field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Messaggio  STEFANO GARDINI il Dom 7 Ago 2011 - 20:30

Stò giocando con questo nuovo regolamento studiato per il wargame a livello regimentale. (oviamente palro di miniature 3d).
Premesso che lo ho trovato molto divertente, vorrei capire se simula anche sufficientemente la realtà.
L'effetto delle meccaniche di gioco e quindi anche le tecniche per superare il nemico si sviluppano nello sparare con il primo reggimento in prima linea e sfruttare i reggimenti in linea dietro che ancora devono fare fuoco per interpenetrare il reggimento più frontale e così via via come un lento movimento a "lombrico" ove i reggiemnti si alternano a fare fuoco sulla prima linea mentre quelli che hanno già sparato si accodano.
Questo effetto del regolamento simula la realtà storica????
Spero di essere stato sufficientemente chiaro.

Grazie
avatar
STEFANO GARDINI
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 05.04.10
Età : 49
Località : BERTINORO (FC)

Vedere il profilo dell'utente http://www.passatore.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 7 Ago 2011 - 22:14

Direi di no, sinceramente non mi ricordo di aver mai letto di una manovra simile. Prova a guardare le mappe delle varie battaglie, per quel che possano essere accurate, e di solito noterai che le brigate sono al massimo disposte su due linee. I reggimenti della seconda linea, o meglio le singole compagnie solitamente venivano usate per tappare buchi, rimpiazzare altre compagnie esauste, estendere il fronte, coprire i fianchi o le spalle. Alcune volte i singoli reggimenti assumenvano quelllo schieramento a colonna di linee che intendi tu chiamato "colonna di divisioni" se non erro (e il nome inganna perchè in realtà non ci sono divisioni). In questo schieramento il singolo reggimento disponeva le compagnie una dietro all'altra in linea, ma era una formazione di manovra che con il contatto con il nemico si trasformava in linea. Ovviamente non escludo che quanto tu dici sia stato fatto da qualche reggimento o da un'intera brigata, magari in un particolare terreno poteva essere utile e potrebbe essere stato usato in qualche modo, ad esempio in un centro abitato o su una strada dove il terreno ai lati impediva uno schieramento in linea. Magari qualcuno ha trovato testimonianze dell'utilizzo di una tattica simile.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2789
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Mar 9 Ago 2011 - 13:55

Ciao dovrebbe trattarsi della tattica detta "fuoco di fila controllato" era una tattica propria dell'esercito francese del periodo e specialmente degli Zuavi molto ammirati sia a nord che a sud.
P.S.
Sei solo un giocatore da soldatini o anche da pedine)
Saluti
avatar
ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 511
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 9 Ago 2011 - 15:52

Quello che l'amico Stefano descrive è una brigata che dispone i reggimenti in colonna uno dietro all'altro. Il primo spara, si ritira e va in fondo alla colonna e così tutti gli altri. Una cosa così non l'ho mai sentita ma potrebbe essere stata adottata in alcune circostanze, magari qualche manuale la prevedeva pure ma non credo. Il "fuoco per fila" è un'altra cosa e esisteva da molto tempo. Si trova ben descritto in numerosi manuali sin dal 1700 almeno e sicuramente in quelli americani dall'inizio dell'800 ai tempi della acw. Il "foco per fila" è descritto nei manuali all'interno della Scuola del soldato, la parte dei manuali contenenti i movimenti basilari dei soldati e delle unità, nelle lezioni riservate ai fuochi. Il "fuoco per fila" (in inglese "Fire by file") è quindi una delle modalità di fuoco che una compagnia-battaglione-reggimento potevano usare. E' una cosa completamente diversa da quella descritta da Stefano perchè qui si tratta di un reggimento schierato in linea su due ranghi, dove partendo da destra una coppia di soldati (uno del primo rango e uno del secondo) spara, dopodiché la coppia successiva spara e così via per tutto il reggimento o la compagnia. Tutto qui, non si tratta di una tattica o di una manovra eseguibile da una brigata, ma solo di una modalità di fuoco che può essere usata da una sezione di compagnia, da un battaglione, da una compagnia o da un intero reggimento. Stesso discorso per il simile "fuoco per rango" (in inglese "Fire by rank), dove a sparare non sono le file da destra a sinistra di una compagnia o reggimento ma i due ranghi, ovvero prima tutto quello dietro e poi tutto quello davanti.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2789
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

vera simulazione?

Messaggio  STEFANO GARDINI il Mar 9 Ago 2011 - 19:28

credo, come immagianvo, che sia un baco del regolamento.
Secondo me i reggimenti si schieravano in linea affiancati e magari uno rimaneva dietro pre coprire eventuali falle sullo schieramento della brigata.
Dopo ulteriori test dovrò apportare, probabilmente, alcune modifiche che impediscano un facile avvicendamento delle linee e ne promuovano invece lo scorrimento laterale per affiancarsi alle altre unità.
A proposito, era storicamente possibile uno scorrrimento in linea laterale o è molto più verosimile un movimento obliquo in avanti?

Grazie
avatar
STEFANO GARDINI
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 05.04.10
Età : 49
Località : BERTINORO (FC)

Vedere il profilo dell'utente http://www.passatore.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Messaggio  Evander McIvor Law il Mar 30 Ago 2011 - 23:38

Mi potreste dare il maggior numero possibile di informazioni su questo gioco?
Grazie

Evander McIvor Law
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 30.08.11
Età : 22
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Piquet

Messaggio  STEFANO GARDINI il Ven 2 Set 2011 - 22:59

è un bellissimo gioco, di simulazione solo parziale ma molto divertente ed immediato.
il gioco è studiato per il tridimensionale, 15 mm, ma ancora meglio il 28 mm.
Per il 15 mm resto ancora molto legato all'inossidabile fire and fury; scala maggiore, più indicato a livello di brigata.
Piquet si svolge principalmente su una sequenza di carte/evento che possono farti manovrare, muovere o ricaricare i moschetti oltre a tantissime altre possibilità; è adattissimo anche per il gioco in solitario perchè sono proprio le carte a dare il ritmo e non i giocatori.
Non è il classico gioco "io muovo tu muovi, io sparo tu spari" ma è molto dinamico e imprevedibile.
I mazzi di carte di ogni giocatore sono dettati dalla qualità del tuo comandante in capo, più sei "forte" più iniziativa puoi avere e quindi più carte puoi giocare prima dell'avversario.....difficile comunque tradurlo in poche righe se mi invii la tua mail posso inviartene una copia tradotta.
Dopo anni di esperienza comunque posso dirti che è un bel regolamento (forse non troppo legato ad un periodo specifico) ma che comunque merita di esser provato.
Io lo ho battezzato pei i miei 28 mm regolamento attualmente "eccellente".

ciao e ....buoni studi!!!
avatar
STEFANO GARDINI
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 05.04.10
Età : 49
Località : BERTINORO (FC)

Vedere il profilo dell'utente http://www.passatore.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

piquet

Messaggio  STEFANO GARDINI il Ven 2 Set 2011 - 23:00

a proposito del regolamento in questione visita il sito ufficilae di Piquet....oppure il blog del suo autore Bren Oman..


Ciao
avatar
STEFANO GARDINI
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 05.04.10
Età : 49
Località : BERTINORO (FC)

Vedere il profilo dell'utente http://www.passatore.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

FOB -Picket per 28mm ACW

Messaggio  skorda il Lun 12 Dic 2011 - 12:43

Ciao,

Salve a tutti,

Concordo con te Stefano per il 15mm l'inossidabile F/F per la ACW è sempre il top.

Vorrei provare a giocare con i 28mm con FOB, ma alcuni meccanismi non mi sono chiari. E' valida anche per me l' offerta della versione tradotta ?

Grazie
Stefano

STEFANO GARDINI ha scritto:è un bellissimo gioco, di simulazione solo parziale ma molto divertente ed immediato.
il gioco è studiato per il tridimensionale, 15 mm, ma ancora meglio il 28 mm.
Per il 15 mm resto ancora molto legato all'inossidabile fire and fury; scala maggiore, più indicato a livello di brigata.
Piquet si svolge principalmente su una sequenza di carte/evento che possono farti manovrare, muovere o ricaricare i moschetti oltre a tantissime altre possibilità; è adattissimo anche per il gioco in solitario perchè sono proprio le carte a dare il ritmo e non i giocatori.
Non è il classico gioco "io muovo tu muovi, io sparo tu spari" ma è molto dinamico e imprevedibile.
I mazzi di carte di ogni giocatore sono dettati dalla qualità del tuo comandante in capo, più sei "forte" più iniziativa puoi avere e quindi più carte puoi giocare prima dell'avversario.....difficile comunque tradurlo in poche righe se mi invii la tua mail posso inviartene una copia tradotta.
Dopo anni di esperienza comunque posso dirti che è un bel regolamento (forse non troppo legato ad un periodo specifico) ma che comunque merita di esser provato.
Io lo ho battezzato pei i miei 28 mm regolamento attualmente "eccellente".

ciao e ....buoni studi!!!

skorda
Soldato
Soldato

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 12.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Messaggio  STEFANO GARDINI il Ven 16 Dic 2011 - 21:45

mandami pure una mail a [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
STEFANO GARDINI
Sergente Maggiore
Sergente Maggiore

Numero di messaggi : 93
Data d'iscrizione : 05.04.10
Età : 49
Località : BERTINORO (FC)

Vedere il profilo dell'utente http://www.passatore.blogspot.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: field of battle - Piquet - Vera simulazione?

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum