Jackson a Chickamauga

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Jackson a Chickamauga

Messaggio  Jubal Anderson Early il Mar 17 Gen 2012 - 19:11

Proviamo ad immaginare: se fosse sopravvissuto, e dopo essersi ripreso dalle ferite riportate a Chancellorsville, Jackson fosse tornato nei ranghi dell'ANV, e Lee avesse deciso di inviare lui al posto di Longstreet in rinforzo a Bragg alla vigilia di Chickamauga, quali conseguenze potremmo implicare? Come si sarebbe svolta la battaglia? La Roccia di Chickamauga sarebbe stata spezzata? O forse anche Jackson sarebbe andato in cerca di gloria a Knoxville? Oppure sarebbe riuscito a convincere Bragg ad incalzare Rosecrans? Vi invito a formulare le vostre ipotesi.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  R.E.Lee il Mar 17 Gen 2012 - 21:47

Personalmente non credo che le cose sarebbero andate molto diversamente. Secondo me a Chickamauga Longstreet si compotò benissimo. E' stato grazie a lui, a mio parere, che il Sud riuscì a vincere la battaglia. E non credo che jackson sarebbe riuscito a convincere bragg...

Lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3909
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  Jubal Anderson Early il Mer 18 Gen 2012 - 5:11

R.E.Lee ha scritto:Personalmente non credo che le cose sarebbero andate molto diversamente. Secondo me a Chickamauga Longstreet si compotò benissimo. E' stato grazie a lui, a mio parere, che il Sud riuscì a vincere la battaglia. E non credo che jackson sarebbe riuscito a convincere bragg...

Lee

Il punto di vista del nostro R.E.Lee è perfettamente condivisibile.
Tuttavia, il ruolo di Longstreet a Chickamauga non mi ha mai convinto appieno, e credo che, sfruttamento del varco a parte, fece anche in questo caso, come già a Gettysburg, meno di quanto avrebbe potuto fare, ostinandosi in futili attacchi, e rinunciando ad estendere -come avrebbe dovuto - il suo aggiramento, lasciando che esso si trasformasse da manovra aggirante in un attacco frontale. In questo, commise un errore tattico simile a quello di Bragg a Stone's River, rovinando una vittoria che sarebbe potuta diventare schiacciante, e contribuendo a renderla, lui in primis, sterile e sprecata, poichè conseguita a costo spropositato in vite umane - di gran lunga troppe perdite rispetto a quante la CSA potesse permettersi, "solo" per ottenere una vittoria sul campo.
E' mia opinione che la presenza di un Jackson "Jackson", e non di un Jackson "Seven Days", a Chickamauga, avrebbe potuto imprimere un ritmo differente agli eventi della battaglia, fermo restando l'errore di Rosecrans (il "varco" di Wood).
Sicuramente, dopo la rotta di parte dell'armata federale, Jackson avrebbe sfruttato meglio le circostanze, provando ad aggirare Thomas con un ampio movimento a cadere su Horseshoe Ridge da SO, per tagliarlo fuori dalla linea di ritirata (se Jackson fosse stato materialmente al posto di Longstreet, occupando lo stesso settore nel campo di battaglia). Altro discorso, se Bragg avesse disposto le sue forze in modo differente lasciando a Jackson il settore N (quello che in realtà venne occupato da Polk). Anche in questo caso, reputo che Jackson avrebbe tentato l'aggiramento fin dal primo giorno, avanzando parzialmente sulla McFarland's Gap Road e cadendo sempre su Horseshoe Ridge, però da NE, lasciando a Forrest il compito di tagliare fuori Granger dal collegamento con l'ala di Thomas.
Mie personali congetture, per quanto ovvio.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  Banshee il Mer 18 Gen 2012 - 8:55

Concordo appieno con le valutazioni dell'amico Early. Non sapremo mai cosa avrebbe combinato Jackson al posto di Longstreet, ma l'ipotesi mi pare logica e credibile.

Banshee

Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1906
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Mer 6 Giu 2012 - 14:38

R.E.Lee ha scritto:Personalmente non credo che le cose sarebbero andate molto diversamente. Secondo me a Chickamauga Longstreet si compotò benissimo. E' stato grazie a lui, a mio parere, che il Sud riuscì a vincere la battaglia. E non credo che jackson sarebbe riuscito a convincere bragg...

Lee

Buongiorno sono d'accordo con il suo intervento, però faccio una considerazione penso che se Jackson fosse stato spostato all'ovest non l'avrebbe fatto come semplice comandante di corpo bensì penso che sarebbe stato messo al comando dell'armata quindi con maggiore capacità di intervento di Longstreet che certo si comporto bene però non bisogna dimenticare che arrivò sul campo di battaglia in tarda serata, a mezzanotte fu messo al comando di truppe e ufficiali che non conosceva su un campo di battaglia ci cui fino a poche ore prima non sapeva l'esistenza. Jackson se non le sue truppe almeno lui sarebbe arrivato sul campo di battaglia qualche giorno prima e avrebbe avuto la possibilità di ambientarsi e di conoscere i propri uomini.
Saluti
Buongiorno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Ven 8 Giu 2012 - 8:22, modificato 1 volta

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  Jubal Anderson Early il Gio 7 Giu 2012 - 5:40

ROSSETTI BRUNO ha scritto:
R.E.Lee ha scritto:Personalmente non credo che le cose sarebbero andate molto diversamente. Secondo me a Chickamauga Longstreet si compotò benissimo. E' stato grazie a lui, a mio parere, che il Sud riuscì a vincere la battaglia. E non credo che jackson sarebbe riuscito a convincere bragg...

Lee

Buongiorno sono d'accordo con il suo intervento, però faccio una considerazione penso che se Jackson fosse stato spostato all'ovest non l'avrebbe fatto come semplice comandante di corpo bensì penso che sarebbe stato messo al comando dell'armata quindi con maggiore capacità di intervento di Longstreet che certo si comporto bene però non bisogna dimenticare che arrivò sul campo di battaglia in tards serata a mezzanotte fu messo al comando di truppe e ufficiali che non conosceva su un campo di battaglia ci cui fino a poche ore prima non saoeva l'esistenza. Jackson sarebbe se non le sue truppe almeno lui sarebbe arrivato sul campo di battaglia qualche giono prima e avrebbe avuto la possibilità di ambientarsi e di conoscere i propri uomini.
Saluti
Buongiorno

Dubito che il Presidente Davis avrebbe optato per una promozione di Jackson a Generale d'Armata a scapito di Bragg. Anche perchè Jackson, agendo come Generale di Corpo d'Armata quale era, sarebbe riuscito ad eseguire al meglio gli ordini di Bragg, conseguendo la vittoria in una classica battaglia d'ala. Dando cioè a Bragg ciò che più gli mancava, ossia un ottimo subalterno, pronto ad eseguire fedelmente, senza discussioni, gli ordini. E questo pare che venga dimenticato molto spesso, nel giudicare Bragg e il suo operato.
O, nella più sciagurata delle ipotesi, magari sarebbe morto proprio a Chickamauga, magari relegando l'Armata confederata ad una drammatica sconfitta. O, altra ipotesi interessante, se a Chickamauga Jackson fosse stato ancora vittima di un altro dei suoi "vuoti" tipo Seven Days? Tutti scenari ipotetici ugualmente plausibili e interessanti.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 8 Giu 2012 - 8:30

[quote="Jubal Anderson Early"][quote="ROSSETTI BRUNO"]
R.E.Lee ha scritto:Personalmente non credo che le cose sarebbero andate molto diversamente. Secondo me a Chickamauga Longstreet si compotò benissimo. E' stato grazie a lui, a mio parere, che il Sud riuscì a vincere la battaglia. E non credo che jackson sarebbe riuscito a convincere bragg...

Lee

Buongiorno sono d'accordo con il suo intervento, però faccio una considerazione penso che se Jackson fosse stato spostato all'ovest non l'avrebbe fatto come semplice comandante di corpo bensì penso che sarebbe stato messo al comando dell'armata quindi con maggiore capacità di intervento di Longstreet che certo si comporto bene però non bisogna dimenticare che arrivò sul campo di battaglia in tarda serata, a mezzanotte fu messo al comando di truppe e ufficiali che non conosceva su un campo di battaglia ci cui fino a poche ore prima non sapeva l'esistenza. Jackson se non le sue truppe almeno lui sarebbe arrivato sul campo di battaglia qualche giono prima e avrebbe avuto la possibilità di ambientarsi e di conoscere i propri uomini.
Saluti
Buongiorno

Dubito che il Presidente Davis avrebbe optato per una promozione di Jackson a Generale d'Armata a scapito di Bragg. Anche perchè Jackson, agendo come Generale di Corpo d'Armata quale era, sarebbe riuscito ad eseguire al meglio gli ordini di Bragg, conseguendo la vittoria in una classica battaglia d'ala. Dando cioè a Bragg ciò che più gli mancava, ossia un ottimo subalterno, pronto ad eseguire fedelmente, senza discussioni, gli ordini. E questo pare che venga dimenticato molto spesso, nel giudicare Bragg e il suo operato.
O, nella più sciagurata delle ipotesi, magari sarebbe morto proprio a Chickamauga, magari relegando l'Armata confederata ad una drammatica sconfitta. O, altra ipotesi interessante, se a Chickamauga Jackson fosse stato ancora vittima di un altro dei suoi "vuoti" tipo Seven Days? Tutti scenari ipotetici ugualmente plausibili e interessanti.

Buongiorno
Perchè crede che non gli sarebbe stato dato il comando dell'armata? un Jackson guarito verso metà/fine agosto 1863 sarebbe stato agli occhi dell'intera confederazione un eroe senza pari il popolo sudista avrebbe considerato la sconfitta di Gettysburg dovuta alla sua assenza, mentre Bragg era reduce dalla disastrosa campagna di Tullahoma dove era stato sconfitto da Rosencrans solo grazie alle maggiori capacità strategiche di quest'ultimo. Credo che sarebbe stato difficile per Davis mandarlo a Ovest solo come comandante di corpo. Aggiungo che Jackson era un ufficiale con un carattere "difficile" e penso che come subordinato fra lui e Bragg sarebbero state scintille.
Saluti
Bruno


Ultima modifica di ROSSETTI BRUNO il Lun 3 Dic 2012 - 16:48, modificato 1 volta

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  Jubal Anderson Early il Ven 8 Giu 2012 - 9:59

[quote="ROSSETTI BRUNO"][quote="Jubal Anderson Early"]
ROSSETTI BRUNO ha scritto:
R.E.Lee ha scritto:Personalmente non credo che le cose sarebbero andate molto diversamente. Secondo me a Chickamauga Longstreet si compotò benissimo. E' stato grazie a lui, a mio parere, che il Sud riuscì a vincere la battaglia. E non credo che jackson sarebbe riuscito a convincere bragg...

Lee

Buongiorno sono d'accordo con il suo intervento, però faccio una considerazione penso che se Jackson fosse stato spostato all'ovest non l'avrebbe fatto come semplice comandante di corpo bensì penso che sarebbe stato messo al comando dell'armata quindi con maggiore capacità di intervento di Longstreet che certo si comporto bene però non bisogna dimenticare che arrivò sul campo di battaglia in tarda serata, a mezzanotte fu messo al comando di truppe e ufficiali che non conosceva su un campo di battaglia ci cui fino a poche ore prima non sapeva l'esistenza. Jackson sarebbe se non le sue truppe almeno lui sarebbe arrivato sul campo di battaglia qualche giono prima e avrebbe avuto la possibilità di ambientarsi e di conoscere i propri uomini.
Saluti
Buongiorno

Dubito che il Presidente Davis avrebbe optato per una promozione di Jackson a Generale d'Armata a scapito di Bragg. Anche perchè Jackson, agendo come Generale di Corpo d'Armata quale era, sarebbe riuscito ad eseguire al meglio gli ordini di Bragg, conseguendo la vittoria in una classica battaglia d'ala. Dando cioè a Bragg ciò che più gli mancava, ossia un ottimo subalterno, pronto ad eseguire fedelmente, senza discussioni, gli ordini. E questo pare che venga dimenticato molto spesso, nel giudicare Bragg e il suo operato.
O, nella più sciagurata delle ipotesi, magari sarebbe morto proprio a Chickamauga, magari relegando l'Armata confederata ad una drammatica sconfitta. O, altra ipotesi interessante, se a Chickamauga Jackson fosse stato ancora vittima di un altro dei suoi "vuoti" tipo Seven Days? Tutti scenari ipotetici ugualmente plausibili e interessanti.

Buongiorno
Perchè crede che non gli sarebbe stato dato il comando dell'armata? un Jackson guarito verso metà/fine agosto 1863 sarebbe stato agli occhi dell'intera confederazione un eroe senza pari il popolo sudista avrebbe considerato la sconfitta di Gettysburg dovuta alla sua assenza, mentre Bragg era reduce dalla disastrosa campagna di Tullahoma dove era stato sconfitto da Rosencrans solo grazie alle maggiori capacità strategiche di quest'ultimo. Credo che sarebbe stato difficile per Davis mandarlo a Ovest solo come comnadante di corpo. Aggiungo che J. era un ufficiale con un carattere "difficile" e penso che come subordinato fra lui e B. sarebbero state scintille.
Saluti
Bruno

Beh, Tullahoma fu disastrosa fino a un certo punto, e molto limitatamente per colpa di Bragg. Colpevoli furono Hardee e il solito Polk, che si fecero uccellare come ebeti, a fronte di dei movimenti aggiranti davvero ben ideati e meglio eseguiti, va detto. Quindi Bragg non fu screditato per Tullahoma. Lo furono i suoi subalterni.
Se il Presidente Davis avesse optato per mandare Jackson nell'Ovest, fermo restando l'intrigante opzione della promozione a comando d'Armata, non l'avrebbe fatto a scapito di Bragg, generale col quale era in ottimi rapporti, e, piaccia o meno, uno dei pochi in grado di comandare un'Armata. E, dato che all'epoca dell'ipotetico stimato reintegro in servizio di Jackson, l'AoT era rimasta la sola armata sudista operante nell'Ovest (persa orma l'AoM), la scelta sarebbe stata il semplice trasferimento di Jackson. Sicuramente egli aveva un carattere difficile, ma sapeva anche essere un ottimo esecutore di ordini. Pregio di cui sommamente difettavano gli ufficiali dell'AoT, salvo rare eccezioni peraltro ai comandi inferiori. Reputo quindi che Jackson sarebbe stato molto più utile come generale subalterno nei ranghi dell'AoT agli ordini di Bragg, piuttosto che nel ruolo di generale d'Armata, dove avrebbe dovuto dimostrare le sue capacità, non scontate in quel ruolo per lui del tutto nuovo, e guadagnare la fiducia dei suoi sottoposti in quel nido di serpi che era l'AoT.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  dan-acw il Ven 8 Giu 2012 - 10:07



Beh, Tullahoma fu disastrosa fino a un certo punto, e molto limitatamente per colpa di Bragg. Colpevoli furono Hardee e il solito Polk, che si fecero uccellare come ebeti, a fronte di dei movimenti aggiranti davvero ben ideati e meglio eseguiti, va detto. Quindi Bragg non fu screditato per Tullahoma. Lo furono i suoi subalterni.
Se il Presidente Davis avesse optato per mandare Jackson nell'Ovest, fermo restando l'intrigante opzione della promozione a comando d'Armata, non l'avrebbe fatto a scapito di Bragg, generale col quale era in ottimi rapporti, e, piaccia o meno, uno dei pochi in grado di comandare un'Armata. E, dato che all'epoca dell'ipotetico stimato reintegro in servizio di Jackson, l'AoT era rimasta la sola armata sudista operante nell'Ovest (persa orma l'AoM), la scelta sarebbe stata il semplice trasferimento di Jackson. Sicuramente egli aveva un carattere difficile, ma sapeva anche essere un ottimo esecutore di ordini. Pregio di cui sommamente difettavano gli ufficiali dell'AoT, salvo rare eccezioni peraltro ai comandi inferiori. Reputo quindi che Jackson sarebbe stato molto più utile come generale subalterno nei ranghi dell'AoT agli ordini di Bragg, piuttosto che nel ruolo di generale d'Armata, dove avrebbe dovuto dimostrare le sue capacità, non scontate in quel ruolo per lui del tutto nuovo, e guadagnare la fiducia dei suoi sottoposti in quel nido di serpi che era l'AoT.[/quote]

Quoto parola per parola ed aggiungo che sarebbe stato molto interessante vedere come se la sarebbe cavata Bragg con almeno 1 comandante di corpo che avesse eseguito alla lettera i suoi ordini.

dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 870
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Ven 8 Giu 2012 - 13:48

dan-acw ha scritto:

Beh, Tullahoma fu disastrosa fino a un certo punto, e molto limitatamente per colpa di Bragg. Colpevoli furono Hardee e il solito Polk, che si fecero uccellare come ebeti, a fronte di dei movimenti aggiranti davvero ben ideati e meglio eseguiti, va detto. Quindi Bragg non fu screditato per Tullahoma. Lo furono i suoi subalterni.
Se il Presidente Davis avesse optato per mandare Jackson nell'Ovest, fermo restando l'intrigante opzione della promozione a comando d'Armata, non l'avrebbe fatto a scapito di Bragg, generale col quale era in ottimi rapporti, e, piaccia o meno, uno dei pochi in grado di comandare un'Armata. E, dato che all'epoca dell'ipotetico stimato reintegro in servizio di Jackson, l'AoT era rimasta la sola armata sudista operante nell'Ovest (persa orma l'AoM), la scelta sarebbe stata il semplice trasferimento di Jackson. Sicuramente egli aveva un carattere difficile, ma sapeva anche essere un ottimo esecutore di ordini. Pregio di cui sommamente difettavano gli ufficiali dell'AoT, salvo rare eccezioni peraltro ai comandi inferiori. Reputo quindi che Jackson sarebbe stato molto più utile come generale subalterno nei ranghi dell'AoT agli ordini di Bragg, piuttosto che nel ruolo di generale d'Armata, dove avrebbe dovuto dimostrare le sue capacità, non scontate in quel ruolo per lui del tutto nuovo, e guadagnare la fiducia dei suoi sottoposti in quel nido di serpi che era l'AoT.

Quoto parola per parola ed aggiungo che sarebbe stato molto interessante vedere come se la sarebbe cavata Bragg con almeno 1 comandante di corpo che avesse eseguito alla lettera i suoi ordini.[/quote]
Buongiorno
Quando parlo di disastrosa intendo dire ciò che appare agli occhi dell'opinione pubblica,
e in quel periodo Bragg era "l'ufficiale che aveva perso uno stato senza neanche riuscire a conbattere", mentra Jackson sarebbe apparso come colui che aveva condotto il miglior attacco della guerra e che solo il suo ferimento aveva impedito la distruzione di AoP e causato la sconfitta di Gettisburg. Quindi osservo solo che per Davis sarebbe stato difficile subordinare il secondo al primo.
Saluti
Bruno

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  Jubal Anderson Early il Dom 10 Giu 2012 - 10:22

ROSSETTI BRUNO ha scritto:
dan-acw ha scritto:
Jubal Anderson Early ha scritto:

Beh, Tullahoma fu disastrosa fino a un certo punto, e molto limitatamente per colpa di Bragg. Colpevoli furono Hardee e il solito Polk, che si fecero uccellare come ebeti, a fronte di dei movimenti aggiranti davvero ben ideati e meglio eseguiti, va detto. Quindi Bragg non fu screditato per Tullahoma. Lo furono i suoi subalterni.
Se il Presidente Davis avesse optato per mandare Jackson nell'Ovest, fermo restando l'intrigante opzione della promozione a comando d'Armata, non l'avrebbe fatto a scapito di Bragg, generale col quale era in ottimi rapporti, e, piaccia o meno, uno dei pochi in grado di comandare un'Armata. E, dato che all'epoca dell'ipotetico stimato reintegro in servizio di Jackson, l'AoT era rimasta la sola armata sudista operante nell'Ovest (persa orma l'AoM), la scelta sarebbe stata il semplice trasferimento di Jackson. Sicuramente egli aveva un carattere difficile, ma sapeva anche essere un ottimo esecutore di ordini. Pregio di cui sommamente difettavano gli ufficiali dell'AoT, salvo rare eccezioni peraltro ai comandi inferiori. Reputo quindi che Jackson sarebbe stato molto più utile come generale subalterno nei ranghi dell'AoT agli ordini di Bragg, piuttosto che nel ruolo di generale d'Armata, dove avrebbe dovuto dimostrare le sue capacità, non scontate in quel ruolo per lui del tutto nuovo, e guadagnare la fiducia dei suoi sottoposti in quel nido di serpi che era l'AoT.

Quoto parola per parola ed aggiungo che sarebbe stato molto interessante vedere come se la sarebbe cavata Bragg con almeno 1 comandante di corpo che avesse eseguito alla lettera i suoi ordini.
Buongiorno

Quando parlo di disastrosa intendo dire ciò che appare agli occhi dell'opinione pubblica,
e in quel periodo Bragg era "l'ufficiale che aveva perso uno stato senza neanche riuscire a conbattere", mentra Jackson sarebbe apparso come colui che aveva condotto il miglior attacco della guerra e che solo il suo ferimento aveva impedito la distruzione di AoP e causato la sconfitta di Gettisburg. Quindi osservo solo che per Davis sarebbe stato difficile subordinare il secondo al primo.
Saluti
Bruno

L'opinione pubblica aveva certamente i suoi favoriti, e fra questi non c'era Bragg. Ora, non dico che Bragg fosse un genio incompreso, ma non lo si può giudicare per la sola campagna di Tullahoma dove comunque, a ben vedere, aveva creato le premesse per il successo di Chickamauga - solo a questo può essere finalizzata una ritirata, ossia ad un contrattacco efficace. E mi risulta che Bragg fu l'unico generale della GCA a riuscire nell'impresa del contrattacco "strategico". Resta il fatto che di tutti i generali confederati operanti all'Ovest, Bragg fu certamente il più attivo, e personalmente reputo, il più capace, nonostante l'opinione contraria di molti, specie dei paladini del suo successore.
Riguardo le Sue considerazioni relative alle implicazioni derivanti dalla morte di Jackson, mi sembrano vagamente azzardate. Nè a Chancellorsville Lee sarebbe riuscito a distruggere un'AoP chiusa sulla pura difensiva - anche nonostante il poderoso successo della manovra aggirante - nè a Gettysburg, la presenza di Jackson avrebbe dato certezza di vittoria.

Jubal Anderson Early
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 707
Data d'iscrizione : 04.12.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  ROSSETTI BRUNO il Lun 11 Giu 2012 - 10:28

Quando parlo di disastrosa intendo dire ciò che appare agli occhi dell'opinione pubblica,
e in quel periodo Bragg era "l'ufficiale che aveva perso uno stato senza neanche riuscire a conbattere", mentra Jackson sarebbe apparso come colui che aveva condotto il miglior attacco della guerra e che solo il suo ferimento aveva impedito la distruzione di AoP e causato la sconfitta di Gettisburg. Quindi osservo solo che per Davis sarebbe stato difficile subordinare il secondo al primo.
Saluti
Bruno[/quote]

L'opinione pubblica aveva certamente i suoi favoriti, e fra questi non c'era Bragg. Ora, non dico che Bragg fosse un genio incompreso, ma non lo si può giudicare per la sola campagna di Tullahoma dove comunque, a ben vedere, aveva creato le premesse per il successo di Chickamauga - solo a questo può essere finalizzata una ritirata, ossia ad un contrattacco efficace. E mi risulta che Bragg fu l'unico generale della GCA a riuscire nell'impresa del contrattacco "strategico". Resta il fatto che di tutti i generali confederati operanti all'Ovest, Bragg fu certamente il più attivo, e personalmente reputo, il più capace, nonostante l'opinione contraria di molti, specie dei paladini del suo successore.
Riguardo le Sue considerazioni relative alle implicazioni derivanti dalla morte di Jackson, mi sembrano vagamente azzardate. Nè a Chancellorsville Lee sarebbe riuscito a distruggere un'AoP chiusa sulla pura difensiva - anche nonostante il poderoso successo della manovra aggirante - nè a Gettysburg, la presenza di Jackson avrebbe dato certezza di vittoria.[/quote]

Buongiorno
C'è un equivoco quando parlo di "miglior attacco della guerra" non sto dando la mia opinione ma dicendo quello che la maggioranza della popolazione sudista pensava e che del resto pensa attualmente la maggio parte degli storici, a mio avviso non fu una gran cosa, Jackson ci mise un'eternità a spostare le sue forze attaccò molto tardi e tutto quello che riuscì a fare fu di sconvolgere 1 c.a. federale badi bene ho detto sconvolgere perchè non riusci neanche a distruggerlo, riuscì a infliggiergli gravi perdite ma l'unità continuava a tenere il campo questo nonostante i federali fossero la metà Longstreet con il III corpo riuscì a fare molto meglio, e aggiungo che la sua marcia di avvicinamento fu anche più veloce di quella di Jackson. Però quello che importa molte volte e 'impressione" che uno abbia fatto non quanto fatto effettivamente. Continuando a parlare su Jackson ci sarebbe un'altra ipotesi, molti affermano che ciò che portò Jackson alla morte non fu tanto la ferita (molti affermano che la ferita di Longstreet a Wilderness era molto più grave) quanto la caduta dalla barella quindi la probabilità di una sua guarigione non è affatto peregrina, sarebbe potuto essere disponibile per un incarico verso il 15 Luglio. Più o meno lo stesso periodo in cui Lee presentò la sua lettera di dimissioni al presidente Davis, quindi mi chiedo con Jackson disponibile anche se non in piena forma e un Lee sfiduciato e "perdente" avrebbe respinto le sue dimissioni oppure le avrebbe accolte sostituendolo con "Stonewall"?
Saluti
Bruno

ROSSETTI BRUNO
Brigadier-generale
Brigadier-generale

Numero di messaggi : 507
Data d'iscrizione : 05.07.11
Età : 53
Località : MANTOVA

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Jackson a Chickamauga

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:24


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum