Chickamauga, la vittoria sprecata

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Gio 19 Set 2013 - 17:32

Ciao
Non credo che Dug Gap sarebbe stata una vittoria decisiva al massimo sarebbe stata distrutta una  divisione nordista diciamo 4.000 nordisti contro 1.000 sudisti, Thomas già non credeva a questa fuga precipitosa dei sudisti e cauto per natura avrebbe prontamente ritirato i suoi reparti, Rosencrans non appena avvertito avrebbe arretrato la sua Armata,  mettendo il Tenneesse fra sè  e i sudisti, credo che la battaglia di Chickamauga non ci sarebbe stata e la storia avrebbe preso un altro corso. Piuttosto perchè ve la prendete tutti con Cleburne? Almeno fino alla battaglia non era certo lui il peggior nemico di Bragg!!!!  A mio avviso il maggior responsabile è D.H. Hill, che non solo non eseguì gli ordini ma raccontò  scentemente il falso al suo comandante. Secondo me se Cleburne avesse raggiunto Hindman, le sue titubanze sarebbero sparite e l'attacco avrebbe avuto luogo.

Ne approfitto per parlare un pò del protagonista della battaglia il generale  Hindman...

Convinto secessionista si schiera subito con la confederazione Assume il comando di quello che diverrà il 2do Arkansas. Presto (siamo nel 61) gli viene ordinato di portare la sua unità aldilà del Mississippi, solo 5 delle 10 compagnie del suo reggimento lo seguono, le altre si rifiutano NON DI COMBATTERE ma di abbandonare il loro stato. Segue le vicende dei reparti di AoM fino a Shiloh dove viene ferito non gravemente però la ferita è tale che lo costringe ad abbandonare il suo comando In Giugno viene messo al comando del settore del Trans-Mississippi e inviato in Arkansas li la situazione era disperata lo spOstamento di Army of the West aveva svuotato il settore di ogni truppa sudista e di tutti gli equipaggiamenti. I federali erano a meno di 100 km di Little Rock. Arrivato trovò la seguente situazione: 4.000 fanti e 1.500 cavalieri (molti senza cavallo), sostanzialmente senza equipaggiamenti le armi a disposizione erano le seguenti 2.000  fucili (forse sarebbe meglio chiamarli Archibugi) con 100.000 pallottole e 6 cannoni di bronzo con 400 colpi, la polvere a disposizione non bastava per sparare un decimo di questi colpi. Li Hindman in poco tempo fece quello possiamo tranquillamente un miracolo, e che dobbiamo definire il capolavoro della sua carriera militare. Agendo con ferrea disciplina, andando a caccia di disertori, colpendo senza pietà gli speculatori che approfittavano della guerra, sequestrando mulini, forgie, operai, schiavi (1)  capannoni, materiali, telai, cavalli, carri ,insomma tutto quello che serve(2) per combattere. Riesce incredibilmente a formare una armata di 20.000 uomini e 50 cannoni superando i 12.500 uomini e 50 cannoni di Curtis. Con loro esegue una serie di manovre che senza ingaggiare nessuna grossa battaglia ma solo scontri minori (4) costringe i federali a rifugiarsi a Helena. Non ha comunque intenzione di fermarsi chiede al comando le armi per poter armare gli uomini (circa 1/4) a sua disposizione che non ha potuto utilizzare in combattimento perchè sprovvisti una volta armati il suo intendimento è di liberare il Mssouri inaspettatamente arriva da Richmond la notizia del suo esonero. Come mai? Come abbiamo detto prima i suoi ordini per porre argine alla corruzione e al malgoverno dello stato hanno rotto le uova nel paniere a molti e così il presidente e lo stato maggiore lo sostituiscono (5). IL suo successore trova la seguente situazione 12.000 fanti e 6.000 cavalieri con 54 cannoni con armi ed equipaggiamento  adeguati oltre a 7/8.000 in addestramento e pronti ad essere messi in linea non appena riforniti di armi.Convince il suo successore a dargli un incarico, lo ottiene e con 10.000 uomini di cui 3.000 indiani si dirige verso il Missouri nello stato Vi sono 50.000 uomini quasi tutti miliziani di scarsa affidabilità e sparute pattuglie di regolari, il comandante del settore riesce a farsi mandare forze regolari e il 30 Settembre con 11.000(6) uomini entra in contatto con Hindman a Newtonia, una sua vittoria spalancherebbe il Missouri al sud però esita e dopo una breve scaramuccia si ritira i nordisti convinti di avere di fronte 40.000 uomini, si ritengono paghi del risultato ottenuto e si guardano bene dall'inseguirli IL 15 Ottobre è a Little Rock  li riceve la notizia che il comando ha ordinato di mandare 10.000 uomini a concorrere alla difesa di Vicksburg Hindman memore dell'esperienza dell'anno prina si oppone e risce a convincere il comandate a dargli 12.000 uomini (7) per attaccare i nordisti di Blunt nel nel nord-ovest dell'Arkansas, venuto a sapere dell'arrivo di Herron decide di lasciare un velo di cavalleria davanti a Blunt e dirigersi con il resto ad intercettare e distruggere le forze di Herron. Il 6 l'avanguardia di Hindman avvista le forze di Herron, sembra fatta i sudisti hanno l'opportunita di combattere e distruggere separatamente le forze federali. Invece di attaccare Hindman oidina alle sue forze di trincerarsi e ASPETTARE l'attacco nordista, che ovviamente non avviene, dando così tempo a Blunt di ricongungersi con Herron, combattendo il giorno dopo 7 Dicembre 1862 la battaglia che ben conosciamo.
Dopo la battaglia Hindman rimasto pressochè senza munizioni e proiettili di artiglieria è costretto a ritirarsi, durante la ritirata la sua armata subisce una forte emoraggia di uomini dovuto non tanto a diserzioni bensì piuttosto a sbandamenti di unità, molti uomini si assentano per rimanere nel loro territorio natio per organizzarsi come guerriglieri che daranno molti fastidi all'unione, quando due anni dopo Price passò da quelle parti molti si unirono a lui. Altri si allontanarono per trovare viveri visto che i sudisti erano a corto di provviste, molti di loro nei mesi a seguire si riunirono ai loro reparti. Successivamente fu trasferito a AoT e nè segui le vicende fino a Kennesaw Mountain dove fu ferito in maniera tale che non torno più ad un comando attivo fino alla fine della guerra.
FINE
Saluti
Bruno
1) c'è chi dice che cercò di arruolarne alcuni però è una voce che ho letto su un sito, senza nessuna conferma, durante le guerre nascono tante leggende, anzi DOPO le guerre nascono la maggior parte delle leggende
2) Sequestrò persino un reparto, alcune unità  di texani di passaggio per raggiungere l'est furono da lui dirottate in Arkansas, le unità sono 6 compagnie del 12th tx. ft.
3) Per favore non chiedetemi se sono aggregate, fucili ecc ecc, perchè non ne ho la più pallida idea Very Happy  questo vale anche per i numeri che darò da qui fino alla fine dell'articolo
4) Forse la cosa non è casuale
5) Per carità di patria non dirò il nome di quest'ultimo, dico solo che se Lincoln l'avesse scelto lui, non avrebbe trovato di meglio per favorire la causa unionista.
6) Avrebbero potuto essere di più ma Holmes preferì mandare 5.500 a Fort Hindman come guarnigione, tutti ben armati ed equipaggiati con ampie riserve di rifornimenti e munizioni che poi finirono nelle mani dei nordisti l'11/01/1863, la cosa curiosa è che queste unità quando vennero scambiate non tornarono in Arkansas ma furono assegnate ad AoT, prevalentemente nella brigata Deshler divisione Cleburne
7) Le forze sono complessivamente pari, 12.000 uomini e una cinquantina di cannoni per parte Blunt ne ha 8.000 di conseguenza Herron ne ha 4.000 Hindman nel momento in cui intercetta Herron ha lasciato Marmaduke con 2.000 cavalieri a tenere a bada Blunt, considerando  che deve aver lasciato indietro dei picchetti e parte del treno in  quel momento Hindman aveva 8.500/9.000 uomini. A sua volta Herron aveva marciato per 110 miglia in 3 giorni quindi per forza mancava  del treno di parte dell'artiglierie e degli elementi più deboli della fanteria quindi direi che al massimo aveva 3.000 uomini. A Prairie Grover i nordisti avevano 9.500 uomini i sudisti 11.000, nella battaglia le perdite furono 1.251 federali, e 1317 quelle confederate.

Quello che ho scritto non pretende di essere esaustivo e perfetto, ho consultato solo una decina di siti oltre a un libro su di lui che ho avuto la fortuna di trovare sul web.
Comunque anche da un esame superficiale Hindman sembra essere un capace organizzanizzatore, un uomo di polso, coraggioso sul campo da subordinato, e con ottime capace di manovra, e di lettura della situazione sul campo. Viceversa quando è lui al comando senza  superiori sembra avere paura di dare battaglia come se la suprema responsabilità lo rendesse incapace di decidere.


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Lun 30 Dic 2013 - 14:19, modificato 5 volte

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 19 Set 2013 - 18:21

ROSSETTI BRUNO ha scritto:
Ciao
Non credo che Dug Gap sarebbe stata una vittoria decisiva al massimo sarebbe stata distrutta una  divisione nordista diciamo 4.000 nordisti contro 1.000 sudisti, Thomas già non credeva a questa fuga precipitosa dei sudisti e cauto per natura avrebbe prontamente ritirato i suoi reparti, Rosencrans non appena avvertito avrebbe arretrato la sua Armata,  mettendo il Tenneesse fra sè  e i sudisti, credo che la battaglia di Chickamauga non ci sarebbe stata e la storia avrebbe preso un altro corso. Piuttosto perchè ve la prendete tutti con Cleburne? Almeno fino alla battaglia non era certo lui il peggior nemico di Bragg!!!!  Amio avviale il maggior responsabile è D.H. Hill, che non solo non eseguì gli ordini ma raccontò  scentemente il falso al suo comandante. A mio avviso se Cleburne avesse raggiunto Hindman, le sue titubanze sarebbero sparite e l'attacco avrebbe avuto luogo.
Thomas si sarebbe ritirato e la prudenza che caratterizzò la sua carriera penso lo avrebbe paralizzato a lungo dopo aver perso una divisione. L'armata di Rosecrans sarebbe rimasta pericolosamente esposta ad ogni modo dato che il corpo di McCook si sarebbe trovato isolato a sud. Se ci fosse stato uno stato maggiore non dico capace ma almeno efficiente e leale, persino con Bragg al comando i confederati avrebbero potuto sferrare un duro colpo all'Armata del Cumberland o prendere l'iniziativa disponendo di una netta superiorità numerica (considerando che in quei giorni stavano affluendo truppe da tutta la Confederazione). Gli unionisti avrebbero avuto un'armata nel migliore dei casi azzoppata e con un alto comando da ristabilire dato che immagino Rosecrans sarebbe finito male come dopo Chickamauga.
Per quanto riguarda Cleburne nel mio articolo non se ne parla male, nell'azione di Dug Gap fu forse l'unico ad aver sempre pronta (eccetto il primo giorno) la sua divisione. L'unica critica che è stata mossa al personaggio è relativo alla questione della sua possibile influenza su alcuni atteggiamenti che Hindman adottò verso Bragg. Molti ufficiali superiori dell'AoT nel 1863 erano fermamente convinti che qualsiasi cosa ordinasse Bragg fosse una follia e nel gruppo degli anti-Bragg c'era anche Cleburne, caro amico di Hindman. Gli anti-Bragg erano estremamente influenti e con i loro atteggiamenti e azioni sono da considerarsi i primi colpevoli della lenta (auto)distruzione dell'Armata del Tennessee. E proprio Chickamauga è l'apice di questo fenomeno con radunati tutti insieme personaggi del calibro di Polk, Buckner, William Preston, Longstreet, D.H. Hill, ecc ecc che sicuramente influenzarono Hindman.

Ciao

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  dan-acw il Gio 19 Set 2013 - 20:15

Caro Bruno a secondo me le divisioni federali che avrebbero potuto essere tranquillamente distrutte erano due e ciò avrebbe di fatto eliminato Thomas dalla scena.
A questo punto i confederati avrebbero potuto rivolgere la loro attenzione interamente su Crittenden e senza preoccuparsi eccessivamente di cosa accadeva alle loro spalle (come poi invece avvenne il giorno 13 e motivo per il quale Bragg non ordino' di attaccare una volta raggiunto il corpo di Polk).

Quanto a Cleburne egli era al tempo stesso un discepolo di Hardee (uno dei critici più feroci di Bragga) ed un grande amico di Hindman. È quindi altamente probabile che all'arrivo di Hindman nel l'armata Cleburne abbia provveduto ad avvertire il nuovo arrivato dell'incompretenza del comandante.......e questa è la spiegazione migliore per giustificare la sua condotta a Dug GAP.

Per hill valgono più o meno le stesse cose.

Insomma una possibile schiacciante vittoria venne mandata all'aria per i pregiudizi nei confronti del comandante.

dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 20 Set 2013 - 14:04

Ciao
Rispondo a tutti e due
per Beauregard
Quando parlo di critiche ingenerose verso Cleburne non penso certo al tuo bellissimo articolo parlavo di quanto scritto in altri interventi.
per Dan
Io parlo di 1 divisione perchè se non ho interpretato male la scansione temporale, qualora il piano  Bragg fosse stato eseguito anche con un piccolo ritardo, presente nel campo federale ci sarebbe stata solo la divisione Negley in quanto in quel momento la divisione Baird era ancora lontana e anche se non fosse stata avvisata il semplice afflusso all'indietro degli sbandati gli avrebbe consentito di ritirarsi anche a costo di perdere parte delle salmerie e  alcuni pezzi di artiglieria. D'altra parte potrei aver interpretato male la scansione temporale.
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Gio 3 Ott 2013 - 17:27, modificato 1 volta

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 20 Set 2013 - 16:54

Pensando a Chickamauga due decenni dopo la guerra civile, il Gen. Daniel Harvey Hill riassume le conseguenze della battaglia, dal punto di vista del sud, nel modo seguente.
“There was no more splendid fighting in ’61, when the flower of Southern youth was in the field, than was displayed in those bloody days of September ’63,” “But it seems to me that the élan of the Southern soldier was never seen after Chickamauga – that brilliant dash which had distinguished him was gone forever … He fought stoutly to the last, but after Chickamauga, with the sullenness of despair and without the enthusiasm of hope. That barren victory sealed the fate of the Southern Confederacy.”

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 20 Set 2013 - 19:51

Una mappa animata della battaglia di Chickamauga:
http://www.civilwar.org/battlefields/chickamauga/chickamauga-maps/chickamauga-animated-map/

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  George Armstrong Custer il Dom 22 Set 2013 - 8:28

Dopo il disastro che l'esercito dell'Unione aveva conseguito a Chickamauga, il primo istinto - la mossa sicura - sarebbe stata quella di tirarsi indietro, di fuggire dall'esercito confederato e riorganizzare l'esercito prima di riprovare a combattere. Una mossa che sicuramente sarebbe stata fatta se non fosse stato per Lincoln, che ha capito l'importanza di Chattanooga per la Confederazione.
Lincoln sapeva che se l'Unione avesse tenuto Chattanooga, la Confederazione sarebbe stata costretta a combattere per essa e avrebbe dato all'Unione la possibilità di sconfiggere l'esercito Conf.. La decisione di Lincoln di tenere Chattanooga avrebbe avuto un effetto profondo sul corso della guerra.

    EXECUTIVE MANSION, Washington, D. C., September 21, 1863.

   Major-General HALLECK:

   I think it very important for General Rosecrans to hold his position at or about Chattanooga, because if held from that place to Cleveland, both inclusive, it keeps all Tennessee clear of the enemy, and also breaks one of his most important railroad lines. To prevent these consequences is so vital to his cause that he cannot give up the effort to dislodge us from the position, thus bringing him to us, and saving us the labor, expense, and hazard of going farther to find him and also giving us the advantage of choosing our own ground and preparing it to fight him upon. The details must, of course, be left to General Rosecrans, while we must furnish him the means to the utmost of our ability. If you concur, I think he should better be informed that we are not pushing him beyond this position, and that, in fact, our judgment is rather against his going beyond it. If he can only maintain this position without more, the rebellion can only eke out a short and feeble existence, as an animal sometimes may with a thorn in its vitals.

   Yours, truly,

   A. LINCOLN.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Set 2013 - 16:08

Chattanooga era l'ideale trampolino di lancio per il Nord nel profondo sud, in special modo la georgia. Se l'Unione voleva tentare di invadere quelle terre (e vincere la guerra), la città di Chattanooga ne era la base imprescindibile. Quando Lincoln venne informato che Rosecrans "stava facendo le valigie" per abbandonare la città, ben fece a sostituirlo, ordinando al suo successore (di Rosecrans) di tenerla ad ogni costo.

Lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  dan-acw il Gio 26 Set 2013 - 0:26

ROSSETTI BRUNO ha scritto:Ciao
Rispondo a tutti e due
per Beauregard
Quando parlo di critiche ingenerose verso Cleburne non penso certo al tuo bellissimo articolo parlavo di quanto scritto in altri interventi.
per Dan
Io parlo di 1 divisione perchè se non ho interpretato male la scansione temporale, qualora il piano  Bragg fosse stato eseguito anche con un piccolo ritardo, presente nel campo federale ci sarebbe stata solo la divisione Negley in quanto in quel momento la divisione Baird era ancora lontana e anche se non fosse stata avvisata il semplice afflusso all'indietro degli sbandati gli avrebbe consentito di ritirarsi anche a costo di perdere parte delle salmerie e  alcuni pezzi di artiglieria, d'altra parte potrei aver sbagliato
Saluti
Bruno
p.s. mi assenterò per una settimana quando torno conto di ricominciare a scrivere di Forrest
Bisogna vedere se Baird che stava arrivando in rinforzo di Negley sarebbe riuscito a sganciarsi sotto la pressione di Cleburne e company (cosa di cui dubito) o avrebbe finito per essere anche lui schiacciato da un nemico più che doppio.
In ogn caso, indipendentemente da qualche migliaio di perdite in più, l distruzione della colonna di Negley e di parte di quella di Baird avrebbe avuto come conseguenza la completa paralisi del corpo di Thomas e quindi Bragg una volta raggiunto Polk avrebbe potuto concentrare 2/3 delle sue forze per schiacciare Crittenden senza doversi guardare le spalle dagli altri corpi federali.



dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Chickamauga, la vittoria sprecata

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:21


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum