La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Gio 11 Set 2008 - 1:30

Discussione ufficiale per parlare dell'arma di cavalleria americana degli anni della guerra civile americana e quelli immediatamente precedenti. Come era concepita a livello strategico e tattico da manuali e leader e come venne effettivamente impiegata sul campo, eventuali differenze o similitudini rispetto alla cavalleria di altre nazioni, il peso del corpo montato sullo svolgimento della campagne, l'evoluzione del suo impiego nel corso del conflitto, differenze tra la cavalleria del nord e quella del sud e altro.

Ciao


Ultima modifica di P.G.T. Beauregard il Sab 22 Mar 2014 - 19:26, modificato 4 volte
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2890
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Ruoli e tattiche della cavalleria unionista e confederata prima, durante e dopo una battaglia

Messaggio  Evander McIvor Law il Mer 7 Set 2011 - 14:05

Potrei avere maggiori informazioni sui ruoli e tattiche della cavalleria unionista e confederata prima, durante e dopo una battaglia?
Grazie

Evander McIvor Law
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 30.08.11
Età : 24
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Banshee il Mer 7 Set 2011 - 14:28

Beh è difficile dare una risposta breve.
In sostanza, prima della battaglia, la cavalleria aveva una funzione di intelligence ossia doveva scoprire l'esatta disposizione delle unità nemiche, descrivere il terreno e segnalare eventuali punti deboli. nel corso della battaglia raramente era impiegata contro la fanteria (anche se non mancarono cariche e scontri, come a gettysburg il terzo giorno o prima di spotsylvania quando la cav. conf. contese il terreno ai federali per un giorno intero), ma poteva essere impiegata come riserva o contro la cavalleria nemica. Dopo la battaglia riprendeva sostanzialmente il lavoro di intelligence, ma poteva trovare impiego anche come disturbo contro eventuali attacchi del nemico o come punta di lancia negli inseguimenti. Almeno due compiti della cavalleria napoleonica, ossia la carica frontale comtro la fanteria schierata (cavalleria pesante e media) e l'inseguimento per mettere in rotta definitivamente il nemico dopo la battaglia (cavalleria leggera, specie quella francese), praticamente cessarono di esistere. Compiti di disturbo e raids nelle retrovie, invece furono largamente impiegati nella guerra civile americana.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Generale Meade il Mer 7 Set 2011 - 14:44

Fino ad allora i ruoli della cavalleria erano satati 2. La cavalleria leggera che aveva compiti prevalentemente di ricognizione e scorta e la cavalleria pesante (vedi -Corazzieri -), che veniva usata prevalentemente come "maglio" per sfondare i vari fronti.
Nella GCA il modo di usare la cavalleria fu stravolto. Veniva usata prevalentemente per coprire gli spostamenti della fanteria, per ricognizione, e, come fece Forrest, da usare come fanteria a cavallo. Furono rari, come giustamente ricorda Banshee, gli scontri tra le due cavallerie nemiche. Come non furono molte le cariche di cavalleria contro un nutrito schiermento in linea di fanteria, dove la probabilità di subire gravi perdite per la cavalleria erano assai elevate.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4042
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 57

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Evander McIvor Law il Mer 7 Set 2011 - 18:22

Quindi la fanteria americana non era addestrata per formare il quadrato?
Grazie

Evander McIvor Law
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 30.08.11
Età : 24
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 7 Set 2011 - 18:53

Evander McIvor Law ha scritto:Quindi la fanteria americana non era addestrata per formare il quadrato?
Grazie

Sinceramente non saprei dirti se tutte le unità lo avessero mai provato in addestramento, non ci ho mai pensato. Alcuni erano addestrati e ci sono delle foto con dei reggimenti nordisti durante l'addestramento che formano dei quadrati. Probabilmente tutte o quasi le unità lo sapevano fare, d'altronde ogni volta che i soldati erano inattivi facevano addestramento, e come dice anche lo storico Connelly nella conclusione di uno dei suoi libri, quando ciò che rimaneva dell'Armata del Tennessee si arrese alcune divisioni non stavano bivaccando, aspettando o altro, ma stavano facendo addestramento. Poi se non ricordo male l'amico forrest una volta ci ha parlato della retroguardia dell'Armata del Tennessee durante la ritirata da Nashville, che coprì la ritirata utilizzando anche la formazione a quadrato.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2890
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Evander McIvor Law il Mer 7 Set 2011 - 20:00

Quindi questo vuol dire che la cavalleria veniva utilizzata anche per inseguire i nemici in ritirata altrimenti le formazioni confederate sarebbero state annientate in uno scontro a fuoco con le fanterie unioniste schierate in formazioni di fuoco giacchè utilizzando la formazione a quadrato la potenza di fuoco di un reggimento viene, come minimo, ridotta di un quarto, invece contro una carica di cavalleria si dimostra efficace, meglio ancora se la cavalleria è lanciata all'arma bianca.O sbaglio?
Grazie

Evander McIvor Law
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 30.08.11
Età : 24
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  forrest il Mer 7 Set 2011 - 23:21

Il nostro comandante ricorda bene;il Gen. Walthall,cui venne affidato il comando dello retroguardia dell'Armata del Tennessee durante la ritirata da Nashville,fece ricorso al quadrato per tenere a bada la cavalleria unionista lanciata all'inseguimento.
avatar
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Evander McIvor Law il Mer 7 Set 2011 - 23:41

Quindi la cavalleria veniva ancora usata per inseguire il nemico in rotta.

Evander McIvor Law
Caporale
Caporale

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 30.08.11
Età : 24
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Banshee il Gio 8 Set 2011 - 7:54

L'episodio citato è un caso del tutto isolato a mio vedere. In realtà, mentre i regolamenti e i manuali di addestramento molto probabilmente contenevano ancora indicazioni sulla formazione del quadrato per respingere la cavalleria, l'uso della cavalleria per mettere in rotta definitivamente l'esercito avversario (che fu, con ogni probablità, l'arma vincente di Napoleone nelle campagne europee sino al 1812) non ebbe praticamente mai luogo di verificarsi, se non nel corso di scontri minori o nel periodo 1864-65 sul teatro virginiano. E ciò fu dovuto in buona sostanza più che a questioni di addestramento o tattiche, al fatto che ben poche volte gli eserciti unionisti o confederati furono messi in rotta nel corso delle battaglie campali.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 4 Feb 2013 - 17:55

Mi chiedo come mai non fu fatto un tentativo di creare un reparto di
cavalleria pesante da parte di entrambi gli schieramenti?
Se ci fosse stata interamente una carica di cavalleria pesante a Gettysburg da parte dei Confederati, gli avvenimenti avrebbero potuto prendere una piega diversa?

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Banshee il Lun 4 Feb 2013 - 18:08

Da quel che mi risulta un simile tentativo non fu mai sviluppato. Del resto se non vado errato anche nell'esercito regolare USA, sin dalla sua fondazione, avvenuta molti anni prima, non fu mai creato un reparto di cavalleria pesante (bisognerebbe controllare ma sono abbastanza certo). La natura del terreno, le tattiche da impiegarsi contro i nativi, l'idea di un esercito "leggero" da integrarsi con la milizia e i volontari indussero evidentemente gli strateghi americani a non sviluppare concetti propri degli eserciti europei (ricordo che nel corso della guerra franco prussiana armi come quella dei corazzieri e dei dragoni pesanti, oltre ai lanceri, erano ancora il fulcro della massa d'attacco e addirittura il loro impiego cessò solo poco dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, di fronte alla potenza delle armi da fuoco dell'epoca).

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 4 Feb 2013 - 18:19

Secondo me, il problema era anche dottrinale e dell'impostazione che veniva data ai cadetti nei corsi a West Point. I migliori allievi dei corsi andavano nel genio, in artiglieria, poi in fanteria e infine in cavalleria. Gli studi di ingegneria avevano l'importanza principale.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Banshee il Lun 4 Feb 2013 - 18:28

Vero anche questo. Del resto la cavalleria, prima del 1856, era formata da un solo reggimento ed era vista come un'arma minore. Nei corsi di West Point, evidentemente, era messa da parte. Ma il problema sostanzialmente era dato proprio dal tipo di impostazione che si dava all'esercito regolare il quale doveva contare poche migliaia di uomini.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Lun 4 Feb 2013 - 20:08

Da notare anche che il governo federale per un po' rifiutè di prendere in servizio reggimenti di cavalleria.

Ciao
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2890
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  George Armstrong Custer il Mar 5 Feb 2013 - 14:21

Credo che l'influenza dell'insegnamento di Dennis Hart Mahan a West Point nelle materie quali ingegneria, fortificazioni abbia avuto il suo peso nelle scelte effettuate.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mer 6 Feb 2013 - 17:41

George Armstrong Custer ha scritto:Credo che l'influenza dell'insegnamento di Dennis Hart Mahan a West Point nelle materie quali ingegneria, fortificazioni abbia avuto il suo peso nelle scelte effettuate.

Inoltre non fu anche Winfield Scott a sminuire l'utilità della cavalleria durante la guerra?
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2890
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  George Armstrong Custer il Mer 6 Feb 2013 - 18:37

In effetti, la cavalleria come arma è stata molto maltrattata dai vertici militari dell'Unione di allora. L'ispirazione ingegneristica dei militari di carriera era evidente: sarà stato giusto, sarà stato sbagliato? La cavalleria sembrava sicuramente roba di altri tempi, ormai superata dal progresso tecnologico. Conosciamo la polemica, nata durante la guerra civile, promossa dal radicalismo del partito repubblicano contro gli ufficiali di carriera, diplomati a West Point, accusati di essere troppo "professori" addetti alle fortificazioni ecc. e poco combattenti e trascinatori di soldati.
Forse avrà avuto il suo peso anche l'esperienza della guerra di Crimea, alla quale alcuni ufficiali americani, quale McClellan, avevano partecipato in qualità di osservatori. Guerra nella quale la cavalleria leggera inglese era stata mandata al macello.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  George Armstrong Custer il Gio 7 Feb 2013 - 10:29

Altro fattore trainante che avrà sminuito il ruolo della Cavalleria sarà stato sicuramente l'esperienza avuta con la precedente guerra contro il Messico.
Il primato dei giovani ufficiali del genio, usciti da West Point, quale Robert E. Lee, è risultato evidente, dati gli ottimi risultati conseguiti, tenuto anche conto della pessima prova fornita dalla cavalleria messicana. Bisogna dire, però, che tutto l'esercito Messicano non è stato all'altezza della situazione, considerata la totale superiorità degli Statunitensi.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  George Armstrong Custer il Sab 9 Feb 2013 - 19:12

Bisogna dare atto a Jefferson Davis, quando era secretary of War nel gabinetto Pierce, di aver, nel 1855, creato due reggimenti di cavalleria. In detto periodo, Robert E.Lee lascierà il Genio per ricoprire il ruolo di tenente colonnello del nuovo 2° reggimento Cavalleria degli USA.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2483
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 62
Località : Roma

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 22 Mar 2014 - 12:34

Leggevo in un articolo che nel sud vi erano diverse scuole di pensiero su quali armi la cavalleria dovesse usare. Di conseguenza il modo in cui combatteva e il tipo di operazioni in cui era impiegata venivano influenzate. Ad esempio ad est la cavalleria sotto il generale Stuart utilizzava equamente revolver, carabine e la tradizionale spada. Nei comandi di Morgan e Mosby si prediligeva il revolver mentre più ad ovest sotto Forrest la carabina, il fucile e il combattimento appiedati andavano per la maggiore. Che ne pensate?

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2890
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 22 Mar 2014 - 14:58

Come detto spesso nel forum, ma soprattutto letto in vari libri, l'uso della sciabola divenne solo un elemento decorativo per i cavalleggeri della guerra civile, tranne forse ad est dove comunque la spada era indossata.
Poche battaglie ed alcune scaramucce di cavalleria sono state combattute, ma personalmente non ho mai approfondito tanto da sapere che armi fossero usate nei combattimenti tra opposte cavallerie.
Per esempio la tanto osannata vittoria di Custer su Stuart, fu combattuta con le sciabole o a colpi di fucile?

Claudio
avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3396
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  dan-acw il Sab 22 Mar 2014 - 15:33

A proposito della cavalleria dell'ovest, D.H. Hill si complimentò con Forrest durante la battaglia di Chickamauga dicendo che era la prima volta che vedeva la cavalleria combattere
avatar
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 879
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Sab 22 Mar 2014 - 16:01

Benjamin F. Cheatham ha scritto:
Per esempio la tanto osannata vittoria di Custer su Stuart, fu combattuta con le sciabole o a colpi di fucile?

Claudio

Quesito interessante, oltretutto correggetemi se sbaglio durante la campagna di Gettysburg si combatterono due grandi battaglie di cavalleria (Brandy Station e Gettysburg).

dan-acw ha scritto:A proposito della cavalleria dell'ovest, D.H. Hill si complimentò con Forrest durante la battaglia di Chickamauga dicendo che era la prima volta che vedeva la cavalleria combattere

Vista l'esperienza di D.H. Hill su più teatri, questo fatto sembra confermare che ci fossero diverse scuole di pensiero su come utilizzare e far combattere la cavalleria in america.

Ciao

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
avatar
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2890
Data d'iscrizione : 02.09.08

Visualizza il profilo http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Banshee il Sab 22 Mar 2014 - 18:13

dan-acw ha scritto:A proposito della cavalleria dell'ovest, D.H. Hill si complimentò con Forrest durante la battaglia di Chickamauga dicendo che era la prima volta che vedeva la cavalleria combattere

Credo che questa fosse una semplice battuta nello stile di D.Hill, il quale riprendeva un vecchio adagio (e pregiudizio) nei confronti della cavalleria diffuso tra la fanteria, ossia l'idea che i cavalleggeri fossero dei priviliegiati che vedevano poco il campo di battaglia. Vero o no che fosse, rimane il problema fondamentale dell'impiego della cavalleria in America e soprattutto di una mancanza di tradizione dell'arma. Se si pensa che i primi due reggimenti di cavalleria regolare furono creati nel 1855-56, si può ben capire che a differenza della tradizione europea in America mancava totalmente una base su cui creare un forte elemento da impiegare in battaglia. Il che a sua volta conduce a una serie di problematiche molto difficili da risolvere. La cavalleria europea si divideva in due branchie: quella d'urto o pesante (ad es lanceri, corazzieri e dragoni) e leggera (cacciatori a cavallo, ussari). Grazie alla prima e all'impiego in genere della cavalleria come forza mobile da shock, a far data dal 1600 alcuni tra gli eserciti europei avevano mutato il volto della guerra da indecisivo a decisivo sul campo di battaglia, dopo secoli di battaglie che non concludevano nulla come nel Medioevo: si pensi ad esempio alla cavalleria svedese nella guerra dei 30 anni o al New Model Army di Cromwell o ancora all'uso della cavalleria alleata pensata da Marlborough durante la guerra di secessione spagnola. Durante la guerra dei 7 anni ad esempio, la cavalleria aveva di nuovo visto il proprio ruolo ridimensionato: di conseguenza gli scontri si risolvevano in bagni di sangue che mutavano poco l'equilibrio. Con l'età napoleonica la cavalleria era di nuovo assurta a fattore decisivo: ad esempio per Napoleone essa poteva rovesciare le sorti di una battaglia per mezzo di una carica poderosa, sfondando le linee nemiche oppure come massa d'inseguimento. Proprio come forza d'inseguimento ussari e caccaiatori trasformavano la sconfitta del nemico in rotta. Non a caso quando a Napoleone cominciarono a mancare le montature, mancò pure la forza di sconfiggere il nemico decisivamente: la campagna di Francia del 1814 nè un esempio stringente. A Waterloo, ancora, il terreno inzuppato di pioggia ebbe la sua buona parte nel determinare le sorti della battaglia. Ora, a costo di apparire eretico, credo che proprio la mancanza di un uso della cavalleria in massa come forza sul terreno ma SOPRATTUTTO come forza da impiegare per attaccare il nemico nei momenti critici (anche come massa d'inseguimento) abbia determinato il risultato di trasformare la guerra civile americana in orrendi bagni di sangue con pochi scontri decisivi. E forse fu un preconcetto a guidare tale idea e a limitare l'arma della cavalleria all'uso come arma d'esplorazione, per condurre raids o all'uso tipico dei dragoni come fanteria appiedata in appoggio in alcuni limitati casi, piuttosto che l'uso dell'arma rigata o del terreno poco adatto a cariche e inseguimenti. E questo spiega, a mio giudizio, appunto perchè gli scontri raramente conducevano a sconfitte decisive. Fu un errore, fu buon senso? Furono geniali i capi e strateghi militari americani o furono vittima di una mancnaza di tradizione e di preconcetti? Si tratta di domande molto difficili, ma che forse mmeriterebbero un approfondimento.

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La cavalleria americana durante la guerra civile: la sua funzione, l'impiego tattico e strategico

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum