Situazione attuale

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 1 Feb 2009 - 23:24

Io sono un paio di giorni che lavoro proprio ad una specie di vetrina per il forum su facebook, volevo creare un gruppo ma guardando le possibilità che facebook offre sono rimasto deluso. Secondo me non permette grandi discussioni e poi non mi è sembrato il caso di spostare delle possibili discussioni da questo forum strutturato apposta per discutere a un sito più che altro di incontri diciamo. Quello che sto creando è appunto una vetrina per far conoscere questo forum agli utenti di facebook e magari arruolare qualcuno...

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2805
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  LEWIS A. ARMISTEAD il Dom 1 Feb 2009 - 23:59

Beauregard ha scritto:Io sono un paio di giorni che lavoro proprio ad una specie di vetrina per il forum su facebook, volevo creare un gruppo ma guardando le possibilità che facebook offre sono rimasto deluso. Secondo me non permette grandi discussioni e poi non mi è sembrato il caso di spostare delle possibili discussioni da questo forum strutturato apposta per discutere a un sito più che altro di incontri diciamo. Quello che sto creando è appunto una vetrina per far conoscere questo forum agli utenti di facebook e magari arruolare qualcuno...

Ciao,
Beauregard


Salve Beauregard!

si anch'io avevo i tuoi dubbi.....facebook lo vedrei bene come vetrina per arruolare qualcuno....qualche nostro confederato smarrito e solo Very Happy
avatar
LEWIS A. ARMISTEAD
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 120
Data d'iscrizione : 23.01.09
Località : Venesia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 2 Feb 2009 - 17:08

Ma anche qualche bel nordista tutto solo Cool

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2805
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

gruppo su facebook

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Lun 2 Feb 2009 - 19:21

A proposito su facebook esiste anche già una pagina di un gruppo che si occupa dell' ACW con 6 membri... Ho fatto che iscrivermi e mettere sulla bacheca il nome del sito e del nostro forum, fatto male? Magari mi accusano di coercizione! Laughing
Bearugard scusa se ho scritto ancora in questa pagina sposta pure.

Colonnello Valerio Like a Star @ heaven
avatar
Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 29
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 5 Feb 2009 - 20:01


_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2805
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Virginian Gentleman il Mar 24 Feb 2009 - 14:48

Io ho egli amici americani che vengono dalla Nord Carolina e dalla Virginia, qualche volta ho tentato di buttare là la discussione di un eventuale ritorno di fiamma di orgoglio sudista e di una nuova secessione ma mi hanno, praticamente, preso per pazzo.
Secondo loro i vary League of the South and Southern Indipendence party sono poco più che una manica di pazzi.
avatar
Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

situazione attuale

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Feb 2009 - 15:41

Virginian Gentleman ha scritto:Io ho egli amici americani che vengono dalla Nord Carolina e dalla Virginia, qualche volta ho tentato di buttare là la discussione di un eventuale ritorno di fiamma di orgoglio sudista e di una nuova secessione ma mi hanno, praticamente, preso per pazzo.
Secondo loro i vary League of the South and Southern Indipendence party sono poco più che una manica di pazzi.

mi sà tanto che sarebbe come evocare il ritorno di francesco di borbone al sud, o dei savoia in piemonte.
ciò che è stato è stato !

ciao
gen. lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Virginian Gentleman il Mar 24 Feb 2009 - 16:53

C'è gente che lo fa anche da noi(conosco un paio di secessionisti napoletani - uno dei quali è pure andato ad incontrare non so quale erede al trono) ma, appunto, sono una manica di pazzi.
avatar
Virginian Gentleman
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 51
Data d'iscrizione : 24.02.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  vittorio migliavacca il Lun 2 Mar 2009 - 20:30

Dove tutto è cominciato, tutto è finito. Difficilmente la Storia si ripete.

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Ospite il Lun 2 Mar 2009 - 20:59

Non ditelo alla Francia che potrebbe rimanerci male visto che tutto il suo presente lo basa sulla speranza di resuscitare un qualcosa che rassomigli ai suoi due imperi.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

John Mcain e il significato della confederate flag

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Dom 8 Mar 2009 - 23:46

Sempre su Youtube ho trovato un intervista al candidati alle elezioni presidenziali americane John Mcain in cui esprime le sue opinioni sulla bandiera confederata e sul significato di ostentarla ancor oggi....
La cosa che mi ha colpito è che il discorso tenuto in piena campagna elettorale in sud carolina ha assunto toni decisamente diversi in due interviste a 3 giorni di distanza l'una dall'altra....
Probabilmente aveva capito di aver commesso un grave errore dal punto di vista politico inimicandosi i sentimenti di parte degli elettori degli stati meridionali??? Io perlomeno ritengo che questa sia l'ipotesi più valida.....

Ditemi le vostre:

http://www.youtube.com/watch?v=WN8EMmML-es


Maggiore Griffin Like a Star @ heaven
avatar
Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 29
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Ospite il Mar 10 Mar 2009 - 17:04

Eh, intervista solo apparentemente siificativa; durante le elezioni americane entrambi i candidati hanno detto tutto e l'esatto contrario di tutto senza vergogna. Ricordo che saltai su di una sedia quando sentii Obama giurare e spergiurare che Gerusalemme sarebbe stata Capitale Unica ed Indivisibile di Israele..il suo staff ci mise meno di 24 ore a fargli notare la Gaffe e subito in una intervista parlò dello Stato Palestinese con capitale Gerusalemme Est...


Ultima modifica di Lloyd J. Beall il Ven 29 Mag 2009 - 21:19, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

situazione attuale

Messaggio  jeb il Ven 3 Apr 2009 - 21:16

luraghi è proprio un mestro , se leggete il suo libro la spada e le magnolie riponerà a tutte le vostre domande.ma che c'entra il terrorismo di sinistra che tra l'altro colpiva i singoli che riteneva atorto o ragione colpevoli, mentre quello di destra faceva stragi tra la popolaonei.
comunque i sudisti doventarono (alcuni) razzisti dopo la guerra ,prima c'era la schiavitù ma non il razzismo (sembra strano) la differenza tra isudisti ei nordisti rispetto a neri:isudisti li amano come individui e ne diffidano come massa ,(come astrazione),inordisti liamano come massa eli odiano come individui.
semrbra in questi ultimi anni che la classe dirigente degli usa sia del sud ,ilsud governa gli usa ma è unsud che ha inglobato ivalori e la morale yankee.
i sudisti sono diventati repubblicani e ricordoche in america ivalori più a sinistra li ha espressi il partito democratico.
po su quasi tutti i siti confederati sono multirazzizli e contrari al razzismo e preoccupati che dei simboli e delle bandiere confederate appaino e venghino abusivamente appropiate da movimenti razzisti e di destra
avatar
jeb
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 19
Data d'iscrizione : 29.09.08
Età : 66
Località : firenze

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Miss Virginia Anderson il Ven 29 Mag 2009 - 16:05

Ultimamente stò comunicando con un gentiluomo americano discendente di una famiglia sudista da diverse generazioni.
Chiacchierando di politica e, ovviamente, della storia del suo paese, mi ha detto anche che in un famoso discorso, l'attuale governatore dello Stato del Texas, Rick Perry, ha sfiorato più volte la questione della secessione parlando di una probabile conseguenza dell'oppressione del governo allo stato attuale.
Teoricamente il Texas è l'unico stato che, ad oggi, potrebbe permettersi di secedere proprio grazie alla sua ricchezza petrolifera.
Per questo, il mio amico Mark mi ha detto che in tutti gli Stati Uniti c'è un pò di paura poichè diversi singoli stati stanno sfiorando la bancarotta e quindi lui e molti altri pensano che le uniche due conseguenze possibili a tutto ciò possano essere o la schiavitù (intesa come lavorare solo ed esclusivamente per vivere, senza potersi permettere consumi non primari) o la guerra.
Insomma, l'idea della secessione in molti stati del Sud è ancora vivissima e sono certa che se mai il Texas provasse a secedere, tutti gli stati della CSA lo seguirebbero a ruota con conseguenze che tutti possiamo immaginare...

Per rendersi conto di come viene vissuta oggi l'idea di una nuova secessione, basta dare un'ochiata a diversi filmati sulla CSA reperibili facilmente su YouTube. I commenti che li accompagnano sono davvero impressionanti.
Tra nord e sud i vecchi rancori non sono finiti e il motto "The south will rise again!" non è soltanto un modo di dire, moltissimi americani credono fermamente all'idea di poter risorgere e poter finalmente rivendicare la prima sconfitta.
avatar
Miss Virginia Anderson
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 125
Data d'iscrizione : 29.05.09
Età : 31
Località : Pavia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Capt. Patrick M.Griffin il Ven 29 Mag 2009 - 18:04

La presenza di uno stato leader si dimostrerebbe fondamentale per l'eventuale rinascita di una futura confederazione, concordo appieno con Miss Anderson dicendo che in questo momento Dallas è paragonabile da questo punto di vista alla Richmond del pre-guerra.
Precisando che servirebbe indispensabilmente uno stato forte dal punto di vista strategico ed economico per trattare con Washington.

Tenente-colonnello Griffin Like a Star @ heaven
avatar
Capt. Patrick M.Griffin
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 31.10.08
Età : 29
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  14th Louisiana il Ven 29 Mag 2009 - 18:47

Siamo sicuri che la nostra amata Confederazione sia davvero morta?

Ho sempre pensato che con quello che faccio con la rievocazione, quello che Beauregard fa con il suo forum, quello che tutti noi facciamo studiando e discutendo contribuisca in realtà a preservarne lo spirito, la memoria, i valori...

Si potrebbe parlare per ore su questo argomento ma io sono fermamente convinto che la Confederazione continua ad esistere in noi.

Nell' immagine che allego, il monumento a Jefferson Davis, controverso e criticato presidente degli Stati Confederati d'Amenrica, trovo personalemte l'emblema e il significato di quello che è stato.
Un mondo che ha lottato contro il destino ma che proprio nei posteri ha trovato la sua vera ed imperitura gloria.

Ecco allora il Presidente, che incarnando tutti i suoi concittadini, sembra quasi protendere il braccio verso l'eterno, verso il futuro..... verso di noi…

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
14th Louisiana
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 102
Data d'iscrizione : 04.09.08
Età : 34
Località : Veneto

Vedi il profilo dell'utente http://www.rievocazioni-guerra-civile.it

Tornare in alto Andare in basso

situazione attuale

Messaggio  R.E.Lee il Ven 29 Mag 2009 - 19:18

Capt. Patrick M.Griffin ha scritto:La presenza di uno stato leader si dimostrerebbe fondamentale per l'eventuale rinascita di una futura confederazione, concordo appieno con Miss Anderson dicendo che in questo momento Dallas è paragonabile da questo punto di vista alla Richmond del pre-guerra.
Precisando che servirebbe indispensabilmente uno stato forte dal punto di vista strategico ed economico per trattare con Washington.

Tenente-colonnello Griffin Like a Star @ heaven

ragazzi, stiamo attenti a non scambiare i "regionalismi", che esistono anche in italia ed i ricordi del passato che fù, con le spinte secessionistiche !!!

il NONNETTO bobby lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Ospite il Ven 29 Mag 2009 - 21:26

Miss Virginia Anderson ha scritto:Ultimamente stò comunicando con un gentiluomo americano discendente di una famiglia sudista da diverse generazioni.
Chiacchierando di politica e, ovviamente, della storia del suo paese, mi ha detto anche che in un famoso discorso, l'attuale governatore dello Stato del Texas, Rick Perry, ha sfiorato più volte la questione della secessione parlando di una probabile conseguenza dell'oppressione del governo allo stato attuale.
Teoricamente il Texas è l'unico stato che, ad oggi, potrebbe permettersi di secedere proprio grazie alla sua ricchezza petrolifera.
Per questo, il mio amico Mark mi ha detto che in tutti gli Stati Uniti c'è un pò di paura poichè diversi singoli stati stanno sfiorando la bancarotta e quindi lui e molti altri pensano che le uniche due conseguenze possibili a tutto ciò possano essere o la schiavitù (intesa come lavorare solo ed esclusivamente per vivere, senza potersi permettere consumi non primari) o la guerra.
Insomma, l'idea della secessione in molti stati del Sud è ancora vivissima e sono certa che se mai il Texas provasse a secedere, tutti gli stati della CSA lo seguirebbero a ruota con conseguenze che tutti possiamo immaginare...

Per rendersi conto di come viene vissuta oggi l'idea di una nuova secessione, basta dare un'ochiata a diversi filmati sulla CSA reperibili facilmente su YouTube. I commenti che li accompagnano sono davvero impressionanti.
Tra nord e sud i vecchi rancori non sono finiti e il motto "The south will rise again!" non è soltanto un modo di dire, moltissimi americani credono fermamente all'idea di poter risorgere e poter finalmente rivendicare la prima sconfitta.

Mia signora, come si è potuto vedere, alla fine si è ridotto a mero folklore. Il Texas, tecnicamente, insieme alla Caligornia, sarebbero gli unici stati a poter rivendicare davvero la Secessione in quanto sono stati, dapprima, repubbliche indipendenti che hanno scelto liberamente l'adesione e potrebbero scegliere anche la secessione....ma son solo parole. Il Sud rivendica il suo retaggio, ma così come la guerra non è stata altro che uno scontro all'interno di un conflitto nato almeno dieci anni prima del suo scoppio e continuato negli anni successivi con altri mezzi, gli stati hanno più la propensione a voler mantenere i propri diritti all'interno di questa cornice federale che distaccarsene.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Miss Virginia Anderson il Lun 1 Giu 2009 - 9:34

Beauregard ha scritto:Già il Ku Klux Klan, il primo fra tutti a infangare l'immagine della Confederazione. La scorsa settimana ho visto su una pagina di giornale un articolo legato al razzismo e le elezioni negli USA. Due pagine tapezzate di bandiere confederate e membri del Ku Klux Klan e questo mi ha dato molto fastidio.... Non sono pochi quelli che, anche negli Stati Uniti, collegano gli ideali sudisti a quelli del Ku Klux Klan. Anche questo è un'aspetto importante da tenere a mente riguardo la situazione attuale dei movimenti sudisti perchè spesso i movimenti politici, le associazioni storiche e culturali vengono considerate le divulgatrici di idee totalmente estranee.

Ciao,
Beauregard

Sì, purtroppo questi tipi di pregiudizi sono all'ordine del giorno...
Il fatto che molti siano pronti a giudicare una nazione (perchè è questo che la Confederazione è stata) razzista solo basandosi su ciò che divulgano giornali e tv lo disapprovo totalmente!
Con il tempo ho imparato che la storia la scrive sempre chi vince, poi stà a tutti gli altri andare a cercare ulteriori notizie!
Se dovessimo basarci soltanto sui libri di storia staremmo freschi!
La "faccenda" della Guerra Civile è una delle più scottanti in assoluto: il perchè sia scoppiata, i veri motivi, i personaggi che, nel bene e nel male hanno dato il loro contributo nel conflitto, le ragioni politiche, la "questione" della schiavitù, ecc...
In pochi sanno che anche al Nord c'erano moltissimi schiavi, in pochi sanno i piani di Lincoln per tutti gli schiavi che sarebbero stati liberati...
Insomma, tutti parlano ma si basano solo su notizie scritte e riscritte.
Questa storia del Ku Klux Klan e sull'associazione della bandiera Confederata a movimenti di questo tipo è una cosa sulla quale evito ormai anche di discutere perchè mi ha sempre innervosito moltissimo.
E' vero che questa bandiera è stata usata dal Ku Klux Klan, ma ne più ne meno di altre bandiere, prima su tutte la bandiera degli Stati Uniti d'America (quella più usata in assoluto).
Gli ideali sudisti, la mentalità e la Confederazione stessa non è giusto subiscano un tale smacco, una tale presa in giro, non è giusto perchè questi non erano e non sono tuttora motivi di conflitto e sentimenti popolari.
E non solo la bandiera confederata, ma anche altri simboli utilizzati durante la Guerra Civile dalla Confederazione, sono stati "raggirati" ed utilizzati in modo inappropriato per promuovere ideali che non erano quelli sudisti.
avatar
Miss Virginia Anderson
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 125
Data d'iscrizione : 29.05.09
Età : 31
Località : Pavia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Ospite il Lun 1 Giu 2009 - 14:16

Come potet eimmaginare,Miss. Anderson, esiste molta confusione, confusione dovuta alla volontà di semplificazione di molti. Esiste una tendenza tutta scolastica a voler dividere un flusso continuo quale è la Storia in argomenti standardizzati. La Guerra civile non fugge da questa logica. Molti preferiscono dire che è iniziata nel 1860 ed è finita nel 1865 per mera comodità senza volersi impelagare in tutte le questioni, le rivalità e le disquisizioni politiche e culturali che hanno infiammato l'unione federale nordamericana sin dalla guerra messicana se non prima. Lo stesso vale per la sua fine. Dopo il 1865 non si analizza mai bene il periodo dell'occupazione militare del sud e...del Klan. Non si arriva a comprendere che quello che oggi usa questo nome è una degenerazione, una perversione di un qualcosa nato in maniera totalmente differente. Vi erano associazioni difensive contro lo strapotere dell'esercito federale e di carpetbaggers e di queste asociazioni facevano parte molti reduci della Confederazione...il punto è che piano piano, in queste associazioni, prevalse una frangia che nulla aveva a che spartire con le finalità originarie delle associazioni o con la Confederazione; la frangia razzistica. ma ancheal suo interno, addirittura, si può far ela differenza tr aun momento precedente ed uno succssivo. I primi "razzisti" di questa seconda incarnazione del Klan, erano uomini spinti dalla rabbia, dall'odio verso l'unione (magari per aver perso qualcosa durante la guerr ao via dicendo) e che trovarono il capro espiatorio nei neri da ammazzare. Se si va a vedere lo statuto del Klan attuale si scopre odio verso qualsiasi etina, orientamento religioso o sessuale senza alcuna giustificazione storico-sociale che riconduca alla Confederazione. Il Klan odierno odia gli ebrei? Negli eserciti confederati militavano gli ebrei. Il Klan odia le altre etnie? I nativi americani nelle forze armate confederate erano migliaia e via dicendo. Non per nulla le associazioni di veterani e dei loro figli hanno diffidato il Klan da usare i simboli della Confederazione; non esiste nulla del Klan che si richiami ad essa. I suoi appartenenti si richiamano ad una presunbta confederazione di supremazia ariana che non esiste se non nelle loro fantasie, poichè quella storicamente esistita non era questo. Ora, se noi possiamo giungere a questo, ci viene naturale che tutti possano giungere a questo....il dramma è che ci vorrebbero troppe discussioni per spiegare queste cose a chi, in fondo, se non sa queste cose non è perchè gli sono state nascoste, ma semplicemente perchè preferisce semplificarsi la vita nel proprio sillogismo felice Confederazione/schiavitù/razzismo/Klan/terzo Reich/ Satana o giù di li....

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Miss Virginia Anderson il Lun 1 Giu 2009 - 15:02

estremamente vero...ed estremamente triste e frustrante Mr. Beall...
mi basta dire una cosa: quando ero a scuola, lo spazio dedicato alla Guerra Civile Americana sul mio libro di storia era esattamente di mezza facciata, l'altra mezza facciata era occupata da una fotografia....
La standardizzazione e la semplificazione dei concetti in modo da facilitarne il collegamento con altri concetti che nulla c'entrano è purtroppo la realtà...
Per chi fosse curioso voglio pubblicare un link molto interessante di un'associazione fondata da un uomo di colore che difende il patrimonio sudista e le vere ragioni del conflitto tra Nord e sud:

http://www.southernheritage411.com/index.shtml

Invito tutti a visionare e prendere atto di ciò che è zcritto in queste pagine e di riflettere.
Più volte ho letto articoli in merito ai Sons of Confederate Veterans che chiedono vivamente ad associazioni e clan di stampo razzista di non utilizzare ingiustamente i simboli della Confederazione in quanto inappropriati... ma queste notizie ovviamente non fanno abbastanza notizia....
avatar
Miss Virginia Anderson
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 125
Data d'iscrizione : 29.05.09
Età : 31
Località : Pavia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Ospite il Lun 1 Giu 2009 - 15:29

Miss Anderson, se vi può consolare, quando andavo a scuola io, sul mio testo, mancava anche quella mezza facciata che avete avuto voi. avete citato una battaglia giusta: quella per il non utilizzo inappropriato della simbologia sudista; è una battaglia portata avanti da molte persone, anche famose; tra di esse il celeberrim oattore Clint Eastwood, membro dei Sons of Confederate Veterans.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 1 Giu 2009 - 16:00

Miss Virginia Anderson ha scritto:estremamente vero...ed estremamente triste e frustrante Mr. Beall...
mi basta dire una cosa: quando ero a scuola, lo spazio dedicato alla Guerra Civile Americana sul mio libro di storia era esattamente di mezza facciata, l'altra mezza facciata era occupata da una fotografia....
La standardizzazione e la semplificazione dei concetti in modo da facilitarne il collegamento con altri concetti che nulla c'entrano è purtroppo la realtà...
Per chi fosse curioso voglio pubblicare un link molto interessante di un'associazione fondata da un uomo di colore che difende il patrimonio sudista e le vere ragioni del conflitto tra Nord e sud:

http://www.southernheritage411.com/index.shtml

Invito tutti a visionare e prendere atto di ciò che è zcritto in queste pagine e di riflettere.
Più volte ho letto articoli in merito ai Sons of Confederate Veterans che chiedono vivamente ad associazioni e clan di stampo razzista di non utilizzare ingiustamente i simboli della Confederazione in quanto inappropriati... ma queste notizie ovviamente non fanno abbastanza notizia....

Bel sito, con numerosi indirizzi, mi dara' modo di completare la storia delle unita' di colore della confederazione, infatti abbiamo parlato dei neri nel nostro forum a questo link http://guerracivileamerican.forumattivo.com/cosa-sarebbe-successo-se-f9/truppe-di-colore-per-la-confederazione-t97.htm

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Miss Virginia Anderson il Lun 1 Giu 2009 - 16:12

Sì, è un bel sito, e poi è stato un'immenso piacere vedere che una persona di colore ha creato dal nulla il sito difendendo la Confederazione. Sinceramente è stato bello poterlo mostrare a chi dice sempre "nel sud sono razzisti e i neri non li vogliono!"...
ci sono anche diverse foto e vari collegamenti ad altri siti altrettanto interessanti! Very Happy
avatar
Miss Virginia Anderson
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 125
Data d'iscrizione : 29.05.09
Età : 31
Località : Pavia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Ospite il Lun 1 Giu 2009 - 16:17

Infatti ancora tutt'oggi resiste, in Italia, il mito che il sud sia razzista, anche se ora sembra allargato e si dice che tutta l'america sia razzista per il muro che vuole creare per fermar el'immigrazione eccessiva messicana....peccato che divenga difficile sostenere che l'America è razzista vedendo il colore della pelle del suo presidente....ma si sa,chi ha una convinzione, con quella rimane.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Situazione attuale

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum