La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Jubal Anderson Early il Mar 17 Gen 2012 - 15:40

Riporto di seguito, un articolo di Dale Cox su una delle battaglie più importanti e meno trattate del teatro operativo del Trans-Mississippi: Prairie Grove.
Potete trovare l’originale, in inglese, al sito:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Nella sua sintesi, mi pare che il resoconto offerto da Cox sia attendibile. Motivo per cui ho deciso di offrirvi la mia traduzione. Trovate tra parentesi le minime integrazioni che ho dovuto aggiungere per rendere comprensibile il testo.

“Il 7 dicembre 1862, gli eserciti unionista e confederato si scontrarono lungo una modesta altura, al margine settentrionale delle Boston Mountains, in Arkansas. Nessuna delle due parti aveva pianificato di combattere lì. Il Maggior Generale confederato Thomas Carmichael Hindman, stava tentando di aggirare una grande massa di forze unioniste nei pressi di Cane Hill, e di tagliarla fuori dai rinforzi. Se ci fosse riuscito, avrebbe probabilmente distrutto una per volta, le ali separate dell’Armata unionista della Frontiera (Army of SouthWest). Hindman riuscì a rubare una marcia alle divisioni del Brigadier Generale unionista James Gillpatrick Blunt a Cane Hill, ma così andò direttamente incontro ai rinforzi unionisti in avvicinamento, comandati dal Brigadier Generale Francis Jay Herron. Deciso a dare battaglia, Hindman dispose i suoi uomini sulla sommità delle alture a Prairie Grove, sfidando i federali a combattere.

Anche se gli unionisti credevano che disponesse di 28000 uomini, Hindman in effetti attaccò battaglia con una forza di 11000 effettivi, di cui 2000 cavalleggeri, e 22 pezzi d’artiglieria. Si trattava di una forza assemblata in fretta. Dopo il disastro di Pea Ridge, Hindman fu chiamato a organizzare le forze confederate in Arkansas. Il fatto che fosse riuscito a mettere in campo così tanti uomini in un lasso di tempo così breve, e che li avesse condotti dal fiume Arkansas attraverso le montagne, fino al campo di battaglia, furono cose, di per sé, straordinarie. La capacità di combattimento che questi sudisti, poco addestrati e meno riforniti, dimostrarono a Prairie Grove, testimonia in favore sia dei soldati (che essi furono), sia degli ufficiali (che li comandarono).

La battaglia iniziò quando le truppe di Hindman uscirono da Cove Creek Valley. Lasciata una piccola forza a impegnare gli uomini di Blunt a Cane Hill, Hindman avanzò e dispose le sue forze a tagliare la vitale Fayetteville-Cane Hill Road, bloccando l’avanzata delle divisioni di Herron, in rapido avvicinamento, e impedendo a quel generale di collegarsi immediatamente con Blunt, come previsto.

Apprendendo dell’imminente arrivo degli elementi avanzati delle forze di Herron, Hindman gli inviò contro, lungo la Fayetteville-Cane Hill Road, la cavalleria agli ordini del Brigadier Generale John Sappington Marmaduke e del colonnello “Fighting Jo” Shelby. Quel giorno, Shelby dimostrò che il suo soprannome era ben meritato. Scontrandosi con la cavalleria di Herron a E del guado del fiume Illinois, i cavalleggeri confederati la respinsero fino a ridosso della fanteria unionista, e poi contesero l’avanzata delle numerose forze di Herron, per tutto il tragitto fino a Prairie Grove.

Quando la cavalleria sudista ripiegò oltre il fiume Illinois, Hindman aveva schierato il grosso delle sue forze in posizione sulle alture di Prairie Grove. Herron attraversò il fiume sotto il fuoco dell’artiglieria confederata, e dispose le sue linee sull’ampia prateria al di sotto delle colline.

Seguì un aspro duello di artiglierie, dove le superiori forze federali, presero a martellare le schiere confederate all’estremità orientale delle alture. Verso le ore 1300, Herron avanzò lungo tutto il crinale. Hindman scrisse di aver lasciato deliberatamente avanzare le truppe unioniste prima di dare l’ordine di aprire il fuoco:

“(…) permisi loro di avvicinarsi a 60 iarde (poco meno di 55m), e poi, appena iniziarono a caricare, sopravanzando una delle nostre batterie e prendendone momentaneamente possesso, la Brigata Fagan, dell’Arkansas, parte della brigata McRae e i Missouriani di Shelby, gli scaricarono addosso un fuoco terrificante dalle loro carabine, dai fucili e dai moschetti; poi li caricarono con furia. Il reggimento Hawthorn, dell’Arkansas, riprese la batteria. I federali ruppero le fila e scapparono.”

Ma la battaglia era lungi dall’essere conclusa. Le linee confederate discesero il crinale, inseguendo il nemico, ma furono a loro volta arrestate e respinte dal fuoco unionista. Quindi le fila unioniste si ricompattarono e tornarono all’attacco, solo per venire scacciate dalla collina, una volta ancora, dall’intenso fuoco dei confederati.

I combattimenti più violenti, in questo settore del campo di battaglia, ebbero luogo nei pressi del frutteto dietro Borden House. (Lì) le truppe nordiste avanzarono per il crinale, e si attestarono nel frutteto, ma i sudisti le presero d’infilata, brutalmente, da tre lati. Lasciati senza altra possibilità che ritirarsi, ancora gli unionisti discesero la collina. Un ufficiale in seguito contò 250 caduti nelle iarde di Borden House (ossia: nello spazio occupato dal frutteto).

Arrivati a questo punto, il generale Blunt a Cane Hill, si era reso conto della situazione reale, e ordinò la ritirata delle sue forze fino a Rhea’s Mills, a NO di Prairie Grove. Lasciati alcuni uomini a guardia del carriaggio, fece avanzare il suo comando verso la battaglia. Gli uomini di Blunt arrivarono da NO e velocemente attuarono il collegamento con le forze di Herron. Essendo il più anziano dei due, Blunt prese il comando.

Le due armate, si fronteggiavano risolutamente lungo le linee che seguivano la dorsale delle colline. I confederati tenevano saldamente le cime, mentre i federali erano ordinatamente disposti alla base (delle colline). Come Notò Hindman, la battaglia di Prairie Grove si sviluppò come un feroce scontro a fuoco :

“(…) non c’era posto per ripararsi in nessuna parte del campo. Morte e ferite venivano inflitte dall’artiglieria nemica fra i ranghi delle riserve come tra le prime file. In cinque ore, granate, palle di cannone, cartocci a mitraglia e grandinate di proiettili spazzarono l’intero campo di battaglia. Tanti coraggiosi ufficiali, e tanti soldati ugualmente coraggiosi, caddero morti o feriti, mentre i loro compagni reggevano, saldi come il ferro. I volontari tennero alta la loro reputazione. I coscritti divennero loro pari, e splendidamente smentirono le calunnie addossate loro dalla classe degli esenti.”

La battaglia infuriò fino al tramonto. Gli unionisti avrebbero attaccato, e sarebbero stati respinti. I confederati avrebbero contrattaccato, e sarebbero stati respinti a loro volta. Il generale Blunt, descrisse efficacemente la situazione:

“Il rumore della fucileria, ininterrotto per tre ore consecutive, era terrificante. Le armate rivali si muovevano avanti e indietro, ciascuna avanzando e ritirandosi. Alcuni cecchini ribelli, sparando dalle finestre di una casa situata al margine del bosco, di poco alla mia sinistra, stavano evidentemente direzionando i loro omaggi specialmente al sottoscritto e ai suoi attendenti. Ordinai al capitano Rabb di colpirli con l’artiglieria, e in brevi istanti la casa fu in fiamme.”

L’atto finale della giornata venne all’estremità occidentale del campo di battaglia, quando i sudisti mossero nel tentativo di spezzare le linee nordiste. Cacciati indietro da una tempesta di fuoco, ripresero le loro posizioni, mentre le tenebre, pietosamente, ponevano fine al massacro.

Sebbene lo scontro si concluse in parità, Hindman sapeva che non poteva sperare di prevalere se il combattimento fosse ripreso il giorno successivo. I suoi uomini erano esausti, e stavano letteralmente morendo di fame. Le munizioni erano quasi terminate, e le forze federali erano troppo numerose per essere sconfitte. Di conseguenza, anche se la giornata si era conclusa con i confederati in possesso del terreno che avevano occupato all’inizio dello scontro, Hindman decise di ritirarsi durante la notte. Le sue forze erano già sulle Boston Mountains, prima che i federali si accorgessero che la battaglia era finita.

Entrambe le parti sovrastimarono grandemente la forze e le perdite dei loro nemici, ma nondimeno la battaglia fu sanguinosa. I confederati subirono 164 morti, 817 feriti e 336 prigionieri o dispersi, mentre gli unionisti ebbero 175 morti, 813 feriti e 264 prigionieri o dispersi. I feriti di ambo gli schieramenti, furono assistiti in ospedali improvvisati, sia sul campo di battaglia, che nella vicina Fayetteville. Centinaia di loro morirono per le ferite subite (e per le cure inadeguate).

La battaglia di Prairie Grove fu tra le più cruente combattute nel Trans-Mississippi. Assieme alla battaglia di Pea Ridge, combattuta nove mesi prima, decretò il fato dell’Arkansas Nordoccidentale per il resto della guerra. Le forze di Hindman si ritirarono oltre il fiume Arkansas, riparando a Fort Smith. Blunt ed Herron consolidarono la loro posizione, e dettero seguito alla vittoria strategica, catturando la città di Van Buren il 29/XII/1862.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  R.E.Lee il Mar 17 Gen 2012 - 21:24

Bello!! Very Happy
I miei complimenti all'Amico Early per l'ottimo lavoro! Grazie al suo impegno una battaglia importante come Praire Grove, è alla portata della conoscenza di tutti.

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Prairie Grove : ordini di battaglia - e mappa "artigianale" della battaglia

Messaggio  Jubal Anderson Early il Mer 18 Gen 2012 - 10:20

Potete trovare gli ordini di battaglia di Prairie Grove, chiari, precisi e dettagliati, a questo indirizzo :

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Di seguito una mia rappresentazione essenziale del campo di battaglia.







[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Prairie Grove : rapporto del generale Blunt al generale Curtis

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 20 Gen 2012 - 14:42

Offro la traduzione degli Official Records relativi ai rapporti ai loro superiori, dei due generali al comando delle forze coinvolte nella battaglia di Prairie Grove. Interessanti le versioni dei fatti, molto discordanti dalla realtà storica comunemente accettata, e le stime delle perdite inflitte e dell'entità numerica del nemico, tutte ingigantite.

Inizio dal rapporto del generale Blunt, a Curtis. Tra parentesi le mie integrazioni, non presenti nell'originale, ma necessarie per la piena compresione del testo.

ARMATA DELLA FRONTIERA,
sul campo di battaglia, presso Fayetteville, Arkansas, 8 dicembre 1862

Generale : questo luogo, ieri, è stato teatro di una battaglia dura e sanguinosa, che è risultata in una completa vittoria dell'Armata della Frontiera. Le forze ribelli, comandate da Hindman, Marmaduke, Parsons e Frost, ammontavano a 25000 effettivi. Il mio intero comando non superava le 8000 unità. Ho impegnato il nemico per due giorni sulle Boston Mountains (a Cane Hill, SO di Prairie Grove), combattendo le avanguardie nemiche, e tenendole in scacco fin quando Herron avrebbe potuto portare dei rinforzi.
Il giorno 7, (i ribelli) hanno respinto le mie avanguardie, prendendo possesso della strada (la Cane Hill-Fayetteville Road), per cui hanno iniziato un movimento aggirante sulla mia sinistra. Il loro obbiettivo era di tagliare le comunicazioni tra me e il generale Herron, che doveva essere a Fayetteville per l'alba. (I ribelli) hanno attaccato Herron verso le 1000, il quale Herron, con sforzi coraggiosi e disperati, ha resistito per più di tre ore, fin quando non sono arrivato, e li ho attaccati alle spalle. La lotta è stata feroce, ed è terminata solo con l'arrivo delle tenebre notturne. Il mio comando ha bivaccato sul campo, pronto a riprendere il combattimento all'alba, ma il nemico aveva approfittato della notte per porsi in ritirata attraverso le Boston Mountains. Le perdite di entrambi (gli schieramenti) sono state pesanti. I miei caduti, sono pochi rispetto al numero dei feriti. Le perdite del nemico, in rapporto alle nostre, sono almeno di 4 a 1. La mia artiglieria ha portato tremenda distruzione nelle loro fila. Essi avevano grande vantaggio numerico e di posizione, eppure i generali Marmaduke e Hindman, con i quali mi sono incontrato per un colloquio durante una tregua, hanno ammesso di essere stati completamente battuti. Fra i caduti del nemico, c'è il colonnello Steen, già Brigadier Generale della Missouri State Guard. Il 19° e 20° IA, e il 26° IN hanno sofferto duramente. Al generale Herron spetta il merito per la prontezza con cui ha condotto i rinforzi a marce forzate fin da vicino Springfield (fino a Prairie Grove), come per il coraggio dimostrato sul campo di battaglia.

The War of the Rebellion: a Compilation of the Official Records of the Union and Confederate Armies

Serie I, Vol XXII, parte I, p.69-70


Ultima modifica di Jubal Anderson Early il Ven 20 Gen 2012 - 18:37, modificato 3 volte
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Prairie Grove : rapporto del generale Hindman al generale Holmes

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 20 Gen 2012 - 15:26

23 a O di Van Buren, 9 dicembre 1862
Ho minacciato il fronte e la destra del nemico (Blunt) a Cane Hill. Ho mosso sulla sua sinistra per tagliarlo fuori dai rinforzi (Herron), che ho attaccato e respinto, quindi ho preso posizione a Prairie Grove, e ho combattuto l'intera armata nemica (Blunt e Herron riuniti) con il risultato seguente: le mie perdite sono state di circa 350 fra morti, feriti e dispersi. Le perdite dei federali ammontano a circa 1000 tra morti e feriti, circa 300 prigionieri - incluso un gran numero di ufficiali - 20 carri di rifornimento, e 4 bandiere. Il nemico viene in questo momento a richiedere 12 ore di tempo per seppellire i morti e prendere cura dei feriti. Ho concesso la tregua.

The War of the Rebellion: a Compilation of the Official Records of the Union and Confederate Armies

Series I, Vol XXII, parte I, p.138
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'avanzata di Hindman : estratto dal rapporto del generale Hindman all'Assistente Aiutante Generale del Dipartimento del Trans-Mississippi, tenente-colonnello S.S. Anderson

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 20 Gen 2012 - 17:10

nei pressi di Fort Smith, 25 dicembre 1862

Colonnello : ho marciato dalle vicinanze di Van Buren, il giorno 3 c.m., con 9000 fanti, 2000 cavalleggeri e 22 pezzi di artiglieria. La carenza di scarpe e armi, mi ha impedito di mobilitare l'intera forza (disponibile). Il mio scopo era di attaccare il brigadier generale Blunt a Cane Hill, riportato in zona con una forza stimata fra i 7000-8000 uomini, con 30 cannoni. Era mia intenzione - come ho riportato nei dispacci al Quartier Generale del Dipartimento - tornare (alla base) immediatamente dopo lo scontro, non disponendo di razioni e foraggio a sufficienza che per sette giorni a mezza razione. Queste scarne risorse sono state accumulate con estrema difficoltà, e trasportate per 80 miglia nel carriaggio generale e in quello dei vari reggimenti, essendo i miei mezzi molto limitati, il territorio circostante privo di risorse, e il fiume troppo basso per la navigazione. Questi fatti hanno reso certo che dovevo ritirare la maggior parte delle mie forze verso Little Rock, perciò è risultato importante, per la sicurezza di ciò che doveva restare (delle mie forze, al mio comando diretto), che Blunt dovesse essere cacciato dalla sua posizione.
Cane Hill è un'altura, estesa 8 miglia, e profonda 5 (8 miglia O-E, 5 miglia S-N), nella parte sudoccidentale della Contea di Washington, in Arkansas, appena oltre le pendici settentrionali delle Boston Mountains. Vi si trovano 3 villaggi - Russellville, Boonsborough e Newburg - che quasi si mescolano l'uno nell'altro, coprendo una distanza, lungo la via per Fayetteville, di 3 o 5 miglia. La forza principale del nemico era presso Newburg. La distanza tra Van Buren e Newburg è di 45 miglia. Il terreno in questo tragitto sono montagne aspre e sterili. Tutte le strade in questo territorio convergono a S a Van Buren, e a N a Fayetteville. Questi due luoghi sono distanti dalle 50 alle 65 miglia, a seconda della strada percorsa.
Ci sono quattro strade principali : una curva a destra (da Van Buren) e a E, segue la valle di Frog Bayou, attraversa le montagne, e poi segue il ramo occidentale del White River, portando a Fayetteville da SE; un'altra, conosciuta come Telegraph Road, procede per la maggior parte verso N attraverso le montagne; la terza si dirama dalla Telegraph Road 12 miglia a N di Van Buren, raggiunge Evansville lungo un sentiero Cherokee, e da lì si dirama lungo la regione di Cane Hill verso Fayetteville, il suo corso principale diretto a N attraverso Cincinnati e Maysville verso Fort Scott; la quarta gira a sinistra dalla Telegraph Road presso Olivers, 19 miglia a N di Van Buren, segue la valle del Cove Creek ai piedi delle montagne (Boston Mountains), e dopo averle attraversate, taglia attraverso una serie di (piccole) valli, gole e praterie, raggiungendo Fayetteville da SO.(...)
La cavalleria di Marmaduke costituiva la mia avanguardia, in movimento lungo la Telegraph Road (verso N), con distaccamenti lungo le strade a E e a O. Ordinai ai Cherokee del colonnello Watie di attestarsi nei pressi di Evansville, e, quando fosse iniziata la battaglia, di occupare alcuni mulini nei dintorni di Cane Hill, per attaccare i convogli del nemico, se questi si stessero ritirando verso Cincinnati.
Il grosso delle mie forze percorreva la Telegraph Road, e si è accampata a Olivers la notte del 4.
Lì ho ricevuto l'informazione, che 3-4000 rinforzi (unionisti) erano arrivati a Cane Hill, portando le forze di Blunt a completa parità con le mie.
Il giorno 5, invece di raggiungere Morrows, come mi aspettavo, arrivammo a coprire poco più della metà del cammino, in seguito a quei ritardi apparentemente inevitabili, cui truppe così mal equipaggiate quali le nostre, sono soggette.
Il giorno 6 raggiungemmo Morrows. Nella mattina di quel giorno, l'avanguardia di Marmaduke, agli ordini del colonnello J.O.Shelby, ha incontrato la cavalleria nemica, e l'ha respinta fino a 2 miglia da Newburg. Lì, verso il tramonto, dalla cima dell'altura fino alla base, si svolse un aspro combattimento, nel quale il colonnello J.C.Monroe e la sua brigata di cavalleria dell'Arkansas - che avevano sostituito Shelby - si sono altamente distinti, nel caricare con vigore e coraggio una forza superiore di cavalleria del nemico, nel romperne i ranghi e nel cessare l'inseguimento solo quando furono richiamati. (...)
Quando appresi che una forza ulteriore stimata tra i 4000 e i 6000 fanti e 2000 cavalleggeri con 30 cannoni, comandata dal generale Herron, stava muovendo da Fayetteville verso Cane Hill a marce forzate, stanti così le cose, riunii i diversi generali di divisione nella notte del 6, per dare loro le istruzioni definitive (in vista della battaglia). Era mia intenzione lanciare la cavalleria di Marmaduke lungo la Cove Creek Road, e la diramazione per Maysville, sulla sinistra e sulle retrovie del nemico, dopo averlo cacciato dalla strada da Morrows a Newburg. (Ma) mi pareva evidente che quel piano avrebbe provocato semplicemente la ritirata di Blunt (da Cane Hill) verso i suoi rinforzi, e che egli non avrebbe accettato battaglia prima di essersi riunito ad essi.
(Mentre) c'era la possibilità, adottando un altro piano, di distruggere (prima) i rinforzi e poi il grosso delle forze (di Blunt) in parità numerica. Ritirarsi senza combattere, avrebbe demoralizzato le mie truppe, e galvanizzato il nemico, spronandolo a inseguirmi. La sua rapida concentrazione di forze, giustificava la mia opinione che un attacco contro di me era pronto a scattare. Sulla base di queste considerazioni, ho deciso di rischiare la battaglia. (...)


The War of the Rebellion: a Compilation of the Official Records of the Union and Confederate Armies

Series I, Vol XXII, parte I, p.139-140[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]


Ultima modifica di Jubal Anderson Early il Dom 22 Gen 2012 - 10:23, modificato 1 volta
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Banshee il Ven 20 Gen 2012 - 18:12

Eccellente lavoro caro Early!

Banshee
avatar
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1918
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 20 Gen 2012 - 18:31

Banshee ha scritto:Eccellente lavoro caro Early!

Banshee

Grazie Banshee, sempre gentile.
Ho in mente di disegnare un'altra piccola mappa "artigianale", per chiarire il movimento delle forze di Hindman, che andò a incunearsi fra Blunt e Herron.


Ultima modifica di Jubal Anderson Early il Ven 20 Gen 2012 - 18:49, modificato 1 volta
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  George Armstrong Custer il Ven 20 Gen 2012 - 18:34

Caro Early, mi associo anch'io ai complimenti nei tuoi confronti. Un lavoro veramente notevole!!!! Very Happy Very Happy

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2470
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 61
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 20 Gen 2012 - 18:42

George Armstrong Custer ha scritto:Caro Early, mi associo anch'io ai complimenti nei tuoi confronti. Un lavoro veramente notevole!!!! Very Happy Very Happy

Mille grazie davvero! Sono molto felice che tu abbia trovato interessante il mio piccolo contributo.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Sab 21 Gen 2012 - 14:47

Letto or ora il resoconto della battaglia, complimenti caro Early, un'altra pagina poco nota se non trascurata della CW, finalmente a nostra conoscenza.
Una menzione al generale Shelby a ai suoi missouriani.

Claudio


avatar
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3268
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Jubal Anderson Early il Sab 21 Gen 2012 - 15:17

Benjamin F. Cheatham ha scritto:Letto or ora il resoconto della battaglia, complimenti caro Early, un'altra pagina poco nota se non trascurata della CW, finalmente a nostra conoscenza.
Una menzione al generale Shelby a ai suoi missouriani.

Claudio



Grazie a te, amico Cheatham. Penso che nel descrivere una battaglia della GCA, offrire le traduzioni degli OR relativi ai rapporti dei due condottieri, e, laddove possibile, trovare gli OB, sia un buon inizio. Poi, l'interpretazione dei fatti sta a ciascuno di noi.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Generale Meade il Sab 21 Gen 2012 - 15:35

Un sincero ringraziamento anche da parte mia. Come dice il ns. Cheatham, per tradurre l'inglese riferito alla CW, bisogna avere una grande conoscenza della stessa, per non tradurre in modo freddo e inanimato. Complimenti per l'ottimo lavoro.

Meade
avatar
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3986
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 56

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Jubal Anderson Early il Sab 21 Gen 2012 - 16:05

Generale Meade ha scritto:Un sincero ringraziamento anche da parte mia. Come dice il ns. Cheatham, per tradurre l'inglese riferito alla CW, bisogna avere una grande conoscenza della stessa, per non tradurre in modo freddo e inanimato. Complimenti per l'ottimo lavoro.

Meade

Sono colpito e onorato dalle Sue parole. Grazie infinite.
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  R.E.Lee il Sab 21 Gen 2012 - 16:44

Caro Early,
un lavoro SUPER !!!!!!!!!!!!!!!! cheers

Ti porgo i miei complimenti !!

Lee
avatar
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3962
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 56
Località : Montevarchi / Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Jubal Anderson Early il Sab 21 Gen 2012 - 17:19

R.E.Lee ha scritto:Caro Early,
un lavoro SUPER !!!!!!!!!!!!!!!! cheers

Ti porgo i miei complimenti !!

Lee

...e ancora grazie mille!
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  HARDEE il Lun 30 Apr 2012 - 19:49

Generale Early.


I miei complimenti.



Hardee
avatar
HARDEE
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1871
Data d'iscrizione : 29.04.11
Età : 65
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Jubal Anderson Early il Lun 30 Apr 2012 - 20:02

HARDEE ha scritto:Generale Early.


I miei complimenti.



Hardee

Mille grazie, Generale Hardee!
avatar
Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La battaglia di Prairie Grove, 7/XII/1862

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum