Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Pagina 5 di 22 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 13 ... 22  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

50% 50% 
[ 13 ]
50% 50% 
[ 13 ]
 
Totale dei voti : 26

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Mar 2012 - 20:06

Banshee ha scritto:

Il problema è che trasferire da Chattanooga a Jackson lo stesso numero di uomini, avrebbe comportato come minimo 4 settimane. E calcolo per difetto. Secondo Johnston il trasferimento di parte dell'armata di Bragg avrebbe richiesto non meno di 6 settimane. Dunque anche assumendo che per il 15 maggio Lee avrebbe potuto muovere parte dell'ANV, non prima dei primi di giugno esso avrebbe potuto raggiungere Bragg. E da qui ci sarebbe voluto un altro mese. In breve, parte dell'ANV sarebbe arrivata ai primi di luglio, a giochi fatti. Tralascio di dire che poi si sarebbe dovuto stabilire chi avrebbe dovuto guidare le truppe e come l'organizzazione avrebbe richiesto altro tempo. Quando Longstreet arrivò a Chickamauga gli fu detto chiaro e tondo cosa avrebbe dovuto fare. A Jackson posso solo immaginare quanto tempo ci sarebbe voluto per capire chi avrebbe dovuto comandare, chi avrebbe dovuto far parte dello stato maggiore, come dividere l'armata affidando a chi e perchè i coamndi di divisione, brigata etc.

Banshee

Banshee

Anche a Longstreet dissero che ci volevano tre settimane per arrivare a Chattanooga, ma ci arrivò in 12 giorni. Penso proprio che per Lee, fare i chilometri che lo separavano da Chattanooga a Jackson, sarebbero bastati i 10 giorni che ho citato, dato che saranno al massimo 1.000/1.100 Km. Fossero stati anche 20 giorni, sarebbe comunque arrivato sempre in tempo.
Per il resto, Lee proveniva dal Genio, e se non si perse in Pennsylvania senza Stuart, figurarsi a Vicksburg.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Mar 2012 - 21:30

Banshee ha scritto:

...Soprattutto rimane da esplorare una questione a cui nessuno ha mai pensato: se Sherman avesse subito la batosta che subì Grant a Wilderness, avrebbe proseguito nella sua avanzata? Ecco, questo credo sia uno dei punti davvero fondamentali della guerra civile americana. Forse sarebbe potuto cambiare tutto. A patto di avere qualcuno che volesse combattere, ovviamente.

Banshee

Purtroppo, come ho già scritto precedentemente, le "rape non danno sangue". Johnston non era Lee. Non si può pretendere da Johnston il genio di Lee. Come Sherman non era Grant, che si buttava a testa bassa contro Lee - non il contrario - per cercare di trovare il punto debole e annientarlo, a costi umani paurosi. A Sherman bastò la sonora disfatta di Kennesaw Mountain per tornare a miti consigli e non riprovarci.
Hood voleva dimostrare di saper combattere. Sherman non aspettava altro!!!

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Dom 18 Mar 2012 - 22:18

Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:

Il problema è che trasferire da Chattanooga a Jackson lo stesso numero di uomini, avrebbe comportato come minimo 4 settimane. E calcolo per difetto. Secondo Johnston il trasferimento di parte dell'armata di Bragg avrebbe richiesto non meno di 6 settimane. Dunque anche assumendo che per il 15 maggio Lee avrebbe potuto muovere parte dell'ANV, non prima dei primi di giugno esso avrebbe potuto raggiungere Bragg. E da qui ci sarebbe voluto un altro mese. In breve, parte dell'ANV sarebbe arrivata ai primi di luglio, a giochi fatti. Tralascio di dire che poi si sarebbe dovuto stabilire chi avrebbe dovuto guidare le truppe e come l'organizzazione avrebbe richiesto altro tempo. Quando Longstreet arrivò a Chickamauga gli fu detto chiaro e tondo cosa avrebbe dovuto fare. A Jackson posso solo immaginare quanto tempo ci sarebbe voluto per capire chi avrebbe dovuto comandare, chi avrebbe dovuto far parte dello stato maggiore, come dividere l'armata affidando a chi e perchè i coamndi di divisione, brigata etc.

Banshee

Banshee

Anche a Longstreet dissero che ci volevano tre settimane per arrivare a Chattanooga, ma ci arrivò in 12 giorni. Penso proprio che per Lee, fare i chilometri che lo separavano da Chattanooga a Jackson, sarebbero bastati i 10 giorni che ho citato, dato che saranno al massimo 1.000/1.100 Km. Fossero stati anche 20 giorni, sarebbe comunque arrivato sempre in tempo.
Per il resto, Lee proveniva dal Genio, e se non si perse in Pennsylvania senza Stuart, figurarsi a Vicksburg.

Meade

Non era questione di distanza chilometrica, ma di linee ferroviarie. Quelle che connettevano Bragg a Jackson erano disastrose. Non è possibile fare paragoni. A giudizio di tutti l'impresa avrebbe richiesto 4 settimane come minimo.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Dom 18 Mar 2012 - 22:44

Ho guardato le mappe che abbiamo nel forum sulle linee ferroviarie confederate. Quelle che riguardano Chattanooga/Jackson non mi sembrano disastrate.
Lo stesso Johnston arrivò da Middle (Tennessee) a Jackson in ferrovia in soli 4 giorni, e Chattanooga e ancora più vicina a Jackson.
4 settimane mi sembrano uno sproposito.

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 7:25

"Lo svantaggio in questa guerra è che il nemico può trasferire un’armata dal Mississippi a Nashville prima che noi si sappia che è in movimento. Mentre un pari gruppo di nostre truppe non potrebbe compiere lo stesso movimento (…) in meno di sei settimane” lamentava J.E. Johnston il 10 aprile 1863. Una cosa è il trasferimento di un generale e del proprio seguito, altro il trasferimento di 20.000-30.000 uomini: le linee ferroviarie nel Mississippi erano notoriamente le più deficienti dell'intera rete viaria sudista Sotto il profilo logistico non solo un simile trasefrimento (oltre 2.000 km!) era a dir poco complicato, ma avrebbe poi comportato la necessità di sfamare e sostentare le truppe arrivate nel Mississippi. Insomma una cosa è elaborare un piano, altro è renderlo concretamente attuabile.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Lun 19 Mar 2012 - 9:11

Banshee ha scritto:"Lo svantaggio in questa guerra è che il nemico può trasferire un’armata dal Mississippi a Nashville prima che noi si sappia che è in movimento. Mentre un pari gruppo di nostre truppe non potrebbe compiere lo stesso movimento (…) in meno di sei settimane” lamentava J.E. Johnston il 10 aprile 1863. Una cosa è il trasferimento di un generale e del proprio seguito, altro il trasferimento di 20.000-30.000 uomini: le linee ferroviarie nel Mississippi erano notoriamente le più deficienti dell'intera rete viaria sudista Sotto il profilo logistico non solo un simile trasefrimento (oltre 2.000 km!) era a dir poco complicato, ma avrebbe poi comportato la necessità di sfamare e sostentare le truppe arrivate nel Mississippi. Insomma una cosa è elaborare un piano, altro è renderlo concretamente attuabile.

Banshee

Vedo con piacere che rivaluti i pareri di J.E. Johnston, sia pure nella sua modestia. Chissà se un domani non lo rivaluti anche nella sua strategia difensiva, ma quì stiamo parlando di Lee che non era di certo uno cui facevano paura le distanze e sapeva chiedere ai suoi uomini di fare veri e propri miracoli. Se ci riuscì Longstreet a compiere l'impresa con 14.000 uomini (partiti il 9 settembre dalla virginia, Hood con tre brigate già arrivato il 18 settembre), Lee non era di certo inferiore con 30.000, sia pur arrivando sino a Jackson. Anche perchè quando gli fu proposto, non disse che non sarebbe arrivato in tempo, ma preferì proporre l'invasione del Nord.
Il mississippi stava già sfamando gli uomini di Grant a sue spese, ed erano più di 30.000. Sicuramente nel Mississippi avrebbero preferito veder scappare via gli unionisti per sfamere molto più volentieri i loro di combattenti.

Meade

avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 9:20

Non è questione di rivalutare questo o quel personaggio. E' questione di riportare fatti e questioni concrete. Paragonare il movimento di Longstreet con quello che avrebbe dovuto compiere Lee (?) e parte dell'ANV non ha molto senso visto che si trattava del doppio del percorso su tratte ferroviarie molto più disastrate.
Ma al di là di ogni altra questione, mi pare si stia parlando del nulla giacché NESSUNO mai propose a Lee di andare a Vicksburg. Ripeto: NESSUNO. Al massimo fu proposto di spedire la divisione Pickett (7.500 uomini circa) a Vicksburg. Il resto è tutta fantasia di qualche romanziere.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Lun 19 Mar 2012 - 11:10

Banshee ha scritto:Non è questione di rivalutare questo o quel personaggio. E' questione di riportare fatti e questioni concrete. Paragonare il movimento di Longstreet con quello che avrebbe dovuto compiere Lee (?) e parte dell'ANV non ha molto senso visto che si trattava del doppio del percorso su tratte ferroviarie molto più disastrate.
Ma al di là di ogni altra questione, mi pare si stia parlando del nulla giacché NESSUNO mai propose a Lee di andare a Vicksburg. Ripeto: NESSUNO. Al massimo fu proposto di spedire la divisione Pickett (7.500 uomini circa) a Vicksburg. Il resto è tutta fantasia di qualche romanziere.

Banshee

Sperando che tali tue preziose informazioni non si trovino scritte in "Via col Vento" ma in qualche serio testo di storia (a proposito: quale?), ho trovato un'altra notizia relativa al topic.
La strategia offensiva di Lee fu totalmente fallimentare per via delle disastrose perdite di uomini sotto il suo comando:

Lee: 209.000 perdite complessive
Grant: 154.000 perdite complessive

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  HARDEE il Lun 19 Mar 2012 - 11:46

Signori, buongiorno!

Riporto dal testo " La Guerra Civile Americana" di Reid Mitchell:

"Dall'attraversamento del fiume fino al giorno in esaurì l'offensiva di Petersburg Grant aveva perso oltre 60.000 uomini, cioè il doppio dei caduti confederati e grosso modo lo stesso numero di soldati confederati dell' armata di Lee all'inizio della campagna. Lo stesso Grant si era guadagnato la reputazione di << macellaio >> come diceva il soprannome che gli era stato affibbiato, cioè appunto << The Butcher >>.
In aggiunta a tutto ciò , gli assalti frontali avevano demoralizzato i soldati. << Uno degli ufficiali dello stato maggiore di Grant annotò " I soldati non combattono bene come quando abbiamo iniziato. I migliori ufficiali e i migliori soldati sono andati. Le perdite sono enormi>>.


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Lun 19 Mar 2012 - 12:16

HARDEE ha scritto:Signori, buongiorno!

Riporto dal testo " La Guerra Civile Americana" di Reid Mitchell:

"Dall'attraversamento del fiume fino al giorno in esaurì l'offensiva di Petersburg Grant aveva perso oltre 60.000 uomini, cioè il doppio dei caduti confederati e grosso modo lo stesso numero di soldati confederati dell' armata di Lee all'inizio della campagna. Lo stesso Grant si era guadagnato la reputazione di << macellaio >> come diceva il soprannome che gli era stato affibbiato, cioè appunto << The Butcher >>.
In aggiunta a tutto ciò , gli assalti frontali avevano demoralizzato i soldati. << Uno degli ufficiali dello stato maggiore di Grant annotò " I soldati non combattono bene come quando abbiamo iniziato. I migliori ufficiali e i migliori soldati sono andati. Le perdite sono enormi>>.


Hardee

Buongiorno Gen. Hardee,

ero a conoscenza di questo scritto. Se Grant prese tale nomignolo, cosa dire di Lee?

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  HARDEE il Lun 19 Mar 2012 - 12:24

Egr. Generale Meade,

il fatto è che nessuno affibbiò tale nominativo a Bobby Lee (come lo chiamarono i nordisti).


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Lun 19 Mar 2012 - 12:35

HARDEE ha scritto:Egr. Generale Meade,

il fatto è che nessuno affibbiò tale nominativo a Bobby Lee (come lo chiamarono i nordisti).


Hardee

Egr. Gen. Hardee,

se tornando da Gettysburg diede le dimissioni addossandosi tutte le colpe, probabilmente si sentiva responsabile di tutte le migliaia di combattenti confederati che non fecero più ritorno. Che la pubblica opinione continuasse a venerarlo come un tempo, lo dubito fortemente.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  HARDEE il Lun 19 Mar 2012 - 12:51

Egr. Generale Meade,

probabilmente mi ripeto e di questo mi scuso con Lei e tutti gli associati.

Ecco cosa riporta André Maurois nel saggio "Storia degli Stati Uniti":

Molti errori erano stati commessi dai luogotenenti del Generale Lee: Ewell, Longstreet. Con la sua solita generosità egli li coprì << E' stata colpa mia >> disse al generale Willcox mentre gli descriveva, quasi piangendo, lo stato in cui era ridotta la sua brigata. << Questa battaglia l'ho perduta io, Aiutatemi a riparare per quanto possibile.>>

Come si potevano accettare le dimissioni di un UOMO e ripeto UOMO simile?


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 14:00

Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:Non è questione di rivalutare questo o quel personaggio. E' questione di riportare fatti e questioni concrete. Paragonare il movimento di Longstreet con quello che avrebbe dovuto compiere Lee (?) e parte dell'ANV non ha molto senso visto che si trattava del doppio del percorso su tratte ferroviarie molto più disastrate.
Ma al di là di ogni altra questione, mi pare si stia parlando del nulla giacché NESSUNO mai propose a Lee di andare a Vicksburg. Ripeto: NESSUNO. Al massimo fu proposto di spedire la divisione Pickett (7.500 uomini circa) a Vicksburg. Il resto è tutta fantasia di qualche romanziere.

Banshee

Sperando che tali tue preziose informazioni non si trovino scritte in "Via col Vento" ma in qualche serio testo di storia (a proposito: quale?), ho trovato un'altra notizia relativa al topic.
La strategia offensiva di Lee fu totalmente fallimentare per via delle disastrose perdite di uomini sotto il suo comando:

Lee: 209.000 perdite complessive
Grant: 154.000 perdite complessive

Meade

Tralasciando la questione Grant/Lee che richiede un esame a parte, anche con riferimento alle perdite subite e INFLITTE, mi pemetto di osservare che tu hai sostenuto che Davis (o qualcun altro) - non si sa bene né quando né come - propose a Lee di prendere il comando delle forze a Vicksburg recandovisi con una fetta sostanziosa dell'ANV e che Lee si rifiutò. Siccome ciò è storicamente un falso, sono io a domandare in quale "serio testo di storia" si trovi tale affermazione e quale fonte primaria contenga tale fatto. Potrei citare numerosi testi che hanno esaminato la questione, ma tralascio di farlo anche perché come io possa dimostrare l'esistenza di un fatto MAI avvenuto, mi risulta incomprensibile.

Banshee

avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 14:07

HARDEE ha scritto:Egr. Generale Meade,

probabilmente mi ripeto e di questo mi scuso con Lei e tutti gli associati.

Ecco cosa riporta André Maurois nel saggio "Storia degli Stati Uniti":

Molti errori erano stati commessi dai luogotenenti del Generale Lee: Ewell, Longstreet. Con la sua solita generosità egli li coprì << E' stata colpa mia >> disse al generale Willcox mentre gli descriveva, quasi piangendo, lo stato in cui era ridotta la sua brigata. << Questa battaglia l'ho perduta io, Aiutatemi a riparare per quanto possibile.>>

Come si potevano accettare le dimissioni di un UOMO e ripeto UOMO simile?


Hardee

Caro Hardee,
se noti bene l'affermazione nell'originale a Wilcox è un pò diversa "Never mind, General, all this has been my fault — it is I that have lost this fight, and you must help me out of it the best way you can" Essa fu fatta dopo la fine della carica Pickett e l'originale è "this fight". Credo che Lee si riferisse all'esito del terzo giorno e della carica di Pickett, non alla battaglia nel suo insieme. Forse "questo scontro l'ho perduto io" è più corretto.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  HARDEE il Lun 19 Mar 2012 - 14:15

Grazie Banshee, riferirò a Maurois Very Happy Senza fretta, ma con molta,e dico molta calma e tanto tempo.


Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1868
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 19 Mar 2012 - 15:04

HARDEE ha scritto:Grazie Banshee, riferirò a Maurois Very Happy Senza fretta, ma con molta,e dico molta calma e tanto tempo.


Hardee

Sono d'accordo, il più tardi possibile. Very Happy
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2468
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Lun 19 Mar 2012 - 15:49

Banshee ha scritto:
Tralasciando la questione Grant/Lee che richiede un esame a parte, anche con riferimento alle perdite subite e INFLITTE, mi pemetto di osservare che tu hai sostenuto che Davis (o qualcun altro) - non si sa bene né quando né come - propose a Lee di prendere il comando delle forze a Vicksburg recandovisi con una fetta sostanziosa dell'ANV e che Lee si rifiutò. Siccome ciò è storicamente un falso, sono io a domandare in quale "serio testo di storia" si trovi tale affermazione e quale fonte primaria contenga tale fatto. Potrei citare numerosi testi che hanno esaminato la questione, ma tralascio di farlo anche perché come io possa dimostrare l'esistenza di un fatto MAI avvenuto, mi risulta incomprensibile.

Banshee


La mia fonte l'ho già citata: Ken Burns e il suo documentario. Davis voleva soccorrere Vicksburg con parte dell'AdV, ma Lee si oppose preferendo rischiare l'invasione del Nord in inferiorità numerica. Citami ora tu almeno un testo che hai letto, come dici, "testi che hanno esaminato la questione".

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Generale Meade il Lun 19 Mar 2012 - 16:02

HARDEE ha scritto:Egr. Generale Meade,

probabilmente mi ripeto e di questo mi scuso con Lei e tutti gli associati.

Ecco cosa riporta André Maurois nel saggio "Storia degli Stati Uniti":

Molti errori erano stati commessi dai luogotenenti del Generale Lee: Ewell, Longstreet. Con la sua solita generosità egli li coprì << E' stata colpa mia >> disse al generale Willcox mentre gli descriveva, quasi piangendo, lo stato in cui era ridotta la sua brigata. << Questa battaglia l'ho perduta io, Aiutatemi a riparare per quanto possibile.>>

Come si potevano accettare le dimissioni di un UOMO e ripeto UOMO simile?


Hardee

Il motivo principale era che Davis, se avesse accettato le dimissioni di Lee, per correttezza doveva dimettersi anche lui, dato che il doppio disastro: Gettysburg/Vicksbur, ricadeva sulle spalle di entrambi.
In secondo luogo non trovo corretto che tutte le volte che Lee vinceva una battaglia, il merito andava sempre a lui, mentre quando le perdeva, stranamente, era sempre colpa di qualche suo sottoposto. Così è un pò troppo facile e comodo. Ma giustamente, come dice Lei, Lee era un galantUOMO, pertanto si prese, giustamente, le sue responsabilità di comandante, dimettendosi.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3969
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 16:26

Generale Meade ha scritto:
Banshee ha scritto:
Tralasciando la questione Grant/Lee che richiede un esame a parte, anche con riferimento alle perdite subite e INFLITTE, mi pemetto di osservare che tu hai sostenuto che Davis (o qualcun altro) - non si sa bene né quando né come - propose a Lee di prendere il comando delle forze a Vicksburg recandovisi con una fetta sostanziosa dell'ANV e che Lee si rifiutò. Siccome ciò è storicamente un falso, sono io a domandare in quale "serio testo di storia" si trovi tale affermazione e quale fonte primaria contenga tale fatto. Potrei citare numerosi testi che hanno esaminato la questione, ma tralascio di farlo anche perché come io possa dimostrare l'esistenza di un fatto MAI avvenuto, mi risulta incomprensibile.

Banshee


La mia fonte l'ho già citata: Ken Burns e il suo documentario. Davis voleva soccorrere Vicksburg con parte dell'AdV, ma Lee si oppose preferendo rischiare l'invasione del Nord in inferiorità numerica. Citami ora tu almeno un testo che hai letto, come dici, "testi che hanno esaminato la questione".

Meade

Intanto annoto che una cosa è chiedere che una parte dell'ANV fosse trasferita a Vicksburg altro chiedere che Lee assumesse il comando nel Mississippi. Mentre - ripeto - Seddon (e non Davis) chiese che fosse trasferita la sola divisione Pickett, è falso che Davis o altri chiesero che Lee o una consistente parte dell'ANV si trasferissero a Vicksburg per guidare le operazioni. Su questo si può vedere Edwin B. Coddington, The Gettysburg Campaign, 1968 pp. 20 ssg. Se davvero nel documentario di Ken Burns si è affermato ciò si è detta cosa inveritiera.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 16:28

George Armstrong Custer ha scritto:
HARDEE ha scritto:Grazie Banshee, riferirò a Maurois Very Happy Senza fretta, ma con molta,e dico molta calma e tanto tempo.


Hardee

Sono d'accordo, il più tardi possibile. Very Happy

Non troppo tardi però, visto che quanto ho scritto è l'interpretazione di quella frase assolutamente corrente e pacifica tra gli storiografi (Gallagher, Sears etc). Laughing

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 16:39

Generale Meade ha scritto:
HARDEE ha scritto:Egr. Generale Meade,

probabilmente mi ripeto e di questo mi scuso con Lei e tutti gli associati.

Ecco cosa riporta André Maurois nel saggio "Storia degli Stati Uniti":

Molti errori erano stati commessi dai luogotenenti del Generale Lee: Ewell, Longstreet. Con la sua solita generosità egli li coprì << E' stata colpa mia >> disse al generale Willcox mentre gli descriveva, quasi piangendo, lo stato in cui era ridotta la sua brigata. << Questa battaglia l'ho perduta io, Aiutatemi a riparare per quanto possibile.>>

Come si potevano accettare le dimissioni di un UOMO e ripeto UOMO simile?


Hardee

Il motivo principale era che Davis, se avesse accettato le dimissioni di Lee, per correttezza doveva dimettersi anche lui, dato che il doppio disastro: Gettysburg/Vicksbur, ricadeva sulle spalle di entrambi.
In secondo luogo non trovo corretto che tutte le volte che Lee vinceva una battaglia, il merito andava sempre a lui, mentre quando le perdeva, stranamente, era sempre colpa di qualche suo sottoposto. Così è un pò troppo facile e comodo. Ma giustamente, come dice Lei, Lee era un galantUOMO, pertanto si prese, giustamente, le sue responsabilità di comandante, dimettendosi.

Meade

Beh c'è una bella differenza tra Gettysburg e Vicksburg. Definire disastro la sconfitta di Gettysburg (in cui, in termini assoluti, il numero di morti e feriti tra le due parti si equivalse, grosso modo) mi pare eccessivo. Vicksburg, sì fu un disastro senza precedenti. Beh consoliamoci con il fatto che Lee si dovette prendere la responsabilità solo in quel caso dato che (Malvern Hill a parte, sconfitta tattica ma vittoria strategica) non uscì mai sconfitto dal campo: e combattè pure in condizioni di inferiorità di quasi 3 a 1. Mica male, tutto sommato....e poi mi vengono a paragonare Lee con Grant. Shocked

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 19 Mar 2012 - 17:54

Banshee ha scritto:
George Armstrong Custer ha scritto:
HARDEE ha scritto:Grazie Banshee, riferirò a Maurois Very Happy Senza fretta, ma con molta,e dico molta calma e tanto tempo.


Hardee

Sono d'accordo, il più tardi possibile. Very Happy

Non troppo tardi però, visto che quanto ho scritto è l'interpretazione di quella frase assolutamente corrente e pacifica tra gli storiografi (Gallagher, Sears etc). Laughing

Banshee

Il fatto è che il grande scrittore Andrè Maurois è deceduto nell'anno 1967. Io, e credo anche Hardee, speriamo di incontrarlo (in un'altra vita?) il più tardi possibile.
Questo era il senso delle nostre frasi.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2468
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 60
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Banshee il Lun 19 Mar 2012 - 17:59

Ops. Non avevo inteso. Pardon.
What a Face
Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Jubal Anderson Early il Lun 19 Mar 2012 - 19:35

Anzitutto, permettetemi di brindare alla salute, alle numerose soddisfazioni, e a alla LUNGA, serena vita di tutti gli amici del forum, blu o grigi che siano!

Poi : come sapete, ho riflettuto a lungo su quale strategia potesse condurre all'indipendenza della Confederazione e, non per tediarvi, ma continuo a sostenere che l'offensiva limitata ad Est, e la difesa elastica ad Ovest dovesse essere la condotta ottimale. Più approfondisco l'argomento, più mi convinco che cercare la vittoria decisiva in casa del nemico, era la cosa probabilmente peggiore e più rischiosa per le sorti del Sud. Un conto però è ragionare col senno di poi, un conto è essere coinvolto nel flusso degli eventi. In questo senso, la chimera tipo "Gettysburg" (punto-partita-incontro) appare estremamente allettante. Ingannevole purtroppo, ma nondimeno allettante.

avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Con quale strategia la Confederazione avrebbe avuto più probabilità di vincere la guerra?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 22 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 13 ... 22  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum