV? L'armata confederata non avrebbe retto molto a lungo presumo, e il tempo giocava contro Lee?
Una "pseudo Stalingrado all'americana" non crede?

M&D


Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 334
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Banshee il Mar 3 Gen 2012 - 20:21

Mason&Dixon ha scritto:
Banshee ha scritto:


7) Gli errori a cui ti riferisci non avrebbero potuto modificare comunque la sorte della guerra, che dopo Atlanta era segnata (e forse già prima). Se la Confederazione voleva vincere doveva farlo velocemente, non oltre il 1863. Una sonora batosta dell'AoP nel luglio 1863 eccome se avrebbe richiamato truppe dall'Ovest: nel 1862 e poi ancora nel 1864 Lincoln minacciato dalle manovre di Jackson ed Early distolse truppe dalle vicinanze di Richmond: e quelle erano solo finte, figurati cosa avrebbe fatto con l'Armata di Lee al gran completo a zonzo in Pennsylvania e a tiro di schioppo da Washington! Solo che essendo l'AoP sconfitta avrebbe dovuto giocoforza richiamare truppe dall'Ovest.

La soluzione più logica, semplice e chiara come sempre viene scartata per contorti scenari: all'epoca sarebbe stato sufficiente rinforzare Lee con 15.000/20.000 uomini e spedirlo nel Nord con un'armata pari se non superiore a quella unionista. Sarebbe stata la prima volta che a Lee era offerta la possibilità di combattere ad armi pari. E io vedo il 3 luglio ....non 10.500 uomini scarsi, ma 30.000 confederati sfondare il centro avversario. Ma non si sarebbe arrivati a terzo giorno: già al secondo gli unionisti sarebbero stati in fuga, visto come andarono le cose in inferiorità numerica. E di lì Washington era davvero vicina...

Banshee


Caro Banshee,
Un AnV sostanzialmente più potente, all'attacco in Pennsylvania nel luglio 1863, sarebbe stata un nemico molto temibile per il Nord con i rinforzi avuti ma:
1- l'AdP non era da meno, aveva il vantaggio di combattere sul proprio territorio e fosse stata anche sconfitta (parzialmente) sul campo Washington era davvero vicina...come lei ha detto!
2-...vicina anche per i Confederati, appunto, che avrebbero dovuto assediarla con tutti i problemi del caso; come anche l'amico Meade faceva notare nel suo post precedente. Oltre a tutto il problema logistico per i Confederati, l'imminente disagio dopo giorni di combattimento ecc.
3- il "tallone di Achille", a mio modesto parere, lo chiedo anche a lei non sarebbero stati proprio quei rinforzi (Nordisti) richiamati dall'Ovest; a costituire un ulteriore minaccia all'AnV? L'armata confederata non avrebbe retto molto a lungo presumo, e il tempo giocava contro Lee?
Una "pseudo Stalingrado all'americana" non crede?

M&D


Difficile rispondere con certezza assoluta.
Però consideriamo, assumendo che Gettysburg si fosse chiusa con una vittoria confederata:
1) Vero che l'AoP sarebbe stato ancora un avversario temibile, ma dopo una sconfitta avrebbe avuto bisogno di tempo per riorganizzarsi e dato l'andazzo preso da Lincoln (dopo ogni sconfitta, un nuovo comandante) magari Meade sarebbe stato sostituito: con tutti gli inevitabili problemi del caso.
2) Non credo che Lee avrebbe mai assediato Washington: esattamente come riteneva che l'assedio di Richmond togliesse all'ANV la mobilità, così avrebbe pensato di un assedio a Washington. Oltretutto ai sudisti mancavano le risorse per cingere d'assedio Washington: non tanto problemi di cibo, quanto mancanza di un parco artiglieria adeguato. E allora è evidente che Lee (che era maestro in questo) avrebbe giocato al gatto con il topo: fintando assedi e sortite sui principali centri urbani nordisti o su Washington avrebbe tentato di stanare l'avversario, il quale avrebbe dovuto battersi per forza. Se consideriamo che le truppe a Washington erano stazionarie e di seconda scelta (di solito ad esse veniva affidato il compito di difendere una città) non credo sarebbe stato difficile batterle. Inoltre Lee avrebbe potuto contare - come l'amico Hardee ha giustamente notato - sul sostegno di parte della popolazione del Maryland e Delaware stati assai bilico. Né si dimentichi che i confederati a qualche chilometro dalla capitale federale, avrebbero potuto sperare nel riconoscimento inglese o francese.
3)Certamente i rinforzi da Ovest avrebbero costituito un ben serio problema. Ma sarebbero occorsi parecchi giorni prima del loro arrivo e ciò avrebbe comuqnue liberato il corridoio centrale del Tennesse: da lì persino un Bragg (che quantomeno non disdegnava le offensive) sarebbe penetrato nel Kentucky e forse lo avrebbe riguadagnato alla causa confederata. E il Kentucky era essenziale per i cavalli e per molte materie prime.
In definitiva, non posso sostenere che la vittoria della causa confederata avrebbe seguito una Gettysburg al contrario, ma è molto probabile che
- avrebbe scosso il morale unionista;
- avrebbe liberato il Mississippi, il Tennessee e il Kentucky da ingenti forze unioniste
- avrebbe portato il SUd vicino al riconoscimento internazionale
- avrebbe rafforzato la volontà della popolazione confederata
- avrebbe allungato i tempi della guerra
Se invece applichiamo lo schema "Lee a Vicksburg" per quanto suggestivo, avremmo avuto - ammesso e non concesso che Lee battesse Grant - solo il temporaneo vantaggio di liberare Vicksburg dall'assedio senza ulteriori prospettive strategiche. Con il rischio che in Virginia qualcuno si accorgesse della mancanza di Lee per precipitarsi a Richmond. Aggiungo che una sconfitta di Grant avrebbe avuto poco riscontro a livello di opinione pubblica: sarebbero stati tutti a domandarsi "chi? dove? Vicksburg? che è?" In fondo era considerato un teatro secondario il Mississippi; volenti o nolenti, il teatro orientale attraeva l'attenzione di tutti: sia del pubblico, dell'opinione pubblica colta, degli osservatori stranieri.

Banshee

Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Mason&Dixon il Mer 4 Gen 2012 - 0:44

Grazie, nella sua difficoltà di rispondere, devo dire che è stato ben articolato nelle argomentazioni.
Devo ammettere a questo punto, secondo me, una certa difficoltà quale dei due più suggestivi scenari Vicksburg/Gettysburg proposti da lei e dal ns amico Early, nella presunta ipotesi, potesse prevalere sull'altro.
Tuttavia trovo, per par condicio Very Happy , entrambi gli scenari molto validi.

M&D

Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 334
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 22 Giu 2012 - 14:50

[quote="Mason&Dixon"]
Banshee ha scritto:


7) Gli errori a cui ti riferisci non avrebbero potuto modificare comunque la sorte della guerra, che dopo Atlanta era segnata (e forse già prima). Se la Confederazione voleva vincere doveva farlo velocemente, non oltre il 1863. Una sonora batosta dell'AoP nel luglio 1863 eccome se avrebbe richiamato truppe dall'Ovest: nel 1862 e poi ancora nel 1864 Lincoln minacciato dalle manovre di Jackson ed Early distolse truppe dalle vicinanze di Richmond: e quelle erano solo finte, figurati cosa avrebbe fatto con l'Armata di Lee al gran completo a zonzo in Pennsylvania e a tiro di schioppo da Washington! Solo che essendo l'AoP sconfitta avrebbe dovuto giocoforza richiamare truppe dall'Ovest.

La soluzione più logica, semplice e chiara come sempre viene scartata per contorti scenari: all'epoca sarebbe stato sufficiente rinforzare Lee con 15.000/20.000 uomini e spedirlo nel Nord con un'armata pari se non superiore a quella unionista. Sarebbe stata la prima volta che a Lee era offerta la possibilità di combattere ad armi pari. E io vedo il 3 luglio ....non 10.500 uomini scarsi, ma 30.000 confederati sfondare il centro avversario. Ma non si sarebbe arrivati a terzo giorno: già al secondo gli unionisti sarebbero stati in fuga, visto come andarono le cose in inferiorità numerica. E di lì Washington era davvero vicina...

Banshee

Buongiorno
Io penso che se Lee fosse stato rinforzato non solo con le 5 brigate che gli furono rifiutate ma anche dalle 4 brigate che AoT mandò inutilmente a rinforzare jonhston (dal computo ho escluso la Orphan Brigade) il secondo giorno avremmo visto Il I corpo attaccare i R.T. con 4 divisioni invece di 2 per totale 17 brigate al posto 8 di conseguenza il fianco sinistro federale sarebbe stato distrutto AoP sarebbe stata costretta ad evacuare Gettyburg con una marcia notturna che avrebbe provocato sbandamenti e confusione e penso che sarebbe arrivata a Washington dimezzata.
Saluti
Bruno

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Generale Meade il Ven 22 Giu 2012 - 15:23

Buongiorno,

probabilmente sarebbe andata così, ma era comunque già troppo tardi per alleviare la pressione su Vicksburg. Pur vincendo Lee a Gettysburg, tale vittoria sarebbe stata comunque bilanciata dalla perdita di Vicksburg. Bisogna vedere poi le successive mosse di Lee. Assalire le tricee e le fortificazioni di Washington presidiate dall'AdP, sia pur scossa e demoralizzata, non era una cosa da niente.

Meade

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3928
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 22 Giu 2012 - 15:36

Generale Meade ha scritto:Buongiorno,

probabilmente sarebbe andata così, ma era comunque già troppo tardi per alleviare la pressione su Vicksburg. Pur vincendo Lee a Gettysburg, tale vittoria sarebbe stata comunque bilanciata dalla perdita di Vicksburg. Bisogna vedere poi le successive mosse di Lee. Assalire le tricee e le fortificazioni di Washington presidiate dall'AdP, sia pur scossa e demoralizzata, non era una cosa da niente.

Meade

Buongiorno
Io nei miei interventi non ho mai preso in considerazione l'ipotesi di Lee che attacca il campo trincerato della capitale, sarebbe stato una follia, un bagno di sangue al confronto la carica di Pickett sarebbe stata una scaramuccia con poche perdite.
Però a questo punto lancio un'idea; attorno al 10 luglio penso che i prigionieri nordisti catturati avrebbero almeno raggiunto numericamente la guarnigione di Vicksburg, cosa sarebbe successo se la CSA li avesse scambiato con loro liberandoli e contemporaneamente riarmando subito le 4 divisioni catturate a Vicksburg?
Si sarebbero potuti caricare i reduci su dei treni diretti ad Atlanta dove si sarebbero potuto incontrare con altri treni provenienti da nord con a bordo armi ed equipaggiamenti catturati a Gettysburg riarmarli e poi decidere cosa fare.
Se mandati a rinforzare AoT, i federali non avrebbero potuto spostare nessuna unità dal fronte centrale i rinforzi ad AoP sarebbero potuto arrivare solo dal fronte atlantico (massimo 15.000) e da Vicksburg, bisogna notare che quando AoT fu spostata sul fronte centrale il numero di soldati che vennero spostati non arrivò a 20.000
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Mer 27 Giu 2012 - 14:07, modificato 1 volta

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Generale Meade il Dom 24 Giu 2012 - 16:26

ROSSETTI BRUNO ha scritto:

Buongiorno
Io nei miei interventi non ho mai preso in considerazione l'ipotesi di Lee che attacca il campo trincerato della capitale, sarebbe stato una follia, un bagno di sangue al confronto la carica di Pickett sarebbe stata una scaramuccia con poche perdite.
Però a questo punto lancio un'idea; attorno al 10 luglio penso che i prigionieri nordisti catturati avrebbero almeno raggiunto numericamente la guarnigione di Vicksburg, cosa sarebbe successo se la CSA li avesse scambiato con loro liberandoli e contemporaneamente riarmando subito le 4 divisioni catturate a Vicksburg?
Si sarebbero potuti caricare i reduci su dei treni diretti ad atlanta dove si sarebbero potuto incontrare con altri treni provenienti da nord con a bordo armi ed equipaggiamenti catturati a Gettysburg riarmarli e poi decidere cosa fare
Se mandati a rinforzare AoT, federali non avrebbero potuto spostare nessuna unità dal fronte centrale i rinforzi ad AoP sarebbero potuto arrivare solo dal fronte atlantico (massimo 15.000) e da Vicksburg, bisogna notare che quando AoT fu spostata sul fronte centrale il numero di soldati che vennero spostati non arrivò a 20.000
Saluti
Bruno

Buongiorno Bruno,

il problema principale è che i prigionieri di Vicksburg erano stati liberati sulla parola. Non potevano (almeno formalmente) più combattere. Se anche Lee avesse fatto realmente 20.000 prigionieri, una vera enormità, non gli restava che ritirarsi velocemente (20.000 bocche in più da sfamare non erano uno scherzo) o liberarli sulla parola.
Il grande enigma di Gettysburg rimane il vero obiettivo di Lee. Probabilmente il grande condottiero si era convinto di poter ripetere il suo capolavoro di Chancellorville, liquidando stavolta una volta per tutte la AdP.

Meade

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3928
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Lun 25 Giu 2012 - 14:07

Generale Meade ha scritto:
ROSSETTI BRUNO ha scritto:

Buongiorno
Io nei miei interventi non ho mai preso in considerazione l'ipotesi di Lee che attacca il campo trincerato della capitale, sarebbe stato una follia, un bagno di sangue al confronto la carica di Pickett sarebbe stata una scaramuccia con poche perdite.
Però a questo punto lancio un'idea; attorno al 10 luglio penso che i prigionieri nordisti catturati avrebbero almeno raggiunto numericamente la guarnigione di Vicksburg, cosa sarebbe successo se la CSA li avesse scambiato con loro liberandoli e contemporaneamente riarmando subito le 4 divisioni catturate a Vicksburg?
Si sarebbero potuti caricare i reduci su dei treni diretti ad atlanta dove si sarebbero potuto incontrare con altri treni provenienti da nord con a bordo armi ed equipaggiamenti catturati a Gettysburg riarmarli e poi decidere cosa fare
Se mandati a rinforzare AoT, federali non avrebbero potuto spostare nessuna unità dal fronte centrale i rinforzi ad AoP sarebbero potuto arrivare solo dal fronte atlantico (massimo 15.000) e da Vicksburg, bisogna notare che quando AoT fu spostata sul fronte centrale il numero di soldati che vennero spostati non arrivò a 20.000
Saluti
Bruno

Buongiorno Bruno,

il problema principale è che i prigionieri di Vicksburg erano stati liberati sulla parola. Non potevano (almeno formalmente) più combattere. Se anche Lee avesse fatto realmente 20.000 prigionieri, una vera enormità, non gli restava che ritirarsi velocemente (20.000 bocche in più da sfamare non erano uno scherzo) o liberarli sulla parola.
Il grande enigma di Gettysburg rimane il vero obiettivo di Lee. Probabilmente il grande condottiero si era convinto di poter ripetere il suo capolavoro di Chancellorville, liquidando stavolta una volta per tutte la AdP.

Meade

Esatto e liberando altrettanti prigionieri nordisti il comando confederato li avrebbe automaticamente liberati e resi disponibili.
Comunque la mia era solo una ipotesi, con i rinforzi di cui parlo la svolta avrebbe potuto esserci già il primo giorno, la probabile presenza il 1° giorno della divisione Breckenridge a Gettysburg, avrebbe probabimente suggerito di utilizzare questa unità per l'attacco a Culp's Hill che sarebbe sicuramente caduta. provocando di fatto la fine della battaglia. che sarebbe finita con perdite sudiste di circa 7.000 uomini, la distruzione quasi completa di 2 c.a. federali e di circa la metà della divisione Buford.
Aggiungo che poi nell'inseguimento seguente quasi sicuramente alcune unità federali si sarebbero sbandate.
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Mar 27 Nov 2012 - 17:44, modificato 2 volte

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Mar 26 Giu 2012 - 12:15

Generale Meade ha scritto:

Buongiorno Bruno,

il problema principale è che i prigionieri di Vicksburg erano stati liberati sulla parola. Non potevano (almeno formalmente) più combattere. Se anche Lee avesse fatto realmente 20.000 prigionieri, una vera enormità, non gli restava che ritirarsi velocemente (20.000 bocche in più da sfamare non erano uno scherzo) o liberarli sulla parola.
Il grande enigma di Gettysburg rimane il vero obiettivo di Lee. Probabilmente il grande condottiero si era convinto di poter ripetere il suo capolavoro di Chancellorville, liquidando stavolta una volta per tutte la AdP.

Meade

Buongiorno
Nella nostra realtà l'attacco di Longstreet provocò fra i federali circa 9.000 perdite, la situazione da me proposta avrebbe sicuramente fatto aumentare le perdite, i feriti che di norma in una battaglia costituiscono l'80pct delle perdite sarebbero caduti quasi tutti in mano ai confederati quindi catturati, il II e il III corpo quasi sicuramente sarebbe stato catturati dai sudisti, se consideriamo i prigionieri del 1° giorno gli sbandati che sarebbero stati catturati dalle truppe sudiste avanzanti, i prigionieri delle battaglie precendenti secondo me il numero di prigionieri avrebbe superato i 30.000, in fondo nel 1864 a Andersonville c'erano più di 30.000 prigionieri, bisogna considerare che i prigionieri liberati sulla parola generalmente erano in attesa di essere scambiati, il loro scambio dopo Gettysburg avrebbe comportato per il sud due vantaggi:
1) Li avrebbe liberati dall'obbligo di custodire i prigionieri;
2) Avrebbe subito reso disponibile un'intera armata.
Quanto alla libertà sulla parola era una consuetudine della guerra, in Maryland vi erano 2 campi di prigionieri, nel primo si trovavano i prigionieri sudisti, il secondo era pieno di prigionieri nordisti, trattasi di uomini catturati dai confederati liberati sulla parola e lì custoditi in attesa di essere scambiati con un egual numero di sudisti.
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Mer 13 Feb 2013 - 14:04, modificato 1 volta

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  TROOPER il Mer 13 Feb 2013 - 13:38

e se l'attacco di cavalleria fosse stato portato a sud del little round top per poi risalire alle spalle dello schieramento unionista?

presi tra 2 fuochi i 2 corpi più a sud (credo il V e il VI) come avrebbero reagito?

TROOPER
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 03.02.12
Età : 51

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Gio 14 Feb 2013 - 14:05

TROOPER ha scritto:e se l'attacco di cavalleria fosse stato portato a sud del little round top per poi risalire alle spalle dello schieramento unionista?

presi tra 2 fuochi i 2 corpi più a sud (credo il V e il VI) come avrebbero reagito?

Ciao
Il fatto è che secondo giorno a protezione della sinistra federale era presente la div. Buford alla quale il movimento non sarebbe sfuggito e sarebbe intervenuta, anche ammettendo che la cavalleria sudista fosse riuscita a sconfiggerla, sarebbe venuto meno l'effetto sorpresa e la fanteria federale avrebbe avuto il tempo di schierarsi
Saluti
Bruno

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  TROOPER il Mar 19 Feb 2013 - 13:04

Ciao,

hai ragione, non ricordavo che dopo l'arrivo del I corpo, Buford fu mandato sul fianco sx.

Però un attacco da sud avrebbe probabilmente scalzato il V corpo dal tops e avrebbe dovuto rischierarsi fronte a sud, perdendo un'ottima posizione difensiva.

Magari con la pressione della fanteria ribelle l'intera AOP si sarebbe richiusa (tipo ciambella Very Happy)...

Ciao

TROOPER
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 03.02.12
Età : 51

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: gettysburg

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:20


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum