I confederati marciano verso Washington dopo First Bull Run

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I confederati marciano verso Washington dopo First Bull Run

Messaggio  P.G.T. Beauregard il Dom 22 Feb 2009 - 1:40

Cosa sarebbe successo se dopo la battaglia di First Bull Run l'armata confederata del Potomac si fosse lanciata all'inseguimento dei federali in ritirata? Washington sarebbe caduta? La guerra sarebbe finita nell'estate del 1861? Oppure i confederati sarebbero stati respinti e magari con gravi conseguenze?

Ciao,
Beauregard

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
La Guerra Civile Americana: l'epica lotta di una casa divisa

P.G.T. Beauregard
Amministratore - Generale in Capo
Amministratore - Generale in Capo

Numero di messaggi : 2778
Data d'iscrizione : 02.09.08

Vedere il profilo dell'utente http://www.storiamilitare.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

i confederati marciano verso washington dopo first bull run

Messaggio  R.E.Lee il Lun 23 Feb 2009 - 17:16

grande beauregard,
le opzioni sono chiaramente due:
1) davis concede a jackson i cinquemila uomini freschi che lui gli richiede, bracca i nordisti fino a washington travolge la improvvisata difesa nemica, conquista la capitale facendo collassare l'unione. guerra finita.(forse).
2) jackson, i cui cinquemila uomini sono si freschi , ma inesperti, conducono un inseguimento sconclusionato che viene respinto dalle seppur mal organizzate truppe nemiche. stallo e tutto come prima.
il problema reale è che i famosi cinquemila uomini freschi non c'erano ed anche se ci fossero stati, davis non avrebbe permesso tale manovra forse sbagliando, perchè il rischio sarebbe valso la pena di correrlo....visto la posta in gioco. questa è la mia opinione.

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re:i confederati marciano verso washington dopo first bull run

Messaggio  Benjamin F. Cheatham il Lun 23 Feb 2009 - 18:55

L'opzione numero 2 e' la più plausbile.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

Benjamin F. Cheatham
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 3119
Data d'iscrizione : 04.09.08
Località : Genova

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i confederati marciano verso washington dopo first bull run

Messaggio  R.E.Lee il Lun 23 Feb 2009 - 19:15

Benjamin F. Cheatham ha scritto:L'opzione numero 2 e' la più plausbile.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

caro cheatham, sono daccordo con te ....al 95% !
il 5% me lo "riservo" per un osservazione fatta con il classico senno di poi.
visto come finì la guerra, usando il classico proverbio: "chi non risica non rosica", valeva forse la pena di risicare..!. ma questo, ahimè, con il senno di poi...

ciao
gen. lee Very Happy

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I confederati marciano verso Washington dopo First Bull Run

Messaggio  LEWIS A. ARMISTEAD il Mar 24 Feb 2009 - 2:26

R.E.Lee ha scritto:
Benjamin F. Cheatham ha scritto:L'opzione numero 2 e' la più plausbile.

Salutoni Claudio
sic semper tyrannis

caro cheatham, sono daccordo con te ....al 95% !
il 5% me lo "riservo" per un osservazione fatta con il classico senno di poi.
visto come finì la guerra, usando il classico proverbio: "chi non risica non rosica", valeva forse la pena di risicare..!. ma questo, ahimè, con il senno di poi...

ciao
gen. lee Very Happy

Io propendo per il 5%...lascerei il restante 95% alla prima soluzione. Anche perche' l'effetto sorpresa sarebbe stato devastante.... la strada per Washington era piena di carrozze di coloro che pensavano di fare un picnic a Manassas...il panico era diffuso....

Forse la guerra non finiva li', ma se dai un colpo secco ad uno che traballa...beh prima che si riprenda...le truppe confederate erano piu' motivate e ufficiali come Jackson ce l'avrebbero fatta

LEWIS A. ARMISTEAD
Sottotenente
Sottotenente

Numero di messaggi : 120
Data d'iscrizione : 23.01.09
Località : Venesia

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

la campagna di bull run 1861

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Feb 2009 - 11:05

caro armistead, il famoso 5% era la speranza di noi tutti filoconfederati !
purtroppo le cose andarono diversamente !
comunque secondo lo scrittore a.p. zanelli che stò leggendo tuttora anche il gen. lee era per una strategia di attacco immendiato per battere, per così dire, il ferro quand'era ancora caldo, vale a dire prima che l'enorme macchina da guerra dell'unione avesse cominciato a "carburare", stritolando la confederazione.
a sostegno di questa tesi vi era la certezza che i soldati sudisti al momento avevano qualche cosa in più rispetto ai nordisti, vale a dire:
1) erano più abili a maneggiare le armi, nella vita che conducevano da civili, molti facevano vita di frontiera, gli aveva insegnato per forza a cavarsela bene con i fucili, in più erano abituati alle privazioni e alle marce che la vita militare spesso imponeva.
2) avevano il morale a mille dopo la vittoria di bull run.
3) erano sicuramente più motivati dei loro colleghi nordisti, si sentivano dei patrioti che combattevano per l'indipendenza del loro paese e quindi erano disposti a dei sacrifici enormi per liberarlo da quello che consideravano un oppressore straniero.
4) al contrario le truppe nordiste erano al momento, state "raccattate" un pò là e un pò quà, anche con incentivi tipo amnistie per i condannati, le loro motivazioni erano scarse, a bull run non ci volle molto perchè se la dessero a gambe...
anche il luraghi afferma nella sua opera che il gen. johnston (o beauregard, non ricordo bene), si pronunciò per un attacco immediato al nord.
sempre a sostegno della tesi dello zanelli aggiungo io, il gen. lee negli anni a venire, appena se ne presentò l'occasione, invase davvero il nord....

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I confederati marciano verso Washington dopo First Bull Run

Messaggio  George H. Thomas il Mar 24 Feb 2009 - 11:38

Secondo me la domanda è complementare a un'altra : se Washington fosse caduta, l'Unione sarebbe collassata.
Da un punto di vista militare, Washington aveva un valore che definirei trascurabile e forse anche un passivo, visto che era protetta da molti forti e ingenti forze dovevano essere dislocate in permanenza per difenderla, magari sottraendo unità utilizzabili altrimenti in prima linea.
Ma da un punto di vista morale, Washington era identificata con l'Unione, e la sua caduta sarebbe stata rovinosa. Il movimento contro la guerra avrebbe fatto a pezzi il vecchio Abe. Una sconfitta morale così grave in una guerra appena iniziata è fatale per una nazione. Quindi credo posso rispondere che l'Unione avrebbe chiesto la pace e la guerra sarebbe conclusa.

Ma credo francamente che Jackson, indipendentemente dalla disponibilità di quei cinquemila uomini, gettandosi in avanti non sarebbe riuscito a sistemare d'impeto l'anello difensivo di Washington, specie se difeso con vigore. La difensiva da un punto di vista morale supera l'offensiva, poichè gli uomini hanno un'obiettivo molto chiaro in mente, e cioè difendere un luogo così importante come la capitale. Non credo ce l'avrebbe fatta. Forse con un'incredibile fortuna e colossali errori da parte dei nordisti...

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i confederati marciano verso washington dopo first bull run

Messaggio  R.E.Lee il Mar 24 Feb 2009 - 11:53

caro thomas, dubito anch'io, come scritto in un mio post precedente che jackson ce l'avrebbe fatta (il famoso 5%)e poi i famosi cinquemila uomini freschi al momento, non c'erano.
ma nel mio ultimo intervento volevo affermare che un attacco al nord anche se non immediatamente successivo alla battaglia di bull run,come sponsorizzato da lee e johnston/beauregard, avrebbe messo l'unione sotto una bella pressione, una sua sconfitta nel suolo amico poteva avere effetti disastrosi per il nord, una sconfitta per il sud, di tutto contro, avrebbe tuttalpiù lasciato la situazione in fase di stallo, come era al momento.
invece l'unione fù lasciata "in pace", dando così a mcClellan la possibilità di costruire in tutta calma quella formidabile macchina da guerra che diventò l'armata del potomac.

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I confederati marciano verso Washington dopo First Bull Run

Messaggio  George H. Thomas il Mar 24 Feb 2009 - 21:57

R.E.Lee ha scritto:caro thomas, dubito anch'io, come scritto in un mio post precedente che jackson ce l'avrebbe fatta (il famoso 5%)e poi i famosi cinquemila uomini freschi al momento, non c'erano.
ma nel mio ultimo intervento volevo affermare che un attacco al nord anche se non immediatamente successivo alla battaglia di bull run,come sponsorizzato da lee e johnston/beauregard, avrebbe messo l'unione sotto una bella pressione, una sua sconfitta nel suolo amico poteva avere effetti disastrosi per il nord, una sconfitta per il sud, di tutto contro, avrebbe tuttalpiù lasciato la situazione in fase di stallo, come era al momento.
invece l'unione fù lasciata "in pace", dando così a mcClellan la possibilità di costruire in tutta calma quella formidabile macchina da guerra che diventò l'armata del potomac.

ciao
gen. lee

"Formidabile" va bene in termini di uomini e mezzi... invece dal punto di vista della direzione tattica e strategica si rivelò sempre inferiore all'Armata del North Virginia.

George H. Thomas
Tenente-generale
Tenente-generale

Numero di messaggi : 796
Data d'iscrizione : 15.12.08
Età : 28
Località : Camporosso (IM)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i confederati marciano verso washington dopo first bull run

Messaggio  R.E.Lee il Ven 27 Feb 2009 - 11:21

George H. Thomas ha scritto:
R.E.Lee ha scritto:caro thomas, dubito anch'io, come scritto in un mio post precedente che jackson ce l'avrebbe fatta (il famoso 5%)e poi i famosi cinquemila uomini freschi al momento, non c'erano.
ma nel mio ultimo intervento volevo affermare che un attacco al nord anche se non immediatamente successivo alla battaglia di bull run,come sponsorizzato da lee e johnston/beauregard, avrebbe messo l'unione sotto una bella pressione, una sua sconfitta nel suolo amico poteva avere effetti disastrosi per il nord, una sconfitta per il sud, di tutto contro, avrebbe tuttalpiù lasciato la situazione in fase di stallo, come era al momento.
invece l'unione fù lasciata "in pace", dando così a mcClellan la possibilità di costruire in tutta calma quella formidabile macchina da guerra che diventò l'armata del potomac.

ciao
gen. lee

"Formidabile" va bene in termini di uomini e mezzi... invece dal punto di vista della direzione tattica e strategica si rivelò sempre inferiore all'Armata del North Virginia.

certamente, caro thomas, mi riferivo agli uomini e mezzi.

ciao
gen. lee

R.E.Lee
Moderatore - Tenente-generale
Moderatore - Tenente-generale

Numero di messaggi : 3908
Data d'iscrizione : 02.12.08
Età : 55
Località : Montevarchi / Torino

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I confederati marciano verso Washington dopo First Bull Run

Messaggio  Ospite il Gio 24 Set 2009 - 21:21

George H. Thomas ha scritto:Secondo me la domanda è complementare a un'altra : se Washington fosse caduta, l'Unione sarebbe collassata.
Da un punto di vista militare, Washington aveva un valore che definirei trascurabile e forse anche un passivo, visto che era protetta da molti forti e ingenti forze dovevano essere dislocate in permanenza per difenderla, magari sottraendo unità utilizzabili altrimenti in prima linea.
Ma da un punto di vista morale, Washington era identificata con l'Unione, e la sua caduta sarebbe stata rovinosa. Il movimento contro la guerra avrebbe fatto a pezzi il vecchio Abe. Una sconfitta morale così grave in una guerra appena iniziata è fatale per una nazione. Quindi credo posso rispondere che l'Unione avrebbe chiesto la pace e la guerra sarebbe conclusa.

Ma credo francamente che Jackson, indipendentemente dalla disponibilità di quei cinquemila uomini, gettandosi in avanti non sarebbe riuscito a sistemare d'impeto l'anello difensivo di Washington, specie se difeso con vigore. La difensiva da un punto di vista morale supera l'offensiva, poichè gli uomini hanno un'obiettivo molto chiaro in mente, e cioè difendere un luogo così importante come la capitale. Non credo ce l'avrebbe fatta. Forse con un'incredibile fortuna e colossali errori da parte dei nordisti...

Non sono perfettamente d'accordo. Già nella guerra del 1812 gli americani persero Washington D.C. con tanto di Casa Bianca incendiata eppure questo non frustròò la voglia di combattere. Quello che dovremmo chiederci è: ammesos e non concesso che i confederati avessero preso la capitale nordista, quanti giorni avrebbero potuta tenerla prima di doversi ritirar eo rimanere imbottigliati in essa in attesa di essere circondati ed annientati?

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: I confederati marciano verso Washington dopo First Bull Run

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 13:15


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum