Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Andare in basso

Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  George H. Thomas il Mar 26 Gen 2010 - 20:28

Questi due fucili si distinguono tra quelli in dotazione a varie unità unioniste per essere a ripetizione e quindi possedere una cadenza di fuoco notevolmente superiore a quella dei fucili a avancarica maggiormente utilizzati.
Ecco lo Spencer :
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Ed ecco il Colt Revolving Rifle :
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Come è stato detto, il grosso vantaggio che queste armi avevano in confronto ai fucili a avancarica in dotazione pressochè quasi universale alle unità delle due parti era la grande potenza di fuoco; il 21st Ohio Infantry nella Battaglia di Chickamauga era dotato del fucile Colt, e il suo fuoco era tanto micidiale che i confederati pensavano si trattasse di un'intera divisione, non di un reggimento! Alla fine della battaglia il reggimento aveva sparato circa 43'550 colpi.
Quindi, perchè il loro uso non venne universalizzato? In primo luogo, c'erano inconvenienti nel loro uso (specie nel fucile Colt, in cui le pallottole rischiavano di esplodere nel tamburo quando si faceva fuoco, ma anche per lo Spencer, che veniva accusato di produrre troppo fumo, al punto che era difficile vedere il nemico), che ne scoraggiarono l'uso; inoltre, se l'addizionale potenza di fuoco era utile, specialmente per i reparti di cavalleria, che ne fecero largo uso, tattiche adeguate per una tale potenziale non erano ancora state sviluppate, e inoltre la catena di rifornimenti era incapace di sostenere un tale consumo di munizioni.
I confederati tentarono di fare uso di armi catturate, ma le fabbriche meridionali non erano in grado di produrre le munizioni adatte. Quindi, rimasero praticamente un monopolio nordista.

George Thomas


Ultima modifica di George H. Thomas il Gio 23 Set 2010 - 10:05, modificato 1 volta
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 30
Località : Camporosso (IM)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  Giancarlo il Gio 22 Lug 2010 - 13:46

Vi era un altro fucile ancora migliore del Colt e dello Spencer: il fucile a ripetizione Henry a 16 colpi. Considerato il padre del mitico Winchester, per l'elevatissimo volume di fuoco che poteva sviluppare, era un'arma fantascientifica per quei tempi di armi ad avancarica. Veniva amichevolmente chiamato dai ribelli:"Quel maledetto fucile yankee che si carica la domenica e spara tutta la settimana". Simpaticissimo eufemismo meridionale!
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 22 Lug 2010 - 19:46

Durante la battaglia di Franklin e qualche scontro della campagna di Atlanta ci fu qualche reggimento o compagnia nordista che utilizzo gli Henry, se la guerra fosse durata più a lungo chissà cosa avremmo visto fare da queste armi.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2880
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  vittorio migliavacca il Gio 22 Lug 2010 - 20:00

Il Colt Revolving rifle, pur avendo una capacità di fuoco superiore, restava pur sempre un'arma ad avancarica con una serie infinita di difetti e pochissimi pregi.
Primo difetto e non trascurabile era dato dalla doppia o tripla accensione delle camere, che come minimo distruggeva l'arma e poteva invalidare seriamente il tiratore.
Altro difetto la fuoriuscita di gas bollenti dalle camere di scoppio che " arrostivano" la mano del tiratore
Pregi, ora, non me ne vengono in mente.
Lo Spencer, al contrario, fu una buona arma, ma sappiamo quanto fossero dubbiosi gli impiegati del Ministero dell'Artiglieria nel scegliere e adottare nuove armi.
L'Henry fu un fucile molto innovativo, mi lasciano qualche dubbio la sua meccanica piuttosto debole il calibro troppo piccolo per un fucile da guerra( fanteria).

Ciao Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  Giancarlo il Sab 24 Lug 2010 - 10:18

vittorio migliavacca ha scritto:Il Colt Revolving rifle, pur avendo una capacità di fuoco superiore, restava pur sempre un'arma ad avancarica con una serie infinita di difetti e pochissimi pregi.
Primo difetto e non trascurabile era dato dalla doppia o tripla accensione delle camere, che come minimo distruggeva l'arma e poteva invalidare seriamente il tiratore.
Altro difetto la fuoriuscita di gas bollenti dalle camere di scoppio che " arrostivano" la mano del tiratore
Pregi, ora, non me ne vengono in mente.
Lo Spencer, al contrario, fu una buona arma, ma sappiamo quanto fossero dubbiosi gli impiegati del Ministero dell'Artiglieria nel scegliere e adottare nuove armi.
L'Henry fu un fucile molto innovativo, mi lasciano qualche dubbio la sua meccanica piuttosto debole il calibro troppo piccolo per un fucile da guerra( fanteria).

Ciao Granny
D'accordo per il Colt, gli Sharpshooters di Berdan dopo poco averlo avuto in dotazione, lo sbolognarono subito via per i difetti che hai elencato. Passarono allo Sharp che malgrado fosse monocolpo era molto più affidabile. L'Henry malgrado la meccanica un po' delicata era un'ottima arma, soprattutto se in mano alla cavalleria.
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  vittorio migliavacca il Sab 24 Lug 2010 - 13:11

Circa la bontà del fucile Henry mi trovi perfettamente d'accordo, tanto è vero che ne ho posseduti ben tre modelli, e il quarto arriverà tra poco. Se proprio vogliamo essere pignoli il sistema di caricamento non è tra i più comodi, ma il volume di fuoco compensa i tempi di caricamento.A guerra finita venne costruito anche un modello con lo sportellino King di caricamento laterale, per facilitare le operazioni di caricamento. Questi modelli, costruiti in numero limitato, sono rarissimi da trovare e possederne uno è oggi quasi impossibile.
Non ebbero tuttavia grande successo, poichè il mercato stava vedendo la nascita e la diffusione del mitico modello 1866 della Winchester

Ciao Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  George H. Thomas il Gio 23 Set 2010 - 10:12

Signori ufficiali,
se posso permettermi, devo ammettere di aver conosciuto per la prima volta il fucile a ripetizione Henry sulle pagine di Tex Willer; infatti, Tex e il suo pard (non ancora Kit Carson) venivano dotati di quest'arma definita in termini molto positivi, e specialmente nelle mani di due tiratori come loro!
Comunque, per chi è interessato, ulteriori informazioni su quest'arma possono essere trovate qui.

Ed ecco un'immagine di questo fucile tanto temuto dai confederati, come cita giustamente Giancarlo:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Thomas
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 30
Località : Camporosso (IM)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  Giancarlo il Gio 23 Set 2010 - 22:00

vittorio migliavacca ha scritto:Circa la bontà del fucile Henry mi trovi perfettamente d'accordo, tanto è vero che ne ho posseduti ben tre modelli, e il quarto arriverà tra poco. Se proprio vogliamo essere pignoli il sistema di caricamento non è tra i più comodi, ma il volume di fuoco compensa i tempi di caricamento.A guerra finita venne costruito anche un modello con lo sportellino King di caricamento laterale, per facilitare le operazioni di caricamento. Questi modelli, costruiti in numero limitato, sono rarissimi da trovare e possederne uno è oggi quasi impossibile.
Non ebbero tuttavia grande successo, poichè il mercato stava vedendo la nascita e la diffusione del mitico modello 1866 della Winchester

Ciao Granny
Anche io Vittorio ne posseggo uno e confermo tutto quanto detto da te. Veramente singolare (e non molto pratico) il sistema di alimentazione dell'arma: trazione della molla, rotazione dell'apice della canna, ed introduzione delle cartucce nel serbatoio. La prima volta che l'armiere me lo ha mostrato non volevo crederci!
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Ven 24 Set 2010 - 0:08

Chi l'ha prodotto il tuo Henry? La Uberti?

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2880
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  Giancarlo il Ven 24 Set 2010 - 19:36

P.G.T. Beauregard ha scritto:Chi l'ha prodotto il tuo Henry? La Uberti?

Ciao
Esatto, che io sappia è l'unica ditta che replica quel fucile.
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 25 Set 2010 - 12:48

Giancarlo ha scritto:
P.G.T. Beauregard ha scritto:Chi l'ha prodotto il tuo Henry? La Uberti?

Ciao
Esatto, che io sappia è l'unica ditta che replica quel fucile.

Bene, grazie.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2880
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Mer 8 Ago 2012 - 14:26

vittorio migliavacca ha scritto:Il Colt Revolving rifle, pur avendo una capacità di fuoco superiore, restava pur sempre un'arma ad avancarica con una serie infinita di difetti e pochissimi pregi.
Primo difetto e non trascurabile era dato dalla doppia o tripla accensione delle camere, che come minimo distruggeva l'arma e poteva invalidare seriamente il tiratore.
Altro difetto la fuoriuscita di gas bollenti dalle camere di scoppio che " arrostivano" la mano del tiratore
Pregi, ora, non me ne vengono in mente.
Lo Spencer, al contrario, fu una buona arma, ma sappiamo quanto fossero dubbiosi gli impiegati del Ministero dell'Artiglieria nel scegliere e adottare nuove armi.
L'Henry fu un fucile molto innovativo, mi lasciano qualche dubbio la sua meccanica piuttosto debole il calibro troppo piccolo per un fucile da guerra( fanteria).

Ciao Granny

Buongiorno
Siete sicuri che tutti i Colt siano ad avancarica? dico questo oerchè i fucili Colt erano sostanzialmente delle copie delle pistole e la fabbrica nel 1860 costruiva pistole a retrocarica già da qualche anno e quindi trovo strano che per i fucili costruiti durante la guerra cvile si usassero ancora dei vecchi modelli.
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Sab 21 Gen 2017 - 20:25, modificato 1 volta
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 522
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 54
Località : MANTOVA

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  Giancarlo il Dom 12 Ago 2012 - 21:55

Tieni presente che all'epoca della g.c.a. non esistevano ancora cartucce a percussione centrale. Nei tamburi dovevano essere posizionate le cariche una ala volta: polvere, palla e capsula. Procedimento molto lungo e laborioso. Solitamente i soldati si portavano qualche tamburo già carico per non frammentare il volume di fuoco.
avatar
Giancarlo
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 782
Data d'iscrizione : 05.11.08
Età : 56
Località : Ferrara

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  vittorio migliavacca il Lun 13 Ago 2012 - 16:00

Può essere che qualche modello di Colt venne convertito in retrocarica, ma se così accadde il fenomeno fu limitato e certamente trascurabile. Sostanzialmente nella A.C.W. la fece da padrone ancora l'avancarica

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Due fucili a ripetizione : lo Spencer e il Colt

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum