La campagna di Tullahoma

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La campagna di Tullahoma

Messaggio  George H. Thomas il Ven 13 Nov 2009 - 18:57

Signori ufficiali, ritengo sia opportuno e giusto dedicare un topic a questa brillante campagna, con cui il generale Rosecrans e l'Armata del Cumberland hanno costretto il generale Bragg e l'Armata del Tennessee a ritirarsi dal Tennessee e rifugiarsi a Chattanooga, con perdite dichiarate di 569 uomini tra morti, feriti e dispersi.
Malgrado la scarsità di cavalleria (cosa che lo portò a fornire cavalli alla brigata del generale John Wilder, poi chiamata "Lightning Brigade"), Rosecrans si mosse contro i sudisti, facendo finta di voler muovere contro la posizione fortificata di Shelbyville, ma in realtà mandando Wilder, seguito dal corpo di Thomas, contro Hoover's Gap in modo da cadere alle spalle di Bragg. Grazie alla velocità della Lightning Brigade, questa manovra riuscì perfettamente, facendo perdere la calma a Bragg che ordinò alle sue forze a ritirarsi verso Tullahoma. Dopo di che, una serie di consigli di guerra e il fatto che Bragg fosse "fisicamente e moralmente a pezzi", lo persuasero a ritirarsi fino a Chattanooga. In due settimane (dal 23 giugno al 9 luglio 1863) le forze confederate avevano abbandonato anche l'ultima parte di Tennessee loro rimasta, e ora si ritrovavano sull'altra sponda del Tennessee.
Questa campagna è stata lodata da molti, ma non divenne famosa perchè coincise con la battaglia di Gettysburg e la caduta di Vicksburg. E quando il Segretario alla Guerra Stanton insistette presso Rosecrans perchè distruggesse Bragg, Rosecrans furioso rispose :
Just received your cheering telegram announcing the fall of Vicksburg and confirming the defeat of Lee. You do not appear to observe the fact that this noble army has driven the rebels from middle Tennessee. ... I beg in behalf of this army that the War Department may not overlook so great an event because it is not written in letters of blood."

Cosa pensate di questa operazione, che fu certo la più brillante operazione condotta da Rosecrans, ma fu oscurata dalla sua devastante sconfitta a Chickamauga tempo dopo?

Thomas

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 17 Nov 2009 - 22:52

Ai posteri questa vittoria è stata offuscata dalla sconfitta a Chickamauga come dici tu, ma anche appena conclusa erano pochi queli che avevano apprezzato l'impresa dato che la loro attenzione era tutta presa dalle recenti vittorie di Gettysburg e Vicksburg. Dal punto di vista confederato si poteva fare meglio, tra tutti Wheeler con la cavalleria che venne utilizzata malamente.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

La breve campagna di "Tullahoma".

Messaggio  Simone Silvestri il Lun 1 Feb 2010 - 9:26

Dopo la sanguinosa battaglia di Ston's River, il Generale Bragg decise di schierare l'Army of Tennessee (CSA) a ridosso delle Highland Rim, una catena montuosa antistante il Duck River.
I corpi di fanteria di Polk e Hardee furono rispettivamente accampate presso le citadine di Fairfield e Shelbyville, al fine di occupare le principali linee di comunicazione tra Murfreesboro e Tullahoma, mentre le cavallerie di Forret e Wheeler vennero rispettivamente posizionate ai 4 passi delle Highland Rim e ai fianchi di quest'ultime.
Con tale schieramento, i confederati si garantirono un ottimo punto d'appoggio difensivo, in previsione della ripresa della controffensiva federale.
Sul fronte opposto era schierata l'Army of the Cumberland (USA), al comando del Generale Rosecrans.
Quest'ultimo, dopo la battaglia di Murfreesboro, aveva trascorso all'incirca 6 mesi in totale inattività e, in seguito a pressioni politiche, decide di riprendere l'iniziativa.
Mediante un abile finta a sinistra, e a una celere avanzata sulla destra, riesce a raggiungere la cittadina di Manchester e a minacciare gli attraversamenti dell'Elk River, il fiume a sud di Tullahoma; solo per un soffio Bragg rischierà l'imbottigliemento.

Non nutrendo molte stime per il G. Rosecrans, come valutate la sua condotta? Perchè non riuscì a imbottigliere l'Army del Tennessee?
Come fece Bragg a farsi "scippare" una così buona posizione? Il mancato intrappolamento lo si deve alla fortuna o al suo intuito?

Dite la vostra.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Simone Silvestri
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 04.05.09
Età : 34
Località : Napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 1 Feb 2010 - 17:59

Le uniche cose che so della campagna di Tullahoma le ho lette dai volumi sull'Armata del Tennessee di Thomas L. Connelly. Da quello che scrive lo storico la linea difensiva del Duck River non sembra così formidabile, infatti pose numerosi problemi logistici e geografici di fronte al generale Bragg. Rosecrans si trovava a Murfreesboro e aveva numerose vie per aggirare la destra e la sinistra confederata e intrappolare l'armata del Tennessee a Tullahoma. Inoltre Bragg utilizzò male la cavalleria e altrettanto male fece presidiare i passi.

Ciao,
Beuaregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 1 Feb 2010 - 18:27

In effetti i libri che trattano campagne e battaglie sorvolano spesso Tullahoma. Praticamente furono solo spostate truppe, senza troppa convinzione da parte dei due comandanti, quasi dovettero farlo, senza avere una idea ben chiara su quale fosse l'obiettivo.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  Mason&Dixon il Lun 1 Feb 2010 - 20:07

Caro Cheatham,
sulle idee poco chiare e sulla poca convinzione dei due comandanti sono d'accordo con te, ma sull'obbiettivo da ottenere questo era palese a tutti credo...sul piano strategico la citta'-nodo ferroviario di Chattanooga era importante per i federali, quanto per i confederati stessi. E tutta la manovra era tesa a quell'obbiettivo.

Ciao, Mason&Dixon

Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 335
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 1 Feb 2010 - 20:43

Certamente hai ragione, volevo dire che non avevano le idee chiare sulle manovre da effettuare per raggiungere l'obbiettivo. geek

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3125
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  Mason&Dixon il Lun 1 Feb 2010 - 22:09

Benjamin F. Cheatham ha scritto:Certamente hai ragione, volevo dire che non avevano le idee chiare sulle manovre da effettuare per raggiungere l'obbiettivo. geek

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis




... geek ...lo so' che lo sapevi... Smile

Ciao, Mason&Dixon

Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 335
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  George H. Thomas il Mer 3 Feb 2010 - 20:06

Ovviamente per inquadrare bene l'operato di Bragg in questa e altre campagne, bisogna tenere conto del fatto che comandava un'armata non solo inferiore numericamente a quella del nemico, ma aveva anche dei subordinati che non si fidavano di lui e si guardavano bene dall'appoggiarlo pienamente (e anche poco efficaci, visto che nè Polk nè Hardee se la sono sempre cavata benissimo), e gli uomini non lo vedevano di buon occhio. Un'armata priva di fiducia nel suo capo e con una catena di comando malfunzionante parte già in svantaggio.

George Thomas

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  Jubal Anderson Early il Sab 10 Dic 2011 - 19:50

La campagna di Tullahoma, dell'estate 1863, è prova delle buone doti di strategia del generale William Starke Rosecrans. L'avanzata impostata dal condottiero unionista, si basò sull'utilizzo costante della minaccia strategica, in modo abbastanza simile a quanto avrebbe fatto il generale Sherman in Georgia, l'anno seguente. E' impressionante quali risultati si possano ottenere con un utilizzo ragionato del semplice principio "minaccia a destra, attacca/muovi a sinistra" o, naturalmente, viceversa.
Per male si possa dire di Bragg, restano alcuni punti a parziale giustificazione del suo costante ripiegamento.
In primo luogo, il territorio del Tennessee centro-orientale non offre degli appigli tattici così formidabili, e la posizione di Tullahoma, così facilmente aggirabile, è tutt'altro che l'ideale per la difesa. Meno formidabile ancora come posizione difensiva poteva essere il corso del Duck River durante la stagione estiva, mentre durante la stagione invernale avrebbe costituito un ostacolo più serio ai movimenti unionisti. Infine, se da un lato Bragg venne ostacolato dai suoi subalterni, venne anche poco aiutato dalla condotta di Wheeler, figura controversa sulle cui capacità di comando molti storici hanno riserve molto forti.
Con una maggiore coordinazione, l'AoT avrebbe potuto formare linea difensiva a S dell'Elk River, ma anche in questo caso, Bragg avrebbe guadagnato solo del tempo, dato che il corso d'acqua presenta simili caratteristiche al già citato Duck River: Rosecrans avrebbe avuto comunque gioco facile ad aggirarne le posizioni sia a NE che a SO.
Altra storia sarebbe stata se Bragg avesse portato le sue forze a E del Sequatchie. Lì le caratteristiche del terreno avrebbero molto favorito una difesa in linea.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Gio 15 Dic 2011 - 14:38

Buongiorno
La campagna rappresenta un capolavoro strategico, che ha un difetto, essere stata condotta da un comandante e da una armata che non hanno mai goduto di buona stampa. Fin dai tempi di Iuka e Corinto Grant dimostrò una forte "antipatia" per Rosencrans tant'è che per lui le 2 battaglia erano state delle occasione perse a causa sua e della sua lentezza a muoversi. Se la campagna fosse stata fatti da altri si parlerebbe di grande operazione, altrettanto si può dire del "fiume della morte" le azioni di R. se effettuate da altri avrebbero ben altra lettura.
Aggiungo un'altra cosa, sul finire della guerra Lincoln incontrò Grant e gli disse che si aspettava buone notizie da Sherman, il generale gli chiese come mai? La risposta fu che quella notte aveva fatto un sogno ricorrente che faceva sempre prima di alcune grandi vittorie, fece alcune esempi fra cui Stone's River, Grant gli replicò seccamente che Stone's River non era sta una vittoria!!
Saluti
Rossetti Bruno

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La campagna di Tullahoma

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 1:19


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum