Valori/società del sud

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Valori/società del sud

Messaggio  Kash il Mer 15 Dic 2010 - 20:22

Ciao a tutti,potreste descrivermi in modo esauriente i valori della società del sud e del nord e le caratteristiche economiche e sociali.
Grazie mille
avatar
Kash
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valori/società del sud

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 15 Dic 2010 - 23:01

Sul nostro sito nella sezione "Le nazioni" (Leggi) puoi trovare un po' di informazioni su economia, finanza e sistemi prima e durante la guerra. In particolare puoi leggere le pagine "Il governo e la finanza della Confederazione" (Leggi) e "Il governo e la finanza federale" (Leggi) per gli aspetti economici di nord e sud durante il conflitto. Spero che troverai ciò che cerchi, altrimenti manda un altro messaggio.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2795
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valori/società del sud

Messaggio  Kash il Gio 16 Dic 2010 - 9:55

Ti ringrazio, mi è stato utilissimo, vorrei sapere anche i valori sociali (esempio la famiglia,onore) che avevano gli abitanti del sud e del nord e se sono cambiati nel corso degli anni.
avatar
Kash
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 6
Data d'iscrizione : 08.11.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valori/società del sud

Messaggio  vittorio migliavacca il Gio 16 Dic 2010 - 13:04

Caro Kash, mi permetto di rispondere( in parte) alla tua domanda, non pretendendo di offrirti la verità assoluta, che naturalmente nessuno di noi possiede.
Ogni società esprime dei valori (o dei non valori) propri che non sono codificati o scritti in codici e leggi, ma che spesso derivano da essi o sono generati dalla natura umana.
Possiamo parlare di valori universali, ma anche questi, purtroppo, si esprimono in modi diversi a seconda della cultura che li genera e nella quale si manifestano.
I valori sono dunque atteggiamenti complessi che scaturiscono da un insieme di comportamenti altrettanto complessi.
Senza andare a scomodare l'etica e la morale bisogna comunque dire che i valori più elementari sono espressi da quei comportamenti umani che tendono al bene, alla giustizia, all'eguaglianza, alla pace e si allontanano dal male e dall'ingiustizia.
Capisci che nel nostro caso( società del Sud e del Nord) il discorso diventa estremamente complesso.
Io credo che le due società esprimessero dei valori assimilabili e altri completamente diversi, determinati da sostanziali diversità etniche, religiose, territoriali, economiche e politiche.
Raggruppare tali differenze in un elenco pronto all'uso è a mio avviso improponibile, ma ciascuno di noi può felicemente arrivare a trarre le proprie conclusioni ( mai definitive) e a formarsi idee più precise partendo, magari, proprio da questo forum, che di spunti e proposte ne offre davvero tanti e soprattutto veicolate da persone veramente esperte. Come primo passo non mi sembrerebbe male.

Ciao Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valori/società del sud

Messaggio  Generale Meade il Gio 23 Dic 2010 - 18:47

Non sò se classificarla un valore, in quanto la cosa può essere soggetta a critiche e obiezioni, ma gli USA al tempo della GCA, sia nel Nord che nel Sud, erano fortemente religiosi. La bibbia era un accessorio d'obbligo nello zaino dei combattenti. Nel film "Gods and Generals", la cosa viene esposta in modo chiaro, forse fin troppo esageratamente. Jackson era profondamente religioso, quasi mistico, anche nella realtà, come gran parte della popolazione del tempo.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valori/società del sud

Messaggio  vittorio migliavacca il Ven 24 Dic 2010 - 17:47

Neppure io so bene se si trattasse di un valore autentico; sicuramente era un atteggiamento ottocentesco molto diffuso. La cultura media di allora non si poneva troppe domande di natura religiosa o teologica attorno al concetto di " fede".
E' curioso ricordare che ancora oggi negli USA, anche nel più scalcinato degli alberghi,
nel cassetto del comodino nelle camere ci sia la Bibbia.

Buon Natale Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valori/società del sud

Messaggio  piero il Ven 1 Lug 2011 - 11:35

sicuramente tutti i valori terminarono presto in larghi strati della popolazione. da un sito dello stato della Georgia traggo questa breve descrizione della vita allora.
con questo si risponde anche a chi sostiene che non ci furono problemi economici nel sud fino quasi alla fine. la realtà è che davis dovette minacciare di sparare sulla folla di richmond già nel 62.il resto leggetelo:

Life in Georgia during the Civil War

La storia della guerra civile che si concentra sugli uomini in battaglia viene raccontata altrove.la sofferenza umana che vi è stata in guerra è inimmaginabile oggi.
La fattoria di famiglia tipica del Nord della Georgia ha solo i familiari per lavorare la terra (gli schiavi erano un lusso che questi contadini non potevano permettersi). Ogni membro ha lavori per i quali erano responsabili, anche i bambini. perdere una o due persone fuori della famiglia, combattendo una guerra con la quale non erano d'accordo, da difficile, diventa quasi impossibile mandare avanti la fattoria.

La gente del Nord della Georgia sopravvive per quasi due anni . Dopo ottenere posta( notizie,ndr) diventa un problema, soprattutto dopo il 1863. Con molte delle loro risorse di supporto allo sforzo bellico, le forniture diventano scarse. Il prezzo della farina sale a quaranta dollari al barile prima della fine del 1862 e 125 dollari al barile entro la fine della guerra. Il sale è di $ 125 dollari per ogni sacco. Non c'era il caffè a nessun prezzo, perché le navi dell'Unione stanno bloccando la costa fin dai primi giorni della guerra. E la valuta confederato sta rapidamente diventando inutile. L'euforia che si estende su Georgia dopo le prime vittorie svanisce velocemente come la vita diventa più difficile.

Un fenomeno interessante si sviluppa nello Stato, quello che i giornali chiamano "attacchi delle donne". Mentre questi eventi si verificano in un certo numero di settori, uno dei meglio documentati casi accade a Marietta, Georgia.
Nel 1864 l'inflazione che ha già fatto piangere il tessuto sociale meridionale, è sostituito da bande di cavalleria e fanteria itineranti , sia blu che grigie, che prendono quel poco che rimane tra bovini, cavalli, e cibo. Le mogli di agricoltori temono per la loro sicurezza. Una ha scritto "Rubano i nostri maiali e cavalli durante il giorno, e di notte?" Si incomincia a darsi alla prostituzione per avere i soldi per acquistare cibo. E come i soldati vanno via, i villaggi e le fattorie rilucono degli incendi che sono stati fatti dalle giacche blu.

In politica interna sono spesso evidenziate spaccature tra il governo che afferma i diritti della Georgia, contro il governo confederato. Joseph E. Brown cerca di mantenere il controllo della milizia di stato e si oppone all'arruolamento,prendendo il materiale bellico da donatori spesso riluttanti. Nel 1864, con l'enorme accumulo di truppe dell'Unione nella zona intorno a Chattanooga, Brown ritiene di avvicinare il governo federale con una offerta di pace.

il sentimento pro unione del Nord Georgia causa molti problemi al governo. Le diserzioni dal dell'esercito confederato aumentano notevolmente quando il Nord Georgia cade sotto il controllo federale. Un movimento per la pace nella parte occidentale dello stato guadagna popolarità nel 1864. Le Contee Cherokee e Pickens restano avamposti dell'Unione forte durante tutta la guerra.

La storia è molto diversa nel nord-est della Georgia. Il sentimento Pro-Unione sentimento è elevato prima della guerra (Union County è così chiamata in onore degli unionisti durante la crisi dell'Annullamento trent'anni prima), tuttavia, erano più difficili da trovare-i sentimenti-, una volta iniziata la guerra. L'anarchia prevale su gran parte della zona. grandi bande a cavallo hanno il controllo dell'area. Il Governatore Brown manda di tanto in tanto cavalleria nella zona, ma è largamente inefficace.

Poco prima dell'inizio della marcia verso il mare William Tecumseh Sherman comunica una offerta di pace a Brown in tre diverse occasioni. Con la resa della Milizia della georgia gli uomini resterebbero sotto il suo comando per il controllo delle strade e il cibo acquistato. Brown sente che la situazione è disperata e quasi capitola. Solo un comunicato all'ultimo da Jefferson Davis lo convince a non arrendersi.

La fine della guerra non porta la pace al popolo. Soggiogati dai loro oppressori, i georgiani sono invasi da orde di ribelli affamati tornati a casa.
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Valori/società del sud

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum