Il generale Grant

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 2 Mar 2012 - 19:40

Lincoln, inoltre, ebbe l'enorme merito di difendere Grant dai lacchè come Halleck e dai cospiratori come McClernand, mantenendo così all'Unione il generale che ne avrebbe condotto alla vittoria finale gli eserciti, quando tutti tuonavano per la sua rimozione. Lincoln fu coraggioso, e si inimicò opinione pubblica e parte dell'ambiente militare per sostenere una sua scelta.

Davis, dal canto suo, può aver commesso errori nella designazione di Johnston al comando della AoT, ma ricordo che le amicizie politiche del generale erano potenti, e le richieste del governatore della Georgia non potevano essere ignorate. In uno Stato, come la Confederazione, dove le autonomie dei singoli membri erano pressochè sacre, Davis, nel trattare con/di Johnston si trovava ad affrontare un bel problema.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Banshee il Ven 2 Mar 2012 - 19:46

HARDEE ha scritto:Caro Custer,

credo che tu abbia centrato il problema, Il Presidente Davis era un militare prestato alla politica e come militare si preoccupava molto della forma, mentre il Presidente Lincoln, da buon politico, si preoccupava della sostanza. Così il primo perse prima la sostanza e poi la forma, mentre il secondo acquistò prima la sostanza e poi la forma.

Hardee

Ciò è certamente vero, ma qualunque fossero i difetti di Davis, non poteva rispondere degli errori commessi sui campi di battaglia da parte dei suoi generali. Il problema dei confederati, gratta gratta, era sempre quello: non aveva generali in grado di comandare un'armata tranne Lee. E al di là o meno delle indiscutibili capacità dei vari Thomas, Grant, sherman o altri ancora, una cosa è comandare un'armata che ha il doppio degli uomini e un'altra comandare un esercito che è la metà dell'avversario. Non scordiamocelo mai.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Generale Meade il Lun 18 Mar 2013 - 18:14

Ho trovato questa interessante biografia di Grant tratta da "storia Illustrata" n° 192 del mese di novembre 1973 a cura di Maria Luisa Rizzatti:

http://www.superstoria.it/explorer/visualizza.asp?id=371

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3998
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

IL GENERALE GRANT

Messaggio  LTG GIACOMO il Sab 23 Mar 2013 - 15:40

Io ho già scritto le mie considerazioni nella parte (lee o grant)e personalmente ritengo il generale GRANT il migliore di tutta la guerra poichè seppe dare delle grosse stoccate a LEE, forse ritenuto il migliore generale della GCA dalla maggioranza delle persone, e infine a sconfiggerlo.Questo riuscì anche grazie alla superiorità numerica, ma essa è essenziale in una guerra; e poi comunque anche nei 3 anni precedenti l'unione aveva la superiorità, ma prima dell'arrivo di Grant fu per la maggioranza delle volte sconfitta.Egli poi molte volte ascoltava sempre i suoi subordinati e meditava sulle loro idee applicando tattiche, che vennero utilizzate nella WW1 e nella WW2 come lo sfondamento del col. Upton a Spotsylvenia, e quindi pùo considerarsi un generale moderno e innovativo.Io personalmente lo ritengo il mio generale preferito insieme ad Eisenhower.

avatar
LTG GIACOMO
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 115
Data d'iscrizione : 24.02.13
Età : 22
Località : voghera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il generale Grant

Messaggio  Homo Universalis il Sab 23 Mar 2013 - 18:27

Carissimo LTG Giacomo,
Grant fu senza dubbio un buon generale, ma Lee era meglio. Non dimenticate che Lee lo sconfisse nel Wilderness, Spotsylvania, Cold Harbor, Pietroburgo 2a, Jerusalem Plank Road, cratere, Darbytown Road, 2nd Fair Oaks, pioppo molle e Cumberland Church(the last encounter was one day before the surrender). Lee anche commesso errori raramente, ogni volta che lui sapeva che cosa il suo nemico avrebbe tentato di fare.Egli era eccellente in mavneuvers tattico, attacchi coordinati, perdite e uso, ingegnere e artiglieria. Grant era manovra ofen, ma anche spesso stava perdendo. Esaminiamo le battaglie dove i due generali di fronte a vicenda:
1)Wilderness: Grant attaccò l'esercito di Lee, i suoi attacchi sono stati interrotti, ha subito perdite significative e fu sottoposto a contrattacchi. Fu infine costretto a disengege, perdendo quasi 24.000 uomini, mentre Lee perso 8.000.
2) Spotsylvania: Grant attaccò trinceramenti di Lee, fu infine respinto, perso strategicamente e tatticamente e anche un contrattacco fu costretto a disengege. Ha perso 25.000 8.000 di Lee, la metà della perdita di Grant.
3) North Anna: Grant attaccato in entrambe le rive degli sterri Confederate forte del fiume, fu respinto, provato con attacchi combinati di rompere la linea del suo nemico e fallì nuovamente, fino a che si fermò cercando di evitare un massacro come Spotsylvania, soffrendo quasi 4.000 vittime, mentre Lee subì 1.800.
4) Totopotomoy Creek: Grant ha provato a ripetere le sue manovre precedenti e Lee contrattaccarono.Grant le perdite erano ugualmente stesse, con sofferenza 1.100 rispetto ai 700 di Lee
.5) Cold Harbor: Grant perse la battaglia e ha ottenuto alcun vantaggio. Egli attaccò una forza ben radicata, ansiosa e disposta a combattere, sofferenza 16.000 vittime a 2.200 di Lee.
E poi, viene nuovamente la domanda: chi era meglio? La risposta è Lee.

Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

IL GENERALE GRANT

Messaggio  LTG GIACOMO il Dom 24 Mar 2013 - 14:31

Caro Homo Universalis,
Lee fu un genio nella manovra però Grant fu l'unico che riuscì a togliergliela bloccandolo nelle fortificazioni di Richmond e Petersburg e poi le perdite furono maggiori perchè da Wilderness a Petersburg Grant mantenne sempre l'iniziativa attaccando per primo.
ciao.
LTG GIACOMO


avatar
LTG GIACOMO
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 115
Data d'iscrizione : 24.02.13
Età : 22
Località : voghera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Generale Meade il Dom 24 Mar 2013 - 15:19

LTG GIACOMO ha scritto:Caro Homo Universalis,
Lee fu un genio nella manovra però Grant fu l'unico che riuscì a togliergliela bloccandolo nelle fortificazioni di Richmond e Petersburg e poi le perdite furono maggiori perchè da Wilderness a Petersburg Grant mantenne sempre l'iniziativa attaccando per primo.
ciao.
LTG GIACOMO



In un documentario dedicato al gen. Grant che vidi tempo fa, risultava che le perdite maggiori complessive durante la CW le ebbe il gen. Lee, non il gen. Grant.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3998
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

IL GENERALE GRANT

Messaggio  LTG GIACOMO il Dom 24 Mar 2013 - 15:33

Gen. MEADE nell'opera sulla GCA che io leggo "Storia della guerra civile americana" di Raimondo Luraghi da Wilderness a Petersburg le perdite unioniste furono di più di quelle confederate, però il nord poteva contare su rimpiazzi elevati ed essendo l'armata del Potomac in attacco le perdite erano proporzionate con quelle sudiste.

ciao



avatar
LTG GIACOMO
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 115
Data d'iscrizione : 24.02.13
Età : 22
Località : voghera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  R.E.Lee il Dom 24 Mar 2013 - 17:09

LTG GIACOMO ha scritto:Caro Homo Universalis,
Lee fu un genio nella manovra però Grant fu l'unico che riuscì a togliergliela bloccandolo nelle fortificazioni di Richmond e Petersburg e poi le perdite furono maggiori perchè da Wilderness a Petersburg Grant mantenne sempre l'iniziativa attaccando per primo.
ciao.
LTG GIACOMO



Caro Giacomo,
quà ti devo smentire:nel 1864 Lee ideò la famosa offensiva condotta poi da Early, che dalla valle dello Shenandoah portò i Sudisti sino alle porte di Washington.

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3973
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il generale Grant

Messaggio  Homo Universalis il Dom 24 Mar 2013 - 17:36

Generale Lee è ancora corretta! Carissimo LTG GIACOMO,
Le perdite di Grant durante la campagna terrestre erano circa 70.000 mentre Le erano meno di 27.000 uomini. Grant non ha vinto tacticaly qualsiasi delle battaglie e anche perso la maggior parte di loro strategicamente. Come uno storico (credo Costel) mette, Grant ottenne vittorie in Occidente, solo perché egli non avesse scontrato con Lee. Inoltre, in totale, Grant ottenne vittorie molto costosi. Egli era manovra, sì, ma Lee outmaneuvered lui e fermato ogni anticipo di lui nella campagna terrestre e assedio di Petersburg. Non dimenticate che tentativi di Grant tutte in Oriente fallito e nel West Sherman era colui che è riuscito. In Occidente Grant e Sherman stavano guadagnando vittorie prima di fallimenti di Grant in Oriente.
In conclusione, non era buono come Lee Grant e successi federali occidentali devono essere attribuiti a un alto presentage, a Sherman.

Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Generale Meade il Dom 24 Mar 2013 - 18:34

LTG GIACOMO ha scritto:Gen. MEADE nell'opera sulla GCA che io leggo "Storia della guerra civile americana" di Raimondo Luraghi da Wilderness a Petersburg le perdite unioniste furono di più di quelle confederate, però il nord poteva contare su rimpiazzi elevati ed essendo l'armata del Potomac in attacco le perdite erano proporzionate con quelle sudiste.

ciao




Infatti io mi riferisco alle perdite complessive di tutta la CW. Complessivamente, durante l'arco di tutto il conflitto, Lee ebbe più perdite di Grant.

Ciao

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3998
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  R.E.Lee il Dom 24 Mar 2013 - 19:59

Caro il mio Meade,
come ben sai i numeri nella Cw (ma anche in molti altri conflitti), sono già di per se opinabili e la loro ipotetica somma non contribuisce a dare il "valore" ad alcun Generale.
Nel caso di Grant/Lee, come ha già scritto Banshee, il condottiero virginiano si trovò sempre di fronte un nemico più o meno largamente superiore agli uomini che disponeva Lui. Questo vuol dire maggior potenza di fuoco da parte del suo avversario di turno e quindi maggior possibilità di perdere uomini da parte di Lee.
Nel fare poi questa ipotetica "conta" delle perdite, Io aggiungo il fatto che, soprattutto nelle prime battaglie Grant, non disponeva e nè affrontò eserciti particolarmente numerosi. Questo vuol dire che anche le perdite che subì giocoforza, non potevano essere elevate. Diversa la situazione di Lee: al suo "debutto" si trovò ad affrontare l'AdP che contava più di 100.000 uomini con un esercito, il suo, di 85.000 combattenti ca. E' normale che le perdite fossero elevate...

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3973
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il generale Grant

Messaggio  Homo Universalis il Dom 24 Mar 2013 - 23:05

Carissimo Generale Meade,
In realtà Lee ha vinto la campagna terrestre e aveva basse perdite rispetto al s. Grant. Grant fu sempre ordinare assalti frontali contro le forze Confederate ben radicate. Anche Abraham e Mary Lincoln consideded lui un "macellaio". E.B.Long scrive che Grant non ha la cura per le sue vittime, voleva solo avanzare. Ha mai rimpianto rendendo tutti i costosi assalti, ad eccezione di Cold Harbor. Sconfitta di Grant nella campagna Overland è venuto a causa del genio militare di Lee ed errori grossolani di Grant.

Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Generale Meade il Lun 25 Mar 2013 - 11:17

R.E.Lee ha scritto:Caro il mio Meade,
come ben sai i numeri nella Cw (ma anche in molti altri conflitti), sono già di per se opinabili e la loro ipotetica somma non contribuisce a dare il "valore" ad alcun Generale.
Nel caso di Grant/Lee, come ha già scritto Banshee, il condottiero virginiano si trovò sempre di fronte un nemico più o meno largamente superiore agli uomini che disponeva Lui. Questo vuol dire maggior potenza di fuoco da parte del suo avversario di turno e quindi maggior possibilità di perdere uomini da parte di Lee.
Nel fare poi questa ipotetica "conta" delle perdite, Io aggiungo il fatto che, soprattutto nelle prime battaglie Grant, non disponeva e nè affrontò eserciti particolarmente numerosi. Questo vuol dire che anche le perdite che subì giocoforza, non potevano essere elevate. Diversa la situazione di Lee: al suo "debutto" si trovò ad affrontare l'AdP che contava più di 100.000 uomini con un esercito, il suo, di 85.000 combattenti ca. E' normale che le perdite fossero elevate...

Lee

Caro Lee,

lungi da me mettere strane ombre su Lee, il generale che ritengo sia stato sicuramente il migliore di tutta la ACW. Anzi, se gli scrupoli che gli presero a inizio guerra avessero preso un'altra piega (unionista Very Happy ), sicuramente il conflitto sarebbe durato davvero pochi mesi e con pochissimo spargimento di sangue. A parte questo, non è che voglio accusare Lee, per giustificare Grant, di essere stato un sanguinario condottiero. Assolutamente no! Grant ebbe l'opportunità di risparmiarsi gravi perdite durante gli assedi di Vicksburg e Petersburg evitando di ripetere reiteratamente assalti contro trincee e fortilizi nemici inconcludenti, fatti perlopiù per saggiare la resistenza del nemico. La cosa non toglie però che alla fine della tragica conta, i morti confederati sotto il comando di Lee furono più numerosi di quelli di Grant.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3998
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

IL GENERALE GRANT

Messaggio  LTG GIACOMO il Mar 26 Mar 2013 - 16:50

R.E.Lee ha scritto:
LTG GIACOMO ha scritto:Caro Homo Universalis,
Lee fu un genio nella manovra però Grant fu l'unico che riuscì a togliergliela bloccandolo nelle fortificazioni di Richmond e Petersburg e poi le perdite furono maggiori perchè da Wilderness a Petersburg Grant mantenne sempre l'iniziativa attaccando per primo.
ciao.
LTG GIACOMO



Caro Giacomo,
quà ti devo smentire:nel 1864 Lee ideò la famosa offensiva condotta poi da Early, che dalla valle dello Shenandoah portò i Sudisti sino alle porte di Washington.

Lee

Si hai ragione R.E. Lee per poco i sudisti non prendevano Washington con quell'azione, ma i nordisti la bloccarono e intanto il grosso dell'esercito confederato della Virginia rimase assediato a Petersburg fino ad aprile del 1865 con la successiva ritirata fino ad Appomattox.
avatar
LTG GIACOMO
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 115
Data d'iscrizione : 24.02.13
Età : 22
Località : voghera

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Banshee il Mar 26 Mar 2013 - 17:28

[quote="Generale Meade"]
R.E.Lee ha scritto:Caro il mio Meade,
come ben sai i numeri nella Cw (ma anche in molti altri conflitti), sono già di per se opinabili e la loro ipotetica somma non contribuisce a dare il "valore" ad alcun Generale.
Nel caso di Grant/Lee, come ha già scritto Banshee, il condottiero virginiano si trovò sempre di fronte un nemico più o meno largamente superiore agli uomini che disponeva Lui. Questo vuol dire maggior potenza di fuoco da parte del suo avversario di turno e quindi maggior possibilità di perdere uomini da parte di Lee.
Nel fare poi questa ipotetica "conta" delle perdite, Io aggiungo il fatto che, soprattutto nelle prime battaglie Grant, non disponeva e nè affrontò eserciti particolarmente numerosi. Questo vuol dire che anche le perdite che subì giocoforza, non potevano essere elevate. Diversa la situazione di Lee: al suo "debutto" si trovò ad affrontare l'AdP che contava più di 100.000 uomini con un esercito, il suo, di 85.000 combattenti ca. E' normale che le perdite fossero elevate...

Lee

Caro Lee,

lungi da me mettere strane ombre su Lee, il generale che ritengo sia stato sicuramente il migliore di tutta la ACW. Anzi, se gli scrupoli che gli presero a inizio guerra avessero preso un'altra piega (unionista Very Happy ), sicuramente il conflitto sarebbe durato davvero pochi mesi e con pochissimo spargimento di sangue. A parte questo, non è che voglio accusare Lee, per giustificare Grant, di essere stato un sanguinario condottiero. Assolutamente no! Grant ebbe l'opportunità di risparmiarsi gravi perdite durante gli assedi di Vicksburg e Petersburg evitando di ripetere reiteratamente assalti contro trincee e fortilizi nemici inconcludenti, fatti perlopiù per saggiare la resistenza del nemico. La cosa non toglie però che alla fine della tragica conta, i morti confederati sotto il comando di Lee furono più numerosi di quelli di Grant.

Meade[/quote

Grant fu un eccellente comandante e francamente non ho mai sostenuto che Lee fosse superiore a lui, se non forse per il fatto di aver sempre combattuto in grave inferiorità numerica. Ma il problema delle perdite è molto relativo: per quanto Grant abbia mirabilmente manovrato nell'Ovest egli si trovò ad affrontare dei capi militari, al di là della pochezza o meno, fecero scelte strategico-operazionali sbagliate: e cioè assumere un atteggiamento difensivo che li conduceva inevitabilmente a rinchiudersi in cittadelle che regolarmente cadevano in mano al nemico che neppure doveva combattere. In fondo Grant dovette combattere solo poche battaglie campali: e questo spiega il numero limitato di perdite. Anche per questo non può essere in alcun modo condivisa la tesi secondo cui Lee avrebbe dovuto adottare una strategia difensiva.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Generale Meade il Mar 26 Mar 2013 - 20:08

Banshee ha scritto:


Grant fu un eccellente comandante e francamente non ho mai sostenuto che Lee fosse superiore a lui, se non forse per il fatto di aver sempre combattuto in grave inferiorità numerica. Ma il problema delle perdite è molto relativo: per quanto Grant abbia mirabilmente manovrato nell'Ovest egli si trovò ad affrontare dei capi militari, al di là della pochezza o meno, fecero scelte strategico-operazionali sbagliate: e cioè assumere un atteggiamento difensivo che li conduceva inevitabilmente a rinchiudersi in cittadelle che regolarmente cadevano in mano al nemico che neppure doveva combattere. In fondo Grant dovette combattere solo poche battaglie campali: e questo spiega il numero limitato di perdite. Anche per questo non può essere in alcun modo condivisa la tesi secondo cui Lee avrebbe dovuto adottare una strategia difensiva.

Banshee

Anche Lee, pur prediligendo la strategia di attacco, alla fine finì per richiudersi dentro Petersburg/Richmond. Non è che poi tali cittadelle caddero tutte gratuitamente nell'ovest. A vicksburg Grant dovette mordere il freno con due sanguinosi attacchi inconcludenti prima di decidersi all'assedio passivo. Il fatto è che le risorse confederate erano quelle. Andare all'attacco era un suicidio. Arroccarsi dentro una cittadella alla lunga sarebbe risultato letale. L'unica era cedere lentamente terreno per obbligare il nemico a trovarsi sempre più in difficoltà e isolato in pieno territorio nemico, ostacolato dall'ostilità della popolazione locale e con le retrovie minacciate costantemente dalla guerriglia, cercando il punto debole per colpirlo a morte con gli eserciti il più possibile integri. Altre alternative non ne vedo. Il fatto è che una simile strategia sarebbe risultata improponibile agli Stati confederati esposti all'invasione nemica, gelosi delle loro autonomie e poco propensi al sacrificio per l'ideale comune di patria.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3998
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Banshee il Mar 26 Mar 2013 - 20:14

Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:


Grant fu un eccellente comandante e francamente non ho mai sostenuto che Lee fosse superiore a lui, se non forse per il fatto di aver sempre combattuto in grave inferiorità numerica. Ma il problema delle perdite è molto relativo: per quanto Grant abbia mirabilmente manovrato nell'Ovest egli si trovò ad affrontare dei capi militari, al di là della pochezza o meno, fecero scelte strategico-operazionali sbagliate: e cioè assumere un atteggiamento difensivo che li conduceva inevitabilmente a rinchiudersi in cittadelle che regolarmente cadevano in mano al nemico che neppure doveva combattere. In fondo Grant dovette combattere solo poche battaglie campali: e questo spiega il numero limitato di perdite. Anche per questo non può essere in alcun modo condivisa la tesi secondo cui Lee avrebbe dovuto adottare una strategia difensiva.

Banshee

Anche Lee, pur prediligendo la strategia di attacco, alla fine finì per richiudersi dentro Petersburg/Richmond. Non è che poi tali cittadelle caddero tutte gratuitamente nell'ovest. A vicksburg Grant dovette mordere il freno con due sanguinosi attacchi inconcludenti prima di decidersi all'assedio passivo. Il fatto è che le risorse confederate erano quelle. Andare all'attacco era un suicidio. Arroccarsi dentro una cittadella alla lunga sarebbe risultato letale. L'unica era cedere lentamente terreno per obbligare il nemico a trovarsi sempre più in difficoltà e isolato in pieno territorio nemico, ostacolato dall'ostilità della popolazione locale e con le retrovie minacciate costantemente dalla guerriglia, cercando il punto debole per colpirlo a morte con gli eserciti il più possibile integri. Altre alternative non ne vedo. Il fatto è che una simile strategia sarebbe risultata improponibile agli Stati confederati esposti all'invasione nemica, gelosi delle loro autonomie e poco propensi al sacrificio per l'ideale comune di patria.

Meade

E infatti rinchiudendosi perse. Fu costretto da Grant e dalla disparità di forze: ma tentò di strappare l'iniziativa senza riuscirvi. Quindi alla fine ritirarsi serviva solo a facilitare la vittoria unionista. Francamente non ricordo a partire dal 1648 (epoca dell'inizio della guerra moderna) un solo esempio (eccezion fatta forse per la campagna di Russia) in cui un esercito sulla difensiva abbia prevalso. Quanto alla strategia globale, ho già mostrato nel topic su Johnston che era semplicemente folle l'idea di cedere terreno per guadagnare tempo.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Grant a Shiloh

Messaggio  Homo Universalis il Mer 27 Mar 2013 - 12:17

Ci lascia, per il momento, la campagna terrestre e vedere le prestazioni di Grant nella campagna di Fort Donelson-Shiloh. Questa è la mia opinione:
1) Fort Donelson: Grant calcolato male le difese, a giudicare dal Fort Henry. Mandò Andrew Foote scafo al fuoco contro il Confedeates, ma flottiglia di Foote fu infine respinto. Inoltre, fallito attacco di Grant contro il forte Fbruary 14. Successivamente, egli fu sorpreso da un attacco di cuscino e quasi è stato guidato dal campo di battaglia, pur essendo reinfored dalla divisione di Lew Wallace. Solo di Floyd cautela e la mancanza di genio militare erano responsabili per l'arresto dell'attacco confederato. Contrattacco di Grant fu anche respinto, ma ora i federali avevano un ampio tempo di circondare le fortificazioni. Se Floyd non fosse stato così prudente e cuscino così poco diplomatico, Grant non potrebbe mai entrare il moniker "Resa incondizionata".
Shiloh 2): prima di tutto, Grant non è riuscito a stabilire una linea di picchetto e l'attacco confederato. Egli riuscì a rally le sue truppe, ma ha perso un'altra occasione quando non rinuncia mentre i Confederati erano occupati con il vespaio. Egli è caduto indietro a Pittsburg Landing, invece di ordinare Lew Wallace per attaccare. (Wallace era nella parte posteriore confederata e se ha attaccato, i meridionali sarebbero stato costretto a ritirarsi immediatamente). Anche nel secondo giorno, Grant non è riuscito ad avanzare oltre le sue posizioni ex o coordinare i suoi movimenti dell'esercito con Buell. Se Grant aveva collaborato con il suo collega generale, Shiloh sarebbe una decisiva vittoria federale. Inoltre, l'8 aprile, a Fallen Timbers, riuscì a capire che l'offensiva di Forrest era solo un'azione di retroguardia e ha perso la sua ultima opportunità per perseguire. Shiloh fu un pareggio tattico e strategico, ma una vittoria del territorio federale.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 4 Apr 2013 - 22:00

Se ci pensiamo bene peró tutta questa aggressivitá che viene attribuita a Grant il più delle volte fu dovuta a fattori esterni tipo le pressioni dell'opinione pubblica, della stampa e dei radicali. Proprio la campagna dell'Overland fu ben poco farina del suo sacco. La linea di operazione fu imposta da Lincoln, considerare l'armata di Lee l'unico obbiettivo delle operazioni sul fronte orientale fu ugualmente imposto dall'amministrazione Lincoln e a lungo auspicato da Halleck, ottenere una vittoria schiacciante sul campo rapidamente é stata l'ossesione dei radicali e della stampa. La prima proposta di Grant per il 1864 era lanciare 2 offensive anfibie (una a Mobile e una in North Carolina) lontano dagli eserciti nemici per attaccare invece le infrastrutture e il tessuto produttivo del nemico. Piú che un macellaio vedo un'ossessione per la logistica. O no?

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2808
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Il generale Grant

Messaggio  Homo Universalis il Ven 5 Apr 2013 - 13:22

Cominciamo dall'inizio.
Grant era naturalmente aggressivo e tutte le sue battaglie erano quelli offensivi. Inoltre, Lincoln e Halleck voleva una rapida vittoria per dimostrare che il Nord potrebbe vincere. L'offensiva Mobile-North Carolina fu ideato e condotto da Sherman. Grant non era l'asso di logistica, perché basato su quello che ha fatto nella sua superiorità numerica, ma non importava anche sulla forza del suo nemico.

Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 5 Apr 2013 - 18:46

La campagna del North Carolina a cui mi riferivo io non é quella di Sherman ma quella che Grant propose per l'armata del Potomac all'inizio del 1864 e che secondo lui avrebbe reso impossibile per l'ANV rimanere in Virginia a causa dell'interruzione dei rifornimenti. Prevedeva quindi di prendere Richmond e l'intero stato senza combattere, o almeno non entro i confini dello stesso. Oltretutto si sarebbe interposto tra le armate di Johnston e Lee impedendo possibili concentrazioni e l'Armata del Potomac non avrebbe avuto da difendere linee di comunicazione lunghe o instabili come le ferrovie basandosi invece sul supporto della marina. Stessa cosa per Mobile e nessuna delle due venne compiuta.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2808
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Banshee il Ven 5 Apr 2013 - 18:48

P.G.T. Beauregard ha scritto:La campagna del North Carolina a cui mi riferivo io non é quella di Sherman ma quella che Grant propose per l'armata del Potomac all'inizio del 1864 e che secondo lui avrebbe reso impossibile per l'ANV rimanere in Virginia a causa dell'interruzione dei rifornimenti. Prevedeva quindi di prendere Richmond e l'intero stato senza combattere, o almeno non entro i confini dello stesso. Oltretutto si sarebbe interposto tra le armate di Johnston e Lee impedendo possibili concentrazioni e l'Armata del Potomac non avrebbe avuto da difendere linee di comunicazione lunghe o instabili come le ferrovie basandosi invece sul supporto della marina. Stessa cosa per Mobile e nessuna delle due venne compiuta.

Ciao

Sembra un poco il concetto base del piano "Anaconda" proposto da Scott nel 1861 ovviamente riveduto e corretto con le varianti del caso, non vi pare?

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 5 Apr 2013 - 19:56

Sì peró l'obbiettivo era disentegrare l'armata di Lee e far cadere Richmond senza doverle attaccare direttamente.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2808
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Il generale Grant

Messaggio  Homo Universalis il Ven 5 Apr 2013 - 22:34

Ci dispiace, ma ci sono molte campagne del Nord Carolina. Ci sono:
1) Spedizione di Burnside e quello che lo ha seguito. I federali catturarono la costa lì.
2) Quello proposto da Grant ma mai eseguita.
3) Campagna di Sherman, che si concluse con la resa de facto del confederato teatro occidentale.
Come capito, giudicato male il tuo riferimento e generale Banshee ha ragione quando dice che Grant era basato od il vecchio piano di Anaconta.

Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il generale Grant

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum