L'indomabile gen. John Bell Hood

Pagina 3 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10 ... 18  Seguente

Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Mer 15 Giu 2011 - 23:55

caro lee, te ed altri siete avanti anni luce rispetto a chi-come me- è solo un curioso di "cose militari".gli è che essendo-perlappunto-molto curioso, mi capita di inciampare-quà e là- in testi quantomeno interessanti-sarà per il mestiere che faccio.bah
certo è che si può affermare che la conversazione e financo la polemica con i vari utenti del forum è stimolante ed interessante.magari ce ne fossero....
saludos a todos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Gio 16 Giu 2011 - 1:01

Il Generale Schofield scrisse a chiare lettere che le difese di Franklin(improprio chiamarle "fortificazioni")erano assai approssimative,allestite in tutta fretta da soldati stremati dalla ritirata notturna da Spring Hill.E infatti in un punto vennero sfondate.Hood decise di prenderle d'assalto dopo averle esaminate attentamente col binocolo.In seguito,quando giunse di fronte alle imponenti fortificazioni di Nashville,si guardò bene dall'attaccarle.Non era un pazzo,bensì una delle menti + lucide e geniali della Guerra Civile.Il suo trasferimento sul fronte occidentale rappresentò una gravissima perdita per l'Armata della Virginia,un fatto che viene spesso trascurato.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  R.E.Lee il Gio 16 Giu 2011 - 8:43

Caro Forrest,
quanto affermò il Gen. Schofield fà a cozzi con quanto a scritto il Prof. Luraghi in merito alle difese di Franklin, vado un pò a memoria: Il Luraghi afferma che il Gen. Cleburne esaminando con il binocolo le difese della cittadina ne rimase impressionato...

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4001
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  R.E.Lee il Gio 16 Giu 2011 - 8:43

piero ha scritto:caro lee, te ed altri siete avanti anni luce rispetto a chi-come me- è solo un curioso di "cose militari".gli è che essendo-perlappunto-molto curioso, mi capita di inciampare-quà e là- in testi quantomeno interessanti-sarà per il mestiere che faccio.bah
certo è che si può affermare che la conversazione e financo la polemica con i vari utenti del forum è stimolante ed interessante.magari ce ne fossero....
saludos a todos


Very Happy Very Happy Very Happy



Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4001
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Gio 16 Giu 2011 - 9:02

può essere stata una perdita per le speranze di combinare qualcosa di buono in quel teatro , ma in entrambe le battaglie le prese. ed ebbe oltre il doppio delle perdite degli unionisti: riporto da un sito governativo usa- e penso non ci sia bisogno di tradurre( il sito che penso conosciate tutti:www.nps.gov/history/hps/abpp( che significa american battlefield protection program)/battles ecc.. Franklin Estimated Casualties: 8,587 total (US 2,326; CS 6,261).
"... When the battle ceased, after dark, SIX Confederate generals were dead or had mortal wounds. Despite this terrible loss, Hood’s army, late, depleted and worn, crawled on toward Nashville."
nashville: Estimated Casualties: 6,602 total (US 2,140; CS 4,462)
e penso non servano traduzioni.
che a spring hill il suo piano fosse ardito e notevole, d'accordo. fallì per incomprensioni tattiche con i suoi sottoposti. ok c'est la guerre.
riesce ad avere più morti contro le "deboli trincee"( ma anche su questo mahan spiegava che anche deboli trinceramenti avrebbero prodotto un costo esorbitante per gli attaccanti..) che contro le fortificazioni di nashville...e si fa ammazzare pure 6 generali. più che geniale mi sembra una tattica suicida.in quei frangenti.magari al posto di johnston da subito avrebbe potuto avere la sua efficacia...
ma così, francamente,... un attacco frontale contro truppe trincerate(franklin)...mah!
saludos


piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Gio 16 Giu 2011 - 13:01

forrest ha scritto:Il suo trasferimento sul fronte occidentale rappresentò una gravissima perdita per l'Armata della Virginia,un fatto che viene spesso trascurato.

Concordo in pieno. Se hood fosse rimasto in Virginia sotto il comando di Lee sarebbe stato molto meglio. Di Lee aveva grande rispetto e avrebbe eseguito gli ordini alla lettera.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Gio 16 Giu 2011 - 13:05

R.E.Lee ha scritto:



Caro Meade,
devi essere ridotto male se chiedi spiegazioni ad un ignorante come me!!!!!!!!! affraid

Complimenti per avere raggiunto quota 1500 post !!!!!!!!!!!!!!!! cheers

Lee

Caro Lee,

grazie per i complimenti Very Happy Very Happy Very Happy !!!!!!!!!!!

Per il resto, ribadisco nuovamente di essere solo un curioso che cerca un pò di luce nel buio dell'ignoranza What a Face !!!!!!!!!!!!!

Meade


Ultima modifica di Generale Meade il Ven 17 Giu 2011 - 11:33, modificato 1 volta
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 17 Giu 2011 - 0:01

Caro Lee,secondo te come mai il Prof.Luraghi non cita l'opinione del gen.Schofield riguardo la battaglia di Franklin,non foss'altro per confutarla?Forse perchè non aveva argomenti per confutarla?Probabilmente la spiegazione é proprio questa.E anche gli altri storici che hanno diffamato Hood si sono guardati bene dal riportarla.Perché? Shocked Caro Lee,quando lessi le parole di Schofield per la prima volta,un paio di anni fa,ebbi una reazione simile a quella del ragionier Fantozzi quando,dopo aver letto determinati libri,picchiò il pugno sulla scrivania ed esclamò:"Ma allora finora mi hanno preso per il c...!" Wink
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Ven 17 Giu 2011 - 10:55

che per Hood in quella situazione fosse l'unico tentativo da fare-come sostiene schofield- è vero. Arrivato a quel punto Hood poteva solo provarci.o ritirarsi.ed risparmiare truppe che oramai( come il soldato che si presenta a piedi nudi per avvertire il comando che ci sono colonne che stanno passando sulla strada,nella notte-con risposta sul tipo dite a cheatam di sparare a tutto quello che si muove sulla strada.)erano già messe maluccio sia per munizioni che per rifornimenti base come vestiario,scarpe e cibo( lo si vedrà nella ritirata dopo nashville).
lo stesso schofield ,di spring hill, però ,diceva anche un 'altra cosa,sembra: "Hood was in bed all night and i was in the saddle all night" con molta ironia.
Nella"vita di n.b.forrest di j.sillan si cita una lettera del governatore Harris al governatore Porter nel 1877 che dimostrerebbe che cheatam ricevette gli ordini di hood molto in ritardo( o per nulla?). e che Hood redasse una nota:"...I was informed by General Hood that he had ad dressed a note to General Cheatham assuring him that he did not censure him with the failure to attack."
Poi , invece si continua a leggere che l'inimicizia tra i due durò per tutta la vita.
siccome forrest sembra aver scavato a fondo della faccenda, si può avere una ragionevole certezza se fu tradimento, incomprensione, una serie di coincidenze sfigate incredibili, o altro?
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 17 Giu 2011 - 12:09

Penso che le cose si debbano risolvere a monte, non a valle. Se una diga crolla per incuria ed incapacità di chi la doveva controllare e gestistire, dire che poi i soccorsi a valle hanno fatto il possibile per salvare il salvabile, mi sembra riduttivo. Diverse volte mi si è detto che esponenti di spicco nella GCA hanno esaltato i loro avversari perdenti non per sincera ammirazione, ma per ingigantire le loro facili vittorie. Non vedo perchè certe affermazioni siano valide in certi casi e per altre no...

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Ven 17 Giu 2011 - 12:30

difatti. è che forrest mi sembrava addentro alla cosa in particolar modo su quello che successe a spring hill. perché li, francamente, le versioni -su quel che accadde dal pomeriggio alla notte- sono metà di mille....( non in termini dell'andamento della battaglia, ma chi disse cosa o chi non fece cosa e perché)
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 17 Giu 2011 - 13:14

Hood non ne esce brillantemente insieme a Cheatham, ma non credo che sia questo il quesito più importante. Se pure avessero disintegrato Schofield - con relative ulteriori gravi perdite -, cosa sarebbe accaduto a Nashille??? Cosa cambiava? Hood avrebbe assediato Nashville sine die? Sarebbe stato in grado con il resto della sua armata di disintegrare anche Thomas? E se anche fosse...??? cosa avrebbe fatto dopo con il rimasuglio di quel che restava del suo esercito??? O pensava che dopo i reiterati assalti suicidi dei suoi soldati restasse ancora una intera Armata??? Andava a conquistare Washington???
Che piano cervellotico aveva Hood in testa per ribaltare la catastrofe che aveva scaturito il suo irresponsabile modo di agire??? Chi è in grado di spiegarlo in maniera plausibile e credibile?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Ven 17 Giu 2011 - 13:25

non mi sono spiegato.non entro nel merito della strategia.son d'accordo ccon te. se hood non fosse andato a nord forse,sherman,con alle spalle hood e dopo aver spedito 30mila uomini per fermare hood diretto a nord( pensa se a metà strada con atlanta distrutta percui anche gli unionisti in difficoltà per i rifornimenti hood avsesse fatto dietrofront per inseguire sherman e chiuderlo in una morsa con hardee...).
era la questione relativa proprio solo a spring hill: una battaglia molto ben preparata da hood si risove in un fiasco totale. e le versioni sul perché sono le più disparate...
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Ven 17 Giu 2011 - 13:29

dimenticato un pezzo : forse sherman ci avrebbe pensato due volte a fare la marcia verso il mare. e se l'avesse fatta, tallonato da hood non avrebbe avuto il tempo di devastare il tutto ma solo l'esigenza di ricongiungersi con la flotta.
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 17 Giu 2011 - 14:38

Concordo in pieno!!! Finalmente!!! Dopo il completo fallimento di tenere Atlanta respingendo i federali attaccando pale, se Hood , al posto di far vedere che razza di mastino era (sulla pelle dei suoi), avesse tallonato Sherman immediatamente alle spalle, senza dargli respiro, sono del parere che il generale unionista sarebbe finito molto male. Altro che "marcia" verso il mare. La sua audace mossa sarebbe finita nella catastrofe. Per sua fortuna ci pensò Hood a salvarlo... e poi dicono che fu Johnston il traditore...

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Ven 17 Giu 2011 - 14:42

il problema è che aveva ordini superiori....
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 17 Giu 2011 - 14:47

Anche Johnston aveva ordini superiori...
La differenza stà nel fatto che, volente o nolente, chi diede quegli ordini dovette ingoiare il rospo e rimettere Johnston a "salvare la patria" devastata dalla irresponsabilità di chi pensava che una guerra moderna si potesse vincere con strategie e tattiche vetuste.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Ven 17 Giu 2011 - 15:35

non discuto su johnston.per me viste le premesse,utilizzo una strategia ragionevole. e-al di là di tutto,godeva della fiducia di Lee e questo mi basta.ma da davis ebbe quel teatro d'operazioni.sempre davis diede a hood il permesso di tentare riconquistare il tennesse x tagliare i rifornimenti di sherman. ma se sherman andava da un 'altra parte che serviva colpirgli le basi di rifornimento? gli è che sherman(e grant)non facevano esattamente la guerra come avrebbe voluto Davis. gran galantuomo, certo. ma strategicamente parlando( e con bragg come consigliere...)....
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Ven 17 Giu 2011 - 15:59

p.s la foto di meade assomiglia stranamente a una di quelle di hood che si trovano su google(immagini relat. a j.b.hood) non è che siete parenti???
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 17 Giu 2011 - 19:40

Hood mi sembrava che non avesse il riporto... o mi sbaglio??? Rolling Eyes

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4029
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  F. Buchanan il Ven 17 Giu 2011 - 21:32

Salve amici, l'idea che mi sono fatto sul generale Hood, è che sicuramente per via del suo modo di vedere la guerra in maniera diversa da Johnston, attirò l'attenzione del presidente Davis, il quale non essendo a conoscenza dei piani di Johnston, e temendo che egli si ritirasse da Atlanta senza combattere, colse l'occasione per sostituirlo. La nomina di Hood lasciava chiaramente intendere che su quel fronte Davis voleva cambiare il modo di combattere. Se fosse stato solo Johnston il problema, avrebbe nominato Hardee al comando dell'armata, ma così non fece. E dire che stando a Luraghi, Davis si rivolse al Gen. Lee per sentire il suo parere sulla nomina di Hood, ma questi nonostante il parere negativo in proposito, non se ne curò, e gli diede l'incarico. Da questa situazione, emerge che come al solito la guerra la decidono i politici dal loro studio, e che nemmeno l'opinione di Lee che aveva avuto Hood al suo comando, bastò a convincere Davis. Quando Hood prese il comando, tra le tante difficoltà di mettere in pratica le sue idee, ci furono sicuramente a rendere le cose più difficili, anche quei generali che non avevano digerito il cambio di comando, e che adesso gli remavano contro. Nella campagna di Atlanta Hood non poteva fare diversamente da quanto aveva promesso a Davis, doveva cercare in tutti i modi di salvare la città, e qualche risultato lo avrebbe probabilmente ottenuto se non fosse stato per gli errori dei suoi generali comandanti di corpo. Io sono comunque dell' idea che il Gen. Johnston dovesse rimanere al suo posto, e che la scelta di nominare Hood in quel momento, e con quei mezzi a lui a disposizione non avrebbe portato a niente, avrebbe solo tenuta esposta l'armata costantemente alla distruzione. Al Sud occorreva invece un generale difensivista che gestisse al meglio le forze a lui affidate, e Hood per far questo non era l'uomo adatto. Ad Ezra Church ad esempio, il generale S.D. Lee disobbedì agli ordini di Hood, ed attaccò l'armata del Gen. Howard, che al contrario di quanto sostenevano gli esploratori confederati, era ben al riparo, da questo ne scaturì un grave errore. Secondo me, Lee disobbedì e corse questo rischio, perchè sapeva che con Hood poteva permettersi di fare queste scelte. Se al comando invece ci fosse stato Johnston, non credo che in situazioni simili, si sarebbe verificata una scelta del genere. Anche per questi motivi la nomina a comandante di Hood metteva in serio pericolo l'armata, perchè con lui chi era in cerca di gloria poteva tranquillamente fare certe scelte.
avatar
F. Buchanan
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 16
Data d'iscrizione : 29.05.11
Età : 35
Località : Catania

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 17 Giu 2011 - 23:24

Non so da dove cominciare...Comincio a rispondere al nostro nuovo amico Buchanan:ti sbagli di grosso,evidentemente non hai letto neppure tu il mio resoconto sulla Campagna di Atlanta.Davis,dopo aver consultato Lee,decise di affidare l'Armata del Tennessee proprio ad Hardee,e inviò a Bragg,ad Atlanta,un messaggio cifrato in tal senso.Ma Bragg lo dissuase,consigliando Hood.La nomina di Hood,quindi,pur decisa da Davis,va fatta risalire a Bragg.Non ad un politico,dunque,ma ad un militare.Ricordo per l'ennesima volta che Davis,prima di procedere alla sostituzione,chiese un'ultima volta al vecchio Joe di rivelargli i suoi piani per salvare Atlanta,sempre che ne avesse.La risposta di Johnston fu praticamente una richiesta di esonero dal comando.A salvare Atlanta,secondo lui,avrebbero pensato i 5000 miliziani del Gen.Smith Shocked ,mentre l'Armata del Tennessee si sarebbe ritirata ancora.Dopo la guerra Hood scrisse al Gen.Smith,chiedendogli se i suoi miliziani avrebbero potuto tenere Atlanta contro 3 Armate nordiste,e Smith rispose che non avrebbero potuto resistere neppure un giorno.Caro Buchanan,consiglio anche a te la lettura dei libri di Albert Castel,Richard McMurry,e Stephen Davis.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  F. Buchanan il Sab 18 Giu 2011 - 0:20

Ciao Forrest, ho letto per il momento solo uno dei tuoi resoconti, "i dolori del giovane Sam" Non sapevo che ci fosse Bragg dietro la nomina di Hood. Presto leggerò anche gli altri. Grazie Very Happy
avatar
F. Buchanan
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 16
Data d'iscrizione : 29.05.11
Età : 35
Località : Catania

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 18 Giu 2011 - 15:12

Il piano di Hood era molto chiaro.Lo espresse nelle sue memorie,se non ricordo male nel mio resoconto citai testualmente le sue parole.Invito nuovamente a leggere l'opinione del prestigioso Gen.Wilson riguardo il piano stesso,e per quali motivi fallì.Ricordo ancora che il piano,e anche le sue modifiche,vennero approvate da Beauregard,che anzi incitò Hood a mettersi in marcia anche se non era ancora pronto.Beauregard aveva l'autorità per bocciare il piano,ma evidentemente i difetti del piano stesso risultarono evidenti ai suoi occhi solo a cose fatte,col senno di poi.Davis, col piano in questione,non c'entrava nulla,e Hood lo chiarì con ammirevole onestà.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 18 Giu 2011 - 15:28

Quando Davis si recò a visitare l'Armata del Tennessee a Palmetto,dopo la Campagna di Atlanta,Hood spiegò al Presidente la sua intenzione di marciare verso Nord per tagliare i rifornimenti a Sherman e costringerlo ad inseguirlo,e tentare di dargli battaglia in condizioni vantaggiose.Nel caso in cui Sherman si fosse diretto verso l'Atlantico,secondo gli accordi presi tra Davis e Hood,quest'ultimo avrebbe dovuto inseguirlo.Poi il piano venne modificato,e quando Hood e Beauregard appresero che Sherman aveva bruciato Atlanta ed era in marcia verso est,erano troppo lontani per sperare di raggiungerlo.I due Generalia questo punto concordarono che non restava altro da fare che lanciare l'offensiva verso il Tennessee ed il Kentucky.Domanda:se Hood avesse inseguito Sherman,credete che Thomas se ne sarebbe stato tranquillo e buono a Nashville?Non lo avrebbe sfiorato l'idea di avanzare,del tutto indisturbato,attraverso l'Alabama fino al Golfo e a Mobile?Il problema é che i nordisti,nel West,potevano schierare 2 grandi eserciti,i sudisti uno solo.Dovevano giocare d'azzardo.Se il vecchio Joe non avesse provocato la capitolazione di Vicksburg(di cui fu senz'altro il principale responsabile)il Sud avrebbe avuto 30000 soldati di più,e sarebbe stato un altro discorso.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 10 ... 18  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum