E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

fuori topic

Messaggio  R.E.Lee il Sab 31 Ott 2009 - 12:25

cari amici, alt !!
siete finiti fuori tema.


lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 31 Ott 2009 - 13:02

Come dice Lee siete usciti fuori topic, se volete continuare la discussione scegliete quella che vi sembra più adatta nella sezione "Strategia e Tattica: le campagne e le battaglie della guerra civile americana" Su Gettysburg c'è una discussione generica sulla campagna e poi specifiche sull'intervento della cavalleria di Buford, sulla Pickett's Charge, sul 1 luglio, sull'attacco a Little Round Top.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Generale Meade il Sab 31 Ott 2009 - 13:17

Ok. D'accordo.

Ciao, Meade.

Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3928
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 55

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: e se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Mason&Dixon il Sab 31 Ott 2009 - 13:24

Salve,
mi scuso per OT, ma volevo ribadire al caro Meade che la vecchia volpe di Robert ha sbagliato "in quel momento," l'attacco al centro a Gettysburg... non tutta la campagna!!!

Ciao, Mason&Dixon.


Ultima modifica di Mason&Dixon il Sab 31 Ott 2009 - 15:50, modificato 1 volta

Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 333
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  forrest il Sab 31 Ott 2009 - 15:42

Non sono molto d'accordo sui giudizi troppo positivi espressi nei confronti del Gen.Lee,però finirei off topic,quindi mi fermo qui.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  R.E.Lee il Sab 31 Dic 2011 - 18:52

Jubal Anderson Early ha scritto:
Patrick Cleburne ha scritto:
meraviglioso beauregard questo documento , grazie per averlo tradotto
La mia prima riflessione e' che in pratica conferma la mia tesi che a Gettysburg il nostro LEE non era lucido come in passato.
Gia' dal primo gorno, tra l'altro il contenuto dalla lettera è confermato anche nel nostro "vangelo" film
gettysburg;
perche' ostinarsi ad attaccare in suolo nemico i nordisti trincerati sulle colline?
Perche' non attendere l'inevitabile assalto nemico che sotto la pressione di Lincoln avrebbe prima o poi attaccato ( vedi Buford il primo giorno " messaggi roventi dalla capitale attaccate attaccate attaccate)?
Io sono convinto che pensasse di avere un armata invincibile e le recenti battaglie lo confermavano,
solo che stavolta aveva un terreno pessimo ed era senza cavalleria.
Se si aggiunge il fatto che non poteva lui sprecare uomini che invece nell'armata del potomac erano sempre quasi il dopppio si evince che l'unica strategia vincente era quella proposta da Old Pete longstrett cioe.
"RIPIEGARE e obbligare il nemico alla carica su un terreno di nostra scelta"
Non ne convenite ?
La vittoria della guerra era ribadisco a portata di mano un altra sconfitta l'armata del potomac in suolo amico non l'avrebbe sopportata
che ne dite ?

Penso che Lee sentisse di dover attaccare per evitare che l'AoP si interponesse tra la ANV e le sue linee di rifornimento.
Non nego la grande fiducia che il generale sudista nutriva per i suoi soldati, ma non penso fosse così sprovveduto da credersi invincibile, o da crederli invincibili.
La tattica suggerita da Longstreet poteva funzionare, ma resto dell'avviso che l'attacco del 3 luglio si doveva fare come Lee aveva ordinato, e come Longstreet fece il possibile per boicottare.
L'intento era di ottenere una vittoria, diciamo "decisiva" in territorio unionista. Aggirare l'AoP avrebbe prolungato le manovre di soldati già stanchi da marce di decine e decine di miglia, sotto il caldo torrido, e con equipaggiamento approssimativo. Entusiasmi a parte, questo non va dimenticato. Il momento della battaglia è sempre liberatorio per il guerriero.
L'unica soluzione praticabile, era l'attacco.

Mi sposto quà perchè mi pare il Topic adeguato per proseguire eventualmente questa interessante disamina.
Concordo pure io con Early e Banshee: oltretutto alla fin fine il piano di Longstreet, oltrechè difficilmente realizzabile, in caso di sconfitta poteva tramutarsi in un "de profundis" per l'ANV.
Quindi attaccare il nemico a Gettysburg era la soluzione più logica e non foriera dei rischi cui invece sarebbe stato sottoposto il piano di Longstreet in caso di fallimento.

Ipotizzo il seguente scenario:
In base a tale piano infatti, l'ANV sarebbe dovuta addentrarsi ancor più in territorio nemico marciando inizialmente con un fianco scoperto e quindi vulnerabile, senza per giunta gli "occhi" della cavalleria a fargli strada ed a dargli protezione. Questo era già di per se molto problematico.
Le linee di rifornimente già estese, si sarebbero ancor più allungate e sarebbero diventate facile preda per il nemico che le avrebbe facilmente recise, interponendosi facilmente trà l'ANV ed esse.
A quel punto, quali prospettive avrebbe avuto l'ANV? O morire di fame oppure sarebbe stata costretta ad attaccare il nemico, con risorse contate, visto che i rifornimenti non arrivavano più.
In caso di sconfitta poi, senza munizioni, senza cibo ecc.....la catostrofe sarebbe stata immane.
L'armata del potomac, come soprascritto , già a priori della battaglia si sarebbe interposta tra l'ANV e le strade che portano alla Virginia ed a Lee non sarebbe restato che accettare una resa senza condizioni, consegnare armi e bagagli (quelli rimasti...) a Meade ed uscire con il suo esercito dalla scena del conflito. Il che equivale a dire: guerra finita!
Cosa ne pensate, Cari Amici, della mia ipotesi??

Lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Jeb Stuart il Dom 18 Mar 2012 - 16:51

Sig.ri Generali.
Mi permetto di dire che il consiglio che doveva recepire Lee era quello di non addentrarsi in territorio Unionista per azioni dimostrative,tra l'altro senza avere gli occhi della sua Armata cioe' la cavalleria.Non che questo avrebbe evitato la capitolazione probabilmente ,pero' avrebbe evitato un dispendio di risorse ed energie piu' utili dentro i suoi confini.Chi suggeriva un aggiramento dell'Armata del Potomac dico che non avere le adeguate conoscenze del terreno e senza la cavalleria sarebbe stato un ulteriore suicidio,Washington era una fortezza inespugnabile anche per un'Armata CSA al gran completo.Detto questo,Lee non aveva le adeguate coperture verso Richmond e quindi fu colto da una fretta che non era nel suo DNA e attaccare gli unionisti piazzati e' stato un grande errore.....

Jeb Stuart
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 28
Data d'iscrizione : 10.03.12
Località : Loiano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Jubal Anderson Early il Lun 19 Mar 2012 - 16:13

R.E.Lee ha scritto:
(...) Ipotizzo il seguente scenario:
In base a tale piano infatti, l'ANV sarebbe dovuta addentrarsi ancor più in territorio nemico marciando inizialmente con un fianco scoperto e quindi vulnerabile, senza per giunta gli "occhi" della cavalleria a fargli strada ed a dargli protezione. Questo era già di per se molto problematico.
Le linee di rifornimente già estese, si sarebbero ancor più allungate e sarebbero diventate facile preda per il nemico che le avrebbe facilmente recise, interponendosi facilmente trà l'ANV ed esse.
A quel punto, quali prospettive avrebbe avuto l'ANV? O morire di fame oppure sarebbe stata costretta ad attaccare il nemico, con risorse contate, visto che i rifornimenti non arrivavano più.
In caso di sconfitta poi, senza munizioni, senza cibo ecc.....la catostrofe sarebbe stata immane.
L'armata del potomac, come soprascritto , già a priori della battaglia si sarebbe interposta tra l'ANV e le strade che portano alla Virginia ed a Lee non sarebbe restato che accettare una resa senza condizioni, consegnare armi e bagagli (quelli rimasti...) a Meade ed uscire con il suo esercito dalla scena del conflito. Il che equivale a dire: guerra finita!
Cosa ne pensate, Cari Amici, della mia ipotesi??

Lee

Temo le cose sarebbero andate esattamente come ha scritto il nostro Lee.
Bisognava attaccare, e farlo in fretta.
Col senno di poi - e solo col senno di poi - dico che forse, ridimensionando l'intera campagna di Gettysburg ad un'incursione, Lee avrebbe potuto, dopo la sofferta, ma netta vittoria della sera del 1 luglio, concentrare le sue forze a debita distanza dalle colline, e ripiegare con ordine verso S, "sfidando" Meade al contrattacco, magari pensando ad una difesa più "tosta" in Maryland, dalle parti di Frederick.
Infine, Lee aveva rifornito discretamente la sua Armata, aveva dato un minimo di respiro alla martoriata Virginia, aveva ottenuto una piccola vittoria in casa del nemico, poteva, con la manovra, creare tutte le premesse per una grande vittoria difensiva, ancora in casa del nemico, con tutte le conseguenze che possiamo immaginare.
Il riconoscimento della CSA, da parte di Francia e Inghilterra, in questo caso, sarebbe stato ancora possibile, e forse persino probabile. Pensandoci bene, Lee non avrebbe giocato tutto su una carta sola, e ogni scenario sarebbe stato ancora possibile, persino una nuova "invasione" del Nord.
Ma, ovviamente, questo presenta tutti i difetti dei ragionamenti a posteriori e, sull'onda emotiva del successo del 1 luglio, ben difficilmente un generale all'offensiva si sarebbe accontentato di una vittoria minore, potendo ancora combattere e rischiare per la vittoria intesa come risolutiva.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  TROOPER il Mer 13 Feb 2013 - 14:01

e se invece di un aggiramento strategico (verso washington) avesse provato un'aggiramento tattico con un attacco più massiccio verso i round tops e prendere d'infilata lo schieramento unionista da sud verso nord?

meade all'inizio non so se avrebbe mosso i suoi c.d.a. dalla favorevole posizione, se non dopo aver avuto il fianco sx scoperto ed allora avrebbe perso la posizione favorevole...(magari sto dicendo una enorme castroneria...)

TROOPER
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 03.02.12
Età : 51

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Giancarlo il Gio 14 Feb 2013 - 11:52

TROOPER ha scritto:e se invece di un aggiramento strategico (verso washington) avesse provato un'aggiramento tattico con un attacco più massiccio verso i round tops e prendere d'infilata lo schieramento unionista da sud verso nord?

meade all'inizio non so se avrebbe mosso i suoi c.d.a. dalla favorevole posizione, se non dopo aver avuto il fianco sx scoperto ed allora avrebbe perso la posizione favorevole...(magari sto dicendo una enorme castroneria...)

Quella che hai detto non è una castroneria TROOPER, ma Lee effettivamente, nel secondo giorno attaccò il fianco sinistro di Meade, facendo in pezzi il suo III corpo d'armata, l'azione coinvolse anche i Round Tops, ma si esaurì per i rinforzi prelevati dal V e dal II corpo che tapparono la falla. Sono d'accordo anch'io con la tesi precedente: dopo il primo giorno e dopo aver frantumato due corpi unionisti, da buon vincitore ai punti, mi sarei ritirato verso sud, aspettando Meade su qualche buon terreno difensivo ove me la sarei giocata.

Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 55
Località : Ferrara

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Miss Virginia Anderson il Lun 5 Mag 2014 - 22:48

domanda interessante...
tempo fa mi chiesi la stessa cosa e sicuramente pensai che il suggerimento di Longstreet azzardato e assolutamente non facile da attuare, probabilmente non avrebbe risolto nulla ma anzi, protratto la battaglia fino ad un attacco successivo.
E' vero, come hanno osservato alcuni, che Lee era riuscito a sganciarsi piuttosto facilmente dopo la Pickett's Charge ma se avesse seguito il suggerimento di Longstreet si sarebbe esposto in maniera davvero ardita e, probabilmente, avrebbe reso molto più vulnerabile la sua posizione.
Col senno di poi e visti gli esiti della battaglia potremmo anche ipotizzare che quella variazione avrebbe portato esiti positivi ma sono molto dubbiosa in merito...

Miss Virginia Anderson
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 125
Data d'iscrizione : 29.05.09
Età : 31
Località : Pavia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Banshee il Mar 6 Mag 2014 - 15:27

Sarebbe stato molto meglio se Longstreet avesse seguito ed eseguito gli ordini di Lee senza perdere tempo, invece di cianciare, lamentarsi e far di tutto pur di dimostrare di aver ragione.

Banshee

Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Miss Virginia Anderson il Mar 6 Mag 2014 - 16:01

Banshee ha scritto:Sarebbe stato molto meglio se Longstreet avesse seguito ed eseguito gli ordini di Lee senza perdere tempo, invece di cianciare, lamentarsi e far di tutto pur di dimostrare di aver ragione.

Banshee

Longstreet era davvero convinto di ciò che proponeva e ha cercato in tutti i modi di convincere Lee sul fatto che avesse ragione...questo ovviamente ha portato ad una perdita di tempo incredibile... ma si sà...l'orgoglio di un uomo del Sud è difficile da tenere a bada!

Miss Virginia Anderson
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 125
Data d'iscrizione : 29.05.09
Età : 31
Località : Pavia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: E se Lee a Gettysburg avesse fatto come suggeriva Longstreet?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 13:13


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum