La capitale giusta per la Confederazione

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La capitale giusta per la Confederazione

28% 28% 
[ 10 ]
36% 36% 
[ 13 ]
8% 8% 
[ 3 ]
22% 22% 
[ 8 ]
0% 0% 
[ 0 ]
0% 0% 
[ 0 ]
6% 6% 
[ 2 ]
 
Totale dei voti : 36

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  George H. Thomas il Mer 4 Mar 2009 - 11:32

Lloyd J. Beall ha scritto:Con ogni probabilità, New York avrebbe facilmente aderito alla Confederazione ed all'Unione non sarebbe che restato di cercare la trattativa da Filadelfia.

Perdonami, ma questo mi sembra eccessivo. New York era la capitale e il punto di raccolta di tutti coloro che idealmente, economicamente e politicamente si erano sempre opposti al Sud. La tua affermazione mi sembra esagerata. affraid
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Mer 4 Mar 2009 - 14:24

Perdonate, ma Nuova York fu l'Unico stato dell'Unione ad insorgere durante la Guerra proprio perchè gli strati più poveri della popolazione e, naturalmente gli "schiavi" irlandesi iniziarono a chiedersi il motivo per il quale dovevano combattere una guerra non loro. Ricordiamo, inoltre, che la dialettica interna su secessone o meno (basti pensare a Fernando Wood) non era proprio tanto semplice in quanto La Citta di Nuova York ipotizzò anche una sorta di neutralità per continuare a mantenere il commercio con gli stati secessionisti.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  George H. Thomas il Mer 4 Mar 2009 - 15:39

Lloyd J. Beall ha scritto:Perdonate, ma Nuova York fu l'Unico stato dell'Unione ad insorgere durante la Guerra proprio perchè gli strati più poveri della popolazione e, naturalmente gli "schiavi" irlandesi iniziarono a chiedersi il motivo per il quale dovevano combattere una guerra non loro. Ricordiamo, inoltre, che la dialettica interna su secessone o meno (basti pensare a Fernando Wood) non era proprio tanto semplice in quanto La Citta di Nuova York ipotizzò anche una sorta di neutralità per continuare a mantenere il commercio con gli stati secessionisti.

Sono d'accordo, ma una rivolta poteva essere contro la guerra ma non pro-confederata. Se oltre a linciare neri e altri e a dare a fuoco le case dei ricconi avessero gridato qualche frase di incitamento alla Confederazione, ti darei ragione. Ma semplicemente non volevano più combattere. Non significa automaticamente che parteggiassero per il Sud.
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Virginian Gentleman il Mer 4 Mar 2009 - 15:50

Sebbene sia dimostrato che tra tutte le città nordiste New York era la più favorevole ai confederati, non openso che lo stato di New York sarebbe entrato nei CSA.
avatar
Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Mer 4 Mar 2009 - 18:28

Dopo il bombardamento della città da parte della marina dell'Unione non lo sapremo di certo mai, giusto?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  vittorio migliavacca il Ven 6 Mar 2009 - 14:16

Scusate, faccio un salto indietro alla domanda iniziale.
Penso che tutto sommato la scelta di Richmond fu quella giusta, mi rimangono però dei dubbi su Montgomery;forse sarebbe stata più difendibile, ma l'esito finale non sarebbe cambiato.


Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Ven 6 Mar 2009 - 14:30

Naturalmente arebbe stata più lontana dal ronte, ma non aaveva ceramente l'importanza che poteva avere una Richmond od una Atlanta. Se si avesse voluto guardare la sicurezza, probabilmente si sarebbe dovuta cercare in Texas.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Montgomery

Messaggio  Stand Watie il Sab 7 Mar 2009 - 8:02

Per me fu un grosso errore scegliere Richmond come capitale della Confederazione.La città era infatti troppo vicina al confine con l'Unione ed esposta agli attacchi del nemico. Sarebbe stato molto meglio,militarmente,se il governo fosse rimasto a Montgomery,nel cuore dell'Alabama.La scelta fu probabilmente il prezzo che il Governo del Sud dovette pagare per l'ingresso della Virginia nella Confederazione. Finora la Virginia era stata riluttante.I virginiani,politicamente,erano molto più maturi dei cittadini del Missisipi , dell'Alabama e degli altri stati meridionali, sapevano il rischio che correvano a misurarsi col Nord più ricco di risorse,industrialmente più avanzato e che,agli occhi delle potenze estere,era l'unico detentore del potere legittimo.Inoltre non avevano dimenticato di essere stati pionieri dell'Unione.Per il governo dell'Unione la presenza di Jefferson Davis nella Casa Bianca di Richmond,distante poco più di 100 miglia da Washington,fu una sfida.Anche se i Confederati non avessero provocato il "casus belli" impadronendosi di Fort Sumter, è certo che non l'avrebbero tollerata a lungo.La guerra era ormai inevitabile !
avatar
Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Sab 7 Mar 2009 - 10:37

Richmond fu anche cardine di manovra perle armate confederate; la sua vicinanza al fronte dettò come regola che il territorio della Confederazione dovesse non essere abbandonato a priori in ritirate strategiche sin dal primo momento.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Montgomery

Messaggio  Stand Watie il Sab 7 Mar 2009 - 20:37

Lloyd J. Beall ha scritto:Richmond fu anche cardine di manovra perle armate confederate; la sua vicinanza al fronte dettò come regola che il territorio della Confederazione dovesse non essere abbandonato a priori in ritirate strategiche sin dal primo momento.

Nobili parole le sue Ten.Col. Beall ma dal punto di vista militare valgono zero !!

" Deo Vindice "
avatar
Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 7 Mar 2009 - 20:52

Io invece sono completamente d'accordo con quello che dice Beall. Se non ci fosse stata Richmond buona parte della Virginia sarebbe potuta essere considerata sacrificabile.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2807
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Sab 7 Mar 2009 - 21:08

Io non credo che valgano zero, perchè dal punto di vista militare, se gli eserciti confederati non fossero stati costretti a difendere Richmond, è logico che la Virginia sarebbe stata molto meno combattuta e che ben presto la confederazione avrebbe avuto le truppe dell'Unione a combattere nel suo cuore sin dalle prime battute della guerra.


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Dom 8 Mar 2009 - 0:12, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 7 Mar 2009 - 21:41

Caro Stand Watie, prendi come esempio la campagna della Penisola del 1862. Quanto si sarebbe ancora ritirato il generale Johnston se ad un certo punto non fosse arrivato alle porte di Richmond? Credo che di fronte alla superiorità numerica di McClellan avrebbe sacrificato Richmond, magari Davis si sarebbe infuriato, ma Johnston avrebbe aspettato ancora prima di dare battaglia e parte della preziosa Virginia sarebbe andata persa.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2807
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Sab 7 Mar 2009 - 21:47

Verissimo Generale; senza la necessità di tenere Richmond, la linea difensiva della Confederazione sarebbe stata pen presto nella Carolina Settentrionale.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

La capitale Montgomery

Messaggio  Stand Watie il Sab 7 Mar 2009 - 23:37

Beh un 31% la pensa come me ! meglio di niente............!!!
avatar
Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Sab 7 Mar 2009 - 23:50

heh...miracoli delle democrazie presidenziali confederali....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Per il Generale in capo Beauregard

Messaggio  Stand Watie il Dom 8 Mar 2009 - 0:08

Grazie Generale anche a nome della " Indian Cavarly Division" !

"Deo vindice"
avatar
Stand Watie
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 01.03.09
Località : CHIAVARI

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Ospite il Dom 8 Mar 2009 - 0:11

Oh, non temete, non sono mai stato generale, al massimo colonnello.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  roch72 il Mar 28 Set 2010 - 14:07

piu' che quale capitale sarebbe stata meglio per il sud, la domanda da porsi e': quale citta' come capitale sarebbe stata peggio per il nord?
avatar
roch72
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 24.09.10
Età : 45
Località : parma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Abolizionista il Mer 29 Set 2010 - 12:18

Probabilmente Montgomery sarebbe stata la scelta più saggia da un punto di vista strategicon ma, come avete scritto, senza Richmond la Virginia sarebbe stata "spendibile" ed era troppo ricca e troppo importante per perderla.
Inoltre Richmond si trovava proprio difronte alla capitale nemica(in senso metaforico, ma comunque anche geograficamente abbastanza vicina).

@Roch72: Washington era la capitale dell'Unione, abbandonarla prima di una vera sconfitta avrebbe significato fare una povera figura e riconoscere che la CSA era una minaccia.
avatar
Abolizionista
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 153
Data d'iscrizione : 25.09.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  roch72 il Mer 29 Set 2010 - 14:55

forse non mi hai capito bene, o forse mi sono spiegato male.

intendevo dire: la capitale del sud dove era meglio metterla per far si che il nord avesse piu' difficolta' per conquistarla?
avatar
roch72
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 24.09.10
Età : 45
Località : parma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Abolizionista il Mer 29 Set 2010 - 16:26

Ah, scusa avevo capito male io! Embarassed Embarassed Embarassed

Beh in quel caso Montgomery, ma bisogna considerare che una capitale ha bisogno di tante cose, che, da quel che mi risulta, Montgomery non avesse.
Forse Atlanta ma ignoro che tipo di città fosse nel 1860.
avatar
Abolizionista
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 153
Data d'iscrizione : 25.09.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  R.E.Lee il Mer 13 Ott 2010 - 11:52

Generale Meade ha scritto:
"...La responsabilità ricade su Lee che pose la sua amata Virginia sopra tutto? Ricade su Davis che invece di stare sulla difensiva, come annunciato a inizio guerra, poi le sue belle offensive le proggettò e le attuò lo stesso? Ricade sul governo confederato che portò la capitale a mò di sfida davanti a Washington, per poi pagarne le conseguenze come già su accennato?

Meade

Questa è una diatriba abbastanza complessa. personalmente non ho certezze ma solo ipotesi. a mio parere lo spostare la capitale da montgomery (alabama) a richmond non lo interpreto come un gesto di sfida. fù secondo me, dettata dà esigenze pratiche del momento in cui avvenne il " trasloco" (primavera 1861), alla luce della visuale tipicamente napoleonica che entrambi i contendenti a nord ed a sud avevano del conflitto che andava profilandosi in quel periodo. "poche battaglie in pochi mesi" questo era il refrain snoccialato da entrambe la parti. visto che la linea di confine passava praticamente trà la virginia ed il maryland, che un esercito importante nordista stava formandosi proprio là, credo che l'avere la propria capitale vicino al teatro delle operazioni potesse essere nei pensieri dei sudisti un vantaggio. avrebbe permesso al governo di controllare meglio le operazioni belliche di quello che ad inizio guerra, era ritnuto a nord ed a sud il fronte principale dove appunto le previste "poche battaglie" avrebbe garantito ad uno dei due contendenti la vittoria finale..

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Generale Meade il Mer 13 Ott 2010 - 14:00

R.E.Lee ha scritto:


Questa è una diatriba abbastanza complessa. personalmente non ho certezze ma solo ipotesi. a mio parere lo spostare la capitale da montgomery (alabama) a richmond non lo interpreto come un gesto di sfida. fù secondo me, dettata dà esigenze pratiche del momento in cui avvenne il " trasloco" (primavera 1861), alla luce della visuale tipicamente napoleonica che entrambi i contendenti a nord ed a sud avevano del conflitto che andava profilandosi in quel periodo. "poche battaglie in pochi mesi" questo era il refrain snoccialato da entrambe la parti. visto che la linea di confine passava praticamente trà la virginia ed il maryland, che un esercito importante nordista stava formandosi proprio là, credo che l'avere la propria capitale vicino al teatro delle operazioni potesse essere nei pensieri dei sudisti un vantaggio. avrebbe permesso al governo di controllare meglio le operazioni belliche di quello che ad inizio guerra, era ritnuto a nord ed a sud il fronte principale dove appunto le previste "poche battaglie" avrebbe garantito ad uno dei due contendenti la vittoria finale..

Lee


Ho letto da qualche parte che al posto della afosa Montgomery fu scelta Richmond, dal clima mite, per varie ragioni, tra cui, la voglia di sfidare gli unionisti con la propria capitale così provocatoriamente vicina a Washington. Io personalmente credo che la scelta di Richmond fu, da parte del governo confederato, un grato riconoscimento alla Virginia che, con la sua adesione alla causa seccessionista, aveva portato un importantissimo contributo, senza il quale difficilmente la confederazione avrebbe potuto lottare così accanitamente per 4 lunghi anni.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3991
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  R.E.Lee il Mer 13 Ott 2010 - 15:39

Caro Meade,
ho letto anche io da qualche parte la storia dello spostamento della capitale da montgomery a richmond inteso come una spece di guanto di sfida lanciato dal sud all'unione. ritengo questa tesi romantica ed affascinante ma poco attinanente alla realtà. mi "puzza" molto di Lost Cause....


Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3964
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La capitale giusta per la Confederazione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum