I "Copperheads" : storia di un'opposizione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I "Copperheads" : storia di un'opposizione

Messaggio  George H. Thomas il Mer 22 Set 2010 - 18:58

Signori ufficiali,
così venivano chiamati quei Democratici che nell'Unione ritenevano che si dovesse raggiungere un'accordo o anche una tregua con gli Stati Confederati d'America, contrapposti ai "War Democrats", che sostenevano lo sforzo bellico. Il nome proviene da un serpente velenoso, su cui a chi interessa si possono trovare
qui ulteriori informazioni, mentre i più vocali nella loro opposizione venivano chiamati 2butternuts", dal colore delle giubbe dei confederati.
Nominalmente sostenitori dell'Unione (come concetto), intendevano restaurarla come era prima dello scoppio del conflitto; si schieravano a favore dei diritti degli stati e dell'istituzione servile. E' comprovato che i confederati contribuivano alle loro attività con somme di denaro, poichè a loro faceva molto comodo questa particolare fazione.
Il caso più rinomato è quello del leader riconosciuto, Clement Vallandigham, che ispirò al generale Ambrose Burnside, come comandante del Dipartimento dell'Ohio, il General Order 38 :
The habit of declaring sympathy for the enemy will not be allowed in this department. Persons committing such offenses will be at once arrested with a view of being tried . . .or sent beyond our lines into the lines of their friends. It must be understood that treason, expressed or implied, will not be tolerated in this department.
In base a tale ordine, Vallandigham fu arrestato come oppositore, in un procedimento criticato da diversi giuristi come illegale. Estradato nel Canada e poi nella Confederazione, Vallandigham si presentò come Governatore dell'Ohio, venendo sconfitto sonoramente da un War Democrat, e manovrò la Convenzione Democratica del 1864, imponendo la sua agenda (una capitolazione bella e buona), anche se il risultato fu indebolito dalla nomination di George McClellan (che voleva continuare la guerra). Il risultato fu nullo, visto il risultato delle elezioni presidenziali.
Fautori di una democrazia jacksoniana, è indubbio che essi rappresentassero una opposizione alla guerra non ristretta a una piccola fascia di popolazione, ma è anche chiaro come la loro visione fosse ingenua e poco in contatto con la realtà.

Clement Vallandigham:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

George Thomas
avatar
George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 29
Località : Camporosso (IM)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum