Gen. Joseph Eggleston Johnston

Pagina 5 di 32 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 18 ... 32  Seguente

Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  forrest il Sab 5 Mar 2011 - 23:34

A questo riguardo,confesso la mia ignoranza.Teniamo comunque conto che l'opera del Prof.Luraghi a tutti noi nota,e i giudizi in essa contenuti ,risalgono agli anni 60,quindi non si può escludere che Luraghi,riguardo a Johnston (e di conseguenza anche a Hood e a Pemberton)abbia cambiato parere.Lo ritengo anzi probabile;in caso contrario,sarebbe grave.Purtroppo in Italia l'argomento che ci appassiona é così poco popolare che nessun quotidiano e nessuna rivista si preoccuperanno mai di interpellare Luraghi per sapere se abbia cambiato opinione oppure no circa il Gen.Johnston.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  George Armstrong Custer il Dom 6 Mar 2011 - 14:29

Forrest, concordo con quanto hai scritto nel tuo ultimo post. Le fonti citate da Luraghi nella sua Storia della Guerra Civile Americana, per quanto riguarda Johnston, sono molto antiche: egli cita lo scrittore Gamaliel Bradford, Confederate Portraits, del 1914, dove Johnston viene paragonato a condottieri del calibro di Fabio Massimo,Turenne e Moreau ( pag.340 del libro di Luraghi).

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2481
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Mar 2011 - 9:04

Penso che molto probabilmente il prof. Luraghi non abbia cambiato idea neanche al giorno d'oggi su Johnston.
Ne "La Guerra Civile Americana" del 1990, da lui curata, si legge in un capitolo dello storico Cyril Falls intitolato "I condottieri della guerra civile":
"...i confederati Joseph Johnston, Early ed Ewell avrebbero dato lustro a qualsiasi esercito."

Nel suo libro "Cinque lezioni sulla guerra civile americana", del 1997, il prof. Luraghi è ancora più esplicito. Infatti si legge:
"Lo stesso 17 luglio il Presidente Davis prese la drastica (e sciagurata) decisione di sostituire Johnston con il generale John Bell Hood. Errore più catastrofico non si poteva fare."

Infine, nel libro di Riccardo Rossotto "La guerra civile americana" del 2007, si trova una intervista al prof. Luraghi.
A una domanda del Rossotto su Davis - E come capo militare? Qual è il suo giudizio? - il prof. Luraghi risponde: "Sul piano militare non è poi così vero che Davis non desse fiducia ai suoi generali, basta pensare come ha agito con Lee, al quale ha dato una fiducia totale.". Di rimando il Rossotto gli chiede: - Non si comportò tuttavia allo stesso modo con Joe Johnston...- al che il prof. Luraghi replica: "Davis era convinto di avere una solida preparazione militare, era stato un combattente anche valoroso, e quindi non permise mai che si formasse un comando supremo da lui distinto, come invece avvenne nel Nord. Davis ritenne sempre, in ultima analisi, di essere lui che doveva dirigere le operazioni, e questo aspetto è stato molto negativo..."


Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  forrest il Lun 7 Mar 2011 - 14:20

Allora i casi sono 2:o Luraghi ha smesso da tempo di tenersi aggiornato sull'argomento,oppure non ha il coraggio di ammettere di essersi sbagliato.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Mar 2011 - 14:32

Caro Forrest,

mi complimento per il coraggio di tali affermazioni. In primo luogo perchè il prof. Luraghi in Italia è considerato un mostro sacro al riguardo, e in secondo luogo perchè proprio con la caduta di Atlanta si è avuta una svolta nel conflitto che ne ha determinato la vittoria dei federali, e pertanto un parere positivo o negativo riguardo il generale Johnston è fondamentale per orientare chi vuole cimentarsi nello studio di tale conflitto.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Mer 9 Mar 2011 - 20:40

Aggiungo che nel libro del prof. Luraghi del 2007 "La Spada e le Magnolie", si legge riguardo i principali ufficiali confederati:

"...ma dal carisma che i loro più illustri capi militari come i generali Lee, Jackson, Longstreet, Joseph Johnston, Beauregard, Forrest sapevano emanare."

Hood viene definito un "leone" ma non una "volpe".

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  R.E.Lee il Gio 10 Mar 2011 - 9:24

Caro Meade,
sicuramente Johnston fù una volpe nel campo delle pubbliche relazioni e nella "promozione" del suo operato. Nel campo di battaglia lo fù assai di meno. per me..


Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4001
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  forrest il Gio 10 Mar 2011 - 14:08

Mi hai tolto le parole di bocca. Wink
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 12 Mar 2011 - 16:42

Non è un bene avere dei mostri sacri in questo campo e venerare le loro opere. La ricerca non si può fermare ma bisogna sempre essere pronti a vagliare nuove ipotesi e considerare nuove fonti. Quindi l'immobilismo sulla guerra civile che a volte si percepisce in Italia e che vede il libro di Luraghi come la bibbia sull'argomento e alla quale si deve fare riferimento è a mio modesto parere sbagliata. E' inoltre sbagliato secondo me fare troppo affidamento a opere generiche come quelle di Luraghi o anche alla spesso citata "Battle Cry of Freedom", perchè basta prendere uno specifico libro minimamente attendibile sulla campagna di Atlanta o su QUALSIASI altra cosa per trovare dei dettagli mancanti, degli errori, ecc, che i primi libri non prendono in considerazione. Questo significa che è giusto criticare il libro di Luraghi perchè è innegabile che in alcune sue parti sia superato ma non dimentichiamoci che Luraghi ha il merito di essere stato, ed essere ancora, l'unico a parlare in maniera ampia e autorevole della guerra civile. Piuttosto che vedere lui che rivisita la sua opera oggi dopo una lunga carriera, preferirei vedere un nuovo storico serio in grado di realizzre un'opera moderna ottenendo lo stesso rispetto e l'ammirazione che ha guadagnato Luraghi.
Questo è un piccolo off-topic che si può comunque continuare a discutere nell'apposita discussione.
Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2885
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Dom 8 Mag 2011 - 11:29

R.E.Lee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:Secondo mè le cifre vanno interpretate proprio perchè non è rimasto niente a cui appellarsi. Chi può dire che Johnston, trincerandosi in modo formidabile, come fece Lee a Richmond e Petersburg non avrebbe retto, non solo un mese e mezzo, ma anche un anno e passa?...."


Meade

Fare il processo alle intenzioni (di Johnston) è esercizio forse meno complicato di quanto non si creda se si esaminano i suoi "precedenti, almeno per quanto riguarda la campagna in questione: Intanto presente comunque che, come illustratoci dal ns Forrest, tempo fà, le trincee che difendevano Atlanta eranno tuttaltro che "formidabli" come Johnston le descrisse nelle sue memorie anzi, un tratto di esse non era neppure stato completato. Erano i precedenti secondo me, a screditare quanto affermò Johnston: durante quella camapagna (e le altre durante quella guerra) non aveva fatto altro che ritirarsi, perchè non avrebbe ancora fatto lo stesso? Oltretutto il terreno intorno ad Atlanta si prestava ancor meno di quelli che il vecchio Joe aveva presidiato prima per una difesa manovrata. Ipotizzare a mio parere, che Johnston avrebbe cambiato registro all'improvviso prendendo l'iniziativa, mi sembra improbabile. Avrebbe, a mio parere, continuato a fare quel che sempre aveva fatto.....si sarebbe ritirato di buon grado cedendo Atlanta in breve tempo...

Lee

Lee

Caro Lee,

strano che una diatriba che dura 150 anni ancora non sia finita. Negli USA, metà degli storici accusano Johnston, mentre l'altra metà lo adora. La critica più forte che viene fatta dai suoi detrattori, è che tendeva a ritirarsi. Eppure il 31 maggio 1862, nella battaglia dei 7 pini, attaccò gli unionisti impantanati nella riva meridionale del fiume Chickahominy. Se non fossero arrivati i rinforzi, i nordisti avrebbero subito una disastrosa sconfitta. Inoltre, a riprova che non era di certo un vigliacco, rimase gravemente ferito.
In un articolo intitolato "La Guerra Biologica tra Cronaca e Storia" di Vito Peduto e Michele Peduto, del Dipartimento di Medicina Clinica Sperimentale Università di Perugia, leggo che durante la ritirata di Vicksburg, nel 1863, aveva lasciato imputridire negli stagni delle carcasse di animali per impedire ai nordisti di rifornirsi di acqua potabile. Se ne deduce che sicuramente non era un ufficiale così arrendevole, ed era pronto ad usare metodi anche poco ortodossi per difendere la sua causa.
A differenza di McClellan, che tentennava a portare le sue truppe in fase offensiva, pur avendo una schiacciante maggioranza (eppure le truppe lo adoravano), Jhonston non attaccava perche, come da lui chiarito nelle sue memorie, aspettava di avere il vantaggio numerico, e con Sherman ci stava riuscendo, per andare all'offensiva. Purtroppo fu sostituito da un suo subalterno, Hood, che ne prese il posto proprio nel momento decisivo, dove stava per dimostrare di essere all'altezza dei suoi compiti. Di Hood la Storia è al corrente di quello che fece, mentre di Jhonston non si saprà mai. Si possono supporre solo opinioni personali. Non ci si trova d'accordo ne sulle reali truppe a sua disposizione (di Jhonston), ne sulle reali perdite o diserzioni o altro da lui subite.
E' chiaro che se certi storici affermano che Jhonston aveva sotto il suo comando 85.000 uomini, quando Hood dice di averne preso in consegna 50.000, manca una cifra enorme di uomini che non sembra essere deceduta nei campi di battaglia. Disertarono? Se sì, perchè lo fecero? Non erano felici di come Johnston aveva portato avanti la guerra fino a quel momento? Ma allora, perchè non tornarono in massa quando arrivò Hood, portando così un valido contributo alla causa? O forse disertarono proprio perchè arrivò Hood, di cui forse non avevano stima?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  R.E.Lee il Dom 8 Mag 2011 - 12:47

Caro Meade,
più un personaggio è storicamente controverso, più attira le discussioni; come le api sul miele... Very Happy


Lee Wink
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4001
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Dom 8 Mag 2011 - 13:05

Caro Lee,

su questo non ci piove. Per fortuna che esistono tali opzioni, in modo tale da soddisfare in modo egregio la ns. favella Very Happy .
A parte gli scherzi, ultimamente nel forum si parla di polemiche. Penso che, personalmente, se sono stato causa di polemiche, l'ho fatto per poter potermi confrontare in modo costruttivo riguardo certe critiche verso alcuni dei personaggi della GCA, tra cui "Joe" Johnston. Niente di personale. Wink

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  R.E.Lee il Dom 8 Mag 2011 - 14:26

Caro Meade,
sò benissimo come la pensi !! Io più o meno la vedo come te! Quando 2 o più persone sul medesimo argomento la vedono in maniera diametralmente opposta è possibile che qualche polemicuccia possa nascere. Niente di preoccupante.....le definirei polemiche costruttive.... Wink Wink
Se poi qualcuno è andato sopra le righe criticando l'atteggiamento od il modo di proporsi o di comportarsi dei ns iscritti e del sottoscritto nello specifico, salendo sul pulpito per propinarci le sue verità, pazienza....siamo in un "Forum libero", non verrà censurato per questo, anche se non sarà certo da me condiviso...


Ciao
Lee

avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4001
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  forrest il Dom 8 Mag 2011 - 15:11

Caro Meade,cosa intendi per "ritirata di Vicksburg"?Io non ne ho mai sentito parlare.A Vicksburg il vecchio Joe non mise neppure piede.L'avrà forse vista in cartolina.Si ritirò,che dico,scappò a gambe levate da Jackson dirigendosi verso Calhoun ,a Nord-est;Grant non si sognò neppure di inseguirlo;lasciò Sherman,con 2 Divisioni,a devastare Jackson,e con le altre Divisioni tornò dritto ad ovest,verso Vicksburg.A Champion Hill combattè la celebre battaglia d'incontro con Pemberton.L'acqua avvelenata l'avrà bevuta qualche mucca,i nordisti no di certo,perchè stavano andando nella direzione opposta.I soldati presenti a Cassville,e che a Luglio non c'erano +,si erano in gran parte sbandati durante le continue ritirate,ed erano caduti prigionieri dei nordisti che li inseguivano.Era un po' dura che poi tornassero a rimpolpare le schiere dell'Armata del Tennessee quando venne promosso Hood...
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Dom 8 Mag 2011 - 15:24

Caro Forrest,

ti rimando a quanto da mè letto in questo link già citato:

http://www.gimmoc.it/editoria/1-2007/pag25-56.pdf

Se poi, nelle ns. Università, in Italia, scrivono cose inesatte, ahimè, non sò cosa risponderti. Diventa sempre più difficile, continuando così, appurare la verità o meno di certe fonti. In base a quali fattori dare o meno credibilità a certi scritti? Quelli che più ci aggradano o quelli che dovrebbero essere per antonomasia le fonti ufficiali?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  forrest il Dom 8 Mag 2011 - 15:53

Se la "fonte ufficiale per antonomasia" riguardo la Campagna di Vicksburg è il "Giornale Italiano di Microbiologia e Odontoiatria",siamo proprio a posto...Edwin Bearss,Warren Grabau,Michael Ballard,Timothy Smith,etc.,anzichè buttare vie decenni di studio e di lavoro,avrebbero fatto prima ad andare dal dentista,e farsi dire com'erano andate veramente le cose in quel di Vicksburg,in quella lontana primavera del 1863.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Dom 8 Mag 2011 - 17:25

Caro Forrest,

la propria opinione al riguardo su certi fatti storici, che in alcuni casi sono molto soggettivi ( aggiungo Alan Hankinson che non fu mite con Johnston) è varia, ma se i due Vito e Michele Peduto hanno scritto quanto da mè citato, sarà il caso che prendi contatto con loro per farti spiegare l'arcano. Li trovi nel "Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università di Perugia - Cultore di Storia Contemporanea - Collaborazione di Paola Fabbricini nella ricerca iconografica e bibliografica". Tieni presente che a fine articolo hanno scritto la blibliografia su dove hanno preso le fonti.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Banshee il Dom 8 Mag 2011 - 22:50

Caro Lee,

strano che una diatriba che dura 150 anni ancora non sia finita. Negli USA, metà degli storici accusano Johnston, mentre l'altra metà lo adora. La critica più forte che viene fatta dai suoi detrattori, è che tendeva a ritirarsi. Eppure il 31 maggio 1862, nella battaglia dei 7 pini, attaccò gli unionisti impantanati nella riva meridionale del fiume Chickahominy. Se non fossero arrivati i rinforzi, i nordisti avrebbero subito una disastrosa sconfitta. Inoltre, a riprova che non era di certo un vigliacco, rimase gravemente ferito.
In un articolo intitolato "La Guerra Biologica tra Cronaca e Storia" di Vito Peduto e Michele Peduto, del Dipartimento di Medicina Clinica Sperimentale Università di Perugia, leggo che durante la ritirata di Vicksburg, nel 1863, aveva lasciato imputridire negli stagni delle carcasse di animali per impedire ai nordisti di rifornirsi di acqua potabile. Se ne deduce che sicuramente non era un ufficiale così arrendevole, ed era pronto ad usare metodi anche poco ortodossi per difendere la sua causa.
A differenza di McClellan, che tentennava a portare le sue truppe in fase offensiva, pur avendo una schiacciante maggioranza (eppure le truppe lo adoravano), Jhonston non attaccava perche, come da lui chiarito nelle sue memorie, aspettava di avere il vantaggio numerico, e con Sherman ci stava riuscendo, per andare all'offensiva. Purtroppo fu sostituito da un suo subalterno, Hood, che ne prese il posto proprio nel momento decisivo, dove stava per dimostrare di essere all'altezza dei suoi compiti. Di Hood la Storia è al corrente di quello che fece, mentre di Jhonston non si saprà mai. Si possono supporre solo opinioni personali. Non ci si trova d'accordo ne sulle reali truppe a sua disposizione (di Jhonston), ne sulle reali perdite o diserzioni o altro da lui subite.
E' chiaro che se certi storici affermano che Jhonston aveva sotto il suo comando 85.000 uomini, quando Hood dice di averne preso in consegna 50.000, manca una cifra enorme di uomini che non sembra essere deceduta nei campi di battaglia. Disertarono? Se sì, perchè lo fecero? Non erano felici di come Johnston aveva portato avanti la guerra fino a quel momento? Ma allora, perchè non tornarono in massa quando arrivò Hood, portando così un valido contributo alla causa? O forse disertarono proprio perchè arrivò Hood, di cui forse non avevano stima?

Meade[/quote]


Attualmente, però, non esiste una critica divisa in due fazioni contrapposte, una pro-Johnston e l'altra anti-Johnston. Con l'eccezione di Steven Newton, v'è ormai unanime consenso tra gli studiosi della campagna di Atlanta che la strategia di Johnston fu fallimentare. Quella a cui ti riferisci tu era la fazione che si formò dopo la guerra di secessione tra difensori di Davis e difensori di Johnston. In pratica prima degli studi di Castel (che è stato di fatto il primo a condurre un serio esame della campagna di Sherman nel 1864) e Connelly (in minor misura, con le precedenti opere sull'Armata del Tennessee), nessuno aveva condotto un'approfondita ricerca sul tema. Successivamente sia Davis, McMurry che Lash sono giunti alle medesime conclusioni.
Quanto alla battaglia di Seven Pines, risulta tutt'altro che dimostrato che il piano di Johnston sarebbe riuscito; anzi, i caotici ordini di Johnston provocarono un tale caos che ben pochi tra i generali sudisti avevano una qualche idea di cosa avrebbero dovuto fare. Il peggio è che Longstreet e Johnson per auto-assolversi non esitarono a gettare poi la colpa sul generale Huger (secondo alcuni falsificando persino i loro rapporti). Che Johnston fosse un condottiero assai coraggioso è indubbio: anche nel corso della guerra contro il Messico, se non ricordo male, fu ferito ben tre volte e anzi Winfield Scott ebbe a dire che aveva quasi una particolare sfortuna nell'attirare le palottole avversarie. Ma, in sostanza, mancava di coraggio morale, ossia della forza di affrontare il nemico in battaglia mettendo a repentaglio anche il proprio nome e la propria reputazione. Per Johnston ogni motivo era buono per rinviare lo scontro: o troppo numeroso il nemico o sfavorevole il terreno. Sia come sia, nel 1862 il tanto vituperato McClellan era giunto a 10 chilometri da Richmond: e qualunque sia la spiegazione, lì ce lo aveva condotto Johnston. Difficilmente uno stratega moderno potrebbe guardare alla condotta di Johnston duranta la campagna peninsulare come ad un esempio a cui ispirarsi. Successivamente, nella campagna per Vicksburg, l'unica cosa che seppe fare è inviare lettere a Pemberton e a Davis (oltreché ai suoi egregi sostenitori politici) lamentando questo e quello, ma senza muovere un dito. Nella campagna di Atlanta, appellandosi ad un'inferiorità numerica del tutto esagerata (Lee a Chancellorsville e in molte altre occasioni si trovò in ben peggiori condizioni ma riuscì a sconfiggere il nemico), condusse Sherman alle porte della città georgiana, senza dare l'impressione di volerla difendere con determinazione. Circa le cifre (85.000/50.000) ho già fatto notare che la sostanza degli
storici attribuisce a Johnston un numero assai superiore a quello che si attribuivano Johnston (in questo era davvero emulo - in senso contrario - di McClellan) o Hood (cioè 50.000 tratti dagli OR che però se guardi bene si riferiscono a cifre incomplete). Possono essere stati 70.000 o 75.000 o anche 85.000 (quest'ultima cifra però come da me segnalato si riferisce al perido giugno luglio non al 17 luglio). Ma la sostanza non cambia: la pretesa inferiorità numerica era assai meno ampia di quel che Johnston pretendeva. In conclusione, un ufficiale dello stato maggiore del generale Field (ANV) nel 1864 chiese agli altri ufficiali, quale fosse il giudizio corrente su Johnston; la risposta fu che correva voce che Johnston stesse apprestando i ponti per ritirarsi su Cuba Laughing

Banshee

P.S: noto che nell'articolo dei due Peduto (cultori della materia di Storia Contemporanea) si cita come fonte per le affermazioni di Sherman su Vicksburg una fonte di ....seconda mano No . Ho seri dubbi sull'attendibilità di questa notizia, ma anche fosse vera, in sostanza una cosa è chiara: a Vicksburg nessuno ha mai visto o sentito parlare di Johnston.
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1922
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  forrest il Lun 9 Mag 2011 - 0:08

Questi 2 signori saranno dei califfi nel campo della Medicina,ma riguardo la Campagna di Vicksburg non soltanto ne sanno meno degli storici che ho citato,ma,modestamente,anche meno di me,o di chiunque abbia letto anche soltanto il brevissimo resoconto di Luraghi;hanno riportato un'inesattezza macroscopica,senza curarsi di verificarla.Tutto qui.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 9 Mag 2011 - 9:35

Cari amici,

stamane ho trovato - senza dedicare molto tempo alla ricerca -, diversi libri su "Joe" Johnston e di diversi autori, a riprova che la diatriba, specialmente Davis vs Johnston è tutt'altro che finita. Premetto che ho letto le numerose recensioni ma non posseggo i seguenti libri:

Joseph E. Johnston - A Civil War Biografy
di Craig L. Symonds

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Kennesaw Mountain June 1864
di Richard A. Baungartner

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Civil War Generals in Defeat
di Steven E. Woodworth

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Joseph E. Johnston
di Gilbert Govan & James Livingwood

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Joseph E. Jonston and defence of Richmond
di Steven H. Newton

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Di questi libri, alcuni parlano bene del generale, altri lo critiano, certamente, ma nessuno lo stronca definitivamente come un pessimo comandante. Anzi.
Ho postato questi libri ma, cercando, sono sicuro di trovarne altri, per testimoniare che ci sono anche altre correnti di pensiero che vanno prese in considerazione.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Banshee il Lun 9 Mag 2011 - 10:34

Caro Meade,
Volendo fare il punto della situazione circa lo stato della ricerca su J.E. Johnston risulta:
1) Biografie: a parte la ricerca di Craig Symonds, che è relativamente recente (1992) ed è discretamente bilanciata, esistono due agiografie assai datate (B.T. Johnston, A Memoir of Life and Public Service of Joseph E. Johnston, 1891 e R.H.Hughes, General Johnston, 1893) poco attendibili poiché dovute alla penna di un suo ex ufficiale e amico (B.T.Jonston) e del nipote (R.H.Hughes). La biografia di Govan & Livingwood è anch'essa ormai datata, risalendo al 1956.
2) Quanto all'analisi della condotta di Johnston , la critica recente è ormai pressocché unanime nel considerare il suo comportamento in modo sostanzialmente negativo, sia sul teatro virginiano che a Vicksburg e ad Atlanta:
-T.L.Connelly, Autumn of Glory, 1972;
- A.Castel, Decision in the West 1988;
-R. McMurry vari articoli (anni 90 e 2000) e Atlanta 1864 (2004 se non ricordo male);
-S.E. Woodworth vari articoli (anni 90 e 2000), S.E. Woodworth, Jefferson Davis and His Generals: The Failure of the Confederate Command in the West, 1990 e Lee & Davis at War,1995;
- J. Lash, Destroyer of the Iron Horse 1995;
- L.J. Daniel Soldiering in the Army of Tennessee,1992.
- S.Davis, vari articoli anni 90 e Atlanta will fall, 1999.
- W.C. Davis, vari articoli 1990-2000;
- R. K. Krick, vari articoli 2000.
La critica su Vicksburg è in Grabau, Wenschel, Smith etc.
In senso contrario dunque rimangono solo Symonds e Newton (articoli e General Johnston and the Defence of Richmond).
Quanto all'opera Civil War in Defeat v'è un articolo discretamente critico sulla condotta di Johnston in Virginia. L'opera su Kennesaw Mountain (che non possiedo) mi pare si occupi di una vittoria tattica - l'unica in sostanza - senza però entrare nel merito dei più complessi problemi della campagna di Atlanta.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1922
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 9 Mag 2011 - 11:01

Caro Banshee,

ti ringrazio per il tuo contributo al riguardo. Appeno trovo altro materiale lo posto in modo da poter avere un tuo pare al riguardo.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  piero il Lun 9 Mag 2011 - 11:11

ho postato su la campagna di atlanta(ops!) il sito dove leggere on line su testo del 1874 le memorie di johnston. per chi non le avesse... su quel sito si trovano accessibili on line anche le memorie di lee e di altri protagonisti della acw
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 9 Mag 2011 - 11:12

Caro Piero,

ti ringrazio per il tuo contributo Very Happy

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  R.E.Lee il Sab 21 Mag 2011 - 16:43

Generale Meade ha scritto:Caro Cheatham,

ultimamente mi sono messo a rileggere su Jhonston e sulla campagna di Atlanta, in più stò facendo delle ricerche sul web. Ho letto da qualche parte che la cerchia degli ufficiali dell'Armata del Tennessee confederata era un pozzo di vipere. Molto prababilmente era così in ogni Armata sia confederata che unionista durante la GCA, ma credo che nell'Armata in questione lo sia stato in modo particolare. In quelle condizioni era molto difficile per chiunque poter comandare con efficenza. Una cosa è sicura però, e cioè, che Lee aveva stima di Johnston e non fù affatto felice quando venne destituito. Forse la tattica di Johnston di arretrare davanti a forze superiori alle sue non era di gradimento agli alti vertici militari, ma in giro di Lee ve ne era uno solo. Oltretutto le operazioni tattiche e strategiche migliori di Lee furono quelle fatte quando poteva contare su "Stonewall" Jackson, che però nel 1864 era già uscito dalla Storia.

Meade

Il vecchio Joe ha passato praticamente il resto della sua vita a magnificare le sue strategie . Può anche darsi che l'armata del tennesse fosse un covo di vipere o di incompetenti, ci mancherebbe, ma se così fosse stato perchè Johnston non lo ha mai detto oppure scritto nel dopoguerra?
Johnston mi è sempre sembrato la classica persona disposta a tutto pur di salvarsi la reputazione quindi perchè non ha mai denigrato la qualità (o la fedeltà) degli uomini posti sotto il suo comando? Sarebbe stato pure un ottimo escamotage per scagionarsi...

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4001
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 32 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 18 ... 32  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum