Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Pagina 10 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10

Andare in basso

Re: Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Messaggio  R.E.Lee il Dom 21 Apr 2013 - 18:37

Condivido le riflessioni del Ns George.
Ampliando il concetto però, Davis dovette guidare una Nazione (con il suddetto termine applicato in modo vago) neonata contro un colosso come era L'Unione dovendo creare "tutto" da zero o quasi. Egli si sobbarcò un compito immane e, pur con le pecche riconosciutegli giustamente dal Ns Custer, direi che svolse il compito bene e non credo che altri avrebbero fatto di più. A sostegno di ciò, mi vengono incontro le dichiarazioni dell'illustre storico Shelby Foote che ha tempo fà affermato: " Dubito che vi fosse qualcuno che avrebbe fatto meglio di Davis !", (1).
Poi come si sà, la vittoria ha molti Padri mentre la sconfitta è orfana. Nel caso di Davis invece, fù Lui a beccarsi tutte le colpe o quasi della debacle del Sud.


Lee

(1): Documentario di Ken Burns: "La guerra civile americana".
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4010
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Messaggio  Banshee il Dom 21 Apr 2013 - 19:07

George Armstrong Custer ha scritto:Sul modo di esercitare la leadership da parte di Jefferson Davis, si potrebbe ipotizzare che la sua tendenza ad esercitare un potere e un controllo diffuso, quasi esclusivo, su tutti i gangli della amministrazione e sui vertici militari, era dovuta al fatto che avendo trascorso parte della sua vita prima come ufficiale nell'esercito e poi nella politica come ministro e senatore a Washington, egli avesse acquisito una concezione troppo gerarchizzata della pubblica amministrazione.
Condizione questa, se portata all'eccesso, che gli ha remato contro.

Al di là dei problemi che si trovava ad affrontare Davis - giustamente sottolineati dall'amico R.E.Lee - mi pare corretto quanto scritto da Custer. Soprattutto credo abbia pesato sulla sua mania accentatrice, l'esperienza maturata con Scott e i continui scontri con costui, quando negli anni 50' Davis ricoprì il ruolo di Segretario alla Guerra.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 25 Apr 2015 - 10:07

Lo storico James M. McPherson, che recentemente ha scritto un saggio su Jefferson Davis in merito alla sua leadership militare, sostiene che un diverso Commander in Chief al posto di Davis, probabilmente non avrebbe modificato il corso della guerra per la Confederazione. Davis non era un genio militare - sostiene McPherson -  ma era uno stratega migliore di molti dei suoi generali.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Messaggio  R.E.Lee il Sab 25 Apr 2015 - 11:52

A mio parere quel che mancò a Davis fu la possibilità di accentrare più poteri presso di se ed il poter agire tenendo conto solo delle esigenze prettamente militari onde poter formulare piani più efficaci. Questo potere non l'ebbe e non poteva in effetti averlo perché tutto ciò sarebbe andato contro i principi per cui era sorta la Confederazione. Lo stesso Davis si lamentò per questa situazione ma più che lamentarsi non poteva in effetti fare. Quindi in un certo senso il McPherson ha ragione.....

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4010
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 25 Apr 2015 - 12:48

Noto una tendenza da parte della recente storiografia a rivalutare l'operato di Jefferson Davis o almeno a mostrarsi più obiettivi nei suoi confronti. Mi sembra abbastanza corretto come percorso: Davis ebbe indubbiamente le sue colpe, ma sarebbe sbagliato e riduttivo attribuire a lui tutte le responsabilità per la sconfitta della Confederazione.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Messaggio  R.E.Lee il Sab 25 Apr 2015 - 13:05

Il Generale Lee affermò : "Non conosco nessuno che avrebbe potuto fare meglio di Davis". (Più o meno, soni andato a memoria.) #
Mi pare tutto sommato un parere autorevole questo....

Lee

# documentario di Ken Burns sulla GCA
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4010
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 57
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Jefferson Davis: il presidente degli Stati Confederati

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 10 di 10 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum