L'indomabile gen. John Bell Hood

Pagina 4 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 18  Seguente

Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  R.E.Lee il Sab 18 Giu 2011 - 22:07

forrest ha scritto:Caro Lee,secondo te come mai il Prof.Luraghi non cita l'opinione del gen.Schofield riguardo la battaglia di Franklin,non foss'altro per confutarla?Forse perchè non aveva argomenti per confutarla?Probabilmente la spiegazione é proprio questa.E anche gli altri storici che hanno diffamato Hood si sono guardati bene dal riportarla.Perché? Shocked Caro Lee,quando lessi le parole di Schofield per la prima volta,un paio di anni fa,ebbi una reazione simile a quella del ragionier Fantozzi quando,dopo aver letto determinati libri,picchiò il pugno sulla scrivania ed esclamò:"Ma allora finora mi hanno preso per il c...!" Wink

Questa è una costante della storiografia della Cw non solo del Luraghi. Gli storici, od almeno una buona parte di essi, attraverso studi e ricerche si fà un idea positiva o negativa su un determinato personaggio ed è portato quasi per inerzia a dar più credito a documenti che avallino il proprio pernsiero in merito piuttosto che ad altri...

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  R.E.Lee il Sab 18 Giu 2011 - 22:13

Generale Meade ha scritto:Penso che le cose si debbano risolvere a monte, non a valle. Se una diga crolla per incuria ed incapacità di chi la doveva controllare e gestistire, dire che poi i soccorsi a valle hanno fatto il possibile per salvare il salvabile, mi sembra riduttivo. Diverse volte mi si è detto che esponenti di spicco nella GCA hanno esaltato i loro avversari perdenti non per sincera ammirazione, ma per ingigantire le loro facili vittorie. Non vedo perchè certe affermazioni siano valide in certi casi e per altre no...

Meade

Questo è vero.Però il Gen. Schofield fù l'avversario in quel frangente di Hood. I suoi scritti a mio parere meritavano di essere considerati...

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Sab 18 Giu 2011 - 22:39

toh,mo trovo -quasi- e sottolineo il quasi, d'accordo con forrest tranne che su johnston. vicsburg era da difendere ma non a costo della perdita delle truppe e dei rifornimenti che lì erano. questo è tutto merito dei "generali" che erano a vicksburg.
però vorrei che, non citando libri da leggere, ma mi dicesse,se esiste,il succo del perché a spring hill ci fu quel fallimento di un piano così ben preparato.ammesso che ci sia unaversione documentata più credibile delle altre.come ho postato la sintesi della lettera del governatore che scagiona cheatam dal mancato attacco a fondo chiesto da hood non si capisce perchè glialtri stettero lì a guardare nonostante le direttive precise di hood di chiudere la porta d'uscita a schofield.
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 18 Giu 2011 - 23:37

Nel mio resoconto intitolato"I misteri di Spring Hill" ho cercato di spiegare proprio questo.In una delle ultime puntate,in particolare,ho indicato coloro che furono,in diversa misura,responsabili del fiasco.I maggiori colpevoli furono Forrest,Brown e Cheatham.Attenzione:la lettera del Governatore Harris che scagiona Cheatham probabilmente si basa su un equivoco,come ho spiegato nel mio resoconto.E comunque si riferisce all'ultimo ordine dato da Hood a Cheatham,nel cuore della notte,e non a quello assai + importante e decisivo,che gli aveva dato al tramonto,e al quale Cheatham non obbedì.Per maggior chiarezza tradurrò integralmente il paio di pagine che Eric Jacobson ha dedicato alla vicenda che vide come infelice protagonista il Tenente-Colonnello Mason.
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Dom 19 Giu 2011 - 15:40

Decida il nostro comandante Beauregard se lasciare la seguente traduzione in questa sezione e spostarla in coda al mio resoconto su Spring Hill.Ecco dunque quanto scrive Eric jacobson:"Un soldato,sbandatosi durante la marcia da Columbia,aveva scorto truppe nemiche che intasavano il Franklin Pike;pensando che sarebbe stata un'informazione di inestimabile valore,in qualche modo raggiunse la Thompson House(il Q.G. di Hood N.D.R.)e fu accompagnato nella camera da letto di Hood.Informò il Generale che gli Yankees,in marcia verso Spring Hill,erano in preda alla massima confusione,e la strada era intasata da carri,cannoni,truppe.Hood reagì dicendo al Tenente-Colonnello A.P.Mason di redigere un ordine per il Gen.Cheatham,affinché attaccasse il nemico in marcia lungo il Franklin Pike con almeno un Reggimento.Inoltre disse a Mason di mandare il soldato sbandato da Cheatham,così ch'egli potesse raccontargli di persona quanto aveva visto.Poi Hood tornò a letto per la terza volta e s'addormentò.A questo punto la vicenda diventa ancora + strana ed enigmatica.CONTINUA
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Dom 19 Giu 2011 - 22:25

buona la trad. e me li sono letti i "misteri di spring hill". però,evitando di dare troppo peso alla faccenda di brown ubriaco e cheatam a letto,come racconta certo gossip, ma non per dormire....c'è un po' di confusione su ordini dati,non dati, ricevuti, non ricevuti, divisioni mandate a chiudere a nord e poi richiamate indietro. se non è confusione, qualcuno è stato volutamente insubordinato....
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Dom 19 Giu 2011 - 23:25

Prosegue Jacobson:"Cheatham disse d'aver ricevuto l'ordine di Hood "di sparare sui soldati (nordisti) sbandati che transitavano sul Franklin Pike" e di aver immediatamente inviato il Maggiore Bostick a cercare il Gen.Johnson e a dirgli "di prendere una Brigata o,se necessario,l'intera sua Divisione,e procedere verso il Franklin Pike per sbarrare il passo a chiunque vi stesse transitando."Secondo Cheatham,Bostick gli riferì che Johnson si lamentò assai per il fatto di essere stato distaccato da un altro Corpo(quello di Stewart)e desiderava sapere perché mai Cheatham non avesse ordinato di svolgere questo compito ad una Divisione del suo Corpo.Johnson,che aveva combattuto a fianco di Stonewal Jackson nella Valle dello Shenandoah e a fianco di Lee in molte delle + grandi battaglie dell'A.N.V.,aveva un carattere scorbutico.Protestò con forza e disse a Bostick che non conosceva bene il terreno.Aggiunse che spostare i soldati al buio sarebbe stato pericoloso,e avrebbero potuto restare vittime di fuoco amico.Bostick ricordò a Johnson che stava solo riferendo l'ordine di Cheatham,e i due infine concordarono di cavalcare verso il Franklin Pike per accertare di persona cosa vi stesse accadendo.Nel frattempo Johnson diede ordine ai subordinati di preparare la Divisione a muoversi.Quando Johnson e Bostick raggiunsero il Franklin Pike,furono accolti da un inquietante silenzio.I Federali sembravano essere svaniti.Nessuno dei 2 poté rendersi conto che la coda della Div.Kimball era appena passata;le uniche truppe unioniste rimaste a sud di Spring Hill erano i 2 Reggimenti che il Gen.Cox aveva lasciato a Columbia per coprire la ritirata,e che avevano appena iniziato la loro marcia verso Nord.Johnson e Bostick rimasero vicino al Pike per un po',drizzando le orecchie per udire qualche attività del nemico,ma non sentirono nulla.Poi tornarono indietro e verso le 2 di notte si recarono al Q.G. di Cheatham riferendo che "avevano trovato tutto tranquillo e nessuno in transito."I soldati di Johnson vennero informati che non ci sarebbe stata nessuna avanzata e le truppe "si coricarono per terra e s'addormentarono dove si trovavano." CONTINUA
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  piero il Lun 20 Giu 2011 - 13:26

tutto ok. ma perchè cheatam non obbedì all'ordine di hood di fare un attacco a fondo( supportato da altri che stavano arrivando) anche se stava calando la sera?
c'è una versione certa della quaestio o è ancora dubbia la cosa?
saludos

piero
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 21.03.11

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Lun 20 Giu 2011 - 14:05

Brown non attaccò per via di quel Reggimento nordista schierato sulla sua destra,e che Brown,nella penombra del tramonto,scambiò per una forza molto + consistente.Secondo Brown,Cheatham si mostrò d'accordo con lui nel ritenere imprudente attaccare.La versione di Cheatham é diversa;la colpa viene scaricata su Hood.I testimoni oculari citati nel mio resoconto smentiscono questa versione,per cui si evince che Cheatham mentì,e che il principale responsabile del fiasco fu proprio lui.Concludo la traduzione,per non lasciare le cose a metà,ma sottolineo ancora che la vicenda del Col.Mason é tutto sommato irrilevante,la frittata venne fatta qualche ora prima,al tramonto.
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Lun 20 Giu 2011 - 14:55

Conclude Jacobson:"Ciò che rende l'episodio così enigmatico é il fatto che il mattino del 30 Novembre ,mentre l'Armata marciava verso Franklin,Mason confessò al Gov.Harris che la notte precedente era così stanco che s'era dimenticato di trasmettere l'ordine.Allora come venne l'idea,a Cheatham,d'avanzare verso il F.Pike,se non ricevette l'ordine?Mason di certo non inviò l'ordine per iscritto,perchè così affermò.La risposta,tuttavia,potrebbe essere + semplice di quanto gli storici abbiano pensato finora.Il soldato senza scarpe che si presentò allo camera di Hood,vi fu sicuramente accompagnato da qualche membro dello Stato Maggiore del Generale.Inoltre ,Harris affermò che Hood aveva detto a Mason non solo di inviare un ordine d'attacco,ma anche di mandare il soldato da Cheatham per "raccontargli la storia".é logico pensare che nessuno poteva aspettarsi che il soldato avrebbe trovato il Q.G. di Cheatham da solo,e che quindi qualcuno lo abbia accompagnato."CONTINUA
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Lun 20 Giu 2011 - 15:07

"Anche se Cheatham affermò che l'ordine gli venne CONSEGNATO("hand-delivered")da un corriere,non é assurdo pensare che la stessa persona che aveva accompagnato il soldato nella camera di Hood capì la natura dell'ordine dato da Hood a Mason,e riferì il messaggio a Cheatham(a voce,pare d capire N.D.R.).Tale teoria potrebbe sembrare tirata per i capelli,ma non si può scartare visto che qualcuno ovviamente diede a Cheatham l'ordine di avanzare verso il F.Pike."Questo é quanto scrive Jacobson.Un altro storico che non apprezzo particolarmente,Wiley Sword,ritiene che Mason in realtà trasmise l'ordine,ma il mattino seguente si dimenticò(o finse di dimenticarsi) d'averlo fatto,accusandosi di una colpa che non aveva commesso(Per salvare Cheatham?).Per sapere per quale motivo Hood decise di ritornare sulla sua iniziale decisione di esonerare Cheatham,vi rimando a un'altra pagina del libro di Jacobson,che ho già tradotto integralmente all'interno del mio resoconto,e che é quindi inutile ricopiare qui.FINE
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Mer 22 Giu 2011 - 16:46

Vorrei precisare che, non solo fu scelto Johnston a fine guerra al posto di Hood per "salvare la patria", ma persino il gen. Beauregard chiese la sostituzione di Hood il 23 gennaio 1865 con il gen. Cichard Taylor. Solo Davis continuava (chissà perchè...) a dare fiducia a questo formidabile generale (Hood), inviandolo in Texas per costituire un nuovo esercito (con quali truppe non è dato saperlo).

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Mer 22 Giu 2011 - 23:46

L'uso dell'oppio(o meglio,di un farmaco oppiaceo,il laudano)è una pura e semplice invenzione,non c'è ,non dico una prova,ma neppure un indizio a tale riguardo.Se per criticare Hood si tira fuori la storia della droga,significa non avere + argomenti.Comunque sarebbe interessante conoscere le fonti citate da questo storico del 1940 a sostegno della sua tesi.
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Gio 23 Giu 2011 - 1:23

Con le dolorose ferite che aveva riportato Hood in combattimento, è del tutto plausibile che abbia usato laudano per alleviare il dolore e ne fosse rimasto alla lunga dipendente.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Banshee il Gio 23 Giu 2011 - 9:46

Generale Meade ha scritto:Con le dolorose ferite che aveva riportato Hood in combattimento, è del tutto plausibile che abbia usato laudano per alleviare il dolore e ne fosse rimasto alla lunga dipendente.

Meade

Quella di Hood dipendente dal laudano e quindi da sostanze oppiacee è pura leggenda, mai dimostrata. Non esiste una sola prova al riguardo: né testimonianze, né documenti. Significativamente Percy Hamlin nel suo "Old Bald Head": General R.S. Ewell (una biografia datata 1940 con molte lacune ed errori; si veda quella di Pfanz del 1998 al riguardo) postula la dipendenza dall'oppio nella prefazione (pp.ix-x) senza citare alcuna fonte per tale affermazione. Si tratta dunque di una semplice speculazione e nulla di più.

Banshee
Banshee
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Gio 23 Giu 2011 - 12:12

Il comportamento di Hood durante la Campagna di Atlanta e quella di Franklin/Nashville, lascia perplessi e, almeno io personalmente, credo che Hood fosse affetto dalla "malattia del soldato", dovuta all'uso di oppiacei come antidolorifici, comune nella maggioranza dei feriti della GCA che ne fecero uso. Non vedo perchè Hood non potesse esserne affetto. Il fatto che non se ne parli nei documenti di allora, probabilmente, è dovuto al fatto che gli oppiacei non erano ancora considerari le micidiali droghe di oggi, ma addirittura dei medicinali.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Gio 23 Giu 2011 - 12:36

Nel topic del ns. Forum intitolato "Jackson a Gettysburg", proprio il ns. Forrest parla della eventualità che Hood dovè fare ricorso al laudano per via del braccio non amputato...

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Banshee il Gio 23 Giu 2011 - 12:58

Lungo tal via, potrei sostenere che Johnston fosse un ubriacone e alcolista, visto il suo comportamento durante la campagna di Atlanta. Ovviamente, non è così, ma se ci basiamo sulle personali opinioni si potrebbe finire con il sostenere qualsiasi tesi e il suo contrario. In assenza di una qualsiasi conferma, prova, documento o testimonianza, dunque, l'idea di un Hood dedito agli oppiacei o dipendente da essi, rientra nei limiti di un'opinione qualsiasi, senza alcuna base storica o fattuale e come tale assolutamente priva di valore.

Banshee
Banshee
Banshee
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1923
Data d'iscrizione : 17.03.09
Località : La Spezia

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Gio 23 Giu 2011 - 19:07

In questo sito viene criticato l'operato di Hood in modo molto obiettivo. Purtroppo è in inglese, ma ne consiglio la lettura. Affronta tutte le tematiche di cui abbiamo finora discusso...

http://clevelandcivilwarroundtable.com/articles/military/hood_franklin.htm

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Stop !!

Messaggio  R.E.Lee il Ven 24 Giu 2011 - 12:26

Quà siamo fuori-topic completamente...in questo topic si parla della "Lost Cause". Interrompo la discussione (anche se ho notato che l'avete già riaperta nel topic adeguato Very Happy )


Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4028
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 24 Giu 2011 - 12:36

Banshee ha scritto:... In realtà la stragrande maggioranza degli uomini approvava la strategia offensiva di Hood. La sua applicazione tattica invece produsse mal contento e sconforto. Che ciò sia dovuto a errori di Hood o a suoi subordinati resta un problema assai più complesso di quanto si creda...

Banshee

Non sò se certi libri o storici debbano avere più credito di altri per simpatia o per un diverso modo di fare le loro ricerche storiche ma, risulta, che Hood si lamentò pesantemente del modo fiacco di portarsi all'attacco dei suoi soldati perchè traviati, oramai, dal modo di combattere sulla difensiva in trincea. Se ciò corrisponde al vero, come si fà ad affermare che "la stragrande maggioranza degli uomini approvava la strategia offensiva di Hood"? Come si possono coinciliare versioni così discordanti?
Possibile che esistano due differenti filoni storici che interpretano la storia a modo loro, magari distorcendola, pur di arrivare a far valere le proprie ragioni? Come si può discutere serenamente al riguardo se prima non si chiarisce quale sia il filone più affidabile storicamente o meno?

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 24 Giu 2011 - 14:46

Se non ho capito male,il sito che hai indicato è una sorta di forum,come il nostro,dove semplici appassionati possono scrivere un articolo e dire la loro.In questo caso ,ovviamente,l'opinione di questo tal Maurer avrebbe la stessa autorevolezza di quella di ciascuno di noi,niente di +.Non si tratta di uno storico,e non ha scritto nessun libro.Se invece ho capito male e questo Maurer é uno studioso,fatemelo sapere,ho dato un'occhiata a quel sito un po' frettolosamente,lo rileggerò meglio quando avrò + tempo.
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  forrest il Ven 24 Giu 2011 - 14:52

Noto comunque che tutti coloro che insultano Hood si guardano ben bene dal citare le parole del Gen.Schofield,chissà perché...Se si ritiene la tesi di Schofield infondata,sarebbe il caso di confutarla punto per punto.Se la si ignora del tutto,viene il sospetto che gli argomenti per confutarla non si trovino,e allora meglio far finta di niente,e tirar fuori la solita menata del laudano e delle presunte offese ai soldati confederati.(Che Hood,invece,coprì di elogi.)
forrest
forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 24 Giu 2011 - 14:55

A me pare chiaramente che non sia un forum, ma forse mi sbaglio. Mi sembra comunque (sito o forum che sia) che sia formato da gente molto competente.

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Generale Meade il Ven 24 Giu 2011 - 15:08

forrest ha scritto:Noto comunque che tutti coloro che insultano Hood si guardano ben bene dal citare le parole del Gen.Schofield,chissà perché...Se si ritiene la tesi di Schofield infondata,sarebbe il caso di confutarla punto per punto.Se la si ignora del tutto,viene il sospetto che gli argomenti per confutarla non si trovino,e allora meglio far finta di niente,e tirar fuori la solita menata del laudano e delle presunte offese ai soldati confederati.(Che Hood,invece,coprì di elogi.)

Che Scholfield, eloggiando Hood, senza una parola di compassione per le migliaia di caduti e di generali -9- (poi si criticano i subordinati di Hood), si debba prendere come oro colato, mi sembra assai iniquo. I suoi uomini che ci stavano a fare li? Mi sembra che fossero 30.000 contro 30.000. Perchè non effettuò un contrattacco e spazzò via quello che restava dell'esercito di hood dopo il massacro? Perchè si ritirò e invece non fortificò il suo esercito in modo da aspettare l'ulteriore ordine di Hood di mandare al massacro i propri uomini in modo da eliminare una volta per tutte lo spauracchio di Hood in Tennessee? Forse che in fondo in fondo era solo un mediocre generale che per giustificarsi eloggiava il nemico oltre misura?

Meade
Generale Meade
Generale Meade
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 4059
Data d'iscrizione : 14.10.09
Età : 58

Torna in alto Andare in basso

L'indomabile gen. John Bell Hood - Pagina 4 Empty Re: L'indomabile gen. John Bell Hood

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 18 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11 ... 18  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum