La Guerra Civile Americana 1861-1865
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Tattiche e strategia del generale Lee

+16
Jubal Anderson Early
Gen. E. Porter Alexander
Scipione l’Africano
Mason&Dixon
Generale Meade
Simone Silvestri
P.G.T. Beauregard
Giancarlo
civil war
Benjamin F. Cheatham
George H. Thomas
George Armstrong Custer
VALENTE MARCO
Banshee
forrest
R.E.Lee
20 partecipanti

Pagina 9 di 23 Precedente  1 ... 6 ... 8, 9, 10 ... 16 ... 23  Successivo

Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Generale Meade Mer 13 Ott 2010 - 17:21

E siamo d'accordo, ma intanto il fronte Occidentale andava a remengo. Di tutto quello che fino a ora hai giustamente esposto, si evidenzia sempre più la strategia del grande generale, che però restava miope, non andando oltre i confini della sua Virginia. Una volta crollato il fronte Ovest, il fronte Orientale lo seguì di li a breve.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4099
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 60

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Mer 13 Ott 2010 - 17:36

Lee aveva le sue belle gatte da pelare in Virginia. come esposto prima dal ns forrest quando invase la Pennsylvania lo fece prevedendo che grant in mississippi al momento non si muovesse. Lee comandava L'ANV e non poteva combattere da solo contro tutti gli eserciti dell'unione....oltretutto per l'invasione richiese una aliquota di uomini dagli altri ronti ma ben poco ricevette. quindi questa campagna che, nelle sue intenzioni, poteva cambiare le sorti del conflitto, non andò a discapito di altri fronti.


Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Mer 17 Nov 2010 - 10:25

[quote="Generale Meade"]".... A Lee non gli riuscì neanche l'ontanamente con McClellan nel Maryland che, seppur come organizzatore era eccellente, come condottiero non è che fosse una cima....."
Meade[/quote

Durante l'invasione del Maryland nel 1862, due cose a mio avviso vanno considerate:

1) il ritrovamento casuale da parte dei nordisti del famoso ordine 191, che diede a McClellan il considerevole vantaggio di conoscere il piano di Lee.

2) l'inferiorità numerica considerevole di cui Lee soffriva.

Pianificando l'invasione della Pennsylvania del 1863, oviamnte lee si preoccupò di scongiurare questi due fattori..


Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Generale Meade Mer 17 Nov 2010 - 12:25

Caro Lee,

non mi trovi d'accordo (e ti pareva Very Happy )

Lee invase la Pennsylvania in inferiorità numerica, 80.000 contro 90.000, e considerando che doveva attaccare (voleva distruggere l'Armata del Potomac), la cosa risulta ancor più deficitaria. Inoltre, senza la cavalleria a controllare le mosse del nemico, si trovò al buio e in balia del nemico. Peggio di ciò che accadde nel Maryland. In confronto gli errori del 1863 furono peggiori di quelli del 1862. Se infatti il ritrovamento "casuale" dell'ordine 191 non si può imputare a Lee, come pure la forte inferiorità numerica (le truppe erano solo quelle), il fatto di non aver iniziato l'offensiva del 1863 con almeno la superiorità numerica, dato che, come il ns. Forrest a specificato, le Brigate supplementari per Lee erano disponibili ma per via di un disguido tra lui e Davis non le ottenne, avanzare in territorio nemico a tentoni, senza gli "occhi" della cavalleria e in inferiorità numerica, furono una colpa esclusiva del grande condottiero.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4099
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 60

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  George Armstrong Custer Mer 17 Nov 2010 - 16:58

Una delle accuse che viene mossa al gen.Lee da parte di alcuni storici è che il generale pensasse a difendere in primis la sua terra, la Virginia, gli altri teatri di guerra per lui erano secondari. Davis poi gli andava appresso. Mi sembra che all'inizio, Davis fosse scettico in merito al piano di Lee di invadere la Pennsylvania, nel 1863.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
George Armstrong Custer
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2535
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 65
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Mer 17 Nov 2010 - 17:11

Caro George...nessuno è perfetto !!! ( Io in primis... Embarassed )
che Lee potesse avere una predilezione per la sua terra natale, cioè la Virginia, è possibile. d'altronde nonostante il suo scetticismo circa la secessione, il grande condottiero decise di aderirvi in virtù del fatto che la Virginia aveva optato in merito.
ma ricordo che Lee non era il comandante in capo di tutti gli eserciti del sud, bensì solo dell'ANV ed era normale che egli usasse un occhio di riguardo per lei. d'altronde nella sua zona di competenza aveva le sue belle "gatte da pelare" per poter occuparsi a fondo anche degli altri fronti. considerando la vastità del territorio della confederazione direi che più le altre zone di operazioni per Lee probabilmente, più che secondarie le riteneva semplicemente troppo lontane...presumo...

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Generale Meade Mer 17 Nov 2010 - 17:18

Purtroppo da una considerazione di base si ramificano tutta una serie di considerazioni che impediscono di vedere le cose poi in modo lineare. Certo, Lee era responsabile del suo settore e nel limite del possibile, viste le scarse risorse, fece miracoli, ma in questo modo credo che si sminuisca la grandezza del personaggio. Se avesse preso le redini in mano della guerra in modo globale e avesse seguito con più attenzione lo svolgimento del conflitto sugli altri fronti, come fece Grant pur rimanendo saldamente al comando dell'Armata del Potomac, sono sicuro che le cose per i confederati avrebbero preso un'altra, in positivo, piega.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4099
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 60

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Mer 17 Nov 2010 - 17:26

Caro Meade,
sostanzialmente sono d'accordo con te !!!!!!!!!! (incredibile ma vero !!!) Very Happy Very Happy
Non mi stò contraddicendo mi spiego: penso che Lee avesse una predilezione oltre che "naturale" se mi passi il termine, anche obbligata per il fronte della Virginia. diciamo che le due cose si sposavano in maniera naturale nel personaggio. ma lui era stato comandato dal comando supremo solo a comandare l'ANV. che poi avesse un ascendente sul tutto il sud e sul pres. davis (cui però regalava tante vittorie) è risaputo, ma resta il fatto che il suo comando si esauriva lì. qualora un Davis più lungimirante lo avesse nominato al comando di tutti gli eserciti confederati, sono sicuro che la cosa avrebbe giovato a tutto il sud perchè il grande generale, che aveva uno spiccato senso dell'onore e del dovere, avrebbe svolto al meglio il proprio compito...

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Generale Meade Mer 17 Nov 2010 - 17:31

Caro Lee,

a questo punto entra in ballo Davis. Tutta sua la responsabilità del disastro nel fronte occidentale?

Ho dei dubbi.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4099
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 60

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Mer 17 Nov 2010 - 17:32

o mamma miaaaaaaaaaaa !!!!!!!!!!!!! affraid affraid affraid


Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Generale Meade Mer 17 Nov 2010 - 18:29

Caro Lee,

sei esploso bom peggio di uno shrapnel. Prometto per oggi di non molestarti più. Very Happy Very Happy Very Happy

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4099
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 60

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Mer 17 Nov 2010 - 18:34

Ahahahaha !!!! Very Happy Very Happy Very Happy
veramente caro Meade, ti ho ripassato la palla nel topic sulle strategie della confederazione !! study study


Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  George Armstrong Custer Mer 17 Nov 2010 - 19:04

Per alcuni storici, il gen. Lee avrebbe fatto meglio a rinforzare i fronti del Ovest piuttosto che andare a combattere contro la ben equipaggiata Armata del Potomac;ma Lee non voleva indebolire la sua ANW. D'altronde, con la sua fama di generale vittorioso, era difficile opporglisi.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
George Armstrong Custer
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2535
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 65
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Generale Meade Mer 17 Nov 2010 - 19:40

Proprio questo quello che volevo dire. Con la fama di cui era circondato Lee, possibile che Davis e il governo confederato abbiano aspettato solo a fine guerra a dargli i giusti poteri per condurre il conflitto? Un pò come per l'arruolamento delle truppe confederate di colore. Attuata quando ormai non serviva più. Però, almeno per le truppe di colore, un motivo di base si trova: l'opposizione di larga parte dei grandi latifondisti, mentre la nomina di Lee a comandante in capo delle forze confederate, nonostante il suo grande carisma, non fu fatta al momento opportuno, cioè almeno dopo le sue brillanti vittorie nella Campagna Peninsulare del 1862. Chi remò contro? Era Lee che non voleva saperne, accontentandosi di "gestire" solo le questioni militari riguardanti la sua Virginia , cosa che non gioca a favore del suo prestigio (immagginarsi Grant che si rifiuta di combattere se non per gli interessi dell'Ohio, suo Stato natio) , o ci fu una opposizione interna ai vertici confederati ad una sua eventuale nomina?

Meade

Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4099
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 60

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  forrest Mer 17 Nov 2010 - 23:28

Lee era un grande tattico,ma non era un grande stratega.Per queste sue caratteristiche,ritengo fosse + adatto a comandare un'Armata,piuttosto che l'intero esercito Confederato.
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Mason&Dixon Gio 18 Nov 2010 - 0:45

sono molto d'accordo, il gen. Lee pensava ed agiva a livello operazionale, appunto la grande tattica, ma penso non avesse la "praticità" della strategia nel senso più ampio del termine.

M&D
Mason&Dixon
Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 343
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Generale Meade Gio 18 Nov 2010 - 8:48

In base alle valutazioni di Forrest e di Mason&Dixson quindi, bisogna dedurre che la strategia dei vertici confederati, specialmente sul fronte occidentale, fu lacunosa per la mancanza di un coordinatore che si occupasse di una strategia comune dei vari fronti?

Meade

Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4099
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 60

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Benjamin F. Cheatham Gio 18 Nov 2010 - 19:53

Credo che fu uno dei principali problemi se non il più grande della Confederazione. In teoria c'era sempre un capo delle operazioni a fianco a Davis, vedi Bragg per molti mesi per esempio, ma sia il Presidente che i suoi aiutanti, secondo me, non furono mai all'altezza dell situazione. Mi sa che stiamo sforando il topic Embarassed

Claudio
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3501
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Ven 19 Nov 2010 - 16:38


George Armstrong Custer ha scritto:Sappiamo- l'abbiamo scritto in altri post- che Davis, soprattutto all'inizio della guerra, era favorevole ad una strategia difensiva e che invece alcuni generali erano contrari. Secondo lo storico Thomas L.Connelly, autore di pregevoli libri sul gen.Lee e sull'Armata del Tennessee, la strategia difensiva alla quale Davis teneva è stata minata dal suo eccessivo affidamento sulle strategie offensive di Lee dove la Confederazione ha perso cinquantamila uomini da giugno ad agosto del 1862.

Chiaramente avvalendosi del senno di poi, è più facile dare giudizi o emettere sentenze come ha fatto il connelly. il mio (insignificante) parere è che se analizziamo le cose "sul momento", il connelly ha torto. come ho scritto in altro topic la migliore strategia, visto la differenza di forze in campo globalmente parlando, sarebbe stata quella prettamente difensiva: siamo meno dove andiamo ? ma siccome nella guerra esigenze politiche e militari non sempre collimano è necessario trovare la giusta via di mezzo. Lee non poteva stare sempre sulla difensiva, il morale delle truppe ne avrebbe risentuito in maniera sensibile. per questo basta ricordare cosa successe nell'inverno 1864/65 quanto Lee fù COSTRETTO da grant in posizione passiva. una grossa aliquota di soldati, demoralizzata anche per le notizie che arrivavano da casa ad onor del vero, ma anche perchè si sentivano come in trappola, disertarono col morale a pezzi. oltre al fatto non ingnificante che l'ANV così facendo perse la sua mobilità che era stata spesso un arma vincente. quindi già questo basterebbe a smentire il Connelly. se poi si analizza la battaglia dei sette giorni a cui chiaramente si riferisce lo studioso, ci rende conto che subire sin da quella data un assedio passivamente per "economizzare", avrebbe ben presto portato il sud ad una situazione simile a quella del fatidico inverno 1864/65. la popolazione ed i politici non avrebbero accettato una "status quo" di quel genere, il rischio di uno sfaldamento morale del sud, sarebbe stata ipotesi tuttaltro che peregrina. la strategia di Lee era quella di preferire la difesa ma di prendere l'iniziativa quando le circostanze l'avrebbero consentito. l'eccessiva inerzia del comandante unionista McClellan rese possibile condurre una efficace controffensiva. per quanto riguarda la battaglia di second manassass cui il Connelly chiaramente si riferisce, ricordo che è tuttoggi considerata una delle vittorie più sfavillanti di tutto il conflitto, a nord ed a sud! questa vittoria diede entusiasmo e morale a tutta una nazione, convincedola che la vittoria finale del conflitta era tuttaltro che una chimera.
certo, adesso qualche studioso potrà dire che se Lee avesse usato una strategia più economizzatrice tutti quegli uomini persi sarebbero tornati utili col presieguo della guerra, ma questo è solo il comodo "senno di poi".
ancor più "salomonicamente" potrei ribattere che se la secessione non fosse mai avvenuta, la guerra non sarebbe mai scoppiata e 600.000 vite umane sarebbero state risparmiate.
anche questo è un comodo "senno di poi", valido per la Cw come per tutte le altre guerre combattute dall'umanità e....per quelle che ancora verranno combattute, purtroppo...

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e Strategie del generale Lee

Messaggio  Mason&Dixon Ven 19 Nov 2010 - 17:19

Lee ha scritto:

Beh..in effetti scegliere uno stratega capace di "governare" con lucidità tutti i fronti per il sud non sarebbe stato facile...non lo fù neanche per il nord a dire la verità ! Alla fine l'unico generale di tutta la guerra capace nel nord per quel compito era uno solo probabilmente: Grant. E ricordo che, nonostante tutto, la sua nomina venne accolta con grande scetticismo.
Sarebbe stato il generale Lee adatto per quel compito nel sud? sicuramente tatticamente era più abile di Grant, le critiche che sono piovute al grande condottiero virginiano di avere una visione troppo locale del conflitto non le condivido, visto che lui era "solo" il comandante dell'ANV e non era comandato per occuparsi di "tutto".
con ogni probabiltà se gli fosse stato affidato il comando di tutti gli eserciit del sud sarebbe stato, a mio parere, all'altezza del compito ingrato affidatogli. ma qua si entra nel campo dei se e dei ma...

Lee.


Personalmente, ho l'impressione Suspect sulla figura del ns. generale Lee di un "feeling" ben al di là tra il presidente Davis e lo stesso; che non sia stato solo un semplice rapporto di subalternità al proprio presidente.
Davis e Lee avevano molta intesa, mi sembra, e questo ha permesso allo stesso Lee una buona azione di manovra, semi-indipendente, durante l'intera guerra.
Rimanendo nel campo dei se e dei ma, mi spiego: Lee conosceva bene il connubio tra politica e guerra, la sua azione militare sul fronte della Virginia non lo lasciava certamente estraneo al resto della guerra su gli altri fronti, proprio per questo dovevano "giocare" a suo favore tempo e opinione pubblica del Nord (lasciando perdere ipotetici interventi stranieri), quindi agire di conseguenza come necessario.
Come Comandante dell'ANV, ha agito con le sue offensive, nel bene o nel male, in un momento decisivo; che poteva essere importante per un buon esito finale. Fece di tutto, avendo nelle sue proprie mani quasi il destino di un popolo, sostanzialmente può essere considerato a quel punto della guerra già un mezzo Comandante in Capo; mancava solo la nomina finale!
Ma quano ha avuto il comando di tutti gli eserciti, ormai troppo tardi, penso ad un uomo che abbia sempre sentito in cuor suo quella responsabilità già da molto prima. In fondo, mi sembra, Lee per la delicatezza del fronte virginiano abbia operato, indirettamente, come un Comandante in Capo. Perchè, se pensiamo ad un generale Lee solo come Comandante d'Armata ciò non toglie, nel suo modo di operare nel delicato fronte virginiano, il suo peso decisivo al contributo di una possibile vittoria confederata della guerra stessa.
Questo ne fa di lui sicuramente, in relazione alle sue capacità, il miglior candidato di Comandante in Capo di tutta la confederazione.

M&D


Ultima modifica di Mason&Dixon il Ven 19 Nov 2010 - 19:06 - modificato 1 volta.
Mason&Dixon
Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 343
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  George Armstrong Custer Ven 19 Nov 2010 - 18:05

Le valutazioni di Connelly rientrano nella corrente storiografica cd. revisionista, la quale, rivedendo criticamente l'operato del gen.Lee, ritiene che le strategie offensive del generale abbiano di fatto dissanguato la Confederazione.



_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
George Armstrong Custer
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2535
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 65
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  George Armstrong Custer Ven 19 Nov 2010 - 18:23

Caro Robert, il post sulle valutazioni del Connelly è stato da me scritto proprio per intavolare una discussione sull'argomento!!!! Very Happy

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
George Armstrong Custer
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2535
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 65
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  R.E.Lee Ven 19 Nov 2010 - 18:26

Caro George,
hia fatto benissimo !!!!!!!!!!!!! Very Happy Very Happy Very Happy
mi sà tanto che mi hai valuto un pò stuzzicare.... Wink Wink Wink


Ciao
Lee Laughing
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4049
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 60
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Benjamin F. Cheatham Ven 19 Nov 2010 - 18:48

Tornando al discorso di Lee solo comandante di armata, in realtà credo che questo termine sia riduttivo, perchè egli in realtà gestiva molto più territorio e truppe di quel che sembra: se pensate al 1864, oltre alla sua armata, Lee dirigeva l'Armata della Valle di Early, le truppe della Virginia Occidentale, ed il comando delle truppe in Virginia meridionale e Nord Carolina ed altro. In pratica coordinava il fronte che si estendeva dal Tennessee orientale fino al Nord Carolina e sicuramente il Presidente sentiva spesso Lee per consigli sugli altri fronti, non dimentichiamo che essendo Davis e Lee così vicini, non solo come intesa personale, ma come vicinanza "fisica", potevano vedersi più spesso che Davis ed altri generali su fronti distanti.

Claudio
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3501
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  George Armstrong Custer Ven 19 Nov 2010 - 19:03

Caro Cheatham, credo che tu abbia ragione. Davis ha sempre avuto un rapporto di fiducia reciproca con Lee, anche perchè il generale era sempre disposto a condividere i suoi piani con lui e a chiedergli consigli, cosa che altri generali- quali Beauregard e Joe Johnston- non facevano, tenendolo a volte all'oscuro.

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
George Armstrong Custer
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2535
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 65
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Tattiche e strategia del generale Lee - Pagina 9 Empty Re: Tattiche e strategia del generale Lee

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 9 di 23 Precedente  1 ... 6 ... 8, 9, 10 ... 16 ... 23  Successivo

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.