Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentunesima puntata

Messaggio  forrest il Sab 28 Feb 2009 - 0:34

La distanza che dovrebbero percorrere i Corpi di Hardee e Lee ,seguendo la strada principale che unisce East Point e Jonesboro,misura circa 12 miglia(19km);ma questa strada,nella notte tra il 30 ed il 31 Agosto,viene raggiunta ed interrotta dalle avanguardie del 23° Corpo di Schofield.poco a sud di Rough & Ready.I confederati devono pertanto deviare ad est ,allungando la distanza e percorrendo accidentate e polverose stradine di campagna.Il Corpo di Hardee completa il suo arrivo a Jonesboro alle 9 del mattino, quello di Lee solo a mezzogiorno.Ma migliaia di uomini si sono sbandati durante l'ardua marcia notturna;i 2 Corpi,che la sera prima contavano in totale 26000 uomini,sono ridotti a poco + di 20000.E Hardee,con la consueta,esasperante lentezza,impiega 3 ore per schierarli in linea di battaglia,lungo un fronte di 2,5 km,col suo Corpo,affidato al Gen.Cleburne,sulla sinistra (sud) e quello di Lee sulla destra(nord).Hardee si propone d'effettuare un attacco "à echelon",come aveva fatto sul PeachTree Creek.Ad iniziare l'attacco sarà la Div.Cleburne(affidata al Gen.Lowery)che dovrà ruotare a nord-ovest,seguita,da sinistra a destra,dalla div.Brown,poi dalla Div.Maney,infine dalle 3 Divisioni di Lee.Durante la mattina,Hardee ha ricevuto l'ennesimo telegramma da parte di Shoup,che recitava:"Il Gen.Hood desidera che i soldati attacchino alla baionetta,e spazzino via qualsiasi cosa gli si opponga."Nel frattempo,il Gen.Howard,che aveva in animo a sua volta di attaccare all'alba,dopo aver osservato il continuo afflusso di truppe sudiste,decide di porsi sulla difensiva.Il 15° Corpo unionista ha avuto tutto il tempo di trincerarsi sulle alture ove s'era accampato la notte precedente,ed ha ricevuto cospicui rinforzi:una divisione del 16° Corpo sul fianco destro,ed una Brigata del 17° Corpo sul fianco sinistro.Inoltre,da Couch's House il Gen.Thomas,su ordine di Sherman,ha inviato una div.dell'Armata del Cumberland a Renfroe's Place per proteggere le retrovie di Howard.Una brigata di cavalleria di kilpatrick è stata inviata + a sud,ed é ora schierata sulla riva orientale del Flint River,a difendere Anthony's Bridge.Allegherò una cartina relativa agli schieramenti contrapposti.Howard,anche senza contare la Div. schierata a Renfroe's Place,può contare su 20000 uomini,lo stesso numero di Hardee;ma i suoi uomini,a differenza dei confederati,sono trincerati,riposati,ed il loro morale é alto.Alle ore 15.10,dopo un brevissimo bombardamento di preparazione dell'artiglieria sudista,Cleburne lancia il suo attacco.La Brigata Granbury,all'estrema sinistra,finisce sotto il fuoco dei cavalleggeri di Kilpatrick,proveniente da Anthony's Bridge;anziché ignorare questi spari,che fanno poco danno,ed avanzare verso Nord secondo gli ordini,Granbury dirige i suoi uomini verso Anthony's Bridge;gran parte della Divisione lo segue,allontanandosi dall'obiettivo prefissato.La Div.Brown,col fianco sinistro scoperto,si ferma appena giunge sotto il fuoco nemico;la Div.Maney fa lo stesso;le 3 Divisioni di Lee attaccano anch'esse in modo fiacco:giunti sotto il fuoco nemico,molti confederati si gettano a terra e si rifiutano d'avanzare oltre,molti altri fuggono.Secondo il Maggiore Taylor,del 15° Corpo unionista,si tratta dell'attacco"meno determinato" che abbia mai visto effettuare ai fanti sudisti.Il colonnello confederato Bushrod Jones,veterano di 100 battaglie,scriverà che"a Jonesboro i nostri soldati sembravano posseduti da un così grande terrore di attaccare le fortificazioni nemiche,che nessuna coercizione,persuasione o esempio avrebbe potuto fugàrlo."Dopo soltanto mezz'ora il tentativo di Hardee di ricacciare Howard ad ovest del Flint River si esaurisce con un totale fallimento.Nonostante le ripetute raccomandazioni di Hood,dopo il fallimento del primo attacco Hardee si pone sulla difensiva,senza effettuare ulteriori tentativi.Dal canto suo Howard,sempre fin troppo prudente,rinuncia al contrattacco,come già aveva fatto a Ezra Church.La prima fase della battaglia di Jonesboro si esaurisce.I confederati hanno perso 2200 uomini tra morti e feriti,le perdite nordiste ammontano a soli 172 uomini.Questo enorme divario ben sintetizza la natura dello scontro del 31 Agosto:"non é stata una battaglia-scrive Albert Castel-é stata un'esecuzione."E con questa esecuzione,la sorte di Atlanta è segnata.Alla prossima puntata,amici! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Sab 28 Feb 2009 - 11:38

caro forrest, in attesa della prossima puntata, che mi sà tanto, sarà quella che segnerà il destino di atlanta, vorrei chiedere un tuo parere su quanto hai scritto : non ti sembra che il gen. hood ordinando un attacco perfino alla baionetta, abbia chiesto alle sue truppe una cosa irrealizzabile ?
l'armata del tennesse (conf.), veniva da settimane di assalti più o meno frontali e tutti miseramente falliti, mi sembra quindi che gli ordini di hood, poi disattesi, siano stati quantomeno azzardati, oserie dire quasi masochistici, visto che aveva avuto durante le settimane al suo comando credo, il tempo di valutare l'efficenza offensiva dell'esercito che comandava. il morale delle truppe non era certo alto, tutti gli sbandati durante la marcia di trasferimento lo dimostrano. il fiacco attocco contro howard mi pare fù il risultato più ovvio di un disposizione tattica inopportuna.
cosa ne pensi ?

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 28 Feb 2009 - 14:47

Gentile amico,probabilmente hai ragione.Hood,nelle sue Memorie,sostiene che se l'attacco fosse stato lanciato al mattino,avrebbe trovato i nordisti non ancora fortificati.Thomas Connelly ritiene fondata questa affermazione,e ritiene Hardee responsabile del fallimento.Albert Castel,viceversa,sostiene che al mattino le truppe unioniste fossero già trincerate,e attaccare qualche ora prima non avrebbe fatto alcuna differenza.Gli cedo la parola."Howard era ben trincerato fin dal mattino,e aveva + o meno la stessa forza numerica di Hardee;e anche se é vero che molti Confederati attaccarono senza cuore,l'unica cosa che avrebbero ottenuto attaccando con maggior determinazione sarebbe stato subire molte + perdite,e questo fu il motivo per il quale si comportarono come si comportarono.Sapevano per esperienza-Ezra Church,Bald Hill,PeachTree Creek,Resaca,Chickamauga-cosa capitava quando veniva attaccato un forte,coriaceo nemico che aveva avuto il tempo di proteggersi anche solo parzialmente con delle fortificazioni."La mia personale opinione é che dopo la battaglia di Bald Hill,o al massimo dopo la battaglia di Ezra Church,per la nostra causa ormai non ci fosse + nulla da fare,se non sperare in un clamoroso errore del nemico.Ma Hood era un gentiluomo sudista,e si battè fino all'ultimo come un leone.Ora allègo la cartina della battaglia di Jonesboro(o meglio,della sua prima fase.)

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cartina della battaglia di Jonesboro(31 Agosto)

Messaggio  forrest il Sab 28 Feb 2009 - 14:56

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Sab 28 Feb 2009 - 15:23

caro forrest, se approfitto troppo della tua disponibilità, non hai che dirmelo e mi contengo un pò !
volevo per l'ennesima volta un tuo parere : se hood invece di ordinare quell'inopportuno assalto alla baionetta avesse optato per una soluzione diametralmente opposta, vale a dire trincerarsi ed attendere LUI l'assalto del nemico, in fondo ipotizzo io, erano i nordisti che dovevano avanzare per interrompere la ferrovia.
tu cosa ne pensi ?

ciao
gen. lee Very Happy

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Sab 28 Feb 2009 - 23:55

Il problema è che la ferrovia era già stata interrotta + a nord,nella notte precedente,dalle avanguardie del 23° Corpo;e durante il pomeriggio del 31 Agosto,mentre si combatteva a Jonesboro,3 Corpi unionisti al completo raggiunsero i binari poco a Sud di Rough & Ready,e cominciarono a strapparli,come racconterò nella prossima puntata.Impedire ai 3 Corpi di Howard di raggiungere la ferrovia a Jonesboro non era sufficiente,bisognava ricacciare lontano dalla ferrovia tutti e 6 i Corpi nordisti.Per farlo bisognava passare all'offensiva,dapprima sconfiggendo i 3 + a Sud(15°,16° e17°) ,per poi occuparsi di quelli + a Nord(4°,14°e 23°.)In altre parole,Hood progettava di battere le 2 metà del Gruppo di Armate di Sherman una alla volta,finché erano ancora divise.Ma non ne aveva + la forza,haimè,e si cacciò in un brutto guaio;sarebbe stato + logico evacuare Atlanta la notte tra il 30 ed il 31 Agosto.Solo grazie alla stupidità di Sherman riuscì ad evitare il totale annientamento della sua Armata.Le tue domande sono sempre gradite. Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentaduesima puntata

Messaggio  forrest il Mar 3 Mar 2009 - 0:33

Mentre la battaglia di Jonesboro infuriava,il pomeriggio del 31 Agosto, il 23° Corpo del Gen. Schofield ed il 4° Corpo del Gen. Stanley raggiungevano la Macon R.R. poco a sud di Rough & Ready.Poche ore dopo,alle 19,anche il 14° Corpo del Gen.Davis raggiungeva la strada ferrata,ancora + a sud,5 km a nord di Jonesboro.Sia la ferrovia che la strada maestra tra Atlanta e Jonesboro,pertanto,la sera del 31 Agosto sono saldamente e definitivamente in mano nordista;se Sherman ordinasse al 23° Corpo di avanzare ancora solo poche miglia verso est,raggiungerebbe anche la McDonough Road,isolando del tutto le truppe confederate ancora presenti ad Atlanta da quelle schierate a Jonesboro.E al tempo stesso taglierebbe a Hood la ritirata verso sud.Ma Sherman,sempre ossessionato dall'idea di distruggere le ferrovie,ordina al 23° ed al 4° Corpo di piegare verso sud,e puntare su Jonesboro seguendo la Macon R.R.,nel frattempo strappandone i binari.Procedendo ,quindi,con eccezionale lentezza.Si tratta della decisione che salverà l'Armata di Hood dall'annientamento.L'insensatezza dell'ordine di sherman é bene illustrata dalle parole di Albert Castel:"Sherman ordina a Schofield di scendere lungo la ferrovia,nel frattempo strappando i binari;poiché Schofield sta seguendo il 4° Corpo di Stanley,che ha ricevuto lo stesso ordine,a quanto pare Sherman desidera che gli stessi binari vengano strappati non una ,ma 2 volte!"Alle ore 18 del 31 Agosto Hood ha intanto richiamato presso Atlanta S.D.Lee ed il suo Corpo;in quel momento non ha ancora ricevuto la notizia della sconfitta di Hardee(la linea telegrafica è stata interrotta da Schofield)ma,come ricorderete,il piano di Hood prevedeva che Lee dovesse tornare comunque ad Atlanta al termine della battaglia di Jonesboro,sia in caso di vittoria che d'insuccesso.Il corriere di Hood raggiunge Jonesboro verso mezzanotte,e il Corpo di Lee parte immediatamente alla volta Atlanta percorrendo la McDonough Road,sconsideratamente lasciata libera da Sherman.Alla stessa ora,un corriere proveniente da Jonesboro arriva ad Atlanta,e informa Hood della sconfitta di Hardee;la notizia non lascia al Comandante confederato altra scelta che evacuare Atlanta,e ritirarsi verso Lovejoy's Station,e poi verso Macon.Pertanto ,impartisce gli ordini in tal senso:il Corpo di Stewart e i miliziani di Smith dovranno lasciare la città la sera del 1° Settembre,imboccare la McDonough Road,e dirigersi verso Lovejoy's Station;Il Corpo di Lee,appena tornerà da Jonesboro,dovrà schierarsi parallelo alla McDonough Road,fronte ad ovest,circa 10 km a sud di Atlanta,per proteggere la ritirata di Stewart e Smith; gli ultimi reparti a lasciare la città dovranno essere la Div.del Generale French e i cavalleggeri della brigata Ferguson,che fungeranno da retroguardia.L'obiettivo di Hood é quello di radunare l'intera sua Armata a Lovejoy's,e poi proseguire verso Macon.Ma quando spunta l'alba del 1° Settembre,a Jonesboro,Hardee si appresta ad affrontare,con soli 12000 uomini rimastigli,6 Corpi nemici che si accingono a stritolarlo(i 3 Corpi di Howard,già sul posto,+ i 2 Corpi di Thomas e quello di Schofield, che stanno calando da Nord.)Alla prossima,amici! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentatreesima puntata

Messaggio  forrest il Mer 4 Mar 2009 - 1:02

Il Generale Hardee verrà accreditato,in particolare dai detrattori di Hood,di aver opposto,il 1° Settembre ,a Jonesboro,un'eroica e quasi miracolosa resistenza contro un nemico 6 volte superiore di numero,riuscendo a cavarsi da una situazione disperata.In realtà,+ che per merito suo,si salvò grazie ai pasticci di Sherman e di alcuni dei suoi subordinati.Ma procediamo con ordine:dopo la partenza del Corpo di S.D.Lee,avvenuta nella notte tra il 31 Agosto ed il 1° Settembre,Hardee si trova a presidiare con le sue 3 Divisioni (12000 uomini)un fronte di circa 3 km;l'ala destra (nord) in precedenza tenuta dal Corpo di Lee,viene affidata alla Div.Cleburne,lungo una linea che corre da sud a nord,fronte ad ovest,e poi piega ad est,fronte a nord,e attraversa i binari della ferrovia,per infine puntare a sud,fronte ad est(allegherò una cartina);al centro si schiera la Div.Brown,e a sinistra (sud) la Div.comandata fino al giorno prima dal Gen.Maney.Ma al comando si trova ora il giovanissimo Gen.Carter,solo ventiseienne,che 3 mesi + tardi cadrà da eroe a Franklin,praticamente sui gradini della propria casa.Maney é stato sollevato dal comando per l'irresolutezza mostrata nella battaglia del pomeriggio precedente.A riprova di quanto fosse stato timido l'attacco confederato il 31 Agosto.Il settore + debole é quello di Cleburne,che con una sola Divisione deve sostituire un intero Corpo;i suoi soldati sono schierati in una singola fila,molto rada,a 2 metri di distanza l'uno dall'altro.Inoltre,per motivi che non vennero mai spiegati(forse la stanchezza,forse la mancanza di attrezzi)allestiscono fortificazioni assai approssimative,prive delle consuete abbattute di alberi.Sherman é convinto che a Jonesboro sia ancora presente il Corpo di Lee,e che i confederati siano schierati unicamente fronte ad ovest,parallelamente ai binari della ferrovia,col fianco destro "per aria."Ignora che invece questo fianco é piegato indietro,a guisa d'un amo,e che si estende ad est dei binari.Pertanto,Sherman ordina che 2 Corpi di Howard(il 15° ed il 16°)effettuino attacchi diversivi verso est,contro il centro e la sinistra della linea nemica,mentre il 14°,il 4° ed il 23° Corpo,appena arriveranno,dovranno abbattersi da nord e da est contro lo scoperto fianco sinistro sudista.Nel frattempo il 17° Corpo dovrà passare sulla riva occidentale del Flint River,marciare verso sud ,riattraversare il fiume presso Anthony's Bridge,e attaccare il fianco sinistro di Hardee da meridione.Oppure,se ciò non fosse possibile,tagliargli la ritirata verso sud,mettendosi di traverso alla strada che conduce a Lovejoy's Station.Incredibilmente,dei 6 Corpi che dovrebbero stritolare Hardee attaccandolo da ogni direzione,uno soltanto,il 14° del Gen. Davis,entrerà in azione,e neppure al completo.(2 delle sue Brigate resteranno a guardare.)L'attacco del 14° Corpo inizia alle ore 16 del 1° Settembre:approfittando della debolezza della posizione di Cleburne,riuscirà,nel tardo pomeriggio,dopo un 'aspra lotta,a sfondare le sue linee,catturando quasi al completo le brigate Lewis e Govan,assieme a 2 batterie.Un disperato contrattacco della Brigata del Tennessee del Gen.Vaughan,fatta accorrere dal fianco sinistro,riuscirà ad arginare lo sfondamento nordista.Ma cos'hanno combinato,nel frattempo,gli altri 5 Corpi di Sherman?Ill 4 ° ed il 23° sono stati attardati dall'ingrato e superfluo compito di strappare i binari:il 23° arriverà a Jonesboro solo molte ore dopo la fine della battaglia,a notte fonda;il 4° giunge sul campo di battaglia al tramonto;informato del suo avvicinamento,Hardee ha spostato la Div.Carter dal fianco sinistro,schierandola ad est dei binari,fronte ad est(vedere cartina).Stanley,appena avvista le fortificazioni allestite in tutta fretta dai soldati di Carter,rinuncia ad attaccare e si limita a trincerarsi dirimpetto al nemico.Lo spostamento di Carter ha lasciato la div.Brown da sola a fronteggiare il 15° ,il 16° ed il 17° Corpo ,vale a dire l'Armata de Tennessee di Howard al completo.Ma,inspiegabilmente,il 15° ed il 16° resteranno tutto il pomeriggio immobili nelle loro trincee,spettatori passivi della battaglia che infuria qualche centinaio di metri + a nord.Quanto al 17° Corpo,che avrebbe dovuto attaccare da Sud,impiega ben 5 ore per percorrere i 3 Km che lo separano da Anthony's Bridge,e appena attraversato il fiume scorge nemici immaginari,erige le solite barricate,e non avanza oltre,lasciando libera al transito la strada per Lovejoy's,l'unica via di fuga di Hardee.Quando cala la notte,e la battaglia si spegne,Hardee ha perso 1400 uomini,900 dei quali caduti prigionieri(tra essi ,il Gen .Govan)e 8 cannoni;il 14° Corpo federale ha lasciato sul terreno circa 1300 uomini.Le perdite degli altri Corpi nordisti,se ce ne furono,furono trascurabili,non essendo quasi entrati in azione.Sherman é avvilito,e insieme furénte;ma ritiene che il Destino di Hardee sia comunque segnato,e che i pasticci nordisti lo abbiano solo rimandato di poche ore.Durante la notte,in un messaggio inviato a Schofield,scrive:"Il nemico ormai non può + spostarsi verso Sud senza che noi lo si veda,e se tutta la nostra Armata domattina piomberà su di lui,dovremmo liquidarlo in breve tempo."("we should make quick work.")Viceversa,proprio mentre Sherman scrive queste parole,Hardee rompe il contatto e si ritira verso Lovejoy's Station,senza che i nordisti si accorgano di nulla.Una sorta di Spring Hill alla rovescia.Tra i tanti enigmatici,quasi inspiegabili episodi che caratterizzarono la Guerra Civile americana,la mancata cattura o distruzione del Corpo di Hardee a Jonesboro,il 1° Settembre 1864,figura tra i + incredibili.Da solo,anche senza l'interminabile serie di errori che lo precedettero e lo seguirono,basterebbe a dimostrare quanto usurpata sia stata la fama di Sherman.Egli scaricherà ogni colpa addosso al Gen.Stanley,il Comandante del 4° Corpo,intimando al suo diretto superiore,il Gen.Thomas,di "non fargliela passare liscia."(If Gen.Stanley lost a minute of time when he should have been in action,i beg you not to overlook it")Semmai,Sherman avrebbe dovuto incolpare Howard e i suoi subordinati,in particolare il Gen.Blair,Comandante del 17° Corpo,per la loro passività.Ma soprattutto,avrebbe dovuto incolpare se stesso,per aver ritardato la marcia di Stanley e Schofield con l'assurdo ordine di strappare i binari d'una ferrovia chi i confederati non potevano + usare.Mentre Hardee sguscia via sotto il naso di Sherman,in quella lugubre notte tra il 1° ed il 2 Settembre,una trentina di km + a nord Hood sta evacuando Atlanta,ed é tempo di tornare ad occuparci di lui.Alla prossima ,amici! Very Happy (Resistete,mancano poche puntate! Laughing )Allègo cartina.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cartina relativa alla seconda fase della battaglia di Jonesboro(1 Settembre)

Messaggio  forrest il Mer 4 Mar 2009 - 1:08

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re:"I dolori del giovane Sam"

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 4 Mar 2009 - 1:15

Come resistiamo? sta gia' finendo? io contavo su un centinaio di puntate! spero che non ti fermerai ad Atlanta Very Happy e poi anche se so come finisce, spero sempre che qualche evento cambi il finale! Tanto che ci sono, faccio ancora complimenti per il lavoro svolto fin'ora. Poi li rifaro' anche alla fine.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Mer 4 Mar 2009 - 12:03

caro forrest, sono sempre io...
non sò se leggendo la tua opera mi è sfuggito qualcosa, ma volevo, come al solito una tua opinione:
hood richiamò dopo la prima fase della battaglia di jonesboro il corpo di lee ad atlanta per proteggere credo, l'eventuale evacuazione della citta.
mi sembra che però, così facendo, lasciò isolato il corpo di hardee a battersi contro un numero preponderante di nordisti con tutto quello che ne conseguì, fù un miracolo accompagnato da errori dei nordisti che il corpo di hardee riuscì a sfuggire alla distruzione come tu dici.
non è che hood con questa disposizione commise un errore oppure, non poteva fare diversamente ?

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Gio 5 Mar 2009 - 0:11

Hood ordinò a Lee di tornare verso Atlanta alle ore 18 del 31 agosto;in quel momento,aveva appena ricevuto la notizia che una cospicua forza nemica aveva interrotto la Macon R.R. apoco a sud di Rough & Ready,spazzando via 2 reggimenti di cavalleria confederata.Ovviamente,non poteva sapere che quella forza nemica(i Corpi di Stanley e Schofield)fosse diretti verso sud,a Jonesboro;temeva,com'era logico temere,che avrebbero puntato verso Nord,per attaccare Atlanta.Attenzione:Hardee,che in seguito avrebbe attaccato aspramente Hood per aver richiamato Lee,lasciandolo in balìa di 6 Corpi nemici,fino alla sera del 1° Settembre(cioè DOPO la battaglia) ignorava anch'egli di trovarsi di fronte 6 Corpi;lo apprese dall'interrogatorio di alcuni prigionieri.Quando Hardee ricevette l'ordine di rimandare indietro Lee,non fece alcuna obiezione o protesta,né fece presente a Hood la precarietà della situazione nella quale si sarebbe venuto a trovare di lì a qualche ora.E questo per una ragione molto semplice:ignorava del tutto che 6/7 del gruppo di Armate di Sherman stessero convergendo contro di lui.Esattamente come lo ignorava Hood.Ciao,e a domani per la prossima puntata del romanzo! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentaquattresima puntata

Messaggio  forrest il Gio 5 Mar 2009 - 15:22

Il 1° Settembre,ad Atlanta,per usare le parole di uno dei suoi abitanti,"é stato un giorno di terrore."Dapprima,non si sa come,si era diffusa la voce che Hardee,il pomeriggio precedente,a Jonesboro,avesse vinto.Poi alcuni disertori provenienti da laggiù erano entrati furtivamente in Atlanta per nascondersi presso amici o parenti,ed avevano raccontato l'amara verità.Infine,gli ansiosi cittadini di Atlanta avevano osservato i soldati di Hood correre da una parte all'altra della città,freneticamente,come api impazzite.Quando i magazzini della Sussistenza dell'Armata del Tennessee erano stati spalancati,ed era stato permesso a chiunque,soldato o civile,di portar via quanti + viveri possibile,era diventato chiaro che l'Armata si apprestava ad andarsene.Scrive Albert Castel:"Verso mezzogiorno,la gente si rende conto che Hood sta per evacuare la città;sùbito,a frotte,molti affollano le strade;qualcuno cerca un mezzo per fuggire,altri semplicemente vagano incrèduli,disorientati.Ma i più rimangono nelle proprie case,e aspettano l'arrivo degli Yankees,sperando in bene."Verso sera i miliziani del Gen.Smith,seguiti dalle div.Walthall e Featherston,si incolonnano,sfilano per le vie di Atlanta,ed escono dalla città imboccando la McDonough Road.;i miliziani diretti ad est,verso Covington,i regolari a Sud,verso Lovejoy's Station.Con loro cavalca il gen.Hood.La partenza delle truppe scatena il càos;saccheggi,incendi,sparatorie...le scene che di certo tutti voi,amici,avrete visto nel lungometraggio"Via col vento."Prima di andarsene ,i confederati hanno fatto esplodere 5 locomotive e 81 vagoni-merce,28 dei quali pieni di polvere da sparo,granate,3 milioni di cartucce,e 5000 fucili.Alle ore 23 anche la Div. del gen.French,che deve fungere da retroguardia,lascia la città.French criticherà la decisione di far esplodere le munizioni;sarebbe stato meno grave,secondo questo ufficiale,lasciare che esse cadessero in mano nordista,piuttosto che far capire al nemico,fin dal tardo pomeriggio,con quello spettacolo pirotecnico,che Atlanta stava per essere evacuata.Col pericolo che il 20° Corpo di Slocum si lanciasse immediatamente all'inseguimento,e che Sherman,da Jonesboro ,tagliasse la ritirata verso Lovejoy's.Ma non si verificherà nessuno di questi 2 casi;un paio di km a nord di Jonesboro,Sherman ode le tremende deflagrazioni che provengono dalla direzione di Atlanta;se si rendesse conto della loro origine,capirebbe che Atlanta é stata evacuata,e non avrebbe,per tagliare la ritirata a Hood, che da spostare un paio di Corpi poche miglia ad est bloccando la McDonough Road.Viceversa,il Comandante nordista si rende protagonista d'un episodio che ha dell'incredibile,e che andrebbe liquidato come una leggenda,se a raccontarlo non sarà,anni dopo,lo stesso Sherman,nelle sue Memorie.(Non rendendosi conto,evidentemente,di coprirsi di ridicolo.)Incerto se i rumori che provengono da Atlanta siano provocati dall'esplosione delle munizioni,o se invece ad Atlanta sia in corso una battaglia,anziché chiedere il parere dei suoi ufficiali,si reca presso una fattoria della zona,tira giù dal letto un contadino,e gli chiede la sua opinione.Lo sbalordito agricoltore,che in vita sua,probabilmente,non aveva mai udito esplodere un treno di munizioni,risponde che secondo lui si tratta dei rumori di una battaglia.Confortato dalla consulenza di questo illustre stratega,che ha confermato la sua errata impressione,Sherman torna soddisfatto verso il suo Q.G.La McDonough Road resterà libera,e Hood potrà ritirarsi assolutamente indisturbato verso Lovejoy's Station,dovrà potrà ricongiungersi con Hardee.Quegli amici del Forum che,a quanto pare,continuano a ritenere Sherman un genio militare,forse cambieranno idea dopo aver appreso di questa simpatica "gag".(la quale,probabilmente,ebbe come risultato quello di prolungare la guerra di altri 7 mesi,con le relative morti e distruzioni)Alla prossima puntata ,amici! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Gio 5 Mar 2009 - 19:01

caro forrest,
bè ha pensarci bene il generale french non aveva tutti i torti.
annunciare il ritiro dell'armata del tennessee (conf.) ai nordisti con i "fuochi artificiali" come fece hood, ordinando la distruzione delle munizioni, non fù una grande idea.

ciao
gen. lee Very Happy

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I treni di munizioni

Messaggio  forrest il Ven 6 Mar 2009 - 0:20

Gentile amico,riguardo questo episodio bisognerebbe aprire una parentesi.Non l'avevo fatto prima per non appesantire troppo il mio resoconto,ma la tua giusta osservazione mi induce ad aprirla ora.Il Gen.Hood,tramite il suo Capo di Stato Maggiore,Gen.Shoup,nella notte tra il 31 Agosto ed il 1° Settembre aveva ordinato ripetutamente al quartermastro dell'Armata del Tennessee,il Tenente-Colonnello McMicken,di spostare tutti i vagoni fuori da Atlanta,e di farli partire alla volta di Macon all'alba.Ma McMicken,come tanti protagonisti di quella guerra,era spesso ubriaco fradicio;evidentemente lo era anche quella notte,e trascurò del tutto di eseguire gli ordini.Ovviamente,per la mancata partenza di quei vagoni,venne incolpato il gen.Hood,tanto per cambiare.Ma una Commissione d'inchiesta lo scagionò del tutto,attribuendo,com'era giusto,ogni responsabilità a McMicken.La questione,però, non mi è del tutto chiara;la ferrovia per Macon era stata interrotta dal 23° Corpo unionista,e poi anche dal 4° e dal 14°,già nel pomeriggio del 31 Agosto,mentre veniva combattuta la prima battaglia di Jonesboro.Tant'è vero che 2 treni merci diretti a sud,quello stesso pomeriggio,avevano dovuto tornare ad Atlanta.Per cui,se anche i treni di munizioni avessero lasciato la città all'alba del 1° Settembre,sarebbe stato troppo tardi per porli in salvo,essendo la ferrovia già nelle mani del nemico,che tra l'altro ne aveva già strappato i binari per un lungo tratto.Ovviamente,dev'essermi sfuggito qualcosa,perchè uno storico come Albert Castel non può non aver tenuto conto di questi fatti.Se qualcuno di voi ,amici forumisti,ne sa qualcosa di +,lo prego di esprimersi.Venendo + direttamente alla tua osservazione,probabilmente(ma é solo una mia ipotesi)nella frenesìa di quella giornata terribile,qualche ufficiale confederato,accorgendosi che i treni di munizioni erano ancora in città,ed erano destinati a cadere in mano nemica,avrà dato l'ordine di farli esplodere senza neppure avvisare Hood.Certamente fu un grave errore,tenuto conto che i nordisti non avevano certo bisogno di quei 5000 fucili e di quei 3 milioni di cartucce per proseguire la guerra.Ciao! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentacinquesima puntata

Messaggio  forrest il Sab 7 Mar 2009 - 0:06

Il 20° Corpo del Gen.Slocum,nella notte dell'evacuazione di Atlanta,ha ricevuto dal Gen.Thomas l'ordine di avanzare cautamente sulla città,"senza scoprire la testa di ponte sul Chattahoochee."Slocum ha pertanto ordinato ai comandanti delle sue 3 Divisioni di distaccare ciascuno una colonna e di mandarla in avanscoperta,per accertarsi se Atlanta sia stata davvero abbandonata.Una di queste 3 colonne,comandata dal Colonnello John Coburn,e forte di 900 uomini,avanza dunque lungo la Marietta Road;a precederla,una pattuglia di una trentina di cavalleggeri,agli ordini del Capitano Henry Scott.Dopo aver oltrepassato le fortificazioni a nord della città,senza incontrare anima viva,all'alba la pattuglia raggiunge le prime case di Atlanta,e scorge un gruppo di civili a cavallo,uno dei quali brandisce una bandiera bianca.Il Capitano scott gli si avvicina e gli chiede chi sia e cosa voglia;il civile risponde:"Sono James Calhoun,il Sindaco di Atlanta.Desidero vedere il Gen.Sherman per offrirgli la resa della città."In tal modo Calhoun spera di risparmiare altre violenze a una città già sconvolta e diroccata.Scott risponde che Sherman si trova a Jonesboro,e che il comandante delle truppe che occuperanno Atlanta é il Generale Henry Slocum.Poi,astutamente,invita il Sindaco ad indirizzare un messaggio al proprio Comandante di Divisione,offrendogli la resa ufficiale della città."Scott sa perfettamente-scrive Albert Castel-che il primo dovere di ogni ufficiale é quello di assicurare tutto il merito possibile al proprio superiore."Calhoun tira fuori dalla giacca un'agenda,ne strappa un foglio,e vi scrive:"Al Generale Ward,Comandante della Terza Divisione,20° Corpo,Armata del Cumberland-Sir:Le Sorti della guerra hanno consegnato Atlanta nelle vostre mani.Come Sindaco vi chiedo protezione per i non combattenti e per la proprietà privata.-James M. Calhoun,Sindaco di Atlanta."Scott controfirma il messaggio per attestarne la validità,lo invia al suo Generale,poi s'inoltra nella città.Ma la prima colonna a raggiungere la City Hall(il Municipio)é quella distaccata dalla Div.del Generale Geary,un reduce di Gettysburg.Sul tetto dell'edificio vengono issàte le bandiere del 111° Pennsylvania e del 60° New York.Il Generale Slocum fa il suo ingresso in città nel primo pomeriggio,e stabilisce il Q.G.presso un edificio chiamato Trout House.Per prima cosa,invia un telegramma a Washington,presso il Ministero della Guerra,la cui prima frase recita :"Il Generale Sherman ha preso Atlanta."Contemporaneamente,1 km a nord di Lovejoy's Station,si sta combattendo l'ultima battaglia della Campagna militare + importante della Storia americana.Alla prossima,amici! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentaseiesima puntata

Messaggio  forrest il Dom 8 Mar 2009 - 0:45

All'alba del 2 settembre,mentre i soldati di Slocum entravano in Atlanta,a Jonesboro Sherman aveva scoperto che Hardee gli era sfuggito sotto il naso,e furibondo si era lanciato al suo inseguimento con 5 Corpi,lasciando sul posto il 14°,schierato fronte a nord,a protezione d'un eventuale attacco nemico dalla direzione di Atlanta.Alle ore 14 i nordisti giungono in vista delle fortificazioni allestite da Hardee,1 km a nord di Lovejoy's Station,lungo una cresta boscosa chiamata Cedar Bluffs.Esse corrono da est a ovest ,a cavallo dei binari della ferrovia per Macon.La situazione di Hardee non é certo migliore di quella del giorno prima a Jonesboro,anzi...Nonostante il terreno si presti alla difesa,gli sono rimasti al massimo 10000 uomini,+ probabilmente poco + di 8000. Di fronte alle sue 3 decimate ed esauste divisioni,si trovano 12 divisioni nemiche,e a differenza del giorno prima sono tutte presenti,allineate,e Sherman é in condizione di avere un controllo diretto su tutte loro.Dopo aver scrutato le posizioni sudiste con un cannochiale,alle 14.30 Sherman ordina l'attacco;ad ovest dei binari dovranno attaccare i 3 Corpi di Howard,ad ovest il 4° di Stanley.Alle 15.30 l'attacco ha inizio;le truppe di Howard travolgono i picchetti sudisti e si accingono ad investire la linea principale quando,inaspettatamente,Sherman revoca l'attacco.Dopo aver esaminato + attentamente le fortificazioni nemiche,Sherman ha infatti cambiato idea,ritenendo + opportuno restare ,almeno per il momento,sulla difensiva.Ad est dei binari,nessuno si preoccupa di avvisare Stanley che l'attacco è stato revocato,e il 4° Corpo avanza da solo,in modo in verità poco convinto;dopo aver perso un pugno di uomini,Stanley decide anch'egli di sospendere l'attacco,e chiede al generale Hascall,comandante di una div.del 23° Corpo,di sostenerlo attaccando alla sua sinistra.Hascall rifiuta,e risponde che Stanley ha truppe in abbondanza per espugnare le linee nemiche da solo.Insomma,i soliti pasticci.La battaglia di Cedar Bluffs,sempre che di battaglia si possa parlare,finisce così.Per la seconda volta in 24 ore Sherman ha sprecato una grande occasione per distruggere il corpo di Hardee.Alle ore 20 ordina ai Comandanti delle sue 3 Armate di non lanciare altri attacchi,almeno finché non si avranno notizie sicure riguardo quanto é accaduto ad Atlanta.Nonostante il Gen.Garrard lo abbia informato che la città si è arresa,Sherman non si fida di lui (chissà perché...)e attende notizie + attendibili dal Gen.Slocum.Ecco il contenuto del messaggio inviato da Sherman a Thomas:"Finchè non sapremo da Atlanta l'esatta verità,non desidero che lanciate i vostri uomini contro le fortificazioni nemiche.Appena saprò con certezza che le nostre truppe hanno occupato Atlanta,deciderò il da farsi."Infine ,mentre cala la notte,a Sherman viene in mente(meglio tardi che mai)che potrebbe essere opportuno "tastare il terreno"in direzione della McDonough Road,per accertarsi se truppe nemiche siano in marcia lungo questa strada.Questa decisione,che avrebbe potuto essere presa già 2 giorni prima,pur tardiva,potrebbe ancora tagliare la ritirata di Hood,visto che i suoi 2 Corpi raggiungeranno Lovejoy's solo il pomeriggio del giorno dopo,3 Settembre.Le conseguenze ,per Hood,sarebbero disastrose.Il compito viene assegnato al Gen.Schofield,ma questi non lo esegue,limitandosi ad inviare alcune pattuglie in avanscoperta.I motivi di questo suo comportamento non verranno mai spiegati;forse Schofield credette alle parole di alcuni prigionieri,secondo i quali(evidentemente mentivano) Hood aveva già raggiunto Lovejoy's nella giornata del 2 Settembre.O forse l'espressione usata da Sherman("feel for","tastare il terreno")diede l'impressione a Schofield che non dovesse bloccare in forze la Mc Donough Road,ma solo monitorarla.Bisogna comunque concludere che le pattuglie di Schofield svolsero male anche questa missione,mancando di risalire la Mc Donough Road per una distanza sufficiente a scoprire la colonna di Hood,in marcia verso Lovejoy's;così,il giorno dopo questa colonna potrà ricongiungersi al corpo di Hardee,dopo aver coperto + di 30 km senza il minimo disturbo da parte del nemico.Per riassumere quanto avvenne presso Lovejoy's Station,il 2 ed il 3 Settembre,cedo la parola ad Albert Castel."Sherman,trovatosi di fronte al traballante e scalcinato muro della resistenza confederata in Georgia,si limitò a dargli un buffetto,e ritrasse subito la mano."La Campagna di Atlanta sta ormai volgendo al termine:alla prossima,amici! Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentasettesima puntata

Messaggio  forrest il Mar 10 Mar 2009 - 0:25

All'alba del 3 Settembre Sherman riceve la notizia definitiva della capitolazione di Atlanta;a portargliela,al termine d'un viaggio fantozziano,é un corriere inviato dal gen.Slocum il giorno prima.Partito in treno,a Rough & Ready ha dovuto scendere,visto che i binari ,a sud di questa località,erano stati strappati per ordine di Sherman,come ricorderete.Non trovando un cavallo,ha dovuto proseguire a piedi Shocked ,come Filippide dopo la battaglia di Maratona,finchè non ha incontrato alcuni cavalleggeri del Gen.Garrard,che lo hanno portato fino al Q.G.di Sherman.A questo punto il comandante nordista avrebbe ancora la possibilità di travolgere Hardee mentre é isolato;il Corpo del Gen.Stewart,infatti,raggiungerà Lovejoy's solo nel pomeriggio,ed il Corpo di S.D.Lee arriverà solo al calar del buio.Viceversa,Sherman decide di mettere fine alla Campagna.Probabilmente anche lui,come Schofield,pensa che Hood abbia già raggiunto Hardee,e che a fronteggiarlo sulle alture di Cedar Bluffs si trovi ormai l'Armata del Tennessee al completo.Scriverà un soldato confederato sul suo diario:"Mi chiedo cosa faccia esitare il nemico;se solo avanzasse,farebbe di noi un sol boccone."Scrive Albert Castel."Sherman crede che Hood abbia ormai riunito la sua Armata,o lo farà presto,e che l'unico modo per sloggiarlo da Cedar Bluffs sarebbe un' altra manovra aggirante.Ma ciò non farebbe che indurre il nemico a ritirarsi verso un'altra forte posizione difensiva.Inoltre,prima di Macon,che si trova 100 miglia(160 Km)+ a Sud,non c'é alcun obiettivo di grande valore strategico;inoltrandosi ancor + profondamente in Georgia,Sherman dovrebbe rifornire le sue truppe con i calessi a partire da Rough & Ready,poichè,strappando senza necessità i binari tra questa località e Lovejoy's Station,ha isolato sé stesso dalla propria base logistica!Meglio ritirarsi verso Atlanta,riorganizzarsi e recuperare le forze per la prossima fase della guerra."Per altri 2 giorni Sherman resterà di fronte a Cedar Bluffs,limitandosi però ad ingaggiare un duello d'artiglieria con le forze nemiche;poi,il 6 Settembre,romperà il contatto,e si ritirerà verso Jonesboro.La Campagna di Atlanta giunge così al suo epìlogo;resta da spendere qualche parola riguardo la sorte che Sherman riserverà alla città conquistata;un argomento di cui si é molto parlato ,negli ultimi giorni,sul nostro forum,e di cui si occuperà l'ultima puntata del mio resoconto. Very Happy

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Mar 10 Mar 2009 - 11:24

caro forrest,
praticamente sherman si sabotò da solo !!!


ciao
gen. lee Very Happy

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Mar 10 Mar 2009 - 23:30

Lo scopo principale di Sherman non era la distruzione dell'Armata nemica,ma la conquista di Atlanta,il cui significato politico andava oltre l'intrinseco valore strategico della città;;questo spiega la sua vera e propria ossessione per la distruzione delle ferrovie,che riteneva l'unico mezzo per far capitolare la città.Anche se la distruzione della Macon R.R. pregiudicò un immediato proseguimento dell'avanzata in Georgia,a Sherman non importò + di tanto;probabilmente sarebbe comunque tornato ad Atlanta.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

"I dolori del giovane Sam"-Trentottesima e ultima puntata

Messaggio  forrest il Mer 11 Mar 2009 - 0:13

Il 7 Settembre Sherman entra ad Atlanta,proveniente da Jonesboro.Come prima cosa convoca il Sindaco Calhoun,e gli comunica la decisione di espellere dalla città tutti i suoi abitanti.Costoro potranno scegliere se trasferirsi a Nord,o raggiungere le linee confederate;coloro che sceglieranno la seconda opzione verranno trasportati su treni o carri fino a Rough & Ready,e poi dovranno arrangiarsi.Sherman consegna quindi una lettera a Calhoun ,da trasmettere al Gen.Hood,proponendo una tregua di 10 giorni per portare a termine queste operazioni.Il giorno dopo Hood accetta la tregua con queste parole."Credo di non avere alternative al riguardo".Ma prosegue scrivendo che l'espulsione dei civili da Atlanta"supera,per la sua studiata e ingegnosa crudeltà,qualsiasi atto portato alla mia attenzione nella buia storia di questa guerra."Il Sindaco e 3 consiglieri comunali inviano a Sherman una supplica affinché révochi o almeno modifichi l'ordine,le cui conseguenze sarebbero "spaventose e strazianti." "Otterreste gli stessi risultati-risponde beffardo Sherman-facendo appello contro lo scoppiare di un temporale."Dal 12 al 21 Settembre circa 1700 persone partono dunque alla volta di Rough & Ready;ad attenderli in questa località,Hood ha inviato i carri della sua Armata,che li trasportano fino alla stazione di Lovejoy's.Di qui,in treno ,gli sventurati proseguono la loro odissea verso una serie di campi profughi allestiti in tutta fretta nella Georgia meridionale.Più o meno lo stesso numero di civili ha scelto di trasferirsi verso nord,mentre a 50 famiglie é stato permesso di restare ad Atlanta.(Probabilmente per soddisfare le esigenze dell'Armata nordista.)Per commentare questi fatti,cedo la parola ad Albert Castel."Ad eccezione della deportazione degli abitanti di 3 Contee del Missouri dopo il massacro di Lawrence,si tratta della + dura misura presa dalle autorità Federali contro i civili sudisti durante l'intera guerra.Lincoln e Grant silenziosamente l'approvano,e Halleck elògia Sherman dichiarando:-Il vostro modo di fare la guerra é proprio quello che desideriamo.(notare l'uso del plurale n.d.r.)Abbiamo usato fin troppo a lungo la politica del guanto di velluto.-Il terrorismo contro il popolo del Sud,che era iniziato come un'azione spontanea di alcuni indisciplinati soldati nordisti,diventa quindi una deliberata politica dei loro Generali e del loro Governo.Sherman ,a causa delle circostanze e del suo talento per le frasi roboanti,ne é solo il protagonista + vistoso."Due mesi + tardi,prima di iniziare la sua marcia verso la costa atlantica,Sherman brucerà la città.Nell'infausto Settembre 1864 alla capitolazione di Atlanta seguono le disfatte confederate nella Valle dello Shenandoah,a Winchester e a Fisher Hill,e le successive terribili devastazioni operate dal Generale Sheridan.Mary Chesnut,a Richmond, scriverà in quei giorni sul suo diario:"Le notizie delle nostre sconfitte nella Valle dello Shenandoah sono come colpi che s'accaniscono contro un cadavere;dopo Atlanta ho sentito come se tutto fosse morto dentro di me,per sempre."FINE

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re:"I dolori del giovane Sam"-Trentottesima e ultima puntata

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Mer 11 Mar 2009 - 1:37

Generale, hurra per il suo lavoro! trentotto puntate col fiato sospeso a sperare...invece ahimè Atlanta è caduta.
A parte gli scherzi complimenti (credo da parte di tutti), considerando il fatto che in italiano poco e' stato scritto sul fronte occidentale. Se posso osare, dopo una settimana di permesso in Tennessee a ritemprarti, hai anche trentotto puntate sulla disastrosa campagna autunnale di Hood che compì il destino della gloriosa Armata del Tennessee?

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i dolori del giovane sam

Messaggio  R.E.Lee il Mer 11 Mar 2009 - 10:47

caro forrest, grande ! i miei complimenti per il tuo lavoro.
avrei un paio di domande da farti, ma ho deciso di aspettare, ti devi riposare un pò dopo questa faticaccia !


ciao
gen. lee Laughing

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  forrest il Mer 11 Mar 2009 - 14:42

Vi ringrazio per i complimenti,amici.Per quanto riguarda la campagna di Nashville,il saggio di Wiley Sword che lessi alcuni anni fa non mi ha convinto;mi propongo di leggere un'opera + recente ,scritta dallo storico Eric Jacobson,intitolata "For cause & for Country".Mi auguro che il nostro forum abbia vita abbastanza lunga da permettermi di riferirvi i suoi contenuti.Tornando alla Campagna di Atlanta,devo darvi una buona notizia,(se non la sapete già);il prossimo autunno verrà pubblicato un nuovo saggio sull'argomento:"War like a thunderbolt-the battle and burning of Atlanta".A giudicare dal titolo,sembrerebbe trattare solo la fase finale della Campagna e quanto avvenne in seguito.(l'incendio della città.)Quando ne saprò di + riguardo ai suoi contenuti,ve lo riferirò senz'altro.Per il momento posto la foto della copertina.

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

copertina del nuovo libro sulla Campagna di Atlanta.(pubblicazione prevista:tra Agosto ed Ottobre 2009)

Messaggio  forrest il Mer 11 Mar 2009 - 14:49

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

forrest
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 1074
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Peachtree Creek a Jonesborough: la campagna di Atlanta di John Bell Hood

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 13:14


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum