La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  CSS Virginia il Gio 3 Gen 2019 - 18:19

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Ciao a tutti, appassionati ed esperti della guerra civile. La CSS Virginia è tornata, ancora una volta, per bombardarvi di domande e mettere allo scoperto i ponti delle vostre opinioni.

Dunque, l’argomento di cui mi piacerebbe tanto parlare oggi riguarda una delle più famose battagli del fronte del Mississippi: la battaglia di Shiloh, nella quale l'Armata confederata del Mississippi, diretta dal Generale Albert Sidney Johnston, lanciò un attacco a sorpresa contro l’Armata del Tennessee, sotto il comando dell’allora maggior generale Ulysses S. Grant. La battaglia iniziò con un’iniziale successo dei confederati, i quali arrivarono vicinissimi a vanificare la prevista invasione nordista del Tennessee. Purtroppo, vari fattori, tra cui la morte di Johnson (ucciso da fuoco amico) spinsero i sudisti ad interrompere l’attacco, permettendo ai nordisti di far arrivare altre 4 divisioni da Nord. Con questi rinforzi le sorti della battaglia mutarono rapidamente e i confederati furono costretti alla ritirata, dopo aver subito 10.699 perdite.

Ora, le tre domande che mi piacerebbe sottoporre alla vostra attenzione sono:

1) Quali sono i fattori maggiormente determinanti che portarono alla sconfitta del Sud?
2) Come potevano i sudisti, se fosse stato possibile, rimediare a questi errori in modo sufficiente da alterare le sorti della battaglia? Alternativamente, quali mutamenti alla situazione potevano permettere al Sud di vincere?
3) Quali reazioni avrebbe avuto, sia nel Nord che nel Sud, la vittoria confederata a Shiloh?
CSS Virginia
CSS Virginia
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 43
Data d'iscrizione : 24.01.18
Età : 22
Località : Milano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  R.E.Lee il Ven 4 Gen 2019 - 18:29

Oddio, è tanto che non leggo niente sulla battaglia!

1) Se ben ricordo l'ultima posizione di resistenza nordista fu una collinetta vicino al fiume. L'attacco sferrato dai sudisti, che poteva essere decisivo, fu fatto praticamente all'arma bianca perché i confederati erano rimasti senza munizioni.
Un po' di lungimiranza in più nel curare la logistica, avrebbe forse potuto dare la vittoria ai sudisti.
2) L'unico mutamento è legato, secondo me, a quanto scritto sopra: bisognava battere i nordisti prima che arrivassero i rinforzi. L'attacco finale fallì ed addio vittoria..
3)Al Sud penso avesse dato più entusiasmo e fiducia nei loro mezzi, oltre che allontanare l'invasore dal loro suolo. A Nord, nonostante la vittoria, Grant fu rimosso dall'incarico. Presumo che, se fosse stato sconfitto, sarebbe stato mandato in qualche avamposto nel lontano west oppure in qualche guarnigione nelle lontane retrovie e di lui non si sarebbe più parlato..
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4027
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  CSS Virginia il Ven 4 Gen 2019 - 18:46

R.E.Lee ha scritto:Oddio, è tanto che non leggo niente sulla battaglia!

1) Se ben ricordo l'ultima posizione di resistenza nordista fu una collinetta vicino al fiume. L'attacco sferrato dai sudisti, che poteva essere decisivo, fu fatto praticamente all'arma bianca perché i confederati erano rimasti senza munizioni.
Un po' di lungimiranza in più nel curare la logistica, avrebbe forse potuto dare la vittoria ai sudisti.
2) L'unico mutamento è legato, secondo me, a quanto scritto sopra: bisognava battere i nordisti prima che arrivassero i rinforzi. L'attacco finale fallì ed addio vittoria..
3)Al Sud penso avesse dato più entusiasmo e fiducia nei loro mezzi, oltre che allontanare l'invasore dal loro suolo. A Nord, nonostante la vittoria, Grant fu rimosso dall'incarico. Presumo che, se fosse stato sconfitto, sarebbe stato mandato in qualche avamposto nel lontano west  oppure in qualche guarnigione nelle lontane retrovie e di lui non si sarebbe più parlato..

Il possibile allontanamento di Grant potrebbe avere conseguenze a lungo termine per l'Unione?
CSS Virginia
CSS Virginia
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 43
Data d'iscrizione : 24.01.18
Età : 22
Località : Milano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  R.E.Lee il Ven 4 Gen 2019 - 19:18

Grant fu il Generale che vinse la guerra. Senza di lui non credo che il Nord ce l'avrebbe fatta. Ed un Grant sconfitto a Shiloh, come ho scritto, sarebbe stato messo da parte. ...già lo fu parzialmente dopo la vittoria...
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4027
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  CSS Virginia il Lun 7 Gen 2019 - 18:00

Nuova domanda: è possibile ipotizzare che la vittoria confederata a Shiloh possa rendere nuovamente possibili offensive confederate in Missouri e Kentucky?
CSS Virginia
CSS Virginia
Sergente
Sergente

Numero di messaggi : 43
Data d'iscrizione : 24.01.18
Età : 22
Località : Milano

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  dan-acw il Mer 23 Gen 2019 - 9:58

I motivi della sconfitta? Furono diversi e tutti ebbero la loro importanza.
Il primo motivo, credo quello più importante, è che Buell arrivò con i rinforzi per Grant, mentre l'armata del west di Van Dorn era invece ancora lontana. La presenza di 15000 confederati in più il 2° giorno avrebbe cambiato il corso degli eventi. In che misura è difficile prevederlo. Quel che è certo è che l'attacco nordista, se lanciato con le stesse modalità, avrebbe avuto un esito completamente diverso. Del resto pur in inferiorità numerica, e con un'armata stanca, affamata e demoralizzata, i confederati riuscirono tutto sommato a tenere.

Il secondo motivo è il modo sciagurato con cui furono disposte le truppe per l'attacco. I confederati erano schierati in linea di corpo, uno dietro l'altro, con la conseguenza che le varie unità, una volta iniziato l'attacco, avrebbero dovuto "scavalcarsi" a vicenda su un terreno accidentato, creando il caos e la frammentazione dei vari comandi.

Il terzo motivo è invece da ricercarsi in quello che poi sarà una costante nella futura Armata del Tennessee: i suoi comandanti.
Hardee comandava la prima linea, e così come farà in ogni battaglia a cui prese parte, avanzò senza avere la minima idea del terreno su cui stava operando e senza ordinare una ricognizione. La marcia di avvicinamento fu penosa, con continue fermate dovute al terreno, ed interi reparti che perdevano contatto con gli altri. Questo comportò notevoli ritardi.
Ma la cosa più grave fu che ad un certo punto Hardee si rese conto che il suo corpo occupava uno spazio troppo vasto, e che i suoi fianchi erano campati in aria, motivo per il quale fu costretto a chiedere aiuto a Bragg (secondo nella linea di attacco), il quale distaccò alcune unità a sostegno e che sfuggirono al suo diretto controllo. Questo comportò un effetto domino su praticamente tutta l'armata.
Sarebbe stato molto più saggio affidare ad ogni corpo un determinato settore d'attacco, magari lasciando effettivamente quello di Breckendrige in riserva, evitando in questo modo il caos generale che si venne a creare.
Bragg fu il comandante che ebbe forse il ruolo più attivo nella battaglia e pur comportandosi complessivamente bene, manifestò tutti i limiti, come uomo e come comandante, che emergeranno negli anni successivi. Mi riferisco in particolare al modo in cui si accanì contro "il nido di calabroni", praticamente distruggendo alcune unità, tra cui quella del generale Gibson che ne uscì quasi dimezzata.

Il quarto motivo è l'aver sospeso l'attacco. Avevano i confederati la possibilità di completare la vittoria? Forse. Bragg era riuscito a raggruppare una colonna di circa 4000 uomini con cui dare la mazzata finale quando gli arrivò l'ordine di fermarsi e ripiegare.
Forse l'attacco si sarebbe risolto con un nulla di fatto, ma quel che è certo, visto l'esito del secondo giorno e l'arrivo dei rinforzi nordisti, è che sarebbe stato meglio fare un tentativo.

Il quinto motivo è rappresentato dalle carenze logistiche dei confederati: molte unità non avevano più munizioni ed erano senza cibo, tanto che moltissimi soldati si attardarono a saccheggiare gli accampamenti nordisti conquistati, invece di continuare l'attacco.

Non credo che la morte di ASJ abbia poi influito sull'andamento della battaglia. L'unica differenza è che probabilmente non si sarebbe fermato ad un passo dalla vittoria: ci avrebbe provato
dan-acw
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 882
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  R.E.Lee il Mer 23 Gen 2019 - 13:48

Sicuramente Shiloh fu un occasione mancata da parte Confederata. Non dobbiamo dimenticare il fatto che i Nordisti il primo giorno furono completamente presi di sorpresa, soprattutto sul settore gestito da Sherman: erano li per attaccare e non si aspettavano di essere attaccati!

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4027
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  dan-acw il Mer 23 Gen 2019 - 14:25

R.E.Lee ha scritto:Sicuramente Shiloh fu un occasione mancata da parte Confederata. Non dobbiamo dimenticare il fatto che i Nordisti il primo giorno furono completamente presi di sorpresa, soprattutto sul settore gestito da Sherman: erano li per attaccare e non si aspettavano di essere attaccati!

Lee

oddio non so se si possa arrivare a parlare di occasione mancata, ma di sicuro si sarebbe potuto fare meglio.
Quel che è certo è che Grant dopo la guerra è stato incensato oltre misura per Shiloh. Io credo che i suoi meriti vadano grandemente ridotti, ed assegnati invece a Buell. Senza i suoi rinforzi la vittoria sarebbe stata dei confederati. Anche la violenza con cui Grant si scagliò contro Wallace era ingiustificata e serviva secondo me a mascherare quelle che erano le sue colpe.

Sherman non solo si fece sorprendere, ma scelse deliberatamente di ignorare gli avvisi che arrivavano dai comandanti di alcune sue unità* che segnalavano la presenza di grosse colonne di fanteria nemica.

* dovrei recuperare le fonti ma mi sembra di ricordare Sherman ordinò l'arresto del comandante di uno dei suoi reggimenti perchè a suo dire stava inviando rapporti falsi ed allarmanti
dan-acw
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 882
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  R.E.Lee il Gio 24 Gen 2019 - 12:20

Diciamo che nell'occasione, ben pochi (nessuno?) Generali di ambo le parti brillarono. Non dobbiamo dimenticarci comunque che Shiloh fu la prima grande battaglia della Guerra ad ovest, e nessuno possedeva giocoforza l'esperienza per operare con grandi masse di soldati.
Alla fine ebbe la meglio chi ne ebbe di più da spendere..

Lee
R.E.Lee
R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 4027
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 58
Località : Montevarchi / Torino

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  dan-acw il Gio 24 Gen 2019 - 19:54

R.E.Lee ha scritto:Diciamo che nell'occasione, ben pochi (nessuno?) Generali di ambo le parti brillarono. Non dobbiamo dimenticarci comunque che Shiloh fu la prima grande battaglia della Guerra ad ovest, e nessuno possedeva giocoforza l'esperienza per operare con grandi masse di soldati.
Alla fine ebbe la meglio chi ne ebbe di più da spendere..

Lee
Può darsi......ma sta di fatto che alcuni dei problemi che si ebbero a Shiloh si sarebbero riproposti più e più volte negli anni a venire, e questo mi induce a pensare che più che di inesperienza si trattasse di forma mentis.
Lo stesso shermab, che io considero un grande stratega, ma un tattico con grosse lacune, praticamente a guerra finita, contro j.e.j. commise lo stesso errore e si fece attaccare a bentonville
dan-acw
dan-acw
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 882
Data d'iscrizione : 18.04.12
Località : napoli

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti Empty Re: La battaglia di Shiloh: tre domande per appassionati ed esperti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum