Gen. Joseph Eggleston Johnston

Pagina 31 di 32 Precedente  1 ... 17 ... 30, 31, 32  Seguente

Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 21 Mar 2013 - 19:16

Gli ultimi messaggi che ho cancellato erano sarcastici e polemici e non erano solo tuoi, altri parlavano di Lee quindi il mio intervento era rivolto a tutti quelli che partecipavano alla discussione. Non ho censurato nessun suggerimento, ho solo cancellato dei messaggi dove non si continuava a leggere altro che un utente che diceva che Joe aveva 6000 uomini e un altro che rispondeva che si sbagliava, e sono due giorni che va avanti. Suggerite pure qualcosa da leggere, anzi citate pure qualche paragrafo di un libri o qualche pagina degli OR, qualcosa di un po' più utile insomma e su cui poter parlare magari insieme agli altri.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2856
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Homo Universalis il Gio 21 Mar 2013 - 20:40

Carissimo Colonello ROSSETTI BRUNO,
Ho alcune osservazioni circa il tuo post.
Prima di tutto, Jackson era una posizione difendibile ed una significativa, come Vicksburg comunicati con la Confederazione e Richmond in generale solo attraverso di essa. Così, i confederati dovettero rioccupare, se volevano salvare Vicksburg.
Per quanto riguarda Georgia milizia, erano duri combattimenti e vincente.
Quando arriviamo alle figure, non hanno niente da dire. Non voglio offenderti, ma per evidenziare alcuni punti non menzionati nel vostro commento.

Ciao,
Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  HARDEE il Gio 21 Mar 2013 - 22:09

Buonasera,

Ciao Homo Huniversalis; ti risulta che la capitale del Mississippi fosse fortificata?


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Homo Universalis il Gio 21 Mar 2013 - 22:19

Carissimo Generale Hardee,
Jackson fu fortificata e difendibile. Esso potrebbe era stato tenuto se Johnston non era così lento e letargico. Ci dispiace per l'utilizzo di tali espressioni emotive, ma penso così.

Ciao,
Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 22 Mar 2013 - 12:38

Homo Universalis ha scritto:Carissimo Colonello ROSSETTI BRUNO,
Ho alcune osservazioni circa il tuo post.
Prima di tutto, Jackson era una posizione difendibile ed una significativa, come Vicksburg comunicati con la Confederazione e Richmond in generale solo attraverso di essa. Così, i confederati dovettero rioccupare, se volevano salvare Vicksburg.
Per quanto riguarda Georgia milizia, erano duri combattimenti e vincente.
Quando arriviamo alle figure, non hanno niente da dire. Non voglio offenderti, ma per evidenziare alcuni punti non menzionati nel vostro commento.

Ciao,
Homo Universalis.
Ciao
Il problema di fondo è che  la direzione dell' avanzata di Grant non permettava ai sudisti di difendere contemporaneamente Jackson e Vicksburg con le stesse forze, i confederati non avevano abbastanza forze per  poterle dividere, dovevano decidere se salvare Jackson o Vickburg, la scelta fu di non decidere così le forze sudiste divise non potererono difendere nessuna delle due città e di fatto le persero tutte e due. D'altra parte bisogna ricordare una massima di Napoleone "Chi vuol difendere tutto non difende nulla"
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Lun 9 Set 2013 - 17:20, modificato 2 volte
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Homo Universalis il Ven 22 Mar 2013 - 13:05

Carissimo Collonello ROSSETTI BRUNO,
Il problema non dovrebbe mai aveva esistito. Exclamation I Confederati sotto Pemberton avevano 30.000 uomini circa a Vicksburg, mentre Grant aveva poco più di 50.000. What a Face Inoltre, Johnston era in movimento con almeno 20.000 uomini. Pemberton previsto Johnston alla stazione e guardia Jackson, così lasciò la città non custodito. Johnston, previsto d'altra parte, Pemberton a tenere la città fino al suo arrivo, ma Grant arrivò prima e occuparono la città prima di Johnston. Crying or Very sad Questo è principalmente un errore di Pemberton. Twisted Evil Ma l'errore è stato commesso successivamente da Johnston. Quando Grant temporaneamente lasciato la città per distruggere le ferrovie, Johnston non avanzare e la grande occasione è stata persa. alien

Ciao,
Homo Universalis.
avatar
Homo Universalis
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 143
Data d'iscrizione : 12.03.13
Età : 19
Località : Hellas

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 30 Ago 2013 - 17:29

dan-acw ha scritto:
HARDEE ha scritto:Ciao Daniele,

               il fatto è che il Generale Sherman conosceva il territorio della Georgia meglio del suo avversario.

                                                                                                                             Hardee
Cioè fatemi capire.....il vecchio Joe, il maestro della difensiva e della manovra ritardatrice, che ebbe ben 4 mesi di tempo, oltre che diverse migliaia di soldati georgiani, per studiare ogni cm di terreno compreso tra Dalton ed Atlanta, non riuscì a colmare il presunto gup che lo separava da Sherman in merito alla conoscenza del territorio?
Ciao
Sono pienamente d'accordo, è incomprensibile che un'armata composta per larga parte da abitanti del luogo sembri conoscere la propria terra meno del nemico.

p.s.
Altrettanto si può dire per La campagna di Vicksburg.

Saluti
Bruno
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  HARDEE il Sab 31 Ago 2013 - 15:24

Signori buongiorno,

Non vorrei essere frainteso, ciò che intendevo dire  è che tutte le trappole e la scelta dei terreni di battaglia dei confederati , erano valutati dall'occhio esperto del Generale Sherman. Comunque nella relazione di Forrest viene citata la mancanza di cartine dettagliate della Georgia da parte confederata e a questo bisogna aggiungere che il Servizio Cartografico fu istituito dallo stesso Generale Lee, che si era reso conto di talì carenze.

                                                                                                                                                                                              Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1881
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 66
Località : Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Lun 2 Set 2013 - 17:26

HARDEE ha scritto:Signori buongiorno,

Non vorrei essere frainteso, ciò che intendevo dire  è che tutte le trappole e la scelta dei terreni di battaglia dei confederati , erano valutati dall'occhio esperto del Generale Sherman. Comunque nella relazione di Forrest viene citata la mancanza di cartine dettagliate della Georgia da parte confederata e a questo bisogna aggiungere che il Servizio Cartografico fu istituito dallo stesso Generale Lee, che si era reso conto di talì carenze.

                                                                                                                                                                                              Hardee
Ciao
Credo che ci sia un equivoco generale, e mi scuso di questo, il mio riprendere un post del ns amico DAN serviva solo a rimarcare la "leggerezza" e la superficialità che troppe volte caratterizzava le forze confederate dell'ovest, il tuo post mi sembra che non faccia altro che avvalorare questo mio pensiero.
Saluti
Bruno
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Banshee il Lun 7 Ott 2013 - 17:35

Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:
Chi sarebbero codesti neo-nostalgici? Shocked Gradirei una risposta puntuale: nomi e dati per cortesia. Perchè mica si vorrà far passare per neo-nostalgici della Lost Cause tutti coloro che criticano Johnston(e si tratta di storici e accademici di altissimo livello)??
Quanto al panorama storiografico, non posso fare nulla se, per l'appunto, gli studiosi che hanno esaminato nel dettaglio le campagne di Vicksburg e Atlanta hanno dovuto concludere pressoché all'unanimità che Johnston o era un inetto totale dedito a maneggi della peggior specie (nel peggiore dei casi) o un generale totalmente incapace dal punto di vista strategico operazionale e tattico (nel migliore dei casi)-
Johnston avrà anche inviato la cavalleria il 25 giugno: ma allora perché poi muoversi solo il 1° luglio? Sei giorni dopo! Certo che quanto a risolutezza e rapidità non è che Johnston brillasse molto. Ma tanto che gliene importava? Colpa di Pemberton!
Più emergono i dati e più si ha la conferma della dabbenaggine di Johnston.

Pemberton non la ricevette perchè semplicente fu spedita il 3 luglio e arrivò a cose fatte.

Pemberton si arrese perchè non c'era di che sopravvivere e nessun segno di vita (a parte vaghe promesse e roboanti proclami) dava Johnston.

Quanto alla difesa di Jackson se quelli sono i risultati meglio sarebbe stato se Johnston se ne fosse andato immediatamente. Quantomeno non avrebbe depresso il morale delle truppe. Ma si sa: quando si trattava di combattere ogni scusa era buona per retrocedere: e se gli unionisti non lo inseguirono, fu solo perchè erano poco interessati ed esausti per il clima pltre che più che soddisfatti per l'esito della campagna.

Banshee
Risposta un pò magra. Io stò li a snocciolare nomi, date e cifre per trovarmi di fronte il solito "processo alle intenzioni"? Se ti ho appena scritto che almeno sei storici, ma sono molti di più, non hanno avuto niente da ridire su Johnston, come fai a dire che "pressoché all'unanimità che Johnston o era un inetto totale dedito a maneggi della peggior specie (nel peggiore dei casi) o un generale totalmente incapace dal punto di vista strategico operazionale e tattico (nel migliore dei casi)-". Questo è solo un tuo personale parere influenzato da alcuni storici di certo non teneri nei riguardi di Johnston.
Niente da mangiare lo avevano i prigionieri nel campo di Andersonville. Non era certo per una manciata di giorni di attesa che Pemberton rischiava di morire di inedia. Come mai non chiese il permesso a Davis prima di arrendersi? Il tempo per farlo di certo non gli mancava dato che oltre che girarsi i pollici di più non fece.
Sherman non inseguì Johnston perchè sapeva di rischiare grosso. Nonostante la sua superiorità numerica di quasi al doppio si fece scappare la preda di sotto il naso.

Meade
Di fronte a poco arrosto, che si pretendeva?
Ma evito ogni questione sino a quando non mi si risponderà alla domanda che ho precisamente formulato. Sto aspettando. Nel caso di assenza di risposte precise su chi, come e quando di questi presunti neo letterati della Lost Cause abbia bersagliato il povero Johnston ne dovrò dedurre che si tratta di un'invenzione bella e buona. Quanto al fatto che si tratti di una mia opinione, non mi spaventa affatto. Visto che direi di aver dimostrato un discreta conoscenza del personaggio, non vedo i l problema. Peraltro gli autori sono ben noti. A memria, i principali:
A. Castel- The Atlanta Campaign, 1992.
S. Davis -Atlanta will fall, 1999
R.McMurry - Atlanta 1864, 2000-
W. Grabau - The Vicksburg Campaign: A Geographical View, 2001
T. Winschel - The Vicksburg Campaign 2 voll, 1998-2003.

Attendo paziente....

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Johnston e la storiografia

Messaggio  dan-acw il Lun 7 Ott 2013 - 18:05

Banshee ha scritto:A. Castel- The Atlanta Campaign, 1992.
S. Davis -Atlanta will fall, 1999
R.McMurry -  Atlanta 1864, 2000-
W. Grabau - The Vicksburg Campaign: A Geographical View, 2001
T. Winschel - The Vicksburg Campaign 2 voll, 1998-2003.

Attendo paziente....

Banshee
Posso aggiungere Ballard e Groom?
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Banshee il Lun 7 Ott 2013 - 18:31

Aggiungi, aggiungi..vogliamo dimenticare Woodworth? e il libro sulla battaglia di Champion Hill?...ah peraltro ci sarebbe pure il nuovo volume edito da S.Woodworth per la serie delle campagne all'Ovest. Già apparsi quelli su Chattanooga, Chickamauga e Shiloh è uscito da due settimane quello su Vicksburg che si articolerà su BEN 5 VOLUMI! Slurp slurp. Intanto nel primo volume c'è già parecchio materiale su Retreatin' Joe.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Ott 2013 - 18:39

Banshee ha scritto:

Di fronte a poco arrosto, che si pretendeva?
Ma evito ogni questione sino a quando non mi si risponderà alla domanda che ho precisamente formulato. Sto aspettando. Nel caso di assenza di risposte precise su chi, come e quando di questi presunti neo letterati della Lost Cause abbia bersagliato il povero Johnston ne dovrò dedurre che si tratta di un'invenzione bella e buona. Quanto al fatto che si tratti di una mia opinione, non mi spaventa affatto. Visto che direi di aver dimostrato un discreta conoscenza del personaggio, non vedo i l problema. Peraltro gli autori sono ben noti. A memria, i principali:
A. Castel- The Atlanta Campaign, 1992.
S. Davis -Atlanta will fall, 1999
R.McMurry -  Atlanta 1864, 2000-
W. Grabau - The Vicksburg Campaign: A Geographical View, 2001
T. Winschel - The Vicksburg Campaign 2 voll, 1998-2003.

Attendo paziente....

Banshee
Quindi secondo quello che hai scritto:

A. Castel- The Atlanta Campaign, 1992.
S. Davis -Atlanta will fall, 1999
R.McMurry - Atlanta 1864, 2000-
W. Grabau - The Vicksburg Campaign: A Geographical View, 2001
T. Winschel - The Vicksburg Campaign 2 voll, 1998-2003.

hanno scritto di Johnston: "pressoché all'unanimità che Johnston o era un inetto totale dedito a maneggi della peggior specie (nel peggiore dei casi) o un generale totalmente incapace dal punto di vista strategico operazionale e tattico (nel migliore dei casi)-". ?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 7 Ott 2013 - 18:50

dan-acw ha scritto:
Banshee ha scritto:A. Castel- The Atlanta Campaign, 1992.
S. Davis -Atlanta will fall, 1999
R.McMurry -  Atlanta 1864, 2000-
W. Grabau - The Vicksburg Campaign: A Geographical View, 2001
T. Winschel - The Vicksburg Campaign 2 voll, 1998-2003.

Attendo paziente....

Banshee
Posso aggiungere Ballard e Groom?
Allora possiamo anche citare William C. Davis che nel suo libro sulla prima campagna di Manassas espone non pochi dubbi e critiche sulla gestione di Johnston delle prime manovre ad Harpers Ferry e nella Valle dello Shenandoah.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2856
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  dan-acw il Lun 7 Ott 2013 - 18:52

Vado a memoria: Newton relativamente a Seven Pines
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Ott 2013 - 19:35

P.G.T. Beauregard ha scritto:
dan-acw ha scritto:
Banshee ha scritto:A. Castel- The Atlanta Campaign, 1992.
S. Davis -Atlanta will fall, 1999
R.McMurry -  Atlanta 1864, 2000-
W. Grabau - The Vicksburg Campaign: A Geographical View, 2001
T. Winschel - The Vicksburg Campaign 2 voll, 1998-2003.

Attendo paziente....

Banshee
Posso aggiungere Ballard e Groom?
Allora possiamo anche citare William C. Davis che nel suo libro sulla prima campagna di Manassas espone non pochi dubbi e critiche sulla gestione di Johnston delle prime manovre ad Harpers Ferry e nella Valle dello Shenandoah.

Ciao
E ci mancherebbe che Jonston non possa e non debba essere criticato. Ma un conto è criticare e un'altro è denigrare. Anche perchè presi uno per uno, nessun generale della CW, sia unionista che confederato, porterebbe tanti punti a casa. Il fatto è che per certuni si vuol vedere solo un lato della medaglia perchè l'altro è poco piacevole da vedere.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 7 Ott 2013 - 21:04

Nessuno degli autori citati denigra Johnston. L'accanimento è qui sul forum, nel senso che alcuni partecipanti si sono fatti prendere dalle discussioni e hanno dato un'idea sbagliata del loro stesso giudizio e del lavoro di questi storici. In nessuna delle opere citate ho riscontrato un particolare accanimento verso la figura di Johnston, vi sono autori che criticano il suo operato per mezzo di numerose documentazioni di diversa natura, così come accade in qualsiasi altra opera di un certo livello che tratta di qualsiasi altro evento o figura. La figura di Johnston non ne esce certo bene, persino il più fervente sostenitore del generale ne uscirebbe con dei dubbi ma non perchè vi sono una raffica di accuse contro di lui, ma semplicemente perchè i fatti sono ben esposti e sopratutto ben documentati. Sono convinto come te che di ogni generale bisognerebbe vedere entrambi i lati della medaglia e noi in Italia abbiamo estremamente bisogno di farlo dato che la limitata storiografia ha creato dei miti e dei perdenti esenti da qualsiasi critica o "nuova" interpretazione (nuova per noi italiani dato che da decenni gli storici americani stanno apportando nuovo materiale che inequivocabilmente modifica la percezioni di questo o quel personaggio/evento). Mi spiace dirlo, ma il tanto amato Luraghi e al quale dobbiamo sicuramente molto, ha contribuito a creare certi miti duri a morire in Italia ma già morti e sepolti negli USA. Joe Johnston è una figura che secondo me va profondamente rivista, tuttavia è uno dei miti su cui spingeva Luraghi e l'ammirazione di molti per il professore fa si che qualsiasi tentativo di correggere tale impostazione venga bollato nel nostro paese come revisionismo fazioso o denigrazione del personaggio e dell'opera, questa è l'impressione che ho. Ribadisco quindi che gli autori sopra citati non affermano nulla di sconvolgente, dispongono di certe fonti che gli permettono di muovere certe critiche e lo fanno in modo intelligente e professionale, per questo motivo sono considerati grandi storici di fama internazionale.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2856
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  dan-acw il Lun 7 Ott 2013 - 21:19

P.G.T. Beauregard ha scritto:Nessuno degli autori citati denigra Johnston. L'accanimento è qui sul forum, nel senso che alcuni partecipanti si sono fatti prendere dalle discussioni e hanno dato un'idea sbagliata del loro stesso giudizio e del lavoro di questi storici. In nessuna delle opere citate ho riscontrato un particolare accanimento verso la figura di Johnston, vi sono autori che criticano il suo operato per mezzo di numerose documentazioni di diversa natura, così come accade in qualsiasi altra opera di un certo livello che tratta di qualsiasi altro evento o figura. La figura di Johnston non ne esce certo bene, persino il più fervente sostenitore del generale ne uscirebbe con dei dubbi ma non perchè vi sono una raffica di accuse contro di lui, ma semplicemente perchè i fatti sono ben esposti e sopratutto ben documentati. Sono convinto come te che di ogni generale bisognerebbe vedere entrambi i lati della medaglia e noi in Italia abbiamo estremamente bisogno di farlo dato che la limitata storiografia ha creato dei miti e dei perdenti esenti da qualsiasi critica o "nuova" interpretazione (nuova per noi italiani dato che da decenni gli storici americani stanno apportando nuovo materiale che inequivocabilmente modifica la percezioni di questo o quel personaggio/evento). Mi spiace dirlo, ma il tanto amato Luraghi e al quale dobbiamo sicuramente molto, ha contribuito a creare certi miti duri a morire in Italia ma già morti e sepolti negli USA. Joe Johnston è una figura che secondo me va profondamente rivista, tuttavia è uno dei miti su cui spingeva Luraghi e l'ammirazione di molti per il professore fa si che qualsiasi tentativo di correggere tale impostazione venga bollato nel nostro paese come revisionismo fazioso o denigrazione del personaggio e dell'opera, questa è l'impressione che ho. Ribadisco quindi che gli autori sopra citati non affermano nulla di sconvolgente, dispongono di certe fonti che gli permettono di muovere certe critiche e lo fanno in modo intelligente e professionale, per questo motivo sono considerati grandi storici di fama internazionale.

Ciao
Per quanto mi riguarda l'accanimento e' direttamente proporzionale alla fama (per fortuna poca) che ancora questo personaggio gode in alcuni casi.
Lo stesso Luraghi che non ha minimamente cambiato il suo giudizio, influenzando ancora ed ancora i lettori italiani, mi spinge ulteriormente in quella direzione.

Infine se Joe Joe le avesse sparate meno grosse ed avesse gettato meno veleno in giro avrebbe forse ottenuto oggi un trattamento migliore
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 7 Ott 2013 - 21:32

dan-acw ha scritto:Per quanto mi riguarda l'accanimento e' direttamente proporzionale alla fama (per fortuna poca) che ancora questo personaggio gode in alcuni casi.
Lo stesso Luraghi che non ha minimamente cambiato il suo giudizio, influenzando ancora ed ancora i lettori italiani, mi spinge ulteriormente in quella direzione.

Infine se Joe Joe le avesse sparate meno grosse ed avesse gettato meno veleno in giro avrebbe forse ottenuto oggi un trattamento migliore
Nella sostanza mi trovo d'accordo. Accanirsi però è controproducente, credo che il tema stia a cuore a molti appassionati e che bisogna affrontarlo nel modo giusto, fornendo una valida alternativa. Ricordo che il nostro amico Banshee aveva iniziato un'accurata narrazione della vita e delle gesta di Joe anni fa, ebbene penso che il tema debba essere presentato con quelle modalità ai lettori italiani. Fonti convincenti, giudizi equilibrati e una piacevole lettura.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2856
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Lun 7 Ott 2013 - 22:39

P.G.T. Beauregard ha scritto:...Fonti convincenti, giudizi equilibrati e una piacevole lettura.

Ciao
Quoto in toto!!!

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 7 Ott 2013 - 22:49

Generale Meade ha scritto:
P.G.T. Beauregard ha scritto:...Fonti convincenti, giudizi equilibrati e una piacevole lettura.

Ciao
Quoto in toto!!!

Meade
I titoli citati contengono tutti questi elementi, peccato che non siano accessibili a una grossa fetta del pubblico italiano.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2856
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 7 Ott 2013 - 22:50

In generale, sono d'accordo con gli ultimi interventi, qui non si tratta di accanirsi contro Tizio o difendere a oltranza Caio, simpatia o antipatia non contano, si tratta di analizzare i fatti in base ai  documenti e valutare il soggetto in esame. Credo che l'operato di Johnston sia stato ampiamente revisionato negli ultimi anni, solo noi italiani e forse noi europei siamo ancora legati alla visione "luraghiana" del generale Johnston.

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3351
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  dan-acw il Lun 7 Ott 2013 - 23:00

P.G.T. Beauregard ha scritto:
dan-acw ha scritto:Per quanto mi riguarda l'accanimento e' direttamente proporzionale alla fama (per fortuna poca) che ancora questo personaggio gode in alcuni casi.
Lo stesso Luraghi che non ha minimamente cambiato il suo giudizio, influenzando ancora ed ancora i lettori italiani, mi spinge ulteriormente in quella direzione.

Infine se Joe Joe le avesse sparate meno grosse ed avesse gettato meno veleno in giro avrebbe forse ottenuto oggi un trattamento migliore
Nella sostanza mi trovo d'accordo. Accanirsi però è controproducente, credo che il tema stia a cuore a molti appassionati e che bisogna affrontarlo nel modo giusto, fornendo una valida alternativa. Ricordo che il nostro amico Banshee aveva iniziato un'accurata narrazione della vita e delle gesta di Joe anni fa, ebbene penso che il tema debba essere presentato con quelle modalità ai lettori italiani. Fonti convincenti, giudizi equilibrati e una piacevole lettura.

Ciao
Quella di Banshee (unitamente alle cartine di Hardee) era un piccolo capolavoro
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 875
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 7 Ott 2013 - 23:06

Quoto al 1000x1000!!!!! speriamo che vada avanti!

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3351
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Generale Meade il Dom 1 Dic 2013 - 14:54

Banshee ha scritto:
Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:

Se (e dico "se") Luraghi ha affermato davvero una cosa del genere, significa che ha esaminato con poca attenzione la documentazione. A parte il fatto che il piano di Beauregard prevedeva in una delle sue versioni (elaborò due proposte, a distanza di pochi giorni l'una dall'altra) che Lee fosse spedito nel Tennessee al posto di Bragg e non a Vicksburg, esso era contenuto in alcune lettere che spedì a destra e manca (Wigfall, Johnston e un suo parente) meno che a Davis. E infatti il piano di Beauregard non fu mai discusso dal presidente e neppure esaminato. Si vedrà meglio la questione nel topic relativo alla strategia confederata nella primavera 1863 (cfr. Perchè Gettysburg), ma intanto è chiaro che a Lee non fu mai proposto di andare a Vicksburg e neppure se ne discusse mai. Tanto meno di recarsi ad Ovest. Dunque, la tesi è del tutto infondata. RImane il fatto he quando a Lee fu ordinato di assumere le difese costiere del South Carolina, egli obbedì senza discutere: e si impegnò a fondo nella difesa, tanto da guadagnarsi l'ammirazione di uomini e storici.

Banshee  
Dopo essere tornato sconfitto dal West Virginia Lee non aveva altre alternative che ubbidire all'ordine di recarsi fuori dalla Virginia. Dopo le cose cambiarono. Così scrivono due emminenti storici, D.B. Davis e D.H. Donald:

"Sul fronte orientale, le brillanti vittorie di Lee e dei suoi luogotenenti permisero all'esercito della Virginia del nord di fare sostanzialmente ciò che voleva, senza grande riguardo per le esigenze della Confederazione in altri punti della linea difensiva. Lee, che aveva libero accesso al presidente Davis, si oppose a qualsiasi tentativo di idebolire le sue forze. A metà del 1863, invece che correre in soccorso a Vicksburg, Lee scelse deliberatamente di invadere di nuovo il Nord, nella vana speranza che questa operazione allentasse altrove la pressione sugli eserciti confederati. Il risultato fu la disfatta di Gettysburg e la presa di Vicksburg.
Ciononostante, nel 1864 Lee era l'unico comandante confederato che godesse della fiducia del paese e delle sue truppe. Quando le sconfitte sudiste diventarono più numerose delle vittorie, il Congresso confederato richiese all'unanimità una direzione coordinata degli eserciti sudisti e tutti guardarono spontaneamente a Lee. Il generale, tuttavia, era contrario ad accettare queste più ampie responsabilità e fece di tutto per disincentivare il piano. Quando, nel gennaio 1865, il Congresso approvò una legge che prevedeva la nomina di un comandante in capo di tutti gli eserciti, aveva in mente Lee e Davis lo designò; ma Lee mise subito in chiaro che lui sarebbe rimasto essenzialmente un comandante di teatro, responsabile solo davanti a Davis."

Meade
Le cose cambiarono dopo il ritorno dal South Carolina? Non mi pare proprio:
1) Fatto: non è mai esistito alcun preciso ordine, piano, suggerimento a Lee di recarsi ad Ovest da parte di chicchessia, tanto meno da Davis o dal governo o suoi rappresentanti.
2) Fatto: Lee non rifiutò proprio un bel niente. A parte che non aveva potere di rifiutare alcunché, Lee si limitò a prospettare il proprio piano strategico: cioè invece di mandare truppe preziose a fare un bel nulla all'Ovest (visto che colà sarebbero state in mano a Johnston, cioè un generale che per un motivo o per un altro non combinava granché) egli suggerì (giustamente a mio avviso) di invadere il Nord. La decisione fu presa dal Governo e da Davis. Lee mica era un dittatore...
3) Ripetuto per la 300a volta: anche spedendo la divisione Pickett il 10 maggio (come voleva Seddon) essa non sarebbe giunta in tempo per salvare Vicksburg. A parte che con Johnston al comando, sarebbe stata lì a guardare, sembra quasi che il responsabile della caduta di Vicksburg sia stato Lee, mica il formidabile duo Pemberton-Johnston....Rolling Eyes Un altro pò e ci verranno a dire che se la Confederazione perse Atlanta e fu sistematicamente bastonata ad Ovest fu colpa di quell'incapace di Lee, mica di Polk e compagnia bella.
4) Già detto e ripetuto: il teatro orientale era considerato da tutti (Lincoln e unionisti in primis) il fronte principale. Sembra un pò di assistere alla storia della coperta corta. Lee purtroppo non aveva il dono dell'ubiquità, era solo un uomo e - aggiungo io - uno straordinario generale.
5) Lee non disincentivò proprio un bel nulla. Quando Davis fu alfine rimosso dalla carica di C-in-C, Lee sebbene non particolarmente entusiasta, accettò l'incarico e fece quel che occorreva. Vale a dire: fece passare la legge per l'arruolamento degli afro-americani e convinse Johnston a prendere l'iniziativa e dar battaglia a Sherman. Una specie di miracolo.
In  sostanza ultima, per quanto rispetti l'opinione degli storici da te citati, noto che nessuno dei due si è mai sognato di affermare che Lee si sia rifiutato di recarsi a Vicksburg o in qualsiasi parte dell'Ovest a comandare le armate confederate: il che è chiaro, visto che nessuno mai glielo propose od ordinò, al contrario di quanto affermerebbe (falsamente) Luraghi o secondo la tua opinione.

Banshee
Sempre gli storici D.B. Davis e D.H. Donald danno una risposta ai tuoi quesiti:

"...nel 1863 appariva evidente che nell'ovest una riorganizzazione dei comandanti confederati era più che mai necessaria. Davis istituì ciò che fu, di fatto, un sistema di comando di teatro. Lee guidava le forze in Virginia, J.E. Johnston comandava le truppe tra le montagne e il fiume Mississippi; a E. kirby-Smmith, infine, furono affidate tutte le truppe della vasta regione al di là del Mississippi.
Il nuovo sistema si rivelò solo in parte efficace. KirbySmith divenne una specie di super-comandante... Diede anche nuovo impulso al commercio con il Messico cosicchè, via Matamoros, arrivarono enormi quantità di munizioni e rifornimenti europei. Così rafforzato , il "regno di Kirby-Smith", come veniva popolarmente chiamato, se la cavò meglio di tutto il rimanente Sud; ma Kirby-Smith non fece granchè per mettere a disposizione del governo di Richmond le ampie risorse del suo comando.
Nel teatro centrale, invece, non si costituì un forte sistema di comando. Johnston lamentava di non essere a conoscenza dell'ampiezza e della natura delle proprie mansioni. Continuava a chiedere se dovesse assumersi il comando in campo degli eserciti separati di Bragg e di Pemberton, o se dovesse semplicemente fare loro da consigliere. Sapendo che entrambi erano protetti da Davis, Joh nston non osava dare ordini perentori a nessuno dei due. Di conseguenza, fece solo un timido tentativo per sostituire l'impopolare Bragg e in appoggio a Pemberton mandò un distaccamento di soli pochi uomini. Johnston non riuscì a persuadere Pemberton ad abbandonare Vicksburg finchè ne aveva il tempo e così dovette assistere, nervoso ma impotente, al triste spettacolo dell'esercito confederato messo alle strette, assediato e ridotto alla resa per fame."

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4018
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Gen. Joseph Eggleston Johnston

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 31 di 32 Precedente  1 ... 17 ... 30, 31, 32  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum