I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  vittorio migliavacca il Ven 20 Nov 2009 - 13:00

Caro Mason & Dixon dalle informazioni in mio possesso risulta che il generale J.S. Bowen morì il 13 luglio 1863 a causa della dissenteria e venne sepolto nel Confederate Cemetery di Vicksburg, Mississippi.


Ciao Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti sui fronti del tennesse, mississippi e georgia

Messaggio  Mason&Dixon il Ven 20 Nov 2009 - 16:00

grazie Vittorio per la tua ulteriore informazione...

Mason&Dixon
Mason&Dixon
Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 343
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty i generali sudisti sui fronti del tennesse mississippi e georgia

Messaggio  R.E.Lee il Lun 23 Nov 2009 - 18:07

George Armstrong Custer ha scritto:Penso che anche per A.S.Johnston ci sia stata,dopo la sua morte,un processo di costruzione mediatica della sua figura come comandante, e un suo peso l'avrà avuto anche la sua amicizia con il presidente Davis. A tale proposito,credo che sia contata tutta la sua carriera,comprensiva di quella dell'esercito negli USA.Anche il modo in cui Johnston morì,servì alla causa Confederata esaltarne la figura e costruirci un mito nel dopo-guerra.
Se non fosse morto così prematuramente,forse Johnston avrebbe potuto imparare e fare esperienza dai propri errori.


prendo spunto dal post di custer per fare una osservazione che abbraccia più o meno molti generali sudisti che operarono su in quei fronti. durante lo svolgimento della guerra ben poco impararono dalla stessa, secondo me. dall'inizio alla fine del conflitto eccedettero sempre in personalismi alle volte al limite dell'insubordinazione. molte volte analizzando i comportamenti di tanti di loro, non riesco liberarmi dall'idea che ognuno volesse fare la guerra un pò per conto suo, per così dire, dando la precedenza alle sue idee e, molte volte, ad interessi personali invece di mettersi a disposizione della causa, sia nelle singole battaglie, sia in campagne a respiro più ampio. spesso si astennero da mandare rinforzi in settori dove in quel momento ce n'era più bisogno per evitare di indebolire le proprie truppe e, di conseguenza, il settore di loro competenza. altre volte in singole battaglie, interpretarono gli ordini del suo superiore come più gli fece comodo. in buona sostanza penso che la maggior parte di loro tirasse acqua al proprio mulino non curandosi di quelle che erano effettivamente gli interessi più generali della confederazione. questo atteggiamnento fù un disastro per la causa della confederazione, forse fù la ragione principale della sconfitta del sud. visto che, secondo me, fu in quei fronti che venne persa la guerra.

lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  vittorio migliavacca il Lun 23 Nov 2009 - 18:55

Caro Lee, credo che sia tu che Custer abbiate perfettamente ragione.
Tuttavia non dobbiamo dimenticare che la maggior parte dei comandanti dell'ACW si sono formati in pieno periodo ottocentesco, con tutto quanto ne derivava, soprattutto nel modo di concepire la tattica e la strategia, la logistica, l'organica.
In molte circostanze si trovarono davanti ad ostacoli più grandi non della loro intelligenza, ma della loro formazione e questo creò in molte occasioni problemi non da poco. Un esempio su tutti: organizzare, guidare, comandare e coordinare una grossa armata, formata da migliaia di combattenti era un fatto quasi nuovo per la maggior parte dei generali, promossi a tale rango, non dimentichiamolo, più dalle circostanze incombenti che non da una effettiva preparazione.


Ciao Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty I generali sudisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  R.E.Lee il Lun 23 Nov 2009 - 19:04

caro granny,
ho preso il post di custer come spunto per una riflessione più ampia. non era nel mio post intenzione di valutare a.s. johnston, quanto l'operato dei generali che operarono su quei fronti. quel che dice custer è vero per determinate situazioni. ma i comportamenti "libertini" dei generali sui fronti dell'ovest erano cosa diffusa e ben poco hanno a che vedere con il fatto più che giustificato che "i generali impararono a fare la guerra facendola". qui era una questione di mentalità. tali comportamenti non si verificarono, in linea generale, nei fronti dell'est, dove i generali erano molto più disciplinati.
parlo in linea generale perchè è chiaro che qualche eccezione anche nell'est, ci può essere stata.

ciao
lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  George Armstrong Custer il Lun 23 Nov 2009 - 19:14

A questo punto mi pongo una domanda.Non è che sui fronti dell'Ovest,la guerra doveva essere condotta come voleva fare il gen.Forrest che,peraltro,a causa di ciò,ne diceva di tutti i colori contro i comandanti di grado più elevato del suo?

_________________
Garry Owen
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
George Armstrong Custer
George Armstrong Custer
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 2503
Data d'iscrizione : 30.12.08
Età : 63
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  vittorio migliavacca il Lun 23 Nov 2009 - 19:17

Daccordo anche su questo. Forse all'est si era più vicini ai centri nevralgici del potere, sia a nord che a sud.


Granny

vittorio migliavacca
Maggior-generale
Maggior-generale

Numero di messaggi : 570
Data d'iscrizione : 25.02.09
Località : COMO

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti sui fronti del tennesse, mississippi e georgia

Messaggio  Mason&Dixon il Lun 23 Nov 2009 - 19:57

cari sig. ufficiali,
io mi domando e sono curioso, da cosa poteva scaturire quella mentalita' a cui accennava il nostro lee così particolare e individualista sul comportamento dei generali sudisti all'ovest... sentivano un senso di inferiorita', subordinata ai loro pari all'est? O forse, il difficile territorio su cui combattevano lontano dai centri governativi di comando, come accennato, li indispettiva oltre modo da dover agire come loro piaceva?

Ciao, Mason&Dixon
Mason&Dixon
Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 343
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty I generali sudisti sui fronti del tennesse, mississippi e georgia

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Nov 2009 - 11:08

Mason&Dixon ha scritto:cari sig. ufficiali,
io mi domando e sono curioso, da cosa poteva scaturire quella mentalita' a cui accennava il nostro lee così particolare e individualista sul comportamento dei generali sudisti all'ovest... sentivano un senso di inferiorita', subordinata ai loro pari all'est? O forse, il difficile territorio su cui combattevano lontano dai centri governativi di comando, come accennato, li indispettiva oltre modo da dover agire come loro piaceva?

Ciao, Mason&Dixon

è difficile almeno per me, poter stabilire con esattezza i comportamenti di detti generali. ritengo che le molle che portarono alcuni di essi ad agire così, fossero ben più di una. non penso sentissero un senso d'inferiorità rispetto ai loro colleghi dell'est, anzi taluni da tali fronti, furono proprio trasferiti ad ovest. probabilmente l'essere lontani dai centri di potere gli dette l'impressione tangibile di potere fare le cose più modo loro, il controllo era in effetti minore. ma secondo me, nella maggior parte dei casi, fù la scarsa fiducia, a torto o a ragione, che essi riponevano nel comandante sotto cui dovevano servire e nei suoi piani, che li portò ad agire in maniera individualistica, arrecando però danni maggiori di quelli che i piani stessi avrebbero potuto creare. ma non si può generalizzare più di tanto queste varie situazioni. ognuna andrebbe analizzata singolarmente per trarre un esatta conclusione. alcuni generali messi al comando in quei fronti poi, erano persino invisi dal presidente. far pesare per questi generali la loro autorità e farla rispettare, non era cosa facile. alcune volte fù lo stesso generale in capo di uno specifico fronte (johnston ad atlanta), ad agire ion maniera diversa alle indicazioni del governo. a torto od a ragione, non è questo il topic per appurarlo.all'est c'era lee al comando e quasi subito con le sue vittorie si meritò fama e rispetto dai suoi subordinati. ma in precedenza anche lì, sotto johnston, qualche comportamento "libertino" si verificò. (longstreet a seven pines). comunque l'ascendente di lee riuscì a tenere insieme armata ed ufficialii per tutto il conflitto. anche perchè il pres. davis suo strenuo sostenitore, approvava quasi sempre le decisioni di lee in toto. c'era un ottima sintonia tra i due. non ci saranno mai le prove di quello che stò per affermare, ma resta il fatto che longstreet dopo aver criticato lee a gettysburg, fù spedito a chicamauga. l'anno prima D.H. Hill per aver apertamente contestato lo stesso lee per l'attacco a malvern hill, fù trasferito e relegato a compiti secondari. ad ovest per casi più gravi, questo non successe quasi mai.


lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Mar 24 Nov 2009 - 16:22

Non credo sia giusto dire che agivano come andava a loro, non è che all'ovest vi era l'anarchia. Vi erano degli atti di insubordinazione all'interno delle armate dovuti prevalentemente alla mancanza di un leader adeguato, dalle continue riorganizzazioni, dai trasferimenti, dal fatto che ci si doveva adattare a combattere senza troppi aiuti (quante volte l'Armata del Tennessee chiese rinforzi o rifornimenti, che vennero prontamente negati perchè destinati all'Armata della Virginia Settentrionale?) e da un governo che non capiva cosa stava realmente succedendo ad ovest. Inoltre ad ovest il fronte era molto esteso, vi erano più dipartimenti e distretti coinvolti quindi era necessaria la collaborazione di più teste. Cioè se succedeva qualcosa magari bisognava chiedere l'autorizzazione a quello, che prima chiedeva a Richmond, che poi rispondeva a uno ma non all'altro ecc. Nell'Armata della Virginia Settentrionale tutto era a portata di mano, era più gestibile la situazione e il governo poteva essere direttamente coinvolto per risolvere i problemi.

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa
P.G.T. Beauregard
P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2904
Data d'iscrizione : 02.09.08

http://www.storiamilitare.altervista.org

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti sui fronti del tennesse, mississippi e georgia

Messaggio  Mason&Dixon il Mar 24 Nov 2009 - 18:30

D'accordo con te Beauregard... in effetti quando dico "come loro piaceva"... non mi sono spiegato, ma e' chiaro che avevano dei notevoli problemi di comando, non che facevano di testa loro in senso assoluto!!! Sul "difficile territorio", a cui accenno, intendevo quello dove tu hai spiegato meglio il problema di gestione a cui dovevano far fronte all'ovest.

Ciao, Mason&Dixon
Mason&Dixon
Mason&Dixon
Colonnello
Colonnello

Numero di messaggi : 343
Data d'iscrizione : 25.10.09
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty I generali sudisti sui fronti del tennesse, mississippi e georgia

Messaggio  R.E.Lee il Lun 1 Feb 2010 - 11:50

Simone Silvestri ha scritto:...quel che è sicuro ed ipotizzabile, è che se anche le altre armate della confederazione fossero state all'altezza dell'ANV, forse oggi staremo a parlare di un conflitto dagli esiti finali diversi...

lee


Per avere armate all'altezza dell'ANV ci sarebbe voluto un'altro Lee.
Non credo che le altre armate confederate fossero inferiori all'ANV, la qualità dei soldati che le componevano era ottima a mio avviso, il problema era il corpo degli ufficiali generali.
Un esempio interessante era l'Army of Tennessee, l'armata più disciplinata della Confederazione (da quanto ho letto), ma gestita e guidata da un ufficiale (Bragg) decisamente non all'atezza di Lee.[/quote]

caro simone..infatti.
il mio appunto non riguardava i soldati dell'armata del tennesse o di quello delle altre armate confederate, bensì la qualità dei loro uffciali. trà l'altro quando il ns forrest sarà pronto con il resoconto su spring hill, tanto per fare un altro esempio, qualcosa mi dice che i medesimi ufficiali anche lì ne combinarono di "cotte e di crude"....

ciao
lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  R.E.Lee il Lun 22 Feb 2010 - 12:03

P.G.T. Beauregard ha scritto:Non sono d'accordo sul definire l'ovest un fronte secondario, io sono sempre stato un sostenitore del dimenticato fronte occidentale, il cuore della Confederazione, un cuore che venne aggredito fin dai primi giorni della guerra e che subì un inesorabile e inarrestabile conquista da parte dei nordisti. La guerra si sarebbe potuta decidere anche all'ovest. Lee, come altri politici e generali, capì poco di quel fronte e fece poco per ascoltarlo. Per tutta la durata della guerra i comandanti dell'Armata del Tennessee e dei vari dipartimenti occidentali implorarono Richmond di mandare rinforzi, di mandare rifornimenti di ogni genere e quasi sempre si videro i rinforzi dirottati in Virginia e i depositi svuotati per l'Armata della Virginia Settentrionale, con l'ordine poi di arrangiarsi raccogliendo quello che rimaneva nei territori occidentali, che spesso si trovava distante dalle linee di comunicazione il che andava a pesare enormemente sull'affaticata logistica di quel fronte. La situazione dell'ovest non fu mai chiara in Virginia, questo anche per colpa dei rapporti che ad esempio i generali dell'Armata del Tennessee inviavano, rapporti spesso contradittori poichè influenzati da giochi di potere. Quindi anche Lee non comprese mai ciò che realmente accadde all'ovest, ma mai se ne interessò veramente e come ho già detto altre volte, quando gli venne proposto di inviare parti della sua armata (in periodi che questo movimento era praticabile) si oppose sempre e convintamente, quando poi distaccò Longstreet lo fece con molta riluttanza e solo quando venne trasferito in Tennessee Orientale (quindi a portata di mano per farlo rientrare) tirò un sospiro di sollievo. uto avere solo una minima influenza a mio avviso..... Ma queste sono solo mie opinioni."

Ciao,
Beauregard


grande beauregard,
quanto dici è plausibile, ma fino ad un certo punto, secondo me. comunque anche il nord ad inizio della guerra fece le solite valutazioni reputando i fronti dell'ovest complementari a quelli dell'est. vedi il comportamento di McClellan. anzi direi che il nord inizialmente sottovalutò i fronti dell'ovest ancora più del sud. i sudisti infatti deputarono quasi subito, due generali di fama a difendere quei fronti, mi riferisco ad a.s. johnston e beauregard. questi due generali ad inizio guerra, erano praticamente ritenuti "la crema" dell'esercito sudista o giù di lì. male per loro che il nord, senza nemmeno rendersene conto, aveva spedito su quei fronti un misconusciuto generale, che da civile faceva il mesticagnolo vendendo "viti e tasselli " e che si rivelò il miglior comandante di cui l'unione disponeva, ad onta di tutti quei pomposi generali che aveva ad est, che avevano "molti santi in paradiso", ma un abità inferiore a colui cui mi riferivo sopra. il generale Grant.


lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  Generale Meade il Lun 22 Feb 2010 - 21:28

Caro Lee,

vorrei ricordare che quel "genio" di Grant a Washington veniva chiamato con il nomignolo di "macellaio". Questo perchè la lunga fila di feriti che arrivava nella capitale in continuazione durante l'assedio di Richmond, faceva capire ai suoi cittadini come andassero le cose al fronte. Su Shiloh ci sono grosse ombre sul suo operato e sulle battaglie di Wilderness e Spotsylvania sarebbe meglio sopprassedere.

Di sicuro era un combattente testardo, ma a che prezzo.

Saluti, Meade.
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Ven 26 Mar 2010 - 19:57

Leggendo il bellissimo resoconto del ns Forrest su Spring Hill (a parte che non lo perdonerò mai per avere parlato male di due miei miti Cleburne e Forrest Very Happy Very Happy), dòbbiamo ancora una volta sottolineare che gli splendidi soldati confederati non ebbero degli altrettanto validi comandanti.

Salutoni Claudio
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3441
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  R.E.Lee il Sab 27 Mar 2010 - 10:38

Sono d'accordo,
il quadra è raccapricciante ! Generali ubriachi, altri senza il benchè minimo spirito di iniziativa conditi da alcuni (troppi) incompetenti. In fondo eravamo all'ultimo anno di guerra ed un pò di "selezione naturale" doveva esserci pur stata, invece ......viene da chiedersi il perchè di tutto questo. Mancanza di "materia prima" oppure, visto che i fronti erano lontano da richmond, il comando supremo della confederazione non ebbe mai ben chiaro "il polso dell'incompetenza" dei generali su quei fronti ?? Se così fosse valga il famoso motto "chi rompe paga, ed i cocci (ergo: la sconfitta nella guerra) sono i suoi" . perchè gira e rigira, la guerra fù persa su quei fronti....


lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  dan-acw il Dom 14 Ott 2012 - 20:17

più approfondisco gli eventi accaduti sul fronte occidentale più resto allibito nel vedere quello che combinarono i signori generali all'ovest.
la maggior parte degli ufficiali superiori avrebbe meritato almeno una volta di comparire innanzi ad una corte marziale per poi essere cacciato a calci fuori dall'esercito.

quante occasioni sprecate...... Crying or Very sad Crying or Very sad
dan-acw
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 882
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 15 Ott 2012 - 0:23

Quoto al 100% study

Claudio
Benjamin F. Cheatham
Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3441
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  Generale Meade il Lun 15 Ott 2012 - 9:49

Su Bragg e Hood quoto anche io al 100%.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  dan-acw il Mer 7 Nov 2012 - 15:27

e aggiungiamoci che anche i nuovi arrivati non perdevano neanche un minuto per lanciarsi anche loro nel bel mezzo di questo miserabile "teatrino": si pensi ad esempio a D.H. Hill che cominciò le sue operazioni da comandante di corpo in maniera prevenuta nei confronti del suo superiore (Bragg) grazie alla cattiva pubblicità fattagli da Cleburne, oppure al buon Longstreet che neanche arrivato cominciò a tramare per tentare di scalzare Bragg dal suo posto, salvo poi andarsene a raccogliere funghi e brutte figure a knoxville, dimostrando, in maniera definitiva la la sua inettitudine come comandante indipendente.
dan-acw
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 882
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Torna in alto Andare in basso

I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia - Pagina 2 Empty Re: I generali sudisti e nordisti sui fronti del Tennessee, Mississippi e Georgia

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum