Le elezioni del 1864

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Le elezioni del 1864

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 11 Nov 2008 - 17:25

Cosa sarebbe successo secondo voi se Lincoln non fosse stato rieletto nel 1864? Il nuovo presidente avrebbe riconosciuto la Confederazione come nazione? La guerra sarebbe finita?

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re:Le elezioni del 1864

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mar 11 Nov 2008 - 22:37

Si potrebbe dire che la guerra avrebbe potuto interrompersi e la Confederazione ottenere l'agognata indipendenza, ma il neopresidente non era solo ed avrebbe dovuto rendere conto ai membri del suo partito. Ricordiamo, anche le differenti vedute di Lincoln e i gli esponenti del suo partito verso la fine della guerra sul trattamento da riservare al sud (che forse portarono alla sua morte, ma questo e' altro argomento).

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis


Ultima modifica di Benjamin F. Cheatham il Mer 12 Nov 2008 - 1:12, modificato 1 volta

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  forrest il Mer 12 Nov 2008 - 0:17

Quando si tennero le elezioni presidenziali,nell'autunno del 1864,la guerra aveva ormai preso una piega nettamente e forse irrimediabilmente favorevole all'Unione,e a quel punto anke se fosse stato eletto McClellan non sarebbe cambiato nulla;dopo tre anni e mezzo di una guerra terribile,dopo che 300000 soldati nordisti erano caduti, con la vittoria ormai ad un passo,non avrebbe mai potuto concedere al Sud l'indipendenza.Se invece Atlanta non fosse caduta,e le sorti del conflitto fossero state ancora in bìlico,McClellan sarebbe stato eletto senz'altro e probabilmente avrebbe firmato un armistizio riconoscendo la Confederazione come Stato indipendente.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re:Le elezioni del 1864

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 12 Nov 2008 - 1:17

Concordo con te, come dicevo ormai difficilmente si sarebbe potuta fermare la guerra alla fine del '64.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3120
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  Ospite il Mer 12 Nov 2008 - 18:26

Certo, la questione della rielezione di Lincoln era inscindibilmente legata dagli eventi bellici dell'autunno 1864.
Lincoln rischiò seriamente di perderle, questo sì, almeno fino a prima della caduta di Atlanta. Fra la primavera e l'estate del 1864, Lee e la sua Armata avevano combattuto una campagna difensiva da manuale, dove molti talenti della Confederazione avevano brillato di luce stupenda. Johnston era stato altrettanto magistrale nella ritirata verso Atlanta. A questi insuccessi, aggiungiamo gli svarioni di Banks sul Red River. Poi però, venne Mobile Bay - in primis - e la caduta di Atlanta, Sheridan nello Shenandoah (maledetto lui!) insomma una dietro l'altra.
Di sicuro se Lincoln fosse sopravvissuto all'attentato (e questa è stata davvero la sciagura definitiva per il Sud già prostrato) la pace sarebbe stata all'insegna della conciliazione. Tali erano i suoi sentimenti. Da sudista fino all'ultima goccia di sangue, non so provare alcuna ostilità verso un uomo come Lincoln. Diversa è la questione per molti - troppi - dei suoi generali, e più ancora dei suoi soldati.
Insomma: nell'autunno del 1864, furono le condizioni belliche a determinare la logica prosecuzione del conflitto, indipendentemente da quale fosse il possibile presidente insediato alla Casa Bianca.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 12 Nov 2008 - 23:29

Ma l'opinione pubblica nordista stufa del conflitto con un nuovo presidente a cui piaceva l'idea della pace, non avrebbe esercitato molta pressione? Esiste una remota possibilità che la volontà di combattere del nord crollasse?

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  Ospite il Gio 13 Nov 2008 - 0:10

Eventualità certamente possibile, amico Beauregard.
Consideriamo però un fattore importante: nell'autunno 1864, per il Nord la strategia del disimpegno veniva ad essere una soluzione difficilmente praticabile, in relazione all'enorme quantitativo di risorse umane e di ogni altro genere, speso fino allora in funzione della "riconquista" del Sud (o, più neutralmente, il mantenimento dell'integrità territoriale nazionale).
In altre parole, eravamo già oltre il famoso "punto di non-ritorno".
La guerra era già costata così tanto (all'Unione, nello specifico) sotto ogni punto di vista, che a quel punto era migliore la scelta di impegnarsi ancora di più, e di vincerla, piuttosto che quella di mollare tutto, "regalando" la vittoria al nemico nell'unico modo in cui poteva ancora sperare di ottenerla. E di questo penso fossero consapevoli in molti al Nord.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  forrest il Gio 13 Nov 2008 - 0:49

Sullla presunta magnanimità di Lincoln ci sarebbe molto,ma molto da discutere.Per rispondere all'amico Beauregard,la volontà di combattere,nel Nord,aveva vacilato nella primavera del 1864,al punto che si profilò concretamente l'eventuaità di una secessione degli Stati del Nord Ovest da quelli della costa atlantica.Ma dopo la campagna di Atlanta l'opinione pubblica nordista sapeva che la vittoria era ormai viinissima,e a quel punto,dopo che tanto sangue era stato versato per preservare l'Unione,sarebbe stato impensabile concedere l'Indipendenza al Sud.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

elezione

Messaggio  Ospite il Gio 13 Nov 2008 - 18:30

Sono d'accordo sul fatto che una eventuale elezione di McClellan non avrebbe cambiato nulla per il Sud

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  Yamato-Stuart il Ven 14 Nov 2008 - 20:57

In quelle strane elezioni in cui si votò solo al nord McClellan raccimolò circa il 45% dei voti e vinse solo in 2/3 stati, tuttavia sono convinto e l'ho sostenuto anche in un'altra parte del forum, che se Atlanta non fosse caduta le cose sarebbero andate diversamente. E' vero anche che McClellan in caso di vittoria avrebbe continuato a combattere ma se appunto Atlanta non fosse caduta con le operazioni militari in stallo con l'aggiunta della minaccia di secessione degli altri stati ad ovest oggi avremmo la nostra bandiera.
Io contrariamente a voi altri penso che la confederazione aveva in realtà il compito "più facile" perchè doveva "solo" resistere doveva essere riconosciuta e basta e per esserlo l'unico modo era un atto politico appunto. Militarmente eravamo più forti, come esercito e come preparazione dei generali, ma potevamo vincere forse in 1 anno poi guerriglia, saremmo in piedi ancora oggi. Purtroppo bisogna contestualizzare e a quel tempo il guerra era concepita in un certo modo e con i "se" e con i "ma" non si combina nulla. Evil or Very Mad

Yamato-Stuart
Tenente
Tenente

Numero di messaggi : 156
Data d'iscrizione : 20.09.08
Località : MB

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 16 Nov 2008 - 17:21

Ho spostato tutti messaggi degli ultimi giorni nella sezione "Gli eserciti, le tattiche, le armi e le battaglie" sotto il topic "Struttura e qualità degli eserciti CS e US" perchè erano fuori argomento.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  George H. Thomas il Mar 16 Dic 2008 - 13:44

Oltre ai successi militari (la cattura di Atlanta da parte di Sherman e la vittoria di Farragut alla Baia di Mobile), c'era anche un'altro fattore che spingeva la bilancia verso la rielezione di Lincoln. La piattaforma dei suoi avversari era contro la prosecuzione della guerra, ma scelsero McClellan che non era affatto disposto a concludere la guerra se eletto. E questo ha contribuito a indebolire la posizione dei democratici.
Il risultato finale è stata una vittoria schiacchiante per Lincoln, che ha vinto il 55% dei voti popolari e ben 212 voti dei grandi elettori su 233. Grazie mille a Sherman e Farragut.
Se McClellan avesse vinto (e io ritengo sarebbe stato possibile solo senza le recenti vittorie, visto che prima la bilancia forse era dalla sua parte), credo che sarebbe seguita una grande confusione : lui non voleva mollare, ma il partito che lo aveva eletto sì, e bisogna vedere se lui sarebbe stato in grado di controllarlo e quindi continuare, oppure avrebbe ceduto e intavolato trattative di pace. Forse sarebbe riuscito a ignorare i suoi elettori (in fondo, ha continuato a ignorare i suoi superiori per tutta la sua carriera militare! lol! ); per ignorare degli appelli McClellan aveva un'abilità naturale!

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  "Jo" Shelby il Lun 14 Set 2009 - 17:04

Dopo aver letto i messaggi di tutti gli amici concordo nell'affermazione che la caduta di Atlanta fu uno dei fattori più significativi della rielezione di Lincoln. Da non dimenticare che fu Davis a sollevare Johnston dalla difesa della città, conferendo il comando a Hood con i risultati che tutti sanno. E' sempre vero che le vittorie si costruiscono anche grazie agli errori dell'avversario e direi che in questo caso senza dubbio uno dei più importanti!

"Jo" Shelby
Primo Sergente
Primo Sergente

Numero di messaggi : 63
Data d'iscrizione : 04.09.09
Età : 60
Località : Friuli - Venezia Giulia

Vedere il profilo dell'utente http://dixiesaloon.weebly.com

Tornare in alto Andare in basso

le elezioni del 1864

Messaggio  R.E.Lee il Lun 14 Set 2009 - 19:12

con atlanta caduta, concordo con l'amico forrest: la guerra sarebbe proseguita. che poi la caduta della città sia stata tutta colpa di hood, anche qui concordo con forrest.......ma non usciamo dal topic.


ciao
lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  vittorio migliavacca il Mar 15 Set 2009 - 19:51

Dopo tre anni di guerra e ad un passo dalla vittoria, penso che nessun presidente nordista sarebbe stato tanto stolto da firmare un armistizio.
Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  Ospite il Gio 24 Set 2009 - 21:42

P.G.T. Beauregard ha scritto:Cosa sarebbe successo secondo voi se Lincoln non fosse stato rieletto nel 1864? Il nuovo presidente avrebbe riconosciuto la Confederazione come nazione? La guerra sarebbe finita?

Ciao,
Beauregard
La Pace? Ma stiamo parlando dell'aspirante dittatore McClellan? Avrebbe continuato la guerra ad ogni costo e se l'ala pacifista dei democratici nordisti lo avesse osteggiato, li avrebbe sostituiti bellamente con i repubblicani che, orfani di Lincon, avrebbero sostenuto chiunque avesse voluto continuare la guerra.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Le elezioni del 1864

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:21


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum