Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Dom 16 Nov 2008 - 0:26

Volevo conoscere il vostro parere su una cosa: Una delle piu' grandi campagne militari della guerra, o per lo meno una delle piu' osannate, fu la marcia verso il mare di Sherman. Io condivido solo l'intuizione geniale del suddetto, nell'affondare il colpo al cuore della Confederazione non lasciare retrovie da colpire ed affidandosi, per tutto quanto necessitava al suo esercito, a quello che trovava in territorio nemico. Pero' dal punto di vista puramente militare esso fece una marcia con due armate con il morale a mille e perfettamente equipaggiate, contro solamente il povero Wheeler ed il suo corpo di cavalleria nell'inutile tentativo di fermarlo, non aveva di fronte un'armata di fanteria, quindi quello che vi chiedo non e' la grandezza assoluta di Sherman, ma il vostro parere sulla presunta grandezza nella specifica campagna.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis


Ultima modifica di Benjamin F. Cheatham il Lun 23 Nov 2009 - 21:49, modificato 1 volta

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Ospite il Dom 16 Nov 2008 - 0:44

Si trionfa senza gloria se si vince senza rischio.

Pierre Corneille

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  forrest il Dom 16 Nov 2008 - 0:56

Sherman affondò il coltello nel burro o,se vogliamo usare un'altra metàfora,sfondò una porta aperta.Ma,non dimentichiamolo,lasciandosi alle spalle Hood,(non per scelta,come hanno sempre sostenuto i suoi estimatori,ma perchè non aveva capito nulla delle intenzioni del suo avversario),rischiò grosso;se Hood a Spring Hill non fosse rimasto vittima dei pasticci dei suoi subordinati,avrebbe ottenuto la più grande vittoria confederata del'intera guerra,e poi sarebbe arrivato in Ohio.E poi,chissà...

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 16 Nov 2008 - 13:02

No non fu vera gloria. La gloria fu dei soldati sudisti che nonostante avessero un'armata nemica che gli entrava in casa e gli distruggeva una delle poche zone lasciate intatte dalla guerra (danneggiando ancora di più il sistema di rifornimenti sudista) decisero di mettersi in marcia in direzione opposta e di portare la stessa distruzione che stavano subendo ai loro nemici al nord.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Mason&Dixon il Lun 23 Nov 2009 - 19:29

secondo una mia opinione, la campagna di Sherman verso il mare e' come "l'anteprima" della parata a Washington, lungo la Pennsylvania Avenue, di fine guerra... uno sfilare di uomini e carri in un agonizzante Georgia, dove il pubblico non poteva ovviamente applaudire ma subirne le piu' terribili ritorsioni... E così!! Era facile in quel modo, non avendo i sudisti un adeguata difesa... Il Nord aveva praticamente vinto!! NO, non fu vera gloria.

Ciao, Mason&Dixon


Ultima modifica di Mason&Dixon il Lun 23 Nov 2009 - 23:42, modificato 1 volta

Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 333
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Ospite il Lun 23 Nov 2009 - 19:35

Dipende da cosa si intende per Gloria. Se si intende avanzare in superiorità numerica e di equipaggiamento contro un nemico a pezzi e prendendosela contro una popolazione civile indifesa incendiando città senza motivazione, fu una Gloria senza pari...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

fù vera gloria ?

Messaggio  R.E.Lee il Lun 23 Nov 2009 - 19:41

la marcia verso il mare è stata enfatizzata, secondo me, oltre misura. sherman avanzò comodamente nella georgia che ben poca resistenza militare poteva opporgli. fece correre un bel rischio a tutta l'unione, tralasciando l'armata di hood per altri obbiettivi che erano meno rischiosi per lui ma che gli avrebbero dato più gloria. se a spring hill non fosse successo quel che è successo, tutta l'operazione "marcia verso il mare", forse adesso sarebbe stata valutata in maniera diversa.

lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  vittorio migliavacca il Lun 23 Nov 2009 - 21:21

Di tutto si trattò tranne che di " gloria". La radice del termine indica una fama ed un onore che si fanno riconoscere ed udire( e io aggiungerei stimare) dal mondo intero.
Francamente non so quale onore si possa ricavare o quale stima meritare nell'infierire su di una popolazione ormai ridotta allo stremo e neppure protetta dal proprio esercito ormai alla fine.
Sherman non si coprì certamente d'onore nella sua marcia verso il mare; fu spietato, cinico e crudele.
Ma purtroppo anche questa è la Guerra.

Ciao Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  forrest il Lun 23 Nov 2009 - 23:33

E non dimentichiamoci l'ultimo atto di quella "gloriosa" marcia,quando lui e il suo compagno di merende Johnston ingannarono in modo ignobile il Presidente Davis,che fu tradito da tutti.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mar 24 Nov 2009 - 0:14

Scusa Forrest in che senso Johnston ingannò e tradì Davis? Col suo comportamento, con la sua tattica o altro? Se la risposta esula dal topic aprine uno.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  forrest il Mar 24 Nov 2009 - 1:20

Davis fu raggirato da Sherman,e tradito da Johnston e Breckenridge.Sherman finse di proporre condizioni di pace clementi,per poi rimangiarsele vergognosamente.A quel punto a Johnston venne ordinato dal Presidente di tornare a combattere,ma allo scadere del cessate il fuoco il Mangiapastina,senza alcuna autorizzazione e senza neppure informare Davis,si arrese.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Nov 2009 - 10:16

non dobbiamo dimenticare che il fratello del gen. sherman era il senatore john sherman. può darsi che il senatore attraverso i suoi contatti con la stampa, sia riuscito a far enfatizzare la "marcia verso il mare" oltre misura. ribadisco il mio pensiero: tutto si trattò fuorchè di un impresa gloriosa. fare "tabula rasa" in una zona in cui la popolazione è ormai allo stremo non è certo cosa onorevole per un soldato e se il fine giustifica i mezzi, come qualcuno afferma, allore tutti i massacri oppure le vessazioni compiute contro i civili durante la triste storia delle guerre sarebbero da giustificare.....


lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  George H. Thomas il Mar 24 Nov 2009 - 11:41

R.E.Lee ha scritto:non dobbiamo dimenticare che il fratello del gen. sherman era il senatore john sherman. può darsi che il senatore attraverso i suoi contatti con la stampa, sia riuscito a far enfatizzare la "marcia verso il mare" oltre misura. ribadisco il mio pensiero: tutto si trattò fuorchè di un impresa gloriosa. fare "tabula rasa" in una zona in cui la popolazione è ormai allo stremo non è certo cosa onorevole per un soldato e se il fine giustifica i mezzi, come qualcuno afferma, allore tutti i massacri oppure le vessazioni compiute contro i civili durante la triste storia delle guerre sarebbero da giustificare.....


lee

Caro Lee, secondo me parlare di onore e di gloria in una cosa tanto immorale e tanto inumana come la guerra è una delle cose più ipocrite che si possano fare. Quindi, lungi dal voler negare o contraddire ciò che hai detto, con cui concordo pienamente, dico semplicemente che, sia che venga condotta "onorevolmente", sia che invece comporti metodi crudeli e inumani, la guerra rimane comunque una cosa terribile e ingiusta, e quindi fare queste distinzioni per me conta poco. Ovviamente, si spera in un comportamento il più possibile umano e tollerante, ma non si dovrebbe rimanere sorpresi del contrario.
Riguardo al fratello del generale Sherman, fu molto utile al fratello nel portare avanti la sua carriera, a scapito forse di altri, ma non credo che abbia potuto fare molto in questo caso particolare. L'operazione in sè era già molto lontana dall'ideale campagna gloriosa che molti hanno in mente, e non è possibile travestire la verità abbastanza da farla rifulgere.

Thomas

Thomas

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Nov 2009 - 11:55

caro thomas, senza volere divagare ulteriormente sulle violenze compiute verso i civili, visto che vi è un topic apposito, mi volevo soffermare proprio sulla tua affermazione finale. il nocciolo della questione stà proprio nel fatto che "la marcia verso il mare", venne trasformata in un evento epico dai media. sherman è rimasto alla storia principalmente per questo "poco glorioso " evento. anche nel documentario di k.burns questo evento viene posto in risalto, cito più o meno (più meno che più...) testualmente quanto narra, quando racconta della parata finale che si svolse a washington: " il maggiore entusiasmo della folla assiepata in pennsylvania avenue si ebbe quando sfilarono le truppe che sherman aveva guidato verso il mare !"

lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Ospite il Mar 24 Nov 2009 - 13:18

George H. Thomas ha scritto:
R.E.Lee ha scritto:non dobbiamo dimenticare che il fratello del gen. sherman era il senatore john sherman. può darsi che il senatore attraverso i suoi contatti con la stampa, sia riuscito a far enfatizzare la "marcia verso il mare" oltre misura. ribadisco il mio pensiero: tutto si trattò fuorchè di un impresa gloriosa. fare "tabula rasa" in una zona in cui la popolazione è ormai allo stremo non è certo cosa onorevole per un soldato e se il fine giustifica i mezzi, come qualcuno afferma, allore tutti i massacri oppure le vessazioni compiute contro i civili durante la triste storia delle guerre sarebbero da giustificare.....


lee

Caro Lee, secondo me parlare di onore e di gloria in una cosa tanto immorale e tanto inumana come la guerra è una delle cose più ipocrite che si possano fare. Quindi, lungi dal voler negare o contraddire ciò che hai detto, con cui concordo pienamente, dico semplicemente che, sia che venga condotta "onorevolmente", sia che invece comporti metodi crudeli e inumani, la guerra rimane comunque una cosa terribile e ingiusta, e quindi fare queste distinzioni per me conta poco. Ovviamente, si spera in un comportamento il più possibile umano e tollerante, ma non si dovrebbe rimanere sorpresi del contrario.
Riguardo al fratello del generale Sherman, fu molto utile al fratello nel portare avanti la sua carriera, a scapito forse di altri, ma non credo che abbia potuto fare molto in questo caso particolare. L'operazione in sè era già molto lontana dall'ideale campagna gloriosa che molti hanno in mente, e non è possibile travestire la verità abbastanza da farla rifulgere.

Thomas

Thomas

Amico mio, non sono d'accrodo sul fatto che in una guerra si possa o meno parlare di Gloria. E' un atto dovuto, invece farlo in quanto, se si afferma che la completezza di una guerra è un qualcosa di uniformemente inumano, si mette sullo stesso piano chi ha ucciso un nemico sul campo di battaglia e chi ha incendiato una casa piena di civili od ha giustiziato dei prigionieri di guerra in violazione ai trattati internazionali. In questo senso si può parlare di Gloria per chi può dire di aver partecipato ad una guerra senza aver compiuto atti contro inermi e disarmati per distinguerli da chi questi atti li ha compiuti. di solito nojn è difficile riconoscere chi ne ha compiuti di questi atti in quanto è solito dopo spendere decine di pagine nelle sue autobiografie per motivarli.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  vittorio migliavacca il Mar 24 Nov 2009 - 19:02

Con queste ultime frasi del comandante Beall ci stiamo addentrando in considerazioni sulla guerra di carattere etico.
Io vorrei continuare ma non so in quale sezione del forum poterlo fare.


Ciao Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Nov 2009 - 19:53

caro granny, se intendi parlare delle violenze sui civili, il topic apposito è in questa sezione: "la guerra totale e la violenze sui civili".

lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Jubal Anderson Early il Mar 27 Dic 2011 - 14:41

Lo stesso generale Sherman rifiutò ogni plauso per la sua tanto decantata Marcia verso il Mare, ridimensionandola a quello che era : un cambio di base delle sue Armate.
Gloriosa l'azione non fu, ma utile lo fu di certo. Gloriosi furono gli uomini di Wheeler che tentarono di opporsi ai numeri soverchianti degli unionisti.
La distruzione indiscriminata fu l'utile strumento per accorciare la guerra. A conti fatti, se tale pratica fosse stata applicata fin dagli esordi del conflitto, esso sarebbe stato più breve e meno sanguinoso. Penso questa sia la verità.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La marcia verso il mare

Messaggio  harko.a69 il Sab 13 Ott 2012 - 18:40

Il vero errore fu di togliere il comando dell'armata del Tennessee al Generale Joe Johnston,il suo obbiettivo non era quella di impedire l'invasione della Georgia,ma di preservare la sua armata.A Kennessaw egli inflisse una dura sconfitta a Sherman,ma il presidente Davis,che mal digeriva Johnston,e spinto dall'opinione pubblica sudista lo sostituì con il suo subordinato John Bell Hood,che in furiosi reiterati contrattacchi contro le linee nordiste ridusse l'armata sudista ad uno spettro di se stessa.All'inizio della campagna in Georgia Sherman poteva contare su una forza di circa 140.000 uomini contro i 55.000 di Johnston,che potevano salire fino a circa 85.000 con ulteriori rinforzi.Se si fose accettata la strategia temporeggiatrice di Johnston le cose potrebbero essere andate diversamente.lmeno così dice raimondo Luraghi.

harko.a69
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 13.10.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  dan-acw il Sab 13 Ott 2012 - 20:14

harko.a69 ha scritto:Il vero errore fu di togliere il comando dell'armata del Tennessee al Generale Joe Johnston,il suo obbiettivo non era quella di impedire l'invasione della Georgia,ma di preservare la sua armata.A Kennessaw egli inflisse una dura sconfitta a Sherman,ma il presidente Davis,che mal digeriva Johnston,e spinto dall'opinione pubblica sudista lo sostituì con il suo subordinato John Bell Hood,che in furiosi reiterati contrattacchi contro le linee nordiste ridusse l'armata sudista ad uno spettro di se stessa.All'inizio della campagna in Georgia Sherman poteva contare su una forza di circa 140.000 uomini contro i 55.000 di Johnston,che potevano salire fino a circa 85.000 con ulteriori rinforzi.Se si fose accettata la strategia temporeggiatrice di Johnston le cose potrebbero essere andate diversamente.lmeno così dice raimondo Luraghi.

Gentile amico leggendo il forum avrai modo di approfondire la questione (soprattutto relativamente alle cifre ed alle modalità di svolgimento della campagna) e potrai sentire altre campane rispetto a quelle suonate da Luraghi, campane che suonavano tutte per Johnston

dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  harko.a69 il Sab 13 Ott 2012 - 23:48

Infatti,io rimango un deciso sostenitore del "vecchio Joe",un militare a cui è stata sempre data,durante la guerra,meno atenzione e importanza di quella che avrebbe meritato.Se non fosse stato ferito ad una spalla,e avesse pertanto mantenuto il comando dell'Armata della Virginia Settentrionale forse le cose sarebbero andate diversamente.A proposito,sono riuscito a procurarmi una copia del film GOODS AND GENERALS sottotitolato in italiano da un americano,se può interessare a qualcuno...

harko.a69
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 13.10.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  dan-acw il Dom 14 Ott 2012 - 11:14

sicuramente le cose sarebbero andate diversamente: la guerra sarebbe finita nel 1862

dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  R.E.Lee il Dom 14 Ott 2012 - 11:18

Cari ragazzi,
se la discussione verte su Johnston, pregasi usare il/i topic a lui dedicati.... Wink


Lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  harko.a69 il Dom 14 Ott 2012 - 14:21

a favore di chi?

harko.a69
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 13.10.12

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  dan-acw il Dom 14 Ott 2012 - 15:14

harko.a69 ha scritto:a favore di chi?

ovviamente del nord.

fine OT

dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fu vera gloria? La marcia verso il mare

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 13:16


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum